Congiuntivite dell'occhio nei cani. Cause, sintomi, tipi e trattamento della congiuntivite nei cani

Gli animali domestici, come gli umani, a volte si ammalano, anche una buona cura dei cani di razza non garantisce una salute assolutamente buona. La comparsa di occhi tristi negli amici a quattro zampe non significa uno stato d'animo triste dell'animale, ma indica i sintomi della malattia.

La congiuntivite nei cani è un fattore allarmante nel deterioramento della vigilanza, in generale, della salute dell'animale. Solo attraverso un trattamento urgente è possibile fermare la diffusione della patologia che porta alla cecità.

Le ragioni

Le membrane degli occhi rossi, la loro continua pettinatura, le croste essiccate agli angoli degli occhi, il bordo della palpebra sono segni della moltiplicazione di microbi patogeni nel sacco congiuntivale. I cani con una salute molto buona non sono sempre in grado di superare l'infezione stabilita.

Nella pratica medica, la congiuntivite è suddivisa in fasi di insorgenza:

  • primario - si sviluppa dagli effetti aggressivi dell'ambiente;
  • secondario - formato a causa dell'influenza di malattie croniche.

Il trattamento per la congiuntivite nei cani dura circa 14 giorni. I medici nella fase iniziale della malattia danno una prognosi favorevole se l'appello a loro non è stato tardivo. In pratica, non tutti i proprietari di animali domestici si preoccupano davvero degli animali domestici..

Il trattamento tempestivo è garanzia di un rapido recupero dell'animale

Lo stadio di una malattia avanzata è difficile da trattare, assume una forma cronica. Dolore nella zona degli occhi, visione alterata persiste a lungo nei cani, in assenza di assistenza veterinaria, si verificano gravi conseguenze.

La formazione della congiuntivite primaria è influenzata dalle circostanze:

  • intasamento delle membrane oculari con polvere, lana, lanugine, polline, ecc.;
  • ottenere ferite che portano alla patologia delle palpebre, delle membrane oculari;
  • la formazione di ferite termiche dall'esposizione a vapore, acqua bollente, sostanze chimiche - da aerosol, solventi, vapori nocivi;
  • una reazione allergica a ipotermia, polline, punture di insetti individuali, alcuni componenti del mangime, ecc.;
  • violazione della pervietà dei canali lacrimali;
  • affaticamento degli occhi da raffiche di vento, fumo denso;
  • infezioni all'interno del corpo;
  • carenza di microelementi utili;
  • fallimento nel metabolismo.

L'infiammazione degli occhi riflette l'impatto di molti fattori negativi. La congiuntivite nei cani nella foto è membrane arrossate, tracce di muco essiccato sulle ciglia, accumuli di pus agli angoli degli occhi.

La congiuntivite secondaria nei cani appare come risultato di patologie oculari precedentemente acquisite, interruzione degli organi interni. Fino a quando le malattie croniche non saranno curate, i processi infiammatori degli organi visivi persisteranno.

Quali razze sono più suscettibili a questa malattia

La congiuntivite non sceglie razze costose o bastardi, colpisce tutti, in particolare gli animali fisicamente deboli che si sono recentemente ammalati. Il gruppo di animali più spesso inclini alle malattie degli occhi comprende razze di cani con bulbi oculari anatomicamente grandi:

  • Boston Terrier;
  • carlini;
  • chihuahua;
  • Pechinese.

La caratteristica differenza tra gli "occhi" si manifesta in uno speciale attacco "sporgente" degli occhi. Gli animali hanno maggiori probabilità di essere a rischio di lesioni, intasamento delle mucose con particelle di polvere, lanugine, sabbia.

Una palpebra cadente contribuisce anche all'accumulo di infezione, che porta allo sviluppo dell'infiammazione. I proprietari di Cocker Spaniel e Bulldog spesso devono portare i loro cani per la consultazione alle cliniche veterinarie. Un tipo non infettivo di congiuntivite si verifica in dobermann, alani, pastori tedeschi.

Molto spesso, le malattie degli occhi si verificano nelle razze con palpebre cadenti o cadenti

Tipi di congiuntivite

La classificazione delle malattie si basa sull'identificazione delle cause della patologia. Secondo la sintomatologia, le caratteristiche dell'inizio e dello sviluppo dell'infiammazione, si distingue la congiuntivite:

  • Catarrale. Al centro della natura batterica dello sviluppo. Il quadro generale riflette un abbondante accumulo di muco con macchie purulente. L'essudato è costituito da cellule epiteliali distrutte che sono cadute dalla base. L'immagine della malattia è espressa da rossore brillante, grave edema della membrana oculare. A volte c'è un evidente prolasso della congiuntiva.

Al centro dell'origine del tipo catarrale di infiammazione, si rivelano allergia primaria, infezione dell'animale, danni alla struttura dell'occhio. La malattia raggiunge una forma acuta, spesso si riversa in uno stadio cronico di sviluppo. La congiuntivite catarrale viene spesso diagnosticata con i bulldog,
Pechinese a causa dell'ostruzione del canale lacrimale, sviluppo di organismi patogeni.

  • Purulento. I batteri formano un ambiente aggressivo. Il muco con pus è estremamente pericoloso per gli organi visivi. La sconfitta copre entrambi gli occhi, si manifestano fasi di esacerbazione della malattia. La congiuntivite purulenta nei cani si riflette nelle manifestazioni di gonfiore delle palpebre, fotofobia, alta temperatura, chiusura involontaria degli occhi. L'animale è coperto di febbre, ansia. Il cane si lamenta, si nasconde nel buio.

Una sostanza densa e viscosa di colore giallo-grigiastro si secca, formando croste. Le tracce della malattia sono chiaramente visibili agli angoli degli occhi, lungo la circonferenza delle palpebre, sulle ciglia. I casi trascurati della malattia sono associati all'opacità della cornea dell'occhio.

Lo stadio pericoloso della malattia richiede un trattamento urgente, poiché il rischio di una completa perdita della vista è molto alto. La patologia purulenta viene rilevata anche nei cuccioli appena nati, se la madre aveva una patologia intrauterina.

La congiuntivite è una malattia infettiva, è importante osservare misure protettive a contatto con un animale malato

  • Allergico. L'infiammazione si attiva dopo il contatto della membrana oculare con particelle allergeniche che provocano una reazione negativa nel corpo. La congiuntivite allergica nei cani può essere scatenata da insetti, irritanti domestici - aerosol, detergenti con componenti caustiche, solventi. Si forma un rossore brillante della membrana dell'occhio, inizia la lacrimazione.
  • Follicolare. Al centro della malattia c'è la distruzione dei follicoli linfatici. Si verifica edema della palpebra, compaiono piccole bolle - follicoli pieni di sostanza purulenta. I linfonodi, a causa dell'ingrossamento, feriscono la cornea. C'è irritazione delle mucose, protrusione della terza palpebra.

La congiuntivite follicolare nei cani viene rilevata dopo complicanze della fase catarrale, a volte la malattia ha cause di natura allergica. Il cane strizza gli occhi, avverte dolore, irritazione agli occhi.

Separatamente, la cheratocongiuntivite è isolata, il cui aspetto è associato a una violazione della normale lacrimazione. Secchezza degli occhi, secrezione grigio-giallastra, alterazioni della cornea - sintomi di patologia.

Ogni segno di malessere richiede attenzione, consiglio veterinario. I sintomi appaiono più spesso in modo brillante, ma ci sono casi senza segni speciali visivamente indicati. La passività generale dell'animale, la fotofobia e la pettinatura delle palpebre riflettono l'inizio dello sviluppo della malattia..

Metodi di trattamento

Far fronte alla congiuntivite di un animale domestico a quattro zampe senza assistenza veterinaria è possibile solo in una fase precoce della malattia. Un corso completo di terapia con farmaci attivi è prescritto da uno specialista dopo una diagnosi approfondita.

Il trattamento della congiuntivite nei cani a casa senza visitare un veterinario al primo segno di infiammazione è raccomandato con l'aiuto di cure speciali. È meglio fornire il primo soccorso senza preparati farmaceutici. Non appena si notano lacrime, lampi insoliti, arrossamento delle membrane, è necessario organizzare:

  • la procedura per lavare gli occhi con una soluzione di furacilina, un decotto di camomilla o semplice acqua bollita, tè preparato. Noto per l'efficacia di un decotto di eufrasia alle erbe officinali con azione antibatterica.

Per prima cosa è necessario rimuovere la contaminazione con un tovagliolo sterile, quindi pulire gli occhi dal bordo esterno all'angolo interno con un batuffolo di cotone imbevuto di soluzione. Gli occhi del cane devono essere lavati ad intervalli di 5-6 volte durante il giorno fino a eliminare i segni di infiammazione;

  • quarantena: interrompere temporaneamente le passeggiate attive del cane per evitare che i rifiuti entrino negli occhi, infezioni dovute alla comunicazione dell'animale con animali malati. Nella casa in cui vive il cane è necessaria una pulizia generale. Un amico a quattro zampe dovrebbe ricevere pace, buona alimentazione.

Quando non c'è miglioramento nell'osservazione dell'animale, ma, al contrario, i sintomi diventano più luminosi, è necessaria una visita urgente da un veterinario. Se la congiuntivite dell'occhio del cane è infettiva, il medico prescriverà farmaci volti a distruggere i microrganismi.

Il risciacquo di routine degli occhi non è efficace. Gli antibiotici sotto forma di gocce, unguenti elimineranno il centro dell'infezione. Scegliere personalmente i farmaci significa mettere a rischio il proprio animale domestico.

Quindi, ad esempio, un rimedio molto popolare albucid (sodio sulfacil) - scende dalla congiuntivite. Provocano un'ustione corneale in un cane, è vietato usarli per analogia con il trattamento umano.

Per il trattamento degli animali prescritti farmaci "Maxidin", Dekta "," Sofradex ". Applicare 4 gocce sugli occhi dopo 5-6 ore. L'unguento di etazolo o tetraciclina viene applicato sulla palpebra inferiore, quindi diffuso con leggeri movimenti sulla membrana dell'occhio. La procedura viene ripetuta a intervalli di 4-5 volte al giorno. Il trattamento del corso dura 7-10 giorni. Il dosaggio esatto è determinato dal medico curante.

Uno sviluppo moderno nel trattamento degli organi visivi è un film speciale con un effetto terapeutico. Dopo il posizionamento nel sacco congiuntivale, aumenta di dimensioni dal liquido lacrimale, avvolge il bulbo oculare, ha un effetto benefico.

Il film non può essere rimosso, si dissolve gradualmente. Rispetto ai mezzi tradizionali sotto forma di gocce, unguenti, l'uso del nuovo farmaco è molto più conveniente, poiché il rischio di lesioni durante le procedure è ridotto.

Prevenzione

Le misure per prevenire la malattia sono più facili da attuare che affrontare il trattamento dell'infiammazione purulenta nella fase acuta. Se è difficile evitare l'infezione da congiuntivite, ogni proprietario di cane può ridurre il rischio di formazione, interrompere lo sviluppo della patologia..

Importanti misure preventive:

  • prendersi cura di un cane - gli occhi devono essere periodicamente puliti con un panno sterile per rimuovere i blocchi;
  • ricevere vaccinazioni tempestive - le informazioni possono essere ottenute dal veterinario;
  • passeggiate moderate - la permanenza del cane in uno stato attivo non dovrebbe essere lunga, associata a ipotermia, surriscaldamento dell'animale, aree contaminate, cespugli spinosi dovrebbe essere evitata;
  • restrizione della comunicazione: il cane non dovrebbe incontrare persone malate, animali senza casa;
  • nutrizione ricca di minerali e vitamine per creare una forte immunità.

Il posto letto dell'animale deve essere protetto da correnti d'aria e umidità. La lettiera dovrebbe essere cambiata regolarmente, almeno una volta alla settimana. Un animale domestico sano porta gioia di comunicazione al proprietario, a tutta la famiglia. Cura adeguata, cura proteggerà l'animale da una malattia spiacevole, manterrà un aspetto pulito e chiaro al tuo amato cane.

Come identificare e trattare diversi tipi di congiuntivite nei cani

La congiuntiva è la membrana mucosa che copre il bulbo oculare e la parte posteriore delle palpebre. Fornisce mobilità all'occhio, lo protegge da secchezza, corpi estranei, microrganismi patogeni. L'infiammazione dell'imene è chiamata congiuntivite. La malattia è acuta e cronica. Senza trattamento, compromette in modo significativo la qualità della vita dell'animale, può portare alla perdita della vista.

La congiuntivite è contagiosa per altri animali domestici. Il patogeno può essere trasmesso da goccioline trasportate dall'aria e per contatto. Pertanto, è necessario impedire la comunicazione di animali domestici con un cane malato..

Se il corpo umano è indebolito, può anche contrarre un'infezione. Ma anche un proprietario sano deve seguire le regole di igiene, disinfettare il sito di trattamento..

  1. Cosa mostra l'ispezione
  2. Tipi di malattia
  3. Purulento
  4. Catarrale
  5. Follicolare
  6. Allergico
  7. Chlamydial
  8. Virale
  9. Flegmonous
  10. Fibrinoso
  11. Metodi di trattamento
  12. Primo soccorso
  13. Terapia sintomatica
  14. Farmaci antinfiammatori
  15. Antibiotici
  16. Antistaminici
  17. Medicina antivirale
  18. Trattamento del cucciolo
  19. Previsione e prevenzione
  20. Consulenza veterinaria
  21. Recensioni
  22. Ivan, Nizhny Novgorod, titolare delle tasse
  23. Egor, Voronezh, il proprietario del Pechinese
  24. Christina, Kaliningrad, proprietaria di un terrier giocattolo

Cosa mostra l'ispezione

All'esame, il veterinario tira indietro il bordo inferiore della palpebra per vedere l'interno della palpebra. Normalmente, dovrebbe avere:

  • colore rosa;
  • consistenza uniforme;
  • lucentezza idratante.

Rossore, gonfiore, perdita di liquido o pus indica lo sviluppo di un processo infiammatorio. Inoltre, la malattia viene identificata da un cambiamento nel comportamento del cane. Diventa irrequieta, si nasconde dalla luce, si lamenta, si strofina il viso con le zampe.

Tipi di malattia

Il veterinario dovrebbe determinare il tipo di congiuntivite. La scelta del metodo di trattamento dipende da questo. L'identificazione dell'agente eziologico dell'infiammazione previene l'esacerbazione della malattia, l'infezione di altri animali domestici.

Purulento

Gli agenti causali di questa malattia sono batteri aerobici patogeni. Entrano negli occhi insieme a oggetti estranei. Un altro motivo è l'attivazione di microrganismi da uno stato latente a causa di una diminuzione dell'immunità. Nel corso dello sviluppo della malattia, la suppurazione si forma con un odore sgradevole. Il pus esce dalle palpebre e, una volta solidificato, forma una caratteristica crosta.

Catarrale

Questo tipo di congiuntivite si sviluppa dopo un trauma al bulbo oculare con polvere, un oggetto estraneo. È caratterizzato da edema della palpebra, arrossamento della cornea. Per eliminare l'irritante e guarire la ferita, il corpo del cane secerne molte lacrime e un fluido viscoso. Bulldog, Yorkshire terrier, toy terrier hanno una debole pervietà congenita del canale lacrimale.

Anche il risciacquo inadeguato degli occhi con una lacrima è una causa comune di malattia catarrale..

Follicolare

Il tipo follicolare di congiuntivite si sviluppa spesso nei cani con palpebre cadenti (basset hound, bassotto, mastino napoletano). A causa delle loro caratteristiche strutturali, i linfonodi all'interno dell'occhio sono vulnerabili a fattori esterni. Senza un trattamento tempestivo, i follicoli infiammati aumentano di dimensioni così tanto che si rivolgono semplicemente verso l'esterno.

Allergico

Le allergie negli animali domestici si manifestano in modi diversi. La congiuntivite allergica si sviluppa nei cani dopo l'esposizione a una sostanza irritante sulla palpebra o sul bulbo oculare. Il corpo del cane sta cercando di sbarazzarsi dell'allergene, quindi rilascia molte lacrime. Tuttavia, i processi infiammatori sono già iniziati, il che è evidente dal gonfiore e dal rossore degli occhi. Nel tempo, questo tipo di malattia può trasformarsi in una forma purulenta..

Chlamydial

La patogenesi si basa sull'infezione da clamidia. L'infiammazione colpisce tutto il tratto respiratorio superiore del cane. Pertanto, oltre al rossore delle palpebre, l'animale soffre di gonfiore della gola, faringe, naso. La malattia raggiunge il suo apice dopo 2 settimane, quindi i sintomi si attenuano. Ma con una ridotta immunità, la congiuntivite diventa cronica e continua a infastidire il cane più volte all'anno.

Virale

Gli animali domestici indeboliti di solito soffrono del tipo virale della malattia. Il corpo di un cane sano può neutralizzare facilmente tutti i virus che entrano nella cornea dell'occhio. Nei neonati, nei cani anziani e deboli, i microrganismi patogeni si accumulano nel sacco congiuntivale. Lì si moltiplicano, raggiungono una massa critica e attaccano la mucosa della palpebra..

Flegmonous

La congiuntivite flemmonosa nei cani è difficile da trattare. L'infezione con esso penetra in profondità negli organi visivi e colpisce il parenchima. Una caratteristica distintiva della malattia è una congiuntiva rosso vivo, che sanguina alla minima pressione. Allo stesso tempo, parte della palpebra sporge verso l'esterno. E sotto gli occhi, puoi vedere flussi di essudato purulento..

Fibrinoso

Questo tipo di congiuntivite è una complicazione di malattie infettive, radiazioni e ustioni chimiche. Si distingue per la comparsa di pellicole fibrose bianche sulla palpebra. In caso di forma couperose, possono essere separati con una pinzetta. Ci sarà tessuto sanguinante sotto le piastre, toccato da processi necrotici. Con il tipo difteroide, è impossibile strappare l'imene, poiché è penetrato in profondità nei tessuti della congiuntiva.

Metodi di trattamento

Il nome e il dosaggio dei medicinali devono essere prescritti da un veterinario. All'esame, differenzia la malattia dalla cheratocongiuntivite, determina il tipo, la presenza di complicanze e altre malattie. Il medico tiene conto dell'età e della salute generale del cane..

Primo soccorso

Il tempo di percorrenza dovrebbe essere ridotto al minimo prima di visitare la clinica. I raggi del sole, il vento e la polvere aggraveranno i sintomi della malattia e causeranno sofferenza al cane. A casa, il proprietario deve pulire gli occhi dell'animale con un panno, abbondantemente inumidito con un decotto di camomilla, calendula, tè. Sono adatte anche soluzioni di permanganato di potassio, furacilina, acido borico.

Terapia sintomatica

I trattamenti per qualsiasi tipo di congiuntivite nei cani includono il sollievo dai sintomi. Per questo, vengono utilizzati colliri. I più efficaci per i cani sono Iris, Konjuktivet, Maxidin. Sono dotati di una pipetta morbida, hanno un effetto battericida, analgesico, non causano effetti collaterali. Per abbassare la temperatura dell'animale, somministrare le compresse di Vedaprofen, Karprofen.

Farmaci antinfiammatori

I preparati topici vengono utilizzati per estinguere il processo infiammatorio. Ad esempio, le gocce di Ciprovet sono prescritte per la forma acuta della malattia. Vengono gocciolati 3-4 volte al giorno per 14 giorni. Prima della procedura, è necessario pulire la palpebra dalle secrezioni liquide e congelate..

Se l'agente viene utilizzato in combinazione con altri medicinali, l'intervallo tra l'instillazione è di almeno cinque minuti..

Antibiotici

Gli antibiotici sono prescritti per combattere i batteri. Ad esempio, le gocce di levomicetina sono efficaci per il trattamento di congiuntivite purulenta, catarrale. Gocciolano per 5 giorni, 3-4 volte al giorno. Il miglioramento delle condizioni del cane dovrebbe essere evidente entro 72 ore. Se i sintomi persistono, passa a un altro tipo di farmaco antibatterico.

Antistaminici

Quando si tratta la congiuntivite allergica, è necessario prevenire il contatto ripetuto con gli occhi dell'irritante. Per fare questo, il cane viene spostato in una stanza pulita, regolarmente ventilata e pulita a umido. L'animale domestico viene trasferito a una dieta di prodotti naturali. I farmaci Difenidramina, Diazolina, Suprastina, Diprazina o Tavegil aiuteranno ad accelerare il recupero.

Medicina antivirale

Se la congiuntivite è di natura virale, il veterinario determina l'agente patogeno. Egli prescrive agenti con globulina contro un microrganismo specifico. Le cliniche veterinarie hanno farmaci e un'ampia gamma di azioni. Ad esempio, Fosprenil potenzia l'attività battericida del plasma sanguigno. Non ha effetti collaterali, quindi viene utilizzato anche per cuccioli e cagne in gravidanza.

Trattamento del cucciolo

La congiuntivite può comparire in un cucciolo mentre è ancora nel grembo materno. In questo caso, i bambini nascono con le palpebre gonfie, agli angoli delle quali si nota la secrezione purulenta. I loro occhi non si aprono da soli. Il veterinario lo fa manualmente o chirurgicamente. Inoltre, i cagnolini hanno bisogno di massaggi quotidiani con decotto di camomilla. Inoltre, i proprietari trattano delicatamente la pelle con unguenti antibatterici per gli occhi..

Previsione e prevenzione

La prognosi della cura dipende dal tipo di malattia. È favorevole per il trattamento tempestivo della congiuntivite catarrale, purulenta e allergica. Cauto - con forme croniche di corso, con il salvataggio dei cuccioli, con agenti patogeni virali aggressivi. Purulento e fibroso possono essere complicati dalla comparsa di cicatrici, curvatura delle palpebre. Sfavorevole - con marciume della cornea, con piaga dei carnivori, stadio avanzato del tipo fibroso.

Le misure preventive includono la stretta aderenza al programma di vaccinazione.

Limita il contatto degli animali domestici con cani malati, cammina con venti polverosi, piante fiorite (se hai allergie). Assicurati che la lettiera del cane sia pulita e asciutta e rimuovi i prodotti chimici domestici dal pavimento. Dallo ai tuoi parenti durante i lavori di ristrutturazione dell'appartamento.

Consulenza veterinaria

Per instillare un cane negli occhi, devi dargli il comando "Siediti!" e aspetta!". Inoltre, il proprietario afferra la bocca dell'animale e abbassa delicatamente la pelle sulle guance, esponendo la palpebra inferiore. Con l'altra mano schiaccia le gocce sul sacco congiuntivale. Il liquido dovrebbe essere a temperatura ambiente. In questo caso, non provoca sensazioni spiacevoli e il cane trasferisce con calma la procedura, in attesa di un trattamento.

Anche l'assunzione di farmaci sotto forma di compresse ha le sue caratteristiche. Alcuni medicinali possono essere ridotti in polvere e mescolati con cibo liquido. Ma è molto più sicuro per la salute del cane se la compressa viene ingerita intera e si dissolve solo nello stomaco. Per fare questo, lo nascondono in una spessa delicatezza o lo mettono sulla radice della lingua e lo spingono con acqua da una siringa senza ago.

Recensioni

Ivan, Nizhny Novgorod, titolare delle tasse

“Il mio bassotto correva tra i cespugli e si è graffiato la palpebra con i rami. Non ho notato subito il graffio. Ho iniziato il trattamento quando ho visto lo scarico di liquido. Il veterinario mi ha prescritto le gocce di Ciprovet e dopo 4 giorni il cane era sano ".

Egor, Voronezh, il proprietario del Pechinese

“Fin dai primi mesi della mia vita, il mio pechinese ha avuto varie reazioni allergiche. Una delle manifestazioni dell'allergia di Topolino è la congiuntivite. Pertanto, esamino sempre attentamente i suoi occhi e do Suprastin in tempo ".

Christina, Kaliningrad, proprietaria di un terrier giocattolo

“Una volta ho dovuto dare il cane ai miei amici, dato che stavo partendo per un viaggio d'affari. Quando ho preso il giocattolo una settimana dopo, ho visto un'infiammazione sulle palpebre. Il veterinario mi ha dato un elenco di diversi farmaci. Con il loro aiuto sono riuscito a curare completamente il mio animale domestico ".

Trattamento della congiuntivite purulenta nei cani

Quasi tutti i proprietari di cani almeno una volta si sono trovati di fronte al fatto che gli occhi del suo animale domestico sono diventati improvvisamente rossi e infuocati. Di solito la reazione è questa: "Beh, niente, la laveremo con camomilla o tè per un paio di giorni e andrà tutto bene!" Tuttavia, questa situazione dovrebbe essere trattata con la massima cura perché è più probabile che il tuo cane abbia la congiuntivite..

La congiuntivite è un'infiammazione della mucosa dell'occhio, la congiuntiva che riveste la superficie interna della palpebra. La congiuntiva svolge funzioni protettive, proteggendo l'occhio da lesioni, corpi estranei e mantiene umida la cornea.

Cause di congiuntivite e suoi tipi

La mucosa dell'occhio del cane è a contatto con l'aria e nel sacco congiuntivale sono costantemente presenti microrganismi patogeni. La combinazione di tali condizioni con una diminuzione dell'immunità, disturbi metabolici, malattie degli organi interni o infezioni virali fa sì che i microbi inizino a moltiplicarsi attivamente, causando l'infiammazione della congiuntiva.

Inoltre, piccoli granelli, sostanze chimiche, microrganismi patogeni possono entrare nel sacco congiuntivale, che diventa anche fattori provocatori per lo sviluppo della congiuntivite.

I veterinari distinguono tra diversi tipi principali di malattia, che sono causati da vari fattori:

  1. Congiuntivite catarrale, che ha una forma acuta e cronica del decorso della malattia. Di solito, questa infiammazione inizia a causa dell'ingresso di un oggetto estraneo nell'occhio: granelli di sabbia, trucioli, ecc..
  2. La congiuntivite purulenta o batterica si sviluppa a seguito di una malattia infettiva o di germi negli occhi di un cane.
  3. A causa dell'infiammazione dei follicoli sulla congiuntiva, si verifica una forma cronica: congiuntivite follicolare nei cani.
  4. Una reazione allergica a vari irritanti domestici, farmaci, punture di insetti provoca congiuntivite allergica.
  5. Quando la mucosa dell'occhio della cornea si asciuga, si sviluppa la cosiddetta congiuntivite secca. Può essere causato da traumi o sottosviluppo del canale lacrimale, virus, resezione della terza palpebra, ecc..

Sintomi

I sintomi della malattia sono molto specifici ed è difficile confonderli con i segni di altre malattie:

  • In tutte le forme di congiuntivite, la mucosa dell'occhio diventa rossa e infiammata. Con una grave infiammazione, il suo rigonfiamento può verificarsi a causa del rullo che incornicia la palpebra.
  • Le lacrime scorrono dall'occhio di un cane, compaiono scariche di natura diversa: possono essere trasparenti o mescolate con pus e avere un colore bianco o giallastro.
  • Con la congiuntivite follicolare e allergica, i follicoli della mucosa aumentano.
  • La congiuntivite secca è accompagnata dalla comparsa di uno scarico trasparente viscoso.
  • In tutte le forme di malattia, il cane avverte un forte prurito e fastidio agli occhi. È preoccupata e cerca di grattarsi le palpebre, a causa della quale potrebbe verificarsi un'ulteriore infezione della mucosa..

Se noti questi sintomi allarmanti nel tuo animale domestico, non trattare a casa e cerca di visitare un veterinario il prima possibile, poiché l'infiammazione della congiuntiva può essere complicazioni gravi pericolose.

Corso e trattamento della malattia

La forma più difficile della malattia è la congiuntivite purulenta, che può portare alla perdita della vista in un cane. Il decorso della congiuntivite batterica è piuttosto grave, sono presenti tutti i sintomi sopra elencati.

I sintomi specifici di questo tipo di malattia sono l'intolleranza alla luce intensa e un forte dolore nella zona degli occhi nei cani. L'animale non permette di toccare le palpebre, si arrossano e si gonfiano molto. La natura della scarica cambia durante il decorso della malattia: all'inizio hanno una consistenza viscosa e sono abbastanza trasparenti, ma col tempo appare il pus, conferendo alla scarica un colore bianco, giallastro o verdastro. Anche la quantità di scarico aumenta, si accumula negli occhi e incolla le palpebre dell'animale.

Inoltre, l'infiammazione può colpire la cornea dell'occhio, su cui compaiono opacità e ulcere. Il danno corneale porta alla cecità parziale o completa, quindi dovresti iniziare a trattare la congiuntivite nei cani il prima possibile..

La prima fase del trattamento consiste nel risciacquare gli occhi con una soluzione di acido borico al 3%, quindi vengono instillate gocce contenenti farmaci antimicrobici sotto la palpebra inferiore. Inoltre, più volte al giorno, un unguento, come "Tetraciclina".

Considerando che la congiuntivite purulenta nei cani richiede un trattamento lungo e difficile, preparati al fatto che anche il tuo animale domestico dovrà sottoporsi a un ciclo di iniezioni di antibiotici..

Se la malattia è grave e gli occhi dell'animale sono molto doloranti, il veterinario può prescrivere gocce speciali che alleviano il dolore. Per accelerare il processo di guarigione e aumentare l'immunità del cane, è possibile aggiungere vitamine e immunostimolanti al regime di trattamento..

Il trattamento può durare fino a due settimane e le procedure dovranno essere eseguite 3-4 volte al giorno, a seconda della prescrizione del veterinario. In nessun caso dovrebbe essere possibile interrompere le misure di trattamento anche dopo che le condizioni del cane sono migliorate, il corso deve essere completato completamente. Le dosi di farmaci, la durata della terapia e i farmaci necessari per il cane saranno determinati solo da un veterinario, non puoi farlo da solo per non danneggiare il tuo animale domestico!

Durante il trattamento è meglio abbreviare il tempo di permanenza del cane fuori, soprattutto nella stagione fredda, poiché ipotermia e contatto con gli occhi di polvere, sabbia, lanugine possono interferire con il ripristino della salute dell'animale.

Prevenzione

Affinché il tuo animale domestico non soffra e sia sempre in buona forma, è meglio attuare misure preventive piuttosto che curare la congiuntivite nei cani.

La prima e più importante condizione è l'osservanza degli standard sanitari per la custodia del cane e una buona cura di esso. Mantieni lo spazio vitale del tuo animale domestico caldo, asciutto e ben ventilato. Il cane ha bisogno di una lettiera pulita per riposare e dormire, che viene cambiata settimanalmente.

La seconda condizione è la nutrizione completa ed equilibrata dell'animale, che è garante di una buona immunità. La dieta del cane dovrebbe essere variata con alimenti contenenti vitamine A (retinolo) ed E (tocoferolo). Servono per migliorare i processi metabolici nel corpo, mantenere la pelle e i muscoli in tono, prevenire lo sviluppo di infiammazioni e avere un effetto benefico sulla vista..

Le vitamine A ed E sono ricche di manzo e fegato di pollo, verdure verdi. È particolarmente importante nutrire adeguatamente i cuccioli nel processo di crescita e sviluppo, poiché un corpo piccolo è ancora scarsamente in grado di resistere alle infezioni e i bambini sono spesso infettati dalla congiuntivite.

Una buona misura preventiva è pulire quotidianamente gli occhi del cane con una soluzione acquosa di camomilla o tè. Come risultato di tale cura, parte dei microrganismi patogeni e degli oggetti estranei che sono arrivati ​​vengono rimossi dalle palpebre..

Durante la passeggiata, non permettere al tuo animale domestico di sguazzare attivamente nella polvere e nella sabbia per evitare che entri negli occhi. Se un cane con congiuntivite appare per strada oa casa tua, allora altri animali dovrebbero essere urgentemente isolati da esso, poiché si tratta di una malattia piuttosto contagiosa.

Se tuttavia noti arrossamento negli occhi del tuo cane, come primo soccorso, puoi gocciolare collirio di levomicetina e contattare il veterinario il prima possibile.

Un atteggiamento attento nei confronti del tuo animale domestico, un trattamento tempestivo avviato e correttamente selezionato da un veterinario ti consentirà di sconfiggere una malattia così complessa come la congiuntivite purulenta. Lascia che il tuo cane veda il mondo con occhi sani!

Come e cosa trattare la congiuntivite in un cane: tipi di malattia con foto e descrizioni

Congiuntivite - danni agli occhi, vale a dire la congiuntiva (membrana mucosa interna). La malattia appare raramente come un processo indipendente. Spesso il problema è una conseguenza di patologie croniche non trattate o del progressivo sviluppo di infezioni nel corpo del cane..

Cause di congiuntivite nei cani

Possiamo dire che la malattia è strettamente correlata alla carenza di immunità. I microrganismi patogeni entrano nell'occhio dall'aria, penetrano nella congiuntiva e provocano un processo infiammatorio se il corpo non resiste.

Ci sono razze a rischio, soggette a infiammazione congiuntivale. Prima di tutto, questi sono cani con i capelli lunghi: Yorkshire terrier, cagnolini, barboncini, spaniel. Il secondo gruppo di animali - con grandi occhi rotondi: pechinese, chihuahua, carlini, bulldog. Inoltre, la frequente infiammazione della mucosa è caratteristica dei cani con una palpebra inferiore aperta: Alabai, Basset. E l'ultimo gruppo - cani geneticamente predisposti: dobermann, alano.

Altre cause di congiuntivite:

  • Meccanico (ingresso di sabbia, polvere, piccoli detriti, lesioni agli occhi, lesioni);
  • Contatto con fumo, vapori chimici o sostanze liquide (detergenti, shampoo, dentifrici);
  • Problemi dermatologici che interessano la pelle delle palpebre;
  • Ustioni, congelamento;
  • Ciglia incarnite;
  • Infezioni fungine o virali;
  • Malattia metabolica;
  • Una reazione allergica al polline o al cibo;
  • Carenza di vitamine;
  • Contatto costante con i capelli, provocando lacrimazione abbondante;
  • Malattie degli occhi legate all'età.

Tipi e sintomi della malattia con una foto

Prima di tutto, la malattia può essere suddivisa in 2 tipi: primaria, quando la causa del problema si trova in superficie (lesioni agli occhi, ingresso di sabbia, ecc.), Secondaria, quando la congiuntivite si sviluppa sulla base dell'infezione (cimurro, adenovirus, epatite).

La classificazione generale divide la congiuntivite nei cani in 4 tipi. Ognuno di loro ha le sue cause, sintomi, decorso, trattamento e complicazioni..

Congiuntivite follicolare nei cani

Un disturbo cronico della razza, spesso osservato nei cani con palpebre inferiori cadenti. È caratterizzato dall'infiammazione della terza palpebra dovuta all'allargamento della ghiandola, dall'aspetto dei follicoli (piccole vescicole con liquido). Viene trattato con pomate e gocce antibiotiche o con un intervento chirurgico.

Sintomi della congiuntivite follicolare:

  • Prurito, lacrimazione, secrezione biancastra o giallastra di carattere purulento;
  • Gonfiore della palpebra e della congiuntiva, arrossamento;
  • Croste secche sulla superficie delle palpebre e delle ciglia;
  • Dolore, gonfiore degli occhi, chiusura della fessura palpebrale;
  • Fotofobia;
  • Aumento della temperatura corporea.

La congiuntivite follicolare non trattata a lungo termine può portare alla cecità.

Catarrale

Questo tipo di congiuntivite è il più lieve ed è spesso causato da una lesione agli occhi o da una reazione allergica. Il suo pericolo sta nel fatto che senza un trattamento complesso, la forma lieve si sviluppa in una cronica con esacerbazioni regolari. Sintomi della congiuntivite catarrale:

  • Rossore della mucosa e del bulbo oculare (dopo l'infortunio, è possibile lo scoppio dei vasi sanguigni);
  • Gonfiore della palpebra;
  • Scarico mucoso trasparente o biancastro;
  • Lacrimazione abbondante;
  • Possono comparire sintomi di reazioni allergiche.

Congiuntivite purulenta

Lo scarico purulento indica spesso la comparsa di un microrganismo patogeno. Questo tipo di congiuntivite appare come un sintomo di cimurro carnivoro, infezione da adenovirus. In questo caso, l'animale sarà contagioso sia per i compagni che per gli esseri umani. Ma a volte la suppurazione si verifica a causa di blefarite, trichiasi, cheratite (infiammazione della cornea dell'occhio). I motivi più "innocui" sono le ciglia incarnite e un ampio taglio degli occhi.

Sintomi della malattia:

  • Secrezione purulenta gialla o verdastra, grappoli agli angoli degli occhi;
  • Possibile odore sgradevole;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Rossore delle palpebre;
  • Fotofobia.

Questa forma di congiuntivite richiede un intervento veterinario per determinarne la causa. Se il problema risiede nell'infezione infettiva del corpo, il regime di trattamento sarà costruito attorno alla distruzione del virus e al ripristino del sistema immunitario..

Una forma rara - la cheratocongiuntivite secca appare a causa della mancanza di lacrime prodotte. Spesso la malattia è una conseguenza di cheratite o congiuntivite non trattata. Manifestato dai sintomi: opacità corneale, mucosa secca, secrezione viscosa giallastra.

Congiuntivite purulenta nei cuccioli

Un tipo separato di congiuntivite, che è anche chiamata ankyloblepharon fisiologico. Appare nei cuccioli che non hanno ancora aperto gli occhi. Il motivo principale è una malattia infettiva in un parto femminile o patologie intrauterine. I sintomi tipici sono gonfiore degli occhi chiusi e accumulo di secrezione biancastra negli angoli.

Il problema richiede un trattamento speciale:

  1. Apertura chirurgica dell'occhio (meno spesso manualmente);
  2. Pulizia del pus con decotti alle erbe (camomilla);
  3. Lubrificazione con pomata antibatterica (richiesta consultazione veterinaria).

Allergico

Questo tipo di congiuntivite si manifesta quando un allergene (polvere, polline) entra nella mucosa o nella cornea dell'occhio. I sintomi differiscono dalla forma tipica: secrezione trasparente, grave rossore, pianto. Inoltre, possono verificarsi altri sintomi di irritazione allergica: starnuti, prurito, eruzioni cutanee, perdita di capelli..

Un cane può graffiare sui mobili, pettinare un occhio irritato con una zampa, strabismo. Raramente compaiono letargia, mancanza di appetito, stato depresso.

Trattare la congiuntivite in un cane a casa

Se il proprietario deve affrontare un problema per la prima volta, è meglio mostrare l'animale al veterinario ed eseguire la diagnostica per trovare le cause dello sviluppo della malattia. Per fare questo, fai un esame del sangue e delle urine, esamina la natura e il tipo di scarica.

Se non puoi raggiungere la clinica nel prossimo futuro, devi fornire al tuo animale domestico il primo soccorso, rimuovere gonfiore e dolore. A casa, l'animale può essere aiutato lavando e applicando un unguento:

  • 1 compressa di furacilina per 100 ml di acqua, un batuffolo di cotone viene inumidito nella soluzione e i luoghi di suppurazione sono ben lavati, ogni occhio viene trattato separatamente (è meglio dividere il liquido in 2 parti e utilizzare diversi tamponi), è necessario spostarsi dall'angolo esterno a quello interno, la procedura viene ripetuta 3-4 volte in un giorno;
  • Nella medicina popolare, al posto della furacilina, viene utilizzata una forte infusione di tè nero, un infuso di camomilla o un decotto di eolico (10 g di erba per 100 ml di acqua bollente);
  • Se hai a portata di mano un collirio veterinario, devi gocciolare gli occhi puliti;
  • Se l'animale è allergico, il proprietario osserva prurito, eruzioni cutanee e altri sintomi di irritazione allergica, è necessario somministrare al cane un antistaminico (Suprastin, per esempio).

Durante il decorso della malattia, è meglio indossare un collare protettivo sul cane, limitare il tempo di deambulazione e vietare il contatto di un animale domestico malato con quelli sani. È importante monitorare la qualità della nutrizione dell'animale, proteggerlo dalle correnti d'aria e garantire un sonno riposante.

Elenco dei farmaci per il trattamento (gocce, unguenti)

Per curare un occhio irritato, è necessario applicare uno schema che includa farmaci antibatterici, antinfiammatori e antibiotici. Inoltre, se l'animale ha un forte dolore, viene prescritto un anestetico. In caso di febbre - antipiretico.

Una nuova invenzione è una pellicola per gli occhi, che viene inserita nell'occhio con una pinzetta. Ha effetti antisettici e antibiotici senza arrecare fastidio al cane. Si dissolve da solo, non è necessario estrarlo.

Come trattare la congiuntivite in un cane?

Dalla congiuntivite (lat. Congiuntivite; letteralmente - infiammazione della congiuntiva), i rappresentanti di grandi razze di cani - Alani, Labrador, Dobermann - soffrono più spesso di altri, sia cuccioli che animali adulti.

Una predisposizione alla malattia è registrata in Yorkshire Terrier, Pechinese, Bulldog francese, che è spiegata dalle caratteristiche fisiologiche della struttura degli occhi in questi animali.

Perché i cani soffrono di congiuntivite?

Le cause tipiche della malattia sono:

  • molteplici malattie infettive (comprese le più comuni - piroplasmosi, peste, trichiasi, erosione corneale e altre) di varie eziologie (fungine, batteriche, virali);
  • carenza di vitamine;
  • lesioni meccaniche;
  • esposizione alle membrane esterne dell'occhio di ambienti, composti e sostanze chimici aggressivi;
  • reazioni individuali (comprese allergiche) ai farmaci;
  • mancanza di liquido lacrimale (con cheratocongiuntivite);
  • infiammazione dei tessuti adiacenti, ecc..

Nei paesi del sud-est asiatico, centro e nord America, l'agente eziologico della congiuntivite nei cani può essere insetti telasia.

Le ragioni indicate provocano una secrezione purulenta dalle sacche congiuntivali, conferendo agli occhi degli animali un aspetto molto imparziale.

La malattia è più suscettibile agli animali con un'immunità indebolita..

Tipi di congiuntivite e loro manifestazioni

I più comuni sono i seguenti tipi di congiuntivite:

  • purulento;
  • catarrale;
  • fibrinoso;
  • follicolare;
  • flemmone;
  • allergico;
  • cheratocongiuntivite.

Per la natura del decorso della malattia, ci sono (1) congiuntivite cronica e (2) acuta.

Congiuntivite purulenta accompagnata da secrezione densa e giallastra dagli occhi.

Con la congiuntivite catarrale, si nota prima il rossore della mucosa dell'occhio, che viene sostituito da gonfiore e, un po 'più tardi, dal rilascio di liquido sieroso.

La congiuntivite fibrinosa è caratterizzata da un rigonfiamento (stratificazione) della congiuntiva sulla superficie della palpebra.

La congiuntivite follicolare è caratterizzata dalla presenza di più follicoli rossi pronunciati sulla superficie della terza palpebra sullo sfondo di lacrimazione abbondante e arrossamento graduale dell'intera palpebra interna.

La cheratocongiuntivite è caratterizzata da una forte diminuzione della quantità di liquido lacrimale e "secchezza" della mucosa dell'occhio.

La congiuntivite allergica ha manifestazioni esterne caratteristiche delle varietà sopra descritte, che differiscono da esse solo nella causa.

Gli animali che soffrono di qualsiasi tipo di congiuntivite spesso rifiutano il cibo, soffrono di disturbi generali e fluttuazioni di temperatura.

Trattamenti per la congiuntivite nei cani

L'intera gamma di metodi e rimedi per il trattamento della congiuntivite nei cani può essere suddivisa condizionatamente in due grandi gruppi:

(1) professionale, utilizzato esclusivamente da veterinari autorizzati e che richiede abilità e conoscenze professionali, e

(2) generale, che sono disponibili per la maggior parte dei normali amanti dei cani e hanno lo scopo di fornire a un animale cure mediche veterinarie a casa.

Idealmente, il trattamento degli animali dovrebbe essere supervisionato da un veterinario che possa diagnosticare con precisione la malattia, il grado del suo sviluppo, prescrivere farmaci efficaci e determinare il loro dosaggio ottimale..

Il trattamento conservativo della congiuntivite è fornito dall'introduzione nel corpo dell'animale di farmaci strettamente mirati (desametasone, tinset, betnesol, teralen, interferone, sofradex, ecc.).

Il trattamento della congiuntivite follicolare nei cani spesso comporta l'uso di film polimerici a base di (1) sulfapiridazina di sodio o (2) canacimina, o metodi più radicali e dolorosi (cauterizzazione della congiuntiva, per esempio).

Nella maggior parte dei casi, tali procedure sono implementate esclusivamente all'interno delle mura di cliniche veterinarie e ospedali..

Per il trattamento della congiuntivite catarrale, l'instillazione oculare viene praticata con farmaci con proprietà astringenti (resorcinolo, soluzioni dall'uno al due percento di solfato di zinco o protargol, allume, ecc.).

Per liberare il cane dalla congiuntivite purulenta, sono necessarie dosi d'urto di antibiotici, solitamente utilizzate in unguenti e soluzioni medicinali (unguenti alla tetraciclina o alla penicillina, sono adatti il ​​30% di albucidi).

Si ritiene che un'indicazione efficace per abbondanti accumuli di pus nel sacco congiuntivale sia lavarlo con una soluzione al tre percento di acido borico, furacilina (a una concentrazione di 1 su 5000) o rivanolo (etacridina lattato) in una proporzione di 1 su 2000.

Pronto soccorso per congiuntivite

In situazioni in cui le cure veterinarie non sono disponibili o non sono previste a breve, è possibile alleviare la sofferenza di un animale per congiuntivite a casa..

Per cominciare, risciacqua gli occhi del tuo animale domestico con brodo di camomilla, furacillina o una soluzione di permanganato di potassio. Per questi scopi, i dischetti di cotone sono i più comodi da usare..

Per rimuovere le croste purulente, viene utilizzato olio di vaselina, che viene applicato sulla superficie interessata dell'occhio utilizzando gli stessi tamponi di cotone o tamponi.

Per neutralizzare i batteri nocivi e altri patogeni della malattia, praticano l'instillazione di potenti farmaci negli occhi: anandin, maksidin, tsiprovet e altri.

Le manipolazioni sopra descritte devono essere ripetute tre volte al giorno per circa una settimana. Già il secondo giorno, i sintomi della congiuntivite inizieranno a diminuire e dopo alcuni giorni scompariranno completamente.

Con forme avanzate o gravi della malattia o nei casi in cui le raccomandazioni proposte non hanno portato alla cura dell'animale, sono necessarie le consultazioni con un veterinario-oftalmologo e il successivo ricorso a una clinica veterinaria.

Questa pubblicazione è stata realizzata grazie al patrocinio della clinica veterinaria Petstory (sito ufficiale - Petstory - sappiamo tutto di cani e gatti).

Congiuntivite nei cani: diagnosi e trattamento

L'infiammazione del rivestimento dell'occhio è la condizione più comune nei cani. La congiuntivite è di diverse forme: catarrale e purulenta, infettiva e allergica, follicolare e altre. Esistono linee guida generali per il trattamento della congiuntivite che possono essere facilmente seguite dal proprietario di un cane a casa. Ma può anche richiedere cure chirurgiche (per la forma follicolare) o l'uso di mezzi speciali (congiuntivite infettiva), quindi dovresti mostrare l'animale al veterinario se il trattamento non è efficace.

Cosa fare per il proprietario di un cane?

Se qualcosa entra negli occhi, c'è lacrimazione, se il cane si lamenta, si strofina l'occhio con la zampa e mostra in ogni modo che fa male, allora c'è il suo danno. Prima di tutto, devi esaminare l'occhio e, se possibile, determinare la causa del dolore.

Per esaminare il bulbo oculare, prima di tutto, è necessaria una luce intensa. Solleva e abbassa le palpebre con il dito. A causa dell'elasticità e della mobilità della pelle sul muso, la palpebra inferiore si abbassa facilmente, esponendo il sacco congiuntivale e la maggior parte della cornea dietro di esso. Per esaminare l'occhio sotto la palpebra superiore, è necessario spegnerlo (o lussarlo).

Le forme lievi e irritanti di congiuntivite possono essere trattate a casa. L'occhio viene pulito con una soluzione di acido borico al 2%, utilizzata specialmente in oftalmologia. Un netto miglioramento dovrebbe verificarsi entro 24 ore. In caso contrario, consultare un medico. La causa della malattia può essere un corpo estraneo e altri gravi danni agli occhi..

In caso di dubbi sulla diagnosi o se il trattamento viene eseguito a casa senza chiari segni di miglioramento entro 24 ore, è necessario chiamare il veterinario. Si noti che la somministrazione a lungo termine di antibiotici nell'occhio può portare a malattie fungine.!

Eziologia: cause di arrossamento e infiammazione della congiuntiva

La congiuntivite nei cani ha un'ampia varietà di cause, ma la maggior parte non è contagiosa. Pertanto, non aver paura della contaminazione dei membri della famiglia o di altri animali. Di seguito sono descritti maggiori dettagli su forme specifiche di infiammazione oculare, che possono portare a:

  • allergia - una reazione al cibo, polline, lana, profumi nella stragrande maggioranza dei casi porta a lacrimazione e infiammazione della congiuntiva;
  • irritazione meccanica e fisica - l'ingresso di sabbia, prodotti chimici, fumo;
  • dovrebbe essere detto separatamente sulla sensibilità ai farmaci;
  • batteri e virus - la piaga dei carnivori, la leptospirosi sono accompagnate da congiuntivite dei cani;
  • i parassiti sono una forma rara.

I proprietari dovrebbero diffidare della congiuntivite sintomatica, cioè quando non è una malattia indipendente. La lacrimazione e il rossore possono accompagnare le malattie più comuni di qualsiasi sistema corporeo. E il trattamento della congiuntiva infiammata non porterà a un risultato positivo fino a quando il problema non verrà eliminato.

Diagnosi della malattia

La congiuntivite è solitamente accompagnata da una secrezione dall'occhio. Se lo scarico è abbondante e trasparente, si tratta di congiuntivite pronunciata, che può essere causata da corpi estranei, ciglia che crescono in modo improprio, irritanti fisici (come il vento) e vari allergeni. La congiuntivite allergica è pruriginosa e sfrega gli occhi.

  • la presenza e la natura dell'essudato (sieroso, fibrinoso, purulento, emorragico, misto);
  • fili mucosi;
  • fili di fibrina;
  • batteri;
  • micelio;
  • dirofilariae;
  • demodex (in una macchia, sulle ciglia);
  • detriti cellulari;
  • pseudomembrana;
  • la presenza di cellule infiammatorie (neutrofili, eosinofili, basofili, linfociti, plasmacellule, istiociti);
  • la presenza di cellule multinucleate giganti e sinciziali;
  • la presenza di cellule epiteliali distrofiche o necrotiche (vacuolizzazione del nucleo, vacuolizzazione del citoplasma, cariocnosi, carioressi, cariolisi, frammentazione nucleare);
  • fenomeni di cheratinizzazione;
  • la presenza di inclusioni patologiche nel nucleo o nel citoplasma (cocchi, corpi iniziali o elementari, corpi virali);
  • cambiamenti nella relazione nucleare-citoplasmatica;
  • cellule caliciformi iperattive.

La scarica da un occhio suggerisce un'infiammazione locale o un corpo estraneo. Se entrambi gli occhi sono doloranti, il cane ha un'infezione comune..

Lo scarico simile a un pus, denso, viscoso, spesso sotto forma di croste sulle palpebre, indica una causa batterica della malattia (congiuntivite purulenta). È necessario seminare colture batteriche e selezionare gli antibiotici più efficaci per un trattamento altamente qualificato. Se la malattia persiste a lungo, diventa cronica. È difficile identificare un'infezione profonda. In questi casi, il sistema di lacrimazione è interessato e gli occhi si seccano (cheratocongiuntivite secca).

Metodi generali di trattamento e prevenzione

Per il trattamento della congiuntivite nei cani vengono solitamente utilizzati colliri a base di lomefloxacina, ciprofloxacina, ofloxacina. Sono caratterizzati da un ampio spettro di attività antibatterica, inclusi batteri gram-positivi e gram-negativi. Ma a causa dell'uso costante, appare la resistenza ai farmaci, quindi si consiglia di cambiare il principio attivo o integrarlo.

La pulizia frequente degli occhi, l'uso di antibiotici dopo aver rilevato la sensibilità dei batteri è l'approccio migliore a questo problema..

Le forme acute di congiuntivite catarrale e purulenta nei cani sono facilmente suscettibili alla terapia locale, compreso il lavaggio degli occhi, il trattamento con farmaci antisettici e antinfiammatori. L'uso di colliri e unguenti è comune. Per lavare gli occhi usare:

  • soluzione di furacilina allo 0,02%;
  • soluzione di permanganato di potassio 0,05%;
  • decotto di camomilla;
  • salina;
  • acqua pura.

Se le ultime due opzioni ti consentono solo di eliminare l'inquinamento, rimuovere il pus dalla congiuntiva, anche l'uso di antisettici ha un effetto medicinale. Ciprovet è un rimedio comune per l'infiammazione degli occhi nei cani. Va instillato due volte al giorno dopo aver lavato gli occhi con un decotto di camomilla o altro farmaco sopra indicato..

I metodi tradizionali di trattamento nelle fasi iniziali della malattia spesso terminano con il recupero e nei casi avanzati sono inefficaci. La congiuntivite cronica spesso si ripresenta e dopo un po 'può essere complicata dallo sviluppo di cheratite con opacità corneale..

La forma cronica di congiuntivite spesso non è suscettibile di trattamento classico. Ciò è dovuto all'emergere di resistenza nei microrganismi patogeni, nonché alla patologia che colpisce le strutture e i tessuti più profondi dell'occhio. Pertanto, sono in fase di sviluppo nuovi trattamenti. uno dei quali è DENS - Elettroneurostimolazione dinamica:

  • gli occhi sono preumidificati - 1 goccia di Maxidin;
  • la procedura viene eseguita quotidianamente, una volta al giorno;
  • elettrodi remoti sono installati sulle palpebre, preumidificati con maxidina;
  • tempo di procedura - 5-10 minuti;
  • potenza del dispositivo - la frequenza minima è 77 Hz;
  • corso medio di trattamento 10-14 procedure.

L'uso della terapia non farmacologica consente di accelerare il trattamento classico: in combinazione con le cure terapeutiche tradizionali, il metodo mostra risultati significativamente migliori rispetto a quelli separati.

Si consiglia di utilizzare ophthalmoferon - colliri a base di interferone. Il farmaco è destinato al trattamento delle malattie virali degli occhi nei cani. Ha un'azione antinfiammatoria, antiproliferativa e fornisce un marcato effetto antivirale. Ophthalmoferon ha un ampio spettro di attività antivirale, effetti antinfiammatori, immunomodulatori, antimicrobici, anestetici locali e rigenerativi..

Droga (marchio)Frequenza dell'applicazioneIndicazioni
Antibiotici: neomicina, bacitracina, polimixina B, gentamicina2-4 volte al giornoPraticamente tutti i tipi di congiuntivite, soprattutto con infiammazione batterica

Corticosteroidi: desametasone 0,1%, prednisone2-4 volte al giornoCongiuntivite follicolare
Non steroideo

farmaci antinfiammatori: Ketorolac trometamina 0,5%, Lodoxamide trometamina 0,1%

4 volte al giornoCongiuntivite allergica

Congiuntivite follicolare

La forma più comune di congiuntivite nei cani è l'infiammazione cronica della congiuntiva, in cui i linfonodi sono altamente infiltrati e proliferati. La superficie interna della membrana nittitante e delle palpebre si allarga e diventa ruvida, il che conferisce agli occhi un aspetto infiammato. Lo scarico dall'occhio è mucoide. Occasionalmente, dopo l'eliminazione del fattore provocante, i follicoli rimangono ingranditi e la superficie ruvida della congiuntiva agisce come irritante per gli occhi. Questa superficie ruvida viene rimossa mediante cauterizzazione con cristalli di solfato di rame. Si verifica il rigetto del tessuto. Una superficie pulita della ferita si rigenera.

Eziologia della malattia

Le influenze esterne prolungate possono essere le cause della congiuntivite follicolare. La malattia di solito colpisce entrambi gli occhi. La malattia dura mesi, anni, con periodiche esacerbazioni stagionali.

L'iperemia congiuntivale con la formazione di follicoli multipli caratteristici (congiuntivite follicolare) è considerata una malattia immuno-mediata o il risultato di irritazione persistente. In alcuni cani, questo disturbo è accompagnato da anomalie delle palpebre come l'entropion (ectropion). La congiuntivite follicolare è un'infiammazione aspecifica della congiuntiva che si osserva comunemente nei cani giovani, di taglia grande e attivi. I follicoli sono solitamente presenti sulla superficie bulbare (oculare) della terza palpebra, ma possono essere trovati anche su altre parti della congiuntiva.

Segni clinici e diagnosi

All'esame si osserva congiuntivite, con lievi segni di blefarite, la terza palpebra è edematosa, iperemica, copre parte del bulbo oculare. Nella maggior parte dei casi, al mattino, i cani sviluppano una secrezione sierosa biancastra nell'angolo interno della fessura palpebrale. Nei casi avanzati, la congiuntivite è complicata da volvolo delle palpebre, fibroma della terza palpebra, cheratite, ulcera corneale.

La congiuntiva diventa iperemica con la formazione di caratteristici follicoli multipli, questi follicoli sono particolarmente evidenti sulla superficie oculare della terza palpebra. La congiuntivite follicolare è considerata una malattia immuno-mediata o il risultato di un'irritazione persistente. In alcuni cani, questo disturbo è accompagnato da anomalie delle palpebre come l'actropion.

Trattamento e prevenzione

Il trattamento principale è l'intervento chirurgico per rimuovere i follicoli all'interno della terza palpebra (curettage) per prevenire l'irritazione corneale. Dopo l'intervento chirurgico vengono utilizzati colliri e unguenti antinfiammatori.

Il trattamento consiste nella correzione delle anomalie palpebrali, se presenti, e nella somministrazione topica di corticosteroidi fino alla scomparsa dei sintomi. La scarificazione follicolare non deve essere eseguita, poiché ciò può portare a un aumento dell'infiammazione e danni alla congiuntiva. La congiuntivite follicolare tende a ricadere, soprattutto nei cani giovani.

Forme infettive di infiammazione della congiuntiva

La congiuntivite è un'infiammazione della congiuntiva che si verifica in risposta a una lesione. La congiuntiva danneggiata può reagire con lo sviluppo di iperemia (arrossamento), edema (chemosi), secrezioni e formazione follicolare. Nei cani, la congiuntivite (infiammazione della congiuntiva) è raramente la malattia primaria, ma è quasi sempre il risultato di altre malattie oculari o sistemiche. Quando si esamina un cane con una congiuntiva infiammata, il medico deve sempre scoprire la causa o le cause alla base della congiuntivite e trattarle in modo specifico, evitando un trattamento non specifico.

Cause e tipi di infezioni agli occhi

Molti proprietari di più cani, così come altri animali domestici, si chiedono se la congiuntivite sia contagiosa in un cane. Inoltre, a volte loro stessi hanno paura di catturare l'infiammazione degli occhi. Ma se per una persona la congiuntivite canina è sicura, allora per un altro cane può rappresentare una minaccia.

Infezioni che causano infiammazione della congiuntiva:

  • Malattia di Lyme / borreliosi trasmessa da zecche (Borrelia burgdorferi);
  • Piaga dei cani;
  • Papillomavirus orale canino;
  • Leishmaniosi (Leishmania donovani, Leishmania infantum);
  • Tripanosomiasi (Trypanosoma brucei, Trypanosoma vivax);
  • Infezione da herpesvirus di cuccioli appena nati;
  • Virus dell'epatite infettiva di tipo 1 (CAV-1);
  • Ehrlichiosi monocitica (Ehrlichia canis);
  • Ricketsiosi - Febbre maculosa delle montagne rocciose (Rickettsia rickettsii).

L'infezione batterica non può essere la causa principale della congiuntivite nei cani. La congiuntivite batterica si sviluppa quando un disturbo predisponente altera la normale omeostasi batterica, che stimola la proliferazione batterica. Questi disturbi possono essere anomalie palpebrali (ectropion, entropion, lagoftalmo, trichiasi, ecc.), Traumi, corpo estraneo e, eventualmente, patologie croniche della pelle delle palpebre (blefarite, piodermite, seborrea). La cheratocongiuntivite secca è un'altra causa comune di crescita batterica nella congiuntiva.

Un attento esame della vista escluderà la maggior parte delle cause predisponenti della congiuntivite batterica. Gli strisci citologici mostrano neutrofili e batteri. Nei casi cronici e ricorrenti, sono indicate la coltura di batteri aerobici e un test di sensibilità agli antibiotici, ma i batteri resistenti sono raramente la causa della congiuntivite. Nei casi di congiuntivite cronica e ricorrente, c'è sempre una causa predisponente e nascosta di questa malattia..

Diagnostica comparativa

PatologiaSegni oftalmiciClinica specificaDiagnostica
Piaga dei carnivoricongiuntivite, cheratocongiuntivite secca, distrofia ottica neuroretinica, corioretinite, ulcerazione cornealeDanni alla pelle, alle mucose, agli organi interni, disturbi del sistema nervosoIl dosaggio biologico e la diagnostica sierologica vengono utilizzati in casi eccezionali
ChlamydiacongiuntiviteDanni al sistema genito-urinarioSierologia, test allergologici
MicoplasmosicongiuntiviteLa sconfitta degli organi respiratori e digestivi, artrite, zoppiaSierologia, microscopia a striscio

Epatite infettivauveite, cheratiteInfiammazione degli organi respiratori e digestivi, depressione del sistema nervoso centraleReazione di precipitazione a lungo termine
Leptospirosipetecchie congiuntivali, emorragia sotto la congiuntivaIttero, febbre, dolore lombareRilevazione di anticorpi nel sangue, isolamento di batteri dall'urina, feto abortito

Trattamento della congiuntivite contagiosa nei cani

Il trattamento della congiuntivite batterica nei cani consiste nell'escludere la causa sottostante e nell'applicazione di antibiotici topici ad ampio spettro. Per la congiuntivite virale e batterica, si consiglia di utilizzare ophthalmoferon:

  • 1-3 giorni di trattamento - 5-6 volte al giorno da instillare nel sacco congiuntivale;
  • giorni successivi - 3-4 volte al giorno;
  • corso del trattamento - fino al completo recupero.

Quando si installa una causa infettiva, viene utilizzata una terapia specifica. Quindi con la leptospirosi, la streptomicina e il siero contro la leptospirosi sono efficaci. Per la peste canina vengono prescritti farmaci immunostimolanti e antivirali.

Cheratocongiuntivite secca

Le ragioni:

  • indotto da farmaci: i sulfamidici come la sulfadiazina (p. es., trimetoprina / sulfadiazina) e la sulfasalazina possono causare SSC.
  • Autoimmune: nel 75% delle HSC idiopatiche, può verificarsi la distruzione autoimmune della ghiandola lacrimale.
  • Relativo alla chirurgia: il BCC può svilupparsi clinicamente a seguito della rimozione di una terza ghiandola palpebrale prolassata. Spesso si sviluppa diversi mesi - anni dopo la rimozione della ghiandola.
  • il trauma orbitale e sopraorbitale può portare a lesioni dirette alla ghiandola lacrimale o danni al nervo che innerva le ghiandole lacrimali (cioè, il danno al nervo facciale può portare allo sviluppo di BSC).
  • peste dei carnivori: il virus della peste dei carnivori può infettare le ghiandole lacrimali e della terza palpebra e portare allo sviluppo di SSC acuto con disfunzione temporanea o permanente.
  • idiopatica: l'atrofia senile della ghiandola può essere una delle cause idiopatiche.

Segni clinici e diagnosi

È più probabile che i segni clinici si manifestino durante le stagioni calde e secche, quando l'evaporazione lacrimale è maggiore. La cheratocongiuntivite ricorre spesso periodicamente dopo il trattamento o il recupero spontaneo (miglioramento delle condizioni di detenzione, eliminazione della causa).

  • Sindrome dell'occhio rosso: arrossamento dovuto all'iperemia congiuntivale.
  • Blefarospasmo: accompagnato da enoftalmo, questo è spesso il primo segno, derivante da dolore e disagio.
  • Cornea secca e opaca ± ulcere corneali.
  • Vascolarizzazione e pigmentazione corneale: nei casi cronici, possono verificarsi vascolarizzazione e pigmentazione corneale superficiale e profonda.
  • Narici secche sul lato colpito.
  • Secrezione mucosa e mucopurulenta: quando non è presente la fase acquosa del film lacrimale precorniale (PSP) o la fase adiposa è disturbata, il muco si accumula e non viene lavato via dal sistema lacrimale.

Il muco è solitamente una materia grigia viscosa, ma può diventare mucopurulenta se è attaccata un'infezione batterica secondaria. Gli animali con "occhi rossi" e secrezione mucosa o purulenta devono essere esaminati per la presenza di CCB (test lacrimale di Schirmer).

Le violazioni qualitative del film lacrimale (violazione della fase lipidica o mucosa nella normale fase acquosa) possono anche causare la comparsa di segni clinici di SSC. Il test lacrimale di Schirmer viene utilizzato per la diagnosi:

  • normale nei cani> 15 mm lacrime / min
  • Tempo di TSS Metodi per il trattamento della cheratocongiuntivite secca

Se il motivo è l'uso di droghe, il farmaco viene sospeso. La prima linea di difesa è la somministrazione locale di ciclosporina 2 volte al giorno:

  • gli animali con risultati del test di Schirmer di 2 mm / min hanno una probabilità dell'80% di rispondere a questa terapia.

È importante diagnosticare il BCC autoimmune e iniziare un trattamento precoce prima dell'atrofia delle ghiandole lacrimali secondaria all'infiammazione cronica. Affinché la ciclosporina sia efficace, deve essere presente una piccola quantità di tessuto normale che produce lacrime acquose. Potrebbero essere necessarie 8 settimane o più affinché la ciclosporina alleviare l'infiammazione e consentire alla ghiandola lacrimale di funzionare. Pertanto, la terapia locale intensiva con unguenti contenenti antibiotici e l'introduzione di preparati di "lacrime artificiali" sono necessarie fino a quando la produzione di lacrime non ritorna alla normalità..

La terapia antibiotica topica è necessaria per trattare e / o prevenire la congiuntivite batterica secondaria. I cani con BSC spesso sviluppano ulcere corneali facilmente infettabili. L'occhio non può essere impregnato d'acqua, quindi i proprietari dovrebbero essere incoraggiati a somministrare il farmaco il più spesso possibile (4-8 volte al giorno). La rimozione chirurgica di una ghiandola della terza palpebra prolassata può predisporre un animale a sviluppare BCC. La terapia con ciclosporina deve essere continuata per tutta la vita o si verificheranno ricadute cliniche (così come una maggiore distruzione della ghiandola lacrimale). Inizialmente, la ciclosporina viene somministrata 2-3 volte al giorno. Dopo che la produzione di lacrime è tornata alla normalità, la frequenza di somministrazione del farmaco può essere ridotta a 1-2 volte al giorno..

La lacrima artificiale aiuta a sostituire il film lacrimale precorneale Le lacrime artificiali senza conservanti causano meno irritazioni agli occhi. I prodotti a base di metilcellulosa sono più viscosi e hanno un effetto più duraturo.

Gli unguenti alla lanolina sono spesso usati. Trapianto di ghiandole salivari - Questo trattamento viene utilizzato nei cani quando il trattamento con ciclosporina fallisce e il proprietario non è in grado di somministrare i farmaci abbastanza spesso.

Infiammazione allergica agli occhi

Le seguenti razze di cani sono suscettibili alla congiuntivite allergica:

  • animali domestici di colore bianco (indipendentemente dalla razza);
  • Labrador;
  • Shar Pei;
  • retriever;
  • spaniel;
  • West Highland Terrier;
  • Bulldog francese.

La congiuntivite allergica è solitamente associata all'atopia e all'allergia agli ingredienti dei mangimi. In alcuni casi, la congiuntivite può essere l'unica manifestazione di una reazione allergica. La congiuntivite allergica può essere stagionale. In questo caso si osservano iperemia congiuntivale e forte scarica dai sacchi subcongiuntivali, che possono anche essere accompagnate da iperemia perioculare, alopecia o blefarite..

  • dermatite atopica;
  • farmaci
  • puntura d'insetto; allergia al cibo;
  • esposizione ad acidi e alcali.

Alcuni preparati oftalmici topici possono portare a ipersensibilità, con conseguente congiuntivite. I farmaci sensibilizzanti sono la neomicina, il trifluride, l'acetilcisteina e quasi tutti i potenti antibiotici. I cani che sono ipersensibili ai farmaci oftalmici di solito sviluppano la congiuntivite, che all'inizio è invisibile ma diventa molto dolorosa nel tempo. L'annullamento dei farmaci porta a un miglioramento entro 12-24 ore.

Segni e diagnosi

Per la diagnosi di congiuntivite allergica è necessario un esame citologico dei raschiamenti congiuntivali. I campioni vengono ottenuti mediante un'attenta scarificazione della superficie congiuntivale con uno speciale cytobrush o scarificatore dopo anestesia locale. La presenza di eosinofili negli strisci citologici conferma la congiuntivite allergica. La presenza di altri sintomi di atopia, stagionalità e recidiva suggeriscono una congiuntivite allergica.

In un decorso cronico, la pelle delle palpebre si ispessisce, diventa ruvida, di colore rosso intenso, lo scarico diventa purulento. La congiuntivite allergica, di regola, è accompagnata da segni di blefarite (alopecia, edema, eritema, escoriazione delle palpebre e in decorso cronico - iperpigmentazione e lichenificazione), che è principalmente associata all'autotrauma della regione perioculare. Possibile calvizie intorno agli occhi, graffi multipli sulle palpebre. A differenza delle allergie sulla pelle, la congiuntivite allergica non è sempre pruriginosa..

Metodi di trattamento e prevenzione

Il trattamento consiste nella rimozione di allergeni (se possibile), desinnsitization, antistaminici, corticosteroidi o ciclosporina. I principi di base del trattamento delle allergie sono descritti in questo articolo - Allergies in Dogs. Il trattamento locale della congiuntivite (lavaggi, gocce, unguenti) non è efficace in questo caso di patologia ed è finalizzato all'eliminazione di patologie secondarie (è possibile lo sviluppo di infiammazione batterica della mucosa oculare).

Per eliminare l'infiammazione della congiuntiva, la fonte di ipersensibilità deve essere eliminata. Per fare questo, rivedono la dieta del cane, si liberano degli allergeni circostanti (polline, fumo), interrompono il trattamento (se la malattia è causata da farmaci). In futuro, per la profilassi, è necessario monitorare attentamente l'alimentazione dell'animale e il suo contenuto in modo che il contatto con l'irritante allergico non si ripresenti.