Preparativi per rafforzare la retina

Gli occhi sono l'organo più importante del corpo umano, grazie al quale le persone sono in grado di vedere e percepire il mondo che li circonda..

La retina è parte integrante che contribuisce alla risoluzione dell'immagine.

Ecco perché gli occhi più di altri organi necessitano di protezione, cure adeguate e mantenimento delle normali prestazioni. A tal fine, ci sono una serie di diversi farmaci utilizzati in oftalmologia per diversi anni..

Distrofia retinica

La retina degli occhi ha la struttura strutturale più complessa, grazie alla quale è in grado di distinguere gli impulsi luminosi. È sulla retina che dipende il funzionamento dell'apparato ottico degli occhi e del compartimento visivo del cervello, dove vengono trasmesse tutte le informazioni viste. Una causa comune di degenerazione retinica è la presenza di problemi vascolari. L'esempio più evidente sono gli anziani, che alla fine perdono la vista.

La distrofia è una patologia retinica in cui le cellule dei fotorecettori sono danneggiate, grazie alla quale una persona è in grado di distinguere i colori e vedere in lontananza. Nelle prime linee, la malattia può svilupparsi senza sintomi pronunciati..

Si dovrebbero distinguere le seguenti forme di malattia:

  • Displasia centrale e periferica. La seconda forma è più tipica per le persone miopi, poiché si sviluppa a causa di una diminuzione del normale flusso sanguigno nei vasi degli occhi. Di conseguenza, si verifica un deterioramento dell'apporto di ossigeno e altri elementi necessari alla retina..
  • Distrofia congenita (geneticamente basata) e acquisita.
  • Forma senile di distrofia. Il più delle volte si verifica nelle persone di età superiore ai 60 anni. Si verifica sullo sfondo dei processi causati dall'invecchiamento del corpo.
  • Sviluppo della distrofia pigmentaria. Si manifesta come problemi con i fotorecettori, responsabili della visione crepuscolare. È una delle forme più rare della malattia che si manifesta come fattore ereditario.
  • La forma puntiforme della malattia si manifesta durante l'infanzia. In assenza di un trattamento appropriato, si sviluppa con il bambino.

Selezione dei fondi per il recupero

La retina degli occhi ha la struttura più fragile, quindi necessita costantemente di una protezione affidabile. Ogni persona dovrebbe ricordarlo. Allo stesso tempo, ci sono categorie di persone che sono a rischio, per le quali una corretta cura degli occhi dovrebbe essere la base.

Queste categorie includono:

  • Persone il cui lavoro comporta un costante affaticamento degli occhi e della vista. Molto spesso questo è associato al lavoro con dispositivi di ingrandimento, computer e apparecchiature per ufficio.
  • Persone che lavorano con il rischio che piccole parti (polvere, trucioli, ecc.) Vengano a contatto con gli occhi.
  • Atleti e lavoratori il cui lavoro comporta il sollevamento di pesi pesanti. In questi casi, c'è il rischio di sviluppare una degenerazione a causa dell'aumento della pressione..
  • Persone con cattive abitudini. Tutti conoscono gli effetti negativi del fumo di tabacco non solo sul corpo, ma separatamente sugli occhi e sulla retina..

Gli oftalmologi sono convinti che il corpo stesso ti dirà quando usare farmaci che mantengono la retina in uno stato normale. Hai solo bisogno di ascoltare i più piccoli cambiamenti nello stato del corpo. A seconda dei sintomi che compaiono, è possibile scegliere singoli farmaci che aiuteranno a ripristinare il normale funzionamento degli organi visivi e prevenire lo sviluppo di un processo irreversibile: la distrofia.

Gruppi di farmaci

In oftalmologia vengono utilizzati farmaci che hanno un effetto ausiliario e quindi aiutano a ridurre la manifestazione di sintomi spiacevoli di molte malattie, inclusa la distrofia retinica. Molto spesso, il trattamento consiste nell'uso di una terapia complessa, che deve includere colliri che aiutano a rallentare lo sviluppo della malattia.

Vitamine

Il trattamento della distrofia deve necessariamente includere l'uso di complessi vitaminici. Con il loro aiuto, viene ripristinato il normale funzionamento degli occhi, la nutrizione dei tessuti viene migliorata e la progressione della malattia viene interrotta. Le vitamine A, E e B diventano necessarie.

I rimedi vitaminici più efficaci per gli occhi sono:

  • Vitrum Vision;
  • Complivit Ophthalmo;
  • Evalar intensivo alla luteina;
  • Complesso di luteina.

Retinoprotettori

È più spesso utilizzato nel trattamento delle malattie retiniche croniche. Il trattamento con farmaci di questo gruppo viene effettuato due volte all'anno come parte della terapia complessa. La composizione del farmaco viene selezionata da uno specialista in base ai parametri individuali del paziente, oltre a concentrarsi sulla complessità della patologia.

Angioprotettori

Gli angioprotettori sono farmaci che vengono utilizzati per normalizzare la permeabilità delle pareti vascolari. Dopo aver usato tali farmaci, c'è una diminuzione della gravità dell'edema tissutale, un miglioramento del processo metabolico e del metabolismo nei tessuti retinici..

Anche la vitamina P ha proprietà simili, così come i farmaci che appartengono al gruppo dei farmaci antinfiammatori non steroidei.

Gli angioprotettori includono:

  • Doxium: aiuta a rafforzare il sistema vascolare dell'occhio;
  • Acido ascorbico: aiuta a ripristinare la permeabilità delle cellule capillari;
  • Rutina: aumenta l'elasticità dei capillari. Ha un effetto positivo se combinato con la vitamina C;
  • Troxevasin: aiuta a ridurre il gonfiore e riduce significativamente l'infiammazione.

Farmaci assorbenti

Essenziale per fluidificare il sangue, aiuta a sciogliere i coaguli che possono ostruire i vasi sanguigni.

Anticoagulanti

Promuove la stimolazione dell'attività fibrinolitica delle cellule del sangue. Anche i farmaci aiutano a ridurre la concentrazione di colesterolo e b-lipidi.

Agenti antipiastrinici

Quando si usano farmaci di questo gruppo, si nota un effetto antinfiammatorio positivo. C'è una diminuzione dell'aggregazione piastrinica nel sangue. I fondi vengono utilizzati per ridurre il possibile rischio di coaguli di sangue nel lume dei vasi sanguigni.

Gocce per distrofia retinica

Una delle malattie degli occhi più difficili è la distrofia retinica. Di norma, si sviluppa quando il processo di nutrizione dei tessuti pigmentati degli occhi è disturbato. La patologia si verifica più spesso nelle persone con miopia.

In questo caso, ci sono diversi fattori che possono provocare lo sviluppo della malattia:

  • malattie cellulari croniche;
  • la presenza di diabete mellito;
  • trasferimento di malattie virali;
  • altre malattie oculari complesse;
  • la presenza di cattive abitudini come il fumo, ecc..

L'unico modo per curare completamente la distrofia retinica è la chirurgia. Allo stesso tempo, nelle prime fasi di sviluppo, viene utilizzato il trattamento con laser e medicinali..

Le gocce più efficaci per la distrofia sono:

Gocce per angiopatia retinica

Tali malattie dei vasi oculari come l'angiopatia vengono efficacemente trattate con gocce. La patologia si sviluppa più spesso a causa della presenza di problemi con i vasi sanguigni, non solo negli occhi, ma anche nel corpo nel suo insieme. L'angiopatia è un disturbo che può innescare complicazioni irreversibili che, di conseguenza, possono causare la completa perdita della vista.

Le ragioni per lo sviluppo della malattia includono:

  • diabete;
  • problemi con la regolazione nervosa;
  • aumento della pressione intracranica;
  • danni agli occhi;
  • ipertensione arteriosa;
  • cambiamenti di età.

Con l'angiopatia, un oftalmologo può prescrivere l'adesione a diete speciali, nonché l'uso di agenti che migliorano la circolazione sanguigna nei vasi della retina. Per il trattamento dell'angiopatia è possibile utilizzare i seguenti colliri:

  • Ottico Emoxy;
  • Emoxipin;
  • Taufon;
  • Quinax.

Medicinali per il trattamento delle malattie della retina

Diverse malattie della retina richiedono trattamenti diversi. Alcuni di loro sono trattati esclusivamente con la chirurgia. Tuttavia, una serie di malattie di solito, nelle fasi iniziali, può essere trattata con metodi conservativi, utilizzando farmaci (colliri, iniezioni).

L'obiettivo principale del trattamento conservativo delle patologie retiniche è alleviare l'infiammazione, la proliferazione dei vasi di nuova formazione, nonché eliminare i cambiamenti degenerativi e l'edema della retina.

Angiopatia retinica - trattamento con gocce

L'angiopatia è una patologia dei vasi retinici causata da vari fattori negativi (ipertensione, diabete mellito). Per eliminare la sua manifestazione, un oftalmologo nelle prime fasi della malattia o come parte di una terapia complessa, prescrive alcuni colliri ai pazienti.

Lo scopo di tale terapia è attivare i processi metabolici dell'organo della vista, stimolare la velocità del flusso sanguigno locale e migliorare il processo di nutrizione dei tessuti. I colliri stanno diventando uno dei componenti della terapia per il trattamento sintomatico. I colliri stanno diventando uno dei componenti della terapia per il trattamento sintomatico. Quali farmaci sono prescritti, leggi di seguito.

Taufon

Il componente principale della soluzione è la taurina. Viene applicata una soluzione, 1-2 gocce in ciascun occhio tre volte al giorno - per molto tempo. Il farmaco viene prodotto in flaconcini da 5 e 10 ml.

Indicazioni per l'uso di Taufon:

  • Angiopatia retinica moderata.
  • Lesione corneale.
  • Cataratta allo stadio iniziale.
  • Cambiamenti distrofici nella retina e nella cornea.
  • Glaucoma ad angolo aperto.
  • Stabilizzazione delle membrane cellulari.
  • Accelerazione del processo di rigenerazione delle lesioni corneali traumatiche.
  • Attivazione dei processi metabolici ed energetici.
  • Normalizzazione della IOP.

Emoxipin

È un antiossidante prodotto sinteticamente, una soluzione del quale viene instillata quotidianamente, tre volte al giorno, 1-2 gocce in ciascun occhio. Il trattamento continua per diversi giorni o per molto tempo, come prescritto da un medico. Il farmaco non è prescritto per le donne in gravidanza, così come per le persone con allergie ai componenti della soluzione.

Indicazioni per l'uso:

  • Angiopatia retinica diabetica.
  • Disturbi della circolazione cerebrale.
  • Varie genesi di emorragia negli occhi.
  • Ustioni corneali.
  • Miopatia complicata e glaucoma.
  • Riassorbimento di piccole emorragie retiniche.
  • Protegge la rete dalla luce intensa.
  • Rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, riducendo la loro permeabilità.
  • Stimolazione del flusso sanguigno locale.

Quinax

  • Stimolazione dei processi metabolici nei tessuti.
  • Attivazione antiossidante.
  • Aumentando la trasparenza della lente.

Aisotin

In grado di aumentare e ripristinare l'acuità visiva in caso di malattie degli occhi. Disponibile in flaconi da 10 ml. Viene seppellito tre volte al giorno, 1-2 gocce, della durata di 2-3 mesi.

Indicazioni per l'uso:

  • Angiopatia diabetica.
  • Ripristino della funzione visiva dopo l'intervento chirurgico agli occhi.
  • Congiuntivite.
  • Ustioni agli occhi.
  • Rossore degli occhi.
  • Glaucoma.

Ottico Emoxy

Sostituto emoxipina di minor costo.

  • Indicazioni per l'uso:
  • Bruciore agli occhi.
  • Emorragia negli occhi.
  • Miopia progressiva.
  • Processi infiammatori dell'organo della vista.
  • Normalizzazione della permeabilità della parete vascolare.
  • Stimolazione della circolazione sanguigna locale.
  • Riassorbimento del sanguinamento negli occhi.
  • Elimina gli effetti dello stress ossidativo.
  • Aumentare la resistenza dei tessuti all'ipossia.

Iniezione intraoculare

L'iniezione intravitreale è l'iniezione del farmaco direttamente nell'occhio (nel vitreo).

rifiutare il trattamento proposto.

Nella nostra clinica, le iniezioni intravitreali vengono eseguite da oftalmologi con una vasta esperienza in iniezioni intraoculari complesse in condizioni procedurali sterili, nel rispetto dei protocolli medici appropriati. Tale terapia delle patologie retiniche, utilizzando farmaci efficaci, consente di preservare la funzione visiva, oltre a ottenere un significativo miglioramento dell'acuità visiva.

Lucentis

Il principio attivo del farmaco è il ranibizumab, una sostanza che sopprime l'angiogenesi eccessiva (la formazione di vasi patologici), caratteristica della degenerazione maculare legata all'età. Inoltre, contribuisce al sollievo dell'edema maculare, normalizzando lo spessore della retina. Il farmaco penetra rapidamente negli strati retinici completamente, riducendo le dimensioni della lesione, prevenendo possibili emorragie e un'ulteriore progressione della crescita di vasi di nuova formazione con una parete patologica.

Eilea

Il principio attivo del farmaco di Aylea è aflibercept. La sua azione è volta ad inibire la progressione della degenerazione maculare senile (forma umida). Inoltre, ha la capacità di agire in modo efficace e sicuro nel ridurre l'acuità visiva in caso di edema maculare diabetico ed edema causato da occlusione venosa retinica..

L'innovativo farmaco di Eilea ha un effetto duraturo, quindi le iniezioni possono essere eseguite meno frequentemente, il che è molto più conveniente per i pazienti.

Ozurdeks

Viene utilizzato in caso di edema maculare causato dall'occlusione della vena retinica. Il farmaco viene prodotto sotto forma di una sorta di impianto che viene inserito nel corpo vitreo. L'impianto contiene il potente steroide desametasone, che inizia a essere secreto all'interno del vitreo in piccole porzioni. Questa tecnica innovativa di somministrazione dosata di un farmaco nel sito della lesione aumenta notevolmente la durata dell'ormone, che può durare fino a sei mesi..

Regimi di trattamento per l'angiopatia retinica

La terapia farmacologica in caso di angiopatia e le sue complicanze vascolari dovrebbe essere completa. Se necessario, il trattamento può essere continuato nei corsi. Prima della sua nomina, un oftalmologo sviluppa un regime di consumo di droga specifico e più efficace. Di regola, questi sono i seguenti appuntamenti:

  • È necessaria una terapia farmacologica, mirata ad attivare la circolazione sanguigna nei vasi degli occhi. Questo è un corso di trattamento con Emoxipin, Vazonit, Mildronat, Arbiflex, Solcoseryl, Trenatal. Aiutano ad attivare i processi di microcircolazione locale. Un'altra proprietà di questi farmaci è migliorare la plasticità dei globuli rossi. Ciò consente loro di muoversi più velocemente attraverso i piccoli vasi degli occhi..
  • La pentossifillina e il curantil aiutano a prevenire la possibile formazione di trombi. Migliora la reologia del sangue Xanthiol nicotinato e acido nicotinico.
  • Per ridurre la permeabilità vascolare, viene prescritto ginkgo biloba, calcio dobesilato.
  • Le iniezioni di Actovegin sono progettate per fornire una migliore nutrizione dei tessuti oculari. L'ATP e la cocarbossilasi sono utilizzati per migliorare i processi metabolici nei tessuti oculari..
  • È necessario assumere complessi vitaminici per mantenere la salute degli occhi - Lutein-intensive, Anthocyanin Forte. È importante assumere acido ascorbico, che accelera i processi di microcircolazione nei vasi, mantiene l'acuità visiva.
  • Con la retinopatia diabetica, è necessario aderire a una dieta speciale in grado di neutralizzare il diabete mellito, migliorare il flusso sanguigno nei vasi retinici. Va ricordato che gli alimenti proibiti includono qualsiasi alimento ricco di carboidrati veloci (dolci da forno, soda dolce, ecc.). Lo stesso vale per i cibi eccessivamente ipercalorici. Anche limitare il sale è importante, perché aiuta a normalizzare il metabolismo, migliorare i processi di recupero..
  • Un forte esercizio fisico incluso nella routine quotidiana per energizzare il sistema muscolare migliora anche la condizione dei vasi oculari..
  • Nel trattamento dell'angiopatia indotta da ipertensione, è imperativo abbassare la pressione sanguigna attraverso i farmaci e una correzione della dieta appositamente progettata. Per questo vale la pena contattare un cardiologo e un nutrizionista..
  • Non sarà superfluo prescrivere procedure di fisioterapia. Nel caso dell'angiopatia, buoni risultati possono essere mostrati da corsi di magnetoterapia, agopuntura.
  • Un altro metodo di fisioterapia sono gli occhiali di Sidorenko. Questo dispositivo combina l'azione di pneumomassaggio, infrasuoni, fonoforesi, cromoterapia. Un potente effetto sulla membrana a rete con un tale complesso, consente di ottenere buoni risultati in breve tempo.
  • Aiutano i corsi di trattamento e massaggio sulla colonna cervicale.

Prezzi per il trattamento delle malattie della retina

ATTENZIONE! Il costo esatto del trattamento può essere detto solo dopo una consultazione a tempo pieno, quando vengono determinate le condizioni della retina del paziente e viene elaborato un piano di trattamento. Puoi scoprire il costo delle procedure e delle operazioni di base nella sezione PREZZI.

Retinoprotettori

I retinoprotettori sono solitamente utilizzati per patologie croniche della retina e della coroide. Questi ultimi includono distrofie periferiche o centrali di natura congenita e acquisita, angioretinopatia, corioretinite (fase inattiva e subattiva). Molto spesso, questi pazienti vengono trattati da oftalmologi della clinica, che raccomandano farmaci per un uso regolare..

È ottimale eseguire due corsi all'anno (2 mesi di trattamento con farmaci speciali in una quantità inferiore a cinque componenti, seguiti da una pausa di quattro mesi). Se per il trattamento viene utilizzata la somministrazione subcongiuntivale o parabulbare, tale corso può essere eseguito una volta all'anno. Durante il secondo ciclo di terapia, è sufficiente utilizzare gocce per l'instillazione.

Molto spesso, per le malattie della retina e della coroide, vengono utilizzati retinoprotettori, anticoagulanti, angioprotettori, vasodilatatori, stimolanti e assorbenti, nonché farmaci che migliorano la microcircolazione, vertigini dei tessuti e complessi vitaminici. Inoltre, un farmaco può possedere tutte queste proprietà, cioè può essere immediatamente attribuito a più gruppi. Va anche notato che i farmaci dello stesso gruppo possono avere diversi meccanismi d'azione e influenzare le cellule dell'occhio e l'intero corpo in modi diversi. In particolare, i farmaci vasodilatatori possono sia ridurre la pressione sistemica sia lasciarla invariata, e in alcuni casi addirittura ridurla. In relazione a questa circostanza, la terapia complessa per il trattamento di un paziente deve essere selezionata tenendo conto delle sue caratteristiche individuali. È molto importante evitare la polifarmacia, cioè è sufficiente scegliere 2-3 farmaci per un trattamento complesso.

Di seguito una breve descrizione dei principali farmaci che possono essere utilizzati per il trattamento di pazienti con patologia oculare cronica..

Preparati per migliorare la nutrizione dei tessuti

Il citocromo C è un preparato enzimatico costituito da componenti naturali del miocardio bovino. Colpisce la respirazione dei tessuti e i processi ossidativi. Questa sostanza è il componente attivo del farmaco Katachrom.

Questo medicinale viene solitamente somministrato per via intramuscolare, 5 ml (1-2 volte al giorno). La durata del trattamento è di 10-20 giorni. Prima di iniziare il corso, è necessario eseguire un test di sensibilità individuale, per il quale viene iniettata per via intradermica una piccola quantità di soluzione (0,1 ml). Dopo mezz'ora si valuta la reazione. Quando compaiono arrossamento, orticaria, prurito, c'è una reazione di ipersensibilità. In questo caso, il trattamento non può essere effettuato..

Angioprotettori

Gli angioprotettori includono farmaci che normalizzano la permeabilità della parete vascolare. A questo proposito, riducono la gravità dell'edema tissutale, migliorano i processi metabolici e metabolici. Oltre ai veri angioprotettori, la vitamina P, i farmaci antinfiammatori non steroidei e alcuni altri farmaci hanno tali proprietà..

Doxium

Il calcio dobesilato rafforza la parete vascolare. Sullo sfondo della terapia, la resistenza dei capillari aumenta, la permeabilità della parete vascolare è normalizzata, la funzione di drenaggio dei vasi linfatici e la microcircolazione migliorano. Doxium ha un effetto antiududativo e antiemorragico, riduce l'aggregazione piastrinica, la viscosità del sangue. Tutto ciò ha un effetto benefico sul tessuto retinico. Il farmaco non influenza i microaneurismi e non penetra nel BBB.

Doxium viene utilizzato per la somministrazione orale durante i pasti (la dose è 0,75-1 g, suddivisa in tre o quattro dosi). La durata del corso può essere fino a un anno e mezzo o più.

Tra gli effetti collaterali, è possibile lo sviluppo di fenomeni dispeptici, reazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea. In questo caso, interrompa l'assunzione del medicinale o riduca la dose di Doxium.

Non usare il farmaco per le donne in gravidanza.

Vitamina C

La vitamina C aiuta a ripristinare la permeabilità capillare attraverso la sintesi di procollagene e collagene. Migliora anche la rigenerazione dei tessuti, normalizza il metabolismo dei carboidrati ei livelli di colesterolo, stabilizza i processi redox, stimola la sintesi degli ormoni steroidei endogeni, e quindi l'acido ascorbico viene spesso prescritto nella fase finale della terapia steroidea.

La vitamina C viene assunta per via orale 50-100 mg 3-5 volte al giorno. A volte è prescritto per uso intramuscolare in 2 ml (soluzione al 5%), il corso richiede 20-30 iniezioni. La somministrazione endovenosa alla stessa dose è consentita, tuttavia, in alcune malattie (tendenza alla trombosi, tromboflebite, aumento della coagulazione del sangue), questa via di somministrazione è controindicata.

Rutina

La rutina è un flavonoide. Si consiglia di prescriverlo in combinazione con la vitamina C, in quanto riduce notevolmente la fragilità e la permeabilità capillare. Insieme all'acido ascorbico, partecipa alle reazioni redox e inibisce l'azione dell'aluronidasi.

La dose giornaliera di Rutina è di 0,1 g Non sono state identificate controindicazioni ed effetti collaterali durante la prescrizione di questo farmaco..

In connessione con l'azione tandem di Rutina e Vitamina C, vengono prodotte compresse contenenti entrambi questi farmaci (0,05 g ciascuna), nonché glucosio (0,2 g). La dose giornaliera di ascorutina è di 4 compresse.

Troxevasin

Venoruton ha un meccanismo d'azione simile alla Rutina. Riduce la permeabilità capillare, quindi riduce l'edema e allevia l'infiammazione.

1 capsula del farmaco (0,3 g) viene assunta con i pasti per 2-4 settimane.

Etamsilat

Il dicinone promuove la sintesi dei mucopolisaccaridi nella parete dei capillari. Aumentano la loro resistenza alle influenze esterne e normalizzano la permeabilità sullo sfondo di processi patologici.

Inoltre, l'ethamilato ha un effetto emostatico, migliora la microcircolazione e normalizza le proprietà adesive delle piastrine. Il farmaco non aumenta la formazione di trombi, non influenza il tempo di protrombina e aumenta solo leggermente la concentrazione di fibrinogeno.

Il dicinone viene assunto per via orale alla dose di 1,5-2,0 g (il corso del trattamento dura 2-3 mesi) o per via intramuscolare (per 10-14 giorni). Al fine di prevenire il sanguinamento durante gli interventi chirurgici, il farmaco viene somministrato per via intramuscolare (2-4 ml) due ore prima dell'operazione proposta. Puoi anche usare la forma orale (2-3 compresse tre ore prima dell'intervento). Se esiste il rischio di sanguinamento postoperatorio, è possibile inserire 4-6 ml o somministrare 6-8 compresse durante il giorno a scopo di prevenzione.

Non ci sono stati effetti collaterali del dicinone e nessuna controindicazione alla sua nomina. Tuttavia, l'ethamilato non deve essere prescritto per le emorragie associate agli anticoagulanti. Inoltre, è necessario prestare attenzione quando si trattano pazienti con una storia di tromboembolia e trombosi..

Non mescolare la soluzione di dicinone nella stessa siringa con altri farmaci.

Divaskan

Divascan riduce la permeabilità vascolare e ha un effetto emostatico. Si prende una compressa tre volte al giorno (dopo i pasti). In caso di emorragia retinica e vitreale sullo sfondo della retinopatia diabetica, il farmaco deve essere assunto per due anni senza interruzione.

Parmidin

Prodekin ha un effetto angioprotettivo, normalizza la microcircolazione, riduce la capacità di aggregazione delle piastrine, stimola la sintesi di fibrina e migliora lo stato del rivestimento endoteliale dei vasi sanguigni. Inoltre previene la formazione di placche aterosclerotiche, poiché impedisce la penetrazione delle lipoproteine ​​nel rivestimento interno dei vasi sanguigni e lo sviluppo di alterazioni infiltrative e riduce i livelli di colesterolo nel sangue. Inoltre, la parmidina accelera il riassorbimento degli infiltrati tubercolari nel tessuto polmonare e riduce i sintomi di intossicazione, migliorando la tolleranza dei farmaci anti-tubercolosi..

La dose giornaliera è di 1 g, che corrisponde a quattro compresse. Il corso del trattamento dura in media 2-6 mesi.

Tra gli effetti collaterali durante l'assunzione di Parmidin, possono verificarsi reazioni cutanee, nausea, mal di testa, reazioni simili all'epatite. In questo caso, ridurre la dose del farmaco o annullarla temporaneamente..

La controindicazione alla nomina di Prodekin è la disfunzione epatica.

L'emoxipina riduce l'aggregazione piastrinica, la viscosità del sangue, la permeabilità della parete vascolare. Stimola il riassorbimento delle emorragie e rende il tessuto nervoso più resistente all'ischemia e all'ipossia. Inoltre, Emoxipin protegge le cellule della retina dagli effetti negativi della luce esterna (radiazioni solari e laser). Il farmaco è prescritto per emoftalmo, retinopatia, emorragia nella sostanza retinica, trombosi della vena retinica centrale, distrofia corioretinica, decorso complicato della miopia, dopo coagulazione laser, con radiazioni e lievi danni agli occhi.

Il farmaco viene utilizzato anche per trattare altre patologie sistemiche in cui viene attivato il processo di perossidazione lipidica (infarto, glaucoma, emorragia acuta, malattie della pelle, ecc.).

Emoxipina viene somministrata per via subcongiuntivale, parabulbare, soluzione retrobulbare 0,5 ml (1%) una volta al giorno per 10-15 giorni. Se necessario, il corso del trattamento può essere aumentato a 30 giorni e cicli ripetuti 2-3 volte l'anno. Puoi anche instillare il medicinale nel sacco congiuntivale.

In caso di patologia sistemica, la soluzione viene iniettata per via intramuscolare due volte al giorno per 2-3 settimane.

A causa degli effetti collaterali durante il trattamento con Emoxipina, possono svilupparsi fenomeni allergici (prurito, bruciore, arrossamento, dolore). In questo caso, è necessario instillare corticosteroidi per eliminare questi sintomi. È anche possibile sviluppare sigilli paraorbitali, che si dissolvono da soli..

Non utilizzare Emoxipin in caso di ipersensibilità individuale. Non è consentito miscelare la soluzione con altri medicinali nella stessa siringa..

Farmaci assorbenti

Chimotripsina

La chimotripsina decompone la fibrina, i coaguli di sangue, dissolve gli essudati. Viene somministrato per via intramuscolare (5-10 mg in un volume di 1-2 ml). La durata del trattamento è di 20-30 giorni.

Fibrinolisina

La fibrinolisina è efficace per l'emorragia fresca. Viene somministrato in 700 unità insieme all'eparina (50 unità) per 10-15 giorni. Il farmaco per le vecchie emorragie ha una bassa efficacia.

Anche Lidaza appartiene a questo gruppo di farmaci, ma non dovrebbe essere usato. Ciò è dovuto al fatto che con emorragie stantie può provocare emorragie ripetute.

Anticoagulanti

Preparazioni di iodio

Questo gruppo di farmaci stimola l'attività fibrinolitica del sangue e riduce la concentrazione di b-lipidi e colesterolo. È stato stabilito che questi farmaci hanno un potente effetto collaterale, la cui durata raggiunge diversi mesi. Assegnali all'interno, 5-10 gocce, sciolte nel latte (2-3 volte al giorno). A volte usano pillole da 0,5 ml 2-3 volte al giorno per 1-2 mesi.

Eparina

L'eparina è un farmaco ad ampio spettro d'azione: assorbibile, anticoagulante, lipotropico. A causa del rischio di complicanze, non è consigliabile utilizzarne grandi dosi (più di 5000 unità) senza monitorare il coagulogramma del sangue.

Esiste uno schema per la prescrizione di eparina, sviluppato da L.K. Moshetova: per via intramuscolare, 5mila unità di eparina vengono iniettate quattro volte al giorno per i primi quattro giorni, i quattro giorni successivi, la frequenza di utilizzo è ridotta a tre, quindi a due e una volta al giorno (il corso totale dura 16 giorni).

Agenti antipiastrinici

Aspirina

L'acido acetilsalicilico ha un effetto antinfiammatorio, riduce l'aggregazione piastrinica. Allo stesso tempo, l'attività indotta e spontanea delle piastrine viene inibita e la loro adesione diminuisce, a seguito della quale diminuisce il rischio di formazione di trombi. Applicare il farmaco alla dose di 0,125 mg al mattino con tromboflebite, trombosi vascolare retinica, ictus per tipo ischemico, ecc..

Tiklid

La ticlopidina viene utilizzata per ridurre l'aggregazione di eritrociti e piastrine. Stimola la sintesi di prostaglandine e prostaciclina e migliora anche la microcircolazione. Tiklid è utilizzato per la retinopatia post-trombotica e diabetica.

Prescrivere il farmaco all'interno con l'assunzione di cibo (0,25 mg) due volte al giorno. Se il farmaco è ben tollerato, la durata del trattamento può raggiungere 2-6 mesi. In questo caso, è necessario monitorare la funzionalità epatica e la composizione del sangue..

Da effetti collaterali sullo sfondo dell'uso di ticropidina, possono verificarsi diarrea, manifestazioni cutanee di allergie, gastralgia, vertigini, disfunzione epatica, incluso ittero. È anche possibile modificare la composizione del sangue (agranulocitosi, leucopenia).

Non è possibile prescrivere Tiklid a pazienti con esacerbazione di ulcera peptica, con aumentato rischio di sanguinamento, malattie del fegato, in caso di ictus emorragico acuto, gravidanza e allattamento. La ricezione congiunta con anticoagulanti e altri agenti antipiastrinici non è consentita.

Curantil

Curantil rallenta l'aggregazione piastrinica, quindi riduce il rischio di coaguli di sangue nel lume del vaso. Porta anche alla vasodilatazione, all'abbassamento della pressione sanguigna e alla resistenza vascolare periferica e migliora il flusso sanguigno nel cervello. Fino a poco tempo, Curantil veniva utilizzato per espandere i vasi coronarici, ma ora non viene utilizzato per questo..

Molto spesso, Curantil è prescritto per la prevenzione della formazione di trombi postoperatori, per il trattamento dell'ictus ischemico e per la trombosi della vena retinica centrale. Ci sono prove che durante l'assunzione di Curantil, non solo le proprietà reologiche del sangue migliorano, ma anche la funzione dei reni è normalizzata. Come farmaco antiaggregante, Curantil è più debole di Tiklid, ma approssimativamente equivalente all'Aspirina. Questo farmaco è molto meglio tollerato dai pazienti, poiché non influenza la mucosa gastrica e non stimola la formazione di ulcere ed erosione sulla mucosa. Curantil viene prescritto 25 mg tre volte al giorno per via orale per la somministrazione a lungo termine.

Gli effetti collaterali durante il trattamento con Curantil sono piuttosto rari. Questi includono arrossamento del viso a causa di effetti vasodilatatori, aumento della frequenza cardiaca e manifestazioni cutanee allergiche..

Non prescrivere Curantil a pazienti con comune malattia coronarica aterosclerotica sclerosante.

Farmaci vasodilatatori

Sermion

Sermion riduce il vasospasmo della retina, del cervello e degli organi periferici. Può essere utilizzato anche per la retinopatia diabetica, la distrofia corneale e l'ischemia delle fibre del nervo ottico. il farmaco è anche efficace per il trattamento di pazienti con ridotta circolazione cerebrale nelle prime fasi dei cambiamenti patologici.

Sermion viene assunto per via orale tre volte al giorno, 10 mg prima dei pasti. La durata della terapia può essere di 2-3 mesi o più.

Tra gli effetti collaterali di Sermion ci sono vertigini, dispepsia, ipotensione, disturbi del sonno (sonnolenza o insonnia), prurito della pelle, arrossamento della pelle del viso o della parte superiore del corpo. In questo caso, ridurre la dose o annullare il farmaco..

Non puoi prescrivere Curantil con effetti collaterali significativi. Se c'è una grave ipotensione, dovresti assumere una posizione orizzontale.

Stugeron

La cinnarizina riduce la sensibilità dei vasi sanguigni agli agenti vasocostrittori biogenici, in particolare all'angiotensina. Inoltre migliora la microcircolazione, riduce l'aumento della viscosità del sangue, rende i tessuti più resistenti all'ipossia, riduce l'eccitabilità e ha un effetto antistaminico. Riduce l'eccitabilità dei recettori dell'apparato vestibolare, quindi può essere efficace nel nistagmo. La cinnarizina non ha effetto sulla pressione sistemica.

Il farmaco viene assunto per via orale (dose giornaliera 100 mg). Il corso della terapia raggiunge diversi mesi.

Durante l'assunzione di cinnarizina possono verificarsi secchezza delle fauci, dispepsia e sonnolenza. È necessario ridurre la dose in modo che gli effetti indesiderati scompaiano. Il farmaco potenzia l'azione dei sedativi, compreso l'alcol.

Non ci sono controindicazioni alla nomina di cinnarizina, ma non dovresti usarlo durante la gravidanza e l'allattamento.

Cavinton

La vinpocetina ha un effetto vasodilatatore, che si verifica a seguito del rilassamento della muscolatura liscia. Inoltre, il farmaco migliora l'apporto di ossigeno e sostanze nutritive alle cellule cerebrali, aumenta il metabolismo del glucosio, riduce la viscosità del sangue e l'aggregazione piastrinica. Cavinton non ha un effetto pronunciato sulla pressione sistemica.

Prendi il farmaco in compresse dopo i pasti 3-4 volte al giorno per 2 mesi. Nessun effetto collaterale identificato.

La vinpocetina non deve essere prescritta per gravi malattie cardiache coronariche, aritmie pericolose per la vita, durante la gravidanza. È richiesta cautela nel trattamento di pazienti con pressione labile e tono vascolare ridotto. La soluzione viene somministrata solo per via endovenosa. Il farmaco non è compatibile con l'eparina.

Un acido nicotinico

Questa vitamina influisce sul metabolismo dei grassi e dei carboidrati, ha un effetto antipellagrico, provoca vasodilatazione e normalizza la concentrazione di colesterolo. L'acido nicotinico inibisce l'influenza del sistema nervoso simpatico e stimola il parasimpatico.

Utilizzare il farmaco in compresse (2-3 volte al giorno, 20-50 mg) o iniezioni (1-2 ml per 10-15 giorni).

In caso di malattie degli occhi, l'acido nicotinico viene solitamente prescritto in combinazione con altri farmaci (Nikoverin, Xanthinol nicotinate, Nikoshpan).

Nigeksin

Questo farmaco dilata i vasi sanguigni senza alterare il livello di pressione. Prendi una compressa 3-4 volte al giorno per un mese e mezzo.

Complamin

Xavin (Theonikol, xanthinol nicotinate) migliora il flusso sanguigno periferico, espande le arterie periferiche, influenzando la circolazione cerebrale, riduce le proprietà di aggregazione delle piastrine, controlla il metabolismo dei lipidi, ripristina la nutrizione al tessuto nervoso e stabilizza la microcircolazione nei tessuti retinici.

Prescrivere il farmaco in compresse dopo i pasti, 2-3 pezzi. Non ci sono dati sugli effetti collaterali. La nomina di Complamin è controindicata in caso di grave insufficienza cardiaca, infarto miocardico, sullo sfondo di sanguinamento acuto, in pazienti nel primo trimestre di gravidanza. La cautela richiede un trattamento per la pressione instabile e l'ulcera gastrica acuta.

Trental

La pentossifillina dilata i vasi sanguigni, migliora la nutrizione dei tessuti, stabilizza le proprietà reologiche del sangue, aumenta le proprietà elastiche degli eritrociti e riduce l'aggregazione piastrinica.

Trental è prescritto per la somministrazione orale (4 compresse al giorno).

Gli effetti collaterali includono vertigini, dispepsia, rossore al viso..

È controindicato l'uso del medicinale per: sanguinamento massiccio, emorragie fresche nell'area retinica o sostanza vitreale, infarto miocardico acuto, grave aterosclerosi dei vasi cerebrali e cardiaci.

Farmaci anti-sclerotici

Misclairon

Il clofibrato (lipomide, atromidina, clofibrato) riduce la concentrazione di colesterolo e acido urico nel sangue, aumenta l'attività fibrinolitica, riduce l'aggregazione piastrinica.

È spesso prescritto per il trattamento della rinopatia diabetica e dell'iperlipidemia. Applicare 2 capsule tre volte al giorno (dopo i pasti). Il trattamento è prescritto in corsi (circa un mese), seguito da una pausa mensile.

Durante il trattamento possono verificarsi dispepsia, prurito della pelle, dolori muscolari, orticaria, debolezza dei muscoli delle gambe e ritenzione idrica. Dopo l'interruzione del farmaco, tutti gli effetti negativi di solito scompaiono. Sullo sfondo di un uso prolungato, possono formarsi calcoli nella cistifellea, possono svilupparsi colestasi ed esacerbazione dei calcoli biliari.

È controindicato l'uso del medicinale per malattie del fegato, dei reni, durante la gravidanza e l'allattamento. Non prescrivere fibrati a bambini e pazienti con diabete mellito (rischio di ipoglicemia).

Metionina

La metionina è un amminoacido essenziale per il corpo. Aiuta a rimuovere il grasso dalle cellule del fegato, neutralizza le tossine, migliora l'effetto di enzimi, vitamine e ormoni. È prescritto per il trattamento di danni epatici tossici, diabete mellito, aterosclerosi.

Prendi la metionina prima dei pasti, 2 compresse. Il corso della terapia dura 10-30 giorni. A volte viene utilizzato uno schema di dieci giorni, seguito da una pausa di dieci giorni. Non c'erano controindicazioni alla prescrizione del farmaco. Durante l'assunzione di metionina, può verificarsi vomito, che richiede l'interruzione del farmaco.

Farmaci stimolanti

ATF

L'adenosina trifosfato è necessaria per la sintesi di materiale genetico e proteine ​​(DNSC e RNA). Riduce l'essudazione e l'alterazione, influenza le reazioni redox. In caso di somministrazione subcongiuntivale, l'ATP può accumularsi nei tessuti dell'occhio senza causare complicazioni..

Per il trattamento, la soluzione di ATP allo 0,25% viene somministrata per via intramuscolare (1-2 ml) o subcongiuntivale (0,2 m) per 15-25 giorni.

FiBS

Questo medicinale è ottenuto dalla distillazione del fango dell'estuario. È uno stimolante biogenico che viene prescritto per l'opacizzazione della sostanza vitrea, in caso di cheratite, blefarite, congiuntivite, miopia. Il farmaco è efficace anche per mialgia, radicolite e artrite. Una soluzione di 1 ml viene iniettata per un mese.

Torba

Questo medicinale si ottiene distillando la torba. Nel suo effetto biologico, è simile a FiBS.

Estratto di aloe

La soluzione è prescritta per miopia progressiva, infiammazione oculare (uveite, cheratite, blefarite, congiuntivite), opacità del vitreo, nonché in caso di ulcere gastriche e duodenali. Iniettare 1 ml di soluzione sotto la pelle per un mese.

L'uso di stimolanti è controindicato nelle gravi malattie del cuore e dei vasi sanguigni, in caso di gravidanza, in pazienti con nefrosi-nefrite, disturbi acuti del tratto gastrointestinale.

Inoltre, questo gruppo di farmaci non può essere utilizzato in pazienti di età superiore a 55 anni..

Complessi vitaminici

Le vitamine fanno parte di preparati complessi insieme ad amminoacidi, micro e macroelementi (dekamevit, ampevit, kvedevit, orcomin). Hanno un effetto benefico sul metabolismo, aumentano l'attività del tessuto connettivo, migliorano la rigenerazione e la riparazione ed eliminano la mancanza di sostanze importanti. Tutto ciò migliora il metabolismo e rallenta il processo di invecchiamento..

Aevit

Aevit è una soluzione di vitamine E e A in olio. Il tocoferolo prende parte ai processi di ossidazione, al metabolismo delle proteine ​​e dei carboidrati, normalizza la permeabilità della parete vascolare e normalizza il flusso sanguigno nella retina. Il retinolo influenza il metabolismo di base, è coinvolto nella sintesi del pigmento visivo. Quando queste vitamine vengono somministrate insieme, l'azione è potenziata.

Prescrivi Aevit 1 capsula due volte al giorno per un mese.

Non sono state identificate controindicazioni ed effetti collaterali.

La cautela richiede l'uso di Aevit in donne in gravidanza, con tireotossicosi e colecistite, nonché sullo sfondo di una maggiore permeabilità vascolare in caso di insufficienza circolatoria cronica, glomerulonefrite cronica.

Pangexavit

Pangexavit è prescritto per il trattamento di malattie della pelle e patologie della vista. La dose del farmaco è di 1 compressa tre volte al giorno..

Heptavit

Heptavit è utilizzato per la psoriasi, malattie del sistema ottico (abiotrofia tapetoretinica, cheratomalacia, xeroftalmia, cheratite, ecc.). Prendi una vitamina dopo i pasti 1-2 volte al giorno. Il periodo di trattamento è di 20 giorni.

Decamevite

Decamevite migliora il metabolismo, normalizza le condizioni generali dei pazienti anziani. Consigliato per affaticamento psicofisico, durante il periodo di convalescenza in gravi malattie. Prendi Decamevit 1 compressa 1-2 volte al giorno.

Esavite

Il complesso vitaminico è prescritto a scopo profilattico per aumentare l'immunità alle infezioni, nonché con un trattamento antibiotico prolungato o in caso di aumento dell'affaticamento degli occhi (guidatori, ecc.). Assumere 1 compressa 2-3 volte al giorno (dopo i pasti).

Altri complessi vitaminici sono più spesso usati per l'ipovitaminosi.

Taufon (principio attivo del preparato Taufon) è un amminoacido con un contenuto di zolfo. Si forma nel corpo durante la degradazione della cisteina e influenza i processi energetici. Il farmaco stimola la riparazione e la rigenerazione nella distrofia e nel danno tissutale traumatico, nei pazienti con glaucoma, porta all'eliminazione dell'ipertensione intraoculare. A causa del fatto che Taufon fa parte degli acidi biliari, influisce sul metabolismo dei grassi.

Applicare il medicinale sotto forma di collirio (2-3 gocce 2-4 volte al giorno per tre mesi) o una soluzione (4%) per iniezione, che vengono eseguite parabulbariamente, sottocongiuntivamente (0,3 ml ciascuna) per 10 giorni. A volte ricorrono alla tecnica di instillazione forzata, ovvero viene somministrata 1 goccia ogni 15 minuti per un'ora. La procedura viene ripetuta due volte al giorno per un mese. Con questa via di somministrazione, il farmaco penetra anche nella sostanza vitrea e nelle cellule della retina.

Collirio efficace per la distrofia retinica: un elenco di farmaci disponibili

Nella pratica delle cure mediche vengono spesso utilizzati farmaci che possono avere un effetto ausiliario e ridurre la manifestazione di sintomi spiacevoli di una malattia. Tali farmaci possono essere gocce e, nonostante non influenzino la causa della patologia, sono ampiamente utilizzati per mantenere una condizione stabile del paziente..

Inoltre, il trattamento locale delle anomalie oftalmiche si basa proprio sull'uso delle gocce, perché influenzano direttamente la lesione. Tuttavia, va comunque ricordato che le cadute nel trattamento della distrofia retinica fanno parte di una terapia complessa per rallentare il processo distruttivo, ma non possono essere il tipo principale di trattamento.

Cos'è la distrofia?

La retina è la struttura più importante dell'occhio, che ha una struttura complessa che gli consente di percepire impulsi di luce. La retina è responsabile dell'interazione del sistema ottico dell'occhio e delle parti visive del cervello: riceve e trasmette informazioni.

La distrofia retinica è solitamente causata da anomalie nel sistema vascolare dell'occhio. Ne soffrono soprattutto le persone anziane, la cui vista si sta gradualmente deteriorando. Con la distrofia retinica, le cellule dei fotorecettori responsabili della visione a distanza e della percezione del colore sono interessate.

All'inizio, la distrofia retinica può essere asintomatica e spesso una persona non sospetta nemmeno di avere un disturbo così insidioso. Le distrofie retiniche possono essere suddivise in:

  1. Centrale e periferico. La distrofia retinica periferica è più spesso presente nelle persone miopi. La diminuzione della circolazione sanguigna negli occhi con miopia porta a una ridotta fornitura di ossigeno e nutrienti alla retina, che è la causa di varie distrofie retiniche periferiche.
  2. Congenita (geneticamente determinata) e acquisita.
  3. La distrofia "senile" si sviluppa più spesso dopo 60 anni. Questo tipo di distrofia retinica può essere combinato con lo sviluppo di cataratta senile causata dall'invecchiamento..
  4. Distrofia pigmentaria retinica - associata a un malfunzionamento dei fotorecettori responsabili della visione crepuscolare. Questo tipo di distrofia retinica è piuttosto raro e appartiene a malattie ereditarie..
  5. Distrofia retinica a punti bianchi - di solito si verifica durante l'infanzia e progredisce con l'età. Questo tipo di distrofia è ereditaria.

Per confermare o negare la diagnosi di distrofia retinica, è necessario sottoporsi a un esame approfondito del sistema visivo. La diagnostica viene eseguita utilizzando un complesso di moderne apparecchiature computerizzate e consente di ottenere un quadro completo della visione del paziente.

La valutazione dei pazienti con sospetta distrofia retinica comprende:

  • determinazione dell'acuità visiva;
  • esame dei campi visivi (perimetria) per valutare lo stato della retina alla sua periferia;
  • tomografia a coerenza ottica;
  • ricerca elettrofisiologica - determinazione della vitalità delle cellule nervose nella retina e nel nervo ottico;
  • esame ecografico delle strutture interne dell'occhio - A-scan, B-scan;
  • misurazione della pressione intraoculare (tonometria);
  • esame del fondo oculare (oftalmoscopia).

Molto spesso i cambiamenti distrofici nella retina accompagnano una miopia moderata e alta. Il fatto è che di solito in questo caso la dimensione del bulbo oculare aumenta e la retina che riveste la sua superficie interna viene allungata, il che porta alla distrofia.

Il trattamento moderno di questa condizione, così come altri tipi di distrofie (molte malattie infiammatorie e vascolari della retina portano a distrofie), avviene con l'aiuto di un laser ad argon. L'obiettivo principale di questo trattamento è rafforzare la retina.

Il laser è uno strumento chirurgico unico che ha offerto ai chirurghi oftalmici possibilità completamente nuove. Il principio del trattamento si basa sul fatto che l'esposizione al laser porta ad un forte aumento della temperatura, che provoca la coagulazione (coagulazione) del tessuto. Grazie a questo, l'operazione è incruenta..

Il laser ha una precisione molto elevata e viene utilizzato per creare aderenze tra la retina e la coroide (cioè per rafforzare la retina) al fine di prevenire il distacco della retina. Per l'operazione, una lente speciale con un rivestimento antiriflesso viene applicata all'occhio del paziente.

Permette alla radiazione di penetrare completamente nell'occhio. La radiazione laser viene fornita attraverso speciali guide di luce e il chirurgo ha la possibilità di controllare l'operazione tramite uno stereomicroscopio, dirigere e focalizzare il raggio laser.

L'obiettivo principale del PPLC (coagulazione laser profilattica periferica) è proprio la prevenzione, riducendo il rischio di distacco della retina, non migliorando la vista. Il tipo di visione dopo l'intervento chirurgico dipende in gran parte dalla presenza o meno di malattie oculari concomitanti che influenzano la capacità di vedere bene. La cosa principale è non ritardare la risoluzione del problema..

Come viene trattata la distrofia??


La distrofia retinica è una malattia degenerativa progressiva che preclude la possibilità di riparazione retinica. La malattia è caratterizzata dalla distruzione del tessuto retinico, che porta a un deterioramento dell'acuità visiva. La malattia può manifestarsi sia nei giovani che negli anziani..

La malattia potrebbe non farsi sentire per molto tempo, ma alla fine porta a cambiamenti irreversibili negli organi visivi. Con la distrofia retinica, i recettori oculari sono interessati, che sono responsabili della percezione dei colori e della luce.

La causa del suo sviluppo è spesso un danno vascolare dovuto a malattie come:

  1. cardiopatia ischemica e ipertensiva;
  2. trauma;
  3. intossicazione;
  4. diabete;
  5. patologia dei reni e delle ghiandole surrenali;
  6. peso in eccesso;
  7. fumare;
  8. aterosclerosi;
  9. vecchiaia;
  10. miopia.
  11. La distrofia retinica può svilupparsi nelle donne durante la gravidanza.

Il quadro clinico della malattia cambia drasticamente a seconda della forma della distrofia. La distrofia periferica (accompagnata da alterazioni degenerative nella periferia della retina) può svilupparsi in modo asintomatico. I primi sintomi, come lampi di luce, "mosche" davanti agli occhi, compaiono già quando la retina si rompe.

Si riscontrano anche altri sintomi tipici: campo visivo offuscato e distorto, perdita di luminosità e contrasto dei colori, diminuzione dell'acuità visiva sia da vicino che da lontano, nonché cambiamenti nella percezione del colore.

Per ottenere i migliori risultati, lo specialista seleziona un metodo terapeutico individuale. Ciò tiene conto dello stadio della malattia e della prevalenza del processo di distrofia. Sfortunatamente, nessuno dei metodi di trattamento aiuterà a ripristinare l'acuità visiva se è iniziata la distrofia retinica..

Per rallentare il processo distruttivo, il medico può prescrivere una terapia fotodinamica, nonché iniezioni di farmaci speciali che resistono alla distrofia retinica.

Inoltre, nelle prime fasi, possono essere prescritti colliri per la distrofia retinica, che rafforzano i vasi sanguigni degli organi visivi, migliorano i processi metabolici nella retina. Questi farmaci includono: tonico Tauron-Bio, Taufon, Emoxipin.

Inoltre, i medici possono prescrivere vasodilatatori, diuretici, stimolanti biogenici, antiossidanti.

Anche efficaci saranno i preparati per gli occhi giapponesi, che stimolano i processi metabolici, hanno un effetto benefico sul lavoro dei muscoli oculari, accelerano la trasmissione degli impulsi nervosi e nutrono anche i tessuti oculari con vitamine.

Questi colliri includono preparati contrassegnati con "40", che indica il contenuto di una maggiore quantità di vitamine, così come (nella maggior parte dei casi) l'amminoacido taurina. Pertanto, le gocce giapponesi per la degenerazione retinica sono Sante 40 Gold, Rohto vita 40a, Rohto cool 40a, LION Smile 40EX Gold, Sante 40 Plus.

Caratteristiche della selezione dei farmaci

Inoltre, per rallentare i processi di distrofia, è possibile utilizzare la terapia fotodinamica, iniezioni di farmaci speciali volti a sopprimere la distrofia retinica (anti-VEGF).

Un ruolo speciale è svolto dalle vitamine per la vista con luteina, che proteggono la retina dalle radiazioni eccessive, prevengono lo sviluppo di distrofie, alleviano l'affaticamento degli occhi associato allo stress visivo.

La disabilità visiva è spesso attribuita alla mancanza di sostanze come la luteina e la zeaxantina. Inoltre, con l'età, questa carenza si fa sentire più acutamente. Queste sostanze non vengono prodotte nell'intestino, quindi il loro contenuto deve essere regolarmente reintegrato.

Con lamentele di una progressiva diminuzione della vista, le persone dopo i 45 anni devono seguire una dieta. Oltre a zeaxantina e luteina, la dieta dovrebbe includere vitamina C, tocoferolo, selenio e zinco, che nutrono, riparano e proteggono il tessuto oculare.

Oltre a seguire una dieta, per prevenire lo sviluppo di alterazioni della retina legate all'età, è necessario assumere multivitaminici. Ad esempio, il complesso vitaminico e minerale di qualità europea "Ocuwaite Lutein Forte" con luteina e zeaxantina, che proteggono gli occhi dagli effetti negativi della luce solare, vitamine C, E, zinco e selenio.

È stato dimostrato che una tale composizione previene lo sviluppo di cambiamenti legati all'età nella retina dell'occhio, consente anche agli anziani di godere di una visione nitida. Oggi non esistono metodi efficaci per trattare la forma secca della degenerazione maculare retinica, quindi la prevenzione è un aspetto così importante..

Per il trattamento della forma umida viene utilizzata la somministrazione intraoculare dei farmaci Ailia e Lucentis, che inibiscono la crescita di nuovi vasi, eliminano l'edema retinico. Il corso del trattamento può richiedere circa due anni, durante i quali vengono effettuate 3-8 iniezioni.

Un esempio di un dispositivo che può essere utilizzato a casa sono gli occhiali di Sidorenko, che combina 4 metodi di esposizione contemporaneamente, incluso il pneumomassaggio. Tutto ciò lo rende l'apparato oculare più efficace oggi disponibile. I vantaggi sono anche il prezzo basso, l'effetto complesso e l'assenza di effetti collaterali..

Per migliorare la circolazione sanguigna e il metabolismo, vengono utilizzate operazioni vasocostruttive: legatura dei rami delle superfici dell'arteria temporale, nonché operazioni sulle vene varicose per la rivascolarizzazione del polo posteriore dell'occhio (usato raramente).

Per il trattamento delle forme umide di distrofia retinica centrale, vengono eseguite operazioni per prevenire l'accumulo di liquido nella retina. Il metodo di trattamento più efficace è la coagulazione laser - previene lo sviluppo di una grave complicanza delle distrofie - distacco della retina.

Questo metodo di trattamento di tutti i tipi di distrofia, compreso il trattamento della degenerazione maculare della retina, come la coagulazione laser, è utilizzato in tutte le principali cliniche oftalmologiche e centri di visione.

Durante questa procedura, la retina viene cauterizzata nelle aree più critiche, il che porta al suo rafforzamento ed è un'ottima misura per prevenire il distacco della retina. L'operazione è assolutamente incruenta, ben tollerata anche da pazienti indeboliti e anziani, bambini fino al periodo neonatale.

Sfortunatamente, tutti i tipi di effetti terapeutici per la distrofia retinica non mirano a curare, ma a prevenire la progressione del processo..

Non sarà più possibile riportare l'acuità visiva alla normalità con la distrofia retinica, pertanto il compito dell'oftalmologo è identificare la malattia nelle prime fasi e prescrivere un trattamento tempestivo che fermerà il processo di distrofia.

Pertanto, non importa quale forma di malattia abbia il paziente: distrofia retinica ereditaria o acquisita, corioretinica o maculare, il trattamento è finalizzato solo a bloccare l'ulteriore progressione della patologia.

Quando si sceglie una clinica per il trattamento della distrofia retinica, scegliere un istituto in cui è possibile sottoporsi a diagnostica completa e tutti i tipi di trattamento utilizzando attrezzature moderne. Quando si sceglie un istituto medico, è importante tenere conto non solo del costo del trattamento, ma anche del livello di specialisti e della reputazione della clinica.

Trattamento della distrofia retinica


Prima di prescrivere un trattamento a un paziente sospettato di avere una distrofia retinica, l'oftalmologo esegue una diagnosi completa, che include le seguenti misure:

  1. Perimetria;
  2. Test di laboratorio;
  3. Esame ecografico del bulbo oculare;
  4. Visometria;
  5. Esame strumentale del fondo;
  6. Angiografia fluorescente dei vasi oculari;
  7. Esame elettrofisiologico (lo scopo principale di questa procedura è determinare lo stato di funzionamento delle cellule nervose retiniche e del nervo ottico).

Nel trattamento della distrofia retinica, gli specialisti a profilo stretto utilizzano varie tecniche. Attualmente, il metodo più efficace per affrontare la distrofia retinica è la chirurgia laser.

Ciò è dovuto al fatto che questo tipo di intervento chirurgico è considerato il meno traumatico e completamente esangue, poiché il chirurgo non ha bisogno di aprire il bulbo oculare..

Il metodo medico per il trattamento della distrofia retinica prevede la somministrazione di farmaci speciali da parte dei pazienti. Nella maggior parte dei casi, ai pazienti vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • Angioprotettori e vasodilatatori. Questo gruppo di farmaci ha un'azione mirata al rafforzamento e all'espansione dei vasi sanguigni. Questi includono: Complamin, No-shpa, Askorutin, Papaverine, ecc. Il medico curante seleziona individualmente il dosaggio e la forma del farmaco per ciascun paziente, tenendo conto del grado della malattia e del benessere generale;
  • Agenti antipiastrinici. L'azione di questi farmaci è quella di prevenire la formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni. Molto spesso, ai pazienti viene prescritto clopidogrel, ticlodipina o acido acetilsalicilico;
  • Complessi vitaminici e vitamine B separatamente;
  • Lucentis - un farmaco che previene la proliferazione patologica dei vasi sanguigni;
  • Medicinali che possono abbassare efficacemente i livelli di colesterolo nel sangue;
  • Medicinali che vengono iniettati nella struttura dell'occhio, poiché possono migliorare la microcircolazione (ad esempio, pentossifillina);
  • Preparati ottenuti da materiale biologico prelevato da bovini. Questo gruppo di farmaci è chiamato "polipeptidi" (include, ad esempio, la retinolamina);
  • Collirio, come Oftan-Katakhrom, Taufon, Emoxipin, ecc. Questo gruppo di medicinali aiuta a migliorare i processi metabolici, nonché la rapida rigenerazione dei tessuti del bulbo oculare.

Quando prescrive la terapia farmacologica, il medico curante sviluppa autonomamente un regime per l'assunzione di farmaci. Di solito, i pazienti con una diagnosi così difficile devono ripetere il corso del trattamento più volte all'anno..

Parallelamente alla terapia farmacologica per la distrofia retinica, gli specialisti utilizzano vari metodi fisioterapici. Un effetto terapeutico pronunciato si ottiene con le seguenti procedure:

  1. Fotostimolazione o stimolazione elettrica della retina;
  2. Elettroforesi (durante questa procedura vengono utilizzati No-shpa, eparina o acido nicotinico);
  3. L'uso di radiazioni laser a bassa energia per stimolare la retina;
  4. Irradiazione laser del sangue (endovenosa);
  5. Magnetoterapia, ecc..

Nei casi avanzati, gli specialisti eseguono il trattamento chirurgico della degenerazione retinica. Il tipo di intervento chirurgico è selezionato individualmente per i pazienti:

  • Coagulazione laser della retina. Dopo un tale intervento chirurgico, i pazienti devono assumere farmaci speciali appartenenti al gruppo degli inibitori dell'angiogenesi. Grazie al supporto farmacologico, i pazienti non svilupperanno vasi anormali e verrà interrotto anche il processo di progressione della degenerazione maculare della retina (umida);
  • Chirurgia rivascolarizzante e vasocostruttiva;
  • Vitrectomia.

Dopo aver completato il corso della terapia, i pazienti a cui è stata diagnosticata la distrofia retinica sono tenuti a eseguire misure preventive a intervalli regolari. È severamente vietato a una tale categoria di pazienti estendere eccessivamente gli organi visivi (durante il processo di lettura, è necessario fare pause per riposare).

Quando sei all'aperto sotto l'influenza dei raggi ultravioletti, dovresti indossare solo occhiali da sole. Si consiglia a queste persone di rivedere la propria dieta e arricchirla con prodotti benefici per la vista..

Ogni giorno è necessario assumere vitamine e minerali, necessari per il pieno funzionamento degli organi visivi. Dovresti abbandonare completamente le cattive abitudini, come il fumo e l'abuso di alcol.

La distrofia è una grave condizione medica che può portare alla completa cecità. La vista già persa all'inizio della malattia e le esacerbazioni non possono essere ripristinate.

Per la maggior parte, si presume che il trattamento sia sintomatico, poiché, oltre a quello secondario, qualsiasi tipo di degenerazione ha una predisposizione ereditaria. Il trattamento è principalmente diretto alle seguenti azioni:

  1. stabilizzazione dello stato;
  2. prolungamento dei periodi di remissione;
  3. rafforzare i muscoli degli occhi e dei vasi sanguigni;
  4. migliorare il corso dei processi metabolici negli organi visivi.

Metodi di trattamento della malattia:

  • farmaco;
  • fisioterapia;
  • chirurgia;
  • coagulazione laser.

In alcuni casi, gli occhi vengono trattati con rimedi popolari che possono essere utilizzati in combinazione con altri metodi di trattamento, ma sempre sotto la supervisione del medico curante.

Coagulazione laser

Questo metodo di trattamento è progettato per prevenire una grave complicanza della distrofia - distacco della retina e per prevenire la perdita della vista. Il laser consente di avere un effetto puntuale, non di danneggiare i tessuti sani. Durante la manipolazione, le aree danneggiate vengono bruciate nelle aree desiderate dell'occhio alla profondità specificata.

Chirurgia

Se è possibile fare a meno dell'intervento chirurgico è determinato dal medico dopo un esame completo del paziente. Il trattamento per la distrofia retinica è chirurgico il più delle volte nei casi in cui la malattia è stata diagnosticata in ritardo e quando non ha più senso sperare che le iniezioni agli occhi siano d'aiuto.

Per migliorare i processi metabolici e normalizzare l'afflusso di sangue, i pazienti vengono sottoposti a chirurgia vasorecostruttiva. Con una forma umida diagnosticata, il trattamento della degenerazione maculare della retina è finalizzato a prevenire l'accumulo di liquido nei tessuti della retina.

Per prevenire la distruzione della retina, vengono utilizzati i seguenti metodi chirurgici:

  1. Vasorecostruzione basata sull'utilizzo di trapianti;
  2. Ravascolarizzazione, il risultato è un aumento del lume dei vasi funzionanti.

Fisioterapia

Con la distrofia retinica, la fisioterapia viene prescritta nelle fasi iniziali della malattia per rafforzare i muscoli degli occhi e la retina stessa. Esistono e vengono utilizzati diversi metodi di fisioterapia:

  • terapia a ultrasuoni;
  • fonoforesi;
  • elettroforesi;
  • terapia a microonde;
  • irradiazione laser del sangue (endovenosa).

Trattamento farmacologico

La distrofia retinica può essere trattata con farmaci solo nelle prime fasi dello sviluppo della malattia. In altre situazioni, l'effetto positivo di tale trattamento solo conservativo è impossibile. Dai dispositivi medici, ai pazienti viene mostrato:

  1. vitamine E e A;
  2. angioprotettori;
  3. corticosteroidi;
  4. prodotti con luteina;
  5. rafforzare le pareti dei vasi sanguigni;
  6. farmaci vasodilatatori ad azione locale;
  7. antiossidanti;
  8. farmaci vasodilatatori ad azione generale.

Farmaci per il trattamento delle malattie della retina


Per le malattie della retina nella moderna pratica medica, vengono utilizzati vari farmaci che possono essere utilizzati come monoterapia, nonché in combinazione con fisioterapia o chirurgia..

Quando si sceglie la terapia farmacologica, il medico sviluppa un regime individuale per l'assunzione di farmaci. Molto spesso, con la patologia retinica, viene prescritto un metodo di terapia del corso, che deve essere ripetuto più volte all'anno. Allo stesso tempo, le tecniche di fisioterapia vengono utilizzate attivamente per trattare la distrofia retinica..

La distrofia retinica è una malattia in cui i tessuti del bulbo oculare muoiono gradualmente. Nel caso della distrofia retinica, il trattamento può differire, a seconda della gravità e del tipo di processo, nonché del motivo per cui si è verificato.

Quando viene diagnosticata la distrofia retinica, il trattamento è un processo molto complesso e lungo volto a rafforzare i vasi dei muscoli oculari e della retina, migliorare i processi metabolici nei tessuti dell'apparato visivo, inibire i processi degenerativi e prolungare il periodo di remissione.

Oggi vengono utilizzati metodi medicinali, chirurgici e laser. La terapia farmacologica consiste nell'assunzione dei seguenti farmaci:

  • angioprotettori e vasodilatatori. Medicinali che rafforzano e dilatano i vasi sanguigni. Questi sono Ascorutin, No-shpa, Complamin, Papaverin;
  • agenti antipiastrinici - farmaci che prevengono i coaguli di sangue (acido acetilsalicilico, ticlodipina o clopidogrel);
  • se il paziente ha aterosclerosi, vengono utilizzati agenti eterodelimici che aiutano a ridurre il colesterolo (atrovostarina, metionina, simvastatina);
  • Vitamine del gruppo B;
  • agenti per migliorare la microcircolazione, che vengono iniettati direttamente nell'occhio (pentossifillina);
  • somministrazione endovenosa di fotosensibilizzatori;
  • Lucentis: previene la proliferazione di vasi sanguigni patologici. È usato per la forma della malattia legata all'età.

Nel caso della distrofia retinica, il trattamento con metodi fisioterapici, che viene eseguito parallelamente alla terapia farmacologica, dà un buon risultato. Questi sono elettroforesi, magnetoterapia, irradiazione laser, fotostimolazione.

Se i metodi conservativi non hanno prodotto l'effetto atteso e la degenerazione retinica progredisce, viene utilizzato il trattamento chirurgico. Oggi, l'intervento laser è più spesso utilizzato.

Nel caso della distrofia retinica, il trattamento laser consiste nel cauterizzare vasi sanguigni anormali. Questa operazione impedisce l'ulteriore sviluppo della malattia, ma di conseguenza rimane una cicatrice e la vista in quest'area non viene ripristinata..

Quando a un paziente viene diagnosticata una malattia, distrofia retinica, il trattamento a casa è, prima di tutto, l'organizzazione di una corretta dieta equilibrata, ricca di vitamine e microelementi, l'adesione a un regime di riposo e gli esami tempestivi da parte di un medico.

In caso di malattia di distrofia retinica, il trattamento a casa può essere effettuato anche utilizzando ricette popolari. Trattamento con rimedi popolari popolari:

  1. il latte di capra, diluito in proporzioni uguali con acqua, viene instillato in 1 goccia. Dopodiché, devi riposare gli occhi per almeno mezz'ora;
  2. versare 50 g di aglio con un litro di vodka. Lasciare riposare per 2 settimane in un luogo caldo in un contenitore ben sigillato, agitare di tanto in tanto. Prendi la miscela filtrata 3 volte al giorno, 15 gocce. Il corso dura 2 mesi. Dopo una pausa di dieci giorni, si riprende la tintura;
  3. 1 cucchiaio. l. il cumino viene versato in un bicchiere di acqua bollente. La miscela viene tenuta a bagnomaria per 10 minuti, quindi si aggiunge un cucchiaio di fiori di fiordaliso, insistito per circa 5 minuti. 2 gocce vengono gocciolate due volte al giorno;
  4. se viene rilevata la distrofia retinica, il trattamento domiciliare può essere eseguito utilizzando celidonia. Per questo, 1 cucchiaino. celidonia versare 0,5 tazze di acqua bollente. L'impasto viene cotto per pochi secondi, quindi si deposita. Filtrate il brodo raffreddato e mettete in frigorifero. Gocciolando 3 gocce tre volte al giorno per un mese. Quindi prenditi una pausa di 30 giorni e riprendi il trattamento.

È importante ricordare che con una malattia come la distrofia retinica, il trattamento con rimedi popolari in nessun caso dovrebbe essere considerato una terapia indipendente. Può essere utilizzato solo come metodo di supporto..

Vasodilatatori e angioprotettori

Questi farmaci rafforzano la parete vascolare e aumentano il loro lume. Il gruppo di questi farmaci comprende No-shpu, Complamin, Ascorutin, Papaverine e alcuni altri farmaci. Il dosaggio e la frequenza di somministrazione sono prescritti da un oftalmologo, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente, delle condizioni generali del corpo e della gravità della malattia.

Agenti antipiastrinici

I disaggreganti influenzano il sistema di coagulazione del sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue nel lume dei vasi sanguigni. Di solito, per la patologia retinica, vengono utilizzati Aspirina, Ticlopidina o Clopidogrel.

Vitamine

In oftalmologia, i complessi vitaminici con un alto contenuto di vitamina B vengono utilizzati per il trattamento di pazienti con malattie della retina.

Droghe intravitreali

La via di somministrazione intravitreale è accettabile per i farmaci che inibiscono la crescita dei vasi patologici (bloccanti VEGF). Questi farmaci includono Lucentis, Eilea, Avastin. Come risultato di tale trattamento, la crescita di vasi patologicamente alterati diventa impossibile..

Preparati per migliorare la microcircolazione

I farmaci che migliorano la microcircolazione nei vasi del bulbo oculare includono la pentossifillina. Questo farmaco viene iniettato nelle strutture del bulbo oculare.

Polipeptidi

I farmaci polipeptidici (Retinolamina, Cortexina) sono ottenuti da vari materiali biologici presi in prestito dal bestiame. I farmaci di questo gruppo riducono la gravità dei processi distruttivi nell'epitelio pigmentato della retina, stimolano i processi di fibrinolisi nel sangue e hanno un effetto immunomodulatore..

Lacrime

I colliri aiutano a migliorare i processi metabolici, accelerano la rigenerazione e la riparazione dei tessuti retinici. Questi includono Taufon, Ophthalm-Katahrom, Emoxipin.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale, in combinazione con i metodi di trattamento tradizionali, combatte con successo contro varie malattie degli organi visivi, inclusa la fase iniziale della distrofia retinica. Si consiglia ai pazienti di sottoporsi a un ciclo di irudoterapia, in cui le sanguisughe iniettano la loro saliva ricca di enzimi utili nel sangue del paziente.

Il morso della sanguisuga ha un effetto benefico unico sul corpo umano:

  • Allevia l'infiammazione;
  • Normalizza il sistema immunitario;
  • Agisce come analgesico;
  • Aiuta a purificare il corpo dalle tossine;
  • Abbassa il colesterolo cattivo e lo zucchero nel sangue, ecc..

Nella medicina popolare, ci sono un gran numero di ricette che possono essere utilizzate nel trattamento della distrofia retinica:

  1. Prendete il latte di capra fresco e mescolatelo con acqua bollita (1: 1). Successivamente, gocciola l'occhio dolorante con la miscela risultante e coprilo con un panno scuro per mezz'ora. Il corso del trattamento è di 1 settimana, si ritiene che durante questo periodo il processo di distacco della retina verrà interrotto;
  2. Prendi alcune proporzioni e mescola i seguenti componenti: aghi (5 parti), rosa canina (2 parti), bucce di cipolla (2 parti). Versare acqua bollente su tutto e cuocere a fuoco basso per 10 minuti. Il brodo refrigerato e filtrato deve essere bevuto 0,5 litri al giorno, suddiviso in più dosi. Il corso del trattamento è di 1 mese;
  3. Versare 1 cucchiaio di semi di cumino in un contenitore smaltato e versare 200 ml di acqua bollente. Metti i piatti sul fuoco e fai bollire il liquido per 5 minuti. Nel brodo risultante, aggiungere i fiori di fiordaliso (1 cucchiaio. Cucchiaio), mescolare e coprire. Dopo il raffreddamento e la tensione, il brodo viene utilizzato come collirio (è necessario instillare 2 gocce in ciascun occhio 2 volte al giorno);
  4. Versare 1 cucchiaio. un cucchiaio di celidonia in qualsiasi contenitore e versare acqua bollente. Metti i piatti a fuoco basso e fai sobbollire per diversi minuti. Dopo che il brodo si è raffreddato e infuso, è pronto per l'uso. Si consiglia di seppellire gli occhi 3 volte al giorno, 3 gocce. Il corso di trattamento dura 1 mese;
  5. Tinture di foglie di betulla, equiseto, mirtillo rosso, senape e altre erbe utili alla vista possono essere assunte per via orale più volte al giorno.

Come terapia aggiuntiva e approccio integrato al trattamento della distrofia, è possibile utilizzare il trattamento con rimedi popolari. Brodo di conifere. Per cucinare avrai bisogno di:

  • 1 l. acqua;
  • 4 cucchiaini ciascuno rosa canina e buccia di cipolla tritate;
  • 10 cucchiaini aghi di pino.
  1. Collega tutti i componenti.
  2. Coprite con acqua tiepida.
  3. Cuocere per 10 minuti a fuoco lento.
  4. Calmati.
  5. Sforzo.
  6. Assumere durante il giorno, distribuire uniformemente.

Corso di passaggio - 30 giorni.

Gocce d'aglio. Per cucinare avrai bisogno di:

  • 1 l. Vodka;
  • 1 kg di aglio.
  1. Versare la vodka sull'aglio in un barattolo.
  2. Chiudere bene il contenitore con un coperchio.
  3. Metti in un luogo caldo.
  4. Insistere per 2 settimane, mescolando periodicamente il contenuto.
  5. Sforzo.
  6. Assumere prima dei pasti tre volte al giorno per 13 k.

Il corso del trattamento è di 60 giorni, quindi una pausa di 1,5 settimane.

Gocce di siero. Per cucinare avrai bisogno di: 2 cucchiaini. acqua e la stessa quantità di siero di latte fresco di capra. Preparazione: mescolare gli ingredienti.

Applicazione: da 1 a Gocciolare negli occhi. Copriti gli occhi con un panno. Sdraiati per 30 minuti. senza muovere gli occhi. Il corso dura 7 giorni. Il trattamento domiciliare deve essere effettuato dopo aver consultato un oftalmologo.

Collirio per la distrofia retinica

La distrofia retinica è una malattia complessa. La causa di questa patologia è una violazione dei processi nutrizionali dell'epitelio pigmentato o, in altre parole, delle cellule fotosensibili. Molto spesso i processi distrofici si verificano nelle persone che soffrono di miopia (miopia).

La distrofia retinica non è ancora una patologia completamente compresa, attualmente è attivamente studiata. Secondo i moderni oftalmologi, la causa del suo sviluppo è: malattie del fegato, reni, vasi sanguigni, diabete mellito, infezioni virali, malattie dei tessuti oculari.

Inoltre, i processi distrofici possono essere causati dal fumo e da altre cattive abitudini. I metodi per il trattamento della distrofia retinica, a seconda del quadro clinico, possono essere laser, chirurgici, conservativi e farmaci..

Il trattamento farmacologico comprende l'assunzione di vari farmaci che possono essere somministrati per via intramuscolare o endovenosa, nonché l'instillazione (collirio). Colliri usati per la distrofia retinica:

  • Taufon (Taurina),
  • Emoxipin.

Entrambi questi farmaci funzionano allo stesso modo, ma Emoxipin ha un effetto collaterale sotto forma di sensazione di bruciore che causa disagio. Pertanto, se questo farmaco non ti soddisfa, dovrebbe essere sostituito con Taufon. In ogni caso, prima di utilizzare questi farmaci, è necessario consultare un oftalmologo e monitorare costantemente le condizioni durante il periodo di trattamento..

Collirio per angiopatia retinica

I colliri sono efficaci anche per le malattie vascolari come l'angiopatia retinica. La sua comparsa è dovuta a problemi con i vasi sanguigni in tutto il corpo, che colpiscono tutti gli organi, compresi gli occhi..

L'ipertensione arteriosa è un aumento persistente della pressione sanguigna. Inoltre, il fumo è una delle cause più importanti dell'angiopatia retinica..

Il trattamento dell'angiopatia retinica può comprendere la nomina di diete speciali (nel caso dell'angiopatia diabetica), farmaci per migliorare la circolazione nei vasi sanguigni della retina e del bulbo oculare in generale e l'uso dell'emodialisi.

Solo un oftalmologo qualificato può diagnosticare e curare questa malattia. I colliri da utilizzare nell'angiopatia retinica includono:

  1. Taufon,
  2. Emoxipin,
  3. Quinax,
  4. Emoxy-Ottico.

Gocce di rafforzamento della retina

Tutti i suddetti farmaci sono farmaci complessi. Per questo motivo, possono essere utilizzati anche per rafforzare la retina dell'occhio. L'emoxipina è un antiossidante sintetico.

Ha un eccellente effetto sui vasi sanguigni dell'occhio, aiuta a rafforzarli e aiuta a proteggere la retina dagli effetti negativi della luce intensa. Questo farmaco è indicato per il trattamento dell'angiopatia diabetica..

Quando si utilizza Emoxipin, possono verificarsi effetti collaterali sotto forma di sensazione di bruciore e aumento della pressione sanguigna. Quinax è un rimedio universale per il trattamento di tutti i tipi di cataratta, ma inoltre è utilizzato anche per l'angiopatia..

Ha un effetto regolatore sui processi metabolici in vari tessuti oculari. Di regola, non ci sono effetti collaterali quando lo si utilizza. Taufon - collirio in cui il principale ingrediente attivo è la taurina.

Ha un effetto stimolante sui processi metabolici in vari tessuti oculari, e in particolare nella retina, e normalizza anche la pressione intraoculare. È usato per cataratta, glaucoma e varie lesioni.

Inoltre, questo farmaco mostra buoni risultati nel trattamento della miopia progressiva, ustioni e infiammazioni della cornea. Inoltre, i colliri contenenti varie vitamine sono molto popolari, ma sono più profilattici e tonici generali.