Misurazione della lunghezza degli occhi

L'ecografia e la biometria ottica dell'occhio sono una procedura comune in oftalmologia, che consente di calcolare le caratteristiche anatomiche dell'occhio senza intervento chirurgico. La procedura viene utilizzata per diagnosticare una serie di malattie dalla miopia comune (miopia) alla cataratta e alla diagnostica postoperatoria e spesso aiuta a salvare la vista.

A seconda del tipo di onde misurate, la biometria si divide in ultrasuoni e ottici.

  • 1 A cosa serve la biometria??
  • 2 Tipi di biometria e sua implementazione
    • 2.1 Diagnostica ecografica
    • 2.2 Tecnologia ottica
  • 3 Spiegazione degli indicatori

A cosa serve la biometria??

Innanzitutto è in grado di calcolare la potenza della lente intraoculare durante l'intervento di cataratta, immediatamente prima dell'impianto. Ad eccezione dei casi di cataratta, l'esame oculistico biometrico viene utilizzato per i seguenti casi:

  • Selezione di lenti a contatto individuali.
  • Controllo della miopia progressiva.
  • Diagnostica:
    • cheratocono (assottigliamento e deformazione della cornea);
    • cheratectasia postoperatoria;
    • cornea dopo il trapianto.

Poiché la miopia progredisce particolarmente rapidamente nei bambini, indipendentemente dai mezzi di correzione, un esame biometrico dell'occhio consente di determinare nel tempo eventuali deviazioni dalla norma e modificare il trattamento. Le indicazioni per la biometria sono:

La procedura è prescritta per i pazienti che manifestano patologie come l'opacità corneale.

  • rapido deterioramento della vista;
  • opacità e deformazione della cornea;
  • visione doppia, distorsione dell'immagine;
  • pesantezza quando si chiudono le palpebre;
  • mal di testa e affaticamento degli occhi.
Torna al sommario

Tipi di biometria e sua implementazione

Diagnostica ecografica

Per calcolare i parametri anatomici mediante ultrasuoni, è necessario il contatto diretto della sonda con la pelle delle palpebre. In questo caso, il paziente deve rimanere fermo in modo che le onde passino correttamente e l'immagine sia chiara. Il gel viene applicato sulle palpebre per migliorare la conduttività. La biometria a ultrasuoni è un metodo diagnostico più antico. Il vantaggio della tecnologia è la mobilità dell'attrezzatura, che è particolarmente importante per i pazienti che non sono in grado di muoversi..

Tecnologia ottica

La tecnica è significativamente diversa, poiché utilizza il principio dell'interferometria, ovvero la misurazione viene eseguita utilizzando fasci separati di radiazione elettromagnetica. Non richiede il contatto con l'occhio del paziente; inoltre, è considerato un metodo diagnostico più accurato degli ultrasuoni. Alcuni dispositivi utilizzano raggi laser a infrarossi con una lunghezza d'onda di 780 nm. La stratificazione della radiazione tra la luce riflessa nel film lacrimale e l'epitelio pigmentato sulla retina viene catturata da uno scanner sensibile.

Il metodo biometrico ottico non richiede sforzi o cure extra da parte del medico. Dopo aver allineato l'attrezzatura con l'occhio, vengono eseguite automaticamente ulteriori misurazioni.

Il metodo ottico è considerato più progressivo e più semplice della biometria ad ultrasuoni, a causa dell'esclusione del fattore umano. La tecnica è più comoda, poiché il paziente non tollera l'inconveniente del contatto visivo con l'apparato. Alcuni dispositivi combinano la biometria ecografica con la biometria ottica per ottenere misurazioni più accurate indipendentemente dalla diagnosi.

Indicatori di decodifica

Dopo la scansione, il medico riceve i seguenti dati:

  • la lunghezza dell'occhio e l'asse antero-posteriore;
  • raggio di curvatura della superficie anteriore della cornea (cheratometria);
  • profondità della camera anteriore;
  • diametro corneale;
  • calcolo della potenza ottica di una lente intraoculare (IOL);
  • spessore della cornea (pachimetria), cristallino e retina;
  • distanza tra gli arti;
  • cambiamenti nell'asse ottico;
  • dimensione della pupilla (pupometria).

Le misurazioni dello spessore della cornea e del raggio della sua curvatura sono particolarmente importanti, poiché consentono di diagnosticare cheratocono e cheratoglobus - cambiamenti nella cornea, a causa dei quali diventa conico o sferico. La biometria consente di calcolare quanto differisce lo spessore in queste malattie dal centro alla periferia e di prescrivere la corretta correzione.

ParametriNorma
Diametro10 ± 0,56 mm
SpessoreAl centro0,52-0,6 mm
Alla periferia1-1,2 mm
Rifrazione1,37 (40 diottrie)
Raggio di curvatura7,8 mm
La procedura fornisce indicatori accurati dello stato degli organi visivi e aiuta a identificare patologie, ad esempio, come la miopia.

In una persona sana, lo spessore della cornea dovrebbe variare da 410 a 625 micron, mentre la parte inferiore è più spessa della parte superiore. I cambiamenti di spessore possono indicare una malattia endoteliale corneale o altre anomalie genetiche dell'occhio. Di solito, la profondità della camera anteriore con cheratoglobus aumenta di diversi millimetri, ma la decodifica dei dati da dispositivi moderni fornisce una precisione fino a 2 micrometri. Con la miopia, la biometria diagnostica l'allungamento dell'asse sagittale di vari gradi.

Fino a poco tempo, uno svantaggio significativo della biometria ottica era che non era in grado di diagnosticare i pazienti con un ambiente oculare nuvoloso. Pertanto, per i pazienti con leucemia o forme gravi di cataratta, in precedenza era stata prescritta solo la diagnostica ecografica. Ma alcuni dispositivi moderni sono anche dotati di una sonda ad ultrasuoni o di un diodo superluminescente, che aiuta a lavorare anche con casi così difficili. Le moderne tecnologie consentono di esaminare la cataratta densa o opaca senza violare l'integrità dell'occhio.

Cos'è la biometria oculare: tipi, condotta, decodifica

L'occhio umano è un organo complesso. La biometria oculare è un metodo diagnostico in oftalmologia. L'occhio viene esaminato utilizzando strumenti altamente sensibili.

Spesso l'esame aiuta a preservare la vista, identificare e curare le malattie. Con l'aiuto di una scansione, il medico può rilevare anche piccole deviazioni dalla norma.

Ciò che viene chiamato biometria oculare

La biometria è un metodo diagnostico che consente di studiare la struttura dell'occhio, per identificare possibili malattie. Cosa viene valutato durante il sondaggio:

  • spessore della cornea, retina;
  • distanza tra gli arti;
  • raggio di curvatura della cornea;
  • dimensione della pupilla;
  • lo stato della lente;
  • profondità della camera anteriore;
  • la lunghezza dell'asse antero-posteriore;
  • IOL (viene calcolata la potenza ottica della lente intraoculare);
  • struttura dell'iride.

La scansione consente di monitorare l'andamento del recupero dopo l'intervento chirurgico, aiuta a determinare la rifrazione della cornea. Le misurazioni della cornea, la sua curvatura, sono molto importanti, aiutano a rilevare il cheratoglobo e il cheratocono. La scansione aiuta a selezionare la correzione corretta.

Il metodo sostituisce diversi studi diagnostici contemporaneamente, tra cui pupillo, cherato e pachimetria. La biometria non irrita gli occhi, non causa fastidio o dolore. Può essere eseguito da chiunque, indipendentemente dall'età.

Tipi di biometria

La diagnostica è divisa in due tipi, a seconda delle onde con cui viene eseguita la misurazione. L'esame ecografico prevede l'uso di un dispositivo speciale e il contatto del sensore con le palpebre. Per ottenere un'immagine chiara, il paziente non deve muoversi. Il vantaggio del metodo è la mobilità dell'attrezzatura, che è importante per i pazienti immobilizzati..

Una biopsia ecografica viene eseguita utilizzando onde ultrasoniche. Questa diagnosi appartiene ai vecchi metodi. Più moderno: ottico. In questo caso, viene utilizzato il principio dell'interferometria, quando la misurazione viene eseguita da fasci separati di radiazione elettromagnetica.

Questo non richiede il contatto visivo. I vantaggi del metodo sono l'elevata precisione dei dati ottenuti. Alcuni dispositivi utilizzano raggi laser a infrarossi da 780 nm. La diagnostica ottica è più comoda, ma per dati più accurati può essere combinata con gli ultrasuoni.

Biometria oculare: indicazioni per

Lo studio viene necessariamente effettuato prima dell'intervento chirurgico, delle operazioni laser, dell'impianto. Per i bambini prematuri, lo studio viene effettuato a 6 mesi e 1 anno. Fino a 5 anni - con deterioramento della vista, lesioni congenite, comparsa di lacrime opache, sospetto di patologia oftalmica. Le indicazioni per l'esame sono:

  • controllo dello sviluppo della miopia;
  • malattie oftalmiche (cataratta, glaucoma, ecc.);
  • cheratocono (deformazione, assottigliamento della cornea);
  • selezione di lenti a contatto;
  • cheratectasia postoperatoria;
  • esame della cornea dopo il trapianto;
  • rapido affaticamento degli occhi;
  • rapido deterioramento della vista;
  • pesantezza delle palpebre quando si battono le palpebre;
  • frequenti mal di testa che si irradiano negli occhi;
  • deformazione o annebbiamento della cornea;
  • immagine storta e raddoppiata;
  • sospetto di distacco di retina;
  • miopia progressiva;
  • diagnostica delle malattie oncologiche.

La biometria oculare viene eseguita come profilassi per le malattie degli occhi. Il metodo è necessariamente utilizzato in caso di diabete mellito, degenerazione maculare senile, ingestione di corpi estranei.

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni per lo studio, ad eccezione dell'infiammazione purulenta nell'area investigata. A causa della sicurezza del metodo, la procedura può essere eseguita immediatamente dopo la nascita, per le donne anziane, in gravidanza e in allattamento..

La scansione ottica non viene eseguita se è presente torbidità. Quindi lo studio viene eseguito solo con l'aiuto degli ultrasuoni.

Preparazione e conduzione di ricerche

Non è richiesta una preparazione speciale (dieta, pulizia del corpo). Prima dell'esame, non devi bere alcolici, truccarti, fumare o assumere droghe. Il giorno della diagnosi, le lenti a contatto non vengono indossate. La procedura può essere eseguita in due modi.

Se vengono utilizzati gli ultrasuoni, la persona si siede o si sdraia. Un gel speciale viene applicato sulle palpebre per migliorare la conduttività delle onde. Quindi il medico inizia a spostare il sensore sul gel. Durante l'esame, è necessario osservare l'immobilità in modo che l'immagine sia chiara. La procedura non richiede più di 15 minuti.

Con la biometria ottica, il sensore non ha bisogno di toccare la pelle. Questo è un metodo diagnostico automatizzato. Il paziente si siede su una sedia, premuto contro un supporto speciale con il mento e la fronte. Non puoi muoverti allo stesso tempo.

Il medico dirige il dispositivo (a distanza) su un occhio, poi sull'altro. La chiarezza dell'immagine viene automaticamente adattata. Il medico potrebbe chiederti di guardare in alto, in basso, a sinistra oa destra. Il rischio di ricevere informazioni errate è zero. La procedura non richiede più di 10-15 minuti.

Biometria oculare: interpretazione dei risultati

Normalmente, lo spessore della cornea varia da 410 a 625 micron, dall'alto è più sottile. In una persona sana, il raggio di curvatura è di 7,8 mm, la rifrazione è di 40 diottrie (1,37). Lo spessore della cornea al centro è 0,52-0,6 mm, alla periferia - 1-1,2 mm, il diametro è 10 (+/-) 0,56 mm. Normalmente, la lunghezza dell'asse è di 23 mm, se diminuisce a 19 mm, questo indica ipermetropia.

Se lo spessore della cornea viene modificato, ciò potrebbe indicare patologia endoteliale o cambiamenti genetici. La profondità della camera anteriore di solito aumenta leggermente, ma i dispositivi moderni mostrano cambiamenti fino a 2 micrometri. La miopia è indicata dall'allungamento dell'asse sagittale.

La biometria ottica è quella più comunemente usata. Alcuni dispositivi moderni sono dotati di un diodo superluminescente e di una sonda ad ultrasuoni, che consente la diagnostica anche con torbidità.

Questo non è possibile con apparecchi meno recenti. Tuttavia, non tutte le cliniche hanno dispositivi moderni costosi. Pertanto, la biometria ottica convenzionale viene eseguita. Integrato con ultrasuoni se necessario.

Biometria oculare senza contatto

La biometria oculare senza contatto come una delle procedure per un esame diagnostico esteso viene mostrata, prima di tutto, ai pazienti delle cliniche oftalmologiche come preparazione per le operazioni di correzione della visione laser. Nella clinica "VTMG" per una procedura di biometria senza contatto riceverai informazioni affidabili sullo stato e sulla vitalità del tuo organo ottico. Per l'esame viene utilizzato un biometro ottico, un dispositivo che misura i principali parametri generali dei supporti visivi e delle conchiglie senza alcun contatto con l'occhio.

La biometria ottica senza contatto svolge le seguenti funzioni:

  • registra le dimensioni dell'asse dell'occhio e la profondità della camera anteriore del bulbo oculare,
  • conduce la cheratometria - studiando i parametri della cornea,
  • calcola lo spessore della lente per determinare la potenza ottica richiesta della lente intraoculare prima dell'impianto (IOL).

In termini di accuratezza, la biometria senza contatto è superiore agli ultrasuoni e uno dei motivi è il gran numero di ricerche scientifiche e sviluppi tecnici in questo settore. I più comuni in Russia sono il biometro tedesco Zeiss Meditec IOL Master e l'apparato Lenstar della società svizzera Haag-Streit..

Nel calcolo della IOL, le moderne apparecchiature sono in grado di tenere conto delle caratteristiche individuali dell'anatomia dell'occhio del paziente. La procedura diagnostica non richiede assolutamente misure e restrizioni preliminari, non provoca sensazioni spiacevoli, come nel caso dell'uso di metodi invasivi. La scansione viene eseguita in pochi secondi ed è adatta per esaminare pazienti di qualsiasi categoria e con qualsiasi malattia. L'unico inconveniente è che la trasparenza dei supporti ottici è necessaria per una ricerca affidabile. Pertanto, in presenza di torbidità dei tessuti biologici, è preferibile ricorrere all'ecografia dell'occhio.

Dopo aver superato la biometria oculare senza contatto, puoi essere certo che la correzione della vista sarà il più efficace possibile.

Come viene eseguita un'ecografia oculare e cosa mostra?

In oftalmologia, un'ampia gamma di patologie oculari viene rilevata mediante ultrasuoni. Questo metodo moderno è informativo e sicuro, e talvolta persino insostituibile. Nel processo di diagnosi delle malattie degli occhi e nella ricerca di anomalie nella struttura dell'organo (nel caso in cui gli ambienti oculari siano torbidi), l'ecografia dell'occhio è la base per fare una diagnosi.

Quando nominare?

Un oculista può inviare un paziente per un esame ecografico degli occhi, sospettando che abbia alcune patologie degli organi visivi.

Di solito l'ecografia è indicata nei seguenti casi:

  1. Con il glaucoma. Il glaucoma provoca una graduale atrofia del nervo ottico e un'elevata pressione intraoculare. L'ecografia consente di monitorare il decorso della malattia e aiuta a valutare le condizioni degli occhi prima dell'intervento chirurgico.
  2. Con la cataratta. Questa malattia provoca una diminuzione delle funzioni dell'immunità locale. Di conseguenza, sotto l'influenza della luce, iniziano a verificarsi reazioni nell'obiettivo, facendolo diventare torbido. La funzione degli ultrasuoni in questo caso è quella di tracciare l'inizio della torbidità.
  3. Con astigmatismo, miopia e ipermetropia, viene eseguito un esame ecografico ogni sei mesi.
  4. Con la distrofia e il distacco della retina, l'ecografia è una parte importante della diagnosi tempestiva e aiuterà il medico a regolare il trattamento prescritto.
  5. Con i tumori intraoculari, gli ultrasuoni aiuteranno a identificare l'insorgenza della patologia nel tempo.
  6. Con una forte diminuzione dell'acuità visiva - con l'aiuto degli ultrasuoni, l'oftalmologo troverà la causa della malattia.
  7. Nel periodo postoperatorio - mediante ultrasuoni, vengono monitorate la posizione della lente e le condizioni del fondo.
  8. Se sospetti che un corpo estraneo sia entrato nell'occhio. Il metodo consente di misurare i parametri di un oggetto e valutarne la posizione esatta, nonché l'interazione con i tessuti circostanti, in particolare la capacità di magnetizzarsi e di muoversi.
  9. Se necessario, valutare la dimensione dell'orbita (orbita) o impostare i parametri dei diversi supporti ottici dell'occhio.
  10. Con esoftalmo, che può essere associato a cambiamenti nella struttura e nello spessore del tessuto adiposo dietro il bulbo oculare.
  11. In caso di alterazioni negative, aderenze ed effusioni all'interno del corpo vitreo, l'ecografia consente di valutare il volume delle alterazioni patologiche e di scegliere il trattamento ottimale.

Queste malattie possono influenzare le condizioni del fondo e della retina..

Il video presentato darà un'idea di quando viene prescritta un'ecografia dell'occhio e cosa può mostrare lo studio.

Funzionalità diagnostiche

In alcuni tipi di malattie, l'oftalmologo ha bisogno di dati sul lavoro dei vasi sanguigni e quindi è più opportuno condurre un'ecografia del fondo con un Doppler. Le peculiarità di questo metodo sono l'individuazione della malattia e il controllo del suo decorso. Ad esempio, quando:

  • spasmo dell'arteria retinica centrale o sua ostruzione;
  • neuroopticopatia;
  • trombosi delle vene oculari o del seno cavernoso;
  • restringimento dell'arteria carotide.

Com'è fatto? Un'ecografia oculare può essere eseguita utilizzando una delle due tecniche:

  1. Tecnica di contatto: all'inizio della procedura, il medico offre al paziente gocce con anestetico. Successivamente, utilizzando un sensore speciale, li guida lungo la superficie dell'occhio.
  2. Tecnica senza contatto: il gel viene applicato sulle palpebre, dopodiché il medico chiede di eseguire movimenti circolari con gli occhi chiusi, analizzando il numero e la luminosità dei punti sul monitor.

Tipi di studio

  • Modalità unidimensionale (Modalità A) - è usata raramente come tipo di ricerca indipendente. Se è selezionato, il medico vede solo un grafico con la distanza dalla struttura desiderata in ascissa e la potenza del segnale in ordinata. Questa modalità è comoda per effettuare misurazioni ed è indispensabile per farsi un'idea dello stato dei tessuti oculari.
  • Modalità bidimensionale (modalità B): al posto della linea del grafico in questa versione, l'ampiezza del segnale viene visualizzata come punti con luminosità diversa. Questo tipo di ultrasuoni è utilizzato al meglio per studiare la struttura interna dell'occhio..
  • Modalità combinata (A + B) - concentra in sé tutti i punti di forza di entrambi i tipi di ultrasuoni.
  • Eco-oftalmografia tridimensionale - consente di ottenere un'immagine tridimensionale, in cui verrà presentata in formato 3D l'immagine del sistema vascolare dell'occhio e dei suoi ambienti.
  • Scansione a colori (duplex): scegliendo questa modalità, il medico analizza un'immagine bidimensionale degli occhi, misurando contemporaneamente la velocità e annotando la natura del flusso sanguigno in vasi di diverse dimensioni.

Come preparare?

L'ecografia è una procedura comoda e sicura. Un altro vantaggio di questo metodo è la sua semplicità: un esame ecografico degli occhi non richiede preparazione: test aggiuntivi e aderenza a diete speciali. L'unico requisito per le pazienti di sesso femminile sono ciglia e palpebre senza trucco, poiché durante la procedura verrà applicato un gel conduttivo.

Esame degli occhi di un bambino

Succede che un esame con lampada a fessura non sia sufficiente per un oftalmologo pediatrico e quindi consiglia un'ecografia degli occhi.

L'ecografia si basa sul principio dell'ecolocalizzazione, ovvero l'immagine di un oggetto sul monitor appare grazie alle onde che vengono riflesse da esso. Il trasmettitore della macchina ad ultrasuoni genera onde ad alta frequenza, che vengono riflesse dalle strutture studiate dell'occhio, trasmettendo l'immagine allo schermo. Le indicazioni per gli ultrasuoni nei bambini sono le stesse degli adulti.

Decodifica

Il diagnostico decifra il risultato dello studio, confrontando le informazioni ricevute con gli standard disponibili.

Tabella 1. Indicatori di biometria oculare normale.

Struttura degli occhiIndicatori normali
VitreoVolume - 4 ml, trasparenza, lunghezza dell'asse antero-posteriore - 16,5 mm
LensInvisibile, potere di rifrazione 52,6 - 64,2 D, la capsula posteriore deve essere visibile
Asse del bulbo oculareDa 22,4 a 27,3 mm
Gusci interniDa 0,7 a 1 mm
Nervo ottico2-2,5 mm

Controindicazioni

L'ecografia degli occhi viene eseguita anche per i neonati, quindi è un metodo sicuro e prezioso dal punto di vista del contenuto informativo. Le difficoltà con la procedura possono sorgere solo in caso di un numero di lesioni agli occhi (sanguinamento e lesioni alle palpebre aperte), che rendono l'esame poco informativo.

Prezzo e dove fare?

Un'ecografia dei bulbi oculari è una procedura diagnostica popolare, che può essere eseguita in qualsiasi centro oftalmologico o clinica. Il costo dell'esame ecografico dipende dalle qualifiche dello specialista, dal livello dell'istituzione e dalla quantità di diagnostica. Di solito varia da 1000 a 1200 rubli.

Prima di iscriverti a un'ecografia, dovresti considerare attentamente la scelta di un'organizzazione medica e anche trovare un diagnostico competente, le cui qualifiche determineranno la qualità della procedura.

Nota: il costo della procedura a Mosca, St.Pb. e le regioni possono, ovviamente, differire in modo significativo.

Conclusione

I pazienti che sono stati sottoposti ad un esame ecografico dei bulbi oculari hanno valutato il metodo come indolore, veloce e informativo. Agli aspetti positivi dello studio sono stati attribuiti anche l'assenza di una preparazione complessa e la facilità di fissare un appuntamento con un diagnostico. L'ecografia in oftalmologia oggi non ha alternative valide e come metodo diagnostico è molto prezioso.

Biometria oculare a ultrasuoni

La procedura diagnostica utilizzata dagli oftalmologi per ottenere dati accurati e affidabili sui parametri dell'organo della vista è chiamata biometria ecografica. Questo studio è considerato più accurato della diagnostica ecografica classica, quindi è obbligatorio prima della correzione della visione laser.

Caratteristiche e tipi di biometria oculare

Con l'aiuto della biometria oculare, puoi misurare la sua lunghezza e profondità della camera anteriore, scoprire i parametri della lente e lo spessore della cornea. L'esame viene effettuato con dispositivi ottici e ad ultrasuoni. I risultati della procedura sono necessari affinché il medico possa fare una diagnosi accurata, monitorare le condizioni della cornea. Con l'aiuto della biometria, lo specialista può selezionare le lenti a contatto più adatte al paziente. Inoltre, durante la manipolazione, il medico può diagnosticare il glaucoma (aumento della pressione intraoculare).

La biometria dell'occhio consente l'identificazione personale, poiché l'iride dell'occhio è unica per ogni persona. La procedura è usata abbastanza spesso, è precisa e veloce. All'estero, utilizzando la manipolazione, registrano i dati ricevuti in un unico database, che consente loro di essere visualizzati e analizzati in futuro. Inoltre, in alcuni paesi, la biometria oculare viene eseguita per rilasciare un passaporto biometrico.

  • Caratteristiche e tipi di biometria oculare
  • Indicazioni e controindicazioni per la procedura
  • Norme generalmente accettate durante la ricerca
  • Biometria oculare a ultrasuoni

Esistono 2 tipi di biometria: ultrasuoni e ottica. Gli oftalmologi usano più spesso il primo tipo. Con il suo aiuto, i parametri dell'organo della vista vengono registrati e quindi analizzati da uno specialista. A seguito della diagnostica è possibile calcolare la potenza ottica di una lente intraoculare, valutare oggettivamente l'andamento della miopia, tracciare l'efficacia della terapia mirata a stabilizzare la miopia (miopia).

La ricerca ottica da parte dei medici è considerata più moderna e progressiva. Appartiene ai metodi diagnostici senza contatto in oftalmologia. Come risultato della biometria ottica dell'occhio, è possibile misurare gli assi posteriore e anteriore dell'organo visivo, la profondità della camera anteriore, condurre la cheratometria (valutazione della curvatura della superficie della cornea).

La procedura ottica aiuta il paziente a selezionare le lenti intraoculari, tenendo conto dei parametri individuali dell'organo. La condizione principale per una manipolazione di successo è la trasparenza del supporto ottico..

Indicazioni e controindicazioni per la procedura

Un oftalmologo prescrive la biometria degli organi a ultrasuoni dopo aver esaminato il paziente e ricevuto i risultati del test. La manipolazione viene eseguita per diagnosticare le malattie e stabilire le dinamiche di progressione della malattia. È inoltre necessario condurre ricerche per verificare il trattamento della miopia e di altre malattie degli organi..

Altre indicazioni per la procedura includono: glaucoma, cataratta (annebbiamento completo o parziale del cristallino), sospetto di neoplasie benigne e maligne, alterazioni patologiche nell'organo della vista, traumi meccanici agli occhi, ridotta trasparenza del supporto ottico, processi infiammatori non forti negli occhi.

Le controindicazioni includono:

  • grave infiammazione dell'organo;
  • malattie purulente dell'area investigata;
  • malattie delle lenti.

Se il paziente non si sente bene prima dell'esame, deve informarne il medico curante. Il medico prenderà tutte le misure necessarie per proteggere il paziente dal verificarsi di reazioni avverse e complicazioni.

Norme generalmente accettate durante la ricerca

Il normale risultato diagnostico per uomini e donne adulti è considerato una lunghezza dell'asse oculare di circa 22-24 millimetri. I bambini di età inferiore a 4 anni dovrebbero avere una lunghezza dell'asse oculare da 20 a 22 millimetri. Dai 4 ai 18 anni nelle persone, questo parametro dovrebbe variare da 22 a 24 millimetri.

Se, come risultato della procedura, la lunghezza dell'asse dell'occhio da 18 a 22 millimetri si trova in una donna o in un uomo, ciò indica ipermetropia, con 24 millimetri o più - sulla miopia. I valori normali dell'esame ecografico dell'occhio delle persone differiscono e sono individuali, quindi solo un medico qualificato può fare una diagnosi accurata..

Biometria oculare a ultrasuoni

La procedura viene eseguita con un dispositivo speciale chiamato biometro. Non è necessario prepararsi ulteriormente per la manipolazione, è assolutamente indolore e il paziente non avverte alcun disagio. La durata dello studio varia dai 15 ai 30 minuti.

Il paziente dovrebbe sdraiarsi con la schiena sul divano. Uno spesso strato di gel idrosolubile viene applicato sulla pelle vicino alle palpebre, che viene utilizzato per quasi tutti gli esami ecografici. Il gel migliora la conduttività della radiazione ultrasonica e impedirà la penetrazione dell'ossigeno tra l'epidermide e il sensore.

L'oftalmologo o lo specialista in ecografia fissa il sensore con la mano sull'occhio da esaminare. Il paziente deve essere immobile durante la diagnosi, perché qualsiasi movimento del corpo impedirà la penetrazione delle onde ultrasoniche. Durante la procedura, il medico può chiedere al paziente di trattenere il respiro per 3-5 secondi per ottenere un'immagine più chiara..

Le onde vengono riflesse e convertite in impulsi elettrici. Questi impulsi vengono elaborati dallo scanner e convertiti in un'immagine digitale. Durante la procedura, la persona non avverte dolore. L'unico inconveniente della manipolazione è che il paziente deve essere immobile. Occasionalmente, il personale medico terrà la testa di una persona durante un esame.

  • Perché non puoi metterti a dieta da solo
  • 21 consigli su come non acquistare un prodotto stantio
  • Come conservare frutta e verdura fresca: semplici accorgimenti
  • Come battere la voglia di zucchero: 7 cibi inaspettati
  • Gli scienziati dicono che la giovinezza può essere prolungata

Alla fine della diagnosi, lo specialista rimuove il gel dalle palpebre con un tovagliolo o un batuffolo di cotone. Quindi lo specialista va a decriptare i risultati della biometria ecografica (la decodifica richiede da 10 a 15 minuti).

Il vantaggio principale della manipolazione è la disponibilità di dispositivi portatili per condurre esami ecografici. Pertanto, puoi persino esaminare una persona a casa se è paralizzata o ha problemi con la funzione muscolo-scheletrica. Altri vantaggi della procedura sono: costo accessibile, sicurezza e indolore della biometria oculare. Inoltre, questa manipolazione viene eseguita per le donne durante la gravidanza e durante l'allattamento a causa della sicurezza e delle radiazioni minime..

È molto importante effettuare la diagnosi in tempo quando i sintomi hanno appena iniziato a comparire. Ciò impedirà la comparsa di processi spiacevoli, malattie e persino salverà la vista. La biometria a ultrasuoni è una tecnica efficace che consente di esaminare lo stato dell'organo della vista e altre aree dell'apparato visivo umano..

Occhi ad ultrasuoni

Il contenuto dell'articolo:

La prima applicazione riuscita del metodo di esame ecografico dell'occhio (ecografia del bulbo oculare) fu effettuata nel 1955. Da allora, l'oftalmecografia è stata utilizzata in tutti i settori della medicina, poiché questo metodo diagnostico è il più informativo. Si basa sul principio dell'ecolocalizzazione, che consente l'identificazione tempestiva della localizzazione e della gravità dei processi patologici.

Descrizione

Il principio di funzionamento degli ultrasuoni si basa sul riflesso del suono ad alta frequenza che penetra attraverso il tessuto. L'onda di eco viaggia attraverso il bulbo oculare e cambia la sua velocità. I sensori dedicati catturano i segnali riflessi per una visualizzazione avanzata sullo schermo del monitor.

I dati ricevuti vengono sistematizzati e l'immagine scansionata viene trasmessa in proiezione bidimensionale o tridimensionale. Ciò consente all'oculista di valutare le condizioni della retina, dei muscoli e dei tessuti degli organi visivi..

Indicazioni e controindicazioni

L'ecografia consente di determinare i parametri e i cambiamenti nel supporto ottico del bulbo oculare, valutare la dimensione delle orbite, misurare lo spessore e la composizione del tessuto adiposo, che è importante per differenziare le forme di esoftalmo (occhi sporgenti).

Inoltre, la diagnostica dell'occhio a ultrasuoni viene utilizzata nei seguenti casi:

  • stabilire il luogo di localizzazione dei corpi estranei;
  • è un metodo informativo per rilevare neoplasie di diversa genesi;
  • confermare la diagnosi di miopia, ipermetropia, cataratta, glaucoma;
  • consente di identificare distacco di retina, aderenze nei tessuti del corpo vitreo, disturbo nel lavoro dell'apparato muscolare;
  • fornisce informazioni su anomalie ereditarie e acquisite nella struttura e nello sviluppo degli organi visivi.

Le situazioni che limitano l'uso degli ultrasuoni dell'occhio sono:

  • ustioni aperte di occhi e palpebre;
  • lesioni agli occhi o sanguinamento;
  • traumatizzazione degli organi visivi con violazione della loro integrità.

Tipi di ecografia oculare

L'esame ecografico degli occhi ha diverse varietà. A causa delle caratteristiche tecniche, vengono eseguiti vari compiti per valutare lo stato degli organi visivi. A tale scopo vengono eseguiti i seguenti tipi di ecografia oculare:

1. B-scan. La procedura non richiede più di 10 minuti. Il paziente deve chiudere gli occhi. La sonda con il gel si muove dolcemente sulla superficie della palpebra. Lo studio consente di ottenere un'immagine bidimensionale convertendo l'energia sonora in elettrica.

2. Biometria ottica. La diagnosi viene eseguita utilizzando un anestetico locale (gli occhi sono sepolti). Usando questa tecnica, viene stabilita la lunghezza degli organi visivi. Ciò consente di calcolare i parametri della lente intraoculare durante la rimozione della cataratta dell'occhio. La procedura richiede 10 minuti.

3. Biomicroscopia. Un metodo informativo per valutare lo stato della parte anteriore degli organi visivi (vengono esaminati la cornea, il corpo ciliare e l'iride).

4. Tomografia a coerenza ottica (OCT). La manipolazione viene eseguita entro 15 minuti con la pupilla completamente dilatata. Per la conduzione vengono utilizzate onde luminose, che consentono di identificare lo stato della parte visiva centrale della retina (vengono misurati gli strati della macula).

5. Modalità unidimensionale. Metodo per ottenere informazioni sullo stato dei tessuti oculari. Vengono stabiliti i loro parametri e caratteristiche.

6. Ecooftalmografia tridimensionale. Il metodo diagnostico consente di identificare tutte le caratteristiche nella struttura dell'analizzatore visivo e valutare lo stato del suo sistema vascolare.

Tecnica ecografica oculare

Una caratteristica dell'ecografia oculare è l'assenza di una fase preparatoria. Per fare questo, è sufficiente rimuovere i cosmetici dal viso, rimuovere le lenti a contatto o gli occhiali. Assicurati di avvertire lo specialista della presenza di reazioni allergiche agli anestetici locali.

La procedura viene eseguita secondo il seguente algoritmo di azioni:

  • Il paziente viene posto sdraiato o seduto su un divano.
  • Dopo aver chiuso gli occhi, una speciale composizione di gel viene applicata sulla palpebra superiore. Ciò migliora il contatto del rilevatore con la superficie della pelle del paziente.
  • Durante la manipolazione, il medico potrebbe chiederti di muovere i bulbi oculari. Ciò è necessario per ottenere un'immagine completa dell'immagine..
  • Per coprire la quantità massima della retina esaminata, la sonda dell'apparato viene guidata in un cerchio attraverso il centro.

Per garantire la comodità della procedura ecografica dell'occhio, sono convenzionalmente divisi in 4 quadranti dinamici e un altro è allocato separatamente attraverso la macula (longitudinale). Ogni quadrante ha il proprio simbolismo in base al quadrante dell'orologio (T12, T3, T6, T9). Durante la scansione del segmento T12, il paziente deve guardare in alto e durante la scansione del T6, la persona guarda in basso. Per visualizzare il quadrato T3, lo sguardo del paziente deve essere rivolto a sinistra. La scansione del segmento T9 richiede che il paziente sia rivolto a destra.

Durante il funzionamento si distinguono tre modalità di scansione:

  • La modalità A fornisce un'immagine unidimensionale;
  • La modalità B fornisce un'immagine bidimensionale in tempo reale;
  • La modalità M crea un'immagine unidimensionale, in cui una coordinata mostra la distanza dal bordo del supporto e la seconda corrisponde al tempo di riflessione.

Prestazioni oculari normali

La norma degli indicatori di un occhio sano è considerata l'assenza di processi patologici se gli indicatori ecografici corrispondono ai seguenti parametri:

  • L'assenza di un'immagine dell'obiettivo sul monitor. Rimane completamente invisibile tranne che per la parete di fondo.
  • Il corpo vitreo ha un volume di 4 ml, è impercettibile (le onde riflettono da esso). La sua lunghezza dell'asse è di 16,5 mm.
  • Il potere di rifrazione del bulbo oculare è compreso tra 52,6 e 64,21 diottrie.
  • La lunghezza dell'asse degli organi visivi. Il suo valore minimo è 22,4 mm e il suo massimo 27,3 mm.
  • Lo spessore dei gusci interni non deve superare 1 mm.
  • Il nervo ottico dovrebbe essere largo 2-2,5 millimetri.

Oltre a questi indicatori, in una persona sana, un esame ecografico non dovrebbe rivelare opacità fluttuanti.

Interpretazione dei risultati ecografici

I risultati di un esame ecografico degli occhi vengono valutati, rispetto alla norma, da un oftalmologo. Allo stesso tempo, viene determinato se il trattamento conservativo è selezionato correttamente (quanto si manifesta la dinamica positiva) e se è necessaria una terapia operabile.

I dati visualizzati sul monitor sono in bianco e nero. L'aumento della densità del tessuto ha aumentato l'ecogenicità (sembra più chiaro sullo schermo).

Sulla base di ciò, si distinguono i seguenti indicatori:

1. Iperecogeno danno colore bianco (ossa, sclera, fibrosi vitreale).

2. Isoecogeno. Visualizzato sul monitor in grigio chiaro (fibra, sangue).

3. Ipoecogeno corrispondono al grigio scuro sul monitor. Sono dati dalle fibre muscolari, il nervo ottico.

4. Gli anecogeni sono colorati sullo schermo in tono nero.

Viene presa in considerazione anche la struttura dell'eco del tessuto. Può essere omogeneo ed eterogeneo. Un punto importante è la definizione dei suoi contorni. Nei processi cronici di infiammazione e in presenza di neoplasie maligne, diventano irregolari.

Lo studio del corpo vitreo consente di stabilire la presenza di emoftalmo. Questo è un processo patologico, che è accompagnato dalla rottura dei vasi sanguigni con successiva emorragia nel corpo vitreo. È identificato come un conglomerato con maggiore ecogenicità. All'ecografia, un film galleggiante davanti alla retina significa che la parete posteriore del vitreo si è staccata.

Le inclusioni filmate dietro l'iride indicano il distacco del corpo ciliare. Quando si verifica il distacco della coroide, vengono visualizzate strutture membranose a cupola. Hanno diverse altezze e lunghezze. I ponti sorgono tra di loro con attaccamento alla sclera. L'aumento dello spessore delle membrane interne indica lo sviluppo di uveite (una malattia della coroide di natura infiammatoria).

La presenza di una "coda di cometa" (alta ecogenicità) indica la presenza di un corpo estraneo nell'organo visivo.

Cos'è la biometria oculare: caratteristiche della procedura

La biometria oculare è una procedura che consente di determinare con precisione le dimensioni di questo organo. Questo metodo diagnostico viene utilizzato da specialisti per la corretta diagnosi e il successivo trattamento, nonché per la selezione delle lenti a contatto. Esistono diversi modi per eseguire la biometria.

Brevemente sulla procedura

La biometria è una procedura che aiuta uno specialista a studiare la struttura dell'occhio in modo più dettagliato e rilevare la presenza di possibili patologie della vista. Questo metodo diagnostico consente ai medici di misurare lo spessore della cornea e del cristallino, per scoprire la lunghezza dell'asse dell'occhio, le dimensioni della sua camera anteriore. Utilizzando la procedura, è possibile monitorare come l'occhio si sta riprendendo dopo l'intervento chirurgico, nonché determinare la rifrazione della cornea. La biometria ti consente di studiare in modo più dettagliato la struttura dell'iride.

Questo è un moderno metodo diagnostico che può sostituire diversi altri studi contemporaneamente, tra cui cheratometria, pachimetria e pupillometria. La procedura non provoca disagio o dolore al paziente, poiché l'apparecchiatura con cui viene eseguita non irrita l'ambiente ottico dell'occhio. Può essere fatto sia da adulti che da bambini..

I risultati biometrici sono molto più accurati delle opzioni di ricerca alternative, il che aiuta a ottenere il miglior effetto del trattamento o della chirurgia. La procedura può essere eseguita anche a scopo preventivo, al fine di rilevare lo sviluppo della patologia visiva nel tempo. Esistono due varianti di questo esame: ecografico e ottico.

Come preparare

Non è richiesta alcuna preparazione specifica per la biometria. Si sconsiglia di utilizzare alcol, prodotti del tabacco e stupefacenti prima del test. È meglio per le donne rinunciare al trucco degli occhi. Le lenti a contatto non devono essere indossate il giorno della procedura.

Indicazioni e controindicazioni

Sebbene la biometria venga eseguita anche a scopo preventivo, è molto più spesso che i medici la prescrivano se il paziente ha qualche patologia. Quindi, dovresti attraversarlo con un improvviso deterioramento della vista, degenerazione maculare legata all'età, diabete. La biometria deve essere eseguita quando oggetti estranei entrano negli occhi, varie lesioni di questo organo.

Con il suo aiuto, puoi scoprire la presenza di glaucoma in un paziente, identificare la progressione della miopia. Lo studio aiuta nella diagnosi del cancro. È indicato per sospetto distacco di retina. La biometria deve essere eseguita prima degli interventi chirurgici, inclusa la correzione laser dell'ametropia.

Non ci sono praticamente controindicazioni per questo tipo di diagnosi. La procedura può essere eseguita per bambini piccoli, donne incinte e anziani. L'unica eccezione è la presenza di infiammazione purulenta nell'area di ricerca..

Com'è fatto

La biometria è una procedura semplice che può essere eseguita in 10-15 minuti. Il paziente non necessita di anestesia o antidolorifici. L'unico inconveniente è l'immobilità, poiché durante tutto il tempo dello studio, una persona dovrà sedersi o sdraiarsi. La procedura per condurre la biometria dipenderà dal suo tipo.

Per bambini e adulti

La conduzione della biometria nei bambini praticamente non differisce da una procedura simile negli adulti. Viene anche prescritta ai neonati se si sospetta una malattia. Si consiglia ai bambini prematuri di sottoporsi a biometria oculare a ultrasuoni due volte, quando hanno 6 mesi e 1 anno. Per i bambini di età inferiore a 5 anni, è prescritto quando vengono rilevate lesioni congenite e mezzi opachi negli occhi. Per i pazienti minorenni, un oftalmologo pediatrico dovrebbe condurre uno studio. Allo stesso tempo, l'età non è una controindicazione per la nomina di dati biometrici..

Ultrasuoni e ottici

L'andamento dello studio dipenderà dal tipo di diagnosi (ecografica o ottica).

La biometria a ultrasuoni è considerata un metodo di ricerca più economico ma obsoleto. Quando esegue la biometria ecografica, il medico mette il paziente su un divano, chiude gli occhi e quindi applica uno spesso strato di un farmaco speciale sulle palpebre, con l'aiuto del quale viene eseguita l'ecografia. Lo specialista applica un sensore all'occhio e lo passa sulla pelle. Può anche chiedere al paziente di trattenere il respiro per alcuni secondi. L'ecobiometria dell'occhio non è molto diversa dagli ultrasuoni di altre aree del corpo e dura circa 10-15 minuti. Dopo il suo completamento, il gel viene lavato via dalle palpebre.

La biometria ottica è considerata un metodo diagnostico moderno e automatizzato. In questo caso, la procedura viene eseguita utilizzando un apparecchio speciale. Viene utilizzato per la scansione senza contatto dell'occhio. L'intera procedura è completamente automatizzata. In primo luogo, la macchina determina quale occhio sta studiando: il destro o il sinistro. Quindi esegue la scansione di ciascuno a turno e quindi fornisce i risultati.

Il vantaggio di questo tipo di diagnosi è la velocità e la sicurezza della procedura, l'assenza di controindicazioni e l'accuratezza della ricerca. Poiché tutte le misurazioni vengono effettuate dal dispositivo, il rischio di errore medico è ridotto a zero.

Decodificare i risultati: norma e patologia

Sulla base dei risultati, lo specialista determina se il paziente ha miopia, ipermetropia o altre patologie. Pertanto, la lunghezza normale dell'asse dell'occhio è di 23 mm. Con l'ipermetropia, questo indicatore diminuisce a 19 mm. Se il paziente ha la miopia, la lunghezza sarà aumentata. Più è pronunciato, maggiore sarà questo numero. Utilizzando i dati ottenuti, vengono selezionate lenti o occhiali individuali, viene prescritto un trattamento o si consiglia un intervento chirurgico.

Se i risultati non sono sufficientemente accurati, il medico potrebbe consigliarti di ripetere la biometria. Poiché questa procedura è completamente sicura per il paziente, può essere eseguita anche dopo un breve periodo di tempo..

Biometria oculare: decodifica, tipologie, condotta

Viene prescritta una procedura per ottenere informazioni dettagliate per stabilire una diagnosi chiara.

Consente di identificare patologie oftalmiche all'inizio del loro sviluppo.

Questo metodo diagnostico consente di rilevare un'ampia gamma di malattie oftalmiche. Lo studio è sicuro e indolore. Una tecnica altamente informativa consente di ottenere un'immagine dell'orbita sul monitor di un computer. L'immagine è ottenuta come risultato della riflessione di onde ultrasoniche ad alta frequenza dai tessuti dell'organo ottico.

Indicazioni

L'oftalmecografia viene eseguita quando l'esame iniziale è insufficiente. La procedura è indicata per i seguenti problemi:

L'esame ecografico è indicato per la diagnosi e il monitoraggio dell'efficacia della terapia per patologie vascolari, monitorando la condizione dopo l'intervento chirurgico sugli organi della vista.

Controindicazioni

L'oftalmecografia non viene eseguita su pazienti con ustioni del bulbo oculare e delle palpebre. Le controindicazioni includono anche:

  • gonfiore delle palpebre;
  • ferite aperte;
  • lesioni alla regione orbitale;
  • sanguinamento intraoculare.

Cosa mostrerà un'analisi ecografica dell'occhio?

L'esame ecografico degli organi visivi può diagnosticare molte malattie. Questa procedura diagnostica aiuta a identificare errori di rifrazione, malattie del nervo ottico, distrofie, neoplasie e tumori maligni e benigni.

L'oftalmecografia consente di monitorare il decorso della malattia e determinare l'andamento del trattamento prescritto.

Preparazione per un'ecografia dell'occhio

L'esame ecografico non richiede una formazione speciale. Prima della procedura, sarà necessario rimuovere i cosmetici, rimuovere le lenti a contatto.

Se la ricerca viene eseguita su un bambino piccolo, è necessario mostrargli come viene eseguita. Ciò contribuirà ad adattare psicologicamente il bambino per non aver paura della diagnosi..

In caso di reazioni allergiche alle gocce anestetiche, informare uno specialista. In genere gli anestetici vengono utilizzati nella scansione in modalità A..

Com'è un'ecografia dell'occhio

L'intero occhio può essere esaminato con pochi movimenti della sonda. L'occhio è diviso in 4 quadranti dinamici e un altro attraverso una sezione statica attraverso la macula e il disco ottico, noto anche come macula longitudinale..

I quadranti sono designati T12, T3, T6 e T9. Corrispondono al quadrante sovrapposto all'occhio.

L'esame ecografico viene eseguito attraverso le palpebre del paziente, applicato alle palpebre dopo l'applicazione di gocce anestetiche.

Prima della procedura, un gel speciale viene applicato sulla superficie della palpebra superiore. Fornisce il contatto del sensore con i tessuti dell'organo visivo. Durante la diagnosi, l'oculista preme leggermente sul bulbo oculare e chiede al paziente di spostarsi nella direzione del quadrante da valutare.

Ciò garantisce la posizione ottimale dei bulbi oculari e rende disponibili tutte le strutture per un esame dettagliato..

La sonda gira in modo che le onde sonore passino sempre attraverso il centro. Questo movimento rotatorio massimizza la quantità di retina ripresa durante la scansione.

Cross View 1 - Studio T12:

  1. il paziente guarda in alto;
  2. la sonda è posta sul fondo;
  3. dovresti iniziare la scansione dal limbus, trovando l'ombra del nervo ottico per orientarti e assicurarti che sia diagnosticato il segmento posteriore;
  4. sonda lentamente fino al fornice inferiore fino al completamento dell'imaging del quadrante T12.

Durante l'esame del quadrante T6, la persona guarda in basso. Assicurati che l'immagine della retina / del nervo ottico sia stata inviata al computer.

Durante la scansione dei quadranti mediale / laterale, il paziente guarda a sinistra. Dopo aver ottenuto un'immagine della retina e del nervo ottico, passare delicatamente la sonda lungo la porzione anteriore per completare la valutazione di quest'area. Per visualizzare il quadrante T3 dell'occhio sinistro, il paziente deve ancora guardare a sinistra, ma la sonda sarà posizionata sul limbus mediale.

Al centro di innovazione di Skolkovo è stato presentato un nuovo farmaco per il trattamento della vista. Il medicinale non è commerciale e non sarà pubblicizzato... Leggi tutto

La scansione del quadrante T9 dell'occhio destro è semplicemente una scansione T3 inversa. Lo sguardo del paziente è diretto verso il lato destro.

Nel protocollo ecografico, gli occhi non indicano i quadranti.

Tipi di ultrasuoni

Esistono diversi tipi di esame ecografico. Ognuno di loro svolge compiti specifici e viene svolto utilizzando le proprie caratteristiche tecniche:

  • B-scan utilizza le onde sonore per produrre un'immagine. Ti permette di ottenere un'immagine bidimensionale. L'unità a ultrasuoni converte l'energia sonora in energia elettrica. Il paziente chiude gli occhi, la sonda con il gel viene posizionata sopra la palpebra. L'ecografia non è invasiva, l'esame è indolore. Nessuna dilatazione richiesta. Ci vogliono circa 10 minuti.
  • Biometria ottica. Questo test misura la lunghezza degli occhi in modo da poter calcolare la dimensione corretta della lente intraoculare durante la rimozione della cataratta. L'anestetico viene instillato. Una sonda ecografica viene posta in soluzione salina per produrre una serie di echi unidimensionali che misurano la lunghezza. Nessuna dilatazione richiesta. La procedura richiede circa 10 minuti.
  • Biomicroscopia ultrasonica. Mostra una vista della parte anteriore del bulbo oculare. Utilizzando questa tecnica, è possibile esaminare la cornea, l'iride e il corpo ciliare.
  • OCT (Optical Coherence Tomography) utilizza onde luminose. Il test è più comunemente eseguito nei pazienti con degenerazione maculare. La parte visiva centrale della retina (macula) viene esaminata, i suoi strati vengono misurati. La dilatazione è necessaria per questa tecnica a ultrasuoni per una visualizzazione ottimale della macula. La manipolazione richiede fino a 15 minuti dopo la piena dilatazione della pupilla.
  • Modalità unidimensionale. Viene utilizzato per ottenere informazioni sui tessuti oculari, misurazioni di vari parametri e caratteristiche.
  • Ecooftalmografia tridimensionale. Consente di vedere tutte le caratteristiche strutturali dell'analizzatore visivo, la posizione del sistema vascolare.

Decodificare i risultati

I risultati vengono valutati da un oftalmologo. Confronta i risultati con la norma dell'OMS. Pertanto, si distinguono alcuni parametri che consentono di escludere malattie oftalmiche..

La norma per un organo visivo sano:

  • L'obiettivo rimane invisibile, ma la parete posteriore è visibile.
  • Il corpo vitreo è normalmente trasparente. L'ecografia non lo vede. Il suo volume è di 4 ml.
  • La lunghezza dell'asse è un parametro significativo. È 22,4-27,3 mm.
  • Potere di rifrazione - 52,6-64,21 d.
  • Il nervo ottico è rappresentato da una struttura ipoecogena. La sua larghezza è di 2-2,5 mm.
  • Gusci interni - 0,7-1 mm.
  • Asse anteroposteriore di una sostanza gelatinosa trasparente che riempie lo spazio tra le lenti e le retine - circa 16,5 mm.

Normalmente, non dovrebbero esserci opacità fluttuanti di bassa intensità, il taglio ad ultrasuoni della parte retrobulbare del nervo ottico non dovrebbe essere espanso, è simmetrico e visualizzato in tutto.

Con l'aiuto dell'ecografia, le malattie possono essere rilevate nelle prime fasi dello sviluppo. Le strutture profonde forniscono un quadro completo della salute dell'orbita oculare del paziente.

Se vengono rilevate deviazioni dalle norme, vengono prescritte ulteriori analisi e test. Quindi l'oftalmologo prescrive il trattamento, guidato dalle informazioni ricevute e dalle proprie conoscenze..

Quale medico sta conducendo l'esame

Un'ecografia è prescritta da un oftalmologo. Inoltre, una tale procedura può essere prescritta da un terapista, neuropatologo, nefrologo o cardiologo..

Prezzo del sondaggio

Il costo dell'esame ecografico delle orbite è fino a 2000 rubli. Il prezzo può variare a seconda del tipo di procedura.

Video ecografico dell'occhio

La cattiva vista danneggia in modo significativo la qualità della vita, rende impossibile vedere il mondo così com'è. Per non parlare della progressione delle patologie e della completa cecità.

MNTK "Eye Microsurgery" ha pubblicato un articolo sul restauro non chirurgico della vista fino al 90%, questo è diventato possibile grazie a...

Leggi tutto È stato utile? Valuta il materiale su una scala a cinque punti! (cinque

Cos'è la biometria oculare: caratteristiche della procedura

La biometria oculare è una procedura che consente di determinare con precisione le dimensioni di questo organo. Questo metodo diagnostico viene utilizzato da specialisti per la corretta diagnosi e il successivo trattamento, nonché per la selezione delle lenti a contatto. Esistono diversi modi per eseguire la biometria.

Brevemente sulla procedura

La biometria è una procedura che aiuta uno specialista a studiare più in dettaglio la struttura dell'occhio e rilevare la presenza di possibili patologie visive.

Questo metodo diagnostico consente ai medici di misurare lo spessore della cornea e del cristallino, scoprire la lunghezza dell'asse dell'occhio, le dimensioni della sua camera anteriore.

Utilizzando la procedura, è possibile monitorare come l'occhio si sta riprendendo dopo l'intervento chirurgico, nonché determinare la rifrazione della cornea. La biometria ti consente di studiare in modo più dettagliato la struttura dell'iride.

Questo è un moderno metodo diagnostico che può sostituire diversi altri studi contemporaneamente, tra cui cheratometria, pachimetria e pupillometria. La procedura non provoca disagio o dolore al paziente, poiché l'apparecchiatura con cui viene eseguita non irrita l'ambiente ottico dell'occhio. Può essere fatto sia da adulti che da bambini..

I risultati biometrici sono molto più accurati delle opzioni di ricerca alternative, il che aiuta a ottenere il miglior effetto del trattamento o della chirurgia. La procedura può essere eseguita anche a scopo preventivo, al fine di rilevare lo sviluppo della patologia visiva nel tempo. Esistono due varianti di questo esame: ecografico e ottico.

Come preparare

Non è richiesta alcuna preparazione specifica per la biometria. Si sconsiglia di utilizzare alcol, prodotti del tabacco e stupefacenti prima del test. È meglio per le donne rinunciare al trucco degli occhi. Le lenti a contatto non devono essere indossate il giorno della procedura.

Indicazioni e controindicazioni

Sebbene la biometria venga eseguita anche a scopo preventivo, è molto più spesso che i medici la prescrivano se il paziente ha qualche patologia. Quindi, dovresti attraversarlo con un improvviso deterioramento della vista, degenerazione maculare legata all'età, diabete. La biometria deve essere eseguita quando oggetti estranei entrano negli occhi, varie lesioni di questo organo.

Con il suo aiuto, puoi scoprire la presenza di glaucoma in un paziente, identificare la progressione della miopia. Lo studio aiuta nella diagnosi del cancro. È indicato per sospetto distacco di retina. La biometria deve essere eseguita prima degli interventi chirurgici, inclusa la correzione laser dell'ametropia.

Non ci sono praticamente controindicazioni per questo tipo di diagnosi. La procedura può essere eseguita per bambini piccoli, donne incinte e anziani. L'unica eccezione è la presenza di infiammazione purulenta nell'area di ricerca..

Com'è fatto

La biometria è una procedura semplice che può essere eseguita in 10-15 minuti. Il paziente non necessita di anestesia o antidolorifici. L'unico inconveniente è l'immobilità, poiché durante tutto il tempo dello studio, una persona dovrà sedersi o sdraiarsi. La procedura per condurre la biometria dipenderà dal suo tipo.

Per bambini e adulti

La conduzione della biometria nei bambini praticamente non differisce da una procedura simile negli adulti. Viene anche prescritta ai neonati se si sospetta una malattia..

Si consiglia ai bambini prematuri di sottoporsi a biometria oculare a ultrasuoni due volte, quando hanno 6 mesi e 1 anno. Per i bambini sotto i 5 anni, è prescritto quando vengono rilevate lesioni congenite e mezzi opachi negli occhi.

Per i pazienti minorenni, un oftalmologo pediatrico dovrebbe condurre uno studio. Allo stesso tempo, l'età non è una controindicazione per la nomina di dati biometrici..

Ultrasuoni e ottici

L'andamento dello studio dipenderà dal tipo di diagnosi (ecografica o ottica).

La biometria a ultrasuoni è considerata un metodo di ricerca più economico ma obsoleto.

Quando esegue la biometria ecografica, il medico mette il paziente su un divano, chiude gli occhi e quindi applica uno spesso strato di un farmaco speciale sulle palpebre, con l'aiuto del quale viene eseguita l'ecografia. Lo specialista applica un sensore all'occhio e lo passa sulla pelle.

Può anche chiedere al paziente di trattenere il respiro per alcuni secondi. L'ecobiometria dell'occhio non è molto diversa dagli ultrasuoni di altre aree del corpo e dura circa 10-15 minuti. Dopo il suo completamento, il gel viene lavato via dalle palpebre.

La biometria ottica è considerata un metodo diagnostico moderno e automatizzato. In questo caso, la procedura viene eseguita utilizzando un apparecchio speciale. Viene utilizzato per la scansione senza contatto dell'occhio. L'intera procedura è completamente automatizzata. In primo luogo, la macchina determina quale occhio sta studiando: il destro o il sinistro. Quindi esegue la scansione di ciascuno a turno e quindi fornisce i risultati.

Il vantaggio di questo tipo di diagnosi è la velocità e la sicurezza della procedura, l'assenza di controindicazioni e l'accuratezza della ricerca. Poiché tutte le misurazioni vengono effettuate dal dispositivo, il rischio di errore medico è ridotto a zero.

Decodificare i risultati: norma e patologia

Sulla base dei risultati, lo specialista determina se il paziente ha miopia, ipermetropia o altre patologie. Pertanto, la lunghezza normale dell'asse dell'occhio è di 23 mm. Con l'ipermetropia, questo indicatore diminuisce a 19 mm.

Se il paziente ha la miopia, la lunghezza sarà aumentata. Più è pronunciato, maggiore sarà questo numero..

Utilizzando i dati ottenuti, vengono selezionate lenti o occhiali individuali, viene prescritto un trattamento o si consiglia un intervento chirurgico.

Se i risultati non sono sufficientemente accurati, il medico potrebbe consigliarti di ripetere la biometria. Poiché questa procedura è completamente sicura per il paziente, può essere eseguita anche dopo un breve periodo di tempo..

Cos'è la biometria oculare: tipi, condotta, decodifica

L'occhio umano è un organo complesso. La biometria oculare è un metodo diagnostico in oftalmologia. L'occhio viene esaminato utilizzando strumenti altamente sensibili.

Spesso l'esame aiuta a preservare la vista, identificare e curare le malattie. Con l'aiuto di una scansione, il medico può rilevare anche piccole deviazioni dalla norma.

Leggi l'esame ecografico delle ghiandole mammarie in questa pagina - https://aboutrentgen.ru/uzi/dlya-chego-delayut-uzi-molochnyh-zhelez

Ciò che viene chiamato biometria oculare

La biometria è un metodo diagnostico che consente di studiare la struttura dell'occhio, per identificare possibili malattie. Cosa viene valutato durante il sondaggio:

  • spessore della cornea, retina;
  • distanza tra gli arti;
  • raggio di curvatura della cornea;
  • dimensione della pupilla;
  • lo stato della lente;
  • profondità della camera anteriore;
  • la lunghezza dell'asse antero-posteriore;
  • IOL (viene calcolata la potenza ottica della lente intraoculare);
  • struttura dell'iride.

La scansione consente di monitorare l'andamento del recupero dopo l'intervento chirurgico, aiuta a determinare la rifrazione della cornea. Le misurazioni della cornea, la sua curvatura, sono molto importanti, aiutano a rilevare il cheratoglobo e il cheratocono. La scansione aiuta a selezionare la correzione corretta.

Il metodo sostituisce diversi studi diagnostici contemporaneamente, tra cui pupillo, cherato e pachimetria. La biometria non irrita gli occhi, non causa fastidio o dolore. Può essere eseguito da chiunque, indipendentemente dall'età.

Tipi di biometria

La diagnostica è divisa in due tipi, a seconda delle onde con cui viene eseguita la misurazione. L'esame ecografico prevede l'uso di un dispositivo speciale e il contatto del sensore con le palpebre. Per ottenere un'immagine chiara, il paziente non deve muoversi. Il vantaggio del metodo è la mobilità dell'attrezzatura, che è importante per i pazienti immobilizzati..

Una biopsia ecografica viene eseguita utilizzando onde ultrasoniche. Questa diagnosi appartiene ai vecchi metodi. Più moderno: ottico. In questo caso, viene utilizzato il principio dell'interferometria, quando la misurazione viene eseguita da fasci separati di radiazione elettromagnetica.

Come vengono usati gli ultrasuoni in medicina - https://aboutrentgen.ru/uzi/uzi-chto-eto

Questo non richiede il contatto visivo. I vantaggi del metodo sono l'elevata precisione dei dati ottenuti. Alcuni dispositivi utilizzano raggi laser a infrarossi da 780 nm. La diagnostica ottica è più comoda, ma per dati più accurati può essere combinata con gli ultrasuoni.

Biometria oculare: indicazioni per

Lo studio viene necessariamente effettuato prima dell'intervento chirurgico, delle operazioni laser, dell'impianto. Per i bambini prematuri, lo studio viene effettuato a 6 mesi e 1 anno. Fino a 5 anni - con deterioramento della vista, lesioni congenite, comparsa di lacrime opache, sospetto di patologia oftalmica. Le indicazioni per l'esame sono:

  • controllo dello sviluppo della miopia;
  • malattie oftalmiche (cataratta, glaucoma, ecc.);
  • cheratocono (deformazione, assottigliamento della cornea);
  • selezione di lenti a contatto;
  • cheratectasia postoperatoria;
  • esame della cornea dopo il trapianto;
  • rapido affaticamento degli occhi;
  • rapido deterioramento della vista;
  • pesantezza delle palpebre quando si battono le palpebre;
  • frequenti mal di testa che si irradiano negli occhi;
  • deformazione o annebbiamento della cornea;
  • immagine storta e raddoppiata;
  • sospetto di distacco di retina;
  • miopia progressiva;
  • diagnostica delle malattie oncologiche.

La biometria oculare viene eseguita come profilassi per le malattie degli occhi. Il metodo è necessariamente utilizzato in caso di diabete mellito, degenerazione maculare senile, ingestione di corpi estranei.

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni per lo studio, ad eccezione dell'infiammazione purulenta nell'area investigata. A causa della sicurezza del metodo, la procedura può essere eseguita immediatamente dopo la nascita, per le donne anziane, in gravidanza e in allattamento..

La scansione ottica non viene eseguita se è presente torbidità. Quindi lo studio viene eseguito solo con l'aiuto degli ultrasuoni.

Quanto è dannoso uno studio ecografico - https://aboutrentgen.ru/uzi/vredno-li-delat-uzi

Preparazione e conduzione di ricerche

Non è richiesta una preparazione speciale (dieta, pulizia del corpo). Prima dell'esame, non devi bere alcolici, truccarti, fumare o assumere droghe. Il giorno della diagnosi, le lenti a contatto non vengono indossate. La procedura può essere eseguita in due modi.

Se vengono utilizzati gli ultrasuoni, la persona si siede o si sdraia. Un gel speciale viene applicato sulle palpebre per migliorare la conduttività delle onde. Quindi il medico inizia a spostare il sensore sul gel. Durante l'esame, è necessario osservare l'immobilità in modo che l'immagine sia chiara. La procedura non richiede più di 15 minuti.

Con la biometria ottica, il sensore non ha bisogno di toccare la pelle. Questo è un metodo diagnostico automatizzato. Il paziente si siede su una sedia, premuto contro un supporto speciale con il mento e la fronte. Non puoi muoverti allo stesso tempo.

Il medico dirige il dispositivo (a distanza) su un occhio, poi sull'altro. La chiarezza dell'immagine viene automaticamente adattata. Il medico potrebbe chiederti di guardare in alto, in basso, a sinistra oa destra. Il rischio di ricevere informazioni errate è zero. La procedura non richiede più di 10-15 minuti.

Biometria oculare: interpretazione dei risultati

Normalmente, lo spessore della cornea varia da 410 a 625 micron, dall'alto è più sottile. In una persona sana, il raggio di curvatura è di 7,8 mm, la rifrazione è di 40 diottrie (1,37). Lo spessore della cornea al centro è 0,52-0,6 mm, alla periferia - 1-1,2 mm, il diametro è 10 (+/-) 0,56 mm. Normalmente, la lunghezza dell'asse è di 23 mm, se diminuisce a 19 mm, questo indica ipermetropia.

Se lo spessore della cornea viene modificato, ciò potrebbe indicare patologia endoteliale o cambiamenti genetici. La profondità della camera anteriore di solito aumenta leggermente, ma i dispositivi moderni mostrano cambiamenti fino a 2 micrometri. La miopia è indicata dall'allungamento dell'asse sagittale.

La biometria ottica è quella più comunemente usata. Alcuni dispositivi moderni sono dotati di un diodo superluminescente e di una sonda ad ultrasuoni, che consente la diagnostica anche con torbidità.

Questo non è possibile con apparecchi meno recenti. Tuttavia, non tutte le cliniche hanno dispositivi moderni costosi. Pertanto, la biometria ottica convenzionale viene eseguita. Integrato con ultrasuoni se necessario.

Dott.ssa Elena Bogdanova

Biometria oculare a ultrasuoni

La procedura diagnostica utilizzata dagli oftalmologi per ottenere dati accurati e affidabili sui parametri dell'organo della vista è chiamata biometria ecografica. Questo studio è considerato più accurato della diagnostica ecografica classica, quindi è obbligatorio prima della correzione della visione laser.

Con l'aiuto della biometria oculare, puoi misurare la sua lunghezza e profondità della camera anteriore, scoprire i parametri della lente e lo spessore della cornea. L'esame viene effettuato con dispositivi ottici e ultrasonici.

I risultati della procedura sono necessari affinché il medico possa fare una diagnosi accurata, monitorare le condizioni della cornea. Con l'aiuto della biometria, lo specialista può selezionare le lenti a contatto più adatte al paziente.

Inoltre, durante la manipolazione, il medico può diagnosticare il glaucoma (aumento della pressione intraoculare).

La biometria dell'occhio consente l'identificazione personale, poiché l'iride dell'occhio è unica per ogni persona. La procedura è applicata abbastanza spesso, è precisa e veloce.

All'estero, utilizzando la manipolazione, registrano i dati ricevuti in un unico database, che ne consente la visualizzazione e l'analisi in futuro.

Inoltre, in alcuni paesi, la biometria oculare viene eseguita per rilasciare un passaporto biometrico.

Esistono 2 tipi di biometria: ultrasuoni e ottica. Gli oftalmologi usano più spesso il primo tipo. Con il suo aiuto, i parametri dell'organo della vista vengono registrati e quindi analizzati da uno specialista.

A seguito della diagnostica è possibile calcolare la potenza ottica di una lente intraoculare, valutare oggettivamente l'andamento della miopia, tracciare l'efficacia della terapia mirata a stabilizzare la miopia (miopia).

La ricerca ottica da parte dei medici è considerata più moderna e progressiva. Appartiene ai metodi diagnostici senza contatto in oftalmologia. Come risultato della biometria ottica dell'occhio, è possibile misurare gli assi posteriore e anteriore dell'organo visivo, la profondità della camera anteriore, condurre la cheratometria (valutazione della curvatura della superficie della cornea).

La procedura ottica aiuta il paziente a selezionare le lenti intraoculari, tenendo conto dei parametri individuali dell'organo. La condizione principale per una manipolazione di successo è la trasparenza del supporto ottico..

Indicazioni e controindicazioni per la procedura

Un oftalmologo prescrive la biometria degli organi a ultrasuoni dopo aver esaminato il paziente e ricevuto i risultati del test. La manipolazione viene eseguita per diagnosticare le malattie e stabilire le dinamiche di progressione della malattia. È inoltre necessario condurre ricerche per verificare il trattamento della miopia e di altre malattie degli organi..

Altre indicazioni per la procedura includono: glaucoma, cataratta (annebbiamento completo o parziale del cristallino), sospetto di neoplasie benigne e maligne, alterazioni patologiche nell'organo della vista, traumi meccanici agli occhi, ridotta trasparenza del supporto ottico, processi infiammatori non forti negli occhi.

Le controindicazioni includono:

  • grave infiammazione dell'organo;
  • malattie purulente dell'area investigata;
  • malattie delle lenti.

Se il paziente non si sente bene prima dell'esame, deve informarne il medico curante. Il medico prenderà tutte le misure necessarie per proteggere il paziente dal verificarsi di reazioni avverse e complicazioni.

Norme generalmente accettate durante la ricerca

Il normale risultato diagnostico per uomini e donne adulti è considerato una lunghezza dell'asse oculare di circa 22-24 millimetri. I bambini di età inferiore a 4 anni dovrebbero avere una lunghezza dell'asse oculare da 20 a 22 millimetri. Dai 4 ai 18 anni nelle persone, questo parametro dovrebbe variare da 22 a 24 millimetri.

Se, come risultato della procedura, la lunghezza dell'asse dell'occhio da 18 a 22 millimetri si trova in una donna o in un uomo, ciò indica ipermetropia, con 24 millimetri o più - sulla miopia. I valori normali dell'esame ecografico dell'occhio delle persone differiscono e sono individuali, quindi solo un medico qualificato può fare una diagnosi accurata..

La procedura viene eseguita con un dispositivo speciale chiamato biometro. Non è necessario prepararsi ulteriormente per la manipolazione, è assolutamente indolore e il paziente non avverte alcun disagio. La durata dello studio varia dai 15 ai 30 minuti.

Il paziente dovrebbe sdraiarsi con la schiena sul divano. Uno spesso strato di gel idrosolubile viene applicato sulla pelle vicino alle palpebre, che viene utilizzato per quasi tutti gli esami ecografici. Il gel migliora la conduttività della radiazione ultrasonica e impedirà la penetrazione dell'ossigeno tra l'epidermide e il sensore.

L'oftalmologo o lo specialista in ecografia fissa il sensore con la mano sull'occhio da esaminare. Il paziente deve essere immobile durante la diagnosi, perché qualsiasi movimento del corpo impedirà la penetrazione delle onde ultrasoniche. Durante la procedura, il medico può chiedere al paziente di trattenere il respiro per 3-5 secondi per ottenere un'immagine più chiara..

Le onde vengono riflesse e convertite in impulsi elettrici. Questi impulsi vengono elaborati dallo scanner e convertiti in un'immagine digitale. Durante la procedura, la persona non avverte dolore. L'unico inconveniente della manipolazione è che il paziente deve essere immobile. Occasionalmente, il personale medico terrà la testa di una persona durante un esame.

Alla fine della diagnosi, lo specialista rimuove il gel dalle palpebre con un tovagliolo o un batuffolo di cotone. Quindi lo specialista va a decriptare i risultati della biometria ecografica (la decodifica richiede da 10 a 15 minuti).

Il vantaggio principale della manipolazione è la disponibilità di dispositivi portatili per condurre esami ecografici. Pertanto, puoi persino esaminare una persona se è paralizzata o ha problemi con la funzione muscolo-scheletrica..

Altri vantaggi della procedura sono: costo accessibile, sicurezza e indolore della biometria oculare. Inoltre, questa manipolazione viene eseguita per le donne durante la gravidanza e durante l'allattamento a causa della sicurezza e delle radiazioni minime..

È molto importante effettuare la diagnosi in tempo quando i sintomi hanno appena iniziato a comparire. Ciò impedirà la comparsa di processi spiacevoli, malattie e persino salverà la vista. La biometria a ultrasuoni è una tecnica efficace che consente di esaminare lo stato dell'organo della vista e altre aree dell'apparato visivo umano..

Biometria oculare a ultrasuoni

Ecobiometria dell'occhio - indicatori di conduzione e decodifica

Il risultato del trattamento dipende in gran parte da quanto correttamente e completamente verranno eseguite le misure diagnostiche. Questi risultati sono particolarmente importanti se il paziente necessita di un intervento chirurgico. In caso di necessità di intervento chirurgico sugli organi visivi, una procedura obbligatoria è l'ecobiometria dell'occhio. Cos'è questo metodo e quando è controindicato?

L'essenza del metodo dell'ecobiometria oculare

Il significato del metodo è l'uso di onde ultrasoniche. Con l'aiuto di un dispositivo speciale che utilizza onde ultrasoniche, uno specialista può misurare vari parametri dell'occhio: lo spessore della lente, la lunghezza del bulbo oculare, la profondità della camera anteriore.

L'essenza di questo metodo è molto semplice. Di per sé, gli ultrasuoni vengono utilizzati in vari campi della medicina, sia nella diagnostica che nel corso di una serie di procedure terapeutiche. Le onde ultrasoniche (echi) dirette in una certa direzione vengono riflesse e quindi forniscono informazioni (in centimetri o millimetri).

Questa procedura è nota anche come scansione a ultrasuoni (A-scan e B-scan). La loro principale differenza è che nel primo caso la procedura viene eseguita con gli occhi del paziente aperti..

L'A-scan viene solitamente utilizzato quando è necessario misurare la curvatura della cornea, la lunghezza dell'asse dell'occhio (che aiuterà a calcolare correttamente la potenza ottica della lente intraoculare). In B-scan, al paziente viene chiesto di chiudere gli occhi.

Quindi, puoi scansionare la sclera e la retina. Lo specialista posiziona il sensore del dispositivo ad angolazioni diverse.

Indicazioni e controindicazioni per

Le principali indicazioni per l'ecografia A-scan sono:

  • corpi estranei nella zona degli occhi;
  • trombosi arteriosa (diagnosi o sospetto di essa);
  • glaucoma;
  • processo adesivo nel corpo vitreo;
  • anomalie congenite nella struttura dell'organo visivo;
  • disturbi miopi;
  • un netto deterioramento della vista senza ragioni evidenti e apparenti;
  • neoplasie;
  • cataratta;
  • ipertensione (soprattutto quando c'è una minaccia di distacco della retina).

Inoltre, questo metodo può essere utilizzato in caso di risultati insoddisfacenti (dubbi) dell'esame dell'organo della vista utilizzando una lampada a fessura.

Infine, l'ecobiometria è uno dei migliori metodi informativi per studiare l'anatomia dell'occhio di un particolare paziente, che può aiutare i chirurghi a prepararsi più completamente per l'intervento chirurgico..

Se il paziente ha il diabete mellito, in presenza di gravi violazioni persistenti delle pareti vascolari, si raccomanda di eseguire regolarmente la procedura.

Questo studio non può essere eseguito con le seguenti diagnosi e condizioni:

  • sanguinamento nei tessuti dell'organo della vista;
  • violazione dell'integrità dei tessuti;
  • bruciare;
  • trauma aperto sia alle aree interne che alle palpebre.

Se necessario, la biometria oculare a ultrasuoni viene eseguita anche per i bambini. La giovane età non è una controindicazione a questa procedura..

Come preparare

Il requisito principale sono occhi puliti. Ciò significa che tutto il trucco dagli occhi deve essere lavato via, perché anche piccole particelle possono influenzare i risultati dello studio..

Se il paziente utilizza mezzi di contatto per la correzione ottica, immediatamente prima della procedura, le lenti devono essere rimosse.

In generale, la procedura non porta disagio al paziente e quindi l'uso di anestetici speciali e altri preparati non richiede.

Tecnica di ricerca

Di solito, la procedura viene eseguita da seduti, ma alcuni pazienti (bambini, anziani e malati) possono eseguire l'ecobiometria in posizione supina. Lo studio stesso dura circa 15 minuti.

Per cominciare, lo specialista immobilizza il bulbo oculare introducendo gocce speciali con effetto anestetico. Successivamente, viene applicato un gel medico sulle palpebre, che riduce la probabilità che bolle d'aria si infiltrino tra il sensore del dispositivo e la pelle del paziente (palpebre).

Ora lo specialista esegue movimenti scorrevoli sugli occhi del paziente con il sensore del dispositivo. Vede immediatamente i dati sullo schermo del monitor. Periodicamente, il diagnostico chiederà al paziente di muovere i bulbi oculari per esaminare una particolare area in modo più dettagliato..

In alcuni casi, il diagnostico può chiedere al paziente di trattenere il respiro. Come è questo in relazione agli occhi? Anche un leggero movimento (inclusa la respirazione) può causare un errore e il risultato sarà errato. Per evitare ciò, viene chiesto loro di immobilizzare il più possibile tutto il corpo, anche trattenendo il respiro.

Risultati e norma

Quindi, la norma per la lunghezza dell'asse antero-posteriore dell'occhio è di 23 mm. Con l'ipermetropia, questi indicatori si riducono a 19 e con la miopia aumentano. Maggiore è la deviazione degli indicatori, maggiore è il grado di miopia nel paziente.

Il volume del corpo vitreo in un adulto normale dovrebbe essere di 4 mm. I risultati dell'asse del bulbo oculare dovrebbero variare da 22,4 mm a 27,3 mm.

Gli indicatori dei gusci interni devono essere compresi tra 0,7-1 mm. Il potere rifrattivo della lente dovrebbe essere compreso tra 52,6 e 64,2 D.La capsula posteriore della lente dovrebbe essere visibile in assenza di patologie.

Infine, le letture del nervo ottico dovrebbero essere 2-2,5 mm.

Solo uno specialista dovrebbe decifrare gli indicatori. Non farti prendere dal panico quando vedi i numeri. Lo specialista trae conclusioni sulla base dei dati ottenuti da tutti i metodi diagnostici e solo dopo fa una diagnosi. Inoltre, anche i risultati non migliori possono essere considerati relativamente buoni se la dinamica complessiva delle deviazioni è positiva..

L'ecobiometria dell'occhio è una procedura diagnostica che può dire molto sulle condizioni degli occhi del paziente, anche se non ci sono ancora sintomi della malattia. Non ci sono restrizioni sulla frequenza dello studio, la procedura è sicura e innocua. La mancanza di una formazione specifica (consegna dei test, rispetto del regime) rende questa procedura il più conveniente possibile per il paziente.

Ultrasuoni dell'occhio: come è fatto, cosa mostra la procedura, decifrare i risultati, la norma

L'ecografia oculare è una tecnica aggiuntiva in oftalmologia, che ha un'elevata precisione nel rilevamento delle emorragie e nella valutazione dell'asse antero-posteriore dell'occhio. Quest'ultimo indicatore è necessario per rilevare la progressione della miopia nei bambini e negli adulti. Ci sono altre aree di applicazione della tecnica..

Questo metodo diagnostico si distingue per la semplicità della procedura, la mancanza di preparazione aggiuntiva e la velocità dell'esame. L'ecografia viene eseguita utilizzando macchine ad ultrasuoni universali e specializzate. I risultati vengono valutati in base ai dati tabellari normativi..

Indicazioni e controindicazioni

L'esame ecografico degli organi visivi è un metodo diagnostico non invasivo utilizzato per rilevare molte malattie oftalmiche.

Le indicazioni per l'ecografia oculare sono:

  • diagnostica del distacco di retina, coroide associata al processo tumorale e altre patologie,
  • conferma della presenza di neoplasie, controllo della loro crescita e efficacia del trattamento,
  • diagnosi differenziale dei tumori intraoculari,
  • determinazione della posizione della lente in caso di opacità corneale,
  • analizzando la natura delle opacità vitree,
  • identificazione di corpi estranei invisibili negli occhi (dopo la lesione), chiarimento della loro dimensione e localizzazione,
  • diagnostica delle oftalmopatologie vascolari,
  • rilevamento di cisti,
  • diagnostica delle malattie congenite,
  • identificazione di cambiamenti patologici con danni profondi al bulbo oculare nell'orbita (determinazione della natura del danno - frattura della parete orbitale, interruzione delle connessioni nervose, diminuzione della mela stessa),
  • chiarimento della causa dello spostamento in avanti del bulbo oculare - patologie autoimmuni, tumori, infiammazioni, anomalie nello sviluppo del cranio, miopia unilaterale alta,
  • determinazione dei cambiamenti nello spazio retrobulbare con aumento della pressione intracranica, neurite retrobulbare e altre malattie.

Le controindicazioni per la diagnostica ecografica sono lesioni agli occhi, in cui l'integrità delle strutture e il sanguinamento negli organi visivi sono compromessi.

Metodologia

Esistono diversi metodi di esame ecografico degli occhi:

  1. 1. Ultrasuoni degli occhi in modalità A, in cui si ottiene una visualizzazione del segnale unidimensionale. Ce ne sono 2 tipi:
  • biometrico, il cui scopo principale è determinare la lunghezza del PZO (questo dato viene utilizzato prima dell'intervento chirurgico per la cataratta e per il calcolo accurato del cristallino artificiale),
  • diagnostica standardizzata: un metodo più sensibile che consente di identificare e differenziare i cambiamenti nei tessuti intraoculari.

2. Ultrasuoni in modalità B. La visualizzazione dell'eco risultante è 2D, con assi orizzontali e verticali. Di conseguenza, la forma, la posizione e la dimensione dei cambiamenti patologici sono visualizzati meglio..

Il sensore a ultrasuoni è a diretto contatto con la superficie dell'occhio (attraverso un bagnomaria o un gel). È il modo più accettabile per studiare le strutture dell'occhio, ma non molto informativo per la diagnosi delle malattie corneali.

Il vantaggio della scansione in questa modalità è la creazione di una vera immagine bidimensionale del bulbo oculare.

3. La biomicroscopia ecografica viene utilizzata per visualizzare il segmento anteriore dell'occhio. La frequenza delle vibrazioni ultrasoniche è superiore a quella dei metodi precedenti.

In casi più rari, vengono utilizzati i seguenti tipi di esami ecografici:

  1. 1. Ultrasuoni ad immersione in modalità B. Viene eseguito in aggiunta ad altri metodi di ricerca per esaminare patologie del bordo retinico anteriore che sono troppo vicine in una scansione B standard. Un piccolo bagno riempito con soluzione salina viene posto sull'occhio come mezzo intermedio.
  2. 2. Ecografia Color Doppler. Consente di ottenere simultaneamente un'immagine 2D e di valutare il flusso sanguigno nei vasi sanguigni. Poiché i vasi sono di piccole dimensioni, la loro esatta localizzazione non può essere visualizzata. Il flusso sanguigno è codificato in rosso (arterie) e blu (vene). Il metodo consente inoltre di determinare la proliferazione dei vasi sanguigni nei tumori, di valutare anomalie patologiche della carotide e delle arterie centrali, vene retiniche, danni al nervo ottico dovuti a insufficiente circolazione sanguigna.
  3. 3. Esame ecografico tridimensionale. Un'immagine tridimensionale si ottiene combinando software di molte scansioni bidimensionali e il sensore è installato in una posizione, ma ruota rapidamente. La scansione risultante può essere visualizzata in varie sezioni. L'ecografia tridimensionale è indispensabile in oncologia oftalmica (per determinare il volume dei melanomi e valutare l'efficacia della terapia).

Nella fase iniziale della cataratta, l'annebbiamento del cristallino non può essere rilevato dagli ultrasuoni. Al raggiungimento di una certa maturità della malattia, lo studio mostra varie opzioni per la sua trasparenza dell'eco..

In oftalmologia vengono utilizzati dispositivi a ultrasuoni sia specializzati che universali. In quest'ultimo caso la risoluzione dei sensori deve essere almeno di 5 MHz..

I sensori dei dispositivi ad ultrasuoni universali sono grandi, il che rende impossibile sovrapporli direttamente sull'orbita per gli occhi a causa della sua forma arrotondata. Pertanto, i cuscinetti per gli occhi liquidi possono essere utilizzati come mezzo intermedio..

La piccola superficie di lavoro dei sensori oftalmici specializzati consente la visualizzazione dello spazio intraorbitale.

Vantaggi e svantaggi

I vantaggi del metodo di esame oculistico ecografico includono:

  • Nessun effetto termico.
  • La capacità di ottenere informazioni sullo stato delle aree anatomiche situate vicino all'orbita.
  • Elevata sensibilità nello studio delle emorragie intraoculari e dei processi di distacco, soprattutto quando i supporti ottici dell'occhio sono annebbiati, quando non sono applicabili gli strumenti diagnostici oftalmici tradizionali.
  • Determinazione accurata dell'area di distacco della retina.
  • Possibilità di valutare il volume dell'emorragia, in base al quale vengono determinate ulteriori tattiche di trattamento (2/8 del volume vitreo - trattamento conservativo, 3/8 - intervento chirurgico).

Gli svantaggi dell'ecografia degli organi visivi sono i seguenti:

  • contatto del sensore con la superficie del bulbo oculare,
  • errore di misurazione dovuto alla compressione corneale,
  • imprecisioni umane (posizione del sensore non strettamente perpendicolare),
  • rischio di infezione negli occhi.

Caratteristiche dell'esame nei bambini

L'ecografia oculare viene eseguita a qualsiasi età, ma nei bambini piccoli è difficile ottenere l'immobilità e la chiusura delle palpebre. Questa tecnica di esame aiuta a identificare anomalie congenite negli organi della vista (retinopatia della prematurità, colobomi della coroide e della testa del nervo ottico, altre patologie). Nei bambini in età scolare e primaria, l'indicazione principale per la nomina degli ultrasuoni è la miopia.

Nei neonati, il potere rifrattivo del sistema ottico degli occhi è più debole che negli adulti e la dimensione del bulbo oculare è inferiore (16 mm contro 24 mm).

Normalmente, dopo la nascita, c'è una "riserva" di ipermetropia di 2-5 diottrie, che si "esaurisce" man mano che i bambini e il bulbo oculare crescono..

All'età di 10 anni, il suo valore raggiunge le dimensioni corrispondenti in un adulto e il centro dell'immagine cade esattamente sulla retina (visione "al cento per cento").

Dopo 7 anni, il carico sull'apparato visivo dei bambini aumenta notevolmente, il che è spesso associato alla scolarizzazione, appesantito dall'ereditarietà e dalla scarsa sistemazione: la capacità dell'obiettivo di cambiare forma per vedere altrettanto bene vicino e lontano.

La diagnostica ecografica è il metodo principale per determinare il PZO (dimensione assiale dell'occhio) nei bambini nella diagnosi della miopia con spasmo di accomodamento.

A causa delle peculiarità della crescita, si consiglia di eseguire un'ecografia per un bambino di 10 anni per rilevare l'allungamento dell'asse antero-posteriore.

Se gli errori di rifrazione sono stati rilevati in età precoce, l'esame viene eseguito prima. La mancanza di una correzione visiva a tutti gli effetti fino a 10 anni porta a disabilità visiva funzionale pronunciata e strabismo. Inoltre, vengono determinate la dimensione trasversale del bulbo oculare e la densità acustica della sclera.

La misurazione PZO è l'unico metodo affidabile per determinare la progressione della miopia. Il criterio principale è un aumento dell'asse antero-posteriore del bulbo oculare di oltre 0,3 mm all'anno. Con la progressione della miopia, tutte le strutture dell'occhio, inclusa la retina, vengono allungate, il che può portare a gravi complicazioni: il suo distacco e la perdita della vista.

Procedura

Non è richiesta alcuna formazione speciale prima della procedura. Durante la scansione delle orbite degli occhi nelle donne, è necessario rimuovere il trucco dalle palpebre e dalle ciglia. Il paziente viene posto sulla schiena in modo che la testa sia vicino al medico.

Un rullo è posizionato sotto la parte posteriore della testa in modo che la testa prenda una posizione orizzontale.

In alcuni casi, se è necessario determinare lo spostamento di qualche struttura dell'occhio o in presenza di una bolla di gas in orbita, il paziente viene esaminato in posizione seduta.

La scansione viene eseguita attraverso la palpebra chiusa inferiore o superiore, il gel viene applicato in precedenza. Durante la procedura, il medico preme leggermente sul sensore, ma è indolore. Se viene utilizzato un sensore specializzato, è possibile aprire gli occhi del paziente (in questo caso, l'anestesia locale viene precedentemente eseguita).

La diagnostica delle strutture del bulbo oculare viene eseguita nel seguente ordine:

  • esame della parte anteriore dell'orbita (palpebre, ghiandole lacrimali e sacco) - una scansione panoramica,
  • per ottenere una sezione attraverso l'asse anteroposteriore (PZO), il sensore ultrasonico viene installato sulla palpebra superiore chiusa sopra la cornea, in questo momento la zona centrale del fondo, l'iride, il cristallino, il corpo vitreo (parzialmente), il nervo ottico, il tessuto adiposo diventano a disposizione del medico,
  • per studiare tutti i segmenti dell'occhio, il sensore è posto ad angolo in più posizioni, mentre al paziente viene chiesto di guardare in basso verso l'angolo interno ed esterno dell'occhio,
  • una testina ad ultrasuoni viene applicata alle parti interna ed esterna della palpebra inferiore (gli occhi del paziente sono aperti) per visualizzare la parte superiore delle strutture orbitali,
  • se è necessario valutare la mobilità delle formazioni identificate, alla persona esaminata viene chiesto di effettuare rapidi movimenti dei bulbi oculari.

Scansione del segmento oculare

La durata della procedura è di 10-15 minuti.

Risultati della ricerca

Durante l'esame, un diagnostico ecografico compila un protocollo con una conclusione. L'interpretazione dei risultati ecografici viene eseguita dall'oculista curante, confrontandoli con gli indicatori standard tabulari:

Esame ecografico normale dell'occhio negli adulti

I valori normali di PZO nei bambini sono mostrati nella tabella sotto. Con varie malattie degli occhi, questo indicatore varia..

Indicatori normali nei bambini

Normalmente, l'immagine del bulbo oculare è caratterizzata da una formazione arrotondata di colore scuro (ipoecogena). Nella sezione anteriore vengono visualizzate due strisce chiare che rappresentano la capsula del cristallino. Il nervo ottico appare come una striscia scura e ipoecogena nella parte posteriore della camera oculare.

Flusso sanguigno normale con color Doppler