Umidità acquosa dell'occhio: struttura, funzione e trattamento

L'umor acqueo circola lungo la rete venosa episclerale e intrasclerale dell'area segmentata anteriore del bulbo oculare. Supporta i processi metabolici della cornea, del cristallino, dell'apparato trabecolare. In circostanze normali, l'occhio umano contiene 300 mm di componente o il 4% del totale.

Il fluido è prodotto dal sangue da cellule speciali che fanno parte della struttura del corpo ciliare. L'occhio umano produce 3-9 ml del componente al minuto. Il deflusso dell'umidità avviene attraverso i vasi episclerali, il sistema uveosclerale e la rete trabecolare. La pressione intraoculare è il rapporto tra il componente sviluppato e il derivato.

Cos'è l'umidità acquosa?

Struttura

L'umore acqueo degli occhi è quasi al 100% di acqua. La componente densa include:

  • componenti anorganici (cloro, solfato, ecc.);
  • cationi (calcio, sodio, magnesio, ecc.);
  • una percentuale insignificante di proteine;
  • glucosio;
  • acido ascorbico;
  • acido lattico;
  • amminoacidi (triptofano, lisina, ecc.);
  • enzimi;
  • acido ialuronico;
  • ossigeno;
  • una piccola quantità di anticorpi (formati solo nel fluido secondario).

Funzioni

Lo scopo funzionale del liquido consiste nei seguenti processi:

  • nutrizione degli elementi avascolari dell'organo della vista dovuto agli amminoacidi e al glucosio inclusi nel componente;
  • rimozione di potenziali minacce dall'ambiente interno dell'occhio;
  • organizzazione del mezzo rifrattivo della luce;
  • regolazione della pressione intraoculare.

Sintomi

La quantità di liquido all'interno dell'occhio può cambiare a causa dello sviluppo di malattie degli occhi o se esposto a fattori esterni (traumi, interventi chirurgici).

Se il sistema di deflusso dell'umidità è disturbato, si verifica una diminuzione della pressione intraoculare (ipotensione) o un aumento (ipertonicità). Nel primo caso, è probabile il distacco della retina, che è accompagnato da deterioramento o completa perdita della vista. Con l'aumento della pressione all'interno dell'occhio, il paziente lamenta mal di testa, disturbi visivi, voglia di vomitare.

La progressione delle condizioni patologiche porta allo sviluppo del glaucoma, una violazione del processo di rimozione del fluido dall'organo della vista e dai suoi tessuti.

Diagnostica

Le misure diagnostiche in caso di sospetto dello sviluppo di condizioni patologiche, in cui il liquido intraoculare per qualche motivo si trova all'interno dell'occhio in eccesso, in deficit o non attraversa l'intero processo di circolazione, sono ridotte alle seguenti procedure:

  • esame visivo e palpazione della pupilla dell'occhio (il metodo consente di determinare le deviazioni visibili e la posizione del dolore);
  • oftalmoscopia del fondo - una procedura per valutare le condizioni della retina, della testa del nervo ottico e della rete vascolare dell'occhio utilizzando un oftalmoscopio o una lente del fondo oculare;
  • tonometria: un esame che consente di determinare il livello di cambiamenti nel bulbo oculare quando esposto alla cornea dell'occhio. Alla normale pressione intraoculare, non si osserva la deformazione della sfera dell'organo visivo;
  • perimetria - un metodo per determinare i campi visivi utilizzando la tecnologia informatica o attrezzature speciali;
  • campimetria: rilevamento del bestiame centrale e indicatori di dimensione del punto cieco nel campo visivo.

Trattamento

Con i suddetti disturbi, nell'ambito del decorso terapeutico, al paziente vengono prescritti farmaci che ripristinano la pressione intraoculare, nonché farmaci che stimolano l'afflusso di sangue e il metabolismo nei tessuti dell'organo..

I metodi chirurgici di trattamento sono applicabili nei casi in cui i farmaci non hanno l'effetto desiderato. Il tipo di operazione eseguita dipende dal tipo di processo patologico.

Pertanto, il fluido intraoculare è una sorta di ambiente interno dell'organo della vista. La composizione dell'elemento è simile alla struttura del sangue e garantisce lo scopo funzionale dell'umidità. I processi patologici locali includono violazioni della circolazione del fluido e deviazioni nel suo indicatore quantitativo.

Glaucoma

Il glaucoma è una malattia cronica dell'occhio in cui la pressione intraoculare aumenta, il nervo ottico è colpito e la vista diminuisce, fino alla cecità. La cecità causata dal glaucoma è irreversibile quando il nervo ottico muore. In questo caso non è più possibile ridare la vista al cieco..

Sfortunatamente, il glaucoma è una malattia abbastanza comune. Colpisce principalmente le persone con più di 40 anni. Ma questo disturbo può colpire i giovani (glaucoma giovanile) e persino i neonati (glaucoma congenito). Oggi l'oftalmologia conosce un solo modo per prevenire la cecità nel glaucoma: riconoscimento tempestivo e trattamento corretto. Grazie ai moderni metodi di trattamento, la maggior parte dei pazienti riesce a preservare la vista e la gioia della percezione del mondo che li circonda..

Cause del glaucoma

Avendo una comprensione di come funziona l'occhio e di come funziona, puoi capire l'essenza del glaucoma..

I nostri occhi sono spesso paragonati a una fotocamera. Il ruolo della lente in esso è svolto dalla cornea e dal cristallino: trasmettono e rifrangono i raggi che cadono qui. Il ruolo della pellicola fotosensibile è assegnato alla retina dell'occhio, in cui si trovano le cellule fotosensibili. L'immagine visiva che appare sulla retina viene trasmessa da fili lungo queste cellule e poi lungo il nervo ottico al cervello. La rottura o il malfunzionamento di almeno un anello di questa catena comporta danni alla vista. Con il glaucoma, il nervo ottico è danneggiato. Questo porta alla rottura delle connessioni tra il bulbo oculare e il cervello: l'immagine che appare sulla retina non entra più nel cervello.

Normalmente, uno speciale fluido intraoculare viene costantemente prodotto dal corpo ciliare all'interno dell'occhio. È trasparente, ricco di sostanze nutritive e ossigeno. Lava e nutre il cristallino, la cornea, il corpo vitreo. Dopo aver dato loro sostanze nutritive e ossigeno, il fluido intraoculare porta via loro i prodotti metabolici, che rimuove dall'occhio. Il suo corso è lento: circa 4 ml di liquido vengono prodotti nell'occhio al giorno e ne fuoriesce la stessa quantità. La via principale per il deflusso del fluido intraoculare è l'angolo della camera anteriore dell'occhio, dove si trova uno speciale sistema di drenaggio.

Non confondere il liquido intraoculare con le lacrime! La lacrima lava il bulbo oculare dall'esterno, è prodotta dalle ghiandole lacrimali e scorre attraverso l'angolo interno dell'occhio nella cavità nasale. Il fluido intraoculare viene prodotto all'interno dell'occhio, lava il bulbo oculare dall'interno e scorre attraverso il sistema di drenaggio nei vasi venosi.

L'equilibrio tra la quantità di fluido prodotto nell'occhio e il fluido che fuoriesce dall'occhio garantisce una pressione intraoculare (PIO) costante. Il numero normale di pressione intraoculare è individuale, ma in media oscilla tra 16-25 mm Hg (se misurato con un tonometro Maklakov).

La pressione intraoculare può aumentare per due ragioni principali:

  • il liquido intraoculare si forma in quantità eccessive;
  • l'escrezione del fluido intraoculare attraverso il sistema di drenaggio dell'occhio è disturbata a causa dei suoi cambiamenti.

Di conseguenza, la pressione intraoculare aumenta. L'elevata pressione oculare esercita una pressione eccessiva sul rivestimento esterno dell'occhio. che è il più sottile all'uscita del nervo ottico. Inoltre, i vasi che forniscono il nervo ottico sono piegati e il suo afflusso di sangue è significativamente compromesso. Se il nervo ottico si trova in questo stato per lungo tempo, si atrofizza (prima l'attività vitale delle fibre nervose viene interrotta e quindi si verifica la loro morte irreversibile) e la vista si deteriora. L'aumento della pressione all'interno dell'occhio comprime anche i vasi oculari, attraverso i quali avviene l'afflusso di sangue alla retina e al nervo ottico. La quantità di sangue che entra nell'occhio diminuisce, il che porta a danni alle fibre nervose.

L'ereditarietà gioca un ruolo importante nella comparsa del glaucoma. Se i tuoi parenti hanno avuto il glaucoma, devi essere particolarmente vigile e sottoporsi a regolari esami da un oftalmologo. L'esame da parte di un oftalmologo e la misurazione della pressione intraoculare almeno una volta all'anno consentiranno di identificare tempestivamente e trattare efficacemente la malattia.

NON DIMENTICARE! Ogni persona deve essere visitata da un oftalmologo almeno una volta all'anno..

Sintomi e forme di glaucoma

Il glaucoma è caratterizzato da tre caratteristiche principali: aumento della pressione intraoculare; restringimento del campo visivo; cambiamenti del nervo ottico.

Per riconoscere il glaucoma nel tempo, è importante conoscerne i sintomi e le sensazioni soggettive del paziente. Gli specialisti distinguono diverse forme di glaucoma.

Il glaucoma ad angolo aperto è la forma più comune di questa malattia, in cui l'angolo della camera anteriore è aperto, ma il deflusso del fluido intraoculare è ostacolato a causa di disturbi nei sistemi vascolare e di drenaggio dell'occhio. Questo è un tipo di malattia particolarmente insidioso in cui non ci sono sintomi pronunciati. Una persona potrebbe non sentire in alcun modo un moderato aumento della pressione intraoculare, che ha già un effetto dannoso sul nervo ottico, portando alla perdita della vista.

In questa forma di glaucoma, la visione periferica viene prima compromessa (il campo visivo è ristretto) e la visione centrale continua a rimanere normale per qualche tempo. Ma, con il progredire della malattia, il paziente perde la visione sia periferica che centrale..

I seguenti segni possono indicare un aumento della pressione intraoculare:

  • visione offuscata, comparsa di una "griglia" davanti agli occhi;
  • la presenza di "cerchi arcobaleno" quando si guarda una fonte di luce (ad esempio, una lampadina luminosa);
  • una sensazione di disagio negli occhi: una sensazione di pesantezza e tensione;
  • leggero dolore agli occhi;
  • sensazione di idratazione negli occhi;
  • deterioramento della capacità di vedere al tramonto;
  • lieve dolore intorno agli occhi.

Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi, questa forma di glaucoma si sviluppa in modo impercettibile; la sua presenza viene spesso scoperta per caso, quando la vista è già notevolmente ridotta. Ma allo stesso tempo, l'occhio dolorante non è diverso da quello sano..

Ecco come vede un occhio sano

Ecco come vede un occhio con glaucoma avanzato

Con il glaucoma ad angolo chiuso, il deflusso del liquido intraoculare è disturbato a causa della chiusura del sistema di drenaggio dell'occhio con l'iride. Questa forma di glaucoma si presenta spesso sotto forma di convulsioni. Un attacco acuto di questa forma di glaucoma ha caratteristiche caratteristiche: un aumento significativo della pressione intraoculare (fino a 60–90 mm Hg), forte dolore agli occhi e mal di testa. Durante un attacco possono spesso verificarsi nausea, vomito e debolezza generale. La vista in un occhio dolorante cade bruscamente.

Un attacco acuto di glaucoma ad angolo chiuso viene spesso scambiato per emicrania, mal di denti, malattia acuta allo stomaco, meningite, influenza, perché il paziente lamenta mal di testa, nausea, debolezza generale, senza menzionare l'occhio. In questo caso, può essere lasciato senza aiuto, il che è così necessario nelle prime ore dall'inizio di un attacco..

Il glaucoma può essere congenito. In questo caso, i neonati hanno una maggiore IOP e, in alcuni casi, un aumento delle dimensioni del bulbo oculare. La causa di questa forma di glaucoma sono i difetti congeniti nella struttura dell'apparato di drenaggio dell'occhio. Se sono insignificanti, la malattia potrebbe non essere rilevata immediatamente, ma durante l'infanzia o l'adolescenza. Il glaucoma secondario si manifesta come conseguenza di altre malattie dell'occhio (infiammatorie, vascolari, degenerative, associate alla patologia del cristallino, traumi). La ragione dell'aumento della IOP nel glaucoma secondario è una violazione del deflusso del liquido intraoculare.

Il glaucoma con pressione normale (bassa) si verifica a seguito di una violazione dell'afflusso di sangue all'occhio, principalmente all'apparato di drenaggio e al nervo ottico. Con questa forma di glaucoma, una diminuzione dell'acuità visiva, restringimento dei confini del campo visivo, lo sviluppo dell'atrofia del nervo ottico si verifica sullo sfondo della normale IOP.

Il glaucoma è una malattia non trasmissibile. Di regola, si verifica in entrambi gli occhi, ma non contemporaneamente: nel secondo occhio, può apparire dopo diversi mesi o anni.

Come viene prodotto il liquido intraoculare

L'umore acqueo intraoculare è incolore. È una sostanza trasparente che è simile nella composizione al plasma sanguigno. A differenza di quest'ultimo, contiene meno proteine. L'umidità acquosa si trova in entrambe le camere oculari. Il fluido è formato da cellule speciali del corpo ciliare dell'occhio. Queste cellule creano umidità filtrando il sangue. È possibile generare fino a 9 ml di liquido al giorno.

Circolazione del liquido intraoculare

Il fluido secreto entra nella camera oculare posteriore. Attraverso l'apertura della pupilla, entra nella camera anteriore dell'occhio. Sotto l'influenza della differenza di temperatura, l'umidità entra negli strati superiori attraverso l'iride, dopodiché scorre lungo la superficie interna della cornea. Quindi l'acqua entra nell'angolo della camera anteriore dell'occhio, dove viene assorbita dalla rete trabecolare nel canale di Schlemm. La fase finale della catena è la ricezione dell'umore acqueo dell'occhio con i prodotti metabolici nel flusso sanguigno.

Qual è la funzione dell'umor acqueo

Il fluido intraoculare è saturo di aminoacidi, glucosio e altri nutrienti. Fornisce alle strutture dell'occhio sostanze utili. In particolare, il fluido nutre i tessuti privi di vasi sanguigni: il cristallino, la trabecola, la parte anteriore del corpo vitreo. Inoltre, l'umidità acquosa impedisce lo sviluppo di agenti patogeni a causa delle immunoglobuline che contiene..

Inoltre, il fluido intraoculare è un altro mezzo trasparente che rifrange la luce. Fornisce la forma dell'occhio, il valore della pressione intraoculare (IOP) dipende da questo. Quest'ultimo è solo l'equilibrio tra la quantità di umidità prodotta e rilasciata nel flusso sanguigno..

Sintomi di disturbi del deflusso di liquidi intraoculari

La normale circolazione dell'umore acqueo fornisce una IOP nell'intervallo 18-25 mm Hg. s.t. In caso di disturbi della produzione o del deflusso, può verificarsi una diminuzione della pressione (ipotensione) o un aumento (ipertonicità). Nel primo caso può comparire un distacco di retina. Di conseguenza, la vista è ridotta, fino alla sua completa perdita. Con l'aumento della pressione oculare, il paziente avverte dolore alla testa, disturbi della vista e nausea. Se la malattia non viene curata, si verifica l'inevitabile distruzione del nervo ottico e la perdita della vista..

Diagnostica delle violazioni

Esame visivo, palpazione dell'occhio.

Alta pressione intraoculare e glaucoma

Con l'aumento della produzione o l'ostruzione del deflusso dell'umore acqueo dall'occhio, aumenta la pressione intraoculare, che porta al glaucoma. Questo distrugge le fibre del nervo ottico. Di conseguenza, l'acuità visiva diminuisce fino alla completa cecità. Il rischio di aumento della pressione all'interno dell'occhio è significativamente più alto nelle persone sopra i quaranta. Il pericolo del glaucoma risiede nell'assenza di sintomi spiacevoli, motivo per cui la malattia rimane nascosta per il paziente per molto tempo, sebbene stia progredendo. Per diagnosticare il glaucoma in tempo, i pazienti con più di 40 anni devono controllare la loro pressione intraoculare almeno una volta all'anno..

Quindi, il fluido intraoculare garantisce il normale funzionamento dell'intero bulbo oculare. La pressione nelle camere anteriore e posteriore dell'occhio dipende da questo. Sfortunatamente, da una violazione della produzione o del deflusso di liquido negli occhi, possono verificarsi gravi cambiamenti patologici. Un aumento della pressione intraoculare provoca inevitabilmente il glaucoma. Per evitare disturbi irreversibili nel lavoro dell'apparato visivo, gli oftalmologi raccomandano di controllare regolarmente la pressione intraoculare.

Liquido oculare

L'organo della vista contiene strutture senza elementi vascolari. Il fluido intraoculare fornisce trofismo a queste strutture, poiché l'assenza di capillari rende impossibile il metabolismo tipico. La violazione della sintesi, del trasporto o del deflusso di questo fluido porta a disturbi significativi della pressione intraoculare e si manifesta in patologie pericolose come glaucoma, ipertensione oftalmica, ipotensione del bulbo oculare.

  • 1 Che cos'è?
  • 2 Composizione e quantità
  • 3 Quali funzioni?
  • 4 Cause e sintomi dei problemi di deflusso
  • 5 Malattie
  • 6 Diagnostica
  • 7 Quale trattamento?

Cos'è?

L'umidità acquosa è un liquido chiaro che si trova nelle camere anteriore e posteriore dell'occhio. È prodotto dai capillari dei processi ciliari e drenato nel canale di Schlemm situato tra la cornea e la sclera. L'umidità intraoculare circola costantemente. Il processo è controllato dall'ipotalamo. Si trova nelle fessure perineurali e perivasali, nello spazio retrolentale e pericoroidale.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista "New in Ophthalmology" ed è stato dimostrato il funzionamento principale della via uveosclerale del deflusso del fluido intraoculare tra le possibili variazioni..

Composizione e quantità

Il liquido oculare è costituito al 99% da acqua. L'1% include le seguenti sostanze:

  • Abumini e glucosio.
  • Vitamine del gruppo B..
  • Proteasi e ossigeno.
  • Giona:
    • cloro;
    • zinco;
    • sodio;
    • rame;
    • calcio;
    • magnesio;
    • potassio;
    • fosforo.
  • Acido ialuronico.
La produzione di fluido all'interno degli organi è necessaria per l'idratazione affinché l'apparato visivo funzioni normalmente.

Negli adulti vengono prodotti fino a 0,45 centimetri cubi, nei bambini - 0,2. Una concentrazione così elevata di acqua spiega la necessità di un'idratazione costante delle strutture dell'occhio e ci sono abbastanza nutrienti perché l'analizzatore visivo funzioni pienamente. Il potere di rifrazione dell'umidità è 1,33. Lo stesso indicatore si osserva nella cornea. Ciò significa che il liquido all'interno dell'occhio non influisce sulla rifrazione dei raggi luminosi e quindi non compare sul processo rifrattivo..

Quali funzioni?

L'umidità acquosa svolge un ruolo importante nel funzionamento dell'organo della vista e fornisce i seguenti processi:

  • Svolge un ruolo importante nella formazione della pressione intraoculare.
  • Svolge una funzione trofica, importante per il cristallino, il corpo vitreo, la cornea e la rete trabecolare, poiché non contengono elementi vascolari. La presenza di amminoacidi, glucosio e ioni nel fluido intraoculare nutre queste strutture dell'occhio.
  • Protezione dell'organo visivo da agenti patogeni. Ciò è dovuto alle immunoglobuline che compongono l'umore acqueo.
  • Garantire il normale passaggio dei raggi alle cellule fotosensibili.
Torna al sommario

Cause e sintomi dei problemi di deflusso

Per un giorno, la produzione di 4 ml di umore acqueo con un deflusso nella stessa quantità è considerata la norma. In un'unità di tempo, il volume non deve superare 0,2-0,5 ml. Quando la ciclicità di questo processo viene violata, l'umidità si accumula, a seguito della quale aumenta la pressione intraoculare. La diminuzione del deflusso è alla base del glaucoma ad angolo aperto. Il razionale patogenetico di questa malattia è il blocco del seno sclerale, attraverso il quale si verifica il normale deflusso del fluido..

Il blocco si sviluppa a causa di tali fattori:

  • anomalie dello sviluppo congenite;
  • cambiamenti legati all'età nell'angolo di inclinazione del canale di Schlemm;
  • uso a lungo termine di glucocorticosteroidi;
  • miopia;
  • Malattie autoimmuni;
  • diabete.

Per un lungo periodo, una violazione della circolazione del liquido intraoculare potrebbe non apparire. I sintomi di questa malattia includono dolore intorno agli occhi e nell'area delle sopracciglia, mal di testa e vertigini. I pazienti riferiscono un deterioramento della vista, la comparsa di cerchi arcobaleno quando ci si concentra su raggi luminosi, nebbia o "mosche" davanti agli occhi, oscurità, sfarfallio.

Nelle prime fasi, i pazienti non prestano attenzione ai segni di una violazione del deflusso del fluido, ma con la progressione della patologia, sono notevolmente aggravati, portano alla perdita della vista.

Malattie

I cambiamenti nella produzione, trasporto e deflusso del fluido intraoculare si manifestano con le seguenti patologie:

  • Glaucoma. È caratterizzato da un aumento della pressione all'interno dell'occhio, seguito da una progressiva atrofia del nervo ottico e da disturbi visivi. Succede ad angolo aperto e ad angolo chiuso, a seconda delle cause dell'evento. Questa malattia è cronica e ha uno sviluppo lento..
  • Ipertensione oftalmica. Una malattia che è un aumento della pressione intraoculare senza disturbi della testa del nervo ottico. Le cause sono infezioni agli occhi, malattie sistemiche, disturbi congeniti, intossicazione da farmaci. In questo caso, il paziente avverte uno scoppio negli occhi, ma l'acuità visiva non cambia.
  • Ipotensione del bulbo oculare. Si sviluppa a causa di una diminuzione della quantità di umor acqueo. I fattori eziologici sono danni meccanici, malattie infiammatorie e grave disidratazione. Clinicamente, questo si manifesta con annebbiamento della cornea, umore vitreo ed edema della testa del nervo ottico..
Torna al sommario

Diagnostica

Per determinare la causa del disturbo nello scambio di liquido intraoculare, gli oftalmologi richiedono un esame, tra cui:

  • determinazione dell'acuità visiva;
  • oftalmoscopia;
  • ispezione della camera anteriore;
  • esame dei campi visivi;
  • tonometria;
  • tomografia retinica;
  • Ultrasuoni;
  • Scansione TC del nervo ottico.
Torna al sommario

Che trattamento?

La terapia si basa sulla causa della malattia. Se il fattore eziologico viene eliminato. lo scambio di liquidi avverrà in modo normale. La terapia conservativa per il glaucoma e l'ipertensione oftalmica comprende l'uso di M-colinomimetici, Betaxolol, Clonidine, Timodol. Il trattamento chirurgico del glaucoma prevede l'esecuzione di trabeculoplastica laser, trabeculectomia o ciclocoagulazione. L'ipotensione viene trattata con vasodilatatori, midriatici cicloplegici e agenti che migliorano la microcircolazione. Se non vi è alcun risultato dal trattamento conservativo, l'intervento chirurgico viene eseguito sulla base della stimolazione del corpo ciliare con un laser.

Glaucoma: cause, sintomi, diagnosi e trattamento del glaucoma

Il termine glaucoma si riferisce a un ampio gruppo di malattie caratterizzate da:

  • aumento della pressione intraoculare (IOP)
  • danni alla testa del nervo ottico e alle cellule gangliari della retina
  • restringimento del campo visivo

Il glaucoma può verificarsi indipendentemente dall'età, ma è più comune negli anziani o nei senili..

Il glaukoma è considerato una delle principali cause di cecità irreversibile nel mondo secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Liquido intraoculare e strade del suo deflusso

Il fluido intraoculare (di seguito IVF) svolge un ruolo enorme nel mantenimento del livello di pressione intraoculare. È una delle fonti di nutrimento per le strutture intraoculari (cristallino, cornea, apparato trabecolare, corpo vitreo).

È prodotto dai processi del corpo ciliare situato dietro l'iride e si raccoglie nella camera posteriore dell'occhio. Inoltre, la maggior parte del fluido, lavando la lente, scorre attraverso la pupilla, entra nella camera anteriore e passa attraverso il sistema di drenaggio oculare (trabecola e canale di Schlemm), che si trova nell'angolo della camera del canale anteriore. Dal sistema di drenaggio dell'occhio, il VHF entra nei collettori escretori (laureati) e quindi nelle vene superficiali della sclera.

In questo modo, circa l'85% del fluido intraoculare fuoriesce, ma c'è un altro percorso di deflusso, che fuoriesce per circa il 15%.

La VHF può fuoriuscire dall'occhio, filtrando attraverso lo stroma del corpo ciliare e la sclera nelle vene della coroide e della sclera. Questa via di deflusso è chiamata uveosclerale..

C'è un certo equilibrio tra la produzione di liquido ad alto contenuto di ossigeno e il suo deflusso. Quando questo equilibrio è disturbato, il livello di pressione intraoculare cambia, che è un prerequisito per lo sviluppo del glaucoma..

Cause e meccanismi dello sviluppo del glaucoma

Il glaucoma è una malattia multifattoriale che richiede una serie di ragioni (fattori di rischio) per svilupparsi:

  • eredità
  • caratteristiche anatomiche individuali o struttura anormale dell'occhio
  • patologia dei sistemi cardiovascolare, nervoso ed endocrino.

Varie combinazioni di questi fattori di rischio innescano il meccanismo di sviluppo del glaucoma, che può essere presentato sotto forma di fasi:

  • aumento della produzione di liquido intraoculare e / o peggioramento del suo deflusso dalla cavità del bulbo oculare;
  • un aumento della pressione intraoculare (IOP) al di sopra del tollerante (tollerato) per il nervo ottico;
  • ischemia (afflusso di sangue alterato) e ipossia (mancanza di ossigeno) della testa del nervo ottico;
  • sviluppo di neuropatia ottica glaucomatosa con conseguente
  • atrofia (morte) del nervo ottico.

Forme di glaucoma

Esistono i seguenti tipi principali (forme) di glaucoma:

  • glaucoma congenito:
  • glaucoma congenito primitivo precoce,
  • glaucoma congenito infantile,
  • glaucoma giovanile,
  • glaucoma congenito congenito
  • glaucoma primario negli adulti:
  • glaucoma primario ad angolo aperto (POAG)

malattia multifattoriale associata a cambiamenti involutivi e legati all'età nell'occhio)

glaucoma primario ad angolo chiuso (PZUG)

(la causa principale della malattia è la chiusura dell'angolo della camera anteriore, dove si trova il sistema di drenaggio dell'occhio, dalla radice dell'iride)

glaucoma secondario negli adulti:

(una conseguenza di altre malattie oculari o somatiche, in cui si verifica il coinvolgimento di strutture coinvolte nella produzione o nel deflusso di OHF)

Sintomi del glaucoma

Per lo più il glaucoma è asintomatico e il paziente nota una diminuzione della vista, quando già il 50% delle fibre del nervo ottico è danneggiato in modo irreversibile.

I sintomi aspecifici del glaucoma sono:

  • visione offuscata
  • dolore
  • intaglio
  • sensazione di pesantezza agli occhi
  • restringimento del campo visivo
  • visione offuscata di notte
  • "cerchi arcobaleno" davanti agli occhi quando si guarda una fonte di luce

Questi sintomi sono chiamati aspecifici perché possono essere caratteristici di altre malattie oftalmiche..
Con il glaucoma ad angolo chiuso e il verificarsi di un attacco acuto, i sintomi sono pronunciati: dolore acuto agli occhi, mal di testa, arrossamento degli occhi, nausea, vomito.

Ma se compare uno qualsiasi dei suddetti sintomi, consultare immediatamente un medico.

Diagnostica del glaucoma

Per diagnosticare il glaucoma e determinare un metodo per il trattamento del glaucoma, è necessario un esame diagnostico approfondito, che dovrebbe includere:

  • visometria (determinazione dell'acuità visiva)
  • rifrattometria (determinazione della potenza ottica dell'occhio - rifrazione)
  • perimetria (definizione di visione periferica)
  • tonometria (determinazione della pressione intraoculare)
  • biometria (determinazione della profondità della camera anteriore, spessore della lente, lunghezza dell'occhio)
  • biomicroscopia (esame dei tessuti e degli ambienti dell'occhio utilizzando una lampada a fessura)
  • gonioscopia (studio della struttura dell'angolo della camera anteriore)
  • oftalmoscopia (esame del fondo con valutazione dello stato del nervo ottico e della retina)

Trattamento del glaucoma

Il trattamento conservativo del glaucoma comprende farmaci che riducono la produzione di fluido intraoculare e / o ne migliorano il deflusso, farmaci emodinamici (migliorare il flusso sanguigno) e neuroprotettivi (proteggere le fibre nervose).

Questi farmaci sono prescritti solo dopo un esame diagnostico da parte di un oftalmologo.

In caso di insufficiente efficacia della terapia conservativa (aumento della PIO, restringimento del campo visivo, progressione della neuropatia ottica), è indicato il trattamento chirurgico.

Il trattamento chirurgico del glaucoma è finalizzato alla rimozione dei blocchi intraoculari (ostacoli) nel percorso di movimento del fluido intraoculare o alla creazione di una nuova via di deflusso.

Esistono molti tipi di interventi chirurgici per il glaucoma, ma i più riusciti sono:

sclerectomia profonda non penetrante

- con drenaggio dell'angolo della camera anteriore

- senza drenaggio dell'angolo della camera anteriore

Dopo l'incisione della congiuntiva e la formazione dei lembi sclerali superficiali e profondi, viene rimossa la parete esterna del canale di Schlemm, aumentando così il deflusso del fluido intraoculare attraverso il sistema di drenaggio dell'occhio. A volte il drenaggio viene impiantato nell'area di escissione della parete esterna del canale di Schlemm per migliorare l'efficacia dell'operazione.

I vantaggi di questa operazione:

  • indolore
  • anestesia locale a goccia
  • atraumaticità
  • viene eseguito senza penetrazione nella cavità oculare, il che evita una serie di complicazioni (una forte diminuzione della IOP, sanguinamento, distacco della coroide, ecc.)

La sclerectomia profonda non penetrante è un metodo altamente efficace di trattamento chirurgico del glaucoma ad angolo aperto.

penetrante sclerectomia profonda

- con drenaggio dell'angolo della camera anteriore

- senza drenaggio dell'angolo della camera anteriore

- con impianto valvolare

Dopo l'incisione della congiuntiva e la formazione del lembo sclerale superficiale, gli strati profondi della sclera vengono asportati, quindi la camera anteriore viene aperta e parte dell'iride viene asportata, il che consente al fluido intraoculare di circolare liberamente nelle camere anteriore e posteriore dell'occhio. Per migliorare l'efficienza del deflusso dell'IHF dall'occhio, viene impiantato un drenaggio o una valvola nell'area dell'intervento.

La sclerectomia profonda penetrante è un'operazione più traumatica, ma la sua efficacia è indiscutibile nella forma ad angolo chiuso del glaucoma e nell'inefficacia di un'operazione non penetrante eseguita in precedenza.

Va ricordato che una diagnosi tempestiva e la nomina di un adeguato trattamento conservativo o chirurgico consente di mantenere una visione alta nei pazienti con glaucoma per un lungo periodo.

Nel nostro reparto di oftalmologia vengono effettuati tutti gli esami preoperatori necessari per il trattamento del glaucoma e gli specialisti del reparto possiedono l'intero arsenale degli interventi chirurgici.

Telefono per fissare un appuntamento: 8 (499) 968-69-12 o 8 (926) 465-16-76

Umidità acquosa

L'umore acqueo è contenuto nelle camere del bulbo oculare ed è una soluzione chiara che riempie le camere anteriore e posteriore dell'occhio. La composizione dell'umore acqueo ricorda il plasma sanguigno, ma con un contenuto proteico ridotto.

Formazione di liquidi intraoculari

La formazione dell'umore acqueo avviene da cellule speciali (cellule epiteliali non pigmentate) del corpo ciliare. Vengono prodotti circa 3-9 ml di liquido al giorno.

Circolazione dell'umidità

In primo luogo, l'umore acqueo viene prodotto filtrando il sangue ed entra nella camera posteriore dell'occhio. Dopo di ciò, entra nella camera anteriore, bypassando la pupilla. Davanti all'iride, a causa della differenza di temperatura, il fluido intraoculare sale gradualmente. Sulla superficie posteriore della cornea, l'umore acqueo scende e viene assorbito nell'angolo della camera anteriore del bulbo oculare. Da lì, attraverso la rete trabecolare, il fluido entra nel canale di Schlemm e ritorna nella circolazione sistemica.

Funzioni del fluido intraoculare

A causa del fatto che l'umore acqueo è ricco di sostanze nutritive, tra cui aminoacidi e glucosio, aiuta a fornire queste sostanze alle aree dell'occhio che non hanno accesso vascolare (lente, rete trabecolare, rivestimento endoteliale della cornea, regione vitreale anteriore). A causa del fatto che la composizione del fluido intraoculare contiene proteine ​​(immunoglobuline), aiuta ad eliminare antigeni potenzialmente pericolosi dal bulbo oculare.

Inoltre, il fluido intraoculare è un mezzo trasparente che ha una funzione rifrattiva. La pressione intraoculare dipende anche dalla quantità di umore acqueo (la sua produzione e filtrazione).

Malattie

Se l'integrità del bulbo oculare viene violata a seguito di un intervento chirurgico o di una lesione, l'umore acqueo fuoriesce dalle camere interne. Se si verifica una tale situazione, è necessario normalizzare la pressione intraoculare il prima possibile. Ciò è dovuto al fatto che con una pronunciata diminuzione della pressione si sviluppano gravi condizioni irreversibili. In alcuni casi, l'ipotensione intraoculare si verifica sullo sfondo della ciclite o del distacco della retina. Se il deflusso del liquido intraoculare è disturbato, si verifica il suo ristagno, che porta alla formazione del glaucoma.

Quanto velocemente si sviluppa il glaucoma - fasi di sviluppo

Il glaucoma è una malattia degli occhi che si manifesta con una deviazione della normale pressione intraoculare. È diviso in molti tipi, a seconda dello stadio di sviluppo, della causa dell'educazione e delle malattie concomitanti..

Ciascuno di questi sottotipi di glaucoma si sviluppa in modi diversi e con velocità diverse, quindi è necessario navigare in base ai sintomi che compaiono per determinare prima quale tipo di glaucoma ha colpito l'occhio..

Sfortunatamente, in questa fase del progresso medico, non c'è modo di sbarazzarsi completamente del glaucoma e i farmaci prescritti dovranno essere presi per tutta la vita. Tuttavia, qualunque sia il metodo scelto dal medico, tutti hanno già dimostrato la loro efficacia nell'inibire lo sviluppo del glaucoma, e questo colpisce principalmente l'arresto della perdita della vista..

Anatomia e fisiologia del tratto di efflusso

Il liquido intraoculare (IVF) è un'importante fonte di nutrimento per le strutture interne dell'occhio. L'umidità acquosa circola principalmente nel segmento anteriore dell'occhio. È coinvolto nel metabolismo del cristallino, della cornea, dell'apparato trabecolare, del corpo vitreo e svolge un ruolo importante nel mantenimento di un certo livello di pressione intraoculare (IOP).

Il fluido intraoculare viene continuamente prodotto dai processi del corpo ciliare, si accumula nella camera posteriore, che è uno spazio simile a una fessura di una configurazione complessa situata posteriormente all'iride.

Quindi la maggior parte dell'umidità scorre attraverso la pupilla, lavando l'obiettivo, dopo di che entra nella camera anteriore e passa attraverso il sistema di drenaggio dell'occhio, situato nell'area dell'angolo della camera anteriore - la trabecola e il canale di Schlemm (seno venoso della sclera). Da esso, il fluido intraoculare scorre attraverso i collettori di deflusso (laureati) nelle vene superficiali della sclera.

La parete anteriore dell'angolo della camera anteriore è formata alla giunzione della cornea nella sclera, la parete posteriore è formata dall'iride, la parte anteriore del corpo ciliare funge da apice dell'angolo. La trabecula è un anello reticolare formato da placche di tessuto connettivo che hanno molti fori e fessure..

L'apparato trabecolare è un filtro autopulente multistrato che fornisce un movimento unidirezionale del fluido dalla camera anteriore al seno sclerale. Il percorso descritto è il principale e percorre mediamente l'85-95% di umore acqueo..

Oltre alla via di deflusso anteriore del liquido intraoculare, ne viene secreta anche un'altra: circa il 5-15% dell'umore acqueo lascia l'occhio, filtrando attraverso il corpo ciliare e la sclera nelle vene della coroide e delle vene sclerali, formando la cosiddetta via di deflusso uveosclerale.

Le condizioni del sistema di drenaggio oculare possono essere valutate utilizzando uno speciale metodo di ricerca: la gonioscopia. La gonioscopia consente di determinare l'ampiezza dell'angolo della camera anteriore, nonché le condizioni del tessuto trabecolare e del canale di Schlemm. L'angolo della camera anteriore può essere ampio, medio e stretto.

Sulla base dei dati gonioscopici si distinguono varie forme cliniche di glaucoma. Con una forma ad angolo aperto di glaucomigonioscopia, tutti i dettagli dell'angolo della camera anteriore sono visibili, con una forma ad angolo chiuso, i dettagli dell'angolo sono nascosti all'osservazione. C'è un certo equilibrio tra l'afflusso e il deflusso del liquido intraoculare (FIV).

Se per qualche motivo viene violato, ciò porta a un cambiamento nel livello di pressione intraoculare (IOP). Con un aumento persistente e prolungato della pressione intraoculare, sorgono ostacoli (blocchi) che portano all'interruzione delle comunicazioni tra le cavità del bulbo oculare o alla chiusura dei canali di drenaggio. Questi blocchi possono essere temporanei (temporanei) o organici (permanenti).

Quanto velocemente progredisce il glaucoma?

Il glaucoma è una malattia senza sintomi, ma una volta che si sviluppa, la vista può essere seriamente compromessa. Esistono diverse fasi di sviluppo del glaucoma:

  • Stato iniziale. All'inizio della malattia, i confini dei campi visivi sono normali. Ci sono differenze nelle regioni laterali del campo visivo, ma sono insignificanti. Nella fase iniziale, il glaucoma risponde abbastanza bene al trattamento, quindi questo è il momento migliore per iniziare la terapia.
  • Fase sviluppata. Il successivo processo della malattia porta al fatto che ci sono differenze chiaramente pronunciate nel campo visivo e la visione è notevolmente ridotta. Il glaucoma viene diagnosticato proprio in questa fase. A causa della mancanza di segni, è molto difficile diagnosticare la malattia, di solito ci vogliono circa due anni tra la fase iniziale e la fase sviluppata.
  • Fase profonda. In questo caso, i confini del campo visivo si stanno restringendo piuttosto rapidamente, la malattia si è sviluppata in questo periodo da diversi anni. In questa fase, la vista diminuisce notevolmente.
  • Stadio terminale. C'è una completa perdita della vista, solo in alcuni casi la vista può essere leggermente preservata.

Esistono oltre 60 diversi tipi di malattie con segni caratteristici. Glaucoma di qualsiasi tipo, caratterizzato da danni alle fibre del nervo ottico. Dopo un po ', il processo passa allo stadio di cecità completa. Un sintomo precedente della malattia è uno scarso drenaggio del liquido intraoculare. Quindi c'è un cambiamento nell'afflusso di sangue ai tessuti dell'occhio.

La forma più comune della malattia è il glaucoma congestizio, che si sviluppa gradualmente. Prima colpisce un occhio, poi l'altro e questo avviene entro due anni. In ogni caso, qualunque sia la forma della malattia, è necessario diagnosticare e intraprendere il trattamento.

Meccanismo di sviluppo


Il glaucoma è classificato come una malattia multifattoriale con un effetto soglia. Ciò significa che lo sviluppo della malattia richiede una serie di motivi, che insieme portano al suo verificarsi. Particolarmente importanti sono l'ereditarietà, le caratteristiche individuali o le anomalie della struttura dell'occhio, la patologia dei sistemi cardiovascolare, nervoso ed endocrino.

Attualmente, gli scienziati suggeriscono che lo sviluppo e la progressione del glaucoma è una catena sequenziale di fattori di rischio che si riassumono nella loro azione, a seguito della quale viene attivato un meccanismo che porta all'insorgenza della malattia..

Tuttavia, i meccanismi di compromissione delle funzioni visive nella patogenesi del glaucoma rimangono fino ad oggi insufficientemente studiati. Le fasi principali nello sviluppo del processo patologico nel glaucoma possono essere rappresentate come segue:

  1. violazione e deterioramento del deflusso dell'umore acqueo dalla cavità del bulbo oculare, che può essere dovuto a una serie di motivi;
  2. un aumento della pressione intraoculare (IOP) al di sopra di un livello tollerabile (tollerabile) per un dato occhio;
  3. deterioramento della circolazione sanguigna nei tessuti dell'occhio;
  4. ipossia (mancanza di ossigeno) e ischemia (alterato afflusso di sangue) dei tessuti nell'area dell'uscita del nervo ottico;
  5. compressione (compressione) delle fibre nervose nella zona della loro uscita dal bulbo oculare, che porta a una violazione della loro funzione e alla morte;
  6. distrofia (malnutrizione), distruzione (distruzione) e atrofia delle fibre ottiche, decadimento delle loro cellule gangliari retiniche materne;
  7. lo sviluppo della cosiddetta neuropatia ottica da glaucoma e conseguente atrofia (morte) del nervo ottico.

A seconda dello sviluppo del processo glaucomatoso, parte delle fibre nervose del nervo ottico si atrofizza e parte si trova in uno stato di parabiosi (una sorta di "sonno"), che consente di ripristinarne la funzione sotto l'influenza del trattamento (farmaco o chirurgico).

Un postulato importante segue da quanto sopra. Il trattamento del glaucoma è mirato principalmente a normalizzare il livello di pressione intraoculare (IOP) e portarlo a un livello tollerante individuale, ad es. valori trasferiti dal nervo ottico di un particolare paziente (solitamente 16-18 mm Hg se misurati con un tonometro Maklakov standard).

Questa è la cosiddetta pressione target, il livello di IOP a cui aspira l'oculista che prescrive le gocce e il chirurgo che esegue l'operazione antiglaucomatosa. L'effetto del trattamento dipende principalmente dalla conservazione del tessuto nervoso e quindi, di regola, si può obiettivamente affermare che le funzioni visive "tolte" dal glaucoma non ritornano..

Chi è a rischio?

In quale altro modo spiegare il fatto che gli oftalmologi hanno spesso a che fare con persone assolutamente sane che soffrono di questo pericoloso disturbo agli occhi.

Fattori di rischio più significativi sono l'età (oltre i 40 anni), la razza (asiatici e africani sono i meno fortunati qui) e l'ereditarietà sfavorevole (se una persona ha parenti stretti con glaucoma, il suo rischio di malattia aumenta di 20 volte!).

Visione offuscata, forti mal di testa e cerchi arcobaleno intorno alla fonte di luce sono comunemente indicati come segni che indicano il glaucoma. In effetti, questo può manifestarsi come una delle forme della malattia: il glaucoma ad angolo chiuso. È con questo tipo di malattia che è possibile un attacco acuto, irto di una perdita della vista rapida e irreversibile.

Ma rappresenta non più del 10% del numero totale di tutti i casi di malattia. Il glaucoma ad angolo aperto si verifica nel 90% dei casi. E qui è spesso completamente asintomatica. Poiché il campo visivo si restringe gradualmente (il processo può durare anni), le persone a volte scoprono accidentalmente che un occhio non può più vedere.

Il principale (ma non l'unico) studio diagnostico per il glaucoma è la tonometria (misurazione della pressione intraoculare). Più è alto e più a lungo rimane a questo livello, più soffre il nervo ottico..

Tuttavia, la pressione intraoculare non è un valore costante: è diversa per persone di età, sesso, costituzione e persino temperamento diverse, non è la stessa con miopia e ipermetropia, può cambiare a seconda dell'ora del giorno e del grado di attività fisica.

Pertanto, l'alta pressione oculare non è ancora motivo di panico, sebbene questo segno non possa essere ignorato. Tuttavia, nel 60% dei pazienti, la malattia si sviluppa a pressione normale, quindi non si dovrebbe fare affidamento esclusivamente sulla misurazione della pressione intraoculare. Assicurati di utilizzare altri metodi diagnostici:

  • test di acuità visiva secondo la tabella con le lettere;
  • esame del campo visivo, in particolare - misurazione della visione periferica (la sua debolezza è un segno di glaucoma);
  • esame del fondo e del nervo ottico con una pupilla dilatata (usando gocce speciali);
  • gonioscopia (esame del tratto di efflusso del fluido intraoculare).

Per una diagnosi precoce e accurata del glaucoma, è possibile utilizzare anche un analizzatore di retina computerizzato.

Classificazione della malattia

Distinguere tra glaucoma congenito, glaucoma giovanile (glaucoma giovanile o glaucoma in giovane età), glaucoma primario negli adulti e glaucoma secondario. Il glaucoma congenito può essere determinato geneticamente (predeterminato) o causato da malattie e lesioni del feto durante lo sviluppo embrionale o durante il parto.

Malattie infettive (rosolia, parotite (parotite), poliomielite, tifo, sifilide, ecc.), Carenza di vitamina A, tireotossicosi, traumi meccanici durante la gravidanza, avvelenamento, alcolismo, esposizione a radiazioni ionizzanti, ecc. Portano allo sviluppo di glaucoma congenito..

Nel 60% dei casi, il glaucoma congenito viene diagnosticato nei neonati. Questa condizione è a volte indicata nella letteratura medica come idroftalmo (idropisia dell'occhio) o bufftalmo (occhio di bue). I segni cardinali del glaucoma congenito sono l'elevata pressione intraoculare (PIO), l'allargamento bilaterale della cornea e talvolta l'intero bulbo oculare.

Il glaucoma giovanile (giovanile) si verifica nei bambini di età superiore ai tre anni. Il limite di età per questo tipo di glaucoma è di 35 anni. Il glaucoma primario negli adulti è il tipo più comune di glaucoma associato a alterazioni dell'occhio legate all'età. In questa fase, l'attenzione principale è rivolta al glaucoma primario negli adulti, come la malattia più comune.

Il glaucoma secondario è una conseguenza di altre malattie degli occhi o generali, accompagnate da danni a quelle strutture oculari che sono coinvolte nella circolazione dell'umidità intraoculare o del suo deflusso dall'occhio.

  1. Il glaucoma ad angolo aperto è il tipo più comune di glaucoma (fino al 90%). In questa forma di malattia gli ingressi dei condotti destinati al deflusso del liquido intraoculare sono aperti e il problema nasce dall'ostruzione di queste vie di drenaggio. Spesso si sviluppa in modo asintomatico per molti anni. Tratta bene, soprattutto se rilevato presto.
  2. Glaucoma ad angolo chiuso - si sviluppa a causa del fatto che l'iride aumenta di dimensioni, si allarga e blocca i canali di drenaggio. Il fluido intraoculare non ha una via di deflusso, si accumula. Tutte le azioni che causano la dilatazione della pupilla possono portare a questa condizione.

Ad esempio, quando si entra in una stanza buia, quando si instillano gocce dilatanti negli occhi e si assumono determinati farmaci. Con il glaucoma ad angolo chiuso, la pressione intraoculare aumenta molto rapidamente (si sviluppa il cosiddetto attacco acuto di glaucoma). Più spesso questa forma della malattia si sviluppa nelle persone con ipermetropia..

  • Glaucoma con normale pressione intraoculare: in questa forma della malattia, si verifica un danno al nervo ottico nonostante il fatto che la pressione all'interno del bulbo oculare non sia aumentata. Si sviluppa più spesso nelle persone con fattori di rischio come, ad esempio, predisposizione ereditaria o malattie cardiache. Le cause immediate dello sviluppo della malattia non sono ancora note..
  • Glaucoma secondario - Si sviluppa come complicanza di un'altra malattia o intervento chirurgico agli occhi, che porta ad un aumento della pressione all'interno del bulbo oculare e danni al nervo ottico. Può verificarsi con cataratta, diabete, tumore o infiammazione, con l'uso di farmaci steroidei.
  • Il glaucoma pigmentato è una forma di glaucoma secondario ad angolo aperto. Si verifica quando i granuli di pigmento presenti nell'iride (la parte pigmentata del bulbo oculare) entrano nel fluido intraoculare. Questi granuli entrano nei tubuli di drenaggio e li ostruiscono gradualmente, il che provoca un aumento della pressione.
  • Glaucoma pseudoesfoliativo - Questo tipo di glaucoma secondario ad angolo aperto si sviluppa quando squame simili alla forfora si staccano dallo strato interno del cristallino e si intasano nell'angolo tra la cornea e l'iride, bloccando i condotti che drenano il liquido intraoculare.
  • Glaucoma neovascolare: si verifica quando si formano nuovi vasi sanguigni nell'iride o vicino ai canali di drenaggio dell'occhio.
  • Glaucoma post-traumatico: può svilupparsi immediatamente o diversi anni dopo l'intervento chirurgico, compare dopo ferite da puntura o puntura del bulbo oculare.
  • Il glaucoma congenito è un termine generico usato per riferirsi al glaucoma diagnosticato nell'infanzia o nella prima infanzia. Il deflusso alterato del liquido intraoculare è associato a un difetto ereditario, anomalie dello sviluppo o è una conseguenza di altre malattie degli occhi.
  • Sintomi


    Sintomi del glaucoma ad angolo aperto:

    • con questa malattia non c'è dolore, si sviluppa un lento deterioramento dell'acuità visiva
    • la maggior parte delle persone non nota questa graduale diminuzione della vista, spesso solo durante un controllo della vista con un medico.

    Sintomi del glaucoma ad angolo chiuso:

    1. visione offuscata
    2. l'aspetto di cerchi luminosi nel campo visivo
    3. forte dolore agli occhi o alla testa
    4. nausea e vomito
    5. improvvisa perdita della vista
    6. a differenza del glaucoma ad angolo aperto, i sintomi compaiono molto rapidamente. Si sviluppa un attacco acuto di glaucoma.

    Sintomi del glaucoma congenito:

    • sensibilità alla luce (fotofobia)
    • opacità corneale
    • ingrossamento dell'occhio o della cornea
    • aumento della lacrimazione
    • diminuzione della vista.

    Il quadro clinico del glaucoma primario

    Si presume che questi fattori portino a un deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello e agli occhi, disturbi nei normali processi metabolici negli occhi..

    Nella maggior parte dei casi, il glaucoma ad angolo aperto si verifica e progredisce in modo impercettibile per un paziente che non avverte sensazioni spiacevoli e si reca da un medico in una fase avanzata della malattia, quando nota un deterioramento dell'acuità visiva. I reclami sull'aspetto dei cerchi arcobaleno attorno alle fonti di luce, la visione offuscata periodica sono notati solo dal 15-20% dei pazienti.

    Sono questi sintomi che compaiono con un aumento della pressione intraoculare (IOP) e possono essere accompagnati da dolore nella regione della fronte e nella testa. Il glaucoma ad angolo aperto di solito colpisce entrambi gli occhi, nella maggior parte dei casi in modo asimmetrico. Il sintomo principale della malattia è l'aumento della pressione intraoculare (IOP).

    La pressione intraoculare nel glaucoma ad angolo aperto aumenta lentamente e gradualmente con l'aumentare della resistenza al deflusso del fluido intraoculare (IVF). Nel periodo iniziale è volubile, poi diventa persistente. Il segno diagnostico più importante del glaucoma ad angolo aperto è un cambiamento nel campo visivo.

    Prima di tutto, questi difetti sono determinati nelle sezioni centrali e si manifestano con l'espansione dei confini del punto cieco, l'aspetto della perdita arcuata. Questi disturbi vengono rilevati nelle prime fasi del glaucoma, con studi speciali sui campi visivi. Di regola, i pazienti stessi non notano questi cambiamenti nella vita di tutti i giorni..

    Con l'ulteriore sviluppo del processo glaucomatoso, vengono rivelati difetti nel campo visivo periferico. Il restringimento del campo visivo si verifica principalmente dal lato nasale, un ulteriore restringimento del campo visivo copre concentricamente le parti periferiche fino alla sua completa perdita. Deteriora l'adattamento al buio.

    Questi sintomi compaiono sullo sfondo di un persistente aumento della pressione intraoculare (IOP). Un calo dell'acuità visiva parla già di uno stadio grave e avanzato della malattia, accompagnato da un'atrofia quasi completa del nervo ottico. Il glaucoma ad angolo chiuso rappresenta il 20-25% dei casi di glaucoma primario. Le donne si ammalano più spesso degli uomini.

    I fattori predisponenti per lo sviluppo di questa forma di glaucoma sono:

    1. predisposizione anatomica;
    2. fattori funzionali della chiusura dell'angolo della camera anteriore;
    3. cambiamenti legati all'età negli occhi.

    Le caratteristiche anatomiche della struttura del bulbo oculare, che predispongono allo sviluppo del glaucoma ad angolo chiuso, sono le piccole dimensioni dell'occhio, la piccola camera anteriore, la grande lente, l'angolo stretto della camera anteriore, l'ipermetropia.

    Nella fase iniziale ciò è dovuto alla chiusura meccanica della zona trabecolare da parte della radice dell'iride, che è dovuta alle predisposizioni anatomiche dell'occhio. In questo caso, il deflusso del liquido intraoculare (IVF) diminuisce. Quando l'angolo della camera anteriore è completamente chiuso, si verifica una condizione chiamata attacco acuto di glaucoma ad angolo chiuso. Negli intervalli tra gli attacchi, l'angolo si apre.

    Durante tali attacchi, si formano gradualmente aderenze tra l'iride e la parete dell'angolo della camera anteriore, la malattia acquisisce gradualmente un decorso cronico con un aumento costante della pressione intraoculare (IOP). Durante la forma ad angolo chiuso del glaucoma, si possono distinguere le seguenti fasi:

    • preglaucoma;
    • attacco acuto di glaucoma;
    • decorso cronico del glaucoma.

    Il preglaucoma si verifica in persone che non hanno manifestazioni cliniche della malattia, ma quando si esamina l'angolo della camera anteriore, si scopre che è stretto o chiuso. Nel periodo tra il preglaucoma e un attacco acuto di glaucoma, sono possibili sintomi transitori di disagio visivo, comparsa di cerchi arcobaleno quando si guarda una fonte di luce, perdita della vista a breve termine.

    Molto spesso, questi fenomeni si verificano durante la permanenza prolungata al buio o l'eccitazione emotiva (queste condizioni contribuiscono alla dilatazione della pupilla, che riduce completamente o parzialmente il deflusso del liquido intraoculare) e di solito scompaiono da sole, senza causare molta ansia nei pazienti.

    Un attacco acuto di glaucoma si verifica sotto l'influenza di fattori provocatori, come tensione nervosa, superlavoro, permanenza prolungata al buio, dilatazione della pupilla indotta da farmaci, lavoro prolungato con la testa inclinata, assunzione di grandi quantità di liquidi. A volte un attacco si manifesta senza una ragione apparente.

    Il paziente lamenta dolore agli occhi e alla testa, visione offuscata, comparsa di cerchi arcobaleno quando guarda una fonte di luce. Le sensazioni dolorose sono causate dalla compressione degli elementi nervosi alla radice dell'iride e del corpo ciliare. Disagio visivo associato a edema corneale.

    Con un attacco pronunciato, possono comparire nausea e vomito, a volte dolore che si irradia alla regione del cuore e dell'addome, a volte imitando manifestazioni di patologia cardiovascolare.

    Quando si esamina visivamente un tale occhio senza dispositivi speciali, si può notare solo una forte espansione dei vasi sulla superficie anteriore del bulbo oculare, l'occhio diventa "rosso", con una sfumatura bluastra (iniezione stagnante di vasi sanguigni). La cornea diventa torbida a causa dello sviluppo dell'edema.

    Degna di nota è la pupilla dilatata che non risponde alla luce. Al culmine della crisi, l'acuità visiva può diminuire drasticamente. La pressione intraoculare può salire fino a 60-80 mm Hg. Art., Il deflusso del fluido dall'occhio si interrompe quasi completamente. L'occhio è denso come la pietra al tatto.

    Se entro poche ore dall'inizio dell'attacco, la pressione non viene alleviata con l'aiuto di farmaci o interventi chirurgici, l'occhio è in pericolo di perdita permanente della vista! Il glaucoma acuto è una situazione urgente e richiede cure mediche di emergenza!

    Nel tempo, la malattia diventa cronica. Questo tipo di glaucoma si verifica con un aumento progressivo della pressione intraoculare (IOP), convulsioni subacute e un blocco crescente dell'angolo della camera anteriore. Questi processi terminano naturalmente con lo sviluppo dell'atrofia glaucomatosa del nervo ottico, perdita delle funzioni visive.

    Opzioni di trattamento


    Nella prima variante identificata di questa malattia, questo è un trattamento conservativo, la nomina di un regime di gocciolamento di alcuni gruppi di farmaci, il regime viene selezionato individualmente secondo la prescrizione di un oftalmologo. Le gocce gocciolano secondo un certo schema, costantemente. È molto importante comunicare al paziente che questa malattia richiede un regime terapeutico costante..

    Anche il picco non è sempre molto buono per il sistema nervoso. Con un tale aumento, il numero di cellule nervose si riduce, non vengono ripristinate. Pertanto, in nessun caso dovresti violare il regime e annullare i farmaci da solo. Ogni gruppo viene gocciolato secondo uno schema specifico. C'è un certo regime di assunzione del farmaco e instillazione di gocce.

    È importante comunicare al paziente che il glaucoma è una malattia cronica. Come ogni malattia cronica, non può essere curata, ma è possibile mantenerla al livello in cui viene rilevata. Ora le aziende farmaceutiche stanno lavorando attivamente sui farmaci in modo che i prodotti antigoccia siano più convenienti da usare, in modo che il loro uso sia ridotto a una volta al giorno.

    Sebbene l'effetto del farmaco a volte sia di 48 ore e un po 'di più. Ma questo non significa che devi aspettare finché non finisce. La modalità distanza massima è una volta al giorno. Oppure, al mattino e alla sera, vengono gocciolati ulteriori farmaci di supporto, a seconda dell'effetto che si desidera ottenere.

    Se immagini cosa sia il glaucoma in termini di aspetto idrodinamico dell'occhio, allora puoi immaginare una sfera all'interno della quale il fluido viene costantemente prodotto, e deve fluire costantemente, altrimenti prima o poi questa cosa esploderà. Naturalmente l'occhio non esplode, dissipa la pressione.

    Produciamo fluido intraoculare, passa attraverso la pupilla nella camera anteriore. E attraverso l'angolo della camera anteriore passa attraverso il casco nel canale, nella nostra rete. Cosa può portare a un aumento della pressione?

    La prima ragione è che si produce troppo liquido e non può fuoriuscire nel tempo attraverso un certo volume del foro, si crea un eccesso di liquido che forma pressione. Oppure, al contrario, il liquido viene prodotto in un volume normale, ma il sistema di spurgo, l'impianto attuale è danneggiato, e non funziona più del 50%.

    Di conseguenza, il liquido non può fuoriuscire. Pertanto, il trattamento è prescritto in due direzioni. Può agire per ridurre la produzione di fluido intraoculare e il sistema di attivazione, deflusso. Oppure è un trattamento di supporto per ridurre il più possibile la pressione intraoculare.

    In genere, un occhio funziona ancora normalmente. Diciamo che ci sono numeri come 27 e 15. Devi raggiungere un valore di 15 nell'altro occhio, che sarà ottimale. A proposito, questo è un errore durante la diagnosi del glaucoma, c'è un livello di pressione superiore e inferiore.

    Se il paziente viene da un oftalmologo con una normale pressione sugli occhi, ma su un occhio il livello di pressione del bordo abbassato e sull'altro occhio il livello di pressione nel bordo superiore. Ciò significa che ha già sospetti di glaucoma e sta subendo un certo studio..

    Viene quasi sempre eseguito un esame completo del corpo. Ciò non significa che tutte le fasi dell'esame mirino all'installazione di cose glaucomatose con precisione. Viene esaminato l'intero occhio, inclusi biometria e assi, e la perimetria computerizzata. Nella storia del paziente viene registrato: con quali funzioni, con quali parametri era l'occhio, al fine di valutare successivamente le dinamiche dello sviluppo del processo.

    A volte i pazienti si lamentano del fatto che lo studio è troppo ampio e non necessario. Tutto questo è necessario, non può mancare, è necessario rimuovere il fuoco dell'intero occhio e scrivere i punti di partenza sulla mappa. In effetti, il paziente può avere una pressione normale su uno o l'altro occhio, solo la differenza tra gli indicatori dell'occhio è di 5 mm o più.

    Pertanto, se c'è un pregiudizio nella pressione degli occhi, questo non è sempre molto buono, fa pensare al medico se il paziente ha il glaucoma. Di regola, questa è già la prima fase. Il paziente è fortunato ad essere stato colto in una fase molto precoce dello sviluppo di questa malattia. E qui c'è una grande possibilità di mantenere alte funzioni visive per tutta la vita e non avere problemi a causa della perdita della vista..

    Cosa fare se non riesci a seguire il regime di flebo con il glaucoma?

    Tali casi si verificano, ma raramente. Ti lavi la faccia ogni mattina, non dimenticare. I pazienti impostano l'allarme e scrivono segni sullo specchio. La maggior parte di loro è molto responsabile della loro malattia. Nella vecchiaia, l'unica cosa che ha valore, oltre a quanto accumulato nel corso di una vita, è la visione.

    È molto difficile fare a meno della vista in età avanzata, perché non vedono i loro figli, non vedono la prole dei loro figli, non possono occuparsene. Sono un peso per la propria famiglia, non possono servire se stessi, ci sono molti problemi. Pertanto, una persona anziana è molto responsabile della sua malattia..

    C'è ancora un'operazione chirurgica, ma è prescritta quando nient'altro funziona. Questa può essere la prima fase in cui è impossibile raggiungere valori normali di pressione intraoculare attraverso un regime farmacologico. Quindi viene prescritta un'operazione chirurgica e si forma una nuova via di deflusso per il fluido intraoculare..

    Ci sono casi in cui i pazienti non percepiscono gocce, la reazione allergica a qualsiasi tipo di farmaco è talmente elevata da essere costretti a ricorrere a metodi alternativi. Questa è chirurgia laser, microinvasiva. Se il percorso laser per creare un percorso di deflusso aggiuntivo è inefficace, è necessario utilizzare un trattamento chirurgico.

    Dopo l'intervento chirurgico per creare un deflusso alternativo, una persona ha bisogno di un monitoraggio costante. E prima o poi il suo effetto, purtroppo, finisce.

    Regole di instillazione del farmaco

    La vista persa a causa del glaucoma non viene ripristinata. Tuttavia, il trattamento effettuato nelle prime fasi della malattia può arrestare la progressione della malattia e mantenere un'elevata acuità visiva. Questo è il motivo per cui la diagnosi precoce è così importante..

    I potenziali trattamenti includono terapia farmacologica, terapia fisica (in particolare, stimolazione del nervo ottico e della retina con deboli correnti elettriche o campi magnetici), laser o chirurgia o una combinazione di queste opzioni.

    La scelta di un metodo operativo per il trattamento del glaucoma dipende dalla sua forma, stadio e dalla presenza di patologie concomitanti. Il più delicato e indolore è il metodo laser, ma è efficace solo nelle prime fasi della malattia..

    Di norma, il trattamento del glaucoma inizia con l'uso di gocce che mantengono l'equilibrio dei liquidi nell'occhio malato e impediscono l'aumento della PIO (l'84% dei pazienti è trattato in modo conservativo). Questi farmaci devono essere gocciolati 1-2 volte al giorno e potresti doverlo fare per tutta la vita. Sfortunatamente, la stragrande maggioranza dei pazienti lascia questa attività entro un anno e la malattia se ne va.

    Pertanto, il trattamento conservativo non è adatto a tutti, ma solo a coloro che si prendono la propria salute in modo responsabile. Ma oltre alla disciplina del paziente per un trattamento di successo, è necessario essere in grado di eseguire correttamente una procedura così apparentemente semplice:

    1. Assicurati di lavarti le mani prima e dopo l'instillazione..
    2. Guarda in alto, tira la palpebra inferiore con l'indice di una mano e instilla il medicinale con l'altra. La congiuntiva contiene solo una goccia, non è necessaria di più. Seppellisci il secondo se non sei sicuro del colpo esatto.
    3. Rilascia la palpebra, chiudi l'occhio e premi delicatamente l'angolo dell'occhio più vicino al naso con il dito. Tieni il dito per almeno 2 minuti. Ciò impedirà al medicinale di fuoriuscire dall'occhio e di entrare nei seni..
    4. Non toccare la punta della bolla con le dita. Chiudetelo con il coperchio non appena avrete completato la procedura..
    5. Se le tue mani tremano, fatti aiutare da qualcuno o chiedi al tuo medico o al farmacista dispositivi speciali per l'instillazione..
    6. Segui esattamente il regime di gocciolamento prescritto. Se devi uscire di casa per molto tempo, non dimenticare di portarli con te..

    La durata di conservazione dei colliri prodotti in fabbrica è di almeno 2 anni, ma dopo aver aperto la bottiglia, possono essere utilizzati per non più di un mese. Quelli preparati in farmacia vengono conservati per 7 giorni dalla data di preparazione. Prima di aprire il flacone, le gocce possono essere conservate a temperatura ambiente in un luogo buio e, una volta aperte, solo in frigorifero.

    Il paziente deve informare il medico di qualsiasi disagio da instillazione: alcuni colliri sono controindicati in caso di diabete, asma bronchiale, malattie polmonari croniche, insufficienza cardiaca.