L'atropina scende nella diagnosi e nel trattamento delle malattie degli occhi

Collirio Atropina (Atropina) - uno dei mezzi più famosi in oftalmologia. La storia della sua applicazione risale a più di duecento anni fa. Nella nostra recensione, proveremo a capire come funziona il medicinale, con quali malattie degli occhi aiuta e perché viene venduto solo su prescrizione medica..

Composizione e azione del farmaco

L'atropina contiene il principio attivo con lo stesso nome. Questo alcaloide viene estratto dalle piante della famiglia delle Solnacee: belladonna, giusquiamo, alcuni tipi di droga. L'atropina solfato, che costituisce la base delle gocce, è una polvere cristallina bianca senza alcun gusto o odore particolare.

In oftalmologia, il farmaco viene utilizzato come midriatico, un mezzo per dilatare le pupille. Se segui il regime di dosaggio raccomandato del farmaco, influenzerà solo l'organo della vista:

  • midriasi pronunciata, osservata dopo 25-40 minuti e dura fino a 10 giorni;
  • la paralisi (altrimenti - eliminazione dello spasmo) di alloggio si sviluppa in 60-180 minuti, dura fino a 12 giorni.

La midriasi è una condizione in cui il tono del muscolo circolare (circolare) dell'occhio diminuisce e la pupilla si espande. Può essere fisiologico (ad esempio, in condizioni di scarsa illuminazione) o patologico. Quando il farmaco viene instillato, si verifica la midriasi da farmaco, che viene utilizzata a fini diagnostici e terapeutici..

La sistemazione dell'occhio è la capacità di vedere chiaramente oggetti situati a distanze diverse dall'organo della vista. Con uno spasmo di accomodamento associato a una contrazione prolungata del muscolo circolare, c'è una diminuzione della visione da lontano, una rapida stanchezza e dolore agli occhi. In medicina, questa condizione è chiamata falsa miopia. Le gocce alleviano lo spasmo dell'accomodazione e gli oggetti distanti vengono percepiti dall'occhio più chiaramente.

Inoltre, l'atropina provoca un aumento della pressione intraoculare. Questo processo è associato a un rallentamento del deflusso del fluido che riempie le camere oculari nel sistema venoso..

Poiché l'atropina solfato è ben assorbita nell'intestino tenue, l'ingestione di gocce dal canale lacrimale al rinofaringe può far sì che il farmaco abbia un effetto sistemico sugli organi interni. Pertanto, è dispensato in farmacia con una prescrizione di un oftalmologo e deve essere utilizzato solo sotto la supervisione di uno specialista. Maggiori informazioni sugli effetti collaterali del farmaco nella sezione corrispondente..

Indicazioni

I colliri di atropina sono prescritti per:

  • la necessità di creare una midriasi medicinale per esaminare il fondo;
  • determinare la vera rifrazione dell'occhio (utilizzato per valutare il grado di miopia o ipermetropia, nonché per la selezione degli occhiali);
  • trattamento complesso dello spasmo dell'arteria retinica, falsa miopia, traumi e processi infettivi e infiammatori nell'organo della vista (l'obiettivo della terapia in questo caso è ottenere il completo rilassamento dei muscoli oculari).

Caratteristiche dei moduli di rilascio

L'atropina sotto forma di collirio è prodotta da diverse società nazionali - JSC "Impianto endocrino di Mosca", CJSC Khimpharm, ecc. La soluzione sterile con un dosaggio di 5 mg / ml (0,5%) o 10 mg / ml (1%) viene imbottigliata in bottiglie di plastica. -Gocce, fornite con le istruzioni per l'uso (scarica le istruzioni in formato pdf) e imballate in una scatola di cartone. La durata di conservazione della bottiglia dopo l'apertura è breve - solo 14 giorni. Il prezzo medio di un medicinale è di 55 r.

Oltre ai colliri, Atropine è disponibile nella forma:

  • compresse con un dosaggio di 0,5 mg;
  • soluzione iniettabile 0,1%.

Le iniezioni vengono somministrate per via sottocutanea, endovenosa o intramuscolare.

Queste forme di dosaggio hanno un effetto sistemico sul corpo e hanno una vasta gamma di indicazioni (ulcera gastrica, gastrite iperacida, asma bronchiale, ipersalivazione nel parkinsonismo, ecc.). Come i colliri, le compresse e le iniezioni di atropina vengono utilizzate solo come indicato da un medico..

Dosaggi consigliati e corso del trattamento

Per la diagnosi e il trattamento delle malattie degli occhi negli adulti, si consiglia di instillare 1-2 gocce in uno o entrambi gli occhi di Atropina 1%:

  • durante l'esame del fondo - una volta;
  • con uveite, iridociclite e altre lesioni infiammatorie del bulbo oculare - 1-3 r / d (come prescritto dal medico), la pausa tra le instillazioni dovrebbe essere di almeno 5-6 ore;
  • con miopia, falsa miopia - 1 r / d prima di coricarsi.

Secondo le istruzioni, la durata del corso del trattamento è fissata dal medico individualmente per ciascun paziente..

Ricorda le precauzioni e seguile durante tutto il corso del trattamento:

  1. L'uso del farmaco è associato a una temporanea diminuzione dell'acuità visiva e alla capacità di spostare rapidamente gli occhi da oggetti distanti a quelli vicini. Pertanto, durante l'uso di atropina, si consiglia di rinunciare alla guida, al lavoro al computer, alla scrittura e ad altre attività che richiedono un notevole affaticamento degli occhi..
  2. Non utilizzare gocce dopo la data di scadenza o 2 settimane dopo l'apertura. Conservare la bottiglia ben chiusa in frigorifero.
  3. Se usi le lenti a contatto, inseriscile non prima di 60-90 minuti dopo aver usato l'atropina. Meglio ancora, sostituiscili con gli occhiali per il periodo di trattamento..
  4. Assicurati di indossare occhiali da sole con filtro UV nelle giornate di sole. Una pupilla dilatata lascia entrare più luce di una normale pupilla e questo può influire negativamente sulle condizioni della retina.
  5. Lavarsi le mani con acqua e sapone dopo aver toccato una fiala aperta di farmaco per evitare cadute accidentali in bocca.

Uso di atropina durante l'infanzia

L'atropina per i bambini di età inferiore ai sette anni è prescritta solo in un dosaggio dello 0,5%. Per ridurre la possibilità di sviluppare effetti collaterali e l'azione sistemica del farmaco, si raccomanda:

  1. Seppellire la medicina secondo il seguente schema:
    • metti il ​​bambino sulla schiena;
    • gira la testa del bambino verso l'occhio in cui gocciolerai la medicina;
    • tirare delicatamente indietro la palpebra inferiore e far cadere 1 goccia della soluzione nel sacco congiuntivale situato più vicino alla parte esterna dell'occhio (tempia);
    • tenere la palpebra per altri 3-5 secondi, quindi rilasciare;
    • ripetere la procedura con l'altro occhio se necessario.
  2. Usa il medicinale 5-10 minuti dopo aver mangiato.
  3. Durante il trattamento offrire al bambino più liquidi, poiché l'atropina, che è entrata nella circolazione sistemica, viene escreta principalmente dai reni.

Ai bambini viene prescritta una soluzione debole di atropina - 0,5%.

Quando il medicinale viene instillato in un solo occhio, la visione binoculare è compromessa in molti bambini e compaiono i seguenti sintomi:

  • vertigini;
  • nausea;
  • diplopia - visione doppia.

Possono essere facilmente eliminati applicando una benda di garza sull'occhio sano..

Controindicazioni ed effetti collaterali

L'atropina è un farmaco con un effetto sistemico sul corpo, quindi ha un gran numero di controindicazioni ed effetti collaterali. La comparsa di analoghi più moderni ha ridotto significativamente la portata del suo utilizzo nella medicina moderna..

È vietato utilizzare colliri quando:

  • intolleranza individuale;
  • glaucoma diagnosticato o possibile ad angolo chiuso (ad angolo chiuso);
  • sinechie (aderenze) dei tessuti del bulbo oculare;
  • curare bambini di età inferiore a 3 anni.

Il farmaco viene prescritto con cautela:

  • persone oltre i 40 anni;
  • pazienti con aritmie cardiache;
  • pazienti con patologia cronica del tratto gastrointestinale, reni e MEP, ghiandola tiroidea;
  • donne in gravidanza e in allattamento.

Tra gli effetti collaterali, i più comuni sono:

  • arrossamento della mucosa dell'occhio e delle palpebre;
  • scarsa tolleranza alla luce intensa;
  • bocca asciutta;
  • vertigini, mal di testa simile all'emicrania;
  • ansia inspiegabile;
  • tachicardia;
  • fibrillazione atriale, extrasistole e altri disturbi del ritmo.

Compatibilità con altri farmaci

Non è consigliabile combinare l'atropina con farmaci con proprietà anticolinergiche. Ciò porta ad un aumento dell'azione del farmaco e ad un aumento del rischio di sviluppare effetti indesiderati..

Recensioni

“Probabilmente chiunque guardi il mondo attraverso gli occhiali è stato sottoposto alla procedura di atropinizzazione. Consiste nella regolare instillazione del medicinale negli occhi per diversi giorni. Questo viene fatto per espandere la pupilla: questo facilita la scelta degli occhiali delle diottrie necessarie..

Preparati al fatto che durante l'intero periodo di atropinizzazione non sarai all'altezza di una vita attiva. La vista sarà così sfocata che vedrai solo i contorni degli oggetti e non sarai in grado di leggere, guardare la TV e tanto meno guidare una macchina "..

Svetlana (figlio Yegor, 8 anni):

“Diversi mesi fa, Yegor ha iniziato a lamentarsi del fatto che la sua vista era peggiorata. A un appuntamento con un oftalmologo, si è scoperto che inizia ad avere la miopia e un occhio vede peggio dell'altro.

Per scoprire se la miopia del figlio è vera o falsa, il medico ha consigliato di acquistare Atropina scende dell'1%. Naturalmente, ho letto un sacco di recensioni su Internet e avevo paura delle possibili conseguenze. Ma il dottore mi ha spiegato che con l'aiuto del farmaco “spegneremo” per un po 'l'occhio sano per far lavorare meglio il paziente. Infatti, dopo una settimana di trattamento, il figlio ha iniziato a vedere un po 'meglio e non ha dovuto portare gli occhiali "..

Levchenko I.A., oftalmologo:

“Alcuni anni fa, l'atropina solfato era ampiamente utilizzata nei policlinici per l'esame diagnostico del fondo. Oggi viene sempre più sostituito da analoghi moderni che hanno una durata d'azione più breve e sono più sicuri per la salute..

Il farmaco viene prescritto con estrema cautela a bambini, donne in gravidanza e in allattamento e pazienti anziani "..

Analoghi

Il principale effetto farmacologico dell'atropina può essere considerato la creazione di midriasi medicinale e paralisi dell'accomodazione. I farmaci popolari con un effetto simile sono presentati nella tabella seguente.

Nome, paese di origineprincipio attivoCaratteristiche:prezzo medio
Tropicamide, RomaniaTropicamideCome l'atropina, sopprime i recettori m-colinergici del bulbo oculare, provocando la dilatazione della pupilla e la rimozione dello spasmo di accomodamentoSoluzione 1%,
10 ml - 120 sfregamenti.
Midriacil, BelgioTropicamideUn agente con attività colinomimeticaGocce 0,5%,
15 ml - 320 sfregamenti.
Cyclomed, IndiaCiclopentolatoRappresentante del gruppo di m-anticolinergiciSoluzione 1%,
5 ml - 440 RUB.
Irifrin, IndiaFenilefrinaIl farmaco proviene dal gruppo degli agonisti adrenergici. Provoca midriasi rapida ma transitoria e paralisi dell'accomodazioneCollirio 2,5%, 5 ml - 470 r.
Mezaton, RussiaFenilefrinaAzione simile a IrifrinCollirio 2,5%, 5 ml - 100 sfregamenti.
Midrimax, IndiaTropicamide + FenilefrinaFarmaco combinato che agisce sui recettori m-colinergici e sui recettori alfa-adrenergiciScende 0,8% + 5%,
5 ml - 440 RUB.

Analogo di atropina - Ciclomed.

Nonostante l'abbondanza di analoghi, i colliri Atropine rimangono popolari. I vantaggi del loro utilizzo possono essere considerati:

  • alta efficienza - secondo le recensioni di medici e pazienti;
  • rapido sviluppo di effetti farmacologici;
  • effetto terapeutico a lungo termine (fino a 10-12 giorni);
  • disponibilità (il prezzo medio di un farmaco nelle farmacie non supera gli 80 rubli).

Ha una medicina e i suoi svantaggi:

  • la capacità di penetrare nel flusso sanguigno generale e avere un effetto sistemico;
  • un ampio elenco di controindicazioni ed effetti collaterali;
  • uso limitato nei bambini.

L'uso della soluzione di atropina in oftalmologia richiede non solo un attento monitoraggio da parte del medico, ma anche un atteggiamento responsabile del paziente. L'osservanza delle precauzioni ridurrà significativamente il rischio di effetti collaterali e l'azione del farmaco sarà diretta a beneficio.

Atropina solfato

Principio attivo:

Soddisfare

  • Immagini 3D
  • Composizione e forma di rilascio
  • effetto farmacologico
  • Farmacodinamica
  • Indicazioni del farmaco Atropina solfato
  • Controindicazioni
  • Effetti collaterali
  • Metodo di somministrazione e dosaggio
  • Condizioni di conservazione del farmaco Atropina solfato
  • Periodo di validità del farmaco Atropina solfato
  • Prezzi nelle farmacie

Gruppo farmacologico

  • m-anticolinergici

Classificazione nosologica (ICD-10)

  • J45 Asma
  • Ulcera gastrica K25
  • K26 ulcera duodenale
  • K31.3 Pilorospasmo, non classificato altrove
  • K52 Altre gastroenteriti e coliti non infettive
  • Colelitiasi K80 [colelitiasi]
  • Colecistite K81
  • K94 * Diagnosi di malattie gastrointestinali
  • N23 Colica renale, non specificata
  • R00.1 Bradicardia, non specificata
  • R05 Tosse
  • R10.4 Altro e dolore addominale non specificato
  • Z100 * CLASSE XXII Pratica chirurgica

Immagini 3D

Composizione e forma di rilascio

1 fiala con 1 ml di soluzione iniettabile contiene atropina solfato 1 mg; in una scatola di cartone 10 pz.

effetto farmacologico

Blocca i recettori m-colinergici periferici e centrali.

Farmacodinamica

Riduce il tono degli organi muscolari lisci (bronchi, organi addominali, utero, vie urinarie), riduce la secrezione di ghiandole salivari, gastriche, bronchiali, sudoripare, pancreas, aumenta la frequenza cardiaca, rilassa le fibre del muscolo circolare dell'iride, dilata la pupilla e aumenta la pressione intraoculare, provoca paralisi alloggio. Nel sistema nervoso centrale, previene i contatti interneuronali colinergici, riduce i tremori e la tensione muscolare nei pazienti con parkinsonismo e stimola il centro respiratorio.

Indicazioni del farmaco Atropina solfato

Ulcera peptica dello stomaco e del duodeno, pilorospasmo, colecistite, colelitiasi, spasmi del tratto intestinale e urinario; bradiaritmie che si sviluppano a causa dell'aumento del tono vago; prima dell'anestesia e delle operazioni (per la prevenzione del broncospasmo e del laringospasmo, riducendo la secrezione delle ghiandole salivari e bronchiali e dei riflessi cardiaci vagali); Studi a raggi X del tratto gastrointestinale; avvelenamento con agenti colinomimetici (compreso l'organofosforo); asma bronchiale, bronchite con iperproduzione di muco.

Controindicazioni

Glaucoma, malattie ostruttive dell'intestino e delle vie urinarie, ileo paralitico.

Effetti collaterali

Bocca secca, pupilla dilatata, paresi dell'accomodazione, tachicardia, difficoltà a urinare, atonia intestinale, vertigini, mal di testa.

Metodo di somministrazione e dosaggio

S / c, i / m e i / v - 0,25-1 mg ciascuno (0,25-1 ml di soluzione).

Condizioni di conservazione del farmaco Atropina solfato

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Periodo di validità del farmaco Atropina solfato

Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Atropina

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio:

Forma di dosaggio

reg. №: ЛС-001248 dal 03/08/11 - Data di nuova registrazione a tempo indeterminato: 28/01/19
Atropina

Forma di rilascio, confezione e composizione del farmaco Atropina

Collirio sotto forma di un liquido trasparente, incolore o leggermente colorato.

1 ml
atropina solfato10 mg

Eccipienti: cloruro di sodio - 7,8 mg, disolfito di sodio (metabisolfito di sodio) - 0,1 mg, acqua d / i - fino a 1 mg.

5 ml - flaconi (1) completi di tappo contagocce - confezioni di cartone.
5 ml - flaconi (1) - confezione in plastica sagomata (5) completa di tappi contagocce (5 pz.) - confezioni in cartone.

effetto farmacologico

Bloccante dei recettori m-colinergici, è un'ammina terziaria naturale. Si ritiene che l'atropina si leghi allo stesso modo ai sottotipi m 1, m 2 e m 3 dei recettori muscarinici. Colpisce i recettori m-colinergici sia centrali che periferici.

Riduce la secrezione delle ghiandole salivari, gastriche, bronchiali, sudoripare. Riduce il tono della muscolatura liscia degli organi interni (inclusi bronchi, organi dell'apparato digerente, uretra, vescica), riduce la motilità gastrointestinale. Praticamente nessun effetto sulla secrezione di bile e pancreas. Provoca midriasi, paralisi dell'accomodazione, riduce la secrezione di liquido lacrimale.

A dosi terapeutiche moderate, l'atropina ha un moderato effetto stimolante sul sistema nervoso centrale e un effetto sedativo ritardato ma a lungo termine. L'effetto anticolinergico centrale spiega la capacità dell'atropina di eliminare i tremori nella malattia di Parkinson. A dosi tossiche, l'atropina provoca eccitazione, agitazione, allucinazioni, coma.

L'atropina riduce il tono del nervo vago, che porta ad un aumento della frequenza cardiaca (con una leggera variazione della pressione sanguigna), un aumento della conduzione nel fascio di His.

A dosi terapeutiche, l'atropina non ha effetti significativi sui vasi periferici, ma si osserva vasodilatazione in caso di sovradosaggio.

Se applicato localmente in oftalmologia, la massima dilatazione della pupilla si verifica in 30-40 minuti e scompare dopo 7-10 giorni. La midriasi causata dall'atropina non viene eliminata mediante instillazione di farmaci colinomimetici.

Farmacocinetica

È ben assorbito dal tratto gastrointestinale o attraverso la membrana congiuntivale. Dopo la somministrazione sistemica, è ampiamente distribuito nell'organismo. Penetra nel BBB. Una concentrazione significativa nel sistema nervoso centrale viene raggiunta entro 0,5-1 ore Il legame con le proteine ​​plasmatiche è moderato.

T 1/2 è di 2 ore ed è escreto nelle urine; circa il 60% - invariato, il resto - sotto forma di prodotti di idrolisi e coniugazione.

Indicazioni dei principi attivi del farmaco Atropina

Uso sistemico: spasmo degli organi muscolari lisci del tratto gastrointestinale, dotti biliari, bronchi; ulcera peptica dello stomaco e del duodeno, pancreatite acuta, ipersalivazione (parkinsonismo, avvelenamento con sali di metalli pesanti, durante interventi dentali), sindrome dell'intestino irritabile, colica intestinale, colica renale, bronchite con ipersecrezione, broncospasmo, laringospasmo (prevenzione); premedicazione prima dell'intervento; Blocco AV, bradicardia; avvelenamento con m-colinomimetici e sostanze anticolinesterasiche (azione reversibile e irreversibile); Esame a raggi X del tratto gastrointestinale (se necessario, per ridurre il tono di stomaco e intestino).

Applicazione locale in oftalmologia: per studiare il fondo, per dilatare la pupilla e ottenere la paralisi dell'accomodazione per determinare la vera rifrazione dell'occhio; per il trattamento di irite, iridociclite, coroidite, cheratite, embolia e spasmo dell'arteria retinica centrale e alcune lesioni oculari.

Apri l'elenco dei codici ICD-10
Codice ICD-10Indicazione
H16Cheratite
H20.0Iridociclite acuta e subacuta (uveite anteriore)
H20.1Iridociclite cronica
H30Infiammazione corioretinica
H34Occlusioni vascolari retiniche
I44Blocco atrioventricolare [atrioventricolare] e blocco di branca [His]
J38.5Spasmo laringeo
J42Bronchite cronica, non specificata
J45Asma
K11.7Disturbi della secrezione delle ghiandole salivari
K25Ulcera allo stomaco
K26Ulcera duodenale
K31.3Pilorospasmo, non classificato altrove
K58Sindrome dell'intestino irritabile
K80Malattia dei calcoli biliari [colelitiasi] (inclusa la colica epatica)
K82.8Altre malattie specificate della cistifellea e del dotto cistico (compresa la discinesia)
K85Pancreatite acuta
N23Colica renale, non specificata
R00.1Bradicardia, non specificata
R10.4Altro e dolore addominale non specificato (coliche)
S05Lesioni agli occhi e all'orbita
T44Avvelenamento con farmaci che agiscono principalmente sul sistema nervoso autonomo
Z01.0Esame degli occhi e della vista
Z03Osservazione e valutazione medica in caso di sospetta malattia o condizione patologica
Z51.4Procedure preparatorie per successivi trattamenti o esami, non classificate altrove

Regime di dosaggio

Dentro - 300 mcg ogni 4-6 ore.

Per eliminare la bradicardia IV negli adulti - 0,5-1 mg, se necessario, dopo 5 minuti, è possibile ripetere l'introduzione; bambini - 10 mcg / kg.

Ai fini della premedicazione intramuscolare per adulti - 400-600 mcg 45-60 minuti prima dell'anestesia; bambini - 10 mcg / kg 45-60 minuti prima dell'anestesia.

Se applicato localmente in oftalmologia, vengono instillate 1-2 gocce di una soluzione all'1% (nei bambini viene utilizzata una soluzione di una concentrazione inferiore) nell'occhio dolorante, la frequenza di applicazione è fino a 3 volte con un intervallo di 5-6 ore, a seconda delle indicazioni. In alcuni casi, una soluzione allo 0,1% viene somministrata per via subcongiuntivale 0,2-0,5 ml o parabolare - 0,3-0,5 ml. Utilizzando il metodo dell'elettroforesi attraverso le palpebre o il bagno oculare, una soluzione allo 0,5% viene iniettata dall'anodo.

Effetto collaterale

Con uso sistemico: secchezza delle fauci, tachicardia, costipazione, difficoltà a urinare, midriasi, fotofobia, paralisi dell'accomodazione, vertigini, percezione tattile alterata.

Se applicato localmente in oftalmologia: iperemia della pelle delle palpebre, iperemia ed edema della congiuntiva delle palpebre e del bulbo oculare, fotofobia, bocca secca, tachicardia.

Controindicazioni per l'uso

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

L'atropina attraversa la barriera placentare. Non sono stati condotti studi clinici adeguati e rigorosamente controllati sulla sicurezza dell'atropina durante la gravidanza..

Con la somministrazione endovenosa durante la gravidanza o poco prima del parto, può svilupparsi tachicardia nel feto.

L'atropina si trova nel latte materno in concentrazioni in tracce.

Domanda di violazioni della funzionalità epatica

Domanda di funzionalità renale compromessa

Applicazione nei bambini

Uso in pazienti anziani

istruzioni speciali

Usare con cautela in pazienti con malattie del sistema cardiovascolare, in cui un aumento della frequenza cardiaca può essere indesiderabile: fibrillazione atriale, tachicardia, insufficienza cardiaca cronica, malattia coronarica, stenosi mitralica, ipertensione arteriosa, sanguinamento acuto; con tireotossicosi (possibile aumento della tachicardia); a temperature elevate (può aumentare ulteriormente a causa della soppressione dell'attività delle ghiandole sudoripare); con esofagite da reflusso, ernia dell'apertura esofagea del diaframma, combinata con esofagite da reflusso (diminuzione della motilità dell'esofago e dello stomaco e rilassamento dello sfintere esofageo inferiore può rallentare lo svuotamento gastrico e aumentare il reflusso gastroesofageo attraverso lo sfintere con funzionalità ridotta); nelle malattie del tratto gastrointestinale, accompagnate da ostruzione - acalasia dell'esofago, stenosi del piloro (possibile diminuzione della motilità e del tono, che porta all'ostruzione e alla ritenzione del contenuto dello stomaco), atonia intestinale nei pazienti anziani o debilitati (l'ostruzione può svilupparsi), ostruzione intestinale paralitica; con un aumento della pressione intraoculare - chiusura dell'angolo (l'effetto midriatico, che porta ad un aumento della pressione intraoculare, può causare un attacco acuto) e glaucoma ad angolo aperto (l'effetto midriatico può causare un leggero aumento della pressione intraoculare; può essere necessaria la correzione della terapia); con colite ulcerosa aspecifica (dosi elevate possono inibire la motilità intestinale, aumentando la probabilità di ostruzione intestinale paralitica, inoltre, la manifestazione o l'esacerbazione di una complicanza così grave come il megacolon tossico è possibile); con bocca secca (l'uso prolungato può aumentare ulteriormente la gravità della xerostomia); con insufficienza epatica (diminuzione del metabolismo) e insufficienza renale (rischio di effetti collaterali a causa della ridotta escrezione); con malattie polmonari croniche, specialmente nei bambini piccoli e nei pazienti debilitati (una diminuzione della secrezione bronchiale può portare ad un ispessimento delle secrezioni e alla formazione di congestione nei bronchi); con miastenia grave (la condizione può peggiorare a causa dell'inibizione dell'azione dell'acetilcolina); ipertrofia della prostata senza ostruzione delle vie urinarie, ritenzione urinaria o predisposizione ad essa, o malattie accompagnate da ostruzione delle vie urinarie (compreso il collo vescicale dovuto all'ipertrofia prostatica) con gestosi (possibile aumento dell'ipertensione arteriosa); danno cerebrale nei bambini, paralisi cerebrale, malattia di Down (aumenta la reazione agli anticolinergici).

L'intervallo tra atropina e antiacidi contenenti alluminio o carbonato di calcio deve essere di almeno 1 ora..

Con la somministrazione subcongiuntivale o parabulbare di atropina, al paziente deve essere somministrata una compressa di Validol sotto la lingua per ridurre la tachicardia.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi

Durante il periodo di trattamento, il paziente deve prestare attenzione quando guida veicoli e intraprende altre attività potenzialmente pericolose che richiedono maggiore concentrazione di attenzione, velocità delle reazioni psicomotorie e buona visione.

Interazioni farmacologiche

Se assunto contemporaneamente ad antiacidi contenenti alluminio o carbonato di calcio, l'assorbimento di atropina dal tratto gastrointestinale diminuisce.

Se usato contemporaneamente con agenti anticolinergici e agenti con attività anticolinergica, l'effetto anticolinergico è potenziato.

Con l'uso simultaneo con atropina, è possibile rallentare l'assorbimento di zopiclone, mexiletina, diminuire l'assorbimento della nitrofurantoina e la sua escrezione da parte dei reni. Probabilmente aumento degli effetti terapeutici e collaterali della nitrofurantoina.

Con l'uso simultaneo con fenilefrina, è possibile un aumento della pressione sanguigna.

Sotto l'influenza della guanetidina, è possibile una diminuzione dell'azione iposecretoria dell'atropina.

I nitrati aumentano la probabilità di un aumento della pressione intraoculare.

La procainamide aumenta l'effetto anticolinergico dell'atropina.

L'atropina riduce la concentrazione plasmatica della levodopa.

Atropina

Composizione

Il preparato contiene la sostanza principale atropina solfato e componenti aggiuntivi a seconda della sua forma.

Modulo per il rilascio

La principale forma di rilascio di atropina: soluzione per iniezione e collirio. La soluzione è confezionata in fiale da 1 ml e il collirio in flaconi contagocce da 5 ml.

effetto farmacologico

Il farmaco ha un effetto anticolinergico in grado di bloccare i recettori M-colinergici.

Farmacodinamica e farmacocinetica

L'atropina è un alcaloide che si trova anche in alcune piante, come belladonna, droga, giusquiamo e altre. In medicina viene utilizzata una sostanza chiamata atropina solfato. Va notato che la forma di rilascio di questo componente è una polvere bianca granulare o cristallina, inodore. Si dissolve facilmente in acqua o etanolo ed è resistente al cloroformio e all'etere.

Il gruppo farmacologico a cui appartiene questo farmaco è quello degli anticolinergici. In questo caso, il meccanismo d'azione include il blocco dei recettori m-colinergici.

L'uso di questa sostanza porta ad amidriasi, paralisi dell'accomodazione, aumento della pressione intraoculare, tachicardia e xerostomia. È stata anche osservata l'inibizione della secrezione di bronchi, sudore e altre ghiandole. Il rilassamento si verifica nella muscolatura liscia dei bronchi, della bile o degli organi urinari, il tratto gastrointestinale, cioè la sostanza agisce come antagonista e mostra un effetto antispasmodico.

A dosaggi elevati, il sistema nervoso può essere eccitato. Quando l'atropina viene iniettata per via endovenosa, la manifestazione dell'effetto massimo si nota dopo 2-4 minuti e se si usano colliri, dopo 30 minuti.

Penetrando nel sangue, la sostanza si lega per il 18% alle proteine ​​plasmatiche, passando eventualmente attraverso il BBB. L'escrezione viene effettuata con l'aiuto dei reni, in una forma invariata del 50%.

Indicazioni per l'uso di atropina

Principali indicazioni per l'uso:

  • ulcera gastrica e ulcera duodenale;
  • pilorospasmo;
  • pancreatite acuta;
  • colecistite;
  • colelitiasi;
  • ipersalivazione;
  • colica intestinale, biliare e renale;
  • bradicardia sintomatica;
  • avvelenamento con m-colinostimolanti o agenti anticolinesterasici, in cui è un antidoto efficace;
  • asma bronchiale;
  • bronchite, broncospasmo.

La prescrizione del farmaco in oftalmologia è raccomandata per:

  • la necessità di espandere la pupilla e raggiungere la paralisi accomodativa per lo studio del fondo oculare;
  • creare riposo funzionale durante infiammazioni e lesioni agli occhi.

Controindicazioni

Esistono controindicazioni note in cui questo farmaco non è prescritto. Vale a dire, quando:

  • ipersensibilità ai suoi componenti.

In oftalmologia, l'uso di colliri non è raccomandato per:

  • glaucoma ad angolo chiuso;
  • glaucoma ad angolo aperto;
  • cheratocono;
  • bambini sotto i 7 anni di età.

Esiste un elenco significativo di restrizioni sull'uso di atropina. Ad esempio, il suo uso non è raccomandato per varie malattie del sistema cardiovascolare, alta temperatura corporea, esofagite da reflusso, ernia degli organi interni, malattie e disturbi del tratto gastrointestinale, aumento della pressione intraoculare, colite ulcerosa e così via..

Effetti collaterali

Durante il trattamento con Atropina possono svilupparsi effetti collaterali che influenzano l'attività del sistema nervoso, cardiovascolare, digerente e degli organi sensoriali..

Pertanto, possono verificarsi effetti indesiderati sotto forma di: mal di testa, vertigini, insonnia, confusione, euforia, allucinazioni, midriasi, paralisi dell'accomodazione, alterata percezione tattile, tachicardia sinusale, aggravamento dell'ischemia miocardica, xerostomia e costipazione. Possono anche svilupparsi febbre, atonia vescicale e gastrointestinale, ritenzione urinaria, varie fotofobia.

Come effetti locali, si nota: formicolio e aumento della pressione intraoculare, irritazione, iperemia o iperemia delle palpebre, gonfiore della congiuntiva e così via..

Istruzioni per l'uso di atropina (via e dosaggio)

Le istruzioni complete per l'uso di atropina in fiale indicano che la formula del farmaco ne consente l'assunzione per via orale, l'iniezione in vena, muscolo o per via sottocutanea. In ogni caso di violazione, vengono stabiliti un determinato dosaggio e regime terapeutico. Ad esempio, durante il trattamento dell'ulcera gastrica e dell'ulcera duodenale 12, il dosaggio giornaliero per i pazienti adulti è di 0,25-1 mg, che vengono assunti fino a 3 volte al giorno. Il dosaggio pediatrico dipende dall'età del bambino e può variare da 0,05-0,5 mg a 1-2 volte al giorno. Inoltre, la dose massima giornaliera non può superare i 3 mg..

L'uso del farmaco per via endovenosa, intramuscolare e sottocutanea consente l'introduzione di 0,25-1 mg, 1-2 volte durante il giorno.

Nella pratica oftalmica, Atropina collirio, le istruzioni per l'uso raccomandano di prescrivere 1-2 colliri, instillando il farmaco in ciascun occhio malato, in media 2-3 volte durante il giorno. Inoltre, lo strumento può essere utilizzato parabulbar, utilizzando l'elettroforesi o sotto forma di bagni oculari.

Overdose

In caso di sovradosaggio, può verificarsi grave secchezza delle fauci, con sensazione di bruciore, difficoltà a deglutire, grave fotofobia, arrossamento e secchezza della pelle, temperatura corporea elevata, eruzione cutanea, nausea, vomito, tachicardia e ipertensione arteriosa.

Gli effetti sul sistema nervoso possono essere accompagnati da ansia, tremori, confusione, agitazione, allucinazioni e delirio, oltre a sonnolenza e stupore. Queste condizioni possono essere fatali a causa di insufficienza cardiovascolare o respiratoria..

Casi particolarmente difficili richiedono l'eliminazione con l'introduzione di Physostigmine, la nomina di Diazepam a dosaggi precisi.

È necessario controllare la pervietà delle vie aeree e se si sviluppa insufficienza respiratoria, viene eseguita l'inalazione con ossigeno e anidride carbonica.

L'insorgenza della febbre richiede l'uso di impacchi freddi o lo sfregamento con acqua, garantendo un adeguato apporto di liquidi. Se necessario, cateterizza l'uretra e se il paziente è fotofobico, la stanza è ben oscurata.

Interazione

Questo farmaco è in grado di indebolire l'effetto degli m-colinomimetici e dei farmaci anticolinesterasici. Allo stesso tempo, i farmaci con attività anticolinergica, così come la difenidramina e la prometazina, possono aumentare l'efficacia dell'atropina..

La combinazione con antiacidi che contengono Al3 + o Ca2 + può ridurre l'assorbimento della sostanza principale dal tratto gastrointestinale. Alcuni antidepressivi triciclici, amantadina, fenotiazine, chinidina, antistaminici e altri farmaci con proprietà m-anticolinergiche possono aumentare lo sviluppo di effetti indesiderati sistemici.

I nitrati possono causare un aumento della pressione intraoculare e l'atropina può modificare i parametri di assorbimento di Levodopa e Mexiletina.

istruzioni speciali

L'uso di Atropina per il blocco AV di tipo distale, accompagnato da complessi QRS larghi è inefficace e, in generale, non è raccomandato.

Quando la soluzione viene gocciolata nel sacco congiuntivale, il punto lacrimale inferiore deve essere premuto delicatamente per evitare che goccioline entrino nel rinofaringe. Si raccomanda di eseguire l'iniezione sottocongiuntivale o parabulbare con la somministrazione simultanea di Validol per ridurre la tachicardia.

Condizioni di vendita

Condizioni di archiviazione

Per conservare qualsiasi forma del farmaco, è necessario un luogo buio e fresco, fuori dalla portata dei bambini..

Data di scadenza

Per soluzione iniettabile - 5 anni, per colliri - 3 anni.

Collirio Atropina

Il contenuto dell'articolo:

L'atropina è un forte alcaloide naturale. In dosi eccessive, provoca allucinazioni, aumenta l'attività dei movimenti. Tuttavia, in oftalmologia è una componente indispensabile del trattamento delle patologie oculari..

In micro dosi, l'atropina viene utilizzata dagli oftalmologi per trattare varie malattie degli occhi. Una proprietà importante dei colliri Atropine è la capacità di dilatare le pupille, quando i muscoli anulari dell'iride non rispondono alla luce intensa, rimangono rilassati.

Ciò consente all'oftalmologo di visualizzare lo stato interno dell'occhio quando i muscoli radiali responsabili della dilatazione della pupilla al buio lo aprono e lo mantengono in questo stato. Alla fine della microdose, i muscoli delle pupille tornano al loro stato normale e lavorano come dovrebbero per natura.

Composizione di atropina

I colliri di atropina sono prodotti dalle associazioni russe Ergopharm, Khimfarm. Le farmacie dispensano farmaci rigorosamente su prescrizione di un oftalmologo. Il codice farmacologico dell'Atropina è ATX S01F A01, appartiene al gruppo dei farmaci midriatici e cicloplegici.

L'atropina sotto forma di collirio viene prodotta in soluzioni sterili:

  • una dose di 5 mg / ml, questo è 0,5% p-;
  • dosaggio 10 mg / ml, questa è una soluzione all'1%.

Le soluzioni vengono versate in flaconi di plastica, con contagocce, poste in scatole di cartone, devono essere incluse le Istruzioni per l'uso.

Contenuto della soluzione sterile di collirio:

  • ingrediente attivo, atropina solfato - 1 mg;
  • componenti ausiliari.

I seguenti sono usati come ingredienti ausiliari:

  • acido cloridrico - 0,1 M;
  • metabisolfito di sodio - E 223;
  • cloruro di sodio;
  • acqua purificata 0,1% - fino a 1 ml.

Oltre ai colliri per oftalmologi, l'atropina viene prodotta in compresse con un dosaggio di 0,5 mg; in soluzione iniettabile 0,1%; unguenti per gli occhi; pellicole per gli occhi.

Descrizione

L'atropina è un composto estere acido organico. In precedenza, il farmaco veniva prodotto sulla base di piante naturali, un estratto della famiglia della belladonna: belladonna, droga, giusquiamo, mandragora. Queste piante appartengono al gruppo di atropina velenosa, naturale in esse è l'alcaloide più forte.

Le nuove tecnologie hanno permesso di sintetizzare il farmaco, ma è in qualche modo diverso dall'analogo della pianta. L'atropina per l'uso in oftalmologia viene prodotta sotto forma di collirio, una soluzione sterile di atropina solfato con l'aggiunta di componenti ausiliari. È un liquido inodore limpido o leggermente colorato.

effetto farmacologico

L'azione principale dell'atropina è il blocco e l'indebolimento della fornitura degli impulsi nervosi, l'inibizione delle funzioni dei recettori M. L'atropina riduce significativamente la sensibilità delle terminazioni nervose, bloccando così il passaggio degli impulsi nervosi.

Sotto l'influenza di atropina:

  • l'attività secretoria delle ghiandole salivari e sudoripare diminuisce;
  • il tono della muscolatura liscia sugli organi interni diminuisce;
  • diminuzione della motilità intestinale;
  • ridotta produzione di lacrime.

È stata notata l'assenza di influenza sulla sintesi della bile, la funzione del pancreas. In dosaggi terapeutici medi, l'atropina influisce in qualche modo sul sistema nervoso centrale, si nota un effetto sedativo a lungo termine. L'atropina riduce la tensione del nervo vago, aumenta la frequenza cardiaca, modifica leggermente la pressione sanguigna. Il superamento del dosaggio a un livello tossico porta ad agitazione, allucinazioni, coma.

L'applicazione locale in oftalmologia dilata al massimo la pupilla per 30-40 minuti, quindi i muscoli oculari tornano al loro stato normale. Raramente, si è verificato un effetto a lungo termine dell'atropina sui muscoli oculari, che scompare entro 7-10 giorni. In questo caso, non è richiesto l'uso di farmaci aggiuntivi..

Indicazioni per l'uso

L'atropina è sempre usata con cautela, poiché la sua capacità di rilassare i muscoli anulari provoca un lento svuotamento dello stomaco, colpisce l'esofago e riduce la motilità intestinale..

Situazioni in cui è richiesto l'uso di atropina:

1. Per esaminare il fondo dell'occhio, per vedere lo stato della retina, le sue aree: la macula, il pattern vascolare, il nervo ottico.

2. Gli oftalmologi dilatano le pupille per disattivare il meccanismo di accomodamento e durante questo periodo per misurare la rifrazione degli occhi. Questo è usato:

  • nel trattamento delle lesioni della cornea, della lente;
  • nel trattamento del danno meccanico penetrante alla struttura degli occhi;
  • nel trattamento della cheratite, iridociclite;
  • nel trattamento dell'embolia;
  • nello studio delle cause degli spasmi dell'arteria retinica.

Quando si utilizza Atropina, si osservano salti di pressione intraoculare, pertanto, dopo un esame da parte di un oftalmologo per 2 ore, non è consigliabile guidare un'auto, anche con occhiali con vetri colorati.

Controindicazioni per l'uso

Una chiara controindicazione è l'uso di atropina nelle donne in gravidanza e in allattamento. Non sono stati effettuati veri test in questa direzione, tuttavia, ci sono prove occasionali che il farmaco attraversa la placenta fino al feto, entra nel bambino con il latte materno. Se, secondo le indicazioni di una donna incinta, è necessario applicare urgentemente l'atropina, si tenga presente che il feto sperimenterà la tachicardia per un po 'di tempo.

Principali controindicazioni:

  • Patologie del sistema renale. I reni sono responsabili dell'escrezione del farmaco, pertanto qualsiasi violazione delle loro funzioni è considerata dai medici un rischio di limitare l'uso di atropina. Se, con gravi danni ai reni, non riescono a far fronte all'eliminazione del farmaco, si accumula in essi, entra nel flusso sanguigno e dà complicazioni impreviste.
  • Mancanza di funzionalità epatica. I sistemi adsorbenti del fegato sono responsabili del metabolismo del farmaco, tuttavia, se il farmaco non è in grado di abbattere, si verifica l'avvelenamento da atropina dell'organo.
  • Restrizione d'uso nella pratica pediatrica. La capacità dell'atropina di ridurre la secrezione dei bronchi, la loro secrezione si ispessisce, formando tappi nelle vie aeree. Un tale effetto dell'atropina su bambini indeboliti, scolari primari, bambini con una storia di patologia polmonare cronica è particolarmente significativo..
  • L'atropina non viene utilizzata per le persone con malattia di Down, con paralisi cerebrale, dopo lesioni cerebrali infantili.
  • Limiti d'età.
  • Intolleranza individuale al principale ingrediente attivo.
  • Glaucoma diagnosticato.
  • Sinechia spontanea dei tessuti del bulbo oculare.
  • Bambini fino a 3 anni.

L'uso dell'Atropina nelle patologie del cuore e dei vasi sanguigni è limitato o completamente escluso, in modo che l'alcaloide non provochi una tachicardia acuta. Se necessario, utilizzare il farmaco in una persona con disturbi di peristalsi, digestione, con forme acute di prostatite, i medici studiano attentamente l'anamnesi, nominano una consultazione con specialisti specializzati.

Istruzioni per l'uso di atropina

Le proprietà principali dell'atropina sono una pronunciata dilatazione della pupilla, secchezza in bocca, tachicardia. L'azione descritta è dovuta al blocco dei recettori m e n-colinergici.

È indicato per l'uso nella diagnosi degli occhi attraverso le pupille dilatate, in un complesso di misure terapeutiche contro l'infiammazione degli occhi di varie eziologie. Le istruzioni indicano alcune caratteristiche che dovrebbero essere considerate quando si utilizza questo medicinale..

È necessario instillare l'atropina sotto la palpebra inferiore della palpebra, premendo leggermente lungo il percorso delle lacrime in modo che il farmaco non vi penetri. Con l'uso continuato, le gocce penetrano nel rinofaringe, quindi vengono ingerite con la saliva. Pertanto, i medici prescrivono attentamente l'atropina agli uomini con patologie sulla ghiandola prostatica, alle persone con ernia diaframmatica dell'esofago, ai pazienti anziani.

Dopo aver usato il farmaco, possono verificarsi arrossamento e gonfiore delle palpebre, con fotofobia. Le mucose della bocca possono seccarsi, la percezione del gusto può essere compromessa, possono comparire aritmia, disturbi del sonno.

Applicazione e dosaggio del farmaco

Secondo le indicazioni, a seconda del decorso della malattia, l'atropina viene prescritta per la somministrazione sottocutanea, intramuscolare e endovenosa a 0,25-1 mg, non più di 2 volte durante il giorno. Per i pazienti adulti, al fine di aumentare la frequenza cardiaca, alleviare la bradicardia protratta, 0,5-1 mg del farmaco vengono somministrati per via endovenosa, 5 minuti dopo, dopo l'esame di un medico, viene ripetuta la stessa dose. Per i bambini, la dose viene calcolata in base al peso corporeo del bambino - 0,01 mg del farmaco per 1 kg di peso corporeo.

L'atropina è utilizzata in un complesso di premedicazione. Per questo, un'iniezione intramuscolare viene effettuata un'ora prima dell'anestesia principale in dosi:

  • adulti - 0,4-0,6 mg;
  • bambini - 0,01 mg di fondi per 1 kg di peso.

Sotto forma di collirio, l'atropina viene utilizzata in oftalmologia. Utilizzate gocce dell'1% di imballaggi di fabbrica in fiale sterili. 1-2 gocce di soluzione vengono instillate nell'occhio, con una pausa di 5-6 ore, non più di 3 volte durante il giorno.

Analoghi del farmaco Atropine

In una situazione in cui c'è un'allergia all'atropina, o ci sono restrizioni sul suo uso, il medico sceglie analoghi del farmaco che hanno la principale azione farmacologica simile all'effetto dell'atropina - per creare midriasi medicinale, paralisi dell'accomodazione.

Analoghi di atropina di diversi produttori:

  • Tropicamide, soluzione 1%, Romania. Il principio attivo è Tropicamidum. Agisce in modo soppressivo sui recettori m-colinergici, dilata le pupille, rimuove lo spasmo di alloggio.
  • Midriacil scende dello 0,5%, Belgio. Il principio attivo è Tropicamidum. Farmaco ad attività colinomimetica.
  • Cyclomed, soluzione 1%, India. Il principio attivo è il ciclopentolato. Il farmaco - m-anticolinergico.
  • Irifrin, collirio 2,5%, India. Il principio attivo è la fenilefrina. Il farmaco è un adrenomimetico.
  • Mezaton, collirio 2,5%, Russia. Il principio attivo è la fenilefrina. Simile a Irifrin.
  • Midrimax, in calo dello 0,8% + 5%, India. Il principio attivo è Tropicamidum + Phenylephrine. Droga ad azione combinata.

Una vasta selezione di analoghi con diverse sostanze attive consente agli oftalmologi di risolvere tutti i loro problemi in relazione a ciascun paziente, scegliendo un farmaco adatto individualmente per lui.

Prezzo per atropina

Il costo del farmaco varia a seconda del produttore e della politica dei prezzi delle catene di farmacie. Il prezzo medio, fissato dall'Associazione farmacologica russa, per l'1% di collirio con atropina è di 50 rubli per confezione.

Recensioni

Irina N., 45 anni, Kursk

All'esame profilattico, ho dovuto guardare il fondo dell'oculista. Ma sono allergico all'atropina, questo si nota sulla carta fin dall'infanzia. Pertanto, il medico ha suggerito di acquistare un analogo. Ho comprato collirio russo Mezaton per 380 rubli. L'esame è andato bene, la vista è guarita rapidamente.

Ivan K., 58 anni, Voronezh

Sono stato invitato al policlinico per un esame dispensario. Due anni fa ho subito un intervento chirurgico agli occhi nell'ospedale regionale e il mio glaucoma è stato rimosso. Pertanto, il nostro oftalmologo non ha seppellito nulla nei miei occhi, ha solo scattato una foto al computer e ha scritto la sua conclusione. Ho avvertito che in futuro mi rifiuto di instillare atropina.

Tatiana Sh., 24 anni, Kislovodsk

Ho ricevuto la patente per guidare un'auto, ho subito una visita medica completa. Compreso l'oftalmologo ha esaminato il fondo dell'occhio. Ha avvertito che avrebbe gocciolato prima l'atropina. Non conoscevo una medicina del genere prima, l'ho incontrata per la prima volta. Ma il dottore mi ha spiegato in dettaglio come mi sarei sentito. L'esame ha avuto successo, ho tollerato bene la medicina, la mia vista è guarita rapidamente.

Atropina - istruzioni per l'uso di colliri

Atropina - colliri midriatici e hanno la capacità di dilatare la pupilla. L'azione del farmaco è necessaria per un oftalmologo per studiare il fondo durante le procedure mediche. Le gocce hanno controindicazioni, una serie di effetti collaterali, quindi devono essere utilizzate come indicato e sotto la stretta supervisione di uno specialista.

Composizione, forma di dosaggio

L'atropina solfato è un ingrediente attivo che fornisce un effetto terapeutico del farmaco (1 ml di soluzione contiene 10 mg). La sostanza nella sua struttura chimica appartiene agli alcaloidi. Si trova nelle piante della famiglia della belladonna. Il rappresentante più famoso è la belladonna (o belladonna).

Ingredienti che facilitano l'assorbimento della sostanza attiva:

  • cloruro di sodio (acido cloridrico di sodio),
  • metabisolfito di sodio (sale acido pirosolforoso);
  • acqua purificata.

Meccanismo di azione

La sostanza atropina solfato ha la capacità di bloccare selettivamente i recettori M-colinergici. Si trovano sulle fibre delle terminazioni nervose di organi e tessuti. Questa proprietà fornisce il rilassamento dei muscoli oculari, la dilatazione della pupilla. Dopo l'instillazione, si verifica la paralisi dell'accomodazione. Il deflusso del fluido è compromesso, il che porta ad un aumento della pressione intraoculare. Questo effetto riduce temporaneamente l'acuità visiva..

L'effetto della composizione medicinale si manifesta 30 minuti dopo l'instillazione. La normale funzione della pupilla viene ripristinata dopo 3-4 giorni, in alcuni casi ci vorrà più tempo - fino a 7 giorni. La soluzione penetra facilmente attraverso il canale lacrimale, raggiunge la bocca e la faringe. Quindi, se ingerito, entra nel tratto gastrointestinale. La concentrazione del principio attivo nella circolazione generale può arrivare fino al 50%. Una parte del farmaco passa attraverso il processo del metabolismo nel fegato e l'altra parte invariata viene escreta dai reni insieme all'urina. Quando il corpo è sano, l'emivita è di 12-38 ore. Il tempo aumenta in presenza di malattie (soprattutto fegato, reni).

Indicazioni di base

La diagnosi delle patologie oftalmiche è la principale indicazione per l'uso. Dopo aver dilatato la pupilla, l'oftalmologo può esaminare in dettaglio la parete posteriore dell'organo della vista. Il medico determinerà accuratamente la natura della miopia (falsa o vera).

Il medicinale è usato per trattare malattie e condizioni che richiedono riposo funzionale dell'organo della vista (rilassamento muscolare):

  • trauma all'organo della vista;
  • vasospasmo retinico;
  • trombi vascolari;
  • infiammazione dei tessuti.

L'uso della composizione medicinale è consigliabile quando altri farmaci non portano un risultato positivo.

Istruzioni (metodo, dosaggio)

Le istruzioni per l'uso indicano il seguente regime posologico:

  • trattamento: 1-2 gocce 4 volte al giorno, l'intervallo tra le instillazioni dovrebbe essere di 6 ore;
  • diagnostica: 1 goccia una tantum in ciascun sacco della congiuntivite.

Per ridurre la probabilità che la soluzione terapeutica entri nella circolazione sistemica, lo sviluppo di reazioni avverse, dopo la procedura, è necessario premere leggermente il canale lacrimale con la punta del dito. Resistere a 30-40 secondi. Per i bambini è prescritta una soluzione con una concentrazione dello 0,5% o inferiore.

Controindicazioni

Prima di iniziare a usare il farmaco, è necessario consultare uno specialista, leggere l'elenco delle controindicazioni. Non può essere utilizzato con le seguenti condizioni:

  • qualsiasi forma di glaucoma, sospetto di esso;
  • l'età dei bambini sotto i 7 anni;
  • aderenze (sinechia) delle membrane degli occhi;
  • sensibilità dei componenti.

È prescritto con cautela a pazienti di età superiore a 45 anni, donne in gravidanza e in allattamento. Il medico deve essere informato se ci sono malattie dei reni, del cuore, della tiroide, della digestione. Anche la temperatura corporea elevata è una controindicazione relativa..

Reazioni avverse

Il principale svantaggio dei colliri Atropine sono gli effetti indesiderati che possono verificarsi durante il loro utilizzo. Effetti collaterali del farmaco:

  • fotofobia;
  • arrossamento delle palpebre;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • aumento della pressione arteriosa, intraoculare;
  • bocca asciutta;
  • cardiopalmus;
  • ansia, ansia.
  • nausea.

La frequenza e l'intensità degli effetti collaterali dipendono dal dosaggio. Una dose elevata aumenta il rischio di sviluppare reazioni corporee negative.

Overdose

Il sovradosaggio è associato ad un aumento degli effetti collaterali. Smettere di usare il prodotto, consultare un medico. Una grave tossicità può richiedere il ricovero in ospedale.

Raccomandazioni speciali

Prima di utilizzare il farmaco, è necessario leggere l'elenco delle precauzioni:

  1. L'instillazione deve essere eseguita con attenzione, senza toccare la mucosa e altre superfici con l'erogatore..
  2. Durante il trattamento, dovresti rifiutarti di guidare un'auto e un lavoro che richiede reazioni e attenzione accurate..
  3. Durante il periodo di terapia, le lenti a contatto dovrebbero essere abbandonate, è meglio dare la preferenza agli occhiali. Le gocce devono essere instillate rimuovendo il dispositivo oftalmico. Mettilo in 60 minuti.
  4. Quando esci, devi indossare occhiali da sole. La pupilla dilatata è estremamente sensibile alla luce solare, alla luce del giorno.
  5. È severamente vietato bere bevande alcoliche durante la terapia. Questa combinazione può creare confusione..

Il trattamento con atropina è meglio farlo sotto la supervisione di uno specialista. Il farmaco ha molte reazioni avverse..

Interazioni farmacologiche

Nella terapia complessa, è necessario tenere conto di alcune delle caratteristiche della combinazione di atropina con altri medicinali. Le proprietà delle gocce possono essere ridotte dalla guanetidina, al contrario, può essere potenziata dagli agenti anticolinergici. L'uso simultaneo di farmaci contenenti fenilefrina può portare a un aumento della pressione sanguigna. Il rischio di aumento della pressione intraoculare è aumentato dall'esposizione ai nitrati.

Condizioni di rilascio, conservazione

Conservare il prodotto a temperatura ambiente, al riparo dal sole. L'accesso di bambini e animali domestici è limitato. Il farmaco è prescritto (dispensato dalle farmacie su prescrizione).

Analoghi popolari

A volte il medico curante sostituisce l'atropina con altri agenti farmacologici di azione simile. Ciò è spesso dovuto agli effetti collaterali che si sono verificati durante il periodo di trattamento. Sostituti popolari:

  1. Tropicamide - blocca i recettori m-colinergici dello sfintere dell'iride, il muscolo ciliare. Dilata rapidamente la pupilla, paralizza l'alloggio. La dilatazione inizia 5-10 minuti dopo una singola instillazione.
  2. Cyclomed è un farmaco del gruppo m-colinomimetico. Utilizzato per l'oftalmoscopia, la determinazione della rifrazione e per la preparazione all'intervento chirurgico.
  3. Irifrin è un simpaticomimetico. Ha una spiccata attività alfa-adrenergica. Se utilizzato alle dosi abituali, non ha un effetto stimolante significativo sul sistema nervoso centrale. Se applicato localmente, provoca espansione, migliora il deflusso del liquido intraoculare, restringe i vasi della congiuntiva.
  4. Midriacil è un moderno farmaco oftalmico a base di tropicamide. È prescritto per aumentare la pupilla, determinare la rifrazione, esaminare il fondo, nonché come parte del complesso trattamento delle aderenze, vari processi infiammatori.

La scelta di un sostituto dovrebbe essere affidata a un oculista. L'automedicazione può aggravare la situazione, causare complicazioni.

Il farmaco è il più economico del gruppo midriatico. I colliri con atropina sono un farmaco a base di erbe che ha molte reazioni collaterali. Pertanto, solo uno specialista dovrebbe prescriverlo, tutto il trattamento avviene sotto il suo controllo. È possibile evitare conseguenze indesiderabili seguendo rigorosamente il regime di dosaggio selezionato.