Artifakia dell'occhio


La visione ci regala sensazioni ed emozioni incomparabili. Ammirando il tramonto serale o il mare turchese, ci godiamo momenti di felicità e pace. Ora immagina per un secondo che tutte queste gioie della vita se ne siano andate e ci sia solo un velo grigio davanti ai tuoi occhi. La maggior parte delle persone in questa situazione perde la capacità di muoversi e condurre una vita normale. Per sbarazzarsi della patologia, una persona decide di eseguire una procedura come la pseudofachia dell'occhio. Con il suo aiuto, puoi sbarazzarti delle restrizioni e goderti di nuovo la bellezza dell'ambiente..

Artifakia dell'occhio: che cos'è?

Molti pazienti fanno una domanda simile dopo aver visitato un oftalmologo. La maggior parte dei medici consiglia un intervento chirurgico per liberare una persona dalla "macchiolina negli occhi" che causa disagio e disagio.

L'essenza della procedura è installare una lente artificiale. L'occhio in cui è installato l'impianto è chiamato pseudofachico. Spesso le persone hanno paura dell'operazione ed è completamente inutile. La tecnica ha molti vantaggi rispetto agli occhiali:

  • Non restringe gli orizzonti e non distorce l'immagine, ad es. sulla retina arriva un'immagine di dimensioni normali;
  • Dopo l'operazione, non è necessario indossare gli occhiali, rispettivamente, la persona si sente più a suo agio a livello psicologico.

Prima di decidere su una procedura chirurgica, vale la pena visitare un oftalmologo, soppesare tutti gli argomenti e prendere l'unica decisione corretta. Questa opzione è considerata il modo migliore per correggere la vista..

I primi sintomi

Come determinare se hai bisogno di pseudofachia? Ovviamente la diagnosi e il verdetto finale vengono fatti dal medico. Descrive anche al paziente l'essenza della patologia, le possibili complicazioni e offre diverse opzioni per la sua eliminazione..

Vale la pena visitare la clinica anche se senti una diminuzione insignificante dell'acuità visiva. Ad esempio, "mosche" lampeggiano costantemente prima che gli occhi o gli oggetti abbiano acquisito contorni vaghi. Tali sintomi possono essere il primo segnale per cercare aiuto da specialisti..

Non ritardare il trattamento e la diagnosi. Mentre alcuni pazienti sviluppano la cataratta nel corso degli anni, altri possono progredire alla "velocità della luce". Nell'ultimo stadio della malattia, una persona diventa praticamente cieca, l'unica cosa che può fare è distinguere la luce dall'oscurità. In questa fase, gli occhiali non salveranno la situazione, poiché una lente opaca ostacolerà il dispositivo ottico. Può essere corretto solo con l'aiuto dell'intervento chirurgico..

"Le ricette della nonna" o la medicina alternativa non aiuteranno con un simile problema. Al contrario, possono solo peggiorare la condizione e portare a complicazioni irreversibili..

Tipi di IOL

Prima dell'operazione, dovrai scegliere una lente intraoculare, se i cambiamenti hanno interessato entrambi gli occhi, allora devi scegliere un paio di IOL.

  • Anterocamerale. Sono impiantati nella parte anteriore dell'apparato oculare. Sono usati estremamente raramente, poiché l'impianto entra in contatto con la cornea e può provocare la sua adesione al cristallino;
  • Camere posteriori. Sono posizionati nel sacco posteriore della lente, il nucleo viene completamente rimosso. L'opzione più comune, poiché non esiste un contatto diretto, la lente "tocca" solo la capsula della lente e non ci sono nervi e vasi in essa. Inoltre, la ZKL IOL rafforza le pareti anteriore e posteriore dell'occhio, prevenendo complicazioni dopo l'intervento chirurgico;
  • Pupillare. Sono inseriti direttamente nella pupilla, come le clip. Fissaggio mediante supporti speciali installati nella parte anteriore e posteriore. Il principale svantaggio della lente è l'elevato rischio di dislocazione dell'intera struttura o degli elementi di supporto;
  • Capsulare posteriore. Viene utilizzato in casi eccezionali, se l'obiettivo è completamente rimosso o presenta gravi danni. L'impianto è attaccato alla capsula;
  • Multifocale. Una persona che soffre di problemi all'apparato visivo ha spesso nell '"assortimento" due o tre paia di occhiali per diverse occasioni, poiché hanno un effetto monofocale. Quando viene impiantata una lente con più zone ottiche, l'immagine viene trasferita alla retina in piena multidimensionalità. Dopo l'operazione, la vista viene ripristinata del 100%, quindi vengono utilizzati più spesso.
Ricorda che devi solo selezionare un impianto insieme a uno specialista che terrà conto di tutte le sfumature della tua malattia e consiglierà l'opzione migliore..

Considerazioni sulla scelta di una IOL?

Per prendere una decisione finale su una lente intraoculare, oltre alla loro classificazione, vale la pena chiarire alcuni punti:

  • Scopri la dimensione della camera anteriore dell'apparato visivo;
  • Scopri la dimensione della lente rimossa;
  • Analizza le condizioni del bulbo oculare e il potere di rifrazione di un occhio sano.

L'oftalmologo potrà scegliere la lente corretta dopo un esame visivo e aver raccolto tutti i test necessari.

Inoltre, quando si scelgono le lenti intraoculari, prestare attenzione ai seguenti punti:

  • L'ottica deve avere un filtro speciale progettato per proteggere gli occhi dalle radiazioni ultraviolette dannose. Questo fattore è di particolare importanza per i pazienti affetti da degenerazione maculare retinica;
  • Solitamente, per la fabbricazione delle lenti, vengono utilizzati materiali il più vicino possibile alla composizione naturale dei tessuti oculari, ma non sarà comunque superfluo accertarsene leggendo le iscrizioni sulla confezione;
  • Si consiglia di acquistare lenti intraoculari asferiche, distorcono al minimo l'immagine trasmessa;
  • La scatola deve contenere le informazioni che le tecnologie sono state utilizzate per realizzare i prodotti che consentono di ottenere la massima scorrevolezza..

Il prezzo di una IOL in Russia varia da dieci a settantamila rubli, a seconda del produttore e del modello di impianto. Tuttavia, non è sempre costoso con alta qualità, quindi è necessaria la consultazione con un oftalmologo prima di acquistare l'ottica..

Di cosa sono fatte le protesi oculari??

Per la produzione di IOL vengono utilizzati materiali inorganici, poiché il tessuto oculare reagisce in modo neutro e l'obiettivo attecchisce senza problemi, il corpo non lo rigetta. A seconda del tipo di materie prime utilizzate, le lenti si dividono in due categorie:

  • Difficile. I composti polimerici vengono utilizzati per la produzione;
  • Morbido. Solitamente realizzato in silicone o idrogel.

Gli oculisti consigliano di utilizzare la seconda opzione, poiché tali lenti sono più fisiologiche e quando vengono impiantate è sufficiente una piccola incisione di due millimetri, mentre l'impianto di lenti intraoculari rigide richiede un "ingresso" di dodici millimetri.

Un paio di impianti possono essere installati contemporaneamente in un occhio se il cristallino dell'occhio operato è incompatibile con la funzione visiva di un organo sano. Pertanto, utilizza una lente aggiuntiva con una certa diottria.

Indicazioni per la pseudofachia

L'impianto di lenti intraoculari è necessario nei seguenti casi:

  • Quando viene rilevata una patologia dell'organo visivo: l'assenza di una lente o le sue gravi anomalie;
  • Ustione chimica;
  • Distacco della retina;
  • Rimozione della lente durante l'operazione;
  • Astigmatismo o miopia all'ultimo stadio;
  • Glaucoma;
  • Lesioni da radiazioni;
  • Danni meccanici agli occhi.

In sessanta casi su cento, la cataratta diventa la ragione per prescrivere la pseudofachia (soprattutto negli anziani). La patologia si manifesta gradualmente ed è accompagnata dall'opacità del cristallino. In assenza di un trattamento corretto e tempestivo, porta alla completa perdita della vista. La malattia è ereditaria o si sviluppa a seguito di un infortunio. Nelle ultime fasi della progressione della malattia, nessuna correzione, tranne l'operazione e la rimozione della lente opacizzata, ti salverà dal problema.

La cataratta può trasformarsi in glaucoma, una malattia altrettanto pericolosa che molto spesso finisce con la cecità. Questa patologia è combattuta solo chirurgicamente..
Torna al sommario

Controindicazioni

Sfortunatamente, la procedura ha un gran numero di controindicazioni, il più delle volte associate ad anomalie della mucosa o della cornea. L'impianto di IOL non è possibile nei seguenti casi:

  • Strabismo. Soprattutto se l'angolo di visione è inclinato di oltre quindici gradi;
  • Sublussazione della lente;
  • Cheratite;
  • Malattie infettive come la congiuntivite
  • Deviazione nella regolazione della lacrimazione;
  • Processi infiammatori sul bordo della palpebra.
Inoltre, l'operazione è sconsigliata a persone che soffrono di allergie e in presenza di malattie infettive degli occhi..

Vantaggi del metodo

Rispetto ad altri metodi per ripristinare l'acuità visiva, la pseudofachia presenta una serie di vantaggi innegabili:

  • Non sono necessarie ulteriori regolazioni dopo l'operazione. Il paziente può dimenticare occhiali e lenti a contatto;
  • L'impianto dell'impianto non influisce in alcun modo sulla visione visiva, rimane allo stesso livello;
  • Tutti gli oggetti acquisiscono un contorno chiaro e corretto e si trovano ad una distanza tale da poterli vedere;
  • Tutti i campi visivi vengono preservati.

L'operazione non appartiene alla categoria dei super complicati e dura circa un'ora, viene eseguita in anestesia locale.

Tipi di correzione intraoculare

L'impianto viene impiantato in diverse aree dell'organo ottico:

  • Allievo;
  • Fotocamera frontale;
  • Camera della lente (se intatta e intatta)

Sono possibili complicazioni??

Come ogni procedura medica, la pseudofachia può essere accompagnata dalla comparsa di complicazioni e anomalie di salute. Il problema più comune che i pazienti devono affrontare dopo l'intervento chirurgico è l'acuità visiva nel secondo occhio. Se si osservano sintomi simili, si consiglia di eseguire una seconda operazione per impiantare l'impianto nel secondo occhio..

Le deviazioni possono essere provocate da una lente installata in modo errato o da una lente artificiale selezionata in modo errato. In questo caso, dovresti contattare immediatamente un optometrista..

Se dopo la pseudofachia la vista è migliorata, ma dopo un po 'i segni della patologia sono tornati di nuovo e l'occhio ha iniziato a vedere peggio, molto probabilmente si è formato un film proteico su di esso. Non rappresenta un pericolo per la salute e la vita, è sufficiente pulire l'impianto. Inoltre, il paziente operato può affrontare problemi come:

  • Cheratite;
  • Glaucoma secondario;
  • Formazione di aderenze nella camera oculare;
  • Lente che cade.

Conclusione

L'artifakia è considerata una delle procedure più efficaci per ripristinare la funzione visiva. Tuttavia, il suo risultato dipende direttamente dalle qualifiche del chirurgo e dell'impianto scelto correttamente. Dopo l'operazione, dovrai passare attraverso un periodo di recupero e seguire tutti i consigli del medico.

Un intervento chirurgico tempestivo ti salverà la vista, ti solleverà da numerose complicazioni e ti permetterà di condurre una vita piena.

Puoi saperne di più sulla correzione intraoculare guardando il video

Artifakia

Artifakia: l'impianto di una lente intraoculare nell'organo della vista può essere eseguito sia su uno che su entrambi gli occhi. Gli organi visivi su cui sono installate tali lenti sono chiamati pseudofachici. L'assenza di una lente è chiamata afachia, può essere osservata dopo un trauma, malattie precedenti che hanno un effetto negativo sull'organo della vista.

La causa a volte è una patologia congenita, un evento molto raro. In questi casi, è necessario un intervento chirurgico per ripristinare l'organo della vista, restituire nitidezza e messa a fuoco all'occhio..

Eziologia

All'interno dell'occhio, sotto l'iride, c'è una formazione trasparente sotto forma di una sfera, chiamata lente. Questa è una lente biconvessa con uno spessore massimo di quattro o cinque millimetri. La lente contribuisce alla raccolta dei fasci di luce, alla messa a fuoco e alla loro rifrazione: i muscoli ottici sono responsabili dell'impostazione dei parametri, che possono regolare la curvatura della lente comprimendola.

Una lente naturale è priva di impulsi nervosi, non richiede un apporto di sangue ed è costituita da cellule epiteliali. L'organo visivo è nutrito dal corpo vitreo e dal fluido che riempie le camere.

Con l'età, potrebbe esserci un annebbiamento del cristallino a causa di processi metabolici lenti nel corpo - si riferisce a persone che hanno superato il limite dei 40 anni. Potrebbero esserci altri motivi che non hanno nulla a che fare con l'età, ma richiedono comunque l'eliminazione della patologia con l'aiuto della chirurgia.

Un intervento chirurgico chiamato afachia può essere eseguito nei seguenti casi:

  • con lesioni quando la lente dell'occhio è danneggiata;
  • con difetti nella struttura dell'occhio - patologie congenite o acquisite;
  • quando si rimuove l'obiettivo al momento dell'operazione;
  • ifema o glaucoma;
  • AMD;
  • con cambiamenti fisiologici, quando i processi metabolici nel corpo rallentano.

La malattia degli occhi più comune è la cataratta. La malattia può essere prevenuta solo rimuovendo la lente e sostituendola con un impianto. L'operazione viene eseguita a causa dell'opacità e della perdita di trasparenza della lente.

La ragione per lo sviluppo del glaucoma può essere l'incapacità di mantenere l'equilibrio dei liquidi all'interno dell'organo della vista, che può essere caratterizzato come una forma secca. Nelle prime fasi, viene trattato con gocce speciali, ma in assenza di terapia può portare a problemi con l'obiettivo.

Correzione intraoculare - pseudofachia, consiste nel sostituire la lente con una lente artificiale di una certa forza. Tutti i calcoli diottrici vengono eseguiti previa consultazione con uno specialista.

La manipolazione presenta una serie di vantaggi rispetto agli occhiali: è percepita in modo più naturale, non restringe il campo visivo, non distorce gli oggetti, la visualizzazione dell'immagine è percepita naturalmente, con proporzioni normali.

Classificazione

Prima di accettare un'operazione, il paziente deve fare molta attenzione quando sceglie una lente intraoculare. In alcuni casi, viene eseguita la pseudofachia di entrambi gli occhi.

Esistono i seguenti tipi di lenti:

  • camera anteriore - situata sul lato frontale dell'organo della vista, ma a contatto con l'iride e la cornea, può causare la formazione di aderenze, quindi sono installate molto raramente;
  • camera posteriore - inserite dopo l'estrazione del nucleo nella parte posteriore, nella sacca della lente, vengono utilizzate molto spesso, poiché la lente interagisce solo con la capsula della lente stessa, serve a rafforzare i confini delle due zone, non causa complicazioni;
  • pupillare - impiantato direttamente nella pupilla, come una clip, tenuto in posizione mediante supporti speciali, esiste il rischio di lussazione della lente o del suo supporto.

Le lenti possono essere realizzate con materiali diversi: dure - da materiale polimerico e morbide - da silicone, collagene o idrogel. Questi ultimi sono meglio accettati e non provocano disagio..

È possibile distinguere la classificazione delle malattie che richiedono un intervento chirurgico associato alla sostituzione della lente:

Artifakia è prescritto nei casi più gravi, se il rischio di rimanere senza visione supera i rischi di un intervento chirurgico.

Sintomi

I sintomi che dovrebbero allertare il paziente includono:

  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • deterioramento della messa a fuoco;
  • cataratta;
  • mal di testa da affaticamento oculare persistente.

Artifakia è prescritto solo dopo un esame completo degli organi visivi.

Dovresti contattare la clinica il prima possibile e non ritardare la diagnosi, poiché i sintomi potrebbero peggiorare e le conseguenze saranno irreversibili.

Diagnostica

Il processo patologico viene diagnosticato dopo l'esame iniziale da un oftalmologo. Viene stabilito il tipo di processo patologico, la gravità del corso.

L'artifakia viene prescritto quando altre misure terapeutiche sono inefficaci e un intervento chirurgico a tutti gli effetti è impossibile..

Gli impianti inseriti possono essere dei seguenti tipi:

  • lenti multifocali: correggere la miopia, l'ipermetropia, eliminare le conseguenze della cataratta;
  • cilindrico: astigmatismo corretto.

Scegli tra lenti morbide o dure. Le diottrie sono calcolate - devi sapere:

  • forza di rifrazione della cornea;
  • la profondità della camera anteriore;
  • lo spessore della lente;
  • dimensione del bulbo oculare.

Tutto ciò viene stabilito con l'aiuto di studi speciali che utilizzano apparecchiature oftalmiche ei risultati vengono inseriti in una tabella speciale o in un programma per computer. Successivamente, vengono calcolati i parametri, sulla base dei quali viene eseguita la selezione degli obiettivi.

Trattamento

Le misure terapeutiche dipenderanno dalle condizioni del paziente e dalla prontezza per le procedure chirurgiche. Se ci sono controindicazioni all'intervento chirurgico, prima vengono eliminate e solo successivamente viene eseguita la pseudofachia.

Il paziente viene ricoverato 8 ore prima dell'intervento, mangiare è controindicato per non provocare un aumento della pressione oculare. L'intero processo viene eseguito in anestesia locale: le gocce di anestetico vengono gocciolate. Può essere eseguita la pseudofachia dell'occhio destro e, se necessario, dell'occhio sinistro, inclusi i seguenti passaggi:

  • viene somministrata l'anestesia;
  • viene praticata un'incisione microscopica nel bulbo oculare;
  • con l'aiuto degli ultrasuoni, l'obiettivo diventa liquido, viene risucchiato;
  • inserire una nuova lente.

L'operazione dura non più di un'ora. Il giorno successivo il paziente viene dimesso a casa.

Inoltre, vengono prescritte gocce speciali e la vista viene completamente ripristinata dopo 3 mesi. Durante il periodo di riabilitazione, il paziente deve attenersi alle raccomandazioni del medico:

  • non affaticare la vista;
  • non guidare per 3 mesi;
  • non fare movimenti bruschi;
  • evitare sbalzi di temperatura - sono vietati bagni e saune;
  • non strofinare gli occhi con le mani, in modo da non ferirli;
  • non usare cosmetici;
  • proteggere la retina dalla luce solare diretta.

Dopo il ripristino della vista, è necessario essere osservati da un oftalmologo.

Possibili complicazioni

L'intervento chirurgico ha sempre una piccola percentuale di rischio:

  • trauma retinico;
  • infezione;
  • lo sviluppo della distrofia molecolare;
  • la formazione di aderenze nella parte frontale dell'organo ottico;
  • cheratite;
  • danno ai tessuti;
  • infiammazione;
  • aumento della pressione intraoculare;
  • glaucoma secondario;
  • una lente allentata o slogata.

Vale la pena aderire alle raccomandazioni cliniche durante il periodo di recupero. Questo è molto importante, poiché in questo modo si possono prevenire le complicanze postoperatorie. La migliore prevenzione sarà aderire alle raccomandazioni mediche e curare le malattie infiammatorie degli occhi nel tempo.

Cos'è la pseudofachia?

L'artifakia è il processo di posizionamento di una lente artificiale nell'occhio. L'occhio stesso, dopo l'operazione, viene chiamato pseudofachico. Sebbene questo metodo di correzione della vista sia spaventoso per molti, è molto più efficace rispetto agli occhiali tradizionali. Non è raro che questa opzione per la correzione della vista sia l'unica possibile, in base alle caratteristiche individuali della situazione visiva del paziente..

Ci sono momenti in cui la pseudofachia è indispensabile. Ciò può verificarsi quando l'obiettivo è danneggiato a causa di un infortunio. Succede anche che l'obiettivo abbia un difetto congenito. In altri casi, questo metodo di correzione della vista è forzato dalla presenza di cataratta.

Cataratta, come indicatore di actifakia

La medicina moderna non conosce tutte le ragioni che portano alla comparsa e allo sviluppo della cataratta. Alcuni esperti accusano l'ereditarietà di questo, mentre altri la considerano una malattia legata all'età e una conseguenza di uno stile di vita improprio. È possibile ridurre il rischio di sviluppare un tale disturbo e adottare misure tempestive visitando periodicamente un medico. Puoi registrarti subito per un consulto medico online.

È impossibile ritardare il trattamento della malattia, poiché nel tempo la cataratta progredisce, il cristallino diventa molto opaco e occupa un volume maggiore, il che si traduce in un aumento della pressione del fondo. E questo, a sua volta, porta a una malattia degli occhi ancora più grave: il glaucoma, che si traduce in una completa perdita della vista..

Un paziente con cataratta deve sapere che nel suo caso, per riacquistare la capacità di vedere, che può portare gioia per molti anni a venire, la pseudofachia può essere l'unica opzione possibile..

Impianto della lente: indicazioni e caratteristiche dell'operazione

Secondo la terminologia medica, l'afachia è il nome di un occhio privo di lente. Correzione intraoculare dell'afachia - intervento chirurgico per sostituire la lente naturale con una lente artificiale (impianto).

Artifakia è il risultato dell'intervento chirurgico di posizionamento dell'impianto. Un occhio con un impianto è chiamato pseudofachico.

Indicazioni per la chirurgia

Si consiglia l'impianto di una lente artificiale:

- se l'obiettivo è danneggiato o rimosso;

- con opacità della lente.

Una delle malattie degli occhi più comuni è la cataratta (opacità del cristallino e il suo indurimento), che porta a un calo della vista. Se non si utilizza, l'obiettivo è completamente compattato. Le sue dimensioni aumentano, il che porta ad un aumento della pressione oculare e, di conseguenza, al glaucoma (una malattia incurabile).

Ora quasi il 20% della popolazione mondiale dopo 40 anni ha già la cataratta e tra gli anziani oltre il 90% soffre di questa malattia..

La scienza medica moderna è in grado non solo di curare, ma anche di prevenire l'insorgenza di molte malattie. Una persona non può ritardare l'intervento chirurgico agli occhi irritati.

La pseudofachia è consigliata per la cataratta..

Caratteristiche e vantaggi della pseudofachia

Rispetto ad altri tipi di trattamento, la pseudofachia ha chiare preferenze:

- l'operazione è sicura (tecnologia laser) e non richiede più di 1 ora per occhio;

- non c'è difetto estetico (l'impianto è completamente trasparente e simile al cristallino naturale);

- il campo visivo è completamente preservato;

- non ci sono aree invisibili nel campo visivo;

- non c'è distorsione degli oggetti (tipica degli occhiali);

- non c'è bisogno di indossare occhiali (o usare lenti a contatto).

Cosa considerare durante l'operazione

Quando si monta un obiettivo:

- la dimensione della lente da rimuovere;

- dimensioni (dimensione) della camera oculare;

- caratteristiche del bulbo oculare e sue condizioni;

- caratteristiche di rifrazione del cristallino e della cornea in un occhio sano.

Tipi di correzione intraoculare dell'afachia:

- una lente artificiale viene introdotta in qualsiasi area dell'occhio (camera anteriore, pupilla e capsula conservate dopo la rimozione);

- gli impianti sono duri (complicano l'operazione) o morbidi (silicone o collagene, usati più spesso);

- il design delle lenti viene costantemente migliorato.

Paure

L'intervento chirurgico nell'occhio umano può portare a varie conseguenze. È importante tenere conto di tali componenti durante l'intervento come la zona degli occhi, la qualità delle lenti utilizzate dal cliente e il livello di visione prima dell'intervento pianificato. Ci sono una serie di complicazioni che possono essere scoperte dopo l'intervento chirurgico:

- È possibile creare aderenze o aderenze nell'occhio, in particolare nella camera anteriore;

- Cheratite o iridociclite;

- Spostando la lente all'interno dell'occhio, la sua perdita e, di conseguenza, lesioni agli occhi.

Se è necessario allineare la visione in entrambi i bulbi oculari, è possibile utilizzare e introdurre due lenti artificiali in un occhio contemporaneamente.

L'operazione, purtroppo, non è l'intero processo di correzione. Il paziente è in attesa di un periodo di recupero e di misure riabilitative progettate per supportare ulteriormente il funzionamento della vista. Fondamentalmente, è necessaria una prevenzione completa dello sviluppo di possibili malattie oftalmiche..

Dovrebbe essere chiaro che una procedura come la pseudofachia dell'occhio non è spaventosa e eccessivamente complicata. Tuttavia, affinché il processo abbia successo, è necessario seguire esattamente le istruzioni del medico curante..

Artifakia di uno o due occhi: che cos'è, dovrebbe essere trattato

L'artifakia è una condizione dell'occhio in cui viene impiantata una lente artificiale, la cosiddetta lente intraoculare (IOL). E un occhio con una lente intraoculare impiantata in oftalmologia è chiamato pseudofachico.

Le lenti intraoculari sono state a lungo utilizzate per correggere l'afachia (mancanza di una lente naturale) e questo metodo ha una serie di seri vantaggi rispetto alla correzione di questa anomalia con gli occhiali. Le lenti intraoculari sono più fisiologiche, rendono impossibile restringere il campo visivo, eliminare la dipendenza di una persona dagli occhiali. Inoltre, l'impianto di lenti intraoculari allevia il paziente del bestiame periferico esistente, così come la distorsione del contorno degli oggetti, quando vengono utilizzati, si forma una dimensione normale dell'immagine sulla retina.

I produttori di lenti intraoculari possono offrire ai pazienti una varietà di modelli di lenti intraoculari avanzati. Secondo il principio di attaccare i modelli alle camere oculari, gli esperti distinguono tre tipi di lenti artificiali:

  • Le lenti della camera anteriore, seguendo la logica del nome, sono collocate nella camera anteriore dell'occhio, nell'angolo della quale trovano appoggio. Queste lenti sono in contatto con gli ambienti più sensibili dell'occhio: l'iride e la cornea. Al momento, le lenti della camera anteriore vengono utilizzate raramente a causa del fatto che possono provocare sinechia nell'angolo della camera anteriore;
  • Le lenti pupillari pupillari sono le cosiddette lenti a clip per iride o ICL. Si inseriscono nella pupilla come una clip, dove vengono trattenuti per mezzo di elementi di sostegno (tatto anteriore e posteriore). La prima IOL di questo tipo era la lente artificiale di Fedorov-Zakharov con tre antenne anteriori e tre archi posteriori. Queste lenti erano ampiamente utilizzate per l'estrazione della cataratta intracapsulare, che era considerata il metodo principale di chirurgia della cataratta negli anni '60 e '70 del secolo scorso. Un grave inconveniente di tali lenti è il rischio di dislocazione totale della lente artificiale stessa o dei suoi elementi tattili;
  • Le lenti extracamerali vengono impiantate nella sacca della lente durante l'estrazione della cataratta extracapsulare dopo la rimozione sia del nucleo della lente stessa che delle masse corticali. Sostituendo il loro analogo naturale nel sistema ottico dell'occhio, tali lenti sono in grado di fornire una buona qualità di visione. Allo stesso tempo, le IOL della camera posteriore sono migliori di altre in grado di rafforzare la barriera che separa la parte anteriore dell'occhio da quella posteriore e prevenire alcune gravi complicanze postoperatorie, tra cui distacco di retina, glaucoma secondario, ecc. causare una reazione infiammatoria. Questo tipo di lente è attualmente considerato il più preferito..

Tra le lenti della camera posteriore si distinguono le lenti capsulari posteriori con elementi di attacco direttamente alla capsula. Tali lenti vengono utilizzate quando la sacca per lenti del paziente è stata persa a causa di una precedente lesione. In questo caso, invece di un sacchetto trasparente della lente, rimane solo una capsula posteriore ispessita e torbida, fusa con densi resti del.

I polimeri biocompatibili trasparenti sono usati come materiali per lenti artificiali. Per le lenti dure, di solito si tratta di leucosapphire o polimetilmetacrilato, e per le lenti morbide: idrogel, silicone, metacrilato di poliuretano, copolimeri di collagene, ecc..

Le lenti intraoculari sono mono e multifocali e anche realizzate sotto forma di prisma - toriche.

In alcuni casi, due lenti vengono impiantate nell'occhio contemporaneamente. Ciò è dovuto al fatto che per qualche motivo l'occhio pseudofachico è incompatibile con l'ottica dell'occhio accoppiato, quindi, inoltre, è necessaria un'altra lente intraoculare della diottria richiesta..

I modelli di lenti artificiali vengono costantemente migliorati tecnologicamente, i loro design cambiano costantemente in conformità con i requisiti della moderna chirurgia della cataratta.

Va notato che la correzione dell'afachia viene eseguita con altri metodi chirurgici, ad esempio quando il potere di rifrazione della cornea dell'occhio è migliorato.

Artifakia dell'occhio

Il contenuto dell'articolo:

Le forme gravi di malattie oftalmiche spesso portano alla perdita della vista, che non può essere ripristinata con mezzi medici popolari. La soluzione ottimale è installare una lente intraoculare (IOL), che può ripristinare la piena percezione visiva degli oggetti circostanti. Di seguito sono descritte le caratteristiche della chirurgia, le indicazioni, le controindicazioni e le complicanze.

L'artifakia non è una malattia oftalmica, ma il risultato del suo trattamento. In realtà, questo è l'impianto di un oggetto artificiale all'interno del bulbo oculare mediante intervento chirurgico. A volte questo è il nome della procedura per l'installazione di un sostituto della lente intraoculare e l'occhio è un artefatto.

Le lenti intraoculari sono di tipo artificiale biocompatibile con i tessuti umani. I sostituti sono fatti di materiali duri - leucosapphire, polimetilmetacrilato e morbido - copolimero, collagene, silicone, idrogel.

Grazie al laser, le tecnologie ad ultrasuoni, le operazioni per la rimozione di una lente offuscata e danneggiata e l'installazione di una lente artificiale sono sicure, le complicazioni sono rare. Spesso l'impianto di IOL diventa l'unica soluzione possibile per ripristinare la vista; nei casi più gravi è possibile l'installazione di due o più oggetti.

Nella classificazione internazionale delle malattie ICD-10, Artifakia ha un codice H26.0 (altre cataratte).

Prima della correzione con occhiali, lenti a contatto, l'impianto di IOL presenta una serie di vantaggi:

  • ripristina le funzioni visive complete;
  • l'oggetto impiantato è autosufficiente;
  • i contorni degli oggetti sono chiari;
  • nessun punto cieco.

Indicazioni di pseudofachia

In questi casi esistono indicazioni di pseudofachia:

  • afachia;
  • glaucoma;
  • cataratta;
  • presbiopia;
  • lesioni da radiazioni;
  • mancanza di un nucleo;
  • astigmatismo estremo;
  • miopia estrema;
  • danno chimico agli occhi;
  • disfunzione della lente;
  • violazione ereditaria e acquisita della trasparenza;
  • condizione oculare anormale, congenita, acquisita;
  • rimozione della lente durante l'intervento chirurgico;
  • trauma al bulbo oculare (danno, perdita della lente, distruzione della lente biconvessa trasparente).

I difetti congeniti vengono eliminati dopo i 20 anni, occasionalmente, in base ai risultati dell'esame, vengono corretti prima Cataratta, afachia - malattie che causano l'installazione di IOL più spesso.

L'afakia è una patologia congenita acquisita dopo un trauma. Può essere unilaterale, bilaterale, le manifestazioni a sinistra ea destra sono le stesse. Esaminando il bulbo oculare, l'oftalmologo vede una pupilla opaca, tremante dell'iride.

La comparsa dell'afachia da un lato è la causa della compromissione della visione binoculare, manifestata dalla perdita della capacità di valutare la distanza, la forma degli oggetti.

Sintomi associati:

  • l'acuità visiva diminuisce rapidamente;
  • focalizzazione problematica;
  • eterogeneità dell'immagine.

La cataratta è congenita, acquisita. Appare come risultato di un trauma, nelle persone anziane è il risultato di cambiamenti legati all'età. Il farmaco può mettere in pausa (raramente interrompere completamente) la torbidità, ma non sarà possibile eliminarla.

Problemi causati dalla cataratta:

  • calo dell'acuità visiva;
  • sviluppo di diplopia - biforcazione orizzontale (meno spesso verticale) di oggetti. Ciò provoca mal di testa, ansia, vertigini;
  • una scarsa illuminazione provoca abbagliamento;
  • percezione della luce, acuità visiva al tramonto;
  • aumento della fotosensibilità;
  • violazione della percezione del colore;
  • la comparsa di "mosche" scure;
  • macchie bianche e grigie intorno alla pupilla;
  • il montaggio di occhiali con lenti non risolve il problema della scarsa visione.
Assicurati di visitare un oftalmologo se:

  • c'è anche una leggera diminuzione della vista;
  • mosche nere;
  • distorsione dei contorni degli oggetti;
  • cerchi scuri galleggianti;
  • sudario.
  • Controindicazioni della pseudofachia

    In questi casi esistono controindicazioni di pseudofachia:

    • processi infiammatori;
    • la fotocamera anteriore non è della dimensione giusta;
    • retina distaccata;
    • piccolo diametro dell'occhio;
    • attacco di cuore, ictus che si è verificato entro sei mesi.

    L'elenco contiene controindicazioni relative e assolute, quindi prima dell'operazione dovresti assolutamente sottoporti a un esame. Dopo aver esaminato i risultati, l'oftalmologo consentirà, proibirà l'installazione dell'impianto.

    Tipi di IOL

    Dimensioni, metodo di installazione divide le lenti intraoculari in diversi tipi:

    • anterocamerale;
    • capsulare posteriore;
    • pupillare;
    • torico;
    • camera posteriore.

    Le IOL della camera anteriore vengono impiantate nello spazio tra la cornea e l'iride, dopo aver praticato un'incisione.

    Utilizzato per tali malattie:

    • miopia;
    • astigmatismo;
    • ipermetropia.

    Gli impianti della camera anteriore vengono impiantati in persone con controindicazioni significative per la correzione laser. L'uso di LPO semplifica notevolmente la tecnica dell'intervento chirurgico, alcuni tipi possono causare complicazioni. Le lenti della camera anteriore sono realizzate in PMMA e hanno una durata di circa 100 anni.

    Le IOL capsulari posteriori vengono utilizzate solo quando la lente è completamente rimossa. Sono impiantati in una capsula. STAAR è l'unica azienda che produce sostituti che soddisfano i requisiti internazionali.

    Le lenti pupillari sono disponibili per il posizionamento secondario. Per l'installazione, utilizzare un iniettore, una cartuccia, inserendola attraverso un'incisione. Gli impianti hanno molti svantaggi, come instabilità, tendenza allo spostamento. Non esercitano pressione sulla cornea.

    Gli impianti torici combinano i vantaggi delle varietà cilindriche e sferiche. Tali lenti sono installate per cataratta, astigmatismo, tutti i tipi di patologie corneali e altre malattie. I sostituti delle lenti toriche sono controindicati in caso di diabete mellito grave, irite, iridociclite, siderosi.

    Gli impianti della camera posteriore sono utilizzati nel 90% degli interventi chirurgici oftalmici. Sono notevoli per un minor numero di effetti collaterali causati. Le lenti di questo tipo sono visivamente invisibili a un estraneo, impercettibili per il paziente. Può essere installato dopo aver rimosso il nucleo naturale nella borsa dell'obiettivo, la fotocamera posteriore. IOL previene il distacco della retina, il glaucoma.

    La scelta di un particolare tipo di lente si basa sul tipo di patologia, sui risultati della ricerca, sulle condizioni della cornea, sulle capacità finanziarie del paziente.

    Tutti i sostituti delle lenti sono divisi in gruppi:

    • Sferico, asferico. L'ultima versione garantisce un'immagine ad alto contrasto, un ampio angolo di visione, nessun riflesso.
    • Monofocale, multifocale. Questi ultimi forniscono una normale focalizzazione della vista, corretta presbiopia. Esistono varietà toriche per la correzione dell'astigmatismo.
    • Accomodante. Un paio di lenti parallele che si muovono con la tensione muscolare, modificando la distanza dal punto focale.
    • Con le funzioni protettive sono le più costose, proteggono dai raggi ultravioletti. Sono gialli o blu. La scelta dell'uno o dell'altro non influisce sulla percezione della combinazione di colori.

    Chirurgia sostitutiva della lente

    Una diagnosi completa del paziente è una procedura preoperatoria obbligatoria. L'oftalmologo, insieme al paziente, determina il tipo di lente impiantata, in base alla sicurezza dei legamenti, allo stato della retina, della cornea.

    Alla vigilia dell'operazione per sostituire la lente dell'occhio, è consentito condurre una vita normale: mangiare, bere, assumere farmaci, ad eccezione dei fluidificanti del sangue. L'impianto sostitutivo viene eseguito in anestesia generale o locale. Durante l'operazione la lente viene ammorbidita e poi rimossa con appositi strumenti. La durata della procedura non richiede più di un'ora.

    Oggi esistono 2 metodi di impianto delle lenti:

    • facoemulsificazione ultrasonica;
    • facoemulsificazione femto-laser.

    Operazione ad ultrasuoni: viene praticata una piccola incisione sulla superficie del bulbo oculare, viene iniettato un facoemulsificatore per distruggere il corpo trasparente. Le onde ultrasoniche vengono applicate all'obiettivo. Quindi l'emulsione viene pompata con una pompa speciale.

    La parte posteriore della capsula rimane intatta, diventando una barriera tra l'iride e l'umore vitreo. Il medico lucida la capsula, rimuovendo il tessuto, installa la IOL arrotolata. Dopo l'impianto, si raddrizza. Non hai bisogno di cucire nulla, i tessuti crescono insieme da soli.

    La chirurgia femto-laser viene eseguita in modo simile agli ultrasuoni, ma utilizza un laser invece delle onde ultrasoniche. Il laser trasforma la lente in un'emulsione omogenea, che viene successivamente pompata.

    Complicazioni di pseudofachia

    Gli effetti collaterali postoperatori sono estremamente rari. Il loro aspetto dipende dal tipo di lente, dalla sua qualità, dalle caratteristiche fisiologiche individuali, dalle condizioni dell'occhio prima dell'installazione, dal rispetto delle regole del corteggiamento dopo l'intervento chirurgico.

    Le complicanze della pseudofachia sono:

    • cataratta secondaria - proliferazione di detriti tissutali;
    • il glaucoma è più spesso un fenomeno temporaneo che va via da solo;
    • lente che cade a causa di danni, azioni imprudenti;
    • distacco della retina - può essere eliminato mediante coagulazione laser pulsata;
    • l'edema maculare si forma al centro della retina;
    • malattie infettive, processi infiammatori;
    • sensazione di un corpo estraneo - è necessario cambiare chirurgicamente la lente artificiale;
    • processo adesivo quando si utilizzano lenti non adatte;
    • la placca proteica viene rimossa mediante pulizia con antisettici medicinali.

    Molto spesso, sorgono complicazioni dopo il posizionamento improprio dell'impianto all'interno del bulbo oculare, scelta errata del tipo, dimensione della lente, mancato rispetto delle norme igieniche da parte di un oftalmologo o cure postoperatorie.

    Artificio oculare: correzione di patologie oculari congenite e acquisite per migliorare la vista. Le operazioni sono sicure, vengono eseguite tenendo conto di tutti gli esami. La scelta della IOL è coordinata con il paziente e le condizioni degli occhi. Artifakia può ripristinare la vista al 100%.

    L'artifakia dell'occhio è uno dei modi moderni per ripristinare la vista

    L'alterazione dell'acuità visiva è un sintomo di molte patologie oftalmiche. L'uso di occhiali da vista o lenti a contatto non sempre aiuta. In questi casi, si rivolgono alla pseudofachia - correzione della vista mediante l'impianto di una lente artificiale o di una lente intraoculare (IOL).

    Questa è la variante più accettabile e fisiologica della correzione visiva operativa, che oggi dà il miglior risultato e non ha quasi controindicazioni..

    Cos'è la pseudofachia

    Una condizione patologica caratterizzata dall'assenza di una lente nel bulbo oculare è chiamata afachia. Può essere causato dalla perdita del cristallino in caso di trauma o rimozione chirurgica in caso di sublussazione, cataratta e altre malattie. L'occhio perde la sua capacità di adattarsi (adattarsi), il che riduce drasticamente l'acuità visiva.

    Il metodo ottimale in questo caso è la pseudofachia: l'impianto di una lente artificiale nel bulbo oculare. Questo tipo di correzione della vista presenta diversi vantaggi rispetto ad altri:

    • non c'è restringimento del campo visivo, come quando si indossano gli occhiali,
    • la retina riceve un'immagine reale, non distorta degli oggetti in questione,
    • nessuno scotoma periferico (punto cieco sulla retina),
    • i pazienti non hanno dipendenza fisiologica, come quando portano occhiali o lenti,
    • la lente artificiale non richiede cure particolari o cambiamenti nello stile di vita.

    Varietà di lenti pseudofachiche

    Una lente artificiale è una lente realizzata in materiale sintetico che è biologicamente compatibile con il corpo umano. Ha una forma fisiologica che rifrange i raggi luminosi, ma non distorce l'immagine. Per la produzione di IOL vengono utilizzati due tipi di materiali:

    • duro (leucosapphire),
    • morbido (silicone o idrogel).

    La scelta è fatta per ogni paziente dal suo medico curante su base individuale, tenendo conto delle caratteristiche del suo corpo e della sua storia medica.

    Schema di installazione IOL

    Esistono diversi tipi di lenti artificiali, che differiscono nel principio di fissaggio nelle telecamere per gli occhi, nei metodi di installazione e nella posizione:

    • Lenti della camera anteriore (IOL). Installato nell'angolo della camera anteriore dell'occhio. Entrano in contatto con i delicati tessuti dell'iride e della cornea. Nel punto di contatto possono formarsi aderenze, che è un effetto collaterale significativo dell'utilizzo di questo tipo.
    • Lenti pupillari o pupillari (lenti a clip per iride, ICL). Hanno speciali elementi di tenuta, grazie ai quali sono saldamente fissati nella pupilla. Anche questo tipo non è spesso raccomandato per l'uso, poiché c'è il rischio che cadano se uno qualsiasi degli elementi di supporto lascia il loro posto..
    • Lenti della camera posteriore (PLC). Posizionato nella tasca posteriore della lente con rimozione completa del suo nucleo. Questo tipo di lente è più efficace perché sostituisce completamente la struttura oculare distante e ne assume le funzioni. Durante l'installazione di PCL, vengono rafforzate altre strutture dell'occhio, inclusa la retina. Questo tipo di impianto praticamente non causa complicazioni. Sono molto comuni in uso, i pazienti ne parlano bene..
    • Lenti capsulari posteriori. Particolarmente preferito nel trattamento della cataratta. Sono attaccati alla capsula posteriore della lente se diventa torbida e compattata durante il corso di una malattia o in seguito a un infortunio..
    • Obiettivo multifocale. Fornito con diversi segmenti ottici. È destinato a persone con gravi problemi di vista. Una tale lente rende l'immagine sulla retina multidimensionale e chiara. Impiantandolo, vengono trattate cataratta, miopia estrema e astigmatismo.

    È possibile correggere la vista con la pseudofachia solo se la malattia non è troppo avanzata. Con un forte grado di cataratta e glaucoma, c'è un grave offuscamento del cristallino. Perde completamente la capacità di svolgere la sua funzione di conduzione della luce. L'impianto di elementi correttivi in ​​questo caso non avrà senso.

    Dopo aver sostituito l'obiettivo, l'immagine sulla retina di entrambi gli occhi a volte viene proiettata in modo diseguale. In questo caso, viene utilizzata un'ulteriore correzione della visione dell'occhio malato con l'aiuto di una lente con un potere di rifrazione inferiore..

    Indicazioni per

    La chirurgia sostitutiva della lente aiuta a risolvere una serie di problemi oftalmici associati al suo danno o assenza:

    • difetti congeniti nella struttura degli occhi,
    • lesioni agli occhi meccaniche o chimiche,
    • i cambiamenti legati all'età, tra i quali la cataratta e il glaucoma occupano il posto principale,
    • miopia estrema e astigmatismo,
    • distacco della retina di varie eziologie.

    Molto spesso (più del 60% dei casi), la procedura per la pseudofachia è prescritta per il trattamento della cataratta. Al momento, questo è l'unico metodo che aiuta a ripristinare la vista alle persone che soffrono di questa patologia. Ma l'operazione è efficace solo se la lesione del cristallino non ha ancora raggiunto uno stadio grave..

    Avanzamento dell'operazione

    La lente intraoculare viene impiantata attraverso una speciale incisione in uno stato ripiegato, aperta e posizionata all'interno dell'occhio

    L'artifakia dell'occhio appartiene alla categoria degli interventi non complicati. La sostituzione della lente in un occhio dura da 40 minuti a un'ora. Viene eseguito in anestesia locale.

    Nella maggior parte dei casi, l'operazione stessa e il periodo di riabilitazione passano senza complicazioni. Non ci sono regole aggiuntive per la cura delle lenti intraoculari..

    Complicazioni

    In rari casi, dopo l'intervento chirurgico possono svilupparsi complicazioni:

    • Possono verificarsi problemi di vista dopo la procedura se l'obiettivo è stato montato o installato in modo errato. Questa situazione dovrebbe essere presa in considerazione con il medico curante e una decisione dovrebbe essere presa su base individuale..
    • Dopo l'intervento chirurgico all'occhio sinistro, può verificarsi una diminuzione dell'acuità visiva nell'occhio destro. In questo caso, avrà anche bisogno di una procedura correttiva..
    • Il deterioramento della vista subito dopo l'intervento chirurgico può verificarsi a causa della formazione di una pellicola proteica sulla superficie della lente. In questo caso, viene pulito e vengono prese misure preventive per prevenire le ricadute..
    • Quando si installa una lente della camera anteriore, è possibile lo sviluppo di un processo adesivo.
    • Se la tecnologia di impianto viene violata, l'obiettivo potrebbe cadere. In questo caso, viene eseguita una seconda operazione per posizionare l'obiettivo..

    Il rischio di complicanze aumenta se la patologia oculare è troppo avanzata e vengono utilizzate lenti di scarsa qualità.

    Conclusione

    Artifakia è il modo più moderno e affidabile per recuperare o correggere la vista persa. Con grande responsabilità è necessario avvicinarsi alla scelta della qualità delle lenti, un istituto medico e un medico curante - un oftalmologo.

    L'adempimento di queste condizioni aumenterà molte volte la probabilità di un esito positivo dell'operazione e darà la certezza che la visione tornerà al massimo..

    3 motivi per artifakia agli occhi

    È necessario avvertire immediatamente il lettore: la pseudofachia non è una malattia. Questa è una condizione postoperatoria con cui una persona ora vive, fino alla fine dei suoi giorni. E, inoltre, vivere abbastanza pienamente. Dopo tutto, una lente intraoculare (IOL) cucita nell'occhio è una sostituzione completa della lente se viene rimossa per qualche motivo. Molto spesso a causa di cataratte irreversibili e di vasta portata. Quando la sua rimozione rimane l'unica e ultima possibilità per riguadagnare la vista.

    Anche nella letteratura medica e nelle carte con anamnesi, la stessa pseudofachia è chiamata operazione di inserimento di una IOL nel bulbo oculare. Tali operazioni vengono eseguite utilizzando strumenti ad ultrasuoni e laser, sono completamente sicure ed estremamente complicate..

    A chi e quando viene mostrata la pseudofachia?

    Ci sono almeno tre ragioni per cui a un paziente viene consigliata questa procedura:

    1. Anomalia della condizione dell'occhio: ci sono grandi difetti nel corpo trasparente o è completamente assente.
    2. Assenza postoperatoria del cristallino.
    3. Assenza post-traumatica del cristallino (è stato danneggiato o completamente caduto dall'anello muscolare).

    Ma questi sono solo i casi più comuni. Il motivo principale per la sostituzione del corpo trasparente è l'afachia e la cataratta..

    Afakia

    Patologia, quando c'è una condizione congenita o acquisita dell'occhio a seguito di trauma o intervento chirurgico. Può essere sia unilaterale che bilaterale. Si manifesta allo stesso modo sia sull'occhio sinistro che su quello destro; se solo un occhio è danneggiato, la visione binoculare ne risente immediatamente. Ciò si esprime nella perdita della capacità di valutare adeguatamente la distanza dagli oggetti in questione, e talvolta anche la loro forma. Tra le conseguenze dell'afachia vi sono un calo dell'acuità visiva, difficoltà di focalizzazione sugli oggetti presi in considerazione, problemi nell'ottenere immagini uniformi sulla retina..

    Il sintomo più comune dell'afachia è il tremore dell'iride, causato da uno squilibrio nel lavoro dei muscoli ciliari. È spesso accompagnato da una pupilla torbida. Il problema può essere risolto se una lente intraoculare viene inserita nella capsula della lente mediante un'operazione..

    Cataratta

    Negli anziani, la comparsa della cataratta potrebbe non essere dovuta a lesioni, ma a cambiamenti legati all'età nel tessuto proteico del cristallino, motivo per cui inizia a perdere le sue qualità di trasmissione della luce. Il trattamento medico può solo sospendere (nella migliore delle ipotesi, interrompere completamente) il processo di opacità, ma non è in grado di invertire la cataratta. I farmaci possono anche alleviare i sintomi, il che non risolve il problema. Tra questi problemi, i seguenti possono essere considerati più spesso:

    • L'acuità visiva diminuisce.
    • La diplopia si sviluppa quando, invece di un oggetto di osservazione, una persona ne vede due, spostati orizzontalmente o (meno spesso) verticalmente. Questa illusione visiva provoca mal di testa, vertigini e ansia..
    • Con un'illuminazione insufficiente, una persona vede riflessi estranei nel campo visivo, specialmente alla sua periferia.
    • La percezione della luce diminuisce al tramonto, così come l'acuità visiva.
    • Aumenta la sensibilità alla luce, oscura anche una luce direzionale debole.
    • La percezione del colore è disturbata.
    • Scure "mosche" fluttuano davanti ai miei occhi.
    • Inclusioni bianche e grigie intorno alla pupilla.
    • L'impossibilità di abbinare occhiali e lenti - né gli occhiali "più" né "meno" correggono la visione. O, nella migliore delle ipotesi, correggono a distanze fisse e la sistemazione richiede molto tempo.

    Il trattamento completo della cataratta è possibile solo operativamente, quando la lente opacizzata viene sostituita da una IOL.

    Sintomi

    Soprattutto è necessario prestare attenzione ai primi sintomi, quando, sullo sfondo di una visione abituale normale, sono comparse improvvisamente alcune condizioni patologiche, anche se inizialmente non gravi.

    Di questi, è particolarmente necessario evidenziare le mosche costantemente lampeggianti davanti agli occhi (specialmente durante lo sforzo fisico, curve strette, squat seguiti da raddrizzamento), nonché il velo che emerge improvvisamente davanti agli occhi.

    Sì, molto spesso la malattia si sviluppa lentamente e gradualmente. Ma c'è anche un corso di "uragano", quando passano un mese o due tra i primi sintomi e la completa cecità. E nell'ultima fase di un decorso così rapido della malattia, l'unica cosa su cui il paziente può contare è distinguere la luce dall'ombra. Pertanto, non posticipare la tua visita all'ufficio oftalmologico per un giorno, se qualcosa ti allarma nelle tue condizioni. Soprattutto se la tua età è ancora lontana dagli anziani. Infatti, negli anziani, tali disabilità visive patologiche si verificano in modo pigro, molto lentamente e gradualmente.

    Gli occhiali in caso di lesione del cristallino da cambiamenti della cataratta non aiuteranno per ovvi motivi - dopotutto, non è necessario correggere il corso dei raggi luminosi nel corpo vitreo. È semplicemente necessario rimuovere un ambiente nuvoloso che non trasmette completamente la luce, ovvero il cristallino affetto da cataratta o afachia. E questo può essere fatto solo con l'aiuto di un'operazione chirurgica..

    Sostituzione chirurgica della lente interessata

    La sostituzione della lente con una lente intraoculare viene eseguita su base ambulatoriale, dopo aver instillato un farmaco anestetico nell'occhio. In base alle indicazioni è possibile utilizzare due differenti metodi:

    Ficoemulsificazione mediante ultrasuoni

    Dopo aver praticato una piccola incisione sulla superficie del bulbo oculare, una punta facoemulsionante viene inserita nella camera dell'occhio. La lente malata viene distrutta da un fascio di ultrasuoni focalizzato diretto. Risulta un'emulsione semiliquida eterogenea dalle cellule distrutte di questo organo, che viene pompata da una speciale micropompa. La distruzione non interessa la parte posteriore della capsula e rimane in posizione per mantenere una barriera tra l'iride e l'umore vitreo. Questa è forse la parte più importante dell'operazione, che richiede una precisione micron nei movimenti. Poiché nel periodo postoperatorio, una barriera rotta con un aumento della pressione intraoculare (e questo è un fenomeno frequente dopo l'intervento chirurgico) può provocare la fuoriuscita del vitreo

    Successivamente, il medico rimuove il tessuto rimanente dalla capsula, lo lucida dall'interno e in una forma arrotolata inserisce la IOL nella capsula. La lente si espande da sola e assume la posizione necessaria per la normale funzione dell'occhio. Non vengono applicati punti, non sono necessari. La guarigione dei tessuti colpiti con il regime corretto e l'assenza di complicanze avviene rapidamente.

    Ficoemulsificazione con macchina laser

    In questo tipo di intervento chirurgico, mediante radiazione laser coerente viene realizzata un'emulsione omogenea del cristallino che ha perso la sua funzionalità. L'algoritmo per le restanti azioni per rimuovere i resti dell'organo interessato e introdurre la IOL nella camera anteriore dell'occhio sono identici al metodo della facoemulsificazione ultrasonica.

    Possibili controindicazioni

    • Prima di tutto, si tratta di qualsiasi infiammazione, anche minore, nel tessuto oculare.
    • Segni o anche qualsiasi sospetto di distacco di retina.
    • La camera anteriore del bulbo oculare è piccola.
    • Precedente ictus o infarto di almeno sei mesi fa.
    • Il bulbo oculare è di piccolo diametro. Questa patologia è caratteristica dell'ipermetropia progressiva..

    Questa è una controindicazione assoluta o ancora relativa, può solo mostrare un esame preoperatorio dettagliato.

    Diagnostica preoperatoria

    Prima dell'operazione, è necessaria una diagnostica dettagliata, con il coinvolgimento di un complesso di studi di laboratorio, dello stato di entrambi gli organi visivi e dell'intero organismo. Il tipo di lente impiantata viene discusso con l'oculista, soprattutto se è monoculare e dopo il suo attecchimento, sarà necessario indossare gli occhiali.

    Si tiene conto della sicurezza dei legamenti e delle condizioni generali della cornea, perché possono esserci casi di controindicazioni all'impianto dell'impianto.

    1. Un giorno prima dell'operazione, un altro esame aggiuntivo viene eseguito in un ciclo completo o ridotto, a seconda delle condizioni generali del paziente.
    2. La mattina dell'intervento, la routine quotidiana non è diversa dal solito. Cioè, puoi mangiare, bere, assumere farmaci prescritti da un oftalmologo o da altri medici, ad eccezione degli anticoagulanti per fluidificare il sangue.
    3. Su un tavolo operatorio o anche su un divano sterile dell'ospedale, l'anestesia viene somministrata iniettando anestetici negli occhi. Sono anestetici locali che non interferiscono con la conversazione del paziente e la percezione dell'ambiente. Ma l'anestesia generale può essere utilizzata - secondo le indicazioni o su richiesta del paziente, se ha paura degli strumenti. Inoltre, li vedrà, psicologicamente non tutti possono sopportarlo.
    4. La funzionalità offuscata e persa della lente viene ridotta allo stato di un'emulsione da un raggio laser o ultrasonico, quindi viene aspirata da una speciale micropompa attraverso un piccolo foro da 2 1,5-2 mm.
    5. Una lente arrotolata viene inserita nella capsula della lente liberata da un iniettore, che si espande immediatamente e prende il posto dell'organo rimosso e vi viene fissato.
    6. Chiusura del microforo attraverso il quale l'impianto è stato introdotto nella camera oculare.

    Tale operazione non richiede più di mezz'ora di tempo e il suo vantaggio è che il periodo di riabilitazione è breve e il verificarsi di complicanze è estremamente raro..

    Varietà di lenti intraoculari

    IOL per dimensione e metodo di installazione

    1. IOL della camera anteriore. Sono installati, come suggerisce il nome, nella camera anteriore dell'occhio, sulla parte anteriore del bulbo oculare. Il suo utilizzo è limitato, in quanto nella maggior parte delle persone, a causa delle caratteristiche tipiche dell'occhio, può verificarsi il contatto della IOL con la cornea e l'iride, che può causare la comparsa di sinechie (aderenze) nell'angolo della camera anteriore. Delle complicanze si verificano anche iridociclite e distrofia bollosa. Il materiale più comune per le IOL della camera anteriore è il polimetilmetacrilato, un materiale con una trasparenza ideale, vicino a una lente sana. Durante l'impianto viene praticata una piccola incisione nella cornea, che viene poi chiusa con una sutura composta da suture riassorbibili.
    2. Pupillare o pupillare. Sono incorporati direttamente e direttamente nel tessuto dell'iride che circonda la pupilla come una clip. Facile da installare, non interferisce con l'occhio nello svolgimento delle sue funzioni, ma può cadere in caso di urti.
    3. Camera posteriore. Poiché sostituisce la lente rimossa nella sua borsa, questa posizione della lente intraoculare è naturale e la più sicura dal punto di vista fisiologico. Tale lente corrisponde alla lente rimossa, in contatto solo con le pareti della capsula, in cui non ci sono fibre nervose e vasi. Di conseguenza, con tale pseudofachia, i processi infiammatori sono impossibili, a causa dei quali può verificarsi il rigetto dell'impianto. Viene utilizzato nel 90% degli interventi chirurgici ed è attivamente raccomandato dai medici. Sono invisibili a coloro che li circondano, a differenza della camera anteriore o di quelle pupillari (se guardi da vicino, sono visibili, poiché la luce irrompe un po 'al confine del mezzo).

    Come una varietà di questi ultimi, vengono utilizzati quelli capsulari posteriori: tali IOL vengono posizionati con la rimozione completa della lente naturale. Il montaggio viene eseguito in una capsula.

    I materiali delle lenti possono essere duri o morbidi. La migliore imitazione dei materiali naturali sono le lenti intraoculari realizzate con idrogel, simili per consistenza e struttura alle lenti a contatto utilizzate per l'uso quotidiano..

    Dal tipo di patologia o condizioni della cornea

    • sferico e asferico, di cui questi ultimi sono preferibili - a causa di un campo visivo più ampio e del massimo contrasto dell'immagine costruita sulla retina. Inoltre, tali lenti eliminano completamente la formazione di abbagliamento intrinseco;
    • con struttura monofocale o multifocale. I primi, a causa della semplicità del loro design, non sono in grado di imitare completamente il lavoro di una lente vivente e il paziente può avere difficoltà con l'alloggio, cioè valutare la distanza dall'oggetto in questione. Richiedono l'uso aggiuntivo di occhiali, "più" o "meno", a seconda della distanza per la quale è progettata la lente monofocale. Questi ultimi, a causa della presenza di diverse zone di messa a fuoco, sono privi di questo inconveniente e sono in grado di correggere la presbiopia - ipermetropia insita nella vecchiaia e nella vecchiaia. Esistono anche lenti toriche per la correzione dell'astigmatismo. Indicato per pazienti che hanno subito trapianto di cornea. Le lenti multifocali sono più spesso utilizzate se c'è un problema con il nervo ottico;
    • lenti intraoculari con funzione protettiva. I prodotti artificiali più sofisticati ma più costosi. Hanno una sfumatura gialla o blu nella luce riflessa, ma ciò non influisce in alcun modo sulla percezione del colore. Questa proprietà correlata all'opalescenza protegge i tessuti oculari, in particolare la retina, dai raggi UV..
    • AIOL. Lenti accomodanti. Composite, hanno una doppia struttura di una coppia di lenti parallele con diversi gradi di curvatura. Durante la tensione dei muscoli oculari, tali lenti si muovono e sono in grado di cambiare la lunghezza focale della lente artificiale non peggiore di quella reale e sana..

    Considerazioni nella scelta delle lenti

    La decisione finale sulla scelta del tipo di IOL viene presa insieme a un oftalmologo, tenendo conto:

    • Le dimensioni delle camere anteriore e posteriore dell'occhio vengono rilevate e specificate. In base a loro, è necessario effettuare una selezione della dimensione della IOL.
    • La dimensione del futuro impianto viene confrontata con la dimensione della lente rimossa; potrebbe non corrispondere alle dimensioni della camera posteriore. Si scopre perché.
    • Viene determinato lo stato di un occhio sano e la capacità di rifrazione dei suoi organi (cristallino, cornea, corpo vitreo).

    Pseudofachia singola o binoculare

    L'installazione di lenti intraoculari è possibile sia in uno che in entrambi gli occhi. Il secondo tipo di intervento chirurgico è possibile quando l'afachia è bilaterale, le lenti di entrambi gli occhi sono affette da cataratta, oppure i gradi di ipermetropia o miopia sono tali che il trattamento chirurgico è già inutile.

    L'operazione non viene eseguita contemporaneamente su entrambi gli occhi: in primo luogo, viene eseguita su uno, solo pochi mesi dopo, dopo il completo ripristino delle funzioni visive dell'occhio operato, si procede alla pseudofachia del secondo. È vero, se la guarigione e l'adattamento dell'occhio operato passano senza eccessi, il secondo occhio viene avviato in 2 mesi.

    L'impianto di IOL è minimamente invasivo, il che contribuisce alla rapida rigenerazione dei tessuti che circondano la lente.

    Quali conseguenze ci si dovrebbe aspettare dopo l'intervento chirurgico

    Si possono prevedere complicazioni? Raramente. A meno che non sia stato seguito il regime, entrano in gioco fattori come le caratteristiche individuali, che possono essere espresse nella reazione dei tessuti alla IOL iniettata. Il che, a sua volta, può essere una conseguenza delle carenze del materiale con cui è realizzato, sebbene una dipendenza diretta da un tale fattore sia raramente osservata.

    Tra i tipi di complicazioni ci sono:

    • cataratta secondaria. Succede se il tessuto vecchio rimane nella capsula;
    • sviluppo del glaucoma. Spesso si verifica a seguito di un trauma chirurgico, è quasi inevitabile, ma scompare sempre da solo quando il tessuto viene ripristinato
    • distacco di retina postoperatorio. Eliminato dalla coagulazione laser pulsata - un raggio di luce coerente focalizzato sulla retina, come se eseguisse una "saldatura a punti" laser della retina al fondo oculare;
    • lussazione traumatica del cristallino o sua perdita dai tessuti dell'occhio a causa del loro danno;
    • la formazione di aderenze nella camera anteriore che impediscono i movimenti del bulbo oculare quando si utilizzano IOL della camera anteriore che non sono del tutto adatte a questo tipo di occhi;
    • iridociclite, cheratite e altre malattie infettive o semplicemente infiammatorie dovute a violazioni delle norme igieniche durante il periodo postoperatorio di recupero;
    • la formazione di placca proteica sulle lenti intraoculari impiantate. Sembra un velo biancastro davanti agli occhi, lo stesso che era un tempo con la cataratta. È necessaria la pulizia con antisettici medicinali, senza reintervento.
    • A volte nel periodo postoperatorio, il paziente ha una sensazione a lungo termine di un corpo estraneo negli occhi. Ciò accade se le dimensioni sono state selezionate in modo errato, di solito nei casi in cui l'impianto inserito è di dimensioni maggiori rispetto alla camera rilasciata dalla lente. Questa posizione è irta di infiammazione della borsa e richiede una correzione chirurgica con sostituzione della IOL..
    • Edema maculare - edema della macula nella parte centrale della retina. Sembra una rarefazione del tessuto intraretinico con un ispessimento di una parte del neuroepitelio, cioè la retina più sensibile alla luce. Il sollievo della macula dovuto a tale edema è levigato, la fotosensibilità di quest'area può diminuire drasticamente.

    Conclusione

    Una lente artificiale impiantata presenta dei vantaggi rispetto alla correzione delle anomalie visive con occhiali speciali o lenti a contatto. Questo è il ritorno della possibilità di una percezione visiva a tutti gli effetti del mondo, e l'assenza di dipendenza da oggetti estranei che devono ancora trovare un posto in un guardaroba indossabile, e l'assenza di zone "cieche", come nel caso del bordo degli occhiali. Quest'ultimo aspetto è particolarmente importante quando si guida un'auto, e soprattutto in un ambiente dinamico in rapida evoluzione in città. Dopo l'intervento, i pazienti vedono gli oggetti senza distorsioni della loro forma e con una corretta valutazione della distanza da essi. La percezione visiva inerente agli occhi sani prima che la cataratta o l'afachia siano completamente ripristinate.

    Purtroppo, a volte l'impianto di una lente intraoculare correttiva provoca danni alla vista nel secondo occhio: entrambi gli occhi, lavorando in coppia, non possono coordinare le loro azioni nel valutare la distanza dall'oggetto (questo accade più spesso). Tale dissonanza può essere eliminata solo con un'operazione sul secondo occhio, in cui verrà inserita una lente intraoculare identica per modalità di funzionamento e proprietà.