Psicologia online: perché un tic nervoso è pericoloso?

Un tic nervoso è forse accaduto a tutti almeno una volta nella vita. Una persona sana, senza motivo, inizia improvvisamente a fare l'occhiolino, contrarre il bordo del labbro. È particolarmente allarmante quando i tic compaiono spesso nei bambini e negli adolescenti. Allora perché si verificano contrazioni involontarie dei muscoli facciali??

Abbiamo deciso di parlare con uno specialista. Larisa Nurlygayanova - Candidata di Scienze Mediche, psicoterapeuta del Centro Consultivo e Diagnostico del Dipartimento n. 2 di Ufa. È specialista nel campo della diagnostica e della psicocorrezione di bambini e adolescenti..

- Larisa Razifovna, se la palpebra di un bambino ha improvvisamente iniziato a contrarsi volontariamente, è dai nervi? O dal superlavoro?

- Per prima cosa, devi capire cos'è un tic nervoso. I tic sono movimenti ripetitivi involontari per sbarazzarsi dello sforzo eccessivo. La zecca è uno dei sintomi di un disturbo del sistema nervoso centrale. I neurologi si occupano di questi disturbi. Ma c'è anche un rilascio fisiologico di stress in un particolare sistema. Non importa quale sia il sistema. È importante che fosse sotto stress. Questo è il risultato di un sovraccarico nel lavoro di organi e sistemi. Per rilassarsi, il corpo stesso inizia a inviare impulsi all'organo sovraccarico..

- Parlaci delle cause più comuni delle zecche.

- Spesso possiamo vedere tic dei muscoli facciali negli scolari (sbattere le palpebre, soffocare, tossire.). Questo è il risultato del sovraccarico degli occhi e del centro della parola. Il risultato dell'interruzione del sonno, della veglia e del lavoro.

Ma ci sono anche violazioni più gravi, in cui sono coinvolti spalle, testa, busto. Ci sono malattie più gravi, come la malattia della giovane marchesa o la malattia di Jules de La Tourette. Jules de La Tourette è il medico che per primo ha descritto questa malattia e la giovane marchesa è il suo paziente. Questa malattia si manifesta nell'uso di espressioni oscene, espressioni facciali. Inoltre, il paziente stesso li controlla con difficoltà. Se il controllo è durato l'intera giornata scolastica, il paziente deve semplicemente lasciare che questi tic schizzino fuori in un bagno caldo alla fine della giornata..

- È in qualche modo scomodo vedere un medico con il teak. Forse puoi liberartene da solo e tutto passerà nel tempo.?
Perché è pericoloso?

- Ci sono malattie, ma c'è una reazione difensiva. I medici del centro psicoterapeutico repubblicano (Dostoevsky 14), che include tutti gli specialisti necessari, aiuteranno a capirlo. Per noi, i tic sono un indicatore di una routine quotidiana impropria e la manifestazione delle conseguenze di lesioni alla testa non trattate. I tic sono un indicatore della salute del sistema nervoso centrale. Se non lo scopriamo in tempo, possiamo ottenere querulant, intrufolarsi, lamentarsi, attaccabrighe.
Sfortunatamente, la sola erboristeria non aiuta qui..

I tic nervosi sono un fastidio temporaneo o una malattia grave?

Le contrazioni involontarie dei muscoli facciali del viso distinguono una persona dalla massa e attirano l'attenzione degli altri. I tic nervosi negli adulti portano molti problemi ai loro proprietari.

Questo di solito è un disturbo neurologico, altrimenti indicato come ipercinesia tic, si sviluppa durante l'infanzia o la prima adolescenza. Man mano che la psiche si sviluppa e si rafforza, la malattia può passare spontaneamente e senza conseguenze..

Tuttavia, in un'età più matura, i tic nervosi non sono così innocui. Di solito si tratta di una malattia non curata o lasciata al caso, che si è trasformata in una forma cronica. Pertanto, vale la pena fare uno sforzo per sbarazzarsi delle manifestazioni di tic..

Concetto generale

I tic nervosi sono spasmi muscolari incontrollati o movimenti o suoni ripetitivi. Appaiono all'improvviso, in modo imprevedibile e causano molti problemi e seccature..

Gli impulsi motori sono stereotipati e ossessivi. Non possono essere controllati, anche se dall'esterno può sembrare che alcuni di essi siano prodotti apposta. Pertanto, i tic nervosi sono la causa non solo del disagio psicologico, ma anche fisico..

Da un punto di vista scientifico, lo sviluppo di tic nervosi è causato da un'interruzione nella produzione di dopamina o serotonina, che sono neurotrasmettitori. A loro volta, sono conduttori di segnali dagli organi e dai muscoli al cervello e viceversa. Con prestazioni insufficienti di questi ormoni, la comunicazione viene interrotta, si verifica un errore o vengono inviati falsi impulsi. Un organo, un muscolo o un arto separato cessa di obbedire al sistema nervoso centrale, producendo contrazioni o suoni arbitrari.

L'ipercinesia da tic negli adulti può essere:

  • primario: manifestarsi come una malattia separata;
  • secondario - per servire come conseguenze di altri disturbi;
  • ereditario: si tratta, molto spesso, di disturbi gravi, espressi sotto forma di tic generalizzati o sindrome di Tourette.

I tic nervosi negli adulti, così come nei bambini, sono divisi in due tipi: motori e vocali. I motori (sono anche motori) sono prodotti dai singoli muscoli o dai loro gruppi, vocali, cioè vocali - nella cui esecuzione sono coinvolti i suoni.

Entrambi possono essere tanto semplici quanto complessi. Dipende dal numero di muscoli coinvolti nella riproduzione del tic o dalla complessità dei suoni (nei casi di ipercinesia vocale). Il tic nervoso, che progredisce costantemente e acquisisce nuove forme, si trasforma gradualmente in una forma generalizzata.

Ci sono anche ipercinesia tic locale e diffusa. Nella prima variante, un tic nervoso colpisce un gruppo muscolare, molto spesso quello facciale. Con il coinvolgimento di diversi gruppi muscolari, possiamo parlare di tic comuni. Inoltre, nella maggior parte dei casi, iniziano con l'ipercinesia locale.

Sintomi tipici della malattia

Il problema del verificarsi di tic nervosi è un argomento piuttosto rilevante del nostro tempo. Motivo fisiologico per lo sviluppo dell'ipercinesia: interruzione del lavoro di alcune parti del cervello, fallimento delle connessioni neurali o reazione a uno stimolo esterno.

Un tic in un adulto può manifestarsi nelle seguenti azioni:

  • spasmi di un sopracciglio o di una palpebra;
  • occhiolino;
  • rughe sulla fronte;
  • leccare o stringere le labbra;
  • gonfiore delle ali del naso;
  • sporgere la lingua;
  • spasmi alle spalle;
  • sussultare di tutto il corpo;
  • alzando le mani;
  • pronuncia di singoli suoni, parole e persino frasi;
  • caratteristico grugnito;
  • fischio;
  • tosse.

Poiché una zecca nervosa è una malattia neurologica, il suo decorso può essere puramente individuale. I sintomi possono variare a seconda delle condizioni fisiche generali e della presenza di stimoli esterni. La visione prolungata della TV, oltre a lavorare o giocare al computer, influisce negativamente sul decorso della malattia.

A seconda della gravità del quadro clinico, l'ipercinesia è considerata come:

  • singolo - manifestato da due a nove volte in 20 minuti o durante la remissione;
  • seriale - esegui parossismo, in 20 minuti da 10, ma non più di 30 tick:
  • stato - la condizione più grave in cui negli stessi 20 minuti si verificano da 30 a 600 o più manifestazioni. Sono caratterizzati dallo stadio acuto della malattia.

Eccitazione, superlavoro, stato depressivo provocano un aumento della frequenza dei tic, mentre si sposta l'attenzione, concentrandosi su un'attività eccitante, al contrario, riduce questa tendenza.

Cause di disturbi da tic

L'esacerbazione dei sintomi dell'ipercinesia dipende direttamente dallo stato del sistema nervoso. Le sostanze irritanti più comuni sono:

  • situazioni stressanti;
  • mancanza di comprensione di ciò che sta accadendo;
  • circostanze che non possono essere influenzate in alcun modo;
  • rabbia causata da stimoli esterni;
  • bassa autostima, insicurezza.

Poiché la psiche di un adulto è già formata, non è così facile romperla. Pertanto, si ritiene che le cause dell'ipercinesia debbano essere ricercate nell'infanzia o nell'adolescenza. Fu durante questo periodo che la patologia iniziò a svilupparsi, tuttavia, o le sue manifestazioni erano troppo deboli o il paziente deliberatamente non voleva notarlo.

Un gruppo separato dovrebbe essere assegnato ai tic nervosi che appaiono come risultato di cattive abitudini come:

  • alcolismo;
  • fumare;
  • dipendenza;
  • passione per il gioco d'azzardo.

Ognuna di queste abitudini è dipendenza e prima o poi arriva un punto in cui una persona perde il controllo della situazione. Continuare il vecchio modo di vivere diventa impossibile, ei cambiamenti sono spaventosi, accompagnati da ansia e irritabilità, fino a dolori fisici o nausea. In questo caso, la causa dei tic nervosi può essere sia la sovraeccitazione del sistema nervoso centrale sia una situazione stressante causata da un forte rifiuto dell'abitudine, anche forzata.

Confessione di un ex alcolizzato: “Ho provato l'alcol quando ero un adolescente, all'età di 14 anni. Prima era birra, poi vino, poi liquori, cognac, whisky, vodka, ecc. Non posso dire di aver subito apprezzato il gusto delle bevande alcoliche. Tuttavia, in compagnia sembrava bello, gli amici più grandi mi trattavano e nel tempo sono stato così coinvolto che non è passato nemmeno un giorno che sono andato a letto sobrio.

Anche i genitori impegnati hanno iniziato a notare la mia dipendenza dall'alcol. Certo, ho cercato in qualche modo di tenere la situazione sotto controllo, ma ne è venuto fuori poco. Se non ho bevuto per almeno un paio di giorni, quelli intorno a me hanno cercato di evitarlo. E c'era una ragione per questo. Sono stato inseguito da esplosioni di rabbia e aggressività incontrollabile. Ma cosa posso dire, avevo paura di me stesso, inoltre, la mia palpebra sinistra improvvisamente iniziò a contrarsi e la mia bocca sembrava essersi contorta. Ma valeva la pena bere un paio di bicchieri di vodka - e basta, io sono l'anima dell'azienda, e non è rimasta traccia di un tic nervoso! Una trasformazione così drastica non poteva che spaventare.

Dopo aver discusso di questa situazione al consiglio di famiglia, siamo giunti a un accordo reciproco che non possiamo fare a meno dell'aiuto di specialisti. A quel tempo avevo già 20 anni: i miei studi erano abbandonati, niente amici, niente lavoro, niente vita personale. Non c'è niente da perdere, come si suol dire. Sono stato ricoverato in clinica per cure ospedaliere per la dipendenza da alcol. Il processo è andato bene perché io stesso desideravo sinceramente una conclusione positiva..

Solo una circostanza è stata messa in ombra: il tic nervoso, che in precedenza si era verificato in uno stato sobrio, ora si manifestava sempre più spesso. Inoltre, la sua progressione è stata osservata sotto forma di un'alzata involontaria delle spalle alle contrazioni esistenti della palpebra e della bocca. Il medico ha cambiato farmaci, cercando di trovare quello più adatto, ma il miglioramento è stato solo temporaneo. Sono riuscito a superare la dipendenza da alcol, anche se non senza un aiuto esterno, ma la lotta contro i tic nervosi è in pieno svolgimento... ".

Caratteristiche dei tic nervosi negli adulti

Nell'età adulta, un tic nervoso può avere diverse cause. Di solito questo:

  • trauma alla testa;
  • stress sperimentato, grave paura o shock;
  • effetto collaterale dopo un ictus;
  • il risultato di tumori cerebrali sia benigni che cancerosi;
  • le conseguenze di malattie virali o infettive come meningite, tonsillite, influenza, ecc.;
  • avvelenamento con sostanze tossiche che influenzano il funzionamento del sistema nervoso centrale.

D'altra parte, una zecca nervosa può essere un precursore di un attacco epilettico o di un ictus. Tra la popolazione adulta, i tic nervosi di vari orientamenti sono più spesso osservati nei maschi, sebbene durante l'infanzia la separazione per sesso sia approssimativamente la stessa. Le ragioni di ciò non sono completamente comprese..

Un'altra caratteristica interessante è che l'ipercinesia non compare durante il sonno. Cioè, non importa quanto siano gravi i sintomi durante la veglia, non appena una persona si addormenta, scompaiono, ma, sfortunatamente, dopo il risveglio, riprendono di nuovo..

Tic nervosi nelle persone anziane

L'ipercinesia da tic può svilupparsi anche in età avanzata. I loro sintomi sono simili ai tic nervosi descritti sopra, solo che possono sembrare un po 'ritardati. Il paziente stesso potrebbe non attribuire loro importanza o semplicemente non prestare attenzione, ma coloro che lo circondano lo notano. Alcuni attribuiscono le contrazioni insolite a cambiamenti legati all'età o segni di accompagnamento di disturbi come il morbo di Parkinson, ecc..

Molto spesso, questi sono tic motori, che si trasformano gradualmente in tremori. Si concentrano su:

  • muscoli della testa e del viso;
  • mani;
  • muscoli del collo, cingolo scapolare.

Per la corretta diagnosi è necessario un esame approfondito e lungo. Sfortunatamente, non tutti i pazienti anziani accettano procedure diagnostiche a lungo termine, preferendo auto-medicare o usare alcuni rimedi popolari.

Metodi moderni di terapia

Una persona che scopre un tic nervoso dovrebbe prima di tutto andare da un neurologo. È questo medico che esegue l'esame iniziale, studia i sintomi, li confronta con altre manifestazioni somatiche e li indirizza agli studi diagnostici necessari..

In alcuni casi, quando la malattia può essere ereditaria, ci si dovrebbe rivolgere a un genetista. Quando si effettua una diagnosi, vengono prese in considerazione tutte le malattie subite, eventuali traumi, compresi quelli psicologici.

Per identificare le cause dell'ipercinesia da tic o di altre malattie, i cui sintomi sono, è necessario sottoporsi alla seguente diagnostica hardware:

  1. Analisi del sangue biochimica dettagliata.
  2. Elettroencefalografia (EEG): determina lo stato funzionale del cervello e conferma o rifiuta la presenza di disturbi epilettici.
  3. Elettroneuromiografia: uno studio per identificare patologie muscolari.
  4. MRI: fornisce informazioni complete e dettagliate sulla struttura del cervello.
  5. La tomografia computerizzata esegue la scansione del cervello e dei tessuti che circondano il cranio per lesioni, ematomi, tumori e altri processi degenerativi.
  6. Diagnostica ecografica della testa (USDG) - è prescritta per disturbi circolatori generali o sospetta ipercinesia dovuta a ostruzione vascolare.

Nelle forme gravi di ipercinesia, si raccomanda di sottoporsi a test neuropsicologici. Questo metodo consente di identificare i volumi di memoria visiva e uditiva e di determinare le cause della memorizzazione problematica delle informazioni..

I tic nervosi osservati negli adulti richiedono chiaramente un trattamento. I più comuni ed efficaci sono i seguenti tipi:

  • farmaci - uso di farmaci che stimolano il ripristino degli impulsi neurali tra il cervello e le parti incontrollate del corpo;
  • psicoterapeutico - sessioni di gruppo o individuali, il cui scopo non è tanto quello di sbarazzarsi dei tic quanto accettare la propria condizione e adattarsi alla società.

Aree separate di psicoterapia - ipnosi, rilassamento, micropolarizzazione transcranica, allenamento autogeno mirano a sopprimere i riflessi patologici. I medicinali usati per trattare i tic nervosi negli adulti sono antipsicotici e antidepressivi.

La combinazione di entrambi i trattamenti è la più produttiva. La capacità di controllare le proprie emozioni consente di ridurre al minimo la manifestazione dei sintomi della malattia e persino di ottenere una remissione a lungo termine.

Storia non inventata

Ecco un ottimo esempio dell'uso di diversi trattamenti per i tic negli adulti..

Giovane donna, 28 anni. Ho imparato cos'è un tic nervoso, mentre ero ancora una bambina di sette anni. Ciò si è manifestato con contrazioni oculari e spasmi spontanei dei muscoli del collo. I genitori coscienziosi, notando che qualcosa non andava con il bambino, la portarono immediatamente da un neurologo. Il medico ha prescritto sedativi, riposo e protezione da situazioni stressanti. Tutte le raccomandazioni sono state seguite, le compresse sono state bevute, ma non è stato osservato alcun risultato evidente.

Dopo un po 'di tempo, la ragazza ha imparato a controllare in modo indipendente la situazione, trattenendo i suoi tic nervosi. In assenza di stimoli esterni persistenti, lo ha fatto con successo. Al momento della fine dell'età di transizione, i sintomi non erano praticamente osservati, sembrava che la malattia fosse passata spontaneamente.

Tuttavia, con l'inizio degli studi all'università, sullo sfondo di disordini, un cambiamento nell'ambiente abituale e altre esperienze, il tic nervoso è ripreso: la palpebra inferiore destra di nuovo non ha dato riposo. La nostra eroina, ora sola, ha deciso di chiedere aiuto a uno specialista. Dopo aver subito un ciclo di trattamento farmacologico, ha sentito un notevole miglioramento.

Non appena tutto sembrava funzionare, sono sorti nuovi motivi di preoccupazione:

  • gravidanza non pianificata;
  • matrimonio improvviso;
  • litigi con il coniuge;
  • nascita di un bambino;
  • mancanza cronica di sonno.

La combinazione di questi fattori ha provocato nuovamente il progresso dei tic nervosi. Ora erano concentrati sulla parte posteriore del collo: i muscoli sembravano avere crampi e la testa si voltava volontariamente di lato. Una palpebra quasi costantemente contratta completava questa triste immagine..

Questa volta hanno deciso di agire in modo più radicale. Presso il centro neurologico in cui è arrivato il paziente, sono state prescritte iniezioni per ridurre la sensibilità muscolare. Devono essere applicati direttamente nell'area problematica e con grande cura. Ma, a quanto pare, la dose del farmaco è stata calcolata in modo errato ei muscoli del collo semplicemente non potevano tenere la testa nella posizione desiderata. Ciò ha causato un certo disagio. L'effetto è durato circa un mese, poi è stata ripristinata la sensibilità.

I tic nel rachide cervicale non sono stati più osservati, ma le contrazioni dell'occhio occasionalmente hanno ancora infastidito. Per sbarazzarsi di queste manifestazioni di ipercinesia, la ragazza voleva provare un metodo di trattamento senza droghe. Avendo trovato un forum adatto su Internet, ha appreso che la lotta contro i tic nervosi con l'aiuto della terapia ipno-suggestiva è popolare. Lo ha usato.

Nonostante tutti gli sforzi e una notevole quantità di denaro speso per diverse sessioni di questa stessa terapia, il paziente non ha aspettato il risultato atteso. Il miglioramento è arrivato solo dopo la localizzazione di tutti gli stimoli esterni: divorzio da suo marito, trasferimento dai suoi genitori, tata per il bambino. Anche l'autocontrollo e l'evitamento consapevole delle situazioni stressanti hanno aiutato. Non sono state ancora osservate ricadute.

sindrome di Tourette

La sindrome di Tourette occupa un posto speciale tra i tic nervosi negli adulti. Questa è la forma più grave di ipercinesia possibile. Colpisce singole parti del cervello, porta alla disabilità e all'isolamento del paziente dalla società e può manifestarsi nei seguenti sintomi o nelle loro combinazioni:

  • contrazione dei muscoli del viso e del collo;
  • spasmi degli arti;
  • alzare le spalle;
  • movimenti irregolari, giri della testa o del corpo;
  • schioccare le dita.

I tic vocali sono quasi sempre associati a tic motori. Può trattarsi di tosse, ripetizione ripetuta di suoni o singole parole, urla involontaria di imprecazioni.

La sindrome di Tourette è solitamente caratterizzata da una combinazione di tic motori e vocali complessi su uno sfondo di disabilità mentale generale. La malattia compromette in modo significativo la qualità della vita del suo proprietario. Una persona non può visitare luoghi pubblici o, ad esempio, scegliere una professione che implichi uno stretto contatto con il team.

Nello sviluppo della sindrome di Tourette, un fattore ereditario gioca un ruolo chiave. Inoltre, non è affatto necessario che i genitori abbiano gli stessi disturbi da tic complessi. È sufficiente che qualcuno della famiglia abbia avuto un tic nervoso durante l'infanzia. Anche se successivamente è scomparso senza lasciare traccia, il rischio di gravi conseguenze nelle generazioni future sotto forma di insorgenza di ST aumenta molte volte..

Conseguenze dell'ipercinesia da tic

Se la malattia non può essere completamente curata, devi imparare a conviverci. I tic nervosi, ad eccezione delle forme generalizzate o della sindrome di Tourette, non influenzano in alcun modo la coscienza, il livello di pensiero o le capacità intellettuali di una persona. Il paziente è, come si suol dire, sano di mente e l'ipercinesia può essere attribuita a caratteristiche comportamentali.

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) può svilupparsi come risultato di tic nervosi progressivi. È caratterizzato da compromissione della memoria, attenzione, percezione delle informazioni. Il discorso diventa troppo veloce e incomprensibile o lento. Il livello di adattamento sociale diminuisce.

Come alleviare il decorso della malattia

A volte i tic nervosi negli adulti, indipendentemente dalla causa del loro verificarsi, non hanno manifestazioni gravi, ma sono comunque una ragione per lo sviluppo di complessi o insicurezza. In questo caso, la correzione dello stile di vita aiuterà. Per alleviare lo stress psicologico, è necessario non solo rimuovere gli stimoli, ma sostituirli con alcune azioni utili che contribuiranno a spostare l'attenzione.

La fonte dello stress e, di conseguenza, un tic nervoso, possono essere cose quotidiane come:

  1. Ambiente di lavoro. Per molti un'emergenza sul posto di lavoro è un processo normale. Per alcuni, questo accade quasi ogni giorno, per altri - durante i periodi di rendicontazione trimestrali o annuali. Non importa quanto spesso accada, l'importante è mantenere la compostezza in tutte le circostanze. Se diventa sempre più difficile frenare le emozioni, ei tic nervosi si ricordano con invidiabile costanza, allora questo è un motivo per pensare a cambiare lavoro o almeno a prendersi una breve vacanza.
  2. Relazioni familiari. Tutti sanno che le famiglie, soprattutto quelle giovani, non vanno sempre lisce. Il periodo di macinazione e compromissione può richiedere diversi anni. Durante questo periodo, puoi seriamente rovinare il sistema nervoso dell'altro. Tutto può finire non solo con tic nervosi, ma anche con disturbi molto più gravi. Quale potrebbe essere la soluzione? Trova un'attività eccitante comune, impara a parlare con calma del problema, senza rimproveri reciproci. Se queste azioni non portano risultati e la tensione nervosa non si attenua, l'unica via d'uscita è riposarsi per alcuni giorni l'uno dall'altro..
  3. Bambino. I bambini sono il significato della nostra vita e il meglio che può accaderci. Ma c'è un aspetto negativo in tutto. Crescere un figlio è un lavoro duro e per alcuni è al di là del loro potere. A volte gli scherzi dei bambini o gli scoppi d'ira in pubblico possono portare al caldo bianco, per non parlare degli spasmi degli occhi. Perdersi con un bambino è l'ultima cosa e devi prenderti cura delle tue cellule nervose. Come posso fare questo? Rivedi i metodi per crescere tuo figlio, coinvolgi nonne, nonni e altri parenti premurosi nel processo. Riposati molto e cerca di trovare positivo nel comunicare con i bambini.

L'esercizio è molto utile per stabilizzare gli squilibri nervosi. L'attività fisica in quantità ragionevoli normalizza le condizioni generali e tonifica non solo i muscoli, ma anche l'attività cerebrale. Aerobica, jogging, ciclismo sono gli sport più indicati per le persone con tic nervosi.

L'impulso di energia e vitalità ha un effetto calmante, ma funziona solo quando le lezioni si svolgono secondo un programma speciale, aumentando gradualmente il ritmo. All'inizio, possono essere percepiti dal corpo come un fattore di formazione dello stress, ma questo è un fenomeno temporaneo. Dolore, depressione e stanchezza sono sostituiti da una sensazione di leggerezza, un'ondata di forza e fiducia in se stessi.

La nutrizione gioca un ruolo importante nella formazione di un ritratto psicologico. Tutti sanno che siamo fatti di ciò che mangiamo. Sfortunatamente, nel nostro tempo, molti trattano il processo del mangiare non come una necessità vitale, ma come un modo per ricevere piacere. In questo caso, la preferenza è data al cibo delizioso, ma assolutamente inutile:

  • Fast food;
  • spuntini;
  • dolci;
  • alimenti contenenti grassi trans;
  • bevande dolci e gassate.

Questo non può che influenzare lo stato mentale, poiché tutti i processi nel nostro corpo sono interconnessi. Una nutrizione impropria porta a disturbi cerebrali, tra i quali possono esserci tic nervosi di varia gravità. È importante avvicinarsi consapevolmente alla scelta dei prodotti, privilegiando frutta e verdura fresca, carne naturale, pesce, cereali ed erbe aromatiche. Tè e caffè, che includono caffeina, sono anche desiderabili per sostituire con succhi, bevande al latte fermentato, frullati o acqua minerale.

Tutti conoscono i pericoli dell'alcol e della nicotina. Mentre inizialmente si rilassano, nel tempo distruggono letteralmente il sistema nervoso. L'alcol è in testa qui. Inoltre, le conseguenze sono spesso irreversibili..

Cattiva abitudine o malattia? Cos'è un tic nervoso

Infatti, in determinate condizioni, tutti questi sintomi possono effettivamente essere segni della presenza di tic ipercinesia (tic nervoso). Ma questa non è una cattiva abitudine, ma una delle malattie neurologiche più comuni..

Attacco di bambini

I tic di solito si verificano nei bambini dai 2 anni fino all'età adulta (fino a 21 anni). I ragazzi sono più suscettibili a questa malattia. I sintomi compaiono a 3 o 7-11 anni di età. Grave stress, paura o stress possono provocare l'insorgenza della malattia. Ad esempio, questo può accadere quando un bambino inizia ad andare all'asilo oa scuola. I conflitti genitoriali o i disaccordi tra coetanei possono anche causare tic ipercinesia..

Tuttavia, i tic nervosi sono comuni anche negli adulti. E una valeriana o un bagno rilassante non aiutano qui.

Cos'è un tic nervoso?

Questa è una contrazione involontaria di uno o di un gruppo di muscoli. Ce ne sono un gran numero nel nostro corpo e qualsiasi muscolo può iniziare a contrarsi senza la volontà di una persona.

Tuttavia, i tic motori più comuni possono essere identificati:

  • Contrazione della palpebra, battito di ciglia;
  • Strabismo;
  • Contrazioni dei muscoli facciali;
  • Sussultando;
  • Alzando le spalle, contrazioni alle spalle;
  • Contrazione della testa o di una delle mani;
  • Calci, scosse delle gambe;
  • Salti leggeri;
  • Aprire la bocca.

C'è anche un gruppo separato di tic vocali, quando una persona involontariamente e improvvisamente emette suoni:

  • Annusare;
  • Sorsi;
  • Tosse;
  • Sbuffa;
  • Grugniti;
  • Giura;
  • Ripete le frasi di altre persone o le singole parole;
  • Bip;
  • Ripete le tue parole o le ultime sillabe di singole parole.

Di solito la comparsa dei tic è preceduta dai cosiddetti tic sensoriali: sensazioni specifiche. Quindi, prima di sbattere le palpebre, una persona può sentire una sensazione di bruciore negli occhi. La pronuncia involontaria dei suoni può essere preceduta da una sensazione di nodo alla gola, una certa congestione e prima che i muscoli del braccio o del collo si contraggano, sperimenteranno una forte tensione.

Spesso, le contrazioni dei muscoli facciali sono accompagnate da contrazioni degli arti e di altri muscoli del corpo. È un tic generalizzato che coinvolge più muscoli contemporaneamente..

Se il bambino si trova in una posizione per molto tempo ed è rilassato, i tic possono peggiorare. Possono essere indeboliti svolgendo un compito, giocando e qualsiasi attività che richieda concentrazione e concentrazione..

Ragioni per l'aspetto

Lo stress o la paura estrema possono scatenare i tic, ma questa non è la causa principale. È il cervello che invia i comandi ai muscoli e il segno di spunta è un indicatore del malfunzionamento del cervello, poiché fornisce comandi non necessari. Nei casi in cui una persona ha sofferto di encefalite o qualche tipo di neuroinfezione, è lei, l'infezione, che causa la comparsa di tic.

Ma questi sono casi speciali. Se una persona non ha tollerato nessuna di queste malattie, è molto probabile che una lesione al cranio sia stata la causa del tic. Prima di tutto, questa è una lesione alla nascita più una lesione acquisita, che ha provocato un'interruzione nel lavoro delle zone sottocorticali del cervello..

Per riprendersi da una malattia, è necessario ripristinare l'afflusso di sangue al cervello, cioè rimuovere le conseguenze del trauma subito. Questo può essere fatto, ma il risultato dipenderà anche da altri fattori: l'età del paziente, la gravità della lesione. Grazie al trattamento osteopatico, l'afflusso di sangue al cervello viene ripristinato, di conseguenza i sintomi scompaiono.

L'età migliore per questo è fino a 7 anni. Se il trauma non è grave, il bambino può essere completamente guarito dai tic, ma se il paziente ha subito un trauma grave e si è persino trasformato in età adulta, è difficile garantire una guarigione al cento per cento, ma c'è la possibilità di migliorare significativamente le sue condizioni. I medici sono stati in grado di aiutare queste persone più di una volta..

Tic nervoso: i suoi tipi, diagnosi, come sbarazzarsi di

I tic nervosi sono più comuni nei bambini. E con un trattamento o una correzione adeguati, scompare abbastanza rapidamente. Tuttavia, ci sono adulti che soffrono di disturbi simili. Questo disturbo dell'attività nervosa può manifestarsi a quasi tutte le età..

Cos'è un tic nervoso

A proposito, un tic nervoso è un "parente" di disturbi del movimento come parkinsonismo, corea, mioclono e alcuni altri. Tutti questi sono tipi di ipercinesia, cioè movimenti involontari nei muscoli che si verificano al comando sbagliato del cervello..

Cos'è esattamente un tic nervoso? Questo è un movimento elementare stereotipato, veloce e involontario che si verifica a causa della contrazione di uno o più muscoli. Tali movimenti possono avvenire in diverse parti del corpo, compreso l'apparato vocale; in questo caso, un tic nervoso si manifesta come una pronuncia involontaria di determinati suoni, parole e persino frasi.

A differenza della corea o del mioclono, i tic nervosi non sono abbastanza gravi da interferire con la normale attività motoria. Tuttavia, creano un'impressione spiacevole dell'interlocutore e rovinano la loro vita. Esternamente, i tic nervosi sono simili alle caricature dei movimenti normali, quindi a volte possono causare risate negli altri.

Anche i medici antichi erano interessati ai tic nervosi. Per la prima volta questo fenomeno fu descritto nel VII secolo, poi fu chiamato "l'abitudine dei muscoli a contrarsi".

Quali sono i tic nervosi

L'intera varietà di tic nervosi - e ce ne sono alcuni tipi - doveva essere classificata in qualche modo. Sono distribuiti secondo diversi criteri.

Ad esempio, in base alla localizzazione, i tic sono suddivisi nei seguenti tipi:

  • Mimic (facciale);
  • Voce (vocale), che sono semplici e complesse;
  • Respiratorio (che coinvolge i muscoli respiratori);
  • Operculare (cioè masticabile);
  • Manuale (combina i movimenti degli arti superiori);
  • Focale (include i movimenti della testa, del viso, del tronco e degli arti inferiori).

In termini di prevalenza, i tic sono locali, quando è coinvolto un gruppo muscolare, e generalizzati, quando sono coinvolti diversi gruppi muscolari, il che rende il tic simile a un movimento intenzionale.

In termini di durata, sono temporanei (durano non più di un anno) e cronici.

In termini di complessità, i tic nervosi sono semplici (movimenti elementari) e complessi (movimenti con una struttura complessa e il coinvolgimento di molti muscoli).

I tic mimici sono contrazioni dei muscoli del viso, smorfie. Le contrazioni dei muscoli oculari meritano un'attenzione particolare, poiché tali tic si verificano più spesso di altri. La ragione di ciò è che ci sono molti muscoli e terminazioni nervose intorno agli occhi; sono anche i muscoli più deboli del corpo umano. Un altro motivo per la maggiore prevalenza di tic facciali e in particolare degli occhi è che i muscoli facciali si muovono di più, poiché, oltre alle loro funzioni di base (controllo di parti e organi del viso, occhi, mascelle), riflettono le esperienze emotive di una persona.

Tic respiratori: tosse, grugniti, aspirazione o aspirazione rumorosa. Opercular - tintinnio, schiocco, schiocco dei denti, masticare. Tic manuali: schiocco delle dita, rotazione delle mani, sfregamento dei palmi, ecc..

I tic vocali semplici sono la pronuncia involontaria di singoli suoni. Esistono anche tic vocali complessi, in cui si verifica la pronuncia involontaria di parole e frasi; una sorta di tale violazione è, ad esempio, la coprolalia, un'attrazione irresistibile per pronunciare parolacce, bestemmie, insulti ordinari e osservazioni ciniche. Altri esempi sono l'ecolalia (ripetizione dolorosa di parole o parti di esse ascoltate nel discorso di qualcun altro), palilalia (bisogno doloroso di ripetere certe parole e frasi).

Le ragioni per lo sviluppo dei tic

L'eziologia dei tic nervosi è piuttosto varia. I tic si dividono in primari, o psicogeni e secondari, che si osservano con danno cerebrale organico o dismetabolico, interruzione degli organi interni, disturbi extrapiramidali, dovuti all'assunzione di alcuni farmaci antipsicotici. Ci sono anche tic ereditari osservati nella cosiddetta sindrome di Tourette. Con la nevralgia, può verificarsi un tic del dolore a causa del dolore acuto.

Una menzione speciale va fatta ai disturbi extrapiramidali. La corteccia cerebrale contiene molti centri nervosi responsabili di determinate funzioni: parola, movimento, emozioni, immagini visive, pensieri. Tutti questi centri nel cervello sono strettamente intrecciati. Nello strato sottocorticale è presente un sistema extrapiramidale, che non fa parte della corteccia, ma è collegato ad essa da numerose connessioni nervose. Tutte queste parti insieme formano un unico sistema che è responsabile del coordinamento dei movimenti di diversi gruppi muscolari, del mantenimento della postura del corpo e della regolazione del tono muscolare. Questa è una costruzione molto complessa e il minimo fallimento può portare a disturbi come i tic nervosi. Comando cerebrale errato Decodifica errata dei segnali cerebrali: queste sono le ragioni che portano ai tic.

La sindrome di Tourette è una malattia genetica in cui sono presenti più tic motori e un tic vocale. Della vocale, la coprolalia si verifica più spesso, molto meno spesso l'ecolalia e la palilalia. Nella sindrome di Tourette, i tic sono monotoni e irregolari. Di solito sono preceduti da una sorta di impulso; i pazienti dicono di sentire la tensione in una certa parte del corpo, che stanno cercando di "rilasciare" attraverso il movimento. Cioè, i tic in questo caso sono, in un certo senso, movimenti coscienti, sebbene il tono muscolare aumenti ancora involontariamente. Tali impulsi e impulsi sono chiamati fenomeni sensoriali..

Ci sono casi in cui la sindrome di Tourette è comparsa sporadicamente, cioè non aveva una natura ereditaria. È stato anche dimostrato che i fattori ambientali e autoimmuni svolgono un certo ruolo nello sviluppo della sindrome di Tourette e nel grado di manifestazione dei tic. Esistono studi che hanno dimostrato una certa dipendenza della manifestazione dei tic dall'infezione da malattie streptococciche..

Per tutti i tipi di tic, è stato stabilito che colpiscono più spesso i maschi rispetto alle femmine..

C'è un gruppo di "tourettismo" - condizioni simili alla sindrome di Tourette, ma che appaiono per altri motivi. Tali motivi possono essere ictus, encefalite, lesioni cerebrali traumatiche e altri..

Le cause psicogene dei tic nervosi sono le più ovvie. Questo è un forte stress, tensione nervosa, lavoro mentale a lungo termine senza interruzioni. Si nota che i tic sono un evento frequente nei bambini e negli adolescenti durante il ricovero all'asilo oa scuola: questi eventi di per sé sono un certo stress per il bambino, soprattutto perché da questo momento il carico intellettuale aumenta, al bambino vengono presentate più richieste di prima.

Recentemente, gli scienziati hanno compiuto progressi significativi nello studio dei tic nervosi. Pertanto, si è riscontrato che nella metà dei casi i bambini con sindrome di Tourette soffrivano anche di disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Forse questa malattia provoca la comparsa di spasmi..

Come riconoscere un tic nervoso

Di solito, gli spasmi muscolari sono visibili agli altri. Inoltre, non è difficile rilevare i tic vocali. Tuttavia, non tutti gli spasmi o gli atti vocali sono una patologia. Nella maggior parte delle persone, si verificano casi individuali di contrazione di alcuni muscoli, inclusi i muscoli oculari; questo può accadere per superlavoro, stress, un serio litigio. Le contrazioni dolorose si verificano costantemente e senza alcuna causa esterna..

Spesso i pazienti cercano di neutralizzare il tic crescente con uno sforzo di volontà. Alcuni addirittura riescono. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la forza della tensione muscolare aumenta solo da questo e gradualmente il paziente non può più resistere all'attrazione.

Le manifestazioni dei tic dipendono dalla loro posizione. Questo può essere picchiettare con le mani, sfregare i palmi, saltare, picchiettare, movimenti del bacino, glutei e muscoli addominali. I tic nervosi localizzati sul viso si esprimono in contrazioni delle sopracciglia, frequenti battiti di ciglia, spasmi del naso, movimento delle labbra. I tic localizzati nella zona della testa o del collo si manifestano con cenni involontari, la testa gira in direzioni diverse.

Succede che i pazienti non siano consapevoli di tensioni muscolari patologiche e non se ne lamentino; i tic in questo caso vengono notati da altri. È stato notato che gli adulti hanno maggiori probabilità di essere consapevoli dei loro tic rispetto ai bambini piccoli.

L'influenza di fattori esterni sui tic è individuale per ogni persona. Spesso con eccitazione o con grave affaticamento, i movimenti patologici si intensificano; ma per alcuni è il contrario. Dopo aver bevuto alcol, l'intensità dei tic diminuisce molto spesso, anche se accade e viceversa.

Tutti i tic nervosi hanno una cosa in comune: il paziente non ha quasi alcun controllo su di loro. Anche se è consapevole della loro presenza, si verificano comunque contro la sua volontà..

Non si dovrebbe pensare che i tic nervosi siano associati a gravi danni all'intelletto o alla psiche. Di regola, non interferiscono con la normale attività mentale, non minano il lavoro del sistema nervoso. I tic compaiono in persone di tutte le età, diversi livelli di intelligenza, diverse professioni e con diversi status sociali.

Come già accennato, i pazienti di solito (se sono consapevoli della presenza di un tic) iniziano a provare sensazioni spiacevoli nell'area di localizzazione del disturbo: crescente tensione nei muscoli degli arti, fastidio alle spalle, "nodo alla gola". Dopo il "rilascio" della tensione con l'aiuto del movimento, c'è sollievo o una piacevole sensazione di prurito.

Diagnostica Twitch

Per fare una diagnosi corretta, un tic nervoso dovrebbe essere in grado di distinguerlo dagli atti motori generati da altre cause, inclusi altri tipi di ipercinesia. Alcuni disturbi del movimento possono manifestarsi nella sindrome di Down, sindrome di Klinefelter.

Un elettroencefalogramma viene prescritto quando i tic devono essere distinti dalle convulsioni. Per escludere malattie cerebrali, viene prescritta una risonanza magnetica. Per "eliminare" la possibilità di ipotiroidismo, misurare la quantità di ormone stimolante la tiroide nel corpo.

Se i tic nervosi hanno improvvisamente debuttato in adolescenti o adulti, può essere prescritta un'analisi delle urine per l'eventuale rilevamento di tracce di sostanze stupefacenti: in alcuni casi la tossicodipendenza può anche provocare la comparsa di tic.

È importante fare una storia, così come intervistare i familiari del paziente. In quest'ultimo caso, ad esempio, lo studio dello stato del fegato nel paziente e nei parenti aiuta ad escludere la malattia di Wilson. In alcuni casi, è anche necessario esaminare le feci e il sangue del paziente: i disturbi del movimento possono essere causati da elminti o malattie infettive.

Come sbarazzarsi di un tic nervoso

Come ogni disturbo neuropsichiatrico, i tic possono essere trattati con farmaci, psicoterapia ed esercizio specifico..

Se il paziente nota in se stesso contrazioni muscolari spontanee in una certa area (che sono chiamate tic), allora può tendere fortemente questo muscolo. Una procedura così semplice può eliminare la manifestazione del disturbo per un po ', poiché il muscolo sarà esausto e incapace di contrarsi. Tuttavia, questo metodo non elimina la causa della malattia e gli spasmi tornano presto. Questo metodo non deve essere utilizzato se le contrazioni sono causate da un danno al nervo trigemino. In questo caso, si raccomanda di evitare il più possibile qualsiasi fattore irritante - in particolare, evitare di toccare un muscolo tremante o contratto.

In caso di contrazione degli occhi, è necessario chiudere gli occhi per circa 15 minuti e rilassarsi. Puoi anche applicare dei dischetti di cotone imbevuti di liquido caldo sugli occhi. C'è anche un esercizio del genere: devi spalancare gli occhi con forza, quindi chiudere bruscamente gli occhi per un paio di secondi; questa azione dovrebbe essere eseguita tre volte di seguito. Puoi battere rapidamente entrambi gli occhi per alcuni secondi, quindi chiuderli per due minuti e rilassarti. Quando si contrae un occhio, è possibile premere leggermente al centro dell'arcata sopracciliare sopra questo occhio.

Per quanto riguarda i casi più gravi, i farmaci aiutano a far fronte ai tic nervosi. L'aloperidolo e il botox sono più comunemente usati per combattere gli spasmi. Il primo appartiene ai farmaci antipsicotici e il secondo blocca la trasmissione neuromuscolare. Botox è usato raramente - per esempio, quando è necessario "mascherare" un sintomo; questa sostanza conferisce elasticità ai muscoli, in modo che le contrazioni diventino invisibili agli altri.

Da rimedi erboristici utilizzati infusi di valeriana e motherwort.

Tra i metodi non farmacologici, la terapia comportamentale è ampiamente utilizzata. Il suo obiettivo è alleviare l'ansia, sviluppare la fiducia in se stessi nel paziente e, soprattutto, sviluppare la capacità di controllare i sintomi..

Di particolare difficoltà è il trattamento della sindrome di Tourette. Se si verifica in una forma lieve, tutta la terapia si riduce alla consueta eliminazione dei tic, descritta sopra. Se ci sono condizioni concomitanti, il trattamento dovrebbe essere principalmente diretto a loro, poiché portano più problemi dei tic. Da farmaci vengono mostrati antipsicotici tipici e atipici, farmaci antipertensivi, antidepressivi, preparati al litio. I farmaci sono prescritti solo per manifestazioni gravi della malattia. Tutti causano effetti collaterali diversi, quindi i farmaci dovrebbero essere selezionati da uno specialista individualmente per ciascun paziente. Attualmente non esiste un trattamento universale per la sindrome di Tourette.

Se un bambino in età prescolare o scolare soffre di tic nervosi, i genitori dovrebbero avvertire in anticipo i suoi compagni di classe, compagni di classe, educatori e insegnanti della presenza della malattia. Questo è particolarmente vero per la sindrome di Tourette. Altrimenti, il ridicolo degli altri non farà che peggiorare le condizioni del paziente e i tic diventeranno più forti..

Lo studio scientifico dei tic nervosi, inclusa la sindrome di Tourette, iniziò solo nel 19 ° secolo. Ma erano conosciuti già nel Medioevo. A quel tempo strani movimenti, suoni e parole erano spiegati dal "possesso del diavolo", quindi, come cura per i malati, veniva prescritto un rito di esorcismo, oltre a preghiere e digiuno. Sintomi simili a quelli della sindrome di Tourette furono descritti per la prima volta nel famoso trattato medievale The Hammer of the Witches, destinato agli inquisitori. È chiaro che i metodi per affrontare questa malattia proposti non hanno funzionato; e spesso i "posseduti" dovevano essere bruciati sul rogo. Ora il ventunesimo secolo è nel cortile, ma ai nostri giorni ci sono persone scarsamente istruite che sono colte da soggezione mistica alla vista di manifestazioni pronunciate di tic nervosi, e si precipitano a eseguire rituali religiosi sul paziente, assicurandosi che ci sia un "demone" in lui. Particolarmente impressionante è la sindrome di Tourette, che a volte viene chiamata "sindrome della rabbia": il comportamento del paziente durante le crisi assomiglia a esplosioni di rabbia, gli spasmi degli arti sono così forti che può rompere l'oggetto che sta attualmente tenendo tra le mani, rompere o graffiare il piano del tavolo, infliggere se stesso o altri trauma. I tic nervosi nella malattia di Tourette dall'esterno sembrano essere manifestazioni intenzionali di rabbia e rabbia, mentre i pazienti ammettono che non possono controllarsi. Tutto ciò circonda una malattia nervosa completamente ordinaria con un alone mistico e rafforza solo le convinzioni religiose dei credenti..

Nel diciannovesimo secolo, gli scienziati hanno finalmente intrapreso lo studio dei tic nervosi e lo sviluppo di metodi per il loro trattamento. E in molti modi, sono stati spinti a questo da considerazioni di natura etica ed estetica. Quindi, uno dei primi pazienti descritti con sintomi di coprolalia fu la marchesa Dampierre, una famosa aristocratica parigina a quel tempo, famosa per i suoi modi nobili, l'alta intelligenza e la nobile nascita; tutto questo era in netto contrasto con il suo irresistibile desiderio di oscene maledizioni, che, dopo ulteriori studi, si rivelò essere una manifestazione di una grave malattia.

L'artista canadese Shane Fistell convive da molti anni con la sindrome di Tourette. Non ha lasciato la sua casa per anni, perché la malattia ha impedito il normale contatto con le persone. Anche quando è stato portato per la prima volta da un medico all'età di diciassette anni, non è riuscito a fare la diagnosi corretta e ha cercato di esporlo, perché pensava che stesse fingendo. Era successo quarant'anni fa e, a quel tempo, la sindrome di Tourette era ancora poco conosciuta. Oggi, sia i medici che lo stesso Fistell sanno qual è veramente la sua malattia, ma la gente comune non lo sa ancora. Per strada viene costantemente fermato dalla polizia, nei negozi è costantemente creduto dalle guardie; sono tutti convinti che questa persona dal comportamento strano sia incline a commettere crimini. Uno dei passanti lo ha cosparso di acqua santa, perché pensava che Fistell fosse posseduto dal diavolo. L'artista crede che né i rituali religiosi né le pillole possano aiutarlo; dai farmaci prescritti, dorme 18 ore al giorno, ma i tic non scompaiono. Fistell crede persino che i medici gli prescrivano specificamente tali farmaci per liberare la società da lui. Nonostante la sua malattia, sotto tutti gli altri aspetti Fistell vanta un'eccellente salute fisica, grande intelligenza e attività creativa..

Prevenzione dell'insorgenza della malattia

Come prevenzione della comparsa di tic nervosi, può essere raccomandato uno stile di vita sano. È anche importante organizzare correttamente l'orario di lavoro, osservare i regimi di sonno e riposo. È improbabile che i tic nervosi si verifichino in una persona che evita situazioni stressanti ed è in grado di risolvere con calma tutti i problemi che si presentano davanti a lui.

Tic nervosi negli adulti. Cause, sintomi e trattamento della patologia

Il tic nervoso è una malattia del sistema nervoso, che si manifesta con contrazioni rapide, improvvise e spesso ripetitive di alcuni gruppi muscolari che si verificano contro la volontà di una persona. Le contrazioni muscolari durante un tic nervoso assomigliano ai normali movimenti volontari, sebbene in realtà una persona non controlli il proprio aspetto e non sia in grado di trattenerli..

Con un tic nervoso, una persona sviluppa un desiderio irresistibile di fare un certo movimento o emettere un suono. I tentativi di sopprimere questo desiderio con uno sforzo non fanno che aumentare lo stress psico-emotivo. Dopo aver fatto un movimento di tic, una persona avverte un breve sollievo psicologico, dopo di che si ripresenta la necessità di eseguire questo movimento..

Secondo varie fonti, lo 0,1 - 1% della popolazione adulta della Terra soffre di tic nervoso. Molto spesso, questa malattia si verifica tra i residenti di grandi città con una popolazione di oltre 1 milione di persone. Gli uomini si ammalano 1,5 - 2 volte più spesso delle donne. Un tic nervoso in un adulto, di regola, indica gravi disturbi del sistema nervoso e nella stragrande maggioranza dei casi richiede cure mediche specialistiche.

Fatti interessanti

  • Di solito, un tic nervoso inizia durante l'infanzia. La prima comparsa di tic dopo i 18 anni di età è meno comune e spesso dovuta ad altre malattie.
  • Molto spesso, un tic nervoso colpisce l'area dei muscoli facciali del viso. Molto meno comunemente, vengono colpiti i muscoli delle braccia, delle gambe o del tronco.
  • I tic nervosi possono essere motori (sbattere le palpebre, contrarre una mano) o vocali (annusare, sibilare, fino a pronunciare singole parole).
  • Esternamente, un tic nervoso è indistinguibile da un normale movimento volontario. La malattia dà solo inadeguatezza e frequente ripetizione dei movimenti delle zecche.
  • La frequenza dei tic nervosi tra la popolazione urbana è maggiore rispetto alle aree rurali, che è associata al ritmo frenetico della vita in città.
  • Un tic nervoso può manifestarsi in una varietà di movimenti: dalle contrazioni muscolari singole (tic semplice) a determinati gesti (tic complesso).
  • Alessandro Magno, Mikhail Kutuzov, Napoleone, Mozart e altre personalità di spicco soffrivano di un tic nervoso.

Innervazione muscolare

Cervello

Il cervello è un insieme di cellule nervose (neuroni) che controllano l'attività dell'intero corpo. Ogni area del cervello è responsabile di una funzione specifica del corpo: vista, udito, sensazione e così via. I movimenti volontari sono controllati anche da aree specifiche del cervello..

Le aree del cervello responsabili dei movimenti volontari sono:

  • sistema piramidale;
  • sistema extrapiramidale.
Sistema piramidale
Il sistema piramidale è un gruppo specifico di cellule nervose (motoneuroni) situato nel giro precentrale della corteccia del lobo frontale del cervello. Gli impulsi motori si formano nelle cellule nervose del sistema piramidale, che controllano movimenti sottili e mirati.

Sistema extrapiramidale
Questo sistema è un insieme di cellule nervose situate nella corteccia del lobo frontale e nelle strutture sottocorticali. Il principale mediatore chimico (una sostanza che assicura la trasmissione degli impulsi nervosi tra i neuroni) del sistema extrapiramidale è la dopamina. Studi recenti hanno stabilito un legame tra la comparsa di tic nervosi e una maggiore sensibilità delle strutture extrapiramidali alla dopamina..

I neuroni del sistema extrapiramidale sono strettamente collegati tra loro, così come con i neuroni del sistema piramidale, che consente loro di funzionare nel loro insieme.

Il sistema extrapiramidale controlla:

  • coordinamento dei movimenti;
  • mantenere il tono muscolare e la postura del corpo;
  • movimenti stereotipati;
  • espressioni facciali delle emozioni (risate, pianti, rabbia).
Pertanto, il sistema extrapiramidale è responsabile dell'esecuzione di movimenti che non richiedono il controllo dell'attenzione. Quando una persona ride o si arrabbia, i muscoli facciali si contraggono automaticamente in un certo modo, esprimendo il suo stato emotivo - questi processi sono controllati dal sistema extrapiramidale.

Nervi che innervano i muscoli facciali

Le cellule nervose del giro precentrale del cervello hanno un lungo processo (assone). Gli assoni, lasciando il cervello, si uniscono in gruppi e formano i nervi che innervano alcuni muscoli. La funzione delle fibre nervose motorie è quella di condurre gli impulsi nervosi dal cervello ai muscoli..

Molto spesso, un tic nervoso è localizzato nell'area dei muscoli facciali, pertanto i nervi che innervano i muscoli del viso sono descritti di seguito..

I muscoli facciali sono innervati:

  • nervo facciale (nervo facciale);
  • nervo trigemino (nervus trigeminus);
  • nervo oculomotore (nervus oculomotorius).
Il nervo facciale innerva:
  • muscoli frontali;
  • sopracciglia arricciate dei muscoli;
  • muscoli circolari dell'occhio;
  • muscoli zigomatici;
  • muscoli delle guance;
  • muscoli dell'orecchio;
  • muscolo circolare della bocca;
  • muscoli delle labbra;
  • risata muscolare (non tutte le persone lo hanno);
  • muscolo sottocutaneo del collo.
Il nervo trigemino innerva:
  • muscoli masticatori;
  • muscoli temporali.
Il nervo oculomotore innerva il muscolo che solleva la palpebra superiore.

Sinapsi neuromuscolari

L'impulso nervoso non può passare direttamente dal nervo al muscolo. Per questo, nella zona di contatto della terminazione nervosa con la fibra muscolare è presente uno speciale complesso che assicura la trasmissione di un impulso nervoso e si chiama sinapsi.

Sotto l'azione di un impulso nervoso, il neurotrasmettitore acetilcolina (una sostanza chimica che media la trasmissione degli impulsi nervosi dal nervo al muscolo) viene rilasciato dalla fibra nervosa. Il mediatore ha una struttura chimica specifica e si lega a siti specifici (recettori) sulla cellula muscolare.
Quando l'acetilcolina interagisce con il recettore, un impulso nervoso viene trasmesso al muscolo.

Struttura muscolare scheletrica

Il muscolo scheletrico è un tessuto elastico ed elastico che è in grado di contrarsi (accorciarsi) sotto l'influenza di un impulso nervoso.

Ogni muscolo è costituito da molte fibre muscolari. La fibra muscolare è una cellula muscolare altamente specializzata (miocita) che ha un tuyere lungo ed è quasi completamente riempita di strutture filamentose parallele (miofibrille) che forniscono la contrazione muscolare. Tra le miofibrille c'è una speciale rete di cisterne (reticolo sarcoplasmatico), che contiene una grande quantità di calcio, necessaria per la contrazione muscolare.

Le miofibrille sono un'alternanza di sarcomeri, complessi proteici che sono la principale unità contrattile del muscolo. Il sarcomero è costituito da proteine: actina e miosina, oltre a troponina e tropomiosina.

Actina e miosina sono filamenti paralleli l'uno all'altro. Sulla superficie della miosina ci sono speciali ponti di miosina, attraverso i quali viene effettuato il contatto tra miosina e actina. In uno stato rilassato, questo contatto è impedito dai complessi proteici della troponina e della tropomiosina..

Meccanismo di contrazione muscolare

L'impulso nervoso formato nel cervello viene trasportato lungo le fibre nervose motorie. Raggiunto il livello delle sinapsi, l'impulso stimola il rilascio del neurotrasmettitore acetilcolina, che interagisce con specifici recettori presenti sulla superficie delle cellule muscolari, garantendo la trasmissione di un impulso nervoso al muscolo.

L'impulso nervoso si diffonde rapidamente in profondità nelle fibre muscolari e attiva il reticolo sarcoplasmatico, a seguito del quale viene rilasciata una grande quantità di calcio. Il calcio si lega alla troponina e rilascia i centri attivi sui filamenti di actina. I ponti di miosina si attaccano ai filamenti di actina rilasciati e cambiano la loro posizione, assicurando la convergenza reciproca dei filamenti di actina. Di conseguenza, la lunghezza del sarcomero diminuisce e il muscolo si contrae..

Il processo di contrazione muscolare sopra descritto richiede una quantità significativa di energia, che viene utilizzata per modificare la posizione dei ponti di miosina. La fonte di energia nei miociti è l'ATP (adenosina trifosfato), sintetizzato nei mitocondri (speciali strutture intracellulari situate tra le miofibrille in grandi quantità). L'ATP, con l'aiuto degli ioni magnesio, assicura il processo di convergenza dei filamenti di actina.

Cause di un tic nervoso

La causa immediata di un tic nervoso è una disfunzione del sistema extrapiramidale. Di conseguenza, la sua attività aumenta e si ha una formazione eccessiva e incontrollata di impulsi nervosi, che, secondo i meccanismi descritti in precedenza, provoca contrazioni rapide e incontrollate di alcuni muscoli.

A seconda della durata della malattia, i tic nervosi sono:

  • Transitorio: una forma più lieve della malattia che dura fino a 1 anno.
  • Cronico - durata più di 1 anno.

A seconda della causa che ha causato la disfunzione del sistema nervoso, ci sono:
  • tic nervoso primario;
  • tic nervoso secondario.

Cause di tic nervosi primari

Il tic nervoso primario (sinonimo - idiopatico - derivante per ragioni sconosciute) si sviluppa sullo sfondo di uno stato relativamente normale del sistema nervoso centrale umano ed è l'unica manifestazione di una violazione della sua funzione. Altri disturbi del sistema nervoso (aumento della stanchezza, irritabilità) possono derivare da un tic nervoso.

È stata dimostrata una predisposizione genetica ai tic nervosi con una modalità di trasmissione autosomica dominante, che viene trasmessa di generazione in generazione da un genitore malato con una probabilità del 50%. Se entrambi i genitori sono malati, la probabilità di avere un figlio con una predisposizione a un tic nervoso varia dal 75% al ​​100%.

Le persone di temperamento collerico sono inclini al verificarsi di tic nervosi primari. Si distinguono per il loro temperamento caldo, emotività, manifestazioni pronunciate di sentimenti. In queste persone, il sistema nervoso centrale è particolarmente sensibile all'influenza di fattori esterni, che contribuisce al verificarsi di tic nervosi..

La comparsa di un tic nervoso primario può essere preceduta da:

  • fatica;
  • superlavoro;
  • problemi alimentari;
  • abuso di alcool;
  • abuso di psicostimolanti.
Fatica
Lo stress è inteso come un'esperienza emotiva pronunciata di qualsiasi situazione di vita (stress acuto) o una lunga permanenza di una persona in un ambiente sfavorevole (teso, fastidioso) (stress cronico). Allo stesso tempo, tutte le riserve compensative vengono attivate nel corpo umano, volte a superare una situazione stressante. C'è un aumento dell'attività di molte aree del cervello, che può portare a un'eccessiva comparsa di impulsi nei neuroni del sistema extrapiramidale e alla comparsa di un tic nervoso.

Superlavoro
Lavoro a lungo termine in condizioni sfavorevoli e stressanti, violazione del regime di lavoro e di riposo, mancanza cronica di sonno: tutto ciò porta a disfunzioni del sistema nervoso centrale (sistema nervoso centrale). Il sistema nervoso inizia a lavorare per l'usura, mentre si verifica l'attivazione e quindi l'esaurimento delle riserve del corpo. Di conseguenza, possono comparire vari malfunzionamenti del sistema nervoso, manifestati da irritabilità, nervosismo o comparsa di un tic nervoso..

Disordine alimentare
Come accennato in precedenza, la contrazione muscolare richiede energia ATP e un apporto sufficiente di ioni di calcio e magnesio. Un apporto insufficiente di calcio dal cibo può portare a ipocalcemia (una diminuzione della concentrazione di calcio nel sangue), in cui l'eccitabilità delle cellule muscolari e nervose aumenta bruscamente, che può manifestarsi come spasmi muscolari e crampi.

Abuso di alcool
L'alcol, entrando nel corpo umano, ha un effetto eccitante sui neuroni del sistema nervoso centrale, riducendo contemporaneamente i processi di inibizione nella corteccia cerebrale e interrompendo il funzionamento dell'intero sistema nervoso del corpo. Inoltre, l'alcol provoca l'emancipazione dello stato emotivo di una persona, provocando un'eccessiva reazione emotiva a qualsiasi stimolo. Di conseguenza, qualsiasi shock psico-emotivo può portare ad un aumento ancora maggiore dell'attività cerebrale con il coinvolgimento del sistema extrapiramidale e la comparsa di tic nervosi..

Abuso di psicostimolanti
Gli psicostimolanti (caffè, tè forte, bevande energetiche) aumentano l'attività della corteccia cerebrale con il possibile coinvolgimento dei neuroni nel sistema extrapiramidale. Ciò può portare direttamente all'insorgenza di tic nervosi e aumenta anche la sensibilità del sistema extrapiramidale al sovraccarico psico-emotivo e allo stress..

L'uso di psicostimolanti porta all'attivazione delle riserve energetiche del corpo, a seguito delle quali tutti i sistemi (incluso il sistema nervoso) funzionano in una modalità di carico aumentato. Se l'assunzione di bevande psicostimolanti continua a lungo, le riserve del corpo si esauriscono, il che può manifestarsi in vari disturbi neurologici, compresi i tic nervosi.

Cause di tic nervosi secondari

I tic secondari sono sintomi di danni al sistema nervoso centrale causati da altre malattie. Un'importante caratteristica distintiva dei tic secondari, oltre ai movimenti di tic stessi, è la presenza di precedenti sintomi della malattia sottostante.

Non dimenticare che qualsiasi malattia è una sorta di stress dal punto di vista psicologico, porta all'esaurimento delle riserve del corpo e al superlavoro, che può contribuire al verificarsi di tic nervosi attraverso i meccanismi descritti in precedenza.

Il verificarsi di un tic nervoso secondario può essere causato da:

  • trauma alla testa;
  • tumori cerebrali;
  • lesioni infettive del cervello;
  • malattie del sistema gastrointestinale;
  • malattia mentale;
  • alcuni medicinali;
  • uso di droga;
  • nevralgia del trigemino.
Ferita alla testa
La lesione cerebrale traumatica può essere accompagnata da danni al midollo (oggetto traumatico, ossa del cranio, a seguito di emorragia). Se allo stesso tempo i neuroni del sistema extrapiramidale sono danneggiati, in essi può formarsi un focus di maggiore attività, che si manifesterà come tic nervosi.

Tumori del cervello
I tumori, crescendo, possono schiacciare le strutture adiacenti del cervello, comprese le zone del sistema extrapiramidale. Essendo una specie di irritante per i neuroni, un tumore può creare un centro di maggiore attività nel sistema extrapiramidale, che porterà alla comparsa di tic nervosi. Inoltre, il tumore può comprimere i vasi sanguigni nel cervello, provocando malnutrizione e malfunzionamento delle cellule nervose..

Lesioni infettive del cervello
Se batteri patologici (streptococco, meningococco) o virus (virus dell'herpes, citomegalovirus) entrano nel tessuto cerebrale, può svilupparsi un processo infettivo e infiammatorio (encefalite). Gli agenti infettivi causano danni ai vasi cerebrali e ai neuroni di varie strutture del cervello, comprese le zone sottocorticali del sistema extrapiramidale, che causa la comparsa di tic nervosi.

Malattie del sistema gastrointestinale
Le malattie infiammatorie dello stomaco e dell'intestino (gastrite, duodenite), così come le malattie elmintiche (elmintiasi) possono portare a disturbi digestivi e all'assorbimento dei nutrienti dall'intestino, compreso il calcio. L'ipocalcemia risultante (una diminuzione del calcio nel sangue) si manifesta con contrazioni muscolari involontarie (di solito le dita) o anche crampi.

Malattia mentale
In alcune malattie mentali (schizofrenia, epilessia), si verificano cambiamenti organici e funzionali in varie aree del cervello. Con un lungo decorso di tali malattie, la concentrazione dell'attenzione, i movimenti volontari e le reazioni emotive sono disturbate. Se i centri del sistema extrapiramidale sono coinvolti nel processo patologico, in essi si possono formare impulsi in eccesso, che si manifesteranno come tic nervosi.

L'uso di medicinali
Alcuni farmaci (psicostimolanti, anticonvulsivanti) possono causare tic nervosi.

Il meccanismo d'azione dei farmaci psicostimolanti è simile a quello delle bevande energetiche, ma è più forte..

Alcuni anticonvulsivanti (p. Es., Levodopa) sono precursori della dopamina (un neurotrasmettitore del sistema extrapiramidale nel cervello). L'uso di questi farmaci può portare ad un aumento significativo del contenuto di dopamina nel cervello e ad una maggiore sensibilità dei centri extrapiramidali ad esso, che può essere manifestato dal verificarsi di tic nervosi.

Uso di droga
I narcotici a base di erbe e sintetici sono speciali sostanze psicostimolanti che aumentano l'attività dell'intero sistema nervoso e portano alla comparsa di tic nervosi. Inoltre, i narcotici hanno un effetto distruttivo sui neuroni del cervello, interrompendo la loro struttura e funzione..

Nevralgia del trigemino
Il nervo trigemino conduce la sensibilità al dolore dalla pelle del viso. La nevralgia del trigemino è caratterizzata da una diminuzione della soglia di sensibilità al dolore, a seguito della quale qualsiasi, anche il più piccolo tocco, provoca un attacco di forte dolore. Al culmine di un attacco doloroso, si possono notare contrazioni dei muscoli facciali, che hanno un carattere riflesso.

Diagnosi di un tic nervoso

Un tic nervoso che appare in un adulto indica la presenza di disturbi nel funzionamento del sistema nervoso centrale. Con poche eccezioni (lievi tic nervosi primari), questa malattia richiede cure mediche qualificate da un neuropatologo.

Durante una visita a un neurologo, il paziente si aspetta:

  • rilevamento e valutazione dello stato del sistema nervoso;
  • ricerca di laboratorio;
  • ricerca strumentale;
  • consultazioni di altri specialisti.

Intervista e valutazione dello stato del sistema nervoso

La prima cosa che attende un paziente all'appuntamento di un neurologo è un'indagine dettagliata sulla sua malattia.

Durante l'interrogatorio, il neuropatologo specifica:

  • tempo e circostanze dell'inizio di un tic nervoso;
  • la durata dell'esistenza di un tic nervoso;
  • malattie trasferite o esistenti;
  • tenta di trattare un tic nervoso e la sua efficacia;
  • se i familiari o i parenti stretti hanno un tic nervoso.
Inoltre, viene eseguito un esame completo del sistema nervoso del paziente, viene fornita una valutazione delle funzioni sensoriali e motorie, viene determinato il tono muscolare e la gravità dei riflessi.

Una visita da un medico può in un certo modo influenzare lo stato psicoemotivo di una persona, a seguito del quale le manifestazioni di tic nervosi possono diminuire per un po 'o scomparire completamente. In questi casi, il medico potrebbe chiederti di dimostrare esattamente quali movimenti stanno causando disagio alla persona..

Di solito, la diagnosi di tic nervosi non causa difficoltà e la diagnosi viene effettuata sulla base di un'indagine e di un esame del sistema nervoso umano. Tuttavia, possono essere necessarie ulteriori misure diagnostiche per stabilire la causa della malattia e prescrivere un trattamento appropriato..

Ricerca di laboratorio

I test di laboratorio aiutano a identificare le violazioni dell'ambiente interno del corpo e a sospettare alcune malattie.

Con i tic nervosi, può essere prescritto quanto segue:

  • analisi del sangue generale;
  • ionogramma;
  • analisi delle feci per uova di elminti (vermi).
Emocromo completo (CBC)
Consente di determinare la composizione cellulare del sangue e sospettare malattie infettive o parassitarie.

Per un esame del sangue generale al mattino a stomaco vuoto, prendi 1-2 millilitri di sangue capillare (di solito dall'anulare).

In un esame del sangue generale, si può notare quanto segue:

  • Un aumento del numero di neutrofili è un segno di un'infezione batterica (streptococco, meningococco).
  • Un aumento del numero di eosinofili è un segno di un'infezione parassitaria (vermi) o di un processo tumorale.
  • Un aumento del numero di monociti è un segno di un'infezione virale (virus dell'herpes, citomegalovirus).
  • Un aumento della VES (velocità di eritrosedimentazione) è segno di un processo infiammatorio sistemico.
Ionogramma
Questo metodo viene utilizzato per determinare la composizione elettrolitica del sangue umano. In caso di tic nervosi, particolare attenzione viene prestata alle concentrazioni di calcio e magnesio, poiché la mancanza di questi ioni nel sangue porta ad un aumento del tono muscolare e può manifestarsi come spasmi muscolari, spasmi e convulsioni.

Analisi delle feci per uova di elminti
Consente di identificare la presenza di uova di parassiti intestinali nelle feci, determinarne il tipo e prescrivere un trattamento appropriato. È importante notare che in alcuni casi di malattie da vermi intestinali, l'analisi delle feci per le uova di elminti può essere negativa..

Ricerca strumentale

Studi strumentali possono rivelare la presenza di alcune malattie che potrebbero portare all'insorgenza di tic nervosi.

Con un tic nervoso, un neurologo può prescrivere:

  • tomografia computerizzata delle ossa del cranio;
  • imaging a risonanza magnetica del cervello;
  • elettroencefalografia (EEG);
  • elettromiografia.
Scansione TC
Questo è un metodo di ricerca prescritto per i tic nervosi secondari, il cui aspetto è associato a lesioni cerebrali traumatiche. Questo metodo consente di ottenere un'immagine strato per strato delle ossa del cranio e determinare la presenza e la localizzazione di fratture, emorragie intracraniche. Inoltre, la tomografia computerizzata può essere utile per diagnosticare i tumori ossei che possono comprimere la sostanza del cervello, causando tic nervosi..

Risonanza magnetica
Questo è un metodo più accurato per diagnosticare le lesioni della sostanza cerebrale. È prescritto per sospetti tumori cerebrali, danni ai vasi cerebrali, traumi e varie malattie sistemiche. Inoltre, con l'aiuto della risonanza magnetica, è possibile determinare i cambiamenti cerebrali nella malattia mentale (con schizofrenia).

Elettroencefalografia
Questo è un metodo semplice e sicuro per valutare lo stato funzionale di varie aree del cervello esaminando la sua attività elettrica. Inoltre, l'EEG consente di determinare la reazione di varie aree del cervello all'azione di determinati stimoli, che possono aiutare a stabilire la causa di un tic nervoso.

Si sconsiglia di consumare caffè, tè e altre sostanze psicostimolanti 12 ore prima dello studio. La procedura EEG è sicura e indolore. Il paziente si siede su una sedia comoda e chiude gli occhi. Elettrodi speciali sono installati sul cuoio capelluto, che leggono l'attività elettrica del cervello.

Durante l'esecuzione dell'EEG, al paziente può essere chiesto di eseguire determinate azioni (aprire e chiudere gli occhi, chiudere bene gli occhi o riprodurre il movimento del tic) e determinare i cambiamenti nell'attività in diverse aree del cervello.

Elettromiografia
Questo è un metodo per registrare i potenziali elettrici del muscolo scheletrico, progettato per studiare lo stato funzionale di muscoli e nervi a riposo e durante la contrazione muscolare..

L'essenza del metodo è la seguente. Nella zona del muscolo in esame vengono posizionati elettrodi speciali (cutanei o ago-intramuscolari). Gli elettrodi ad ago vengono inseriti direttamente nel muscolo in esame. Gli elettrodi sono collegati a un apparecchio speciale - un elettromiografo, che registra i potenziali elettrici nel muscolo. Successivamente, alla persona viene chiesto di eseguire qualsiasi movimento del muscolo in studio e i cambiamenti nell'attività vengono registrati durante la contrazione muscolare. Inoltre, viene studiata la velocità di conduzione di un impulso nervoso lungo i nervi che innervano il muscolo in esame..

Con l'aiuto dell'elettromiografia, è possibile rivelare una maggiore eccitabilità delle fibre muscolari e vari disturbi a livello della conduzione degli impulsi lungo le fibre nervose, che possono causare un tic nervoso..

Consultazione di altri specialisti

Se il neuropatologo, nel processo di diagnosi, determina che il verificarsi di un tic nervoso è dovuto a un'altra malattia o condizione patologica, può indirizzare il paziente a un consulto con un altro medico specializzato nel campo richiesto..

Per diagnosticare un tic nervoso, potrebbe essere necessario consultare i seguenti specialisti:

  • Traumatologo: se l'inizio di un tic nervoso è stato preceduto da un trauma cranico.
  • Psichiatra - per sospetta malattia mentale.
  • Oncologo: se si sospetta un tumore al cervello.
  • Narcologo - se si sospetta che il verificarsi di un tic nervoso sia dovuto all'assunzione di farmaci, stupefacenti o uso cronico di alcol.
  • Infettivista - se sospetti un'infezione cerebrale o malattie da elminti.

Pronto soccorso per un tic nervoso

Come tratta come

Se si verificano contrazioni involontarie di qualsiasi muscolo (muscoli facciali, muscoli delle braccia o delle gambe), provare a contrarre il muscolo interessato per alcuni secondi. Questo può eliminare per qualche tempo il sintomo della malattia - contrazioni muscolari, ma non influenzerà la causa della malattia, quindi i movimenti di tic ricompariranno presto.

Questo metodo è controindicato nei tic nervosi causati dalla nevralgia del trigemino. In questo caso, si consiglia di minimizzare il più possibile l'influenza di fattori irritanti, evitando di toccare la zona del teak..

Pronto soccorso per tic agli occhi nervosi

Abbastanza spesso, uno spasmo degli occhi indica che il corpo ha bisogno di riposo. Le contrazioni involontarie dei muscoli oculari possono comparire durante il lavoro prolungato al computer, durante la lettura di libri in una stanza scarsamente illuminata o semplicemente per grave affaticamento.

Per eliminare rapidamente il tic nervoso dell'occhio, si consiglia:

  • Chiudi gli occhi e cerca di rilassarti per 10-15 minuti.
  • Inumidire i tamponi di cotone con acqua tiepida e applicare sulla zona degli occhi per 5-10 minuti.
  • Prova ad aprire gli occhi il più possibile, quindi chiudili strettamente per alcuni secondi. Ripeti l'esercizio 2-3 volte..
  • Sbatti le palpebre rapidamente con entrambi gli occhi per 10-15 secondi, quindi chiudi gli occhi per 1-2 minuti e cerca di rilassarti.
  • Premi leggermente al centro dell'arcata sopracciliare sopra l'occhio che si contrae. In questo caso, c'è una stimolazione meccanica del ramo del nervo trigemino, che fuoriesce in questo punto dalla cavità cranica e innerva la pelle della palpebra superiore.

Trattamento dei tic nervosi

La comparsa di tic nervosi in età adulta indica gravi disturbi del sistema nervoso, quindi la questione del loro trattamento dovrebbe essere presa molto sul serio.

Dovresti assolutamente fissare un appuntamento con un neurologo, poiché un tic nervoso può essere solo una manifestazione di un'altra malattia, più grave e pericolosa.

Per i tic nervosi, applica:

  • trattamento farmacologico;
  • trattamento non farmacologico;
  • trattamenti alternativi.

Farmaci per i tic nervosi

Il compito principale della terapia farmacologica per i tic nervosi è eliminare le manifestazioni della malattia. A tale scopo vengono utilizzati farmaci che influenzano il sistema nervoso centrale e lo stato psicoemotivo del paziente..

Con i tic nervosi primari, la preferenza dovrebbe essere data ai sedativi e solo se sono inefficaci, passare ad altri gruppi di farmaci.

I tic nervosi secondari spesso non rispondono alla sedazione. In questi casi, si consiglia di iniziare con farmaci antipsicotici e ansiolitici utilizzati nella terapia complessa, insieme al trattamento della malattia sottostante che ha causato la comparsa di un tic nervoso..

Gruppo di farmaciNome del farmacoEffettiModalità di applicazione
SedativiTintura di valeriana
  • effetto sedativo;
  • rende più facile addormentarsi.
Dentro, mezz'ora prima dei pasti, 20-30 gocce, diluite in mezzo bicchiere di acqua bollita. Assumere 3-4 volte al giorno.
Tintura di Motherwort
  • effetto sedativo;
  • effetto ipnotico;
  • effetto anticonvulsivante.
Dentro, 30 minuti prima dei pasti, 40 gocce di tintura. Assumere 3 volte al giorno.
Novo-Passit
  • effetto sedativo;
  • elimina l'ansia;
  • rende più facile addormentarsi.
Assumere per via orale, 30 minuti prima dei pasti, 1 cucchiaino (5 ml) tre volte al giorno.
Antipsicotici (neurolettici)Tioridazina
  • elimina i sentimenti di tensione e ansia;
  • rendendo difficile condurre gli impulsi nervosi nel sistema extrapiramidale, eliminando i tic nervosi;
  • effetto sedativo.
Dentro, dopo i pasti, 50-150 mg tre volte al giorno (il dosaggio viene stabilito dal medico in base alla gravità dei tic nervosi). Il corso del trattamento è di 3 - 4 settimane.
Terapia di mantenimento 75-150 mg una volta prima di coricarsi.
Aloperidolo
  • in misura maggiore della tioridazina, inibisce l'attività del sistema extrapiramidale;
  • moderato effetto sedativo.
Assumere per bocca dopo i pasti con un bicchiere pieno d'acqua o latte. La dose iniziale è di 5 mg 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 2 - 3 mesi.
Tranquillanti (ansiolitici)Fenazepam
  • elimina lo stress emotivo;
  • elimina l'ansia;
  • inibisce l'attività motoria (influenzando il sistema nervoso centrale);
  • effetto sedativo;
  • effetto ipnotico.
Assumere per via orale dopo i pasti. Al mattino e all'ora di pranzo, 1 mg, la sera prima di coricarsi - 2 mg. Non è consigliabile assumere il fenazepam per più di 2 settimane, poiché potrebbe svilupparsi una dipendenza da farmaci. Il farmaco deve essere sospeso gradualmente.
Preparati di calcioGluconato di calcioRipristina la mancanza di calcio nel corpo.Dentro, 30 minuti prima dei pasti, 2 - 3 grammi di droga schiacciata. Bere con un bicchiere di latte. Assumere 3 volte al giorno.

Trattamento non farmacologico dei tic nervosi

Insieme al trattamento farmacologico dei tic nervosi, è anche necessario prestare attenzione alle attività volte a rafforzare il corpo nel suo insieme. Il trattamento non farmacologico deve essere utilizzato per i tic nervosi primari e secondari, poiché aiuta a normalizzare lo stato psicoemotivo e ripristinare le funzioni alterate del sistema nervoso centrale.

Il trattamento non farmacologico per i tic nervosi include:

  • rispetto del regime di lavoro e riposo;
  • sonno completo;
  • dieta bilanciata;
  • psicoterapia.
Rispetto del regime di lavoro e riposo
La comparsa di un tic nervoso è uno dei segnali che il sistema nervoso centrale ha bisogno di riposo. La prima cosa da fare se si sviluppa un tic nervoso è rivedere la routine quotidiana, se possibile escludere determinate attività e dedicare più tempo al riposo.

È stato dimostrato che il costante superlavoro al lavoro, la mancanza di un adeguato riposo per lungo tempo porta all'esaurimento delle riserve funzionali del corpo e ad un aumento della sensibilità del sistema nervoso a vari stimoli..

Ci sono i seguenti consigli di base per il regime quotidiano per un tic nervoso:

  • svegliati e vai a letto allo stesso tempo;
  • esercizio al mattino e durante il giorno;
  • osservare l'orario di lavoro (giornata lavorativa di otto ore);
  • osservare il programma di riposo (2 giorni di riposo a settimana, ferie obbligatorie durante l'anno);
  • evitare il superlavoro al lavoro, lavorare di notte;
  • trascorrere almeno 1 ora al giorno all'aria aperta;
  • ridurre il tempo di lavoro al computer;
  • limitare o escludere temporaneamente la visione della TV.
Un buon sonno
È stato scientificamente dimostrato che una mancanza di sonno per 2-3 giorni aumenta la sensibilità del sistema nervoso a vari fattori di stress, riduce le risposte adattative del corpo e porta a irritabilità e aggressività. La privazione del sonno prolungata porta a disturbi ancora maggiori nella funzione del sistema nervoso centrale e dell'intero organismo, che possono manifestarsi con un aumento dei tic nervosi.

Per un sonno sano e soddisfacente si consiglia:

  • Svegliati e vai a letto allo stesso tempo. Ciò contribuisce alla normalizzazione dei ritmi biologici del corpo, facilita i processi di addormentamento e risveglio, contribuisce a un più completo ripristino delle funzioni corporee durante il sonno.
  • Rispetta la durata del sonno richiesta. Un adulto ha bisogno di almeno 7-8 ore di sonno al giorno ed è auspicabile che il sonno sia continuo. Questo aiuta a normalizzare la struttura e la profondità del sonno, fornendo il più completo recupero del sistema nervoso centrale. I frequenti risvegli notturni interrompono la struttura del sonno, per cui al mattino, invece del previsto aumento di vigore e forza, una persona può sentirsi stanca e "sopraffatta", anche se ha dormito per un totale di più di 8-9 ore.
  • Crea un ambiente di sonno soddisfacente durante la notte. Prima di andare a letto, si consiglia di spegnere tutte le fonti di luce e suono nella stanza (lampadine, TV, computer). Questo facilita il processo di addormentamento, previene i risvegli notturni e garantisce una normale profondità e struttura del sonno..
  • Non utilizzare bevande psicostimolanti (tè, caffè) prima di coricarsi. Queste bevande provocano l'attivazione di varie parti del cervello, rendendo difficile addormentarsi, interrompendo l'integrità, la profondità e la struttura del sonno. Di conseguenza, una persona può restare a letto a lungo, incapace di dormire. Ciò porta alla mancanza di sonno, aumento della tensione nervosa e irritabilità, che possono influire negativamente sul decorso dei tic nervosi..
  • Non mangiare cibi proteici prima di andare a letto. Le proteine ​​(carne, uova, ricotta) hanno un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale. L'uso di questi prodotti immediatamente prima di coricarsi, oltre a un effetto negativo sul sistema gastrointestinale, può influire negativamente sul processo di addormentamento e sulla struttura del sonno.
  • Non intraprendere un'attività mentale intensa prima di andare a dormire. Per 1-2 ore prima di coricarsi, non è consigliabile guardare la TV, lavorare al computer, attività scientifiche e informatiche. Le passeggiate serali all'aria aperta, l'aerazione della stanza prima di coricarsi, la meditazione hanno un effetto benefico sulla struttura del sonno.
Dieta bilanciata
Una dieta razionale completa prevede l'assunzione di alimenti qualitativamente e quantitativamente equilibrati (contenenti proteine, grassi, carboidrati, vitamine, minerali e oligoelementi) 3-4 volte al giorno. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata agli alimenti contenenti calcio e magnesio, poiché la loro mancanza nel corpo può manifestarsi come aumento dell'eccitabilità muscolare e contrazioni muscolari..

Il fabbisogno giornaliero di calcio è:

  • negli adulti - 1000-1200 milligrammi al giorno;
  • nelle donne durante la gravidanza - 1300-1500 milligrammi al giorno.

ProdottoContenuto di calcio in 100 grammi di prodotto
Semi di papavero1450 mg
formaggio Parmigiano1300 mg
Sesamo780 mg
Formaggio fuso300 mg
Mandorla250 mg
fagioli200 mg

Il fabbisogno giornaliero di magnesio è:
  • negli uomini - 400 milligrammi al giorno;
  • nelle donne - 300 milligrammi per colpo;
  • nelle donne durante la gravidanza - fino a 600 mg al giorno.

ProdottoContenuto di magnesio in 100 grammi di prodotto
Crusca di riso780 mg
semi di sesamo500 mg
Crusca di frumento450 mg
Mandorla240 mg
Chicco di grano saraceno200 mg
Noce158 mg
fagioli100 mg

Psicoterapia
La psicoterapia è intesa come un metodo di influenza terapeutica sul corpo umano attraverso la sua psiche. La psicoterapia è indicata per tutti i tipi di tic nervosi primari, nonché come parte della terapia complessa per i tic nervosi secondari.

La psicoterapia viene eseguita da uno psicoterapeuta specializzato. Nel corso del trattamento, il medico aiuta una persona a comprendere le cause di una situazione stressante o di stress emotivo, a trovare modi per risolvere i conflitti interni. Inoltre, uno psicoterapeuta può insegnare ai pazienti metodi di autocontrollo, comportamento corretto sotto stress..

Dopo aver completato un corso di psicoterapia, c'è una significativa diminuzione della tensione psicoemotiva, il sonno è normalizzato, le manifestazioni di tic nervosi diminuiscono o scompaiono completamente.

Trattamenti alternativi per i tic nervosi

Alcuni trattamenti possono avere effetti benefici sui tic nervosi prendendo di mira diversi livelli del sistema neuromuscolare..

I trattamenti alternativi per i tic includono:

  • massaggio rilassante;
  • agopuntura (agopuntura);
  • elettrosonno;
  • iniezioni di tossina botulinica A.
Massaggio rilassante
Oggi esistono molti tipi di massaggio (rilassante, sottovuoto, thailandese e così via) che hanno un effetto benefico sul corpo umano. Il più efficace in termini di effetto sul sistema nervoso è considerato un massaggio rilassante.

Per i tic nervosi causati da superlavoro e stanchezza cronica, un massaggio rilassante di schiena, braccia e gambe, il cuoio capelluto è considerato il più efficace..

Un massaggio rilassante ha i seguenti effetti:

  • elimina la fatica;
  • ha un effetto rilassante e calmante;
  • riduce l'eccitabilità del sistema nervoso;
  • elimina l'aumento del tono muscolare;
  • migliora l'afflusso di sangue ai muscoli.
Di solito si osserva l'effetto benefico di un massaggio rilassante dopo le prime sedute, ma per ottenere il massimo effetto si consiglia di seguire un corso di due settimane.

Il massaggio rilassante dell'area del viso è controindicato, specialmente con la nevralgia del trigemino, poiché l'irritazione meccanica delle aree di maggiore sensibilità sarà accompagnata da forti dolori e aumento dei tic nervosi.

Agopuntura
L'agopuntura è un metodo dell'antica medicina cinese, che consiste nell'impatto degli aghi su punti specifici del corpo umano (punti di concentrazione dell'energia vitale), responsabili del funzionamento di determinati sistemi e organi.

Attraverso l'agopuntura puoi ottenere:

  • ridurre la gravità dei movimenti di tic;
  • riduzione della tensione nervosa e muscolare;
  • ridurre l'eccitabilità del sistema nervoso;
  • migliorare l'afflusso di sangue al cervello;
  • eliminazione dello stress psico-emotivo.
L'agopuntura non è raccomandata a persone particolarmente impressionabili ed emotive, poiché può causare loro traumi psicologici e portare ad un aumento dei tic nervosi.

Electrosleep
L'elettrosleep è ampiamente utilizzato nel trattamento delle condizioni associate all'aumentata attività del sistema nervoso centrale. Il metodo è sicuro, innocuo e poco costoso, il che lo rende accessibile a quasi tutti..

L'essenza del metodo è condurre impulsi deboli a bassa frequenza attraverso le orbite al cervello, il che migliora i processi di inibizione in esso e provoca l'inizio del sonno.

La procedura di elettrosleep viene eseguita in un ufficio appositamente attrezzato. Al paziente viene offerto di togliersi gli indumenti esterni, sdraiarsi sul divano in una posizione comoda, coprirsi con una coperta e cercare di rilassarsi, ovvero si crea un ambiente il più vicino possibile al sonno naturale.

Una maschera speciale con elettrodi viene posta sugli occhi del paziente, attraverso la quale verrà fornita una corrente elettrica. La frequenza e l'intensità della corrente vengono selezionate individualmente per ciascun paziente e di solito non superano rispettivamente 120 hertz e 1-2 milliampere.

Dopo aver applicato la corrente elettrica, il paziente di solito si addormenta entro 5-15 minuti. L'intera procedura dura da 60 a 90 minuti, il corso del trattamento è da 10 a 14 sessioni.

Dopo aver completato il corso del sonno elettrico, si nota:

  • normalizzazione dello stato psico-emotivo;
  • normalizzazione del sonno naturale;
  • diminuzione dell'eccitabilità del sistema nervoso;
  • diminuzione della gravità dei tic nervosi.
L'elettrosleep è controindicato nella nevralgia del trigemino, in quanto può provocare l'insorgenza di un attacco doloroso e un aumento del tic nervoso.

Iniezioni di tossina botulinica A.
La tossina botulinica è un potente veleno organico prodotto da batteri anaerobici - Clostridium botulinum.

Per scopi medicinali, viene utilizzata la tossina botulinica di tipo A. Quando iniettata per via intramuscolare, la tossina botulinica penetra all'estremità del motoneurone coinvolto nella formazione della sinapsi neuromuscolare e blocca il rilascio del mediatore dell'acetilcolina, che rende impossibile la contrazione muscolare e porta al rilassamento muscolare nell'area di iniezione. Pertanto, gli impulsi nervosi generati durante un tic nervoso nella zona extrapiramidale del cervello non possono raggiungere i muscoli scheletrici e le manifestazioni di un tic nervoso vengono completamente eliminate..

Dopo aver bloccato la trasmissione di un impulso nervoso, dalla fine del motoneurone iniziano a formarsi nuovi processi, che raggiungono le fibre muscolari e le innervano nuovamente, il che porta al ripristino della conduzione neuromuscolare in media 4-6 mesi dopo l'iniezione della tossina botulinica A.

La dose e il luogo di somministrazione della tossina botulinica A sono determinati dal medico curante individualmente per ciascun paziente, a seconda della gravità delle manifestazioni del tic nervoso e dei muscoli coinvolti.