Trattamento della congiuntivite durante la gravidanza

È così organizzato dalla natura che durante la gravidanza, l'immunità di una donna diminuisce e quindi diventa vulnerabile a tutti i tipi di virus e batteri. L'immunità indebolita non sempre fa fronte al compito assegnatogli: proteggere il corpo e mantenere la salute, e quindi le malattie infettive si verificano spesso nelle donne in gravidanza. Uno di questi è la congiuntivite.

Parleremo di come essere e cosa fare in una situazione del genere in questo articolo..

Cos'è la congiuntivite, i suoi tipi e le cause dello sviluppo

La congiuntivite è un intero gruppo di malattie associate all'infiammazione della mucosa dell'occhio.

Esistono 4 tipi di congiuntivite:

  • virale,
  • batterica,
  • allergico,
  • autoimmune.

Inoltre, a seconda delle condizioni e della natura del corso, la congiuntivite può essere:

  • acuto,
  • purulento,
  • cronica.

Le ragioni che provocano l'infiammazione della mucosa dell'occhio possono essere:

  • infezione virale o raffreddore di origine virale,
  • infezione batteriologica,
  • Malattie ORL,
  • reazione (irritazione) a un allergene (ad esempio, un componente di cosmetici),
  • selezione errata di lenti a contatto,
  • mancato rispetto delle norme igieniche (ad esempio, l'uso di occhiali, fazzoletti, asciugamani di qualcun altro),
  • avitaminosi,
  • ipotermia,
  • stimoli esterni (come vento, polvere, fumo, ecc.).

A causa dell'indebolimento del sistema immunitario nelle donne in gravidanza, la congiuntivite si verifica abbastanza spesso e spesso procede con complicazioni. Il processo di guarigione è rallentato anche dal fatto che i farmaci convenzionali (standard) raccomandati per il trattamento di questa malattia sono controindicati per le donne in gravidanza. La congiuntivite batterica e allergica viene eliminata abbastanza rapidamente e con una forma virale della malattia può essere necessario un trattamento serio.

L'oftalmologo è responsabile della diagnosi della malattia, stabilendo la causa e determinando il metodo di trattamento. Dopo un'analisi approfondita del sangue e delle secrezioni oculari del paziente, prescrive un trattamento adeguato. Allo stesso tempo, le future mamme devono ricordare che l'autotrattamento - l'assunzione di farmaci (inclusi ormonali e antistaminici) - è severamente vietato.!

La congiuntivite è pericolosa durante la gravidanza?

Le future mamme sono preoccupate per la questione di quanto sia pericolosa la congiuntivite durante la gravidanza.

Gli esperti dicono che, in generale, questa malattia non danneggia il feto. Tuttavia, i farmaci che vengono utilizzati per trattarlo, essendo assorbiti, entrano nel flusso sanguigno e con esso nel bambino e, quindi, hanno un effetto negativo sullo sviluppo intrauterino del bambino. Inoltre, l'infezione del bambino è possibile durante il parto e le malattie infettive degli occhi dei neonati sono estremamente pericolose e difficili da trattare..

La congiuntivite più pericolosa durante la gravidanza è la congiuntivite da clamidia, quindi è importante determinare la malattia in modo tempestivo e iniziare immediatamente il trattamento.

Sintomi della malattia

Non è difficile riconoscere l'infezione, presenta i seguenti sintomi:

  • lacrimazione,
  • irritazione e arrossamento degli occhi,
  • rigonfiamento,
  • una sensazione secca o granulosa negli occhi,
  • maggiore sensibilità alla luce,
  • dolore al bulbo oculare, aggravato dall'ammiccamento,
  • secrezione purulenta e mucosa (soprattutto al mattino).

Sono possibili anche debolezza, mal di testa e febbre..

Quando compaiono i primi sintomi della malattia, è necessario consultare immediatamente un medico, senza utilizzare alcun medicinale da soli, poiché la maggior parte di essi è controindicata per le donne incinte e che allattano.

È consigliabile risolvere il problema con la selezione dei farmaci per il trattamento anche nelle fasi iniziali della malattia, al fine di prevenire gravi complicazioni in futuro, sia per la madre che per il bambino..

Come e come trattare la congiuntivite?

Prima di tutto, indipendentemente dal tipo di infezione, cerca di seguire l'igiene di base:

  • lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone,
  • cambia l'asciugamano ogni giorno,
  • rinunciare ai cosmetici durante il trattamento,
  • non strofinare o graffiare gli occhi,
  • sarà meglio rinunciare alle lenti a contatto fino al completo recupero (dovrai indossare gli occhiali).

Uno dei sintomi della malattia è il fastidio agli occhi. Questo può essere combattuto con impacchi caldi (per congiuntivite batterica e virale) o freddi (per allergici). Ma un ulteriore trattamento dovrebbe avvenire sotto la stretta supervisione di un medico, che prescriverà le gocce e gli unguenti necessari per gli occhi.

Medicinali

Solo uno specialista, un oftalmologo, dovrebbe occuparsi della selezione dei farmaci! Non fare affidamento sulla competenza di vicini, parenti o amici. Anche un farmacista in farmacia può consigliare farmaci generici, ma non tutti possono essere utilizzati per le future mamme, poiché non sono sicuri sia per la donna incinta che per il suo bambino. Anche l'assunzione di farmaci prescritti per te (ad esempio, immunostimolanti) deve comunque essere discussa con il tuo ginecologo.

Sarà utile bere diversi corsi di vitamine: questo consentirà al corpo in futuro di combattere in modo indipendente l'infezione residua.

Un ruolo importante nel trattamento della congiuntivite nelle donne in gravidanza è svolto dal rispetto di misure come:

  • lavaggio quotidiano 2-3 volte della mucosa degli occhi con una soluzione debole di permanganato di potassio o furacilina,
  • con abbondante secrezione dagli occhi, vengono utilizzate gocce di sulfacina di sodio o levomiticina,
  • se si formano delle croste sugli occhi, devono essere immediatamente rimosse e lavate con una soluzione antisettica,
  • in caso di origine allergica della malattia, evitare il contatto con l'allergene (nel rispetto delle regole di igiene della pelle) e l'acqua,
  • per aumentare l'immunità, aumentare la quantità di verdura, frutta e succhi freschi nella tua dieta.

A seconda del tipo di congiuntivite, il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  1. Antistaminici - Ketotifen, Allergodil, Azelastine, Levocabastine;
  2. Corticosteroidi - Prenacid, Maxidex;
  3. Antinfiammatorio non steroideo - Diclofenac;
  4. Farmaci antibatterici locali (per congiuntivite batterica) - Floskal, Tobrex;
  5. Lacrima artificiale.

In assenza di dinamiche positive (entro una settimana o in alcuni casi difficili) della terapia con preparati topici, possono essere prescritti farmaci per somministrazione orale.

Per il trattamento della congiuntivite nelle donne in gravidanza, viene solitamente utilizzato il regime di trattamento standard:

  • In caso di una malattia virale - preparati locali contenenti tebofen, ossolina e immunostimolanti (ad esempio, interferone). Se l'agente eziologico è il virus dell'herpes, viene prescritto anche un unguento per gli occhi Acyclovir.
  • In caso di malattia batterica, assicurarsi di lavare gli occhi con una soluzione di Furacilina o acido borico al 2%, trattare con gocce di Tobrex e antibiotici locali.
  • In caso di una malattia allergica, prima di tutto, l'irritante viene determinato ed eliminato e viene prescritto un unguento per gli occhi Idrocortisone, Zirtec, preparati di Suprastin.

Medicina tradizionale

Durante la gravidanza, non è consigliabile trattare la congiuntivite da soli (compresi i rimedi popolari), perché anche i farmaci a base di erbe medicinali possono avere un effetto negativo sulle condizioni sia della madre che del feto. Quindi, ad esempio, è severamente vietato usare droghe all'interno.

Quando compaiono i sintomi della malattia, è necessario contattare immediatamente un oftalmologo e concordare con lui la possibilità di utilizzare alcuni rimedi popolari: impacchi, lozioni e applicazioni da infuso di erbe (ad esempio, salvia, camomilla, calendula o rosa canina). Se il medico consente tale trattamento, a casa puoi preparare i seguenti farmaci:

  1. Succo di aloe. Prendi una foglia di una pianta che ha almeno 2-3 anni, spremi il succo e mescolala con acqua bollita pulita in rapporto 1:10. Se non hai un fiore, puoi usare le foglie essiccate: vengono semplicemente versate con acqua bollente e insistono.
  2. Fiori di fiordaliso. Sono fermentati in acqua bollente e insistiti per 1-1,5 ore, quindi filtrati e ogni ora lavati con questa infusione degli occhi.
  3. Altay. 4 cucchiai Versare la radice essiccata con acqua bollita fredda, coprire e lasciare fermentare per un giorno. Se il rimedio è necessario con urgenza, il farmaco può essere preparato in un modo diverso: 2 cucchiai. infiorescenze e foglie, versate un bicchiere di acqua bollente e lasciate fermentare per 30 minuti. Più spesso vengono utilizzate le infusioni per lavare gli occhi, più velocemente passerà la congiuntivite..
  4. Petali di rosa. Vengono versati con acqua bollente e in 30-40 minuti l'infuso è pronto. Usa un lavaggio oculare e puoi fare impacchi di 30 minuti prima di andare a letto. Tuttavia, se il pus e il muco vengono rilasciati dagli occhi, le bende non possono essere applicate agli occhi non puliti: questo porta alla reinfezione e la cornea o altri tessuti dell'occhio possono essere infettati. Pertanto, prima vengono rimosse le croste e le secrezioni e solo dopo è possibile fare un impacco.

Sarà importante rafforzare la tua immunità reintegrando la dieta con frutta e verdura fresca. Al fine di reinfezione, osservare le regole di igiene personale, trattare prontamente malattie infettive e processi infiammatori negli organi ENT, monitorare il corretto utilizzo delle lenti a contatto e la loro cura, assumere complessi multivitaminici come prescritto da un medico.

Trattamento della congiuntivite durante la gravidanza nel 1 °, 2 ° e 3 ° trimestre, conseguenze per il feto

La congiuntivite non è la cosa peggiore che possa accadere a una donna incinta. La patologia viene rapidamente curata con l'aiuto di vari medicinali. Tuttavia, è più difficile trattare le malattie durante la gravidanza perché si deve tenere presente che i farmaci possono influenzare il feto. Ci sono caratteristiche nel trattamento di questa malattia durante la gravidanza? I farmaci per la congiuntivite possono danneggiare il tuo bambino??

Cos'è la congiuntivite?

A seconda della causa della patologia, la malattia può essere contagiosa o non diffondersi ad altre persone. Con la congiuntivite, i sintomi principali sono:

  • aumento della lacrimazione;
  • dolore agli occhi;
  • arrossamento e gonfiore delle palpebre;
  • disagio in piena luce;
  • secrezione purulenta (con forma batterica).

Cause e tipi di infiammazione della congiuntiva

La congiuntiva può infiammarsi a causa di vari fattori. Le cause dell'infiammazione delle membrane oculari sono alla base della divisione della congiuntivite in batterica, virale, allergica e fungina. Inoltre, la congiuntiva può infiammarsi a causa dell'influenza di varie sostanze aggressive. Considera ciascuno dei tipi di patologia elencati.

Congiuntivite virale

La congiuntivite virale durante la gravidanza è molto spesso una complicanza della malattia di base. I sintomi principali sono manifestazioni di un'infezione virale (febbre, mal di testa, naso che cola, tosse). Dopo alcuni giorni compaiono i sintomi della congiuntivite:

  • lacrimazione;
  • infiammazione e gonfiore della palpebra;
  • arrossamento del bianco degli occhi;
  • scarico acquoso.

Se la patologia si manifesta come risultato di un'infezione adenovirale, la fotofobia si unisce ai sintomi. Il sottotipo più spiacevole di congiuntivite virale è una malattia causata dal virus dell'herpes.

Con la congiuntivite erpetica compaiono i seguenti sintomi:

  • bolle sulle palpebre con liquido all'interno;
  • la formazione di croste dopo l'apertura dell'eruzione cutanea;
  • temperatura corporea elevata;
  • articolazioni doloranti;
  • grave bruciore agli occhi;
  • mal di testa.

Forma batterica

La congiuntivite batterica si sviluppa quando i batteri patogeni entrano nel corpo. La malattia è causata da streptococchi, stafilococchi, pneumococchi, gonococchi. La forma più pericolosa di congiuntivite batterica per una donna incinta è la clamidia. Fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia:

  • mancato rispetto delle norme igieniche;
  • immunità indebolita;
  • malattie croniche.

Un sintomo caratteristico della congiuntivite batterica è la secrezione purulenta dagli occhi. Si osservano anche le seguenti manifestazioni:

  • fotofobia grave;
  • grave gonfiore della palpebra;
  • arrossamento dei bulbi oculari.

La lesione può interessare solo un organo visivo. Tuttavia, se non vengono prese le precauzioni, l'infezione si diffonderà rapidamente al secondo. Prurito e bruciore con congiuntivite batterica possono essere assenti o lievi.

Aspetto allergico

Durante la gravidanza, una donna può sviluppare una reazione allergica a sostanze chimiche o elementi naturali che non hanno precedentemente causato preoccupazione. Questo fenomeno è associato a cambiamenti ormonali e indebolimento dell'immunità della futura mamma. La congiuntivite allergica può essere causata dai seguenti fattori:

  • polline delle piante;
  • polvere;
  • peli di animali e piume di uccelli;
  • farmaci;
  • prodotti per l'igiene;
  • prodotti chimici domestici.

I sintomi in entrambi gli occhi sono caratteristici della congiuntivite allergica. La patologia ha i seguenti sintomi:

  • forte prurito;
  • arrossamento degli occhi;
  • gonfiore delle palpebre;
  • scarso scarico mucoso;
  • fotofobia.

Se l'agente eziologico è un fungo

Esistono molti funghi che possono causare danni alla mucosa dell'occhio. Fonti di infezione:

  • uomo malato;
  • animali;
  • acqua nei serbatoi;
  • terra e piante.

La congiuntivite fungina può manifestarsi in modi diversi a seconda di quali funghi sono entrati nel corpo. I principali sintomi della patologia:

  • gonfiore delle palpebre;
  • l'assegnazione dei vasi sanguigni rossi sulla membrana del bulbo oculare;
  • la comparsa di escrescenze infiammate sulla palpebra;
  • secrezione purulenta;
  • la formazione di ulcere sulle palpebre, ricoperte da un rivestimento verde.

Se esposto a sostanze aggressive

L'infiammazione delle mucose oculari può verificarsi se esposta a sostanze chimiche. Gli elementi aggressivi causano infiammazione per contatto diretto con le membrane oculari. Modi di penetrazione delle sostanze nelle mucose:

  • l'uso di cosmetici di bassa qualità non testati;
  • soggiorno a lungo termine in una stanza in cui vengono spruzzati elementi tossici;
  • nuotare in una piscina disinfettata con sostanze contenenti cloro;
  • uso improprio o imprudente di prodotti chimici domestici e profumi.

Dopo aver colpito una sostanza aggressiva, una persona avverte dolore agli occhi. Le mucose si infiammano rapidamente, le palpebre si gonfiano, le lacrime scorrono.

Come trattare l'infiammazione di una donna incinta?

La congiuntivite viene solitamente trattata con farmaci topici. Tuttavia, ai primi sintomi, non puoi andare in farmacia e acquistare gocce. È particolarmente pericoloso auto-medicare durante la gravidanza..

Nel primo trimestre

Nel primo trimestre di gravidanza, i medici cercano di ridurre al minimo l'uso di farmaci per curare una donna. Con la congiuntivite, si consiglia a una donna incinta di sciacquarsi gli occhi con un decotto di camomilla e fare impacchi con infusi di erbe. Il lavaggio aiuta ad alleviare l'infiammazione, eliminare prurito e bruciore, rimuovere l'essudato purulento e ammorbidire le croste.

La frequenza di utilizzo del decotto dipende dall'intensità dei sintomi. Tuttavia, in alcuni casi, non è possibile rinunciare ai farmaci. All'inizio della gravidanza, solo i rimedi locali possono essere utilizzati in un dosaggio minimo. Questi includono:

  • Ophthalmoferon gocce. Sono prescritti per la congiuntivite virale e allergica..
  • Tobrex. Le gocce sono usate per trattare la congiuntivite virale. Il suo componente principale non entra nel flusso sanguigno, quindi è sicuro per il feto in via di sviluppo..
  • Unguento alla nistatina. Un agente antifungino viene applicato sulla palpebra interna prima di coricarsi..

Per rafforzare l'immunità della futura mamma, puoi assumere complessi multivitaminici e mangiare cibi ricchi di vitamine. Quando le sostanze chimiche penetrano nelle mucose, vengono eseguiti un lavaggio oculare e una terapia antinfiammatoria, a seconda dell'intensità della lesione.

Nel secondo trimestre

Nel 2 ° trimestre, la placenta è completamente formata e i rischi di penetrazione del farmaco nel corpo del bambino sono ridotti. Durante questo periodo, l'elenco dei farmaci approvati viene ampliato. Tuttavia, va ricordato che questa autorizzazione è condizionale (la maggior parte dei farmaci, secondo le istruzioni, sono controindicati durante l'intero periodo di gravidanza e alimentazione del bambino, il medico decide sull'appuntamento, tenendo conto dei presunti benefici e dei probabili danni).

Per le forme gravi della malattia, i medici possono raccomandare alla donna incinta di assumere farmaci per via orale. Molto spesso, i farmaci in compresse sono prescritti per infezioni fungine e congiuntivite da clamidia. Il dosaggio e la durata dell'uso sono determinati dal medico in base alla diagnosi. La tabella mostra un elenco di farmaci che possono essere utilizzati da una donna incinta nel 2 ° periodo di gestazione.

Direzione dell'azioneGruppo di farmaciElenco dei medicinali
Rimozione dell'infiammazione, rimozione dell'essudato, eliminazione del prurito e del brucioreAntisetticoAcido borico al 2%, furacilina, soluzione di permanganato di potassio (vedi anche: uso di furacilina in 1-3 trimestre di gravidanza)
Elimina i virus, riduci l'infiammazione, aumenta l'immunità localeAgenti antiviraliGocce "Oftalmoferon", "Tobrex", unguento "Tebrofen"
Combatti l'infezione battericaAgenti antibatterici topiciLevomicetina, Albucid, Tsiprolet
Infezione da clamidiaComplesso antibiotico topico e oraleUnguento all'eritromicina, compresse di amoxicillina
Congiuntivite funginaFarmaci antifunginiUnguento alla nistatina, farmaci con intraconazolo
AllergiaAntistaminici ad azione locale e sistemica (più nell'articolo: antistaminici consentiti durante la gravidanza)Collirio "Allergordil", Opatanol. Gocce "Fenistil" per somministrazione orale. Compresse "Suprastin" (vedere anche: istruzioni per l'uso di Suprastin nel 1-3 trimestre di gravidanza).

Nel terzo trimestre

Il trattamento viene effettuato secondo gli stessi principi del precedente periodo di gravidanza. Tuttavia, molti esperti consigliano di non utilizzare farmaci per il trattamento di patologie oculari nelle ultime 10 settimane di gravidanza o di ridurne significativamente il dosaggio. Per alleviare i sintomi spiacevoli, prescrivere un risciacquo degli occhi con farmaci antisettici e decotti alle erbe.

Conseguenze della congiuntivite e suo trattamento per il bambino

Gli esperti concordano sul fatto che il trattamento di varie forme di congiuntivite durante la gravidanza non causa conseguenze negative per il bambino. Durante la terapia vengono utilizzati farmaci locali che non entrano nel flusso sanguigno o entrano nel flusso sanguigno a un dosaggio minimo. È molto più pericoloso se la madre non cura il disturbo prima del parto e infetta il bambino.

Nei neonati, la congiuntivite assume una forma acuta e può portare a funzioni visive compromesse (vedi anche: gli occhi si deteriorano in un neonato). Il pericolo per il bambino è la patologia da clamidia nella madre, o meglio la clamidia, che causa l'infiammazione della mucosa dell'occhio. Se una donna incinta non cura la clamidia, possono verificarsi le seguenti conseguenze:

  • nascita prematura;
  • infezione intrauterina del feto;
  • infezione del bambino durante la nascita.

Se viene rilevata un'infezione da clamidia, una donna viene trattata con antibiotici nel 2 ° e 3 ° trimestre. Durante questo periodo, la placenta protegge il bambino dall'azione dei farmaci..

Congiuntivite durante la gravidanza: qual è il pericolo della malattia e come trattarla

Durante la gravidanza, il corpo di una donna diventa vulnerabile a tutti i tipi di infezioni. Gli occhi sono un organo a maggior rischio. Batteri patogeni introdotti dall'esterno, virus respiratori, allergeni sotto forma di polline, polvere, peli di animali: questo è ciò che normalmente tiene sotto controllo il sistema immunitario. La congiuntivite è pericolosa per il feto e come curare la malattia durante la gravidanza?

Congiuntivite e suoi tipi

La membrana mucosa sottile e trasparente che copre l'esterno del bulbo oculare è chiamata congiuntiva. Il normale funzionamento degli occhi dipende dalle sue condizioni. Li idrata, li nutre e li protegge. Il liquido lacrimale contiene antibiotici naturali che impediscono lo sviluppo di batteri patogeni che entrano nell'occhio. L'infiammazione del rivestimento esterno dell'occhio è chiamata congiuntivite..

Se noti sintomi di congiuntivite, dovresti consultare immediatamente un medico

La congiuntivite è divisa in due grandi gruppi:

  • infettivo, causato dal patogeno;
  • non infettivo, che si sviluppa a seguito di lesioni o danni tossici.

Un'ulteriore classificazione viene effettuata secondo diversi criteri..

Tabella: classificazione della congiuntivite

Man mano che la malattia progrediscePer tipiSecondo i cambiamenti nella mucosa (caratteristiche morfologiche)
  • Congiuntivite acuta con sintomi gravi e decorso violento;
  • una forma subacuta con un decorso facilitato senza sintomi evidenti;
  • forma cronica, quando i sintomi vengono cancellati, ma fastidioso per molto tempo;
  • ricorrente, che si manifesta a intervalli regolari e spesso di natura stagionale
  • Batterico (causato da streptococco, stafilococco, Pseudomonas aeruginosa, pneumococco);
  • clamidia o oftalmoclamidia;
  • virale - erpetico e adenovirale;
  • allergico;
  • fungine, che possono "sonnecchiare" a lungo nel corpo e attivarsi a seguito dell'esposizione esterna all'occhio
  • Catarrale senza secrezione purulenta;
  • follicolare, in cui si formano follicoli sulla membrana mucosa (piccoli tubercoli arrotondati di 1-2 mm di diametro) - accumuli di linfociti diretti dal sistema immunitario per combattere l'agente eziologico della malattia;
  • membranoso, scorre con la formazione di pellicole biancastre sulla congiuntiva che possono essere facilmente rimosse con un batuffolo di cotone

Sintomi e segni della malattia

La congiuntivite di varie forme e tipi ha sintomi comuni:

  • attaccatura delle palpebre al mattino al risveglio;
  • sensazione di un corpo estraneo sotto le palpebre;
  • aumento dell'affaticamento degli occhi, soprattutto al computer o durante la lettura;
  • aumento della lacrimazione;
  • scarsa tolleranza alla luce intensa;
  • mal di testa e dolori agli occhi;
  • bruciore e prurito;
  • scarico mucoso;
  • gonfiore e arrossamento della congiuntiva e della pelle intorno agli occhi.

Alcuni tipi di malattia, oltre ai sintomi descritti, hanno i loro segni caratteristici:

  • con congiuntivite erpetica virale, si formano vesciche sulla mucosa e sulle palpebre, a volte colpendo la cornea;
  • la congiuntivite batterica causa una secrezione purulenta abbondante;
  • la forma allergica è caratterizzata da danno simultaneo a entrambi gli occhi, forte prurito, gonfiore delle palpebre.

I più pericolosi per le donne incinte e gravi a valle sono due tipi: adenovirale e clamidia.

Congiuntivite adenovirale

L'infezione con congiuntivite adenovirale si verifica da goccioline trasportate dall'aria. Spesso diventa una complicazione dell'ARVI. Di solito, la malattia colpisce prima un occhio e dopo 2-3 giorni si diffonde al secondo.

Segni tipici della forma adenovirale:

  • ingrossamento dei linfonodi parotidei;
  • è possibile la formazione di follicoli;
  • febbre alta con una forma grave della malattia;
  • la formazione di film purulenti sulla mucosa;
  • mal di testa.

La congiuntivite adenovirale causa una compromissione della vista temporanea, può essere complicata dalla faringite.

Ophthalmochlamydia

La congiuntivite causata dalla clamidia ha tutti i sintomi comuni della malattia. Come tipo di batterico, è accompagnato da un'abbondante scarica di pus, più follicoli e dalla formazione di film fibrinosi che si dissolvono mentre guarisce..

Il segno patognomonico (caratteristico esclusivamente dell'oftalmoclamidia) è la linfoadenite (infiammazione dei linfonodi parotidei) e l'infiammazione del tubo uditivo. Quest'ultimo è accompagnato da perdita dell'udito, rumore e congestione nell'orecchio.

Galleria fotografica: sintomi di congiuntivite

Le ragioni

Durante la gravidanza si verifica una diminuzione fisiologica dell'immunità, necessaria per la conservazione e il corretto portamento del feto. Il motivo principale dell'infezione da congiuntivite durante questo periodo è una protezione insufficiente del corpo da agenti infettivi e allergici e una mancanza di vitamine. Il calo maggiore dell'immunità si osserva a 6-8 settimane, quando il corpo si adatta alle nuove condizioni. Un altro periodo pericoloso è la 20-28 settimana. In questo momento, gli organi del feto iniziano a funzionare e il carico sul corpo della madre aumenta in modo significativo.

Sullo sfondo di ridotta immunità, ipotermia o infezioni virali respiratorie acute, il virus dell'herpes può essere attivato e il risveglio e la moltiplicazione attiva delle forme L della clamidia, che sono in grado di parassitare all'interno delle cellule in uno stato di "sonno" per lungo tempo.

La causa immediata della malattia è:

  • contatto con un paziente con congiuntivite virale o raffreddore;
  • mancanza di igiene;
  • contatto con allergeni;
  • lesioni agli occhi;
  • malattie otorinolaringoiatriche acute o croniche.

Pericolo di congiuntivite durante la gravidanza

La congiuntivite adenovirale è particolarmente pericolosa nel primo trimestre, quando vengono deposti i sistemi vitali e gli organi del bambino. In questo caso, c'è il rischio del loro sviluppo errato..

La congiuntivite da clamidia è pericolosa perché l'agente eziologico della malattia è in grado di superare la barriera placentare e infettare il nascituro. L'infezione durante il parto può anche causare malattie in un neonato..

È importante sapere che l'oftalmoclamydia può essere uno dei primi sintomi di una patologia più grave: la clamidia urogenitale, che può causare malformazioni fetali e aborto spontaneo.

Gli agenti causali della congiuntivite batterica possono anche entrare nel bambino attraverso il flusso sanguigno e durante il parto. Ma questo accade solo nel caso di un'infezione avanzata..

Diagnostica

La diagnosi di congiuntivite non è difficile per un oftalmologo. Segni visibili consentono di formulare una diagnosi preliminare durante l'esame. Per confermarlo, il medico raccoglie l'anamnesi: contatti con i pazienti, presenza di allergie e malattie croniche. Se necessario, vengono prescritti test di laboratorio - citologici, batteriologici e per la determinazione dei titoli anticorpali al fine di identificare l'allergene.

Video: cosa devi sapere sulla congiuntivite

Trattamento della congiuntivite nelle donne in gravidanza

È esclusa l'automedicazione della congiuntivite durante la gravidanza. Il medico selezionerà farmaci che saranno efficaci e non danneggeranno il nascituro. Insieme ai farmaci, il medico consiglierà la medicina tradizionale. Il rispetto delle norme igieniche gioca un ruolo importante.

Trattamento farmacologico

Tenendo conto dell'età gestazionale e dei risultati del test, per il trattamento vengono utilizzati:

  • antibatterico,
  • antivirale,
  • antistaminici,
  • farmaci antinfiammatori.

Si tratta di gocce e unguenti che hanno un effetto locale e penetrano nella circolazione sistemica solo in piccole quantità..

Tabella: medicinali per il trattamento della congiuntivite durante la gravidanza

Nome del farmacoTipo di congiuntiviteModulo per il rilascio
TobrexBattericaGocce, unguento
Albucid (sodio solfacile)Batterico e
clamidia
Gocce
  • Aktipol;
  • Poludan;
  • Ophthalmoferon
Erpetico e adenoviraleGocce
ViferonErpetico e adenoviraleunguento
Allergodil (solo nel II e III trimestre)Allergicogocce
  • Vigamox;
  • Ciloxan
Chlamydialgocce

Vigamox e Ciloxan sono prescritti se il decorso della congiuntivite batterica o da clamidia diventa minaccioso per la salute della donna e l'effetto terapeutico atteso supera il rischio per il feto.

Gli antisettici sono usati per lavare gli occhi - Furacilina e una soluzione acquosa debole di clorexidina (solo previo accordo con il medico).

Galleria fotografica: farmaci per il trattamento della congiuntivite

Rimedi popolari

Infusi e decotti alle erbe alleviano in modo significativo la condizione degli occhi con congiuntivite e sono sicuri per la donna e il feto. Per lavare e impacchi, utilizzare aloe, camomilla, calendula, alloro, radice di marshmallow. Attenersi alle seguenti regole durante il lavaggio:

  • utilizzare un batuffolo di cotone o un tampone separato per ciascun occhio;
  • pulisci l'occhio dall'angolo esterno a quello interno;
  • utilizzare l'infusione a temperatura ambiente.

Video: ricette di rimedi casalinghi per la congiuntivite

Igiene durante la malattia

La congiuntivite è una malattia molto contagiosa, quindi l'igiene è essenziale:

  • Dal primo giorno della comparsa dei sintomi, tu o un membro della famiglia malato dovreste avere un asciugamano e un sapone separati;
  • cambia ogni giorno asciugamano e federa;
  • non indossare lenti a contatto durante la malattia;
  • non toccarti gli occhi con le mani;
  • sostituire il fazzoletto con fazzoletti usa e getta;
  • utilizzare acqua bollita per il lavaggio.

Ciò accelererà il recupero e proteggerà i tuoi cari dalle infezioni..

Prevenzione delle malattie

  • quando si utilizzano lenti a contatto - cura igienica completa e rispetto delle raccomandazioni del produttore per il periodo di utilizzo;
  • assumere complessi vitaminici tonificanti consigliati da un ostetrico-ginecologo;
  • cambio del mascara una volta ogni due mesi;
  • uso di un asciugamano individuale.

Proteggiti dall'ipotermia e dal contatto con persone malate.

Nel 95% dei casi, la congiuntivite non minaccia né la donna né il feto. Ma solo se viene effettuato un trattamento adeguato tempestivo.

Come trattare la congiuntivite durante la gravidanza - trattamento di donne in gravidanza con colliri

La congiuntivite durante la gravidanza è un fenomeno comune e la specificità del suo trattamento risiede nel divieto della maggior parte delle misure di controllo. Nonostante il fatto che la malattia stessa non rappresenti un pericolo per il feto, alcuni farmaci sono controindicati nelle donne durante il periodo di gestazione e alimentazione..

In caso di rilevamento di congiuntivite nelle donne in gravidanza, il trattamento deve essere innocuo per il bambino. Molte donne incinte ricorrono alla medicina tradizionale. Tuttavia, il trattamento farmacologico dovrebbe essere primario. In un modo o nell'altro, i sintomi della congiuntivite causano una serie di inconvenienti alle donne in gravidanza, quindi vediamo insieme come può essere curata il prima possibile..

Cos'è?

La congiuntivite è un'infiammazione del rivestimento delle palpebre, della congiuntiva, una membrana molto sottile e sensibile che collega la superficie interna dell'occhio e il bulbo oculare. Questo processo infiammatorio è solitamente causato da allergeni e infezioni (virali e batteriche).

Va notato che la congiuntivite infettiva si verifica molto più spesso durante la gravidanza rispetto all'allergia o al contatto. Ciò è dovuto al fatto che le donne nella "posizione" hanno un'immunità generale leggermente ridotta e sono più vulnerabili a infezioni e virus.

Le ragioni

Trasportare un bambino è sempre una diminuzione delle difese immunitarie e un indebolimento del corpo della madre. In questo contesto, il processo infiammatorio può apparire sotto l'influenza di fattori provocatori come:

  • infezioni virali da raffreddore;
  • mancanza di vitamine che forniscono nutrimento agli occhi;
  • disturbi dell'igiene;
  • miopia grave;
  • uso improprio delle lenti a contatto;
  • malattie acute e croniche dell'orecchio, della gola e del naso;
  • ipotermia;
  • influenze fisiche o chimiche (fumo, polvere, calore, vento freddo).

L'inizio della congiuntivite durante la gravidanza è causato dalle stesse ragioni dei casi normali. La malattia può essere causata da:

  • Infezione batterica (congiuntivite batterica).
  • Infezione virale.
  • Contatto con vari allergeni (polline delle piante durante la fioritura, peli di animali, sostanze chimiche che fanno parte dei cosmetici, prodotti chimici domestici, ecc.). Qualsiasi sostanza può fungere da allergene, tuttavia, nelle donne in gravidanza, l'infiammazione allergica della congiuntiva si verifica raramente per la prima volta, ma di solito è ricorrente. La congiuntivite allergica stagionale è più comune nelle donne in gravidanza e le sue esacerbazioni nella maggior parte dei casi si verificano in primavera o all'inizio dell'estate.
  • Agenti estranei che entrano negli occhi e causano congiuntivite da contatto.
  • Violazione delle istruzioni per l'uso delle lenti a contatto. In questo caso, si sviluppa anche la congiuntivite da contatto..
  • Microrganismi a trasmissione sessuale, come la clamidia.

Sintomi

I segni di congiuntivite batterica sono solitamente:

  • scarico giallo o verdastro dagli occhi;
  • gonfiore delle palpebre;
  • arrossamento del bianco degli occhi.

L'infezione può colpire uno o entrambi gli occhi.

Con la congiuntivite virale, c'è un forte arrossamento degli occhi, prurito, mentre non c'è scarico denso. Con alcune infezioni virali, la lacrimazione può aumentare. Nella maggior parte dei casi, la congiuntivite virale colpisce entrambi gli occhi. Oltre ai segni generali di congiuntivite, i pazienti possono manifestare i soliti sintomi del raffreddore: febbre, brividi, mal di testa, tosse, ecc..

A causa del fatto che le donne in gravidanza hanno difese immunitarie indebolite, sono più vulnerabili ai patogeni della congiuntivite infettiva rispetto ad altri.

La probabilità di sviluppare altre varietà di questa malattia nelle donne in gravidanza non è né superiore né inferiore a quella di altre persone. La congiuntivite allergica di solito causa occhi rossi, lacrimazione e forte prurito. Spesso gli allergeni causano anche altri sintomi: naso che cola, starnuti o eruzioni cutanee.

La congiuntivite è pericolosa durante la gravidanza?

Nella maggior parte dei casi, la congiuntivite durante la gravidanza non rappresenta alcun pericolo né per la donna stessa né per il suo bambino non ancora nato. Con un trattamento tempestivo, questa malattia passa rapidamente senza causare complicazioni. La congiuntivite da contatto si sviluppa quando oggetti estranei, alcune sostanze chimiche entrano negli occhi e anche a causa dell'uso di lenti a contatto. Anche questo tipo di malattia passa rapidamente e senza complicazioni..

Anche la congiuntivite infettiva è considerata innocua: la probabilità che i suoi agenti patogeni vengano trasmessi al bambino è piccola, anche se se è causata da adenovirus, vale la pena prendere misure per prevenire il raffreddore nel bambino.

La congiuntivite allergica non è affatto contagiosa e provoca solo disagio alla stessa paziente.

Su cos'è l'iperemia congiuntivale, leggi qui.

Tuttavia, le donne incinte dovrebbero consultare immediatamente un medico se sviluppano segni di congiuntivite. Ciò consentirà di escludere o diagnosticare la congiuntivite da clamidia nel tempo..

Questo tipo di congiuntivite nella maggior parte dei casi è un segno di clamidia non trattata, che può influire sulla salute del bambino. Le donne che contraggono la clamidia durante la gravidanza hanno maggiori probabilità di avere infezioni intrauterine, rottura prematura delle membrane e parto prematuro. È stato anche dimostrato che la clamidia aumenta la probabilità di contrarre altre infezioni a trasmissione sessuale, compreso l'HIV, e può anche essere trasmessa al bambino durante il parto..

Nel 25-50% dei bambini nati da una madre infetta da clamidia, la congiuntivite si sviluppa nei primi giorni dopo il parto e dal 5% al ​​30% dei bambini sviluppa polmonite poche settimane o mesi dopo il parto..

La clamidia è spesso quasi impercettibile e le donne potrebbero non sospettare nemmeno di essere infette per molto tempo. Anche se la gravidanza è già avvenuta, un trattamento tempestivo riduce significativamente il rischio di complicanze associate alla clamidia..

La congiuntivite causata da altri microrganismi, di regola, non influisce sul corso della gravidanza e sulla salute del bambino.

Leggi di un occhio in decomposizione in un neonato qui.

Diagnostica

La diagnosi di congiuntivite viene stabilita da un oftalmologo dopo aver esaminato una donna incinta. Per determinare la causa esatta della malattia, il medico chiede al paziente le malattie passate e le condizioni di lavoro.

A volte, inoltre, il medico prescrive un'analisi della scarica dall'occhio per determinare l'agente patogeno. In alcuni casi, potrebbe essere necessario consultare anche altri specialisti (urologo, ginecologo, allergologo).

Come trattare la congiuntivite nelle donne in gravidanza?

Per determinare il metodo per il trattamento della congiuntivite negli adulti, è necessario prima stabilirne il tipo. I rimedi casalinghi, come impacchi caldi e freddi, possono aiutare ad alleviare i sintomi spiacevoli. Per fare questo, è necessario un piccolo pezzo di stoffa o un asciugamano inumidito con acqua, che viene applicato sulle palpebre per 5-10 minuti. Invece dell'acqua, è meglio usare un decotto di camomilla o menta..

Al mattino, la placca secca può accumularsi sulle palpebre e sulle ciglia, che devono essere accuratamente rimosse con acqua tiepida. In caso di prurito, in nessun caso dovresti strofinare gli occhi, poiché ciò può aggravare la situazione e ritardare il processo di guarigione. Per alleviare gonfiore e arrossamento, i medici raccomandano di utilizzare gocce idratanti per la congiuntivite, chiamate anche "lacrime artificiali".

Come trattare un occhio in decomposizione negli adulti leggi l'articolo.

Le principali lamentele di una donna incinta:

  • bruciore;
  • sensazione di sabbia negli occhi;
  • fotofobia.

Un prerequisito prima di qualsiasi trattamento è la consultazione con un oftalmologo. Per periodi fino a dodici settimane, è necessario ridurre al minimo l'assunzione di qualsiasi farmaco, limitandolo alla terapia antinfiammatoria locale. I rimedi erboristici sono assolutamente sicuri: sciacquare gli occhi con un decotto di camomilla o salvia. Qualsiasi altro farmaco nel primo trimestre di gravidanza deve essere utilizzato solo con il permesso di un medico..

Nel secondo e terzo trimestre, il medico può prescrivere tranquillamente farmaci come:

  • gocce astringenti (solfato di zinco allo 0,25%, soluzione di resorcinolo all'1%);
  • gocce di interferone utilizzate per la congiuntivite virale;
  • soluzioni antibatteriche oftalmiche approvate per l'uso nelle donne in gravidanza;
  • pomata per gli occhi antimicrobica.

Tutti i farmaci che contengono componenti ormonali, antibiotici tossici, soluzioni per gli occhi con sali di metalli pesanti sono rigorosamente controindicati..

Il trattamento della congiuntivite nelle donne in gravidanza con antibiotici è prescritto solo nei casi in cui al paziente viene diagnosticata una forma batterica e il miglioramento dei rimedi locali non si verifica dopo una settimana o più. Inoltre, gli antibiotici sono necessari per le donne in gravidanza con immunodeficienza. È particolarmente importante trattare tempestivamente la congiuntivite da clamidia, i cui pericoli sono stati menzionati sopra. In questo caso, entrambi i partner devono accettare il trattamento. Fino alla fine del corso di terapia, si dovrebbe astenersi dal rapporto sessuale: questo può portare a una nuova infezione da clamidia.

Per la congiuntivite allergica, il medico può prescrivere al paziente colliri antistaminici. È più sicuro dell'assunzione di antistaminici per via orale e molto raramente porta a complicazioni. La congiuntivite allergica in una madre che allatta può anche essere trattata con colliri antistaminici: la maggior parte di essi viene escreta nel latte materno e non rappresenta un pericolo per il bambino. Tuttavia, gli antistaminici possono essere assunti solo come indicato da un medico..

Ricorda: è severamente vietato assumere farmaci da banco durante la gravidanza e l'allattamento di propria iniziativa..

Come viene trattato l'orzo sull'occhio di un adulto, leggi in dettaglio nel materiale.

Prevenzione

Il raffreddore può essere la causa principale della congiuntivite durante la gravidanza. Un effetto preventivo completo sul corpo di una donna incinta è obbligatorio per aumentare le funzioni protettive del corpo. Di solito il medico fornisce le seguenti raccomandazioni:

  • assunzione di preparati multivitaminici;
  • trattamento di malattie infiammatorie negli organi vicini (otite media, faringite, tracheite, tonsillite, sinusite, rinite);
  • rispetto rigoroso delle regole per indossare le lenti a contatto;
  • correzione tempestiva dell'acuità visiva;
  • protezione degli occhi da fattori ambientali dannosi.

È impossibile per le donne incinte aumentare l'immunità con l'aiuto di farmaci speciali, quindi il compito principale è fare attenzione, non all'ipotermia, non strofinarsi gli occhi e lavarsi le mani regolarmente.

video

Video su come curare la congiuntivite con rimedi popolari.

conclusioni

Quindi, la congiuntivite durante la gravidanza è un problema comune, ma può essere risolto. La cosa principale è non prendere alcun farmaco senza consultare un oftalmologo. Se tutto è fatto correttamente, la congiuntivite durante la gravidanza, che viene trattata solo da un oculista, non diventerà un problema serio per la vista della donna e per la salute del bambino..

Per ulteriori informazioni sulla congiuntivite nei bambini di età compresa tra 2 anni, leggere il collegamento.

Sarò madre: come curare la congiuntivite durante la gravidanza?

La congiuntivite in una donna incinta è un evento comune. Il trattamento deve essere prescritto da un medico, poiché alcuni farmaci sono pericolosi per il feto. Con una terapia tempestiva, la malattia scompare senza complicazioni. Come misura preventiva, è necessario monitorare l'igiene degli occhi e rafforzare il sistema immunitario..

Cause di patologia nelle future mamme

Durante la gravidanza, il corpo attiva le sue funzioni di barriera. Bassa immunità, stress frequenti o raffreddori possono causare congiuntivite.

Le ragioni per lo sviluppo del processo patologico nelle donne in gravidanza:

  1. Grande carico visivo. Il lavoro a lungo termine al computer porta ad affaticamento degli occhi e infiammazione della congiuntiva.
  2. Diminuzione delle funzioni protettive del corpo. Il raffreddore e altre malattie possono essere un fattore provocante..
  3. Herpes, influenza e varicella. In questo caso, l'infiammazione della congiuntiva si sviluppa come un processo patologico concomitante..
  4. Infezioni adenovirali e batteriche. Parallelamente, il paziente ha un aumento della temperatura corporea, tosse e infiammazione del rinofaringe.
  5. Sindrome dell'occhio secco. Questa deviazione si verifica a causa dell'uso di lenti a contatto e di una maggiore sensibilità degli occhi..

Come fattore provocante, potrebbe esserci una mancanza di vitamine o una grave ipotermia del corpo..

Varietà

La congiuntivite può essere di diversi tipi. Nelle donne in gravidanza, la forma allergica, virale, batterica o fungina più comune.

Allergico

La causa della congiuntivite allergica è un allergene che è entrato nel corpo. Può trattarsi di peli di animali, polvere o fiori. Insieme a lacrimazione abbondante, gonfiore e disagio nella zona degli occhi, si osservano frequenti starnuti.

La malattia può essere stagionale e per tutto l'anno. La forma più comune è la primavera. In questo caso, la palpebra è interessata. Parallelamente, si può osservare iperemia della congiuntiva del bulbo oculare. Affinché il trattamento sia efficace, è necessario limitare completamente il contatto del paziente con l'allergene..

Virale

Questa forma del processo patologico è causata da virus che entrano nella congiuntiva dell'occhio. Molto spesso, è accompagnato da un raffreddore. I pazienti lamentano prurito, arrossamento delle proteine ​​e lacrimazione.

Una caratteristica distintiva della congiuntivite virale e batterica è la presenza di secrezione purulenta. Una diagnosi accurata viene effettuata solo dopo una diagnosi completa..

Batterica

La congiuntivite batterica è causata da pneumococchi, Pseudomonas aeruginosa o stafilococchi. Questa forma è caratterizzata da secrezione purulenta, dolore e gonfiore..

Fungine

Questa varietà è provocata da funghi patogeni. Forte polverosità, elevata umidità dell'aria e violazione delle condizioni igieniche e sanitarie possono essere un fattore provocante. In questo caso, l'infiammazione è catarrale o purulenta..

Manifestazioni della malattia

La congiuntivite ha sintomi pronunciati. Si osservano i seguenti sintomi:

  • arrossamento e irritazione degli occhi;
  • maggiore sensibilità alla luce;
  • secrezione purulenta e mucosa;
  • fastidio agli occhi;
  • sensazione di secchezza e "sabbia";
  • lacrimazione.

I pazienti lamentano spesso mal di testa, febbre e debolezza generale.

Quando compaiono i primi sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico. L'automedicazione aumenta il rischio di complicanze ed effetti negativi sul feto.

La malattia è pericolosa durante il periodo di gravidanza?

Con lo sviluppo della malattia, una donna è sempre preoccupata di quanto sia pericolosa la malattia e di come influenzerà la salute del bambino.

Per il corpo di mamma

Con un trattamento adeguato, la congiuntivite non rappresenta una minaccia per una donna. Un'eccezione è la congiuntivite da clamidia. In questo caso, c'è il rischio di aborto spontaneo o parto prematuro..

Per il feto

Nella maggior parte dei casi, la congiuntivite si risolve senza influire negativamente sul feto. L'infiammazione minore non rappresenta una minaccia. Tuttavia, le complicanze di tale malattia, che si sono manifestate sullo sfondo di una lesione batterica o virale, richiedono un trattamento antibiotico. Tali farmaci possono essere pericolosi per il feto..

Nel primo trimestre

Con l'automedicazione, esiste la possibilità di malformazioni fetali o addirittura di aborto spontaneo.

Nel secondo trimestre

Entro il secondo trimestre, la placenta è già completamente formata. Gli effetti negativi dei farmaci si stanno riducendo. L'elenco dei farmaci approvati si amplia.

Nel terzo trimestre

Con un trattamento adeguato della congiuntivite, il feto non si presta a influenze negative. La scelta dei farmaci e la durata del loro utilizzo è determinata dallo specialista che conduce la gravidanza..

Trattamento della malattia

Il trattamento è prescritto solo dopo che è stato stabilito il tipo di congiuntivite. Va ricordato che l'automedicazione può influire negativamente sulla salute della madre e del bambino..

Regole generali

Il trattamento della congiuntivite deve essere rigorosamente sotto controllo medico. Ai primi sintomi, dovresti immediatamente fissare un appuntamento con un oftalmologo. Le principali raccomandazioni che il medico ha dato dopo l'esame sono le seguenti:

  1. La nutrizione dovrebbe essere completa ed equilibrata. Al corpo devono essere fornite vitamine e sostanze nutritive adeguate.
  2. Eventuali immunomodulatori e immunostimolanti dovrebbero essere prescritti solo da un medico.
  3. Il trattamento principale dovrebbe essere completato dall'assunzione di integratori alimentari.
  4. Una donna dovrebbe osservare il riposo e il riposo a letto.
  5. Non applicare tamponi o bende sull'occhio colpito.

Quasi tutto il trattamento si basa sul risciacquo degli occhi con speciali soluzioni antisettiche e sull'uso di gocce.

Raccomandazioni per l'igiene

Semplici pratiche igieniche possono aiutare ad accelerare il processo di guarigione e prevenire la reinfezione. Dovresti lavarti spesso le mani e interrompere temporaneamente l'uso di cosmetici decorativi. Si consiglia di utilizzare solo prodotti ipoallergenici per il lavaggio. Per il periodo di malattia gli asciugamani e le federe devono essere cambiati ogni giorno..

Medicinali

La selezione dei farmaci per il trattamento della congiuntivite dovrebbe essere gestita da un medico. Per il trattamento vengono utilizzati colliri e unguenti speciali.

Elenco dei farmaci approvati per il trattamento degli occhi

La scelta del farmaco dipende direttamente dal tipo di congiuntivite. Molto spesso vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • antistaminici - Azelastine, Ketotifen e Levocabastine;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei - Diclofenac;
  • corticosteroidi - Maxidex;
  • antibatterico - Tobrex, Floskal;
  • lacrima artificiale.

In assenza di cambiamenti positivi entro una settimana, si consiglia di assumere farmaci all'interno. Viene prescritto un regime di trattamento standard, che dipende dal tipo di congiuntivite:

  • virale - farmaci con tebofen e immunostimolanti;
  • batterico - soluzione di furacilina o acido borico al 2%, antibiotici locali;
  • allergico - Unguento all'idrocortisone, preparati Suprastin e Zyrtec.

La durata del corso terapeutico e il dosaggio ottimale sono selezionati da uno specialista. Se si verifica una reazione negativa al farmaco, è necessario consultare un medico in modo che prenda un altro rimedio più sicuro.

Ricette popolari

Metodi alternativi di trattamento possono essere usati come complementari. Prima di utilizzare qualsiasi rimedio casalingo, è necessario consultare uno specialista e assicurarsi che non vi siano rischi di una reazione allergica.

L'aloe ha molte proprietà medicinali. La pianta ha i seguenti effetti:

  • antifungino;
  • antinfiammatorio;
  • antibatterico;
  • rafforzamento immunitario.

I principi attivi migliorano la circolazione sanguigna nella retina e arrestano il processo infiammatorio. Sulla base della pianta vengono preparate le gocce. Il miele è usato come componente aggiuntivo.

Mettere la foglia di aloe in frigorifero prima di cuocerla. Quindi viene lavato con acqua bollita, asciugato e solo allora il succo viene spremuto. Il liquido risultante viene diluito con acqua. Per 20 ml di acqua, viene preso 1 cucchiaio. l. succo filtrato e 1 cucchiaio. l. miele liquido. Prima dell'uso, le gocce devono riposare in frigorifero per circa mezz'ora. Il dosaggio ottimale è 1-2 di potassio.

Un modo più semplice per fare le gocce è diluire il succo fresco con acqua bollita in un rapporto di 1:10. Si consiglia di instillare 3 gocce prima di coricarsi..

Kalanchoe

Per preparare il brodo, è necessario tritare finemente le foglie di Kalanchoe. Alla pappa risultante vengono aggiunti alcuni cucchiai d'acqua. Il prodotto deve essere bollito, raffreddato e quindi filtrato. Questo brodo viene utilizzato per lavare gli occhi 3 volte al giorno..

Il decotto di Kalanchoe è efficace per il trattamento della congiuntivite allergica. Lo strumento viene utilizzato fino al passaggio del processo infiammatorio. Molti esperti sconsigliano il brodo e il succo di Kalanchoe a donne incinte e durante l'allattamento..

Altay

Un decotto viene preparato sulla base della radice di marshmallow. Per 250 mg di acqua bollente, vengono presi 3 cucchiai. l il componente principale. Il prodotto risultante viene utilizzato per lozioni sugli occhi..

fiordaliso

L'infuso di fiori di fiordaliso blu è un antico rimedio popolare che allevia bene l'irritazione. Per preparare le gocce, è necessario mescolare 150 ml di acqua calda e 2 cucchiaini. fiori secchi. Lo strumento deve essere insistito per 1 ora e quindi filtrato attraverso una garza. L'infuso può essere utilizzato sia per instillazione che per lozioni.

aneto

L'aneto è spesso usato per trattare la congiuntivite. Sulla base vengono preparate lozioni e gocce. L'opzione più semplice è macinare un po 'di aneto e spremere il succo. Nel liquido risultante, è necessario immergere un batuffolo di cotone, quindi viene applicato sull'occhio interessato. Questa procedura dovrebbe essere ripetuta più volte al giorno. La durata ottimale delle lozioni è di 15 minuti.

Oculista di altissima categoria. Candidato di scienze mediche.