Botox: effetti collaterali

Botox ha effetti collaterali? Questa domanda interessa molte donne, poiché negli ultimi anni le iniezioni di farmaci sono diventate sempre più popolari. Ci sono controindicazioni all'uso di qualsiasi medicinale e il suo uso può causare varie complicazioni, questo vale anche per Botox. Ma cosa non si può fare dopo le iniezioni, puoi imparare dall'articolo.

Controindicazioni alle iniezioni e all'effetto del Botox

Il farmaco è basato sulla tossina botulinica. Prima di usarlo, è necessario scoprire se il paziente ha controindicazioni all'iniezione. Uno dei principali è l'allergia a qualsiasi componente del farmaco..

Non è possibile somministrare iniezioni se nel corpo è in corso un processo infiammatorio acuto, compreso uno infettivo. È vietato eseguire la procedura a pazienti affetti da malattie del sistema cardiovascolare, donne che aspettano un bambino e allattano un bambino. Le iniezioni non dovrebbero essere fatte per disturbi endocrinologici e malati di cancro.

Prima della procedura, è meglio sottoporsi a una visita medica e saperne di più sul farmaco. Quindi puoi scoprire se ci sono controindicazioni all'uso del farmaco ed evitare effetti collaterali indesiderati..

Il medico che esegue l'iniezione deve affrontare un compito piuttosto difficile: calcolare il dosaggio corretto, determinare con precisione il sito di iniezione, familiarizzare il paziente con le regole di comportamento dopo la procedura. Ma come prenderti cura dei tuoi capelli dopo questa procedura, queste informazioni ti aiuteranno a capire.

Nel video, l'effetto collaterale di Botox:

Il paziente deve sapere che l'effetto del Botox non si applica alle rughe troppo profonde, non è molto efficace contro le rughe sulle guance e sul mento. E, soprattutto, le iniezioni hanno spesso effetti collaterali. C'è anche una tale procedura sulla fronte..

Gli effetti collaterali più comuni della tossina botulinica

I preparati a base di tossina botulinica sono stati utilizzati in medicina per molto tempo - quasi 60 anni, e in cosmetologia - quasi 20. Durante questo periodo, gli effetti collaterali del Botox sono stati studiati abbastanza bene. Sono convenzionalmente divisi in 3 gruppi:

  • manifestazioni locali - sono associate a una somministrazione impropria del farmaco;
  • generale: influenzano l'intero corpo;

Il primo gruppo comprende emorragie sottocutanee, gonfiore, prurito, indolenzimento, arrossamento nei luoghi in cui sono state fatte le iniezioni. Tali conseguenze passano abbastanza rapidamente. Di solito non è richiesta assistenza medica.

Il secondo gruppo è l'effetto sul corpo nel suo insieme. Può manifestarsi come segue:

  • allergia generale;
  • parestesia: intorpidimento al sito di iniezione, dolore al tatto, febbre;
  • disturbi gastrointestinali, nausea;
  • letargia, debolezza muscolare, mal di testa;
  • difficoltà a deglutire, paralisi respiratoria - con un dosaggio selezionato in modo errato, che supera in modo significativo il consentito.

Ma quali sono gli analoghi del farmaco e come usarli è indicato in questo articolo.

Effetto collaterale del video dell'uso di Botox:

Inoltre, ti interesserà sapere come viene utilizzata la preparazione dei capelli..

Se inizia la difficoltà a respirare, è necessario consultare un medico. Molto probabilmente, sarà richiesto il ricovero in ospedale in modo che i medici possano monitorare le condizioni del paziente. Il resto dei sintomi scompare gradualmente da solo entro pochi giorni. Conseguenze simili si verificano quando la procedura viene eseguita da un lavoratore non qualificato che non segue le regole per l'utilizzo di Botox.

Un eccesso significativo del dosaggio provoca la paralisi delle vie respiratorie, che può portare alla morte del paziente. I produttori del farmaco devono informare di questo nelle istruzioni che accompagnano ogni confezione del farmaco..

Un sovradosaggio di una quantità minore del farmaco iniettato porta alla paralisi dei muscoli responsabili delle espressioni facciali, questo è un fenomeno temporaneo. Con lui, il viso ricorda una maschera colata di cera. Tali effetti collaterali del farmaco non minacciano la vita e la salute del paziente, ma la persona non ha un aspetto migliore.

Per scegliere una procedura e usarla correttamente, devi assolutamente sapere cos'è il Botox..

I neurologi ritengono che non si possa parlare di effetti collaterali a lungo termine, poiché non è stato ancora accumulato abbastanza materiale statistico. Per valutare come Botox influisce sull'attività del cervello, dei sistemi nervoso e muscolare e della genetica umana, ci vorranno decenni di ricerca. È necessario il monitoraggio di diverse generazioni di pazienti, che vengono iniettati regolarmente.

Conseguenze estetiche dopo le iniezioni

Tali conseguenze sono le più comuni. Di solito sono associati all'inesperienza dello specialista che esegue la procedura..

Un effetto collaterale che dura a lungo è l'abbassamento della palpebra superiore. Succede che la paziente non riesce ad aprire completamente gli occhi. Ciò accade a causa di un eccesso significativo della dose del farmaco somministrato. Questa condizione può durare fino a 2 mesi, ma non più dell'1% dei pazienti la affronta. Per escludere tale condizione, è necessario consultare un medico con sufficiente esperienza nell'esecuzione di tali procedure..

Un'altra complicazione è la diplopia. Questo termine nasconde la doppia visione. La diplopia è molto rara. È causato da una grande dose del farmaco iniettato. Oppure può capitare che il medico abbia calcolato correttamente la dose, ma abbia effettuato l'iniezione troppo vicino al bordo dell'orbita dell'occhio. Il farmaco penetra troppo in profondità e colpisce i muscoli oculomotori, provocandone la paralisi. I bulbi oculari iniziano a spostarsi fuori sincrono, causando l'incapacità di concentrarsi su un argomento specifico. La vista viene ripristinata in un mese o più. Ma come alzare le sopracciglia con questo farmaco e quanto sia efficace un tale strumento per tale procedura è indicato in questo articolo.

Nel video, conseguenze estetiche dopo il botox:

Il botox è anche sgradevole perché è soggetto a diffusione. Può diffondersi oltre i limiti dei muscoli su cui avrebbe dovuto agire. Ma in questo caso, non è possibile solo un effetto negativo sotto forma di asimmetria. Con un uso corretto di questa proprietà del farmaco, puoi ottenere un risultato completamente naturale..

Procedure regolari possono portare al fatto che l'effetto di Botox non sarà. Ciò è dovuto al fatto che il sistema immunitario si abitua al farmaco, producendo anticorpi che possono distruggere la tossina, impedendole di influenzare il corpo. Vale anche la pena saperne di più su come viene eseguita la procedura del labbro..

Un'altra spiacevole conseguenza dell'uso del farmaco è il potenziamento dell'azione del Botox durante l'assunzione di una serie di farmaci che vengono utilizzati per trattare il sistema nervoso, alcuni antibiotici e altri.

Ti sarà anche utile conoscere come vengono eseguite le iniezioni sotto l'ascella..

Come aiutare te stesso se le iniezioni hanno un effetto collaterale?

La complicanza più comune è il gonfiore dopo le iniezioni, che può rovinare l'intero risultato della procedura cosmetica. È una normale reazione del corpo al fatto che un ago della siringa viene inserito nella pelle. Dopo un paio di giorni, questo gonfiore scompare da solo..

Ma puoi provare a sbarazzartene rapidamente. Il primo passo è abbandonare completamente l'assunzione di bevande alcoliche, lavori fisici pesanti, attività sportive e persino massaggi corporei.

Puoi prendere un farmaco diuretico o sottoporsi a una procedura di drenaggio linfatico cosmetico. E se esegui un massaggio linfodrenante hardware, puoi sbarazzarti non solo dell'edema, ma anche della ptosi (abbassamento della palpebra superiore). Allo stesso tempo, è consentito eseguire mesoterapia, fotoringiovanimento dell'apparato. A casa, si consiglia di utilizzare impacchi caldi. Ti interesserà anche sapere come viene eseguita la procedura per gli occhi..

Ma gli effetti collaterali, come varie malattie, sono molto più facili da prevenire che curare. E questo non è difficile da fare. Hai solo bisogno di contattare uno specialista professionista che è in grado di scegliere il dosaggio corretto del farmaco ed eseguire correttamente la procedura. Il medico consiglierà anche al paziente come comportarsi durante il periodo di recupero dopo le iniezioni..

Guarda la nostra selezione quotidiana dei migliori prodotti di bellezza

Le conseguenze del botox: perché si verificano e come evitarlo

Botox è usato per rimuovere le rughe causate dalle espressioni facciali attive. L'azione delle iniezioni può provocare varie complicazioni. Le conseguenze gravi si riflettono più spesso nell'estetica del viso e richiedono farmaci e trattamenti compensativi.

  1. Cause di effetti collaterali
  2. Errori medici
  3. Errori del paziente
  4. Intolleranza individuale
  • Problemi comuni
  • Locale
  • Sistemico
  • Specifico
    1. Conseguenze a lungo termine
    2. L'opinione dei cosmetologi
    3. Recensioni dei pazienti
    4. Video utili

    Cause di effetti collaterali

    Soggetto al protocollo di somministrazione e alle regole del periodo di recupero, le iniezioni di Botox sono sicure. Ciò è stato dimostrato da molti anni di studi clinici su vari farmaci a base di tossina botulinica di tipo A.

    Le complicazioni sono possibili a causa dell'uso di una sostanza di scarsa qualità, della dose sbagliata e delle azioni incompetenti del medico.

    La sicurezza delle iniezioni dipende da:

    • sito di iniezione;
    • l'esperienza e le qualifiche di uno specialista;
    • dosaggio della tossina;
    • rispetto delle restrizioni prima della procedura;
    • adempimento delle condizioni di riabilitazione.

    Prima della terapia botulinica, il medico dovrebbe studiare la storia ed escludere la presenza di controindicazioni (ignorarle porta a gravi conseguenze negative).

    • gravidanza, allattamento;
    • malattie infettive;
    • oncologia, diabete mellito;
    • glaucoma;
    • disturbi immunologici;
    • dermatite;
    • disturbi del sistema ematopoietico;
    • prendere farmaci (antibiotici, anticoagulanti, ormoni);
    • epilessia;
    • intolleranza alla tossina botulinica;
    • tendenza alle reazioni allergiche;
    • immunità ridotta;
    • atonia muscolare facciale (diminuzione del tono).

    Errori medici

    Molto spesso, le complicazioni dopo Botox si sviluppano per colpa di uno specialista, quindi la scelta di una clinica dovrebbe essere deliberata.

    Il 75% del risultato dipende dalla professionalità del medico.

    Le ragioni principali di una procedura fallita con lo sviluppo di effetti collaterali:

    • schema errato dei punti di introduzione;
    • ignoranza dell'anatomia, posizione muscolare;
    • violazione delle istruzioni per il ripristino del farmaco;
    • mancanza di esperienza per identificare e prendere in considerazione le caratteristiche specifiche della struttura del viso;
    • errori nel determinare la quantità di tossina;
    • nessuna conoscenza della diffusione del Botox e nessuna abilità pratica;
    • il paziente non è stato intervistato, non sono escluse tutte le possibili controindicazioni;
    • uso di un farmaco contraffatto di bassa qualità.

    Errori del paziente

    Non ci saranno danni da Botox se il paziente segue tutte le raccomandazioni del medico. Alla prima visita, è necessario fornire dati su malattie passate, farmaci prescritti, reazioni allergiche, operazioni e manipolazioni cosmetiche.

    Entro 4 ore dalla procedura, è vietato:

    • prendere una posizione orizzontale;
    • inclina bruscamente la testa;
    • usa attivamente le espressioni facciali.

    Durante la prossima settimana, devono essere soddisfatte le condizioni:

    • non consumare alcol e bevande a bassa gradazione alcolica;
    • non appesantire il corpo;
    • lavati i capelli senza inclinarli verso il basso;
    • non assumere farmaci senza le istruzioni del medico;
    • evitare sbalzi di temperatura, sole.

    Intolleranza individuale

    Qualche volta i fenomeni negativi non si verificano per colpa del dottore o del paziente. Queste complicazioni includono:

    • esito insoddisfacente dovuto all'introduzione del farmaco in muscoli non bersaglio a causa delle caratteristiche aspecifiche della loro posizione;
    • reazioni imprevedibili alla tossina, quando c'è un'efficacia eccessiva o un risultato insufficiente;
    • completa mancanza di effetto cosmetico, che è una conseguenza dell'immunità alla sostanza o causata da una causa genetica;
    • allergia - L'intolleranza al Botox è irta di manifestazioni infiammatorie complesse o edema grave e lo sviluppo di shock anafilattico.

    Per escludere conseguenze disastrose, è necessario testare la sensibilità del corpo. Si raccomanda inoltre di non iniettare Botox durante e dopo malattie infettive, quando il sistema immunitario è indebolito..

    Problemi comuni

    Gli effetti del Botox possono essere suddivisi in tre gruppi: locale, sistemico e specifico. Considera le caratteristiche di ciascuna reazione.

    Locale

    Si presentano nel periodo precoce, in quanto dovute alla tecnica di somministrazione del farmaco, sono localizzati rigorosamente nella zona di iniezione, non necessitano di cure e scompaiono in pochi giorni. Molto spesso ci sono gonfiore, protuberanze, lividi.

    Le conseguenze si manifestano in ogni terzo paziente. Sono espressi attivamente e praticamente invisibili.

    Questo gruppo include le seguenti manifestazioni:

    • dolore;
    • prurito;
    • orticaria;
    • emorragia sottocutanea;
    • occhi asciutti;
    • lacrimazione.

    Sistemico

    Sono spiegati dall'ingresso della tossina nel flusso sanguigno. A volte si manifestano con sintomi di ARVI. Può aumentare la febbre, dolore alla testa e alla gola, naso che cola.

    Sono caratterizzati da una gravità lieve, di solito non richiedono trattamento farmacologico e scompaiono entro una settimana.

    Il più delle volte diagnosticato:

    • mal di testa;
    • deterioramento della salute;
    • debolezza muscolare;
    • aumento della sonnolenza;
    • diminuzione delle prestazioni;
    • sindrome simil-influenzale respiratoria.

    Buyanov Sergey Yurievich (medico esperto):

    Un mal di testa persistente si sviluppa con un'iniezione nella zona della fronte - l'assenza di tensione muscolare in quest'area porta ad uno spasmo compensatorio dei muscoli temporali. Di conseguenza, si forma una sindrome simile all'emicrania, mentre è l'emicrania che viene trattata con iniezioni di tossina botulinica.

    Specifico

    A causa delle proprietà neurotossiche del principio attivo. Vengono rilevati nel 10% dei pazienti e richiedono misure compensative, terapia farmacologica.

    Discesa della palpebra superiore, in cui non si solleva per contrazione muscolare volontaria. L'occhio è sempre in una posizione leggermente aperta..

    Il difetto può essere di gravità variabile e influire sulla vista. È difficile da risolvere.

    Si verifica a causa di imprecisione nella scelta dei siti di iniezione, dosaggio elevato o diluizione errata della sostanza, sensibilità individuale. Per eliminare l'errore, il muscolo che solleva la palpebra viene stimolato con metodi fisioterapici.

    Prescritto: microcorrenti, massaggio, termolifting. A volte vengono installati microfilamenti per rassodare la pelle. Con l'aiuto delle procedure, puoi ridurre il periodo di eliminazione della ptosi a 3 mesi..

    Violazione delle espressioni facciali

    Manifestato da disfunzioni muscolari e difetti che influenzano l'espressione del viso.

    I muscoli facciali immobilizzati non partecipano al processo emotivo, ma possono esprimere sentimenti che una persona non sperimenta ("effetto maschera", "sopracciglia mefistofele", "sorriso sardonico").

    Formazione del rullo sopraccigliare

    Quando i muscoli della fronte sono immobili, il carico quando si sollevano le palpebre viene trasferito alle sopracciglia. Per questo motivo, crescono e diventano convessi..

    Un'espressione facciale cupa e sgradevole può persistere a lungo. A volte l'effetto dura più a lungo del Botox.

    Paralisi muscolare oculare

    L'oftalmoplegia si verifica a causa di danni ai nervi cranici responsabili dell'innervazione dei muscoli oculari.

    Buyanov Sergey Yurievich (medico esperto):

    Si sviluppa con il blocco delle terminazioni nervose del nervo oculomotore, le cui membrane sinaptiche non sono diverse dai muscoli facciali. La tossina botulinica ha luogo di trasmissione da qualsiasi nervo a qualsiasi muscolo e pelle.

    Si manifesta come un'incapacità di chiudere gli occhi e richiede una terapia farmacologica. Di solito viene eseguito un ciclo di plasmaferesi e l'occhio aperto viene costantemente idratato.

    Diplopia

    La doppia visione si verifica a causa dell'introduzione del farmaco vicino al bordo orbitale, a seguito della quale l'effetto della tossina si estende non solo ai muscoli facciali.

    Si verifica la paralisi dei muscoli che regolano il movimento del bulbo oculare. L'allineamento sincrono degli assi scompare, la capacità di concentrarsi su un argomento specifico viene persa. È anche possibile l'aspetto di un velo e uno strabismo evidente..

    Asimmetria facciale

    Espresso in una inclinazione visibile su un lato del viso, quando le caratteristiche simmetriche del viso non corrispondono (l'angolo di un labbro è abbassato, un sopracciglio è sollevato).

    È anche possibile che la sproporzione sia evidente solo quando si parla o si esprimono emozioni (un sopracciglio non si alza, non si può sorridere da un lato).

    Altri possibili problemi

    • Inversione della palpebra - un difetto in cui la palpebra inferiore si abbassa e la congiuntiva dell'occhio è esposta.
    • Disfagia - disturbo della deglutizione.
    • Aumento della salivazione.
    • Violazione della parola, articolazione.
    • Limitare la mobilità delle labbra.

    Conseguenze a lungo termine

    Per molto tempo si è creduto che le complicazioni dopo la procedura si verificassero immediatamente. Tuttavia, studi recenti hanno dimostrato che alcuni effetti possono manifestarsi in pochi anni..

    Non influenzano l'estetica, non sono sempre evidenti e non sono accompagnati da dolore..

    Fenomeni simili sono espressi in:

    • cambiamento totale e violazione delle espressioni facciali, che è causato dalla ridistribuzione del carico su altri muscoli;
    • debolezza generale dell'apparato muscolare del viso;
    • perdita di elasticità e secchezza eccessiva della pelle, che è spiegata dai processi trofici nei tessuti.

    L'opinione dei cosmetologi

    Gli esperti insistono sulla stretta aderenza alle raccomandazioni dopo la procedura. Ma credono che l'età ottimale sia l'intervallo da 30 a 40-50 anni. Le complicazioni successive si verificano molto più spesso.

    Conseguenze dopo il botox: su cosa i medici tacciono, effetti collaterali della procedura

    Vuoi sperimentare gli effetti delle iniezioni di Botox ma hai paura delle conseguenze e delle complicazioni? Hai sentito molte informazioni spaventose sui terribili effetti collaterali di questa procedura? Vuoi conoscere tutti i dettagli che vengono nascosti dagli specialisti della clinica per scopi pubblicitari? Ti diremo le informazioni più interessanti su questo argomento rilevante..

    Quali informazioni imparerai:

    Cos'è il botox

    Le iniezioni di Botox sono prescritte solo dopo un esame approfondito del corpo

    Un farmaco chiamato Botox è costituito dalla tossina botulinica A, derivata dal batterio anaerobico Clostridium botulinum. È un veleno neuroparalitico che provoca la paralisi del tessuto muscolare quando penetra nella sua struttura, tuttavia, a causa delle basse concentrazioni, non è in grado di provocare danni alla salute. Come risultato di tali azioni, il muscolo e la superficie della pelle circostante si rilassano completamente, il che porta all'effetto di levigatura e scomparsa delle rughe..

    In pochi mesi questa tossina viene completamente eliminata dal corpo del paziente in modo naturale e le connessioni neuromuscolari vengono ripristinate..

    Le iniezioni di Botox vengono prescritte solo dopo un esame approfondito del corpo al fine di identificare tutte le controindicazioni che il paziente ha. Inoltre, uno specialista competente deve valutare correttamente lo stato iniziale dei muscoli facciali al fine di escludere la possibilità di immobilità di alcune aree del viso..

    La superficie della pelle che richiede una correzione deve essere pretrattata con una soluzione antisettica, nonché con farmaci anestetici locali (se necessario). Dopo aver eseguito la manipolazione, il paziente può tornare alle sue mansioni lavorative e condurre una vita normale..

    Quali sono le controindicazioni all'uso

    Se tale procedura viene eseguita da uno specialista qualificato con le conoscenze necessarie e una solida esperienza, gli effetti collaterali, di regola, non si verificano..

    Tuttavia, ci sono casi di gravi complicazioni causate da molti fattori..

    Il medico è obbligato ad avvertire il suo paziente dell'elenco delle controindicazioni all'uso di Botox al fine di evitare conseguenze pericolose ed effetti collaterali significativi. Questo elenco include il divieto di eseguire la procedura nei casi:

    • gravidanza e allattamento;
    • malattie del glaucoma;
    • la presenza di malattie infettive nel corpo;
    • la presenza di disturbi immunologici;
    • intolleranza individuale alla tossina botulinica e tendenza alle reazioni allergiche;
    • la presenza di dermatiti e altre malattie dell'epidermide;
    • aumento della temperatura corporea;
    • la presenza di malattie del sistema ematopoietico;
    • prendendo antibiotici e anticoagulanti;
    • la presenza di processi oncologici nel corpo;
    • malattie da epilessia;
    • la presenza di focolai di infiammazione nell'area della manipolazione;
    • atonia dei muscoli del viso (indebolimento del tessuto muscolare correlato all'età);
    • immunità corporea indebolita.

    All'età di 45-50 anni, molte donne sperimentano atonia muscolare facciale associata alla perdita di forza muscolare correlata all'età, pertanto, una somministrazione aggiuntiva di Botox in questo caso porterà a un indebolimento ancora maggiore di loro, oltre a cedimenti dovuti all'insorgenza della paralisi.

    Il farmaco Botox è al servizio della medicina da molti anni, durante i quali è stato ripetutamente sottoposto a controlli approfonditi e studi clinici per possibili complicanze. Nel corso di tali esperimenti, sono stati stabiliti i seguenti fatti:

    • la tossina botulinica utilizzata per l'iniezione viene utilizzata in dosi molto piccole, quindi non è in grado di provocare botulismo;
    • nel caso di una reazione allergica individuale - intolleranza al farmaco, può verificarsi una reazione di rigetto, che richiede manipolazioni terapeutiche;
    • in un gran numero di casi, dopo l'uso di Botox, sono stati osservati: arrossamento della pelle, gonfiore, reazioni infiammatorie.

    Quali ragioni possono causare effetti collaterali

    Gli errori medici sono considerati le cause più comuni di complicanze dopo la procedura di Botox.

    Le conseguenze dell'uso di Botox sono state suddivise condizionatamente in 3 gruppi, a seconda della causa principale del loro verificarsi:

    1. Azioni non qualificate di uno specialista / medico.
    2. Ignorando l'aderenza a regole speciali da parte del paziente.
    3. Reazione individuale del corpo alla tossina botulinica.

    Quali errori può fare un medico

    Le cause più comuni di complicanze dopo la procedura di Botox sono considerate errori medici. Consistono in:

    • l'introduzione del farmaco in aree inappropriate del viso, rispondendo in modo inadeguato al processo di completo rilassamento, a seguito del quale si verifica un'asimmetria dell'ovale e dei contorni;
    • deviazioni nella scelta del dosaggio corretto, cioè con una minore quantità di tossina botulinica iniettata, non si verificheranno effetti visibili dalla manipolazione, mentre un leggero eccesso di dose può trasformare il viso in una maschera immobile;
    • ignoranza o ignoranza delle regole per l'attuazione della diffusione sottocutanea / muscolare, che può provocare la migrazione del farmaco ai tessuti vicini del viso, portando alla loro ptosi (prolasso). Ci sono casi di accumulo locale del principio attivo sotto la pelle nella zona degli occhi, che porta a gonfiore e sovradosaggio locale;
    • incompetenza dello specialista che ha eseguito la procedura con gravi violazioni, il cui risultato può essere: abbassamento della palpebra superiore, distorsione delle espressioni facciali e delle espressioni facciali, secchezza della mucosa degli occhi a causa di una violazione del processo di ammiccamento, borse nella zona degli occhi, gonfiore del viso, cambiamenti asimmetrici nelle proporzioni, paralisi dei muscoli circolari della regione orale portando a difficoltà mentre si mangia;
    • inosservanza delle condizioni di conservazione della temperatura del farmaco, con conseguente perdita delle sue proprietà di base.

    Nel processo di rimozione metabolica delle molecole di tossina botulinica, la maggior parte degli effetti collaterali viene eliminata, ma ci sono casi di accumulo a lungo termine del farmaco che possono portare molti problemi e frustrazioni.

    Quali possono essere gli errori del paziente

    Una grande percentuale di problemi e complicazioni è associata a pazienti che ignorano le condizioni del regime riabilitativo e le rigide regole delle azioni che devono essere seguite. Consistono in:

    • la necessità di mantenere la testa in modo uniforme e rifiutare una posizione orizzontale durante le prime ore dopo la manipolazione;
    • divieto di inclinazione prolungata del busto associata all'abbassamento della testa;
    • esclusione di procedure associate ad un aumento della temperatura cutanea (bagni, saune, massaggi, eventi sportivi);
    • divieto di utilizzare qualsiasi bevanda alcolica;
    • esclusione dello sfregamento del viso, specialmente nella zona degli occhi e nei siti di iniezione;
    • tabù sull'assunzione di farmaci speciali (come forti antibiotici).

    Quale può essere la reazione individuale del corpo

    La tossina botulinica è in grado di provocare reazioni di rigetto / intolleranza associate alla suscettibilità individuale dell'organismo. Sono divisi in 2 gruppi principali. Il primo è associato al verificarsi di reazioni infiammatorie complesse che si formano nei siti di iniezione e il secondo include reazioni di ipersensibilità alla tossina, espresse in edema grave e sviluppo di shock anafilattico.

    Per prevenire tali complicazioni, è necessario prima testare la sensibilità del corpo alla tossina Botox e anche categoricamente non eseguire manipolazioni durante il corso di malattie infettive acute e indebolimento del sistema immunitario.

    Potenziali effetti a lungo termine della procedura

    Per molto tempo si è creduto che i farmaci Botox non avessero effetti collaterali a lungo termine, ma dopo un'attenta ricerca si è scoperto che non è così..

    È noto che in alcuni casi possono comparire complicazioni in un paziente dopo un lungo intervallo di tempo trascorso da quando è stata eseguita la procedura e senza alcun dolore. Queste conseguenze possono essere:

    • cambiamento totale e violazione delle espressioni facciali causate dalla ridistribuzione del carico muscolare e dell'attività motoria delle singole zone;
    • atonia, debolezza generale dell'intero apparato muscolare del viso;
    • perdita di elasticità e comparsa di eccessiva secchezza dell'epidermide a seguito di cambiamenti trofici che si verificano nei tessuti.

    Nella maggior parte dei casi, le complicazioni di cui sopra sono raramente eliminate e praticamente non possono essere corrette..

    Inoltre, potrebbero esserci complicazioni dall'uso di Botox sotto forma di:

    • spasmo delle palpebre;
    • arcate sopracciliari cadenti;
    • emorragia sottocutanea;
    • disturbi della mobilità delle labbra (con la sua profonda introduzione sotto la pelle);
    • mal di testa;
    • grave gonfiore dei luoghi in cui è stato iniettato il farmaco.

    Sensazioni spiacevoli ed effetti collaterali sono possibili in caso di rapida introduzione di tossina botulinica sotto la pelle, oltre a ripetere la procedura più spesso di 1 volta durante l'anno.

    Quali sono gli svantaggi del botox

    Questo farmaco richiede la formazione professionale di uno specialista che è impegnato nella sua amministrazione e non tollera i dilettanti impegnati in tale attività esclusivamente per aumentare i profitti personali e non si preoccupano delle conseguenze per ciascun paziente.

    Gli svantaggi identificati del farmaco includono:

    • incapacità di eliminare le rughe profonde;
    • bassa efficienza in relazione alle pieghe localizzate nel mento e nelle guance, associata alla loro natura non mimica;
    • durata limitata della procedura, che dura in ogni caso individualmente - da 3 a 6 mesi dalla data di completamento.

    Video: First Botox - Recensione dell'autore! Shock!

    Solo dopo aver valutato attentamente tutti i pro e i contro, è possibile ricorrere al servizio di iniezioni di Botox. Vi auguriamo successo!

    Effetti collaterali di Botox: possibili rischi della terapia botulinica

    Il Botox è uno dei farmaci più diffusi in medicina estetica e cosmetologia microchirurgica, che medici e pazienti stessi chiamano anche “iniezioni di giovinezza e bellezza”. Botox e le sue iniezioni di analoghi vengono utilizzati per la correzione non chirurgica delle rughe che compaiono a causa di un'eccessiva attività articolatoria e facciale. L'uso di inibitori selettivi della trasmissione neuromuscolare, a cui appartiene questo farmaco, è più efficace nei pazienti di età superiore ai 30 anni con segni iniziali di invecchiamento cutaneo. La terapia botulinica è considerata un metodo abbastanza efficace per ringiovanire la pelle del viso, del décolleté e del collo, ma nonostante ciò, la procedura non è il "gold standard" nella lotta contro le rughe mimiche a causa del gran numero di effetti collaterali che il principio attivo di Botox ha.

    Descrizione del farmaco

    Botox è un neurofarmaco che inibisce selettivamente la sensibilità delle terminazioni nervose effettrici che formano la sinapsi neuromuscolare. Il principio attivo del farmaco, una neurotossina della proteina botulinica, blocca il rilascio del principale neurotrasmettitore (acetilcolina), che catalizza gli impulsi nervosi nel movimento meccanico del tessuto muscolare. In termini semplici, il farmaco "congela" la trasmissione degli impulsi dai neuroni ai muscoli del viso, a seguito della quale si rilassano e l'attività motoria si interrompe completamente. Il grado di tensione della pelle nel sito del muscolo iniettato è ridotto, il che porta a un visibile levigamento di pieghe e pieghe e consente di ottenere l'effetto di ringiovanimento desiderato.

    La tossina botulinica in Botox è in forma liofilizzata. Ciò significa che la sostanza attiva viene essiccata in modo blando, avendo precedentemente superato la fase di congelamento rapido, dopodiché il solvente viene sublimato (sublimato) in ambiente sottovuoto. Un marcato effetto miorilassante si ottiene attraverso l'uso della neurotossina botulica in combinazione con emoagglutinina, una proteina di superficie che fornisce la capacità delle molecole di attaccarsi alla cellula ospite. Ciò garantisce il massimo legame del farmaco ai recettori della membrana presinaptica dei neuroni bersaglio..

    Le seguenti proprietà farmacodinamiche di Botox sono clinicamente significative ai fini della cosmetologia microchirurgica:

    • blocco dei motoneuroni inferiori multipolari che innervano le fibre muscolari extrafusali a livello della sinapsi neuromuscolare;
    • una diminuzione dell'attività del fuso muscolare dei muscoli facciali rallentando la sinapsi colinergica dei neuroni gamma motori responsabili della contrazione della fibra intrafusale;
    • soppressione dell'attività dei recettori dello stiramento muscolare.

    Il risultato dopo l'iniezione intramuscolare di neurotossina botulinica può essere valutato in una certa misura immediatamente dopo la procedura, ma il massimo effetto rilassante (e, di conseguenza, rassodante e ringiovanente) appare circa 7-10 giorni dopo l'iniezione.

    Come funziona il farmaco?

    L'effetto del complesso botulinico si verifica immediatamente dopo la somministrazione locale. L'attività farmacodinamica del principio attivo attraversa tre fasi.

    Tavolo. Fasi di azione della tossina botulinica dopo esfusione i / m

    PalcoscenicoCambiamenti nella trasmissione neuromuscolare
    RilegaturaEntro 30 minuti dall'esfusione, la tossina botulinica si lega alla guaina presinaptica della fibra nervosa, che è un'unità strutturale della sinapsi, necessaria per il rilascio di un neurotrasmettitore nella fessura sinaptica e la trasmissione degli impulsi nervosi.
    Scissione della proteina di membranaInizia il processo di endocitosi e la formazione delle vescicole di membrana. La tossina entra nella parte liquida del neurone (citosol) e scompone la proteina di membrana che fonde la vescicola sinaptica e la membrana superficiale del neurone.
    Inibizione dei neurotrasmettitoriI terminali presinaptici dei neuroni colinergici sono bloccati, il rilascio del neurotrasmettitore principale, l'acetilcolina, si ferma.

    Importante! L'azione del farmaco continua per diversi mesi, dopodiché compaiono nuovi dendriti (processi) alle terminazioni nervose, che non sono sensibili alla tossina iniettata. Questi processi sono in grado di partecipare alla trasmissione neuromuscolare, che porta gradualmente al ripristino della mobilità dei muscoli facciali del viso e alla necessità di reiniettare. Nella maggior parte dei pazienti, il processo di reinnervazione non richiede più di 5-6 mesi..

    Tossicità da botox

    Il principio attivo del botox è la tossina botulinica, sintetizzata dai batteri botulinici anaerobi gram-positivi del genere Clostridium. Ha una struttura proteica complessa e di grandi dimensioni (la massa molare è di circa 149mila unità atomiche) e un grado estremo di tossicità, che determina l'alta probabilità di effetti collaterali e complicazioni anche dopo aver utilizzato il farmaco a piccole dosi. La tossina botulinica sierotipo A, utilizzata in medicina per la produzione di botox e farmaci simili (Dysport, Botulax, Relatox), è al secondo posto per tossicità tra i sierotipi della sostanza attiva, seconda solo alla tossina botulinica di tipo F.

    In natura, è uno dei veleni organici più potenti, simile per struttura e neurotossicità alla tetanotossina, l'agente eziologico della febbre tetanica. La tossina botulinica è un'esotossina e ha un grado estremamente elevato di neurotossicità. Cambiamenti patologici nel sistema nervoso (principalmente sintomi oculari e sintomi bulbari) si verificano quando il regime di dosaggio viene violato e vengono utilizzate dosi elevate del farmaco, vietate dall'annotazione ufficiale e dai requisiti di sicurezza di Roszdravnadzor.

    Per evitare che ciò accada, è importante attenersi rigorosamente al regime di dosaggio:

    • la dose massima consentita è di 250 unità;
    • dose per amministrazione locale in una zona - 25 unità;
    • dose per amministrazione locale in un'area, raccomandata dall'istruzione di Roszdravnadzor, - 20 unità.

    Importante! Ad oggi, ci sono stati 2 decessi di pazienti dopo iniezioni di Botox a dosi superiori ai valori massimi consentiti. In entrambi i casi, la morte è avvenuta a seguito di ipossia acuta causata dalla paralisi dei muscoli respiratori.

    Effetti collaterali e tolleranza

    In generale, il botox può essere definito un farmaco con una discreta tolleranza, poiché la frequenza degli effetti collaterali associati specificamente alle caratteristiche neurotossiche della sostanza attiva non supera, secondo varie fonti, l'11-17%. In totale, possono essere suddivisi in tre gruppi: locale, generale (sistemico) e specifico, associato alla tossicità della neurotossina somministrata..

    Reazioni locali

    Gli effetti collaterali locali sono il tipo più comune di effetti negativi dopo la terapia botulinica in cosmetologia. La maggior parte di essi è associata non al farmaco stesso, ma alla peculiarità della procedura (qualsiasi iniezione è una procedura minimamente invasiva che causa un trauma minimo ai tessuti molli). Tali reazioni sono considerate normali, si verificano rigorosamente nel sito di puntura, di solito non richiedono alcun trattamento e scompaiono da sole durante il primo periodo post-iniezione.

    Questi effetti collaterali includono:

    • dolore - Le iniezioni di Botox sono piuttosto dolorose e in alcuni pazienti il ​​dolore di solito persiste durante i primi giorni dopo la procedura;
    • edema: dopo le iniezioni, compare più spesso edema locale, ma sono noti casi di diffusione del processo patologico ai tessuti che circondano l'area iniettata. Il periodo consentito per la conservazione dell'edema dopo le iniezioni di Botox è di tre giorni;
    • microematomi. Lividi, lividi ed emorragia sottocutanea si verificano in quasi la metà dei pazienti ed è un effetto collaterale di qualsiasi iniezione, comprese le iniezioni di Botox.

    In caso di reazione allergica alla tossina botulinica o agli eccipienti liofilizzati (albumina plasmatica umana e cloruro di sodio), possono comparire prurito, irritazione, orticaria, eczema e altri sintomi di allergia nel sito di iniezione. Va notato che la tolleranza all'albumina e al cloruro di sodio nella maggior parte dei pazienti è del 97,1%, poiché queste sostanze sono correlate a tessuti e fluidi autentici del corpo umano, pertanto le reazioni avverse sono quasi sempre causate dal componente principale (tossina botulinica).

    Importante! Nonostante il fatto che i casi di anafilassi dopo l'uso di Botox in cosmetologia non siano ancora stati descritti, tutti i farmaci necessari devono essere presenti in ufficio per fornire cure di emergenza di emergenza in caso di segni di shock anafilattico. Inoltre, entro 30 minuti, si deve iniettare il siero anti-botulinico di tipo A per neutralizzare l'effetto della tossina.

    Reazioni sistemiche

    Il Botox, come qualsiasi neuro farmaco, oltre a quelli locali, può provocare anche reazioni sistemiche, la cui frequenza, in generale, non supera il 15-20% del numero totale di pazienti sottoposti a terapia botulinica ai fini della correzione estetica delle rughe.

    Queste reazioni includono:

    • mal di testa;
    • debolezza e prestazioni ridotte;
    • aumento della sonnolenza;
    • debolezza muscolare (estremamente raro).

    Queste reazioni sono generalmente lievi, non influenzano la qualità della vita e il ritmo di lavoro del paziente e scompaiono completamente entro 5-7 giorni dall'iniezione.

    Reazioni specifiche

    Gli effetti collaterali specifici del Botox sono direttamente correlati alle proprietà neurotossiche del componente principale. Nella pratica cosmetologica, circa il 9,8% ha avuto i seguenti effetti della terapia botulinica:

    • abbassamento della palpebra superiore (ptosi);
    • disturbi visivi (biforcazione di oggetti, pupille dilatate, strabismo, visione offuscata, discrepanza tra le dimensioni delle pupille degli occhi sinistro e destro, ecc.);
    • danno ai nervi cranici che sono responsabili dell'innervazione dei muscoli oculari, causando la paralisi oculare (oftalmoplegia);
    • paresi e paralisi dei muscoli facciali (effetto “faccia di pietra”, “effetto maschera”);
    • violazione della funzione del linguaggio, articolazione, espressioni facciali innaturali;
    • disturbo della deglutizione.

    La maggior parte di questi disturbi richiede una terapia farmacologica (ad esempio, viene prescritto un ciclo di plasmaferesi per correggere l'oftalmoplegia e la biforcazione negli occhi). Con misure compensative opportunamente selezionate, le reazioni negative regrediscono completamente entro 3-4 settimane dalla somministrazione del farmaco.

    Importante! Nel 3% dei pazienti che hanno ricevuto dosi elevate del farmaco, è stata diagnosticata l'incontinenza urinaria, che è anche considerata una reazione avversa specifica del Botox e richiede un trattamento volto a ripristinare il normale funzionamento del tessuto muscolare.

    Come diluire e iniettare correttamente il botox

    Il rischio di reazioni avverse dopo iniezioni di farmaci dipende in gran parte dalle qualifiche dello specialista. Le iniezioni di farmaci neurotossici devono essere eseguite solo da uno specialista con una formazione medica superiore e un'ottima conoscenza dell'anatomia topografica dei muscoli facciali.

    Diluizione del liofilizzato

    Il liofilizzato di tossina botulinica deve essere conservato in frigorifero prima dell'uso, mentre, secondo l'annotazione, è inoltre posto in una scatola separata con una marcatura, che indica il lotto e il numero di lotto del rilascio. Il medico deve rimuovere il flacone e l'ago medico in presenza del paziente, utilizzando guanti monouso..

    Algoritmo di apertura e diluizione:

    • inumidire un batuffolo di cotone con alcol medico al 70% e pulire il tappo di gomma che sigilla la bottiglia;
    • utilizzando un ago sterile, immettere la quantità richiesta di solvente (cloruro di sodio 0,9%) nel contenitore, ruotando costantemente la bottiglia con il farmaco per un minuto;
    • è vietato scuotere e mescolare fortemente il contenuto della fiala, poiché ciò può portare alla denaturazione dei componenti proteici del farmaco;
    • dopo aver iniettato e miscelato il solvente, rimuovere l'ago e aspirare la quantità richiesta di soluzione in una siringa da insulina con un ago a parete sottile non rimovibile con un diametro non superiore a 0,29 mm.

    La soluzione preparata rimane stabile per 3-4 ore se conservata sui ripiani superiori del frigorifero.

    Esfusione della soluzione finita

    Il farmaco finito viene iniettato nei muscoli, la cui maggiore attività provoca la formazione di pieghe ipercinetiche, che i cosmetologi chiamano rughe mimiche. Per ridurre i rischi di conseguenze negative e complicazioni (ad esempio, abbassamento della palpebra mobile o spostamento della linea del sopracciglio), è importante seguire rigorosamente le raccomandazioni per il dosaggio del farmaco, che dipendono non solo dalla profondità delle rughe, ma anche dalla loro posizione.

    Tavolo. Dosaggio di Botox a seconda dell'area di iniezione

    Zona di introduzioneDosaggio
    Piega glabellareDa 30 a 100 unità in totale per 3-6 punti.
    Fronte20-90 unità per 6 punti, ciascuno dei quali dovrebbe essere posizionato a una distanza di almeno 20 mm dalla linea del sopracciglio.
    Angoli esterni degli occhi120 unità su entrambi i lati.
    Dorso del naso5-10 unità per 1-2 punti.

    Prima dell'iniezione, il medico esegue una procedura di de-make-up per rimuovere dalla pelle i resti di sporco, polvere e sebo (sebo), che possono contenere microrganismi patogeni, e impedire loro di entrare nello spazio sottocutaneo attraverso le punture. Un antisettico, come la clorexidina o l'alcol denaturato, viene applicato sulla pelle appena prima dell'inserimento dell'ago. La disinfezione viene eseguita anche dopo le punture per escludere l'infezione dei tessuti molli ed evitare complicazioni infiammatorie post-iniezione.

    Precauzioni

    La sicurezza di Botox dipende non solo dalla professionalità del medico che esegue le iniezioni, ma anche dal rispetto da parte del paziente delle raccomandazioni per il regime durante il periodo di recupero (i primi 7-10 giorni). Durante questo periodo, il paziente deve attenersi a un regime delicato e seguire le regole seguenti..

    1. Durante il periodo di recupero (così come il periodo di preparazione), i pazienti devono abbandonare completamente le bevande alcoliche. L'alcol etilico non solo influisce negativamente sulla microcircolazione nei vasi del derma e può diventare uno dei catalizzatori del sanguinamento post-iniezione, ma aumenta anche più volte la tossicità del Botox, che è già considerato uno dei veleni più potenti in natura. Questa raccomandazione si applica non solo alle bevande, ma anche ai dolciumi con alcol (torte impregnate di cognac, caramelle al liquore, ecc.).
    2. Entro 1-2 giorni, non puoi toccarti spesso il viso, massaggiare, inclinare la testa in avanti a lungo, dormire a pancia in giù.
    3. 7-10 giorni dopo l'iniezione, è vietato utilizzare prodotti che possono avere un effetto traumatico meccanico sulla pelle (bucce di sale, scrub con particelle solide, ecc.).

    Prima di uscire, è meglio utilizzare prodotti contenenti un fattore di protezione solare di 30+ o superiore.

    Controindicazioni

    Le iniezioni di Botox sia in cosmetologia che in medicina sono controindicate nelle seguenti patologie:

    • miopia grave;
    • sindrome miastenica (debolezza muscolare patologica);
    • lesioni cutanee infiammatorie (comprese purulente) nel sito dell'iniezione prevista;
    • eventuali malattie infettive e somatiche nella fase acuta;
    • una storia di dipendenza da alcol;
    • pronunciato prolasso dei tessuti facciali (il fenomeno della ptosi gravitazionale del viso legata all'età);
    • storia immunologica e allergologica gravata;
    • ernia periorbitale.

    Le iniezioni non vengono somministrate durante la gravidanza e l'allattamento, o se il paziente ha segni di uno stato emotivamente instabile e uno stato di intossicazione.

    È inaccettabile somministrare il botox se il paziente è stato trattato con aminoglicosidi, macrolidi, tetraciclina e polimixina, poiché questi antibiotici aumentano l'effetto della tossina botulinica e possono provocare la comparsa di effetti collaterali imprevedibili.

    Botox: effetti collaterali, possibili complicazioni, controindicazioni, recensioni

    Attualmente, una delle procedure di ringiovanimento più popolari è il farmaco "Botox". Gli effetti collaterali di tali procedure sono miti o realtà? Proviamo a scoprire quanto siano pericolose tali iniezioni, in modo che le donne comprendano il pericolo delle "iniezioni di bellezza".

    Circa un terzo dei pazienti che hanno preso parte all'indagine sociologica non ha idea che possano esserci gravi complicazioni dopo l'introduzione del Botox. Gli intervistati sono convinti che le iniezioni non rappresentino un pericolo per la loro salute fisica.

    Principali conseguenze

    La procedura aiuta a levigare le pieghe minori e le rughe sottili sul viso. A tal fine, i cosmetologi usano iniezioni di tossina botulinica. I fondi in cui agisce come ingrediente attivo sono prodotti con vari nomi commerciali:

    • Xeomin;
    • Dysport;
    • "Botox".

    La principale differenza tra tutti questi farmaci è il dosaggio della loro somministrazione e la durata dell'azione..

    Caratteristiche del botox

    È stato il primo farmaco sviluppato dalla società Allergan (USA). Questa azienda è considerata uno dei maggiori produttori di preparati a base di tossina botulinica. Ecco perché le procedure popolari attualmente eseguite con questo farmaco sono chiamate iniezioni di "Botox". Gli effetti collaterali del farmaco sono generalmente divisi in tre gruppi:

    • specie locali, che sono associate alla tecnica della sua introduzione;
    • aspetto generale derivante dall'azione del farmaco sul corpo;
    • conseguenze estetiche negative.

    Recensioni del farmaco

    Cosa può succedere se si fa il botox? Gli effetti collaterali con la versione locale sono associati a emorragie sottocutanee e reazioni allergiche locali, gonfiore, dolore, prurito nel sito di contatto con la pelle del farmaco. Dopo le iniezioni, compaiono occhi asciutti, "tensione" della pelle. I cosmetologi li considerano i più innocui, non dipendenti dalla professionalità di uno specialista. Quanto tempo durano dopo un'iniezione di Botox? Gli effetti collaterali del primo gruppo scompaiono in un paio di giorni..

    Il risultato dell'effetto generale sul corpo, a giudicare dalle recensioni delle donne, sono:

    dolore quando si tocca la pelle, cambiamenti di sensibilità;

    disturbi del tratto gastrointestinale;

    nausea, vomito, letargia, mal di testa, debolezza muscolare;

    difficoltà a deglutire e respirare.

    Fenomeni simili si osservano quando la tossina botulinica viene iniettata nel flusso sanguigno in dosi significative. Le iniezioni di Botox sulla fronte vengono eseguite in un volume così minimo da non poter influire negativamente sul corpo umano.

    Le reazioni allergiche si verificano quando le iniezioni vengono eseguite da un cosmetologo non professionista o le regole per l'uso di farmaci che contengono tossina botulinica vengono violate.

    Implicazioni estetiche

    Le iniezioni di Botox sulla fronte più spesso causano effetti collaterali del terzo gruppo. Sono causati da sbagli o esperienza insufficiente del cosmetologo. Tra questi effetti cosmetici comuni ci sono:

    • abbassamento delle palpebre, nonché asimmetria della posizione delle sopracciglia (con somministrazione imprecisa del farmaco);
    • visione doppia (appare quando Botox viene iniettato vicino al bordo orbitale).

    Tenendo conto della dose della tossina e delle caratteristiche individuali del paziente, si parla di pieno recupero in 1-2 mesi. La paralisi temporanea dei muscoli facciali in caso di un moderato sovradosaggio di Botox in alcuni ha portato alla comparsa di una faccia "simile a una maschera".

    L'asimmetria del viso del paziente si nota solo con un dosaggio errato della tossina botulinica iniettata in vari reparti o una diffusione errata all'esterno dei muscoli. Dopo ripetute iniezioni, le donne notano una diminuzione dell'effetto.

    Cosa è importante sapere?

    Se il paziente sta assumendo antibiotici, farmaci per il sistema nervoso centrale contemporaneamente alle iniezioni di Botox, questo può anche causare effetti collaterali.

    Si ritiene che con l'uso frequente del farmaco, vi sia una graduale atrofia dell'apparato legamentoso e dei muscoli facciali. Il motivo è una diminuzione dell'attività provocata artificialmente, un aumento del carico su altri gruppi di muscoli facciali, una violazione dell'afflusso di sangue al tegumento della pelle. La condizione muscolare si deteriora in modo significativo e sul viso compaiono nuove pieghe e rughe.

    Ricercatori olandesi hanno scoperto che se non c'è espressione facciale durante l'emozione, ciò influisce negativamente sul sistema nervoso centrale, portando alla comparsa di nevrosi psicotiche..

    Molti cosmetologi rifiutano tali idee, credono che il periodo di vent'anni di utilizzo del farmaco non sia sufficiente per concludere che le conseguenze sono possibili o impossibili..

    I pazienti che decidono di utilizzare tali procedure per aumentare la loro attrattiva vengono prima necessariamente informati dal cosmetologo sulle possibili conseguenze negative..

    Fatti scientifici

    Vuoi provare Botox su te stesso? Non hai paura delle complicazioni e delle conseguenze? Sapevi che il farmaco può essere somministrato solo dopo un esame preliminare? Vediamo di capire come si fa il botox. È costituito dalla tossina botulinica, ottenuta dal batterio anaerobico Clostridium botulinum.

    È un veleno neuroparalitico che può causare la paralisi del tessuto muscolare quando entra nella struttura. Dopo l'introduzione del farmaco, il muscolo e la zona della pelle più vicina sono completamente rilassati, le rughe sono levigate e scomparse. La tossina viene rimossa dal corpo in pochi mesi, le connessioni neuromuscolari vengono ripristinate.

    Algoritmo di azioni

    In primo luogo, l'estetista deve valutare lo stato iniziale dei muscoli facciali del paziente al fine di prevenire la comparsa di immobilità in alcune zone del viso. Se la superficie della pelle necessita di correzione, prima viene trattata con una soluzione antisettica, quindi viene iniettato un farmaco anestetico (anestesia locale).

    Cosa non si dovrebbe fare dopo le iniezioni di Botox? Una donna dovrebbe limitare l'attività fisica, ma potrebbe tornare alle mansioni lavorative, condurre una vita normale.

    A proposito di controindicazioni

    A chi non sono consigliate le "iniezioni di bellezza"? Cosa non si dovrebbe fare dopo le iniezioni di Botox? Non tutte le donne sono consapevoli che ci sono alcune controindicazioni a tale procedura. Il loro elenco include i seguenti casi:

    • allattamento al seno e gravidanza;
    • glaucoma;
    • malattie infettive;
    • disturbi immunologici;
    • intolleranza individuale alla tossina botulinica, tendenza alle reazioni allergiche;
    • dermatiti e altre malattie dell'epidermide;
    • calore;
    • prendendo anticoagulanti e antibiotici;
    • malattie del sistema ematopoietico;
    • oncologia;
    • epilessia;
    • diminuzione dell'immunità;
    • indebolimento muscolare correlato all'età.

    Cause di effetti collaterali

    All'età di 50 anni, le donne sviluppano l'atonia dei muscoli facciali, che è associata alla loro perdita di forza. Grazie all'introduzione del Botox, saranno ancora più indeboliti, dopo l'inizio della paralisi si abbasseranno.

    Botox è stato utilizzato in cosmetologia per diversi decenni. Durante questo periodo, sono stati condotti studi ripetuti, il cui scopo era identificare possibili complicazioni. Secondo i risultati della ricerca, sono stati stabiliti i seguenti fatti:

    • in caso di reazione allergica, il farmaco viene rifiutato, il che richiede l'attuazione di speciali manipolazioni terapeutiche;
    • con una dose aumentata di Botox, i pazienti sviluppano arrossamento, compaiono reazioni infiammatorie.

    Posso bere dopo le iniezioni di botox? I cosmetologi non danno alcuna istruzione in merito alla limitazione della quantità di liquido consumato dopo "iniezioni di bellezza".

    Di cosa i dottori tacciono?

    Tra le cause più comuni di complicanze dopo l'introduzione del Botox, a giudicare dai risultati degli studi statistici, ci sono gli errori medici. Il medico può iniettare il farmaco in aree del viso che risponderanno in modo inadeguato al processo di rilassamento, che causerà l'asimmetria dei contorni e dell'ovale.

    Inoltre, sono possibili conseguenze negative dopo le iniezioni se il paziente non segue le raccomandazioni fornite dal cosmetologo. Spesso il medico sceglie il dosaggio sbagliato del farmaco, quindi non c'è alcun effetto visibile dall'iniezione e il viso si trasforma in una maschera immobile. Con l'accumulo locale del principio attivo sotto la pelle nella zona degli occhi, appare il gonfiore.

    Un cosmetologo incompetente viola le regole della procedura, che provoca distorsione delle espressioni facciali, abbassamento della palpebra, asimmetria, borse nella zona degli occhi. La ragione di tali reazioni potrebbe essere una violazione della temperatura di conservazione del farmaco. Cosa consigliano i medici agli adolescenti che, alla ricerca della bellezza, fanno "iniezioni di bellezza"? Consigliano di scegliere maschere antirughe invece di Botox. Raccomandazioni simili sono ricevute da donne di età superiore ai 55 anni i cui muscoli hanno perso elasticità..

    Il rispetto del consiglio di un cosmetologo garantisce alle ragazze la conservazione della salute e della giovinezza, e le donne dell'età di Balzac rimangono con caratteristiche naturali, pelle ben curata per un tempo più lungo. Quindi vale la pena contattare un'estetista per "iniezioni di bellezza"? La donna prende la decisione da sola, ma è importante ricordare quali possono essere le conseguenze del suo atto avventato.