Abbagliamento notturno dopo il posizionamento di IOL multifocale

Dopo aver sostituito l'obiettivo con ZEISS AT LISA tri 839 МР, sull'occhio sinistro è stato riscontrato il seguente effetto: di notte, guardando un punto o piccole fonti di luce, vicino ad esso appare un alone luminoso triplo quadruplo (anelli luminosi), o se è acceso su uno sfondo nero il monitor (display in macchina) inserisce i numeri, quindi appare il loro bordo.

A causa di questo "effetto" di interferenza, l'oggetto o l'oggetto non è chiaramente visibile.

Che cos'è questo? È temporaneo o permanente? Qual è la ragione? Se opero anche sull'altro occhio, in generale la visione notturna sarà un grosso problema per me. E nel binocolo, ad esempio, è visibile senza questo effetto.

Chiede: Oleg Vasilievich

Risposta dello specialista della cataratta

Questo effetto si verifica spesso quando una lente multifocale diffrattiva è installata nell'occhio..

Ciò è dovuto alla presenza di speciali tacche sulla zona ottica della lente intraoculare e alla dispersione della luce sul bordo delle tacche..

In termini di prospettiva, può essere diverso. Nella stragrande maggioranza dei casi, i pazienti si adattano a questo effetto collaterale e smettono di vedere tali aloni, ma in rari casi tali razzi possono rimanere a lungo. Per accelerare l'adattamento, è necessario eseguire un'operazione con l'impianto della stessa lente intraoculare sull'occhio appaiato in modo che le condizioni per il passaggio e la rifrazione della luce siano le stesse.

Dopo l'operazione, l'adattamento al nuovo meccanismo del sistema ottico dell'occhio può richiedere in media 3-6 mesi..

La cosa più importante dell'intervento di sostituzione delle lenti

Per molti pazienti anziani e giovani, la chirurgia sostitutiva della lente è l'unico modo per ripristinare la vista. Particolarmente popolare è l'intervento per la cataratta e una combinazione di varie malattie che danneggiano l'organo visivo. La chirurgia di sostituzione della lente è chiamata lensectomia, ma ci sono diversi modi per farlo. Inoltre, per l'installazione dell'impianto vengono utilizzati materiali diversi, le cui caratteristiche devono essere comprese prima di accettare la procedura..

Funzioni della lente dell'occhio

Per capire cosa offre la sostituzione della lente dell'occhio, è importante comprendere le funzioni di questo elemento:

  • è responsabile della messa a fuoco quando guarda vicino o lontano;
  • trasmette luce alla retina, essendo responsabile della capacità di vedere in generale;
  • rifrange un flusso di luce;
  • agisce come un setto tra le parti dell'occhio.

L'opacità della lente e altri difetti spesso portano a una significativa perdita della vista o cecità.

Indicazioni per la chirurgia

Le indicazioni per l'installazione di una lente artificiale, o lente intraoculare (IOL), sono varie malattie e disturbi:

  • cataratta: annebbiamento di una parte dell'organo visivo con l'invecchiamento di una persona o cambiamenti degenerativi;
  • ipermetropia legata all'età: l'operazione è consigliata per violazioni significative;
  • miopia elevata - nei casi in cui l'obiettivo perde la sua capacità di adattarsi;
  • astigmatismo della lente: l'elemento non focalizza i raggi di luce, a causa dei quali tutto è sfocato davanti agli occhi;
  • mancanza di una lente naturale - un difetto congenito o una conseguenza dell'operazione.

Tuttavia, la sostituzione della lente rifrattiva non è possibile in tutti i casi..

Controindicazioni alla procedura

Le principali controindicazioni alla chirurgia possono essere temporanee e permanenti:

  • infiammazione degli organi visivi: prima devi curarla;
  • fotocamera frontale troppo piccola;
  • ictus o infarto recente;
  • distruzione o distacco della retina;
  • un bulbo oculare ridotto a causa dell'ipermetropia;
  • infezioni agli occhi;
  • glaucoma scompensato;
  • gravidanza o allattamento.

Dopo aver trattato malattie che possono essere risolte temporaneamente oa lungo termine, si considera la riconferma della chirurgia della cataratta con sostituzione del cristallino o altri disturbi.

La scelta di una lente artificiale

Tutte le protesi sono realizzate con materiali biocompatibili e il rigetto da parte del corpo è quasi impossibile. Esistono diversi tipi di IOL più comunemente utilizzati.

Lenti accomodanti

Sotto l'azione del muscolo ciliare, gli impianti possono muoversi nell'occhio e cambiare la messa a fuoco, imitando il lavoro dell'obiettivo. Hanno una zona ottica, quindi, tra le carenze, si distingue la qualità della visione insufficiente in condizioni di crepuscolo. Gli occhiali sono spesso necessari per la lettura dopo aver sistemato le IOL.

Importante! Queste sono le lenti più economiche, spesso presentate dai produttori nazionali per la sostituzione della quota dell'obiettivo..

Tra i produttori di altissima qualità, spiccano le lenti Alcon (USA), il cui prezzo parte da 19.000 rubli e arriva a 48.000. IOL produce anche Rumex con un prezzo di 9.000 (Gran Bretagna), B&L (USA) con un prezzo di 15.000 e Silco (USA) - 5.000 rubli.

IOL asferiche

Progettato per correggere le distorsioni sferiche che si verificano spesso dopo l'impianto di IOL. Elementi sferici utilizzati in precedenza, ma hanno portato a una grave distorsione.

Produttori e prezzi più popolari:

  • ACRYSOF IQ NATURAL (USA, Alcon) - 22.000 rubli;
  • CT ASPHINA 509M - (Carl Zeiss, Germania) - 25.000 rubli;
  • HOYA ISERT 251 - (Hoya, Giappone) - 32.000 rubli;
  • TECNIS 1 ZCB00 - ("Abbot", USA) - 25.000 rubli;
  • ASPIRA -AAY - ("Human Optics", Germania) - 24.000 rubli.

Queste lenti sono spesso utilizzate in pazienti giovani e per un'ampia gamma di condizioni mediche. Ma per forme complesse di cataratta con patologie aggiuntive, non sono sempre adatte.

IOL toriche

Sono usati per la cataratta complicata dall'astigmatismo. Prezzi e produttori:

  • AcrySof Toric (Alkon, USA) - da 32.000 rubli;
  • A Lisa Toric 909 M - (Carl Zeiss, Germania) - da 50.000 rubli;
  • Rayner T-Flex (Gran Bretagna) - da 15.000 rubli.

Le IOL differiscono per un maggiore potere di rifrazione in alcune aree, a causa della quale la visione a distanza viene corretta.

IOL multifocali

Utilizzato per la correzione della lente in pazienti di età superiore a 40 anni. Imitano perfettamente il lavoro dell'obiettivo, possono concentrarsi sulla distanza e sul vicino. Prezzi e produttori:

  • ACRYSOF RESTOR (Alkon, USA) - da 48.000 rubli;
  • M-FLEX (Rainer, Gran Bretagna) - da 38.000 rubli;
  • ATLIS ATRI 839 MP (Carl Zeiss, Germania) - da 66.500 rubli.

Dopo l'impianto di queste IOL, gli occhiali non sono più necessari nell'80% dei pazienti.

IOL fachiche

Sono utilizzati per l'impianto senza rimuovere la lente in caso di miopia o ipermetropia. La procedura è rilevante quando la correzione della visione laser è vietata. Il costo delle IOL fachiche parte da 20.000 rubli.

Preparazione ed esecuzione dell'operazione

Per un intervento di successo, è necessaria la preparazione per un'operazione per sostituire il cristallino dell'occhio:

  • 10 giorni prima della procedura, rifiutare lenti e occhiali;
  • 5 giorni prima dell'intervento, interrompere l'assunzione di alcol o il fumo;
  • il giorno prima dell'operazione, devi fare la doccia e lavarti i capelli;
  • il giorno dell'intervento programmato non è possibile utilizzare cosmetici, mangiare o bere.

Prima che il paziente vada in ospedale, esegue esami del sangue, un test di coagulazione, ECG, fluorografia, analisi delle urine. Devi prima visitare uno specialista ORL, allergologo, cardiologo ed endocrinologo e anche fare un test per l'HIV, l'epatite, la sifilide.

Dopo aver superato le procedure, una conclusione sull'idoneità per l'operazione viene rilasciata da un terapista o da un medico in una clinica privata.

Avanzamento dell'operazione: panoramica dei metodi utilizzati

Diverse tecniche chirurgiche vengono utilizzate per sostituire la lente. Indipendentemente da come viene eseguita l'operazione di sostituzione dell'obiettivo, i punti non vengono applicati dopo di essa. La rilevanza dei metodi per un particolare paziente è determinata dal medico:

  • Estrazione extracapsulare. Dopo aver rimosso l'elemento danneggiato, rimane solo la capsula posteriore.
  • Estrazione intracapsulare. La lente viene rimossa insieme alla capsula attraverso un'incisione nella cornea.
  • Facoemulsificazione ultrasonica. Utilizzando il dispositivo, il corpo trasparente viene distrutto dagli ultrasuoni e rimosso attraverso il tubo, preservando la camera posteriore della lente. Al posto dei telai posteriori lucidati, viene posizionata una IOL. Il metodo preferito, che è diventato più frequente dei due precedenti.
  • Ficoemulsificazione con Femtolaser. La procedura laser più avanzata e sicura.

Dopo l'operazione di sostituzione della lente dell'occhio, il paziente viene ricoverato in ospedale per diverse ore. Quindi viene dimesso a casa.

Riabilitazione dopo l'impianto di IOL

Se la sostituzione della lente dell'occhio con cataratta o altra malattia ha successo, il periodo postoperatorio andrà senza intoppi. Il paziente in questo momento deve seguire rigorosamente il regime e le raccomandazioni dei medici:

  • indossare una benda per le prime 2 settimane (a volte meno);
  • utilizzare gocce antisettiche;
  • sciacquare gli occhi con la soluzione prescritta;
  • non affaticare la vista durante la guida, non bere alcolici;
  • non andare allo stabilimento balneare e alla sauna, evitare sbalzi di temperatura improvvisi;
  • rifiutare di sollevare pesi superiori a 3 kg;
  • non piegarsi per 3-5 giorni dopo l'intervento;
  • cercare di dormire sul lato opposto all'occhio operato (riposarsi sulla schiena in caso di intervento bilaterale);
  • non puoi fare esercizi fisici dopo aver sostituito l'obiettivo;
  • non puoi bere bevande gassate e mangiare cibi troppo grassi;
  • è importante riposare e dormire molto per almeno 8 ore;
  • quando si fa la doccia, gli occhi devono essere protetti dagli schizzi d'acqua;
  • non strofinare e premere sull'occhio operato;
  • per 5-7 giorni dopo l'intervento non devi lavarti i capelli.

Per tutta la vita, si applicano restrizioni dopo aver sostituito l'obiettivo per andare allo stabilimento balneare, nonché sul carico sugli occhi. Alcuni pazienti notano che l'intervento chirurgico indebolisce l'immunità locale per lungo tempo e può svilupparsi congiuntivite. È importante monitorare la salute e l'igiene degli occhi. Inoltre, la prevenzione dopo la sostituzione della lente dell'occhio include una corretta alimentazione..

Video su come viene eseguita l'operazione:

Possibili complicazioni

Le conseguenze della sostituzione della lente dell'occhio sono direttamente correlate al metodo di intervento. Quindi, con una procedura laser, i rischi sono minimi. Ma con altri metodi, possono verificarsi più spesso:

  • infiammazione dell'occhio - dopo 2 giorni passa da sola;
  • aumento della pressione negli occhi: è necessario utilizzare colliri dopo aver sostituito l'obiettivo, prescritti da un medico;
  • spostamento della protesi - regolato dal medico;
  • distacco della retina - si verifica solo dopo una lesione accidentale;
  • emorragia nella camera anteriore: il trattamento viene effettuato sotto la supervisione di un medico.

Possono esserci anche complicazioni tardive dopo la rimozione della cataratta con sostituzione del cristallino: edema maculare, cataratta secondaria. Nella maggior parte dei casi, la correzione avviene in modo conservativo, ma a volte è necessario un intervento aggiuntivo del chirurgo.

Come ottenere un preventivo

Nel 2012 hanno introdotto la possibilità di sostituire la lente nell'ambito della polizza di assicurazione medica obbligatoria. Tuttavia, per ottenere una quota, è necessario soddisfare determinati parametri ed entrare nella coda generale. Le persone in età pensionabile e le persone disabili hanno la priorità.

Ecco come ottenere una quota per la sostituzione di una lente per un pensionato, quali condizioni devono essere soddisfatte:

  • una prognosi positiva da un oftalmologo;
  • l'assenza di malattie degli occhi che possono interferire con il ripristino della vista;
  • consenso all'installazione di IOL russe (quelle straniere sono pagate indipendentemente).

Per ottenere una quota, una persona deve andare alla clinica del luogo di residenza, prima da un terapista o immediatamente da un oftalmologo.

Risposte a domande popolari

I pazienti spesso pongono alcune domande prima dell'intervento che li preoccupano di più..

Quanto tempo richiede l'operazione?

La durata minima della procedura è di 15-20 minuti e il massimo può raggiungere le 2 ore, ma ciò accade raramente. In media, l'operazione richiede 30-40 minuti.

Quanto costa un'operazione per sostituire la lente dell'occhio (prezzo medio a San Pietroburgo e Mosca)?

Il costo dell'operazione dipende, prima di tutto, dall'impianto utilizzato. Nelle capitali, i prezzi minimi partono da 35-40 mila rubli e possono raggiungere i 140 mila.

Quando la visione sarà ripristinata?

Quando la visione ritorna dopo aver sostituito la lente, la salute generale del paziente, la retina dei suoi occhi e il nervo ottico ne sono fortemente influenzati. Il periodo di riabilitazione dopo l'operazione è di almeno 4 settimane, alla fine, la vista dovrebbe tornare completamente.

Dopo aver sostituito l'obiettivo, l'occhio vede offuscato: perché e cosa fare?

Normalmente, dopo aver sostituito l'obiettivo, gli occhi hanno molta paura della luce. Durante la prima settimana, la vista ridotta e l'effetto nebbia persistono. Questo è uno stato naturale del corpo, non richiede correzione, ma le raccomandazioni del medico devono essere rigorosamente osservate.

Per combattere le complicazioni in cui la nebbia negli occhi persiste a lungo dopo la sostituzione della lente, è necessario adottare le seguenti misure:

  • opacità della capsula del cristallino o cataratta secondaria, - dopo l'intervento, il paziente in rari casi inizia a vedere peggio. La correzione richiede la discisione laser: una piccola operazione che dura 10-15 minuti e non richiede una riabilitazione a lungo termine;
  • aumento della pressione intraoculare - insieme al fatto che l'occhio dopo aver sostituito l'obiettivo non vede come dovrebbe, sorgono sensazioni dolorose. La correzione richiede una terapia medica prescritta da un medico;
  • infezione: il batterio entra al momento dell'intervento o durante il periodo di riabilitazione, si verificano vari sintomi, fino al dolore acuto e alla secrezione dagli occhi. Per prevenirlo, è necessario sottoporsi a un ciclo di terapia antibiotica durante il periodo di recupero;
  • l'edema corneale è una complicanza che influisce sulla capacità di vedere normalmente, ma non dura più di 1-2 giorni. Non è necessario alcun trattamento specifico;
  • distacco della retina - accompagnato da dolore e richiede la consultazione di un medico. Per il trattamento viene utilizzato un laser, la crioterapia, nei casi più gravi è necessaria una seconda operazione.

Altri motivi di complicanze dopo la rimozione della cataratta con sostituzione della lente sono estremamente rari (meno dell'1%).

Quando la visione ritorna dopo aver sostituito la lente dell'occhio?

Durante la prima settimana, la vista rimane offuscata, ma se vengono seguite le raccomandazioni mediche, il recupero completo si verifica in 2-3 settimane. La lente completamente sostituita viene riabilitata dopo 4 settimane di riabilitazione. La correzione della visione laser dopo la sostituzione della lente è necessaria in casi molto rari complicati da patologie oculari.

Quali sono le recensioni dopo l'operazione?

In generale, le recensioni sulla sostituzione della lente per miopia elevata, cataratta e altre malattie sono positive ei pazienti notano quanto segue:

  • mancanza di gravi conseguenze;
  • rapida opportunità di tornare a casa;
  • semplice riabilitazione con stretta aderenza alle raccomandazioni del medico.

Tuttavia, le revisioni dei pazienti descrivono spesso piccoli svantaggi: un aspetto opaco il primo giorno dopo l'operazione, l'alto costo della procedura per interventi complessi, la presenza di edema. Alcune persone sono molto ansiose prima dell'intervento chirurgico..

Nel video, l'uomo condivide le sue impressioni dopo aver sostituito la lente dell'occhio:

Quando posso guardare la TV?

Puoi guardare la TV dopo aver sostituito la lente trasparente in pochi giorni: l'ora esatta è determinata dal medico. È consentito leggere e lavorare al computer in 1-2 settimane.

Se eseguire un'operazione: pro e contro

La sostituzione della lente per astigmatismo, ipermetropia, cataratta e combinazioni complesse di malattie degli occhi è uno dei pochi modi in cui i pazienti possono sbarazzarsi in modo indolore di problemi di vista e la prospettiva di una completa cecità. Il successo dell'operazione si nota nel 98% dei casi e solo il 15-20% di loro presenta complicazioni che possono essere facilmente corrette.

Il feedback positivo dei pazienti e la relativa facilità della procedura parlano a favore dell'operazione (nella maggior parte dei casi, per l'intervento sono necessari poco più di 20-30 minuti). Allo stesso tempo, i rischi per la salute sono minimi, il che è anche associato alla mancanza di anestesia generale.

Tuttavia, non può essere fatto in presenza di almeno una delle controindicazioni: ciò può influire in modo significativo sul risultato. Se esiste una capacità finanziaria o una quota, la sostituzione della lente è l'intervento consigliato per varie malattie: glaucoma, cataratta, astigmatismo.

Abbagliamento nel campo visivo dopo facoemulsificazione di una lente intraoculare nell'occhio sinistro

Domande correlate e consigliate

53 risposte

1. Capito. Ma questo non era sul primo occhio, quindi sono preoccupato, perché questo occhio vede lontano, ma non nettamente in lontananza, un punto bluastro-poco chiaro galleggia tutto il tempo, ma con il primo è andato tutto bene subito.

2. È necessario formare una cataratta secondaria o, come si dice, chi sarà altrettanto fortunato? Può essere giusto subito, subito dopo l'operazione?

3. Se qualcosa non va, è possibile ripetere l'operazione e sostituire di nuovo?

2. Rimozione da parte di un laser, e questa è una tantum, o sarà un fenomeno permanente, cioè ci sarà un laser infinito nella vita?

buona giornata!
Grazie per la risposta.

Oggi 18/04/19 era alla reception della clinica dove è stata eseguita l'operazione.
Il medico ha detto che la iol è corretta (centrata). Ma continuo a essere tormentato da vaghi dubbi che non mi stiano dicendo qualcosa (etica aziendale).
Vedo ancora il bordo dell'obiettivo da sinistra verso il basso.

Consiglia cosa fare.

Qual è il vantaggio per la salute di un'installazione di IOL decentrata??

grazie per le informazioni!

Vado a un consulto

Ricerca nel sito

E se avessi una domanda simile ma diversa?

Se non hai trovato le informazioni di cui hai bisogno tra le risposte a questa domanda, o se il tuo problema è leggermente diverso da quello presentato, prova a porre una domanda aggiuntiva al medico nella stessa pagina se è relativa alla domanda principale. Puoi anche fare una nuova domanda e dopo un po 'i nostri medici risponderanno. È gratis. Puoi anche cercare informazioni pertinenti in domande simili in questa pagina o tramite la pagina di ricerca del sito. Ti saremo molto grati se ci consiglierai ai tuoi amici sui social network..

Medportal 03online.com effettua consultazioni mediche in modalità di corrispondenza con i medici del sito. Qui ottieni risposte da veri praticanti nel loro campo. Al momento sul sito è possibile ottenere consigli in 50 aree: allergologo, anestesista-rianimatore, venereologo, gastroenterologo, ematologo, genetico, ginecologo, omeopata, dermatologo, ginecologo pediatrico, neurologo pediatrico, urologo pediatrico, chirurgo endocrino pediatrico, chirurgo endocrino pediatrico, specialista in malattie infettive, cardiologo, cosmetologo, logopedista, specialista ORL, mammologo, avvocato medico, narcologo, neuropatologo, neurochirurgo, nefrologo, nutrizionista, oncologo, oncourologo, traumatologo ortopedico, oftalmologo, pediatra, chirurgo plastico, reumatologo, psicologo, reumatologo radiologo, sessuologo andrologo, dentista, tricologo, urologo, farmacista, fitoterapista, flebologo, chirurgo, endocrinologo.

Rispondiamo al 96,64% delle domande.

"Fulmini" e lampi negli occhi. Oculista - sulla chirurgia della retina

Ora i medici stanno aiutando a restituire la vista a coloro che in precedenza, a quanto pare, erano irrimediabilmente condannati a esistere in un mondo senza il più importante dei cinque sensi esterni, la vista. Ad esempio, i chirurghi di Tyumen sono riusciti a ripristinare la vista a una paziente sordomuta che ha visto per la prima volta il viso di suo fratello.

Quante volte vengono eseguite operazioni così uniche e quali interventi chirurgici sono i più facili e difficili per i medici, il corrispondente AiF-Tyumen ha scoperto dal capo del dipartimento di oftalmologia dell'ospedale clinico regionale n. 1 Grigory Symonenko.

Dove sono i "fulmini" e il flash?

Qualcuno perde la vista con l'età, qualcuno a causa di malattie o lesioni concomitanti. Grigory Symonenko ha anche ricordato un altro caso del suo studio, quando una ragazza ha praticamente perso la vista a causa di un'infiammazione agli occhi.

L'unica cosa che riusciva a distinguere erano la luce e l'oscurità, non poteva vedere né i volti dei suoi parenti né la natura fuori dalla finestra. I medici non hanno osato restituirle la vista. Solo gli oftalmologi dell'Ospedale Clinico Regionale №1 di Tjumen hanno ricevuto aiuto. Secondo l'oftalmologo, il rischio più grande era che dopo l'operazione si potesse sviluppare un'infiammazione che causava la perdita della vista..

“L'operazione è stata eseguita in due fasi: prima è stata sostituita la lente, poi il vitreo è stato“ pulito ”. Fortunatamente, non ci sono state complicazioni, - ha detto il dottore. - Dopo la seconda operazione, la ragazza ha visto i volti dei suoi parenti, e questo è già un grande progresso. Sfortunatamente, non è necessario parlare di ripristino della vista al cento per cento, poiché in questa situazione si trattava generalmente di preservare l'occhio come un organo, e questa è una grande felicità. La paziente è grata per la vista che ha ricevuto ".

Gli oftalmologi di OKB no. 1 spesso devono eseguire complesse operazioni a più stadi. Oggi, l'apice della chirurgia oftalmica sono le operazioni sul segmento posteriore del bulbo oculare: retina, corpo vitreo. A volte, queste operazioni durano dalle due alle tre ore.

“Molto spesso ci troviamo di fronte a danni alla retina sullo sfondo del diabete, ma ci sono altri motivi. Ad esempio, il distacco della retina dovuto a un'elevata miopia ", afferma il capo del dipartimento di oftalmologia.

La particolarità degli interventi sulla retina è che è molto delicata e non puoi toccarla con gli strumenti. Pertanto, viene diffuso con soluzioni speciali, gas, siliconi. Ciò consente di ottenere i risultati necessari senza danneggiare la retina. La cosa più importante in caso di problemi con la retina è cercare aiuto medico in tempo. Dipende da quale percentuale sarà possibile ripristinare la vista.

Secondo il medico, se il distacco è fresco ed è stato operato entro due settimane, allora ci sono più possibilità di alte funzioni visive. Se il paziente cammina con distacco per mesi, dopo l'operazione non è possibile ottenere un'acuità visiva elevata. Il fatto è che la retina distaccata sperimenta l'ipossia e gradualmente le cellule che ricevono la luce iniziano a morire..

Per capire che ci sono problemi con la retina, "fulmini" e lampi aiuteranno. Quando, durante lo sforzo fisico, sconvolgimenti emotivi, appaiono scintille negli occhi, questa è la prima campana e un motivo per consultare un oftalmologo. Quando il distacco inizia già a formarsi, un sipario cade sull'occhio e la vista si perde.

Cambia l'obiettivo o no?

L'operazione più semplice in oftalmologia oggi è la sostituzione della lente. Il più delle volte viene eseguito con cataratta. Sullo sfondo di cambiamenti ricorrenti e una diminuzione del metabolismo, inizia ad annebbiare le fibre della lente. L'unico trattamento è sostituire il nebuloso con uno artificiale..

“200 persone su 10mila hanno la cataratta, di solito si tratta di una malattia legata all'età, e nei giovani questo disturbo si manifesta sullo sfondo di gravi malattie somatiche: diabete mellito, artrite reumatoide, ecc. Oppure è il risultato di un trauma. Ma ci sono delle eccezioni: se prima si credeva che la cataratta si sviluppasse dopo 60 anni, quest'anno un uomo di soli 32 anni si è rivolto a noi per chiedere aiuto. Era preoccupato per il deterioramento della sua vista. Dopo aver rilevato la cataratta, ha subito un intervento chirurgico. E dopo pochi giorni è stato in grado di tornare alla vita normale ", afferma Grigory Symonenko.

A proposito, una serie di altri problemi possono essere risolti sostituendo l'obiettivo per la cataratta. Lenti speciali fungono da lenti e, a seconda della situazione, possono allo stesso tempo correggere miopia, ipermetropia e astigmatismo. A proposito, una tale sostituzione dell'obiettivo sarà una salvezza per la miopia molto alta..

Ma rispetto alla stessa correzione della visione laser, tali operazioni sono meno popolari. Il fatto è che questo è un intervento chirurgico di corsia e, in effetti, l'impianto di una protesi.

"I pazienti non possono decidere un'operazione per anni"

“Gli interventi chirurgici di sostituzione delle lenti richiedono in media circa sette minuti. La riabilitazione dura un mese, questo è il momento in cui non puoi sollevare cose pesanti, fare un bagno di vapore, lavorare in giardino ", commenta lo specialista..

Sembrerebbe che l'operazione sia semplice, ma nonostante ciò molti pazienti non vanno dal medico, anche se perdono completamente la vista a causa della cataratta. La storia di una Tyumenka di 90 anni, quasi completamente cieca da dieci anni e solo nel 2018 ha deciso di sottoporsi a un'operazione, si è diffusa in tutto il Paese. Il ripristino della vista dopo tanti anni di cecità è diventato una vera svolta nella medicina domestica.

A proposito, dopo la storia con questo paziente anziano in OKB n. 1, i pazienti con varie malattie complesse, così come in età avanzata, hanno iniziato a cercare aiuto. Quindi, gli oftalmologi hanno operato un veterano di 95 anni della Grande Guerra Patriottica, che, insieme alla principale malattia "cataratta", aveva malattie degli occhi concomitanti.

Secondo Grigory Symonenko, i casi in cui i pazienti non possono decidere per un'operazione per anni e vivono praticamente senza vedere nulla non sono rari. In media, le visite ai medici richiedono cinque anni. Ma dopo il ripristino della vista, le nonne a volte vedono per la prima volta i volti dei loro nipoti..

Le quattro fasi della cataratta

La cataratta, i cui sintomi compaiono in misura variabile a seconda della progressione della malattia, ha quattro fasi del proprio sviluppo, vale a dire:

  • Iniziale: l'opacità della lente appare lungo la periferia, al di fuori della zona ottica.
  • Immaturo: il movimento delle opacità nella zona ottica centrale. Nella cataratta immatura, l'appannamento del cristallino porta a una marcata diminuzione dell'acuità visiva.
  • Maturo: l'intera area dell'obiettivo è occupata da opacità. Diminuzione dell'acuità visiva al livello di percezione della luce.
  • Troppo maturo: l'ulteriore progressione dei sintomi della cataratta è accompagnata dalla disintegrazione delle fibre della lente, la sostanza della lente si liquefa, la lente acquisisce una tinta bianco latte uniforme.

Che minaccia?

Una formidabile complicanza della cataratta se ritardata con il trattamento chirurgico: lo sviluppo del glaucoma secondario.

Il cristallino opacizzato, gonfiandosi e aumentando di dimensioni, occupa sempre più spazio all'interno dell'occhio e impedisce il normale deflusso del fluido intraoculare. Con un aumento della pressione intraoculare, il funzionamento delle strutture interne dell'occhio, inclusi la retina e il nervo ottico, viene interrotto.

Se la causa del glaucoma secondario non viene eliminata tempestivamente (in questo caso, un cristallino ingrossato e gonfio), si verificherà la morte irreversibile delle fibre del nervo ottico e sarà impossibile ripristinare completamente le funzioni visive perse..

Prevenzione della cataratta

Non ci sono modi efficaci per prevenire lo sviluppo della cataratta. La prevenzione secondaria include la diagnosi precoce e il trattamento di altre condizioni oculari che possono causare questa condizione, oltre a ridurre al minimo l'esposizione a fattori che contribuiscono al suo sviluppo..

A scopo preventivo, si consiglia:

  • Vivi una vita sana,
  • Mangia correttamente,
  • Evitare l'esposizione prolungata al sole,
  • Dopo 50 anni, almeno una volta all'anno, dovresti essere visitato da un oftalmologo.

Quali complicazioni sono possibili dopo aver sostituito l'obiettivo con la cataratta?

L'intervento chirurgico per sostituire una lente opacizzata a causa della cataratta è l'unico trattamento possibile per la malattia. Tali interventi chirurgici vengono eseguiti frequentemente e in molte cliniche. Tuttavia, sono possibili complicazioni dopo la sostituzione della lente dell'occhio. Cosa sono e possono essere evitati?

In questo articolo

  • Perché si verificano conseguenze negative dopo la sostituzione dell'obiettivo?
  • Quali sono le complicanze intraoperatorie della sostituzione della lente??
  • Processi infiammatori come complicazioni dopo la sostituzione della lente
  • Tipi di complicanze che possono essere trattate in modo conservativo
  • Quali complicazioni dopo la sostituzione della lente richiedono un intervento chirurgico??
  • Possono sorgere complicazioni dopo pochi mesi?
  • Come evitare complicazioni dopo la sostituzione della lente?

Perché si verificano conseguenze negative dopo la sostituzione dell'obiettivo?

Se l'operazione di sostituzione della lente per la cataratta viene eseguita da un chirurgo oftalmico esperto, non comporta problemi particolari. Per i professionisti che hanno eseguito più di un intervento chirurgico, rimuovere la lente e posizionare un impianto al suo posto - una lente intraoculare - è un'operazione semplice e veloce. Il processo di guarigione è calmo nella maggior parte dei pazienti. La probabilità di complicazioni si verifica raramente. Ma ancora non possono essere esclusi, sebbene siano fenomeni piuttosto rari..

Qualsiasi tipo di complicanza ha cause specifiche di origine. Dopo l'intervento chirurgico, si verifica spesso edema oculare. Molti pazienti affrontano un tale fastidio nel periodo postoperatorio. Di solito è associato a una cornea indebolita. Un altro motivo è la particolarità della reazione del corpo agli ultrasuoni. Viene utilizzato quando il paziente è in ritardo nella ricerca di cure mediche. Se è stata avviata una cataratta, i chirurghi oftalmici devono utilizzare onde ultrasoniche più potenti. Questo spesso ha un effetto maggiore sul bulbo oculare..

Una possibile causa di complicazioni dopo la sostituzione della lente con la cataratta può essere un errore medico. Tali situazioni non sono così comuni nella pratica medica, ma non possono essere escluse. Possono sorgere problemi a causa di errori tecnici o tattici del medico che ha eseguito l'operazione. Di solito gli errori medici vengono commessi per caso. Pertanto, è difficile prevedere il loro rischio. La chirurgia della cataratta è l'unico metodo di trattamento possibile e i chirurghi oftalmici hanno sufficiente esperienza per eseguirla. Ma ciò non nega la probabilità di complicazioni sorte per colpa del medico..

Quali sono le complicanze intraoperatorie della sostituzione della lente??

La sostituzione della lente per la cataratta è considerata una procedura consolidata. Ma anche con questa operazione ad alta tecnologia, sono possibili complicazioni. Uno di questi è la rottura della parete della capsula, all'interno della quale si trovava precedentemente la lente annebbiata dell'occhio e la ricaduta delle sue particelle frammentate nel corpo vitreo. Questa complicanza porta spesso allo sviluppo di glaucoma e danni alla retina. Il nuovo intervento può aiutare a correggere la situazione. Di solito, gli optometristi monitorano il paziente per 2-3 settimane. Successivamente, il corpo vitreo ostruito viene rimosso chirurgicamente..

Lo spostamento della lente intraoculare verso la retina è un altro tipo di complicanza che può verificarsi dopo la sostituzione della lente con la cataratta. Ciò accade a causa della posizione errata dell'impianto. Ciò provoca l'edema della macula, il centro stesso della retina dell'occhio, in cui sono concentrati i raggi luminosi. In questo caso l'unico modo possibile per eliminare questo problema è eseguire una seconda operazione e sostituire la lente "sbagliata" con una nuova..
Un tipo speciale di complicanza è l'emorragia soprachoroidale. Questo è un accumulo di contenuto emorragico nello spazio tra la sclera - la membrana albuminosa dell'occhio e il vascolare. Nella maggior parte dei casi, l'emorragia della cataratta si verifica in pazienti anziani o malattie concomitanti: glaucoma o ipertensione. Il pericolo di una tale complicazione è che può portare a una rapida diminuzione della vista e alla perdita di un occhio..

Processi infiammatori come complicazioni dopo la sostituzione della lente

Dovrebbero essere usati per 2-3 settimane. La regolarità d'uso è selezionata individualmente.

Se l'immunità del paziente è stata indebolita anche prima della diagnosi di cataratta, i soliti segni di infiammazione possono essere accompagnati da sintomi di uveite o iridociclite. Con l'uveite, varie parti della coroide si infiammano:

  • iris;
  • corpo ciliare;
  • coroide.

Questa malattia si manifesta con arrossamento, sensazioni dolorose nell'area degli organi visivi, fotosensibilità, visione offuscata, aumento del pianto. In alcuni casi, mosche e punti galleggianti possono apparire davanti agli occhi. La base del trattamento dell'uveite è l'uso di midriatici, steroidi, farmaci immunosoppressori.

Un'altra malattia oftalmica che può essere una conseguenza del processo infiammatorio è l'iridociclite. Questa patologia colpisce l'iride dell'occhio e il corpo ciliare. La malattia "si fa sentire" con gonfiore, arrossamento, dolore. In casi particolarmente difficili e con cataratta avanzata, l'iride può cambiare colore, la pupilla può restringersi e deformarsi.

Il trattamento conservativo dell'iridociclite comprende i seguenti tipi di terapia:

  • antibatterico;
  • antinfiammatorio;
  • antivirale.

Tipi di complicanze che possono essere trattate in modo conservativo

L'ipema è una conseguenza negativa che può verificarsi dopo l'intervento di cataratta. Questa è un'emorragia nella camera anteriore del bulbo oculare, piena di liquido intraoculare. Cioè, c'è un accumulo di sangue tra l'obiettivo e l'iride. L'ipema si verifica a causa del fatto che durante l'operazione, il chirurgo oftalmico ha danneggiato accidentalmente i vasi del corpo ciliare o l'iride dell'occhio. Questa condizione non rappresenta un grave pericolo per il paziente, sebbene possa persistere per diversi mesi. Hyphema non provoca dolore e non altera la vista. Viene trattato con lavaggi aggiuntivi. I medici prescrivono più spesso gocce ormonali, ad esempio, "Desametasone" e midriatici, ad esempio "Atropina".

Un intervento chirurgico di cataratta non riuscito può causare un aumento della pressione intraoculare. Questa condizione viene spesso definita "glaucoma postoperatorio".

I motivi che causano un aumento della pressione intraoculare includono:

  • infiammazione o emorragia all'interno dell'occhio;
  • sospensioni gelatinose non sufficientemente lavate durante l'intervento chirurgico;
  • spostamento del cristallino artificiale più vicino all'iride e sua pressione sulla pupilla;
  • umidità che penetra nell'occhio operato entro una settimana dall'operazione;
  • esposizione a una luce troppo intensa sull'iride.

I pazienti con glaucoma postoperatorio riferiscono sensazioni dolorose agli occhi, aumento della lacrimazione e visione offuscata. La pressione viene normalizzata dopo l'utilizzo di gocce speciali, ad esempio: "Timolol", "Brinzopt", "Pilocarpine". Se il trattamento con gocce non aiuta, l'oftalmologo prescrive una puntura con il lavaggio dei dotti ostruiti del bulbo oculare.

L'astigmatismo postoperatorio è un'altra possibile complicanza che può verificarsi dopo la rimozione della cataratta. Quando la lente viene sostituita, la forma della cornea cambia. Per questo motivo, la rifrazione dell'occhio è compromessa e la vista diventa sfocata. L'astigmatismo postoperatorio viene corretto con lenti a contatto che hanno un design torico, occhiali cilindrici o sferocilindrici.
È molto importante distinguere tra i sintomi dell'astigmatismo, che può svilupparsi diversi mesi dopo l'impianto, e la diplopia, che è un effetto collaterale della chirurgia. Con la diplopia, le funzioni dei muscoli dell'occhio vengono interrotte, motivo per cui l'immagine raddoppia. Questa condizione scompare dopo pochi giorni e non richiede trattamento..

Quali complicazioni dopo la sostituzione della lente richiedono un intervento chirurgico??

Sono possibili gravi complicazioni dopo la rimozione della cataratta. Richiedono un nuovo intervento. In caso di fissazione impropria della lente intraoculare, che viene posizionata all'interno della sacca della capsula al posto della lente opacizzata, la lente intraoculare può spostarsi indipendentemente indietro, avanti o lateralmente. In tali situazioni, il paziente lamenta una doppia immagine di oggetti distanti, rapido affaticamento degli organi visivi. Questo tipo di complicanza è considerato piuttosto grave. Il suo pericolo è che in assenza di misure prese, il paziente possa sviluppare glaucoma o distaccare la retina. Il trattamento conservativo in questo caso sarà inutile. La situazione può essere corretta solo con un'operazione ripetuta. Durante questo, il chirurgo oftalmico correggerà la posizione della lente artificiale.

Una delle complicazioni che insorgono dopo la rimozione della cataratta è il distacco della retina regmatogena. Questa è una patologia piuttosto grave che richiede un intervento chirurgico. Il distacco regmatogeno si verifica a causa del fatto che lo strato retinico, quando separato dalla parete del bulbo oculare, perde l'accesso ai nutrienti e inizia a morire. Questa condizione è pericolosa in quanto può portare alla completa perdita della vista. Può essere identificato dalle lamentele del paziente sull'aspetto di un velo davanti agli occhi. Il trattamento viene effettuato utilizzando:

  • coagulazione laser - una procedura medica mediante la quale i chirurghi oftalmici eliminano i cambiamenti distrofici e degenerativi nella retina;
  • vitrectomia - un'operazione chirurgica utilizzata per emorragia vitreale, distacco di retina, trauma all'analizzatore visivo;
  • riempimento extrasclerale - un metodo per trattare patologie della retina schiacciandolo con uno speciale riempimento fissato all'esterno della sclera.

L'endoftalmite è una complicanza rara ma molto pericolosa dopo la rimozione della cataratta oculare. Questo è un grave processo infiammatorio in cui il pus si accumula nel corpo vitreo. Si verifica a causa di un'infezione all'interno dell'occhio durante l'intervento chirurgico, quando i dotti lacrimali vengono infettati. L'endoftalmite si sviluppa spesso nelle persone con un sistema immunitario indebolito e in coloro che hanno sofferto di altre patologie oftalmiche, ad esempio: blefarite, congiuntivite, ecc. Sintomi della malattia:

  • dolore acuto agli occhi;
  • gonfiore alle palpebre;
  • diminuzione significativa della vista;
  • arrossamento della sclera.

Con l'endoftalmite, è richiesto il ricovero di emergenza nel dipartimento di oftalmologia. Se le misure necessarie per trattare la malattia non vengono prese in modo tempestivo, ciò può portare alla perdita di un occhio o allo sviluppo di meningite..

Possono sorgere complicazioni dopo pochi mesi?

Alcuni tipi di complicanze possono "farsi sentire" diversi mesi dopo l'intervento. Il principale è lo sviluppo della cataratta secondaria. Di solito questa condizione si verifica dopo 6 mesi a un anno. In questo caso, la nuvolosità non si forma sulla lente. La capsula, all'interno della quale si trova la lente intraoculare, soffre. I pazienti riferiscono sintomi inerenti alla cataratta. La complicazione è caratterizzata da:

  • contorni sfocati dell'immagine;
  • resa cromatica indebolita degli oggetti;
  • la comparsa di "mosche" davanti agli occhi.

La cataratta secondaria viene trattata con due metodi. Il primo è una capsulotomia chirurgica. Questa operazione rimuove la pellicola intasata della sacca porta capsule. Il secondo metodo consiste nel pulire la parete posteriore della capsula con un laser.
Un altro tipo di complicanza che può verificarsi dopo la sostituzione di una lente che è diventata opaca con la cataratta è l'edema maculare cistico. Il processo infiammatorio si sviluppa nella parte centrale della retina. È causato dalla rottura della capsula del cristallino o da infezioni nell'umore vitreo. Con l'edema maculare cistico, viene colpito il corpo luteo, la parte più importante della retina, in cui sono concentrati i raggi di luce.
Il pericolo di questa condizione sta anche nel fatto che la diagnosi precoce è difficile. I sintomi non sono chiari. Una diagnosi accurata è possibile solo con la tomografia ottica dell'occhio e l'angiografia della retina. L'assunzione di farmaci antinfiammatori svolge un ruolo importante nel trattamento della malattia..

Come evitare complicazioni dopo la sostituzione della lente?

Per evitare complicazioni dopo la rimozione della cataratta, è necessario seguire le raccomandazioni dell'oculista. Ciò accelererà il processo di riabilitazione ed eviterà complicazioni..

  • Non dovresti piegare bruscamente la testa.
  • È meglio dormire sul lato in cui si trova l'occhio sano..
  • Assicurarsi che l'acqua non penetri nell'occhio operato durante le procedure igieniche.
  • Evita di affaticare gli occhi. Leggi meno, guarda la TV, lavora al computer.
  • Prendi vitamine, mangia più frutta e verdura.
  • Abbandona le cattive abitudini, soprattutto il fumo.
  • Non sollevare oggetti pesanti di peso superiore a 10 kg.
  • Smetti di guidare.

Fatte salve le raccomandazioni fornite dal medico dopo la sostituzione della lente, è possibile evitare complicazioni.

Abbagliamento negli occhi dopo la sostituzione della lente

Abbiamo riscontrato che si accede a YouTube sulla tua rete tramite un'applicazione di terze parti non registrata.
L'utilizzo di tali applicazioni può portare a conseguenze negative, inclusa l'installazione di malware, l'accesso non autorizzato ai dati e il rapido consumo della batteria..

Utilizza le app YouTube (Android o iOS) e YouTube Go ufficiali. Le app non verificate dovrebbero essere rimosse dal tuo dispositivo.

Per tornare su YouTube, inserisci il codice di verifica di seguito.

Sfarfallio e visione doppia dopo la sostituzione della lente


Ciao, siamo molto preoccupati che mia madre sia stata operata per rimuovere una cataratta, con una sostituzione della lente (l'operazione è stata eseguita con un laser). Passarono 8 giorni, subito dopo l'operazione, la vista era quasi al 100 percento, niente dava fastidio.

Il giorno successivo, il giorno della scarica, sono comparsi dei lampi di luce, poi sembrava tremolare, questi tremolii sono così fastidiosi, quando si guarda in lontananza si osserva una doppia visione, anche se guardi avanti, sembra che non ci sia nitidezza, quando la mamma distoglie lo sguardo, vede tutto chiaramente. Per favore dimmi a cosa può essere collegato, se può essere corretto. Ieri eravamo in clinica, hanno controllato la vista per il 60 percento, va tutto bene con la retina. Il dottore ha detto che lo sfarfallio scomparirà entro sei mesi, molto probabilmente, siamo molto preoccupati. stiamo aspettando i tuoi consigli. grazie.

Quando la vista viene ripristinata dopo aver sostituito la lente durante l'intervento di cataratta

Una malattia dell'occhio come la cataratta richiede un intervento chirurgico obbligatorio per sostituire la lente alterata. Senza questa operazione, una persona potrebbe perdere parzialmente la vista o addirittura diventare cieca..

Secondo le statistiche, una persona su sei nel mondo soffre di questa malattia. Tuttavia, la medicina moderna consente di ripristinare la vista il prima possibile e di vivere una vita piena dopo aver installato una lente artificiale.

Cos'è la cataratta

La cataratta è una malattia degli occhi che si verifica sullo sfondo della distruzione dei composti proteici che compongono il cristallino, responsabile della chiarezza della vista negli esseri umani. Allo stesso tempo, esternamente un tale disturbo può essere visto ad occhio nudo: la pupilla diventa sbiadita, cambiando il suo colore in un grigio più torbido.

La cataratta è considerata una delle malattie della vista più pericolose, perché può portare alla completa perdita della vista. Di solito, le persone di 80 anni hanno una tendenza a questa malattia..

Negli ultimi anni, la malattia ha iniziato a colpire la popolazione più giovane. Tutto ciò è dovuto a un ambiente sfavorevole, farmaci frequenti, immunità debole. Inoltre, la cataratta può verificarsi sullo sfondo di alcune malattie comuni oa causa di danni fisici agli occhi..

Le persone che hanno già questo disturbo di solito si lamentano con un oftalmologo dell'ottusità del mondo che li circonda, della fotofobia e della torbidità generale dell'immagine focalizzata. Inoltre, i principali sintomi della cataratta includono l'affaticamento degli occhi e un significativo deterioramento della vista, nonché la comparsa di schemi estranei: abbagliamento, striature e macchie.

Operazione come l'unico metodo di trattamento della cataratta

Per far fronte a questa malattia degli occhi al momento è possibile solo attraverso un'operazione. Tutti gli altri metodi di trattamento in questo caso danno solo un effetto temporaneo..

Sul territorio della Federazione Russa, ogni anno circa 500mila persone vengono curate dalla cataratta. In media, un intervento chirurgico per sostituire il cristallino, per questa malattia, dura dai 30 ai 45 minuti.

Durante l'intervento chirurgico, questo organo oftalmico viene sostituito con una lente intraoculare artificiale. Viene posizionato al posto del cristallino rimosso, dopo tre punture uniformi lungo il perimetro della pupilla dell'occhio colpito.

Dopo l'operazione, una persona può tornare a casa in poche ore. In questo caso, di solito, i pazienti non hanno alcun reclamo e l'acuità visiva viene ripristinata quasi a tutto volume..

Quando la vista viene ripristinata dopo un intervento di cataratta

La chiarezza della vista dopo l'intervento di cataratta viene solitamente ripristinata entro una settimana. Allo stesso tempo, dinamiche positive sono ugualmente ben osservate sia nei pazienti anziani che nei giovani..

Le restrizioni nel periodo postoperatorio, a differenza di altri interventi chirurgici, sono minime. Basta solo sforzare meno gli occhi, non strofinarli ed escludere l'uso di alcol. Altrimenti, una persona può vivere una vita piena: andare al lavoro, guardare la TV, leggere e mangiare allo stesso modo di prima dell'operazione. Se l'intervento è stato eseguito in una stagione calda, quando fuori c'è molto sole, consiglio ai pazienti di indossare occhiali speciali che proteggano gli occhi operati dalla luce solare intensa..

Di solito chi ha subito un intervento di cataratta riferisce le seguenti sensazioni. Prima dell'intervento hanno visto il mondo come attraverso un velo, dopodiché l'immagine diventa assolutamente luminosa e chiara e le sensazioni spiacevoli scompaiono.

L'operazione di sostituzione della lente alterata consente, in alcuni casi, di curare pazienti da miopia e astigmatismo. Ad esempio, se una persona ha una cataratta sullo sfondo di queste malattie, l'intervento chirurgico aiuterà a sbarazzarsi di tutti questi disturbi agli occhi contemporaneamente.

Dopo l'operazione, una persona sarà in grado di limitare l'uso degli occhiali e, in alcuni casi, rifiutarli completamente. Pertanto, il paziente riceve una visione chiara con una riproduzione naturale dei colori, identica a quella di una persona sana..

Sostituzione della lente dell'occhio

Il contenuto dell'articolo:

Il deterioramento dell'acuità visiva dovuto all'opacità del cristallino può verificarsi per vari motivi. Questi possono essere cambiamenti legati all'età, malattie o lesioni traumatiche. In tali situazioni, la terapia farmacologica non fornisce dinamiche positive e, pertanto, ricorrono alla chirurgia per sostituire la lente dell'occhio. Inoltre, va notato che la chirurgia sostitutiva della lente è l'unico metodo per ripristinare la vista in caso di cataratta..

L'occhio umano è un sistema ottico unico attraverso il quale un'immagine visibile viene trasmessa al cervello. La lente agisce come una lente ottica e normalmente è trasparente in una persona sana. Il suo annebbiamento riduce l'acuità visiva e la persona inizia a vedere le immagini visualizzate, come in una nebbia. Tale condizione con lo sviluppo della cataratta viene eliminata dal metodo chirurgico per sostituire la lente dell'occhio.

Durante l'operazione, la lente usurata viene rimossa con l'impianto di un impianto artificiale. Successivamente, la funzione di rifrazione della luce, con la trasmissione alla retina, subentra.

Indicazioni e controindicazioni

La sostituzione della lente naturale dell'occhio con una lente artificiale viene eseguita secondo le seguenti indicazioni:

Cataratta

Lo sviluppo della cataratta provoca una diminuzione della trasparenza del cristallino naturale. Un'operazione di sostituzione della lente dell'occhio è prescritta quando i consueti metodi di correzione (occhiali o ottica a contatto) non migliorano l'acuità visiva e la qualità. La tecnica con intervento chirurgico consente di prevenire il deterioramento della vista anche in caso di cataratta troppo matura.

Presbiopia

La presbiopia (ipermetropia legata all'età) si sviluppa spesso a causa di cambiamenti legati all'età, a causa dei quali la lente ottica diventa densa e non può fornire la messa a fuoco necessaria. In questo caso, il paziente inizia ad avere difficoltà nell'esaminare gli oggetti vicini (leggere un libro, prendere appunti). La vista ritorna dopo l'intervento di sostituzione della lente.

Astigmatismo

L'astigmatismo è una patologia in cui la forma della cornea e del cristallino del bulbo oculare viene interrotta. Un paziente con una tale malattia deve strizzare gli occhi in modo che l'immagine diventi chiara. La progressione della patologia è un'indicazione per l'installazione di una lente artificiale.

Miopia

L'effetto positivo dell'operazione si osserva sia nel caso di un alto grado di miopia, sia se si manifesta con un sintomo di anisometropia, quando una persona ha una differenza nella rifrazione dell'occhio destro da sinistra.

Lesioni agli organi visivi

Le lesioni penetranti comportano l'installazione di una lente intraoculare al posto della lente anatomica dell'occhio.

La chirurgia ha una serie di restrizioni, motivo per cui è vietata nei seguenti casi:

  • nella diagnosi di processi infiammatori e infettivi negli organi visivi (congiuntivite, cheratite, blefarite);
  • dimensioni insufficientemente grandi della camera anteriore del bulbo oculare;
  • il distacco e la rottura della retina dopo l'intervento chirurgico possono far progredire la malattia;
  • cambiamenti cicatriziali nello strato corneale del bulbo oculare;
  • glaucoma nella fase di scompenso (attacco acuto);
  • forme avanzate di diabete mellito;
  • ictus o infarto recente;
  • tutti i trimestri di gravidanza e il periodo in cui la donna allatta il bambino.

Va tenuto presente che alcune controindicazioni non sono assolute. Quindi, ad esempio, in caso di processi infiammatori negli organi visivi, mentre si riprendono da essi, è consentito eseguire un'operazione.

Selezione di una lente artificiale

Nella terminologia medica, una lente artificiale è chiamata lente intraoculare. Si differenziano per forma, materiale, capacità di rifrangere la luce, rigidità e presenza di filtri. La corretta selezione del cristallino artificiale dell'occhio può essere effettuata solo da un oftalmologo che abbia studiato il quadro completo della malattia e delle caratteristiche anatomiche del paziente.

Sulla base di questi parametri, le lenti intraoculari sono dei seguenti tipi:

Lenti intraoculari monofocali

La chiarezza della visualizzazione dell'immagine visiva dovuta all'uso di una visione monofocale della lente artificiale consente di migliorare la qualità della visione sia da vicino che da lontano. Il relativo svantaggio di questa lente artificiale è che il paziente dopo l'intervento chirurgico non può fare a meno dell'uso aggiuntivo di occhiali o ottiche a contatto.

Lenti intraoculari multifocali

Con l'aiuto di impianti oculari multifocali, il paziente può tornare alla sua vita abituale e alla sua attività professionale, poiché ritorna la capacità di vedere le immagini e gli oggetti visualizzati a distanze vicine, medie e lontane. La chiara visione è assicurata dalle ridotte dimensioni delle zone ottiche. Inoltre, dopo la terapia operabile eseguita, non è necessario indossare gli occhiali..

Adattamento delle lenti intraoculari

L'adattamento delle lenti intraoculari nel loro principio di azione è simile al cristallino naturale dell'occhio, ma hanno solo una zona ottica e sono simili nelle proprietà ai modelli IOL monofocali. Il paziente potrebbe aver bisogno di occhiali per leggere e mettere a fuoco con questo tipo di lenti..

La principale differenza tra una lente accomodante e una lente monofocale è che la lente può muoversi avanti e indietro grazie al muscolo ciliare, imitando l'azione dell'apparato accomodante umano. Spesso, questo tipo di lente viene utilizzato per le persone che hanno a cuore una buona visione da lontano e media con un elevato contrasto dell'immagine, ma la visione da vicino richiede l'uso di occhiali.

Lenti intraoculari toriche

La visione torica della lente artificiale dell'occhio viene utilizzata con successo nel trattamento di miopia, ipermetropia e astigmatismo.

Lenti intraoculari con filtro giallo

Le lenti IOL con filtro giallo hanno un alto grado di protezione contro gli effetti nocivi della luce ultravioletta, ma se la lente artificiale viene sostituita con questo tipo di lente, la visione crepuscolare può cambiare. Dopo aver sostituito l'obiettivo, la resa cromatica e il contrasto dell'immagine sono notevolmente migliorati, la chiarezza della visione è aumentata e l'abbagliamento è ridotto.

Inoltre, quando si sceglie una lente intraoculare, viene preso in considerazione il produttore. Ciò influisce in modo significativo sul prezzo e sulla qualità del prodotto. I più apprezzati sono gli obiettivi delle aziende americane (Acrisof, Alcon), inglesi (Rainer), tedesche (Human Optics e Carl Zeiss).

Preparazione per la chirurgia

I preparativi per la sostituzione della lente artificiale dell'occhio sono pianificati in anticipo dall'oculista e spesso devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  • tutte le misure diagnostiche vengono eseguite come prescritto dall'oculista;
  • l'oftalmologo viene avvisato della presenza di patologie concomitanti;
  • al paziente deve essere detto quali forme di dosaggio sta assumendo per eliminare i sintomi di malattie concomitanti;
  • l'assunzione di cibo è esclusa 8 ore prima dell'intervento chirurgico;
  • di notte è consentito assumere sedativi (motherwort o tintura di valeriana);
  • in alcuni casi, prima dell'operazione viene prescritto un ciclo di gocce antibatteriche.

Chirurgia sostitutiva della lente

Durante la terapia operabile, si osserva il seguente algoritmo di azioni:

  • Il paziente viene posto a faccia in su sul tavolo operatorio e vengono somministrati farmaci anestetici locali.
  • Dopo aver praticato diverse punture, la camera oculare anteriore viene aperta. L'utilizzo di un aspiratore (aspirazione) consente di rimuovere il contenuto della lente.
  • Un tubo viene inserito nella cavità risultante, nel lume di cui si trova la protesi piegata. Si raddrizza direttamente nella cella.
  • Dopo la manipolazione, vengono applicati punti e l'occhio viene lavato.

Tipi di terapia operabile con l'introduzione di una lente intraoculare:

  • Tecnica di estrazione extracapsulare. Durante l'operazione, la lente interessata viene rimossa attraverso l'incisione, ma rimane la sua capsula posteriore.
  • Estrazione intracapsulare. L'intervento chirurgico prevede l'esecuzione di un'ampia incisione, dopodiché vengono rimosse la lente consumata e la sua capsula. Devi sapere che queste due tecniche sono traumatiche e comportano molte complicazioni. Pertanto, vengono prodotti quando l'opacità della lente è significativa..
  • Utilizzo di un dispositivo ad ultrasuoni durante l'operazione utilizzando il metodo della Ficoemulsificazione. Tecnica moderna con dissezione minima della camera oftalmica anteriore. Dopo aver inserito la punta del dispositivo, il tessuto della lente viene schiacciato dalle vibrazioni ultrasoniche, seguite dalla loro estrazione. La ferita guarisce entro 2-4 ore senza utilizzare materiale di sutura.
  • L'uso di un laser (diversamente facoemulsificazione laser). Il principale punto positivo nell'uso di un raggio laser è la possibilità di schiacciare la cataratta, con un nucleo denso. In questo caso, il metodo ad ultrasuoni non porta a un effetto positivo. Inoltre l'operazione è sicura e ha un breve periodo di riabilitazione..

Collirio dopo la sostituzione della lente

Al fine di prevenire lo sviluppo di infiammazioni negli organi ottici dopo l'impianto di un impianto oftalmico artificiale e per accelerare il processo di riabilitazione, viene eseguita la nomina di instillazione di colliri.

Sono inoltre utilizzati per i seguenti scopi:

  • come profilassi contro la secchezza della mucosa dell'occhio;
  • prevenire lo sviluppo di patologie che si verificano sullo sfondo del processo infiammatorio;
  • in modo da non provocare situazioni con un aumento della pressione oculare;
  • per alleviare l'aumento dello stress sugli organi visivi.

A tale scopo vengono prescritti i seguenti tipi di colliri:

Vitabact

Ha un marcato effetto antimicrobico ed è particolarmente efficace contro la microflora coccalica, fungina e virale. Non ha controindicazioni, tranne se uno dei componenti del farmaco è un allergene per l'uomo.

Diklo-F

Elimina le conseguenze post-traumatiche che si verificano nel periodo postoperatorio. Ha un effetto analgesico pronunciato e non consente la costrizione della pupilla.

Naklof

Aiuta ad eliminare il dolore dopo l'intervento chirurgico. Serve come agente profilattico contro i processi infiammatori emergenti a seguito di danni alle strutture del bulbo oculare.

Indocollir

L'effetto antinfiammatorio viene effettuato a causa dell'effetto sulla sintesi delle prostaglandine (causano il processo di infiammazione). Ma ha un ampio elenco di restrizioni sull'uso (asma bronchiale, rinite in una forma acuta di patologia con alterata coagulazione del sangue).

Maxitrol

Allevia i sintomi dell'infiammazione, ha un effetto antimicrobico e antistaminico. Nel periodo successivo all'intervento, non è solo un agente profilattico contro lo sviluppo di agenti patogeni infettivi, ma allevia anche il gonfiore dei tessuti.

Tobradex

Il vantaggio principale di Tobradex è la sua capacità di ridurre la permeabilità delle pareti dei vasi, che riduce la probabilità di sviluppo di edema e vi è un rapido adattamento all'impianto.

Periodo di riabilitazione

Al fine di prevenire lo sviluppo di possibili complicanze nel primo mese dopo la terapia operabile, diventa necessario rispettare le seguenti regole e raccomandazioni:

  • Se necessario (in base alle indicazioni mediche) indossare una benda sterile;
  • Applicare soluzioni antisettiche prescritte da un oftalmologo;
  • Effettuare cure igieniche lavando quotidianamente gli occhi con acqua sterile o bollita (utilizzando un batuffolo di cotone);
  • Un tabù completo è imposto sull'uso di bevande alcoliche;
  • Non è consigliabile guidare un'auto;
  • Il sonno notturno deve essere controllato, evitando la posizione sul lato dal lato in cui è stata eseguita l'operazione;
  • Limitare il sollevamento di pesi superiori a 3 kg;
  • Evitare inclinazioni durante tutto il periodo di riabilitazione;
  • Limitare il carico visivo al massimo (leggere libri, lavorare al monitor di un computer, guardare la TV);
  • Abbandonare temporaneamente le attività sportive e non consentire le visite ai bagni, alla piscina o alla sauna;
  • È consentito lavare i capelli dopo pochi giorni..

Possibili conseguenze dopo la sostituzione della lente

Complicazioni e reazioni negative possono verificarsi sia a causa del mancato rispetto delle raccomandazioni, sia in caso di errore medico.

Molto spesso si verificano sotto forma delle seguenti manifestazioni:

  • Edema corneale. Va via da solo e non è un sintomo pericoloso.
  • Sviluppo di cataratta secondaria. Il processo patologico diventa possibile quando le lenti vengono selezionate dal polimetilmetacrilato. Questo materiale provoca la formazione di depositi, a seguito dei quali l'impianto incorporato diventa torbido. Per eliminare questo problema, ricorrere all'uso di un laser.
  • Distacco della retina. Si verifica come conseguenza di un trauma.
  • Penetrazione e crescita di agenti patogeni infettivi. La sterilizzazione degli strumenti e la nomina di farmaci con azione antibatterica possono ridurre al minimo la probabilità di questa complicanza.
  • Un brusco aumento della pressione all'interno dell'occhio. Il pericolo è che se questo problema viene lasciato incustodito, il rischio di sviluppare il glaucoma aumenta in modo significativo. In questo caso, sarà rilevante l'instillazione con l'aiuto di Azopt o Betoptic..

Sostituendo la lente dell'occhio, questa è una svolta incondizionata nella medicina, poiché dopo l'operazione, una persona restituisce l'opportunità di vedere il mondo che lo circonda senza difetti e distorsioni.

Le ultime tecnologie consentono interventi chirurgici con danni minimi ai tessuti molli, riducendo notevolmente la durata del periodo di riabilitazione.