Non guardare da nessuna parte: perché le persone evitano di guardare negli occhi l'interlocutore quando parlano? (5 foto)

Lo strumento e il metodo di comunicazione più comuni è il dialogo. E il contatto visivo ti consente di capire se l'interlocutore ti sente, se è coinvolto in una conversazione o sta pensando da qualche parte molto lontano. A volte un paio di minuti di contatto visivo forniscono più informazioni di una conversazione di due ore..

La spiegazione più comune per uno sguardo che corre o costantemente distolto è una banale bugia. Una persona ostinatamente nasconde qualcosa e cerca di interrompere il contatto visivo per non tradire accidentalmente i suoi pensieri e le sue intenzioni.

Ma ci sono altri motivi per cui le persone evitano lo sguardo diretto. Questi includono:

  • solita timidezza. Alcune persone hanno la capacità di stabilire un contatto in un paio di minuti, mentre altre hanno bisogno di tempo. Ciò è particolarmente vero per gli amanti che hanno paura di dimostrare i loro veri sentimenti all'oggetto di simpatia. Se ci sono fattori come il linguaggio interrotto e le guance rosse, allora con un alto grado di probabilità possiamo parlare di sentimenti;
  • mancanza di autostima. C'è una categoria di persone che analizza costantemente il proprio comportamento in termini di ciò che gli altri diranno o penseranno. Un tale interlocutore eviterà uno sguardo diretto durante un dialogo, o alza gli occhi solo periodicamente, preoccupato per il tormento interno e il comportamento corretto durante una conversazione;
  • sguardo pesante e penetrante dell'interlocutore. C'è una categoria di persone con occhi penetranti e persino frizzanti. Alcune persone pensano di essere viste attraverso tutti i pensieri, paure e desideri nascosti. Psicologicamente, un tale sguardo è difficile da sopportare, quindi gli interlocutori evitano il contatto visivo diretto, distogliendo lo sguardo di lato o guardando il pavimento;
  • nervosismo e irritazione. Uno sguardo costante rende nervosi alcuni, perché le persone vedono dietro di lui un tentativo di incriminare in qualcosa di imparziale e, di conseguenza, inconsciamente cercano di evitarlo;
  • mancanza di interesse per l'interlocutore o per le informazioni. La mancanza di sguardo, lo sbadiglio occasionale e lo sguardo all'orologio sono una chiara dimostrazione di una conversazione improduttiva. Ha senso completare o ricostruire radicalmente;
  • flusso di informazioni troppo denso. La velocità di assimilazione dei dati è diversa per tutti. Certo, guardando negli occhi, aumenta, ma anche nel caso di persone vicine e conosciute, diventa necessario distogliere periodicamente lo sguardo per assimilare il blocco successivo;
  • ricca fantasia. Per molti, per una migliore comprensione della situazione discussa in una conversazione, è necessario astrarre per disegnare mentalmente l'immagine desiderata. Pertanto, l'interlocutore sarà distratto durante la conversazione..

    Varietà di opinioni

    Prestando attenzione allo sguardo dell'interlocutore, puoi ottenere preziose informazioni. Quindi, distogliere costantemente gli occhi di lato dimostra una mancanza di interesse o malcontento. Uno sguardo di traverso con una posizione della testa semicircolare è un indicatore di sospetto e uno sguardo di traverso è un risultato negativo e ovviamente negativo di una conversazione.

    Se gli occhi dell'interlocutore sono in continuo movimento, ciò può indicare sia insicurezza che sensi di colpa. E uno sguardo profondo, letteralmente penetrante può sia dimostrare un atteggiamento sdegnoso, sia essere usato come strumento di subordinazione. Alcuni addirittura lo addestrano apposta, usando come oggetto la punta sul ponte del naso dell'interlocutore..

    Se una persona parla con sicurezza, ma distaccata, non è particolarmente preoccupata per il risultato della conversazione e per l'opinione dell'interlocutore. L'obiettivo è terminare la conversazione ponendo fine ai tuoi doveri quotidiani e andartene. Un leggero sorriso e gli occhi socchiusi durante una conversazione sono un modo per dimostrare la tua superiorità, non il disaccordo..

    Galateo dello sguardo: correttezza ed efficienza

    Per garantire il comfort psicologico, la durata totale dello sguardo negli occhi dovrebbe essere 2/3 del tempo totale di conversazione. La durata di una "sessione" unica è di circa 10 secondi. Quindi devi distogliere lo sguardo per un po '.

    Di solito, l'oratore distoglie lo sguardo, cercando di astrarre e pensare alla frase successiva. E l'ascoltatore sembra essere meno impegnato in questo momento e guarda di più l'interlocutore.

    Il continuo sguardo noioso e penetrante è difficile da sopportare. Ma anche gli occhi costantemente distolti dell'interlocutore provocano emozioni negative, dimostrando chiaramente una mancanza di interesse. Preme sulla psiche e uno sguardo pesante da sotto le sopracciglia, nel tentativo di intercettare che l'avversario subito lo porta via. Tutto ciò è una violazione delle regole del galateo aziendale, ma questo, consapevolmente o meno, a volte anche le persone più istruite peccano.

    Non dovresti guardare troppo da vicino l'interlocutore, anche se è un buon amico. È particolarmente importante essere corretti se una persona ha qualche difetto evidente nell'aspetto. È indecente guardare le persone durante un pasto.

    Se più persone sono coinvolte nella conversazione, tutti dovrebbero prestare attenzione, incontrando il loro sguardo. Quando ci si esibisce di fronte a un vasto pubblico, è impossibile guardare tutti negli occhi. Ma devi mantenere l'interesse e ci sono tecniche speciali per questo. Quando li padroneggia, l'oratore può osservare la reazione dei presenti, senza essere distratto dal discorso e senza perdere il pensiero.

    E infine, durante una conversazione, devi toglierti gli occhiali scuri, poiché questo accessorio viola l'atmosfera di apertura e fiducia, provocando una sensazione di imbarazzo..

    Suggerimenti per mantenere il contatto visivo

    Quindi, uno sguardo diretto e fiducioso, ma allo stesso tempo calmo, dimostra serietà delle intenzioni, sicurezza, apertura e onestà, e aumenta automaticamente anche l'attenzione dell'interlocutore. Per svilupparlo, le seguenti linee guida ed esercizi aiuteranno:

    1. Allenamento davanti allo specchio e con i passanti. Non c'è bisogno di addestrare estranei con gli occhi, basta un contatto visivo di 3 secondi. E presto la fiducia in se stessi aumenterà.
    2. Ginnastica speciale per gli occhi. Con gli occhi chiusi e aperti, disegna otto nell'aria.
    3. Concentrare lo sguardo sul ponte del naso dell'interlocutore con un passaggio periodico agli occhi.
    Se l'avversario a volte distoglie lo sguardo, allora c'è un risultato dagli esercizi e deve essere consolidato. Imparare a guardare correttamente le persone negli occhi e reagire allo sguardo degli altri non è così difficile. Questa abilità aiuterà a creare nuove connessioni, a migliorare le relazioni esistenti e ad aumentare la fiducia in te stesso, nei tuoi punti di forza e capacità..

    Non farti ingannare: 11 gesti che tradiscono un bugiardo

    Come capire con pochi gesti che sei palesemente ingannato?

    Le espressioni facciali umane tradiscono perfettamente l'inganno. Potremmo cercare di nascondere i nostri veri sentimenti dietro un sorriso falso o un tono di parola calmo, ma i movimenti involontari rivelano vere emozioni che non vogliamo mostrare. Conoscere i muscoli "segreti" sarà il tuo vantaggio quando comunichi con altre persone.

    Si copre la bocca con la mano

    Questo è uno di quei gesti che un adulto ha conservato fin dall'infanzia. Un bambino piccolo, che i suoi genitori hanno colto in una menzogna, molto spesso, porta istintivamente entrambe le mani alla bocca e le stringe forte. Viene attivato un segnale nella mia testa - per evitare che scoppino parolacce o per trovare una scusa: "Non l'ho detto!" Spesso portiamo questa abitudine per tutta la vita. Un ingannatore adulto può coprirsi la bocca strettamente con la mano o semplicemente portare alcune dita alle labbra. Questi movimenti mostrano che la persona non sta dicendo la verità. Ma se l'interlocutore si copre la bocca con la mano quando parli, ha chiaramente sospettato che tu mentissi.

    Tocca il naso

    Continuazione della manovra precedente: all'ultimo momento tirati su e, al posto della bocca, tocca leggermente la punta del naso. O forse è la sindrome di Pinocchio, con la quale un ragazzo o una ragazza è stato vittima di bullismo da bambino.?

    Strofina la palpebra

    Se pensi che in un momento di rimorso un uomo si stropiccia gli occhi, cercando di trattenere le lacrime, ti sbagli. Sta mentendo apertamente su dove ha trascorso la scorsa notte. E questo movimento tradisce in lui un ingannatore. La spiegazione è abbastanza semplice: il nostro astuto alleato - il cervello sta cercando di eludere la responsabilità ed evitare lo sguardo testante dell'interlocutore, da qui il riflesso - iniziamo automaticamente a strofinare la palpebra. Un'altra spiegazione fisiologica: i bugiardi hanno le pupille che si restringono e il corpo vuole automaticamente nasconderlo agli estranei.

    Guarda lontano

    Molti scienziati sostengono: se vuoi capire se ti stanno mentendo, devi concentrarti sulla parte superiore del viso, cioè sugli occhi, le sopracciglia e la fronte dell'avversario. Di regola, l'aspetto dell'interlocutore è molto "eloquente". A proposito, se durante una conversazione una persona ti guarda o distoglie gli occhi, questo non significa affatto che stia mentendo. Forse semplicemente non può sviluppare contemporaneamente il suo pensiero e osservare cosa sta accadendo. Stima quanto tempo ci vuole. Se non ti guarda, almeno metà del tempo del dialogo, questo è un segno poco gentile, vale la pena iniziare a dubitare della sua sincerità. Di norma, se lo sguardo è rivolto verso il basso, significa che una persona sperimenta tristezza, di lato - disgusto, giù e di lato - colpa e vergogna..

    Alza gli occhi al cielo

    Gli occhi sono la finestra dell'anima. Un'altra conferma di ciò è il movimento dei bulbi oculari al momento della conversazione. Praticamente sfida il controllo cosciente. Prima di provare a determinare con gli occhi se il partner sta mentendo o meno, sarebbe bello conoscere il suo solito modo di comportarsi quando comunica. Puoi iniziare con un semplice controllo. Fagli una domanda neutra, alla quale risponderà sicuramente senza inganno. Dimmi, cosa ha mangiato a colazione oggi? Quando capisci dove sta guardando la persona quando dice la verità, passa all'argomento che ti interessa. Se, rispondendo a una semplice domanda, l'interlocutore ha guardato in alto ea sinistra (ha riprodotto la risposta dalla memoria) e quando ha risposto a quella che ti interessa - in alto ea destra, allora questo è un possibile segno che non hai sentito la verità.

    Lampeggia frequentemente

    Di solito, qualsiasi persona lampeggia con una frequenza di 6-8 volte al minuto, il che non causa alcun disagio negli interlocutori. Se proviamo a nascondere i nostri pensieri e sentimenti agli altri, iniziamo a sbattere le palpebre più spesso. Questa è una reazione involontaria che accompagna sempre qualsiasi eccitazione emotiva..

    Rilassa il colletto della camicia

    Uno schizzo assolutamente cinematografico: un nodo alla gola e un colletto della camicia sbottonato. Gli scienziati hanno scoperto che qualsiasi persona, e specialmente un uomo, sente una bugia a livello fisico. Provoca prurito e fastidio ai muscoli facciali e noi cerchiamo automaticamente di grattare l'area disturbante per calmare i nervi. Molto spesso ciò accade in una situazione in cui il bugiardo è inesperto ed è sicuro che il suo inganno verrà rapidamente scoperto. Un'altra reazione insidiosa del corpo è che "si surriscalda". Il traditore ha gocce di sudore sul collo quando sente che sospetti che qualcosa non va. Stai all'erta. Lo stesso gesto può indicare un'aggressione in arrivo. Quando l'interlocutore è molto infastidito da qualcosa e allo stesso tempo allontana il colletto dal collo per raffreddarlo con aria fresca e reprimere la rabbia. Vedi per situazione.

    Graffia l'orecchio

    Un'altra punta che prude è sfregare il lobo dell'orecchio, piegare il padiglione auricolare o grattarsi leggermente. Questo viene fatto involontariamente da persone che sono costrette a mentire, ma a se stesse - non dà alcun piacere. Questa è una modifica del gesto di un bambino piccolo che si copre le orecchie per non ascoltare i rimproveri dei genitori.

    Gli psicologi spiegano perché le persone alzano gli occhi al cielo quando parlano

    Pertanto, le persone, secondo lo psicologo, esprimono disaccordo o una concessione temporanea.

    Va notato che questa reazione è considerata passiva. Alcuni psicologi suggeriscono che una persona preferisca non utilizzare un altro modo di rispondere agli stimoli, in modo da non perdere l'equilibrio. Inoltre, il roteare degli occhi è dovuto a emozioni travolgenti..

    È interessante notare che questo metodo di disaccordo con l'interlocutore è più spesso utilizzato dagli adolescenti..

    Damur ha assicurato - la spiegazione per gli occhi al cielo è che questa azione aiuta a esprimere disprezzo o manifestazione non sufficientemente matura di comportamento aggressivo, che può essere considerato incompleto o addirittura errato.

    Secondo lei, nel mondo moderno, alzare gli occhi al cielo significa sempre più una manifestazione di disaccordo. Negli ultimi decenni, le persone hanno preferito questa particolare tecnica..

    Vale la pena notare che l'Oxford English Dictionary spiega che il roteare degli occhi, che è stato descritto nella letteratura britannica dal XVI secolo, indica elementi erotici e violenza..

    Ad esempio, in una delle poesie di William Shakespeare, uno stupratore ha fatto ricorso a questa tecnica. Si tratta del "Rapimento di Lucrezia".

    La poesia di John Milton Paradise Lost può anche essere usata come esempio. In questo lavoro, gli occhi al cielo erano associati ai desideri lussuriosi di una donna.

    Gli occhi al cielo sono stati descritti per la prima volta come un simbolo di disaccordo passivo con ciò che hanno sentito nel 1989. Tale significato è stato assegnato a questa azione dallo scienziato austriaco Irenei Eibl-Eibesfeldt nella sua opera "Human Ethology".

    In un recente studio, gli psicologi americani sono stati in grado di spiegare il motivo della rumorosità dei capi. Il personale della Michigan State University degli Stati Uniti ha affermato che i dirigenti possono far sentire la propria voce ai propri dipendenti grazie alle cosiddette licenze morali. Questa proprietà è comune in psicologia. Implica che una persona si conceda il permesso di violare determinate norme e regole sociali, se sono state osservate in precedenza.

    Oculesica: come cambia il comportamento degli occhi umani durante una conversazione

    L'occhio umano non è solo l'organo sensoriale più importante che ci permette di navigare nel mondo che ci circonda, ma anche uno strumento di comunicazione non verbale, grazie al quale, durante una conversazione, regoliamo il flusso delle informazioni in arrivo, leggiamo le emozioni dell'interlocutore e trasmettiamo le nostre, oltre a stabilire un contatto più stretto, o viceversa, proviamo a minimizzarlo. Il linguaggio degli occhi e il comportamento visivo delle persone sono studiati dalla scienza dell'oculare, che a sua volta fa parte della paralinguistica. Tali parametri dello sguardo, come la sua direzione, linea e oggetto, movimento e dimensione degli occhi, dimensione delle pupille, durata del contatto visivo, consentono di trasmettere migliaia di messaggi senza parole in un atto comunicativo..

    Metodo di feedback

    Nel corso della ricerca scientifica è emerso che il linguaggio degli occhi consente di verificare la presenza e il grado di forza del feedback con l'interlocutore. Come hanno dimostrato gli esperimenti dello psicologo inglese Michael Argyll, chiudere la parte superiore del viso in uno degli interlocutori provoca una sensazione di disagio nel secondo, mentre la sua stessa invisibilità è molto meno imbarazzante. Ciò è spiegato dal fatto che controllando lo stato emotivo di un partner dal suo comportamento oculare e assicurandoci così della sua approvazione o censura, possiamo di conseguenza cambiare la tattica e la strategia del nostro comportamento, il che ci rende meno vulnerabili. Come ha dimostrato l'esperimento di Argyll, le donne sono particolarmente suscettibili al feedback e, quando parlano con l '“invisibile”, praticamente tacciono, mentre gli uomini parlano molto più attivamente con un interlocutore invisibile. Inoltre, numerosi studi scientifici confermano che le informazioni vengono percepite in modo più accurato con il contatto visivo. Determinando le principali funzioni comunicative degli occhi, gli scienziati distinguono cognitivo, che svolge il ruolo di scambio di informazioni, emotivo, esprimendo sentimenti, controllando (controllando il feedback) e regolando, con l'aiuto del quale evochiamo visivamente o, al contrario, sopprimiamo la risposta prevista dell'interlocutore.

    Codice culturale

    I modelli e l'etichetta del comportamento degli occhi nel dialogo non sono universali e possono essere trasformati a seconda della tradizione culturale e sotto l'influenza delle caratteristiche etniche della comunicazione. Quindi, ad esempio, in Etiopia, in segno di rispetto quando si parla, è consuetudine guardare in basso, la stessa regola si applica in America Latina quando i bambini parlano ai loro anziani. Africani, asiatici e indiani guarderanno troppo spesso in faccia o negli occhi durante una conversazione per mancanza di rispetto o aggressività, mentre arabi e sudamericani, al contrario, considerano scortesi un piccolo numero di sguardi reciproci. Negli Stati Uniti non è consuetudine evitare di guardare, ma è anche inaccettabile fissare un'altra persona. Nella cultura europea è consuetudine guardare negli occhi chi parla, allontanando o abbassando periodicamente lo sguardo.

    Tipi di comportamento degli occhi

    Nonostante le differenze culturali esistenti, il linguista Grigory Kreiblin nel corso della sua ricerca è stato in grado di identificare sette principali tipi di comportamento oculare delle persone durante un dialogo:

    1. "sguardo unilaterale" all'altro, ma non in faccia;

    2. "sguardo in faccia" dell'interlocutore;

    3. "sguardo diretto" negli occhi;

    4. "sguardo comune" dei partner uno di fronte all'altro;

    5. "contatto visivo" o "contatto visivo", quando entrambi gli interlocutori si guardano consapevolmente negli occhi;

    6. "evitamento dello sguardo" - una situazione in cui uno o entrambi gli interlocutori evitano deliberatamente di guardarsi negli occhi dal lato della controparte;

    7. "salta lo sguardo", quando la persona non guarda l'interlocutore, pur non avendo alcuna intenzione esplicita di evitare il contatto visivo.

    Una funzione comunicativa molto significativa viene eseguita da uno sguardo diretto negli occhi, poiché, di regola, è sempre fissato dall'interlocutore, anche da una lunga distanza, e attira la sua attenzione, provocando una reazione alla schiena. Nella maggior parte dei casi, uno sguardo diretto negli occhi troppo a lungo provoca uno stato di eccitazione, irritazione o confusione, poiché viene interpretato come un segno di aggressività o un tentativo di influenza ipnotica. Al contrario, evitare uno sguardo diretto può servire come segnale pacificante che allevia le tensioni inutili e previene l'aggressività del partner. Allo stesso tempo, se una persona non guarda l'interlocutore, questo può essere percepito come un segno di disattenzione e noia. Una funzione completamente diversa, rispetto a uno sguardo lungo e diretto, è svolta dal contatto visivo, quando gli interlocutori si scambiano brevi sguardi, che, al contrario, favoriscono il dialogo. Allo stesso tempo, è tipico della cultura russa durante un dialogo guardare principalmente una persona in faccia, ma non negli occhi. Gli psicologi notano anche che quando verbalizza i pensieri, una persona tende a guardare nello spazio e guarda solo l'interlocutore alla fine per controllare il feedback, il che indica che il pensiero umano è difficilmente trasmesso in forma verbale.

    masterok

    Trowel.zhzh.rf

    Voglio sapere tutto

    Perché una persona non guarda negli occhi? È diffusa la convinzione che stia dicendo una bugia e nascondendo deliberatamente il suo sguardo per non tradire le sue reali intenzioni. Questo potrebbe essere vero, ma ci sono una serie di altri motivi per cui l'interlocutore evita deliberatamente il contatto visivo. Una persona potrebbe non guardarsi negli occhi a causa delle peculiarità del suo carattere, temperamento, mancanza di coraggio o insicurezza. Le qualità che plasmano la personalità in ognuno di noi sono espresse in modi diversi, e questo influenza quanto è socievole una persona e come si comporta quando parla.

    Una persona non guarda negli occhi quando parla: questi sono i motivi principali:

    Timidezza

    Questo fatto è confermato dalla ricerca scientifica. Una persona sa che uno sguardo può tradire i sentimenti, quindi lo devia deliberatamente. Molti amanti cercano di nascondere il loro accresciuto interesse, perché hanno paura di esprimere apertamente i propri sentimenti o stanno aspettando il momento giusto. Se allo stesso tempo il tuo interlocutore arrossisce e inizia a parlare di sciocchezze, allora innamorarsi è ovvio qui!

    Insicurezza

    È difficile per queste persone comunicare con gli altri, perché si preoccupano costantemente di ciò che pensano di loro. Una persona insicura guarda raramente negli occhi e spesso lo fa di nascosto, perché è molto preoccupato per le sue esperienze emotive e pensa a come comportarsi al meglio quando parla.

    Lo sguardo pesante dell'interlocutore

    Queste persone sono spesso chiamate vampiri energetici, che sembrano deliberatamente "annoiare" i loro occhi, desiderosi di sopprimere e mostrare la loro superiorità. Lo sguardo pesante dell'avversario sembra penetrare nell'interlocutore, provocare disagio e provocare emozioni spiacevoli. In questi casi il contatto visivo è molto difficile, quindi molti cercano di evitarlo, ad esempio abbassando gli occhi a terra..

    Irritazione

    Alcune persone possono stancarsi di cercare di stabilire un contatto visivo ravvicinato da parte degli interlocutori, pensano che stiano cercando di coglierli in qualcosa di brutto e provano emozioni e irritazioni spiacevoli per questo.

    Quello che dice l'interlocutore non è assolutamente interessante

    Se lo sguardo ritirato e indifferente è combinato con lo sbadiglio e quello con cui stai parlando spesso guarda l'orologio, allora vale la pena interrompere questo dialogo il prima possibile, poiché è inefficace. In questo caso, il significato di scambio di informazioni verbali e non verbali è assente..

    Intenso flusso di informazioni

    In pochi secondi di stretto contatto visivo, puoi ottenere una grande quantità di informazioni, che equivale a molte ore di comunicazione franca. Pertanto, anche con una conversazione confidenziale, gli amici a volte distolgono lo sguardo per distrarsi e digerire le informazioni ricevute..

    Perché una persona chiude gli occhi quando parla?

    Uno sguardo socchiuso significa concentrazione precisa dell'attenzione su un oggetto specifico. Uno sguardo ristretto e teso può indicare una maggiore tendenza alle critiche e alla cattiva volontà, oltre a tradire l'insensibilità della persona. Le palpebre semichiuse dell'interlocutore durante una conversazione indicano la sua sovrastima autostima, arroganza, arroganza e completa inerzia agli eventi.

    Se l'interlocutore chiude gli occhi senza troppa tensione, senza chiuderli, significa che sta cercando di astrarre da eventi esterni. Questo autoisolamento aiuta a concentrarsi bene sulla riflessione su un compito, riflettere sugli eventi imminenti e godersi immagini visive sensuali..

    Considerando la situazione in un complesso, è del tutto possibile capire perché una persona nasconde gli occhi quando parla..

    Devi sempre guardarti negli occhi? Tipi di visualizzazioni

    Il tuo interlocutore guarda in basso e da qualche parte di lato, questo fa sempre un'impressione sgradevole: o sono scontenti con noi, o non ascoltano, ma fanno solo finta, o ridono di nascosto.

    Non guarda direttamente negli occhi dell'interlocutore, ma sempre di lato, girando il viso mezzo girato. Sembra che tu non sia fidato, sospettato di qualcosa.

    Sembrano cupi. C'è una sensazione di opposizione, come se ti odiassero e fossero pronti a rispondere "no" a tutto.

    Uno sguardo che corre evoca una sensazione come se una persona eternamente colpevole ed estremamente insicura fosse in piedi di fronte a te.

    Aspetto sempre noioso e frizzante. Dicono di lui: "pesante". Sei disprezzato? Vuoi sottomettere? Particolarmente sensibili: brina sulla pelle da un simile aspetto. È stato sviluppato appositamente da alcuni dittatori. Per rendere più facile per se stessi, hanno guardato un punto immaginario tra le sopracciglia dell'interlocutore, motivo per cui questo sguardo è talvolta chiamato centrale.

    Molti oratori parlano come se fossero per se stessi, anche se allo stesso tempo si tengono abbastanza liberamente, mentre guardano "le nuvole". Sembrano preoccuparsi che tu abbia un interesse o meno. Per finire - e andarsene, se solo non interferiscono troppo.

    Ci sono persone che, guardandoti, socchiudono costantemente gli occhi, spesso le loro labbra esprimono un leggero sorriso. Pensi che ti stiano prendendo in giro o non sei d'accordo con quello che dici. No, non hanno intenzione di obiettare, si godono silenziosamente il senso della propria superiorità..

    Come guardare qualcuno negli occhi: alcune regole

    Quello che sta attualmente ascoltando guarda negli occhi molto più a lungo (questo è logico: è meno impegnato). Chi parla spesso distoglie lo sguardo, pensando alla frase successiva, e questo è abbastanza normale. Capita spesso che parli, e il tuo interlocutore ti guarda negli occhi solo finché non fai lo stesso, ma non appena provi a catturare il suo sguardo, subito lo porta via.

    Ricorda questa caratteristica spiacevole: è anche cattiva educazione guardarsi negli occhi senza interruzione, senza distogliere lo sguardo per un momento. All'interlocutore sembra di essere "sondato", si innervosirà sotto uno sguardo così indagatore. Guarda con calma, benevolenza, girando il viso dritto verso l'interlocutore. Mantieni la distanza ottimale alla quale entrambi vi sentite a vostro agio. Se tendi a sembrare cupo o di traverso, cerca di controllarti con uno sforzo volontario finché il modo corretto di guardare non ti diventa familiare..

    Se hai diversi partecipanti alla conversazione (anche se svolgono solo il ruolo di ascoltatori), devi periodicamente guardare tutti negli occhi. Un'altra cosa è che più sguardi vanno a coloro che sono in testa nella conversazione, ma se guardi solo il leader negli occhi, il resto si sentirà ridondante. Ovviamente, quando hai un pubblico di migliaia di persone, non guarderai tutti negli occhi, ma il contatto visivo è comunque necessario..

    Esiste una sorta di etichetta dello sguardo: per una comunicazione confortevole, gli interlocutori dovrebbero guardarsi negli occhi per circa 2/3 dell'intera conversazione. Ma questo non significa che devi fissare a distanza ravvicinata, senza fermarti: la durata ottimale dello sguardo è di circa 10 secondi.

    Inoltre, l'etichetta richiede che i corpi degli interlocutori siano rivolti l'uno verso l'altro: è scortese parlare "sopra la spalla", "mezzo voltato" o anche voltare le spalle. In ogni caso il volto va rivolto all'interlocutore: uno sguardo di traverso non è per la comunicazione aziendale.

    È altrettanto spiacevole quando l'interlocutore ti guarda a bruciapelo, senza staccare gli occhi per un secondo ("fissando"), e anche quando guarda di lato quasi tutto il tempo, dimostrando che non è interessato alla conversazione. È vero, succede che una persona che è insicura, timida e timida tutto il tempo distoglie lo sguardo. Ma tale insicurezza e timidezza non dipingono un uomo d'affari. Inoltre, vale la pena ricordare che la riluttanza ostinata a guardare negli occhi è considerata dalla maggior parte degli ascoltatori un segno di bugie. In realtà, non è sempre così, ma è necessario fare i conti con questo "presagio popolare".

    Succede anche che l'interlocutore ti guardi, ma non appena provi a catturare la sua attenzione, distoglie subito lo sguardo. È anche molto spiacevole quando l'interlocutore sembra imbronciato. Tutte queste sono cattive maniere, ma è più difficile controllare le tue espressioni facciali e la direzione dello sguardo che le parole - quindi, anche le persone più istruite a volte violano inconsapevolmente l'etichetta dello sguardo.

    Quali altre regole contiene l'etichetta dello sguardo? Non dovresti guardare troppo da vicino una persona: né familiare né sconosciuta. Ciò è particolarmente importante se ha disabilità fisiche. Inoltre, è indecente guardare una persona che mangia.

    Il "punto di vista" dipende dalla situazione. Nella comunicazione aziendale, è consuetudine guardare negli occhi dell'interlocutore o nel punto tra le sue sopracciglia. In una relazione amichevole, lo sguardo scivola sul viso dell'interlocutore, tra gli occhi e la bocca. Uno sguardo che vaga tra gli occhi e il petto dell'interlocutore o scende ancora più in basso è adatto solo per la comunicazione intima: in una situazione lavorativa, questa è una violazione del galateo.

    Quando parli con più persone (anche se ti stanno solo ascoltando), di tanto in tanto devi incontrare gli occhi di tutti. Certo, spesso guardano l'interlocutore più attivo, ma se guardi solo il leader negli occhi, il resto ti sembrerà superfluo.

    E l'ultima cosa: per una comunicazione confortevole, devi vedere gli occhi dell'interlocutore, quindi, quando parli, devi toglierti gli occhiali scuri. Anche gli occhiali con lenti leggermente colorate creano imbarazzo, interrompono l'atmosfera della comunicazione.

    vitaliy0320

    Blog di buon umore

    Fai solo ciò che è più facile per te, ma fallo con tutte le tue forze.

    La base per una vera comunicazione può essere stabilita solo quando comunichi con la persona faccia a faccia. Se ti senti a tuo agio quando hai a che fare con alcune persone, ti senti a disagio e diffidente con gli altri. Ciò è dovuto principalmente a come ti guardano, per quanto tempo guardano e per quanto tempo possono trattenere il tuo sguardo. Gli occhi possono trasmettere le sfumature più sottili dell'umore. Basti ricordare esempi tratti dalla finzione: sguardo ardente, sguardo freddo, sguardo ferito, gentile, saggio, indifferente. Tuttavia - e questo è un fatto scientifico - gli occhi non esprimono alcuna emozione.!

    Allora cosa succede: così tante persone si sbagliavano? I libri e le leggende mentono? Non certo in quel modo. Di per sé, il bulbo oculare non mostra davvero nulla. L'impatto emotivo degli occhi deriva dal modo in cui influenzano gli osservatori (la durata dello sguardo, la dimensione delle palpebre che si aprono, gli occhi socchiusi) e le espressioni facciali (piccoli movimenti muscolari che consentono di inviare quasi tutti i messaggi).

    Visualizzazioni
    Occhi completamente aperti: parla di una natura eccezionalmente aperta con una maggiore sensibilità sensoriale e prontezza per la percezione spirituale e intellettuale (una persona vive in un mondo di idee e immagini), nonché un interesse generale. Questi occhi si trovano nei bambini sognatori e nei truffatori, che con uno sguardo così "innocente" ispirano fiducia in se stessi. Occhi completamente aperti esprimono apertura nel caso della fiducia, manifestazione di ingenuità, soprattutto nei bambini. cattura lo sguardo di un altro, evitando tutto ciò che potrebbe distrarre.

    Occhi chiusi, "a tendina" (sguardo abbassato) - la palpebra superiore pende più o meno rilassata e copre la parte superiore dell'occhio. Tali occhi indicano indifferenza, apatia, letargia, debolezza emotiva, disperazione e arroganza. Una persona con grande presunzione (gonfia, sprezzante ) come se parlasse in una posizione tale delle palpebre che non gli interessa guardare il mondo o l'interlocutore con occhi normalmente aperti. L'ambiente lo tocca solo parzialmente. È con questa espressione degli occhi che è importante tenere conto di altri segnali: uno sguardo dall'alto, gli angoli della bocca tirati indietro pieghe orizzontali sulla fronte, un sorriso o una risata su un lato della bocca, le labbra sono quasi completamente chiuse, il viso è girato di lato Attenzione contro giudizi errati: con paralisi muscolare (iscosi), l'apertura completa degli occhi è impossibile! Con bassa tensione, bocca aperta, testa china - letargia mentale e ottusità, indifferenza, debolezza dei motivi, sottomissione. gli occhi chiusi possono riflettere la completa dedizione sessuale a un partner. Se una persona è molto stanca, fino all'esaurimento, allora chiude anche gli occhi. Inoltre, uno sguardo abbattuto si verifica con ovvia noia..

    Occhi aperti (aperti sopra la norma): gli occhi indicano che una persona inconsciamente vuole percepire più informazioni del solito, in modo che anche il più piccolo non scivoli via. Spesso, insieme agli occhi sporgenti, si nota anche una bocca aperta. Questa postura tradisce il desiderio di non perdere nulla, tutti i sensi sono portati in una prontezza ottimale per la percezione..

    Gli occhi possono spalancarsi per la sorpresa, la sorpresa, la perplessità, l'ammirazione sorpresa (ad esempio, nei bambini alla vista di un albero di Natale o quando incontrano inaspettatamente un amico per strada); nel momento di massima gioia (ad esempio, con un gol decisivo in una partita di calcio tesa) o paura, orrore (ad esempio, tra il pubblico quando salta un funambolo). Per un po ', una persona può congelare con gli occhi sporgenti in stato di shock. Grande curiosità e intensa attesa ti fanno anche "fissare", guardare a bocca aperta.Le persone con gli occhi spalancati possono avere persone di mentalità aperta con un'incapacità di capire, completa ingenuità, assoluta impotenza, con una comprensione improvvisa: "Aha! "," Qui è dove è sepolto il cane ".

    A volte stanno aspettando con gli occhi spalancati una risposta dopo la domanda posta: "Dimmi, finalmente, sto aspettando!" Occhi socchiusi (socchiusi) - Questa posizione degli occhi può essere una misura di protezione forzata ed è causata dall'influenza di sostanze irritanti dolorose: luce intensa, fumo acre che entra negli occhi un corpo o una sostanza estranea (come la schiuma di sapone).Inoltre, gli occhi socchiusi sono un'espressione di disagio generale, come dolore fisico, pensieri spiacevoli, l'effetto di qualche sensazione spiacevole.

    Occhi miopi (ad eccezione della miopia grave), che si sono tolti o hanno perso gli occhiali. In questo caso, gli assi visivi si intersecano nel punto in cui è diretto lo sguardo.

    Tale visione è possibile mediante l'osservazione: un'osservazione ravvicinata chiaramente concentrata su un punto. Se lo sguardo è anche di lato, allora questo è un segno di inganno, astuzia.

    Uno sguardo ristretto è anche un alto grado di concentrazione spirituale su qualcosa di completamente definito, uno sguardo su un punto immaginario nell'infinito. Ma può anche essere un'elaborazione critica di qualsiasi pensiero con la sua transizione verso la ristrettezza spirituale, l'autolimitazione, la critica eccessiva, l'insensibilità e l'ostilità e la negazione che sorgono su questa base..

    Uno sguardo ristretto si verifica quando si rievocano esperienze passate, soprattutto quando viene posta una domanda inaspettata. In questo caso, una persona viene trasportata dai pensieri al suo passato, cercando di ricordare tutto, e dirige immediatamente il suo sguardo ristretto verso l'infinito, inclinando la testa.

    Strizzare gli occhi, ammiccare - è usato principalmente per spiegazioni segrete con qualcuno. Strizzare gli occhi con meno tensione può essere percepito come civettuolo, soprattutto se la testa si inclina da un lato e appare un sorriso sulle labbra. "Sbattere le palpebre", una delle forme di socchiudere un occhio, serve a stabilire una comprensione segreta. Tale strabismo è tipico per le persone astute, birichine, vanitose, ossessivamente sfacciate, nonché per i truffatori. Ma succede che ammiccando una persona fa capire a un altro che vede attraverso di lui, che il suo trucco è stato svelato: si fa l'occhiolino, e poi uno sguardo deciso, spesso laterale, all'altro.

    Occhi chiusi senza sforzo - Durante il sonno, se si desidera non percepire più impressioni, gli occhi vengono chiusi senza eccessivo sforzo. Ciò esprime l'autoisolamento dalle influenze esterne e il ritiro in se stessi allo scopo di un'attenta riflessione. Chi ha chiuso gli occhi non vuole essere disturbato. Forse sta pensando (mentre ascolta il report, durante una conversazione seria), o forse vuole solo provare piacere (ad esempio, a un concerto, in una sauna). La chiusura casuale degli occhi può essere utilizzata per segnalare: una sottile espressione di accordo o comprensione, a volte accoppiata con solo un leggero cenno del capo.

    L'ammiccamento è una reazione energicamente forzata all'impatto di un corpo estraneo o un riflesso di processi mentali come il coinvolgimento negativo in qualcosa, insicurezza, imbarazzo, cattiva coscienza, nervosismo.

    Uno sguardo con gli occhi socchiusi (socchiusi) - Un aspetto simile fa un'impressione sgradevole, pungente e fredda. Esprime controllo diffidente, ossessione e un po 'aggressività. Contiene intenzioni negative, inganni o minacce. Allo stesso tempo, il proprio sguardo è un test diretto e la palpebra leggermente aperta rende difficile per il partner ricevere le informazioni desiderate. Ricorrendo a questo look, vogliono scoprire le intenzioni degli altri e allo stesso tempo nascondere le loro.

    Le pupille degli occhi sono molto istruttive. A seconda del cambiamento dell'umore di una persona, dell'atteggiamento nei confronti dell'interlocutore o della situazione, cambiano anche i suoi alunni. Con forte eccitazione, innamorandosi, gli alunni iniziano ad aumentare, con un atteggiamento negativo, si restringono. Gli occhi si trasformano in perline, lo sguardo diventa serpentino. I commercianti, osservando attentamente gli occhi di un potenziale acquirente, possono sempre dire con sicurezza se acquisterà questo prodotto - le pupille dilatate danno interesse all'acquisto. L'allargamento degli alunni riflette anche il godimento della comunicazione, dell'informazione, della musica, del cibo; con grave sofferenza e dolore; durante l'utilizzo di determinati farmaci e droghe. La costrizione degli alunni parla del rotolamento dell'irritazione, dell'odio, del rifiuto di qualcosa; sulla dipendenza da morfina ed eroina.

    Ma non sono importanti solo la longitudine e la frequenza dello sguardo, ma anche l'area geografica del viso e del corpo verso la quale è diretto lo sguardo, poiché ciò influisce anche sull'esito delle trattative. Questi segnali vengono trasmessi e assorbiti dal non verbale e di solito sono perfettamente interpretati dagli interlocutori..

    Occorrono circa 30 giorni di pratica continua e intensiva per apprendere la successiva "tecnologia dello sguardo" e applicarla in modo efficace per migliorare il modo in cui comunichi con gli altri.

    Aspetto aziendale. Quando conduci trattative d'affari, immagina che ci sia un triangolo sulla fronte del tuo interlocutore. Guardando questo triangolo, crei un'atmosfera seria e l'altra persona sente che sei di umore professionale. A condizione che il tuo sguardo non cada sotto gli occhi di un'altra persona, sarai in grado di controllare l'andamento delle trattative con il tuo sguardo.

    Look sociale. Se il tuo sguardo cade al di sotto del livello degli occhi di un'altra persona, si crea un'atmosfera sociale. Esperimenti sullo studio dei tratti dello sguardo hanno dimostrato che durante la comunicazione sociale, gli occhi guardano anche il triangolo simbolico sul viso della persona, in questo caso situato sulla linea degli occhi e sulla zona della bocca.

    Look intimo. In questo caso, lo sguardo può scorrere sul viso dell'interlocutore, fino al mento e ad altre parti del corpo. Con uno stretto contatto, questo triangolo può allungarsi fino al petto e, se le persone sono lontane l'una dall'altra, cadere al livello dei genitali. Uomini e donne usano questo sguardo per mostrare il loro interesse reciproco. Se una persona è interessata a te, ti restituirà lo stesso aspetto..

    Quando un uomo pensa che una donna stia cercando di attirarlo, molto probabilmente ha notato che la donna lo sta guardando di traverso e il suo sguardo scivola sull'area intima. Se un uomo o una donna vogliono dimostrare inaccessibilità, devono solo evitare uno sguardo intimo e limitarsi a uno sguardo informale. Se usi uno sguardo professionale durante il corteggiamento, il tuo partner ti troverà freddo e ostile..

    Ricorda che usando uno sguardo intimo a un potenziale partner sessuale, perdi il controllo della situazione. Le tue intenzioni diventano molto chiare. Le donne sono grandi esperte nell'invio e nel riconoscimento di tali sguardi, ma gli uomini dovrebbero imparare di più da loro. Gli occhi giocano un ruolo molto importante nel processo di corteggiamento.

    Le donne usano il trucco per migliorare questo effetto. Se una donna è innamorata di un uomo, le sue pupille si dilatano quando lo guarda, e lui riconosce inequivocabilmente questo segnale senza nemmeno rendersene conto..

    Questo è il motivo per cui la maggior parte degli appuntamenti romantici sono tenuti in penombra, il che fa dilatare le pupille. È facile notare l'aspetto intimo di un uomo, ma loro stessi non lo notano quasi mai, con profonda delusione delle donne.

    Uno sguardo di traverso. Questa è l'opinione delle persone che sono interessate a te o sono ostili. Se una persona allo stesso tempo alza le sopracciglia o sorride, allora è chiaramente interessato. Questo è un segnale di corteggiamento. Se, al contrario, le sopracciglia sono aggrottate e attirate insieme sul ponte del naso e gli angoli della bocca sono abbassati, la persona ti tratta con sospetto, ostilità o critica.

    Palpebre cadenti. Se la persona con cui stiamo parlando abbassa le palpebre, è molto fastidioso. In determinate condizioni di illuminazione, gli alunni possono espandersi o contrarsi e l'umore di una persona può cambiare da negativo a positivo e viceversa..

    Se una persona è eccitata, le sue pupille si dilatano. Possono crescere fino a quattro volte le loro dimensioni normali. Al contrario, se una persona è negativa, irritata o arrabbiata, le sue pupille si restringono alla dimensione minima: "occhi piccoli" o "sguardo di serpente". La durata del contatto visivo dipende dalla distanza tra gli interlocutori. Maggiore è la distanza, più lungo è possibile il contatto visivo tra di loro..

    Pertanto, la comunicazione sarà più efficace se i partner sono seduti ai lati opposti del tavolo, nel qual caso l'aumento della distanza tra i partner sarà compensato dall'aumento della durata del contatto visivo. La ricerca sui giocatori professionisti ha dimostrato che un minor numero di partite vinte dal loro avversario che indossa occhiali da sole.

    Le donne guardano più a lungo quelli che gli piacciono e gli uomini guardano quelli che simpatizzano con loro. Le donne generalmente usano lo sguardo diretto più spesso degli uomini, e quindi hanno meno probabilità degli uomini di percepire uno sguardo come una minaccia, al contrario, una donna considera uno sguardo diretto un'espressione di interesse e un desiderio di stabilire un contatto. Sebbene, in alcun modo, tutte le opinioni dirette degli uomini siano percepite favorevolmente dalle donne, molto dipende dall'uomo stesso..

    L'uomo sta cercando qualcosa di completamente diverso. Quando guarda uno sconosciuto, di solito guarda oltre i vestiti. Dove si apre un pezzo di pelle bianca come la neve. Oppure sono indicati i contorni del torace, la curva della vita, l'alzata della gamba. Se una donna distoglie costantemente gli occhi di lato, ma cerca comunque di seguire lo sguardo dell'uomo, ciò indica che l'interlocutore non le è indifferente.

    Se una donna guarda il suo interlocutore più spesso che se stesso, non adulare se stessa: non prova sentimenti romantici, ma molto probabilmente pensa a come usare al meglio il gentiluomo che si è alzato per il braccio.

    Ci sono sguardi che "sparano" quando una donna guarda rapidamente un uomo e distoglie immediatamente lo sguardo. Anche prima che potesse intercettare il suo "colpo". E poi, quando una conoscenza romantica inizia a essere legata, quando un uomo inizia a percepire con entusiasmo uno sconosciuto, entra in gioco uno sguardo "languido". Da sotto le ciglia semicoperte. Ma questo non è più solo interesse. Questo look richiede una nuova relazione. Dice che alla donna piaceva davvero quest'uomo. E lei "vuole incontrarsi". Dopo lo sguardo "languido", non c'è posto dove ritirarsi. Questo è un invito all'incontro. Dopo di lui, un uomo dovrebbe avvicinarsi e dire qualcosa.

    I giovani amanti che si fissano negli occhi inconsciamente si aspettano che le pupille del loro partner si dilatino. Questo segnale è molto eccitante. Non dovresti pensare che uno sguardo diretto sia un segno di onestà e apertura. I bugiardi ben addestrati sanno come fissare il loro sguardo negli occhi dell'interlocutore e, inoltre, cercano anche di controllare le loro mani, non permettendo loro di avvicinarsi al viso.

    Tuttavia, se un bugiardo non è addestrato, ad esempio un bambino, allora è facile riconoscere le sue bugie, le mani del bugiardo si protendono verso il suo viso, gli bloccano la bocca e il naso, i suoi occhi corrono ai lati. Se una persona è disonesta o cerca di nascondere informazioni importanti, il suo sguardo incontra lo sguardo dell'interlocutore per meno di un terzo dell'intera conversazione. Se il contatto con uno sguardo dura più di due terzi del tempo della conversazione, allora questo può significare una delle due cose: o il tuo interlocutore ti trova una persona molto interessante o attraente (le sue pupille si dilateranno). Oppure è ostile nei tuoi confronti (in questo caso, noterai una sfida non verbale e le pupille si restringeranno alle dimensioni di una capocchia di spillo). Non sorprende che una persona nervosa e timida, il cui sguardo è costantemente in movimento e incontra lo sguardo dell'altro per meno del 30 percento della conversazione, generi poca fiducia..

    Durante le trattative d'affari, non indossare occhiali scuri, poiché possono dare ai tuoi partner la spiacevole sensazione di essere guardati da vicino..

    La direzione del tuo sguardo ti dice quale emisfero del tuo cervello è attualmente utilizzato. Guardare a destra riflette il predominio dell'emisfero destro, che è responsabile delle emozioni, e uno sguardo a sinistra, l'attività della sinistra, che è responsabile della logica e della razionalità del pensiero.

    Pertanto, una bugia può essere riconosciuta da un movimento inconscio dello sguardo verso destra nel momento in cui una persona sta cercando di trovare scuse per se stesso e non ricorda alcun fatto specifico che servirebbe come risposta chiara alla domanda posta. Quando cambia la direzione dello sguardo, cambia anche il modo di percepire le informazioni..

    Se una persona guarda ai lati, le immagini uditive si accendono, in alto - visive, in basso - cinestesiche. Uno sguardo che si muove dal basso verso l'alto nel processo di comunicazione parla di rispetto, riverenza, ammirazione da parte dell'avversario. D'altra parte, uno sguardo verso il basso esprime disprezzo e atteggiamento critico..

    Alcune conclusioni sull'atteggiamento dell'interlocutore nei confronti della situazione attuale, la conversazione può essere fatta dalla posizione delle palpebre. Le palpebre normalmente aperte indicano una prospettiva ottimista e uno sguardo abbattuto può significare indifferenza, disperazione, apatia o arroganza..

    Una fessura per gli occhi socchiusa può riflettere la concentrazione, la concentrazione di una persona su una conversazione o sui propri pensieri, ma se un tale sguardo è diretto di lato, esprime piuttosto impazienza. Gli occhi socchiusi sono sempre stati una protezione fisica contro fattori irritanti (luce intensa, polvere, fumo acre) o dolore fisico. Durante una conversazione, in assenza di tali fattori, uno sguardo ristretto può essere la prova di un atteggiamento aggressivo, intenzioni negative.
    fonte

    9 segni che l'interlocutore sta mentendo: come determinare dal viso

    È molto semplice capire che l'interlocutore ti sta mentendo. Basta studiare i suoi gesti e le espressioni facciali. Dopo aver letto questo articolo, sarà molto difficile ingannarti..

    Facendo domande importanti, puoi scoprire se la persona ti tradisce o dice la verità. Presentiamo alla vostra attenzione alcuni dei principali segni della menzogna.

    1. Lampeggiamento troppo frequente.

    Se l'interlocutore sbatte le palpebre troppo spesso, è molto probabile che stia mentendo. Questo è stato dimostrato molte volte..

    Quando una persona dice una bugia, si trova automaticamente in una situazione stressante. Per questo motivo, la velocità con cui la persona ha sbattuto le palpebre prima involontariamente aumenta.

    2. Chiusura degli occhi.

    Se durante una conversazione con te una persona chiude gli occhi, questo potrebbe indicare una bugia..

    Quindi, cerca di allontanarsi dalla conversazione, per cambiare rapidamente argomento. Chiudendo gli occhi, mostra che non gli interessa parlarne..

    3. Dove sono diretti gli occhi quando si risponde a una domanda.

    Se hai fatto una domanda all'interlocutore, allora, rispondendo onestamente, guarderà a sinistra o dritto. E nel caso in cui abbia bisogno di pensare a qualcosa, guarderà a destra o in alto.

    Pertanto, una persona ottiene l'accesso alla sua immaginazione e inizia a comporre qualcosa in movimento..

    4. Occhi in movimento.

    Se l'interlocutore non sa cosa rispondere alla domanda posta, i suoi occhi iniziano a correre in direzioni diverse.

    L'uomo è confuso, non sa cosa dire. Il suo cervello sta cercando di trovare la risposta giusta e più appropriata alla domanda posta..

    5. Testa che scuote o annuisce.

    Se una persona ti dice la verità, allo stesso tempo involontariamente scuoterà la testa, come se fosse d'accordo con se stesso..

    È anche facile per le persone dimostrare le loro bugie. Scuotono la testa da un lato all'altro mentre dicono una bugia. Quindi il cervello umano lo dà.

    6. Aumento della sudorazione.

    Durante il dialogo, una persona può mostrare gocce di sudore sulle guance, sulla fronte o sulle tempie..

    Se l'interlocutore cerca di asciugarsi il sudore, questo è uno dei segni di una bugia. Quando mentiamo, ci preoccupiamo molto. È per questo che inizia una maggiore sudorazione..

    7. Rossore acuto del viso.

    Naturalmente, questo può accadere di rado e non con tutti. Tuttavia, alcune persone arrossiscono quando dicono una bugia..

    Questo perché l'adrenalina viene rilasciata nel corpo in questo momento e il sistema nervoso reagisce quindi a una bugia.

    8. Graffi involontari.

    Le persone che hanno detto una bugia almeno una volta sanno che durante questo possono toccarsi involontariamente il viso..

    Ciò è dovuto a una reazione chimica nel corpo umano. Se, rispondendo a una domanda, una persona si è grattata la faccia, sta decisamente mentendo.

    9. Stringere il labbro superiore o inferiore.

    Quando una persona vuole nascondere qualcosa, la sua bocca si secca a causa dell'eccitazione. E per eliminare rapidamente questa secchezza, le persone spesso stringono le labbra..

    Gli psicologi sono sicuri che le labbra serrate con una testa tradiscono una persona che sta dicendo una bugia..

    Se qualcuno non sta dicendo la verità, eseguirà involontariamente almeno la metà di ciò che è scritto sopra. Solo allora possiamo parlare di bugie. Se solo uno si adatta, potrebbe essere solo una coincidenza..

    Come capire a gesti che qualcuno ti sta mentendo?

    Qualunque cosa tu faccia, qualunque sia il campo in cui lavori, la capacità di riconoscere le bugie ti è sempre utile. Ci sono una serie di posture e gesti che indicano direttamente che una persona non sta dicendo la verità..

    Mani alla bocca. Se noti che una persona si copre la bocca con le mani durante una conversazione, significa che sta cercando di mantenere le parole in se stesso, anche se il gesto si riduce a un tocco leggero, appena percettibile delle sue labbra con la punta delle dita..

    Rigidità di movimento. Se una persona non è sicura di ciò che sta dicendo, smette semplicemente di gesticolare: è così preoccupato per le sue parole che i movimenti delle mani si interrompono. In una conversazione tranquilla, puoi notare i movimenti delle mani dell'interlocutore, anche se ha le mani in tasca. Tuttavia, si osserva una forte riduzione dei gesti quando una persona è nervosa e dipende dalla natura dell'interlocutore..

    Leccandosi le labbra. Il leccarsi nervoso delle labbra indica la mancanza di fiducia nelle proprie parole, oppure è preoccupato per qualcosa ed è nervoso.

    Tosse nervosa. Una tosse nervosa può essere solo una tosse nervosa. Tuttavia, se compare una tosse, non appena una persona inizia a spiegare la sua posizione ed è accompagnata da alcuni altri gesti caratteristici, allora potresti pensare di sospettare che la persona stia mentendo.

    Arrossire. Il rossore è un chiaro segnale che una persona si sente a disagio. Un rossore può apparire come risultato di alcune parole pronunciate in una conversazione, per la presenza di una certa persona, quando non puoi comportarti in modo naturale e non puoi esprimere i tuoi veri sentimenti. Ma accade anche quando un rossore indica la sensazione di imbarazzo che una persona prova a causa delle sue stesse parole..

    Respirazione intermittente. La respirazione interrotta è un chiaro segno di disagio. Per rilevare un cambiamento nel ritmo respiratorio dell'interlocutore, è necessario osservarlo attentamente.

    L'annegamento è tipico delle persone con un alto grado di stress interno. Questo è molto probabilmente un segno che la persona vuole accelerare la conversazione. Anche se a volte picchiettare tradisce i bugiardi.

    Leggera pignoleria. Quando una persona mente, il suo corpo perde il controllo, i pensieri e le parole non corrispondono. Un bugiardo professionista può avere movimenti della mano appena percettibili, non sembrano esserci cambiamenti significativi sul viso, la voce è forte e chiara - tuttavia, nonostante gli evidenti segni di fiducia in se stessi, rimane una sensazione di qualche tipo di confusione.

    Evitando lo sguardo diretto. Immagina questa situazione. Conduci un colloquio e quando chiedi a un visitatore perché ha lasciato il suo ultimo lavoro, distoglie lo sguardo e, rispondendoti, distoglie lo sguardo. Ti sarà chiaro che la domanda posta per qualche motivo causa ricordi spiacevoli nella persona, che c'è qualcosa di cui l'intervistato chiaramente non vuole parlare.

    Questo gesto dovrebbe essere sempre ricordato. Quando dubiti che una persona stia mentendo o stia dicendo la verità, puoi fargli qualche domanda importante e seguire il tuo sguardo.

    Occhi chiusi. Alcune persone spesso sbattono le palpebre quando parlano e talvolta chiudono gli occhi per un momento. Questo comportamento può indicare che non gli piace la situazione in cui si trovano. Sembrano separarsi dall'ambiente sgradevole per loro. Cerca di chiudere gli occhi e di dire: "Sto dicendo la verità". Non corrisponde, sì?

    Una voce inespressiva. Quando le persone mentono, la voce perde la sua espressività, diventa, per così dire, piatta. Ad esempio, quando una persona parlava con entusiasmo, gesticolava vividamente e improvvisamente la sua voce diventa letargica, la gestualità è ridotta al minimo. Un cambiamento così improvviso potrebbe essere la prova di una bugia..

    Abbiamo esaminato i segni più evidenti di menzogna. Tuttavia, non bisogna dimenticare che una persona può usare gesti simili quando è insicura o nervosa. Pertanto, prima di concludere che il tuo interlocutore sta mentendo, chiedigli chiarimenti che ti aiuteranno a scoprire i suoi veri sentimenti..

    Spero che il mio consiglio ti possa aiutare. Ti auguro buona fortuna, caro lettore!