La Giornata internazionale dei ciechi si celebra ogni anno il 13 novembre

Nel 1984, per decisione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, la data del 13 novembre è diventata la Giornata Internazionale dei Ciechi..

In molti paesi del mondo, in questa giornata si svolgono eventi, il cui scopo è attirare l'attenzione della società su persone non vedenti e ipovedenti, nonché creare le condizioni per la piena partecipazione di queste persone alla vita della società, ampliando le loro opportunità di ottenere conoscenza e informazione attraverso mezzi di informazione e comunicazione, aumentando il loro impiego generalmente migliorare lo stile di vita di queste persone.

La data del 13 novembre non è stata scelta a caso, ma in memoria del famoso insegnante di francese Valentin Gayuy, nato il 13 novembre 1745, fondatore delle prime scuole al mondo per ipovedenti.

Fino al XVIII secolo, il mondo non conosceva le istituzioni educative per i ciechi..

Nel 1784, a Parigi, senza il sostegno del governo e delle associazioni di beneficenza, a proprie spese nella propria casa, Valentin Gayuy aprì la prima scuola al mondo per bambini ciechi chiamata "Workshop of Blind Workers". Ha anche inventato un font speciale e un sistema di formazione, ha organizzato la sua tipografia, in cui sono stati stampati i primi libri al mondo per ciechi. A proposito, l'idea di creare libri per ciechi appartiene anche a Valentin Gayui..

Il primo studente di Valentin Gayuy è stato il ragazzo François de Lézuere, che è stato preso sotto il portico, e più tardi altri 11 suoi coetanei di strada sono entrati nella scuola. Valentin Gayui ha posto l'educazione e l'educazione dei bambini ciechi su basi scientifiche. Ha sviluppato il carattere lineare in rilievo "onciale". Questo carattere ha preso il nome dalla parola latina che significa "uguale in lunghezza a un'oncia". Erano lettere grandi e uniformi, impresse su carta spessa. Il vantaggio principale di "onciale" era che con l'aiuto di questo carattere era possibile insegnare ai bambini ciechi a leggere e stampare libri per ciechi. Il carattere era mobile e questo ha aiutato i bambini a digitare il testo desiderato. Inoltre, Valentin Gayuy ha progettato dispositivi per non vedenti e matrici per realizzare ausili visivi in ​​rilievo, mappe geografiche e mappamondi. Ha insegnato questo mestiere ai suoi studenti..

Secondo i libri di Valentin Gayuy, stampati in caratteri onciali in grassetto lineare, i ciechi furono addestrati fino all'invenzione nel 1829 del sistema universale bump-dot, inventato da Louis Braille, un laureato dell'Istituto nazionale per bambini ciechi di Parigi. Questo sistema universale di tipo punto di sfogo si è diffuso in tutti i paesi del mondo e oggi è chiamato semplicemente Braille..

Nel 1803, Valentin Gayui ricevette dall'imperatore russo Alessandro I un'offerta per aprire un istituto scolastico per ciechi a San Pietroburgo.

Nel 1807, Alessandro I approvò la Carta, il personale e il bilancio dell'Istituto dei lavoratori ciechi di San Pietroburgo. Quest'anno è considerato l'inizio delle attività della prima istituzione educativa ed educativa per bambini ciechi in Russia. La scuola di correzione di San Pietroburgo è ancora operativa.

Nell'estate del 1808, i funzionari decisero di controllare il lavoro della scuola, il loro rapporto diceva che gli alunni ciechi erano addestrati in lettura, scrittura, geografia, storia, lingue, musica, dattilografia, canto e vari mestieri come la tessitura di cesti e sedie, reti per maglieria, ricamo, attività di composizione.

Dopo aver lavorato per più di 10 anni, Valentin Gayuy lasciò la Russia nel 1817, ricevendo l'Ordine di Vladimir di 4 ° grado "Per zelante diligenza" dall'imperatore Alessandro I dopo le sue dimissioni..

Dopo la rivoluzione, nel 1925, fu creata la Società All-Russa dei Ciechi - è un'organizzazione pubblica basata sull'appartenenza di cittadini ciechi della Federazione Russa - ipovedenti e loro rappresentanti legali e creata per proteggere i loro diritti e interessi, sostegno sociale, riabilitazione, integrazione sociale e assistenza per garantire la parità opportunità per i non vedenti.

A partire dal 1 ° ottobre 2016, il VOS riunisce 75 organizzazioni regionali, tra cui l'Organizzazione repubblicana della Crimea, entrata a far parte del VOS nel 2014. Compresi: organizzazioni regionali - 8, repubblicane - 21, regionali - 44, città di Mosca e organizzazioni cittadine di San Pietroburgo. Ci sono 767 organizzazioni locali nella struttura di VOS. Attualmente la Società conta oltre 209mila membri dell'Assemblea Generale.

In tutto il mondo, secondo l'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità, circa 284 milioni di persone hanno problemi di vista, di cui circa 39 milioni non vedono affatto. Più di 19 milioni di bambini hanno malattie agli occhi. Circa l'87% delle persone con disabilità visive vive nei paesi in via di sviluppo.

L'85% dei casi di menomazione visiva e il 75% dei casi di cecità sono prevenibili o curabili. I medici notano che circa l'80% dei casi di cecità avrebbe potuto essere evitato con un trattamento tempestivo.

In meno di 10 anni, il numero di ciechi sulla Terra sarà di 75 milioni. Queste le previsioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità delle Nazioni Unite.

Gli scienziati associano un aumento del numero di persone non vedenti e ipovedenti con un aumento dell'affaticamento degli occhi, principalmente a causa della diffusione di vari gadget..

L'OMS richiama l'attenzione dei governi di tutti i paesi sui problemi di conservazione della visione. L'organizzazione ha sviluppato un programma globale Vision 2020: The Right to Sight. L'organizzazione sottolinea che la prevenzione può prevenire il 75% dei casi di cecità.

| È interessante

Dal 1967 a Mosca sotto la Società All-Russa dei Ciechi c'è stato un teatro "Inner Vision", in cui recitano attori non vedenti e ipovedenti. Insegnano i loro ruoli in braille o audiocassette e sul palco sono guidati dal suono dei passi dei partner e dalle loro voci. Sono aiutati dai loro colleghi vedenti: elaborano insieme tutti i movimenti in modo che appaiano naturali.

Nella chiesa della Resurrezione di Cristo a Sokolniki, un coro di ciechi canta durante le funzioni mattutine. Questa tradizione ha più di cento anni: nel 1913, il primo rettore della chiesa, l'arciprete John Kedrov, suggerì che i ciechi fossero resi coristi - poi c'erano palestre dove studiavano solo i ciechi, studiavano molte discipline, incluso il canto e la legge di Dio. Hanno anche letto gli spartiti in Braille.

Nel novembre 2006, il professore, oftalmologo e uomo d'affari Igor Medvedev ha aperto un insolito ristorante a Oktyabrskaya. Si chiama "In the Dark". La sala per cinquanta persone è assolutamente buia, i visitatori all'ingresso rinunciano a tutte le fonti di luce. I camerieri ciechi non solo prendono ordini e trasportano cibo, ma aiutano anche i visitatori a muoversi nella stanza. Secondo gli organizzatori, tutti i profitti del ristorante vanno allo sviluppo della Società All-Russa dei Ciechi.

C'erano molti personaggi famosi tra i ciechi: l'antico poeta greco Omero, che ha dato al mondo l'Iliade e l'Odissea, il filosofo tedesco Eugene Dühring, il chiaroveggente bulgaro Vanga, la scultrice Lina Po. I nomi degli scrittori e poeti russi Eduard Asadov, Mikhail Suvorov, Nikolai Rybalko e molti altri sono ampiamente conosciuti. I ciechi erano George Shearing, il pianista jazz inglese e leader del quintetto che sviluppò un nuovo suono d'insieme alla fine degli anni Quaranta; Ray Charles, l'uomo leggendario, il musicista cieco più famoso dei nostri tempi, vincitore di numerosi premi, tra cui 14 Grammy Awards; Stevie Wonder è un musicista, cantante, compositore, polistrumentista, arrangiatore e produttore americano che ha notevolmente ampliato l'universo del rhythm and blues. I non vedenti sono il famoso cantante lirico italiano Andrea Bocelli ed Eric Weichenmeier, il primo scalatore al mondo a raggiungere la vetta del Monte Everest pur essendo cieco.

| Ricordiamo che c'è la Giornata mondiale della vista, che si celebra il secondo giovedì di ottobre su iniziativa dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

In questo giorno, i medici attirano l'attenzione delle persone sui problemi di cecità, disabilità visiva e riabilitazione delle persone con disabilità visiva. Nell'ambito della Giornata mondiale della vista, vengono svolte attività educative e preventive volte a prevenire le malattie degli occhi. In alcuni paesi in questo momento i residenti hanno l'opportunità di essere esaminati da un oftalmologo.

Inoltre, in questo giorno, si tiene l'iniziativa globale "Vision 2020: il diritto alla vista", creata dall'OMS e dall'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità.

E il 15 ottobre di ogni anno si celebra la Giornata internazionale della sicurezza del bastone bianco - questa giornata è stata istituita negli Stati Uniti nel 1970 su iniziativa della Federazione internazionale dei ciechi. In Gran Bretagna, la Giornata fu celebrata per la prima volta il 15 ottobre 1979, la All-Russian Society of the Blind si unì al White Cane Day nel 1987.

Giornata internazionale dei ciechi

Data nel 2020:13 novembre, venerdì
Celebre:in Russia, Ucraina, Bielorussia e altri paesi del mondo
Stabilito:Dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1984
Valore:dedicato al compleanno di Valentin Gayui, il creatore delle prime istituzioni educative per non vedenti (13/11/1745)
Tradizioni:riunioni; simposi; concerti

Per capire come vivono le persone con mancanza di vista, è sufficiente bendare per un po '. Già nei primi minuti, una persona avverte una perdita di orientamento, uno stato di ansia, l'insicurezza aumenta notevolmente e la fiducia nelle sue azioni si indebolisce, anche se si trova in un luogo familiare e non fa nulla. Ma lo sperimentatore può rimuovere la benda dagli occhi e il cieco (tali persone sono solitamente chiamate ipovedenti) è costretto a "indossarlo" costantemente.

Affinché il mondo si fermi un secondo e presti attenzione a queste persone, è stata creata la Giornata internazionale dei ciechi. Questa festa viene celebrata ogni anno il 13 novembre.

Storia e tradizioni

L'evento è stato istituito dalla decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) nel 1984. La data della vacanza è programmata per il compleanno del francese Valentin Gayuy, conosciuto in tutto il mondo come il primo insegnante ed educatore di persone con disabilità visive. Ha fondato le prime scuole per ciechi a Parigi e San Pietroburgo tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo. Prima di allora, non c'era un solo istituto scolastico al mondo in cui le persone con disabilità visive potessero studiare.

Nella Giornata Internazionale dei Ciechi si tengono simposi, incontri, concerti a sostegno di coloro che hanno perso definitivamente la vista e di coloro che potrebbero essere ancora fortunati e che un giorno potranno vedere il mondo con i propri occhi..

Fatti interessanti

Secondo l'OMS (agosto 2014), ci sono circa 246 milioni di ipovedenti e 39 milioni di ciechi in tutto il mondo.

Giornata internazionale dei ciechi

Cane guida - Occhi ciechi (Foto: Aaron Bunker, Shutterstock)

Il 13 novembre 1745 nacque in Francia Valentin Haüy, famoso insegnante che fondò diverse scuole e imprese per ciechi a Parigi e San Pietroburgo. Questa data, secondo la decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), è diventata la base per l'istituzione della Giornata internazionale dei ciechi, il cui obiettivo principale è quello di attirare l'attenzione del grande pubblico su coloro che hanno perso definitivamente la vista e si sono trovati in situazioni di vita difficili..

Fino al XVIII secolo, il mondo non conosceva le istituzioni educative per i ciechi. Valentin Gayuy ha dimostrato per la prima volta il suo metodo di insegnare ai ciechi, attraverso il carattere tipografico che ha inventato. Nel 1784, a Parigi, senza il sostegno del governo e di enti di beneficenza, a proprie spese nella sua stessa casa, ha aperto la prima scuola al mondo per bambini ciechi chiamata "Workshop of Blind Workers". Il primo studente di Valentin Gayuy è stato il ragazzo François de Lezueur, che è stato preso sotto il portico della chiesa. Poi altri 11 dei suoi coetanei senzatetto sono entrati nella scuola.

Valentin Gayui ha posto l'educazione e l'educazione dei bambini ciechi su basi scientifiche. Ha sviluppato il carattere lineare in rilievo "onciale". Questo carattere ha preso il nome dalla parola latina che significa "uguale in lunghezza a un'oncia". Erano lettere grandi e uniformi, impresse su carta spessa. Il vantaggio principale di "onciale" era che con l'aiuto di questo carattere era possibile insegnare ai bambini ciechi a leggere e stampare libri per ciechi.

Il carattere era mobile e questo ha aiutato i bambini non vedenti a digitare il testo desiderato. Inoltre, Valentin Gayuy ha progettato dispositivi per non vedenti e matrici per realizzare ausili visivi in ​​rilievo, mappe geografiche e mappamondi. Ha anche insegnato questo mestiere ai suoi allievi. L'idea di creare libri per ciechi appartiene anche a Valentin Gayui.

Nonostante le enormi difficoltà finanziarie, Valentin Gayui costruì una tipografia presso la scuola e vi stampò diversi libri in caratteri lineari in rilievo - "onciale". Questi furono i primi libri per ciechi. Secondo i libri di Valentin Gayuy, i ciechi furono addestrati fino all'invenzione del carattere a sei punti in rilievo di Louis Braille (nel 1829, il francese Louis Braille, laureato all'Istituto nazionale per bambini ciechi di Parigi, sviluppò un sistema universale del tipo a punto di sfogo, che trovò distribuzione in tutti i paesi del mondo).

Nel 1803, Valentin Gayui ricevette dall'imperatore russo Alessandro I un'offerta per aprire un istituto scolastico per ciechi a San Pietroburgo. Nel 1807, Alessandro I approvò la Carta, il personale e il bilancio dell'Istituto dei lavoratori ciechi di San Pietroburgo. Questa data è considerata l'inizio dell'attività del primo istituto scolastico per bambini ciechi in Russia..

Secondo l'OMS, oggi nel mondo - circa 1,3 miliardi di persone vivono con qualche forma di disabilità visiva, di cui 36 milioni di persone sono affette da cecità. La crescita e l'invecchiamento della popolazione aumenteranno il rischio che più persone sviluppino disabilità visive.

In molti paesi del mondo, in occasione della Giornata Internazionale dei Ciechi, si svolgono eventi per attirare l'attenzione della società su persone che hanno perso la vista e ipovedenti, nonché per creare le condizioni per la piena partecipazione di queste persone alla vita della società, ampliando le loro opportunità di ottenere conoscenza e informazione attraverso mezzi di informazione e comunicazione., aumentando il loro impiego, migliorando in generale lo stile di vita di queste persone.

Ricordiamo che ci sono ancora giorni nel calendario internazionale che invitano la società a non dimenticare le persone che necessitano del supporto più semplice: questa è la Giornata internazionale dei non udenti, celebrata l'ultima domenica di settembre, Giornata internazionale del bastone bianco (15 ottobre), Giornata internazionale delle persone con disabilità (3 Dicembre).

Organizzazione pubblica tutta russa di persone disabili
"All-Russian Society of the Blind" Ordine della Bandiera Rossa del Lavoro

Pubblico tutto russo

  • casa
  • notizia
    • Feed di notizie
    • Notizie regionali
    • Panoramica delle pubblicazioni sui media
    • Notizie aziendali
    • Materiali multimediali VOS
  • A proposito di VOS
    • Comunicato stampa VOS
    • Pagine di cronologia VOS
    • Anthem VOS
    • Simbolismo VOS
    • Film su VOS
    • Segnalazione e campagna elettorale
      • Documenti
      • Materiali
    • Dialogo pubblico
  • Documenti
    • Regolamenti di base di RO VOS
    • Documenti metodologici
    • Soluzioni OSI
    • Principali regolamenti della Federazione Russa
  • Struttura OSI
    • Presidente VOS
    • Vicepresidenti della VOS
    • Consiglio centrale
    • Commissione Centrale di Controllo e Audit
    • Apparecchi di controllo VOS
  • Media VOS
    • Radio VOS
    • Rivista di dialogo
      • Archivio della rivista "Dialogue"
    • Rivista "Our Life"
      • Archivio della rivista "Our Life"
  • L'organizzazione
    • Elenco alfabetico di RO VOS
    • Elenco di RO VOS per distretti federali
    • Siti web di RO VOS
  • Istituzioni
    • Istituto "Reacom" VOS
    • CRS VOS
      • Filiale di Biysk di TsRS VOS
      • Filiale di Zheleznogorsk di TsRS VOS
    • LLC "TIFLA"
    • LPU VOS
      • Sanatorio "Mashuk"
      • Sanatorio "Sosny"
    • Scuola per cani guida
    • Complesso alberghiero sportivo e riabilitativo VOS
    • Complesso di riabilitazione culturale e sportiva
    • Musei VOS
      • Museo centrale VOS
    • RIGID VOS
    • Istituzioni di RO VOS
  • Industria
    • Imprese VOS in ordine alfabetico
    • Imprese VOS nei distretti federali
    • Siti di imprese VOS
    • Prodotti delle imprese
      • Componenti per auto
      • Prodotti elettrici
      • Prodotti a maglia
      • Prodotti per cucire
      • Prodotti pennello-pennello
      • Prodotti in carta e cartone
      • Prodotti in metallo
      • Prodotti in legno
      • Prodotti in plastica
      • Prodotti di arredamento
      • Dispositivi medici
      • Prodotti alimentari
      • Prodotti rituali
      • Prodotti souvenir
      • Prodotti di chiusura
      • Altri prodotti
    • Ricerca del prodotto
  • Ricezione
  • Contatti
  • link utili
  • Riabilitazione dei non vedenti
  • Cultura fisica e attività ricreative e sportive
  • Riabilitazione socioculturale
  • Assistenza nell'occupazione
  • Galleria fotografica
  • Galleria video
  • Registrazione per RO e imprese
  • Accesso per RO e imprese

13 novembre - Giornata internazionale dei ciechi!

Cari amici, cari colleghi!

Il 13 novembre viene celebrato in tutto il mondo come Giornata Internazionale dei Ciechi, una data memorabile dedicata alla persona eccezionale, educatore e organizzatore Valentin Gayui, l'uomo che ha aperto la prima scuola al mondo per bambini ciechi. Fino al XVIII secolo, il mondo non conosceva istituzioni educative di questo tipo. Gayui insegnava a bambini ciechi a proprie spese a casa sua. Nel 1807, su suggerimento dell'imperatore russo Alessandro I, fondò a San Pietroburgo la prima istituzione educativa del paese per le persone con perdita totale o parziale della vista..

La data celebrata ha lo scopo di richiamare l'attenzione della società su coloro che hanno perso definitivamente la vista e si sono trovati in una situazione di vita difficile. Attualmente ci sono oltre 120 milioni di ciechi nel mondo. Oggi, l'atteggiamento della società nei confronti dei ciechi sta gradualmente cambiando. I non vedenti, le organizzazioni pubbliche di disabili ricevono sempre più sostegno dalla società e dallo Stato.

I compiti principali della Società All-Russa dei Ciechi sono ancora lo sviluppo di un sistema completo di riabilitazione per i non vedenti, la protezione completa dei loro interessi, l'organizzazione e l'attuazione di meccanismi efficaci per il loro adattamento sociale e riabilitazione. La All-Russian Society of the Blind ha costantemente sostenuto di fornire ai non vedenti tutte le condizioni possibili e necessarie per la piena integrazione nella società moderna.

Auguro a tutti voi, cari amici, energia inesauribile, ottimismo e buone speranze. Felicità, pace e prosperità per la tua famiglia e i tuoi amici!

Giornata internazionale dei ciechi

Ogni anno il 13 novembre in tutto il mondo è consuetudine celebrare la Giornata Internazionale dei Ciechi. Al momento, secondo l'OMS, ci sono più di un miliardo di persone nel mondo con una qualche forma di disabilità visiva e circa 36 milioni di loro sono completamente ciechi..

Il compito dell'intera società e di ciascuno dei suoi membri individualmente è di comprendere, accettare e, soprattutto, dare una mano nella promozione della loro integrazione e adattamento senza barriere nella società moderna. In questa luce, questo giorno ha lo scopo di attirare l'attenzione della società su coloro che sono per sempre privati ​​di un'opportunità unica: contemplare il mondo che li circonda e trovarsi in una situazione di vita difficile.

La storia di questa data risale al XVIII secolo, quando nel 1784 il famoso insegnante di francese Valentin Gayuy a Parigi, senza il sostegno del governo e di associazioni di beneficenza a proprie spese e in casa sua, aprì la prima scuola al mondo per bambini ciechi con il semplice nome di "Workshop of Blind Workers"... Il suo primo allievo fu il ragazzo Francois Lezueur, che fu preso sotto il portico della chiesa. Nel corso del tempo, altri 11 coetanei ciechi di strada sono entrati in questa "istituzione educativa innovativa".

Devo dire che Gayui ha sviluppato un'intera metodologia di insegnamento scientifico, a partire da uno speciale tipo "onciale" in rilievo. Questo carattere ha preso il nome dalla parola latina che significa "uguale in lunghezza a un'oncia". Erano lettere grandi e uniformi, impresse su carta spessa. Il vantaggio principale di "onciale" era che con l'aiuto di questo carattere era possibile insegnare ai bambini ciechi a leggere e stampare libri per ciechi. Inoltre, Valentin Gayui ha progettato dispositivi per non vedenti e matrici per la produzione di libri speciali, atlanti in rilievo, ausili visivi, mappe geografiche e mappamondi per bambini senza visione, in modo che possano vivere il più comodamente possibile nel nostro mondo. Questi erano i primi libri al mondo e sussidi didattici per i ciechi. Ha anche insegnato questo mestiere ai suoi allievi. Nel tempo, in questi complessi, nonostante le enormi difficoltà materiali, l'insegnante innovatore ha persino aperto una tipografia specializzata.

Secondo i libri di Valentin Gayuy, i ciechi furono addestrati fino all'invenzione nel 1829 da Louis Braille, laureato all'Istituto nazionale per i ciechi di Parigi, un sistema universale di tipo a punto di soccorso, che ha trovato ampia distribuzione in tutti i paesi del mondo fino ad oggi..

Nel 1803, Valentin Gayui ricevette dall'imperatore Alessandro I un'offerta per aprire un istituto scolastico per ciechi a San Pietroburgo. E nel 1807, Alessandro I approvò la Carta, il personale e il budget dell'istituto per il lavoro dei bambini ciechi. Ora questa data è considerata la data di fondazione del primo istituto di istruzione superiore in Russia per i bambini che sono completamente o parzialmente ciechi..

Ecco perché nel 1984 l'Organizzazione Mondiale della Sanità, volendo perpetuare la memoria di Valentin Gayui, decise di celebrare la "Giornata Internazionale dei Ciechi" nel giorno del suo compleanno - il 13 novembre.

In molti paesi del mondo, in questo giorno si svolgono eventi, il cui scopo è attirare l'attenzione della società sulle persone che hanno perso la vista e gli ipovedenti, e anche creare le condizioni per la piena partecipazione di queste persone alla vita della società, ampliando le loro opportunità di ottenere conoscenza e informazione attraverso mezzi di informazione e comunicazione, aumentare il loro impiego, migliorando generalmente lo stile di vita di queste persone.

13 novembre - Giornata internazionale dei ciechi

13 novembre - Giornata internazionale dei ciechi. Questo giorno è un altro motivo per ricordare che nelle vicinanze vivono persone che sono in qualche modo diverse da noi.
La storia di questa data risale al XVIII secolo. Il 13 novembre 1745, Valentin Gayuy nacque in Francia, un famoso insegnante che fondò diverse scuole e imprese per ciechi a Parigi e San Pietroburgo. Per decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità, questa data è celebrata come Giornata dei ciechi.

Era.

Fino al XVIII secolo, il mondo non conosceva le istituzioni educative per i ciechi. Valentin Gayuy ha dimostrato per la prima volta il suo metodo di insegnare ai ciechi, attraverso il carattere tipografico che ha inventato. Nel 1784, a Parigi, senza il sostegno del governo e delle associazioni di beneficenza, aprì a proprie spese in casa sua la prima scuola al mondo per bambini ciechi chiamata "Officina dei lavoratori ciechi". Il primo studente di Valentin Gayuy è stato il ragazzo François de Lezueur, che è stato preso sotto il portico della chiesa. Poi altri 11 dei suoi coetanei senzatetto sono entrati nella scuola.

Valentin Gayui ha posto l'educazione e l'educazione dei bambini ciechi su basi scientifiche. Ha sviluppato il carattere lineare in rilievo "onciale". Questo carattere ha preso il nome dalla parola latina che significa uguale in lunghezza a un'oncia. Erano lettere grandi e uniformi, impresse su carta spessa. Il vantaggio principale di "onciale" era che con l'aiuto di questo carattere era possibile insegnare ai bambini ciechi a leggere e stampare libri per ciechi. Il carattere era mobile e questo ha aiutato i bambini non vedenti a digitare il testo desiderato. Inoltre, Valentin Gayuy ha progettato dispositivi per non vedenti e matrici per realizzare ausili visivi in ​​rilievo, mappe geografiche e mappamondi. Ha anche insegnato questo mestiere ai suoi allievi. L'idea di creare libri per ciechi appartiene anche a Valentin Gayui.

Nonostante le enormi difficoltà finanziarie, Valentin Gayui costruì una tipografia presso la scuola e vi stampò diversi libri in caratteri lineari in rilievo - "onciale". Questi furono i primi libri per ciechi. I ciechi hanno imparato dai libri di Valentin Gayui fino all'invenzione del carattere tipografico a sei punti in rilievo di Louis Braille. (Nel 1829, il francese Louis Braille, laureato all'Istituto nazionale per bambini ciechi di Parigi, sviluppò un sistema universale di tipo punto di sfogo, che trovò distribuzione in tutti i paesi del mondo).

Nel 1803, Valentin Gayui ricevette dall'imperatore russo Alessandro I un'offerta per aprire un istituto scolastico per ciechi a San Pietroburgo. Nel 1807, Alessandro I approvò la Carta, il personale e il bilancio dell'Istituto dei lavoratori ciechi di San Pietroburgo. Questa data è considerata l'inizio dell'attività del primo istituto scolastico per bambini ciechi in Russia. In memoria del primo fondatore delle prime istituzioni educative per non vedenti al mondo, si celebra la Giornata internazionale dei ciechi.

È.

In Russia, il numero di cittadini non vedenti e ipovedenti aumenta di anno in anno. Oggi, secondo i dati ufficiali, ci sono più di 275mila persone non vedenti e ipovedenti nel Paese. Il fatto è che non tutti i ciechi si rivolgono alla società dei ciechi, in base al numero di membri di cui vengono tenute le statistiche, molti, ad esempio, trascorrono l'intera vita in campagna, non conoscendo l'esistenza di tali istituzioni. Il numero esatto di ciechi nel paese è semplicemente sconosciuto e le autorità non sentono molto il desiderio di chiarire questa cifra, dal momento che non ci sono ciechi - non ci sono problemi.

Il risultato è lo stesso: l'isolamento di queste persone dal mondo che li circonda, l'insicurezza sociale, un calo del già basso tenore di vita. Le malattie sono una categoria internazionale, ma l'atteggiamento nei confronti dei pazienti è nazionale. L'atteggiamento nei confronti dei ciechi e dei disabili come persone di seconda classe nel nostro paese è tradizionale. Nel frattempo, non ci sono problemi del genere in Occidente. Anatoly Netylkin, presidente del consiglio centrale dell'Associazione bielorussa degli ipovedenti, racconta come, una volta a Parigi, è rimasto sorpreso quando è stato portato a Versailles gratuitamente e senza fare la coda. Inoltre, potevano "esaminare con le dita" o, più semplicemente, toccare assolutamente tutti i reperti. "E quando ho voluto ispezionare la corona di Napoleone, me l'hanno data senza fare domande. Ora immagina il volto di un servitore della Camera dell'Armeria a Mosca, quando le ho chiesto di farmi vedere il Cappello Monomakh.".

In Inghilterra, il governo laburista ha nominato un cieco ministro dell'istruzione. Anche il presidente del Senato spagnolo, Baznalan, è cieco. Ci sono ciechi nel parlamento belga. In tutta Europa, anche nei paesi dell'ex campo socialista, non troverai un solo governo che non includa i ciechi.

Sarà.

Ma dobbiamo ammettere che le persone che hanno perso la vista non perdono il loro ottimismo. Molti lavorano in industrie specializzate. Tra i ciechi ci sono artisti di talento, scultori, sportivi, ecc. Ma difficilmente si può affermare con certezza che i nostri disabili siano pienamente adattati alla società moderna. Anche se negli ultimi anni sono stati fatti molti passi per aiutare i ciechi. Ad esempio, ci sono semafori dotati di speciali segnali sonori. La scuola di addestramento per cani guida della VOS formerà quest'anno 30 assistenti a quattro zampe per non vedenti. Questo è il miglior indicatore degli ultimi anni. I cani sostituiscono i loro proprietari ciechi con gli occhi. Li accompagnano per strada, aiutano a superare gli ostacoli, scelgono accuratamente i percorsi necessari, forniscono assistenza nella vita di tutti i giorni.

Solo una costante attenzione, sostegno e assistenza reciproca li aiuterà a sentirsi pieni e sani..

Incorpora Pravda.Ru nel tuo flusso di informazioni se desideri ricevere commenti e notizie operative:

Aggiungi Pravda.Ru alle tue fonti in Yandex.News o News.Google

Saremo anche lieti di vederti nelle nostre comunità su VKontakte, Facebook, Twitter, Odnoklassniki.

Giornata internazionale dei ciechi

Data nel 2020Venerdì 13 novembre 2020
Celebre:In Russia e in altri paesi del mondo
Valore:Presta attenzione ai ciechi e ai loro problemi
Stabilito:Dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1984
Tradizioni:Esibizioni pubbliche con esecuzione di brani pop, vocali, musicali, conferenze, discussione e risoluzione di problemi

La Giornata Internazionale dei Ciechi è un evento che ricorda ancora una volta a tutti noi il sostegno di chi ne ha bisogno. Puoi immaginare come si sente una persona cieca o ipovedente. Per fare questo, è sufficiente chiudere gli occhi o indossare una maschera e camminare per l'appartamento o per strada. Una persona inizia ad avere un leggero panico ed esitazione nelle azioni, a volte il disorientamento dall'abitudine può provocare una caduta o una collisione con un oggetto. Un cieco non può aprire gli occhi e cominciare a vedere, con lui c'è sempre il vuoto e l'assenza di luce.

Quando passa?

Tradizionalmente, dal 1984, la Giornata internazionale dei ciechi viene celebrata in autunno lo stesso giorno, il 13 novembre. Il mondo intero conosce questa festa e, secondo l'usanza, tutti gli eventi sono programmati in questo giorno..

Chi osserva?

Questa giornata viene celebrata negli ospedali, si tengono vari incontri e concerti tra la popolazione del Paese per fornire supporto ai non vedenti. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha sostenuto l'iniziativa del popolo e ha approvato questa festività.

Storia

Per il compleanno di Valentin Gayuy (insegnante di francese e fondatore di una scuola per non vedenti) è stata creata una giornata internazionale dei ciechi. Al fine di attirare l'attenzione della popolazione sulle persone con problemi di vista o non vedenti, si è deciso di discutere e risolvere i problemi e le problematiche dei non vedenti.

Nel XVIII secolo, il francese Gayuy, da solo, senza ricorrere a ulteriori fonti di finanziamento, riuscì ad aprire una scuola per ciechi a casa sua. È stato coinvolto nello sviluppo di un carattere tipografico noto come "onciale". Lettere in rilievo su cartone che hanno aiutato i bambini a imparare a leggere e scrivere qualsiasi testo. Ha dedicato tutti i suoi sforzi, i fondi all'istruzione degli alunni, ha creato sussidi didattici, globi per la visualizzazione. È stato il primo a creare un libro per ciechi, a mettere in produzione questa attività, persino a stamparli nella sua tipografia.

Nel 1807, con decreto presidenziale e invito di un francese, furono create in Russia scuole e un istituto per ciechi con l'approvazione del bilancio e della carta..

Nel 1829, il Braille ha apportato modifiche al carattere e alla tecnica di lettura che sono ancora utilizzati in tutto il mondo oggi. E nel 1925 apparve in Russia una società di ciechi, che si assunse l'obbligo di aiutare e prendersi cura di tutti i ciechi. Oggi in Russia ci sono più di 1 miliardo di persone con malattie della vista, di cui più di 50 milioni sono ciechi.

Tradizioni

Al fine di attirare l'attenzione della leadership e della popolazione del Paese sui problemi dei non vedenti, vengono organizzati numerosi eventi e spettacoli pubblici con l'esecuzione di brani pop, vocali, musicali, conferenze con risoluzione dei problemi e formazione dei non vedenti. Per ampliare l'opportunità di acquisire conoscenze con l'aiuto di informazioni o altre attrezzature per aumentare il proprio impiego, il tenore di vita sta migliorando.

Ora è apparso un teatro a Mosca con spettacoli di ciechi, che insegnano tutti i testi di gioco di ruolo usando un metodo speciale, sono aiutati da persone con una vista normale a eseguire i movimenti corretti. È stato creato un coro, a cui partecipano tutti i ciechi.

Fatti interessanti

Sorprendentemente, Gayui ha incontrato musicisti ciechi che lo hanno sorpreso dal fatto che quando hanno accettato i soldi, lo hanno tentato. Da allora, ha avuto l'idea di organizzare corsi di formazione per bambini ciechi..

A Mosca è stato aperto un nuovo ristorante "In the Dark", dove tutto accade nell'oscurità totale. Tutti i visitatori lasciano lampade e cellulari all'ingresso. Il servizio è gestito da camerieri ciechi. Se è difficile arrivare al tuo tavolo, i camerieri vengono in soccorso. Così, tutti quelli che vengono in questa istituzione si immergono nella vita dei ciechi senza luce. Tutti i proventi del ristorante vanno in beneficenza.

Tra i ciechi, ci sono molte persone con talento o talento: pianisti, filosofi, poeti, musicisti, compositori. I ciechi costituiscono 1/10 della popolazione mondiale. Queste persone vedono male o non vedono affatto, ma hanno un buon tatto e un buon udito. La nostra indifferenza e il nostro aiuto aiutano i ciechi a vivere e lavorare pienamente.

Fino alla festa della Giornata internazionale dei ciechi:

Su questo contatore puoi tenere traccia di quanti giorni mancano alla festa della Giornata internazionale dei ciechi

Giornata internazionale dei ciechi 2020

Data, storia, immagini della Giornata internazionale dei ciechi.

La Giornata internazionale dei ciechi viene celebrata in molti paesi del mondo. Dedicato alle persone non vedenti. Progettato per attirare l'attenzione della comunità mondiale sui problemi affrontati da persone che hanno perso la vista.

Nel mondo, che per lo più si sviluppa tenendo conto del fatto che le persone sono in grado di vedere, per i ciechi può presentare situazioni di vita difficili. Pertanto, vale la pena ricordare che ci sono persone che vivono accanto a noi che hanno bisogno di tutto il nostro aiuto possibile..

In che data viene celebrata la Giornata dei Ciechi?

La data è fissata. Si svolge su base annuale il 13 novembre.

Storia dell'origine

La data, il 13 novembre, è il compleanno del famoso filantropo, educatore, innovatore francese Valentin Gayuy. Fu lui ad aprire la prima scuola al mondo per non vedenti e inventò anche il carattere "onciale" (carattere lineare in rilievo) per leggere libri da parte dei non vedenti. Nel 1784, nella sua stessa casa di Parigi, a proprie spese, senza alcun aiuto, aprì una scuola per ciechi, che divenne la prima istituzione del genere al mondo. Nella stessa scuola aprì una tipografia e pubblicò i primi libri per ciechi..

Le attività di beneficenza di Valentin Gayui attirarono l'imperatore russo Alessandro I. Nel 1803 gli inviò un'offerta per organizzare una scuola simile a San Pietroburgo. In Russia, Gayui iniziò la sua attività nel 1806. Nel 1807, Alessandro I approvò l'Istituto dei lavoratori ciechi a San Pietroburgo.

Giornata internazionale dei ciechi: cambiare il mondo in meglio

13 novembre - Giornata internazionale dei ciechi - una data che mira ad attirare l'attenzione della comunità mondiale sulle persone parzialmente e completamente cieche.

La data della Giornata internazionale dei ciechi non è stata scelta a caso. Il 13 novembre 1745 nacque Valentin Gayui, il fondatore della tiflopedagogia, un innovatore e insegnante, la prima persona al mondo ad aprire una scuola per bambini ciechi con i propri soldi, senza l'aiuto delle fondazioni statali e caritatevoli.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, ci sono circa 39 milioni di non vedenti nel mondo e 1,3 miliardi di persone soffrono di qualche forma di disabilità visiva. Tuttavia, è quasi impossibile trovare statistiche accurate, poiché non tutti i ciechi si rivolgono alle società dei ciechi, secondo le quali vengono tenute le statistiche..

Da ciò possiamo concludere che la situazione mondiale associata alla perdita totale o parziale della vista da parte delle persone è di natura globale. E i dati statistici sulla perdita della vista aumentano inesorabilmente ogni anno, il che è senza dubbio associato alla diffusione di un numero enorme di vari gadget e innovazioni tecniche.

In questo giorno, l'Organizzazione mondiale della sanità richiama l'attenzione dei governi di tutti i paesi sul problema del mantenimento della vista e della prevenzione delle malattie degli occhi. Nel nostro Paese è in corso anche un lavoro attivo per coinvolgere i cittadini nella prevenzione e cura delle malattie degli occhi, perché un tempestivo appello a uno specialista consente di prevenire conseguenze irreversibili in oltre il 75% dei casi..

Conosciamo tante grandi persone che hanno perso la vista non hanno impedito loro di raggiungere la vetta in una zona o nell'altra: Louis Braille, Stevie Wonder, Ray Charles, Andrea Bocelli, Marla Runyan, Wang. Privati ​​della capacità di vedere, i non vedenti non sono diversi da noi, ma tuttavia hanno ancora problemi con l'accesso alle strutture sociali e culturali, ai trasporti, al lavoro, ecc..

Cambiamo questo mondo in meglio insieme: aiutiamo coloro che hanno bisogno di sostegno e facciamo tutto il possibile affinché i nostri figli mostrino gentilezza e misericordia verso le persone che hanno perso l'opportunità di vedere.

Mamma, com'è non vedere? 13 novembre - Giornata internazionale dei ciechi

La mia crescita è avvenuta in un momento in cui il paese era appena stato travolto dalla moda per tutto ciò che è nuovo, ultramoderno e insolito: sono stati introdotti programmi innovativi nelle scuole dove e dove era necessario e non necessario, tutte le persone più o meno istruite erano coperte da una mania per vari allenamenti psicologici e tecniche di crescita personale, e sembrava che tutto questo fosse molto corretto, necessario e utile. E quelli che non facevano niente del genere erano considerati persone inerti e arretrate..

La scuola in cui ho studiato era un'istituzione abbastanza nello spirito dei tempi: un team giovane e zelante, che adottava volentieri tutto il più nuovo e, come sembrava allora, il più avanzato, era diretto da un direttore di ventisei anni, un insegnante di chimica per l'educazione e uno specialista in programmazione neurolinguistica (PNL ) per vocazione.

Io ei miei compagni di classe avevamo allora quattordici anni, ed è stato su di noi che ha "rotolato" la sua conoscenza di psicologia e PNL. Ora, dopo molti anni, capisco che sia il nostro direttore che il team a lui affidato hanno fatto molto di sbagliato, o anche invano, che ai bambini non dovrebbe essere insegnato quello che ci hanno insegnato, che solo gli adulti dovrebbero partecipare a tali corsi di formazione, sì e poi a volontà, e ai bambini, specialmente agli adolescenti, non dovrebbe essere consentito avvicinarsi a un simile passatempo. Ma poi, negli anni Novanta, che erano già diventati il ​​discorso della città, eravamo terribilmente orgogliosi che stessimo studiando in una scuola così straordinaria, partecipando a interessanti allenamenti ed esperimenti, e non capivamo una cosa: per il nostro direttore eravamo cavie, anche se, lo ammetto, lui stesso Non ho capito questo, credendo sinceramente che ci avvantaggia e ci aiuta a imparare cose nuove.

Un'ora nell'oscurità assoluta

Così ci è stato insegnato e sviluppato, come si suol dire, per capriccio, a occhio, "creativamente".

Tuttavia, c'è qualcosa per cui sono sinceramente grato alla mia scuola. Di tanto in tanto, gli studenti delle scuole superiori venivano portati in un campeggio situato in un'ex tenuta nobiliare, un luogo molto pittoresco e accogliente. Ed è stato lì che sono diventato un partecipante a un esperimento che ha scioccato non solo me, ma anche i miei compagni di classe, sebbene a prima vista non fosse complicato.

Una mattina fummo divisi in coppie e ci furono date spesse sciarpe nere e bastoncini. Uno della coppia ha dovuto, bendato e raccogliendo un bastone, camminare alla cieca per la tenuta, e il secondo ha dovuto interpretare il ruolo del suo angelo custode. Inoltre, questo secondo aveva il diritto di intervenire e rivelare la sua presenza solo in situazioni di pericolo di vita del reparto. E, ovviamente, sarebbero potuti accadere, perché secondo i termini del "gioco", una persona bendata doveva muoversi il più attivamente possibile, non ristagnare e avere paura di fare un passo in più.

Dopo aver ascoltato le regole, l'intera nostra grande azienda è stata una delizia indescrivibile. Il nuovo intrattenimento sembrava originale, interessante e abbastanza nello spirito dei tempi. Ci siamo sentiti molto moderni e "avanzati", come diremmo ora. Di cos'altro hanno bisogno gli adolescenti?

Ma ci siamo divertiti solo per i primi due minuti.

In primo luogo, a sorte, ho interpretato il ruolo del "cieco". Un amico mi ha bendato e mi ha portato fuori dall'edificio del club in strada. Ho preso un bastone tra le mani e ho fatto il mio primo passo in un mondo in cui potevo usare l'udito, l'olfatto, il tatto, ma non la vista, e in cui dovevo passare un'ora.

Dopo un paio di dozzine di passi, fatti abbastanza velocemente e con sicurezza, è diventato chiaro che avevo completamente perso l'idea di dove fossi e dove stavo andando. Dai suoni che venivano, ho cercato di orientarmi nello spazio, ma non ci sono riuscito bene.

Sì, abbiamo giocato tutti a fare il buffone cieco durante l'infanzia. Ma questo gioco divertente non può essere paragonato a ciò che sperimenta una persona, che è privata dell'opportunità di vedere per un tempo piuttosto lungo e allo stesso tempo è per strada (anche se sul territorio di un campeggio). La vita, che era impossibile vedere, infuriava, la gente camminava, le macchine guidavano, cadeva una leggera pioggia quasi autunnale. E molto rapidamente anche lo stato d'animo divenne autunnale: triste e senza speranza. L'incapacità di vedere iniziò a deprimersi letteralmente in pochi minuti, e volevo davvero che l'ora concordata scadesse il più rapidamente possibile..

Anche le impressioni degli “angeli custodi” difficilmente possono essere definite piacevoli. Sì, all'inizio è stato divertente per molti osservare i loro buffi goffi reparti, muovere timidamente i primi passi, frugando da una parte all'altra nel vano tentativo di trovare almeno qualcosa di familiare, di identificarlo e di passare da questo pezzo di vita familiare. Qualcuno ha trovato questo fulcro prima, qualcuno dopo, ma è stato difficile per tutti. Alcuni addirittura inciamparono e caddero, o gli "angeli custodi" seguirono le spalle del "cieco" inesperto, non avendo il diritto di sollecitare, dirigere o aiutare - una prova difficile.

Essendo già stato "cieco", sono scivolato dietro l'ombra del mio amico e avevo paura di restare indietro. Quando inciampò sulle radici dei pini che sporgevano dal terreno davanti ai miei occhi, e quasi cadde, solo con un incredibile sforzo di volontà mi trattenni e non solo non mi precipitai a sostenerla, ma non gridai nemmeno. Il mio amico si è alzato e ha chiesto tranquillamente: "Sei qui?" La sua voce sembrava così spaventata che dovette infrangere le regole e sussurrare: "Sì, non aver paura". "Grazie," sussurrò e andò di nuovo avanti, tastando la strada con un bastone e alzando le gambe troppo in alto per non inciampare.

Certo, le persone si abituano a tutto. Anche i nostri "ciechi" si sono abituati. Dopo mezz'ora, quasi tutti si sentivano meglio, camminavano più sicuri e veloci e facevano pieno uso dell'udito e degli altri sensi. Ricordo come, colto l'odore del cibo, mi sono accorto di essere da qualche parte vicino alla sala da pranzo, e dopo aver fatto scorrere la mano lungo il tronco dell'albero e sentito il muschio sotto il palmo, mi sono orientato nei punti cardinali e mi sono incamminato abbastanza svelto verso l'edificio residenziale. Ma, tuttavia, rimuovere la benda dagli occhi dopo un'ora e riacquistare la capacità di vedere è stata una felicità per me.

Alcune statistiche:

In media, ognuno di noi con l'aiuto della vista riceve dal 50 al 90% (secondo varie fonti) di tutte le informazioni che entrano nel nostro cervello. Il resto è condiviso dal resto dei sensi.

Di tutte le persone che vivono nel mondo, da 150 a 245 milioni di persone soffrono di disabilità visiva e, secondo varie stime, 39-45 milioni di loro sono assolutamente cieche. Tra i residenti in Russia ci sono più di 280mila ipovedenti e completamente ciechi.

Una vita completamente diversa

Discutemmo di questo "esperimento" per molto tempo, e ricordo ancora le impressioni di esso. Uno degli "angeli custodi" ha raccontato di come non abbia permesso al "cieco" che gli era stato affidato di essere investito da un'auto, e l'altro ha raccontato con orrore come la sua ragazza fosse stata trascinata sui binari della ferrovia. C'era, ovviamente, molto divertimento, che ricordavano con una risata. Ma tutti capirono che vagavamo nell'oscurità del territorio, che era vasto, ma ancora non illimitato e che tutti conoscevano bene, e la nostra prova durò solo un'ora. E ciascuno si è posto le stesse domande. Ma com'è il vero cieco nelle grandi città? Quanto è difficile per coloro che non hanno mai visto una casa, un'auto o alberi - niente e non hanno idea né della loro forma né delle loro dimensioni? Come navigano? E come vivono?

Da allora sono passati molti anni. Non molto tempo fa, uno dei miei figli, vedendo per strada un uomo con un bastone, mi ha chiesto: "Mamma, come mai non vedere?", Ho deciso di fargli sentire su me stesso cosa vuol dire essere cieco. Certo, l'esperimento con la partecipazione dei miei figli si è svolto in condizioni molto più parsimoniose: è stato alla dacia, in uno standard recintato di seicento metri quadrati, prima di iniziare la "vita cieca" ho tolto tutto ciò che poteva rappresentare un pericolo per i partecipanti, ei ragazzi non sono rimasti bendati ora e solo quindici minuti. Ma per loro era abbastanza. Quando mi sono tolto le sciarpe, ho visto volti scioccati e occhi seri. "Mamma, ho capito tutto!" - disse l'anziano. Ed era chiaro che anche lui non avrebbe dimenticato com'era vivere senza riuscire a distinguere almeno la luce e l'oscurità, come ricordo di questa esperienza dopo tanti anni..

13 novembre - Giornata internazionale dei ciechi. La storia di questa data risale al XVIII secolo. Il 13 novembre 1745, Valentin Gayuy nacque in Francia, un famoso insegnante che fondò diverse scuole e imprese per ciechi a Parigi e San Pietroburgo. Per decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità, questa data è celebrata come Giornata dei ciechi.

Capiscici

Per chi vuole anche capire cosa vuol dire essere cieco, chi cerca di non divertirsi, ma piuttosto di sentire il dolore delle altre persone, tutte le fatiche della propria vita, ora ci sono vari programmi e persino missioni. Nell'ambito del progetto World to Touch e di altri programmi simili, vengono creati spazi in cui le persone che vedono le persone si trovano in condizioni in cui non possono vedere. Inoltre, sia le guide vedenti che quelle non vedenti li aiutano ad adattarsi alla nuova realtà. Ciecamente, non solo puoi esistere solo per un po 'di tempo (incluso un tempo piuttosto lungo), ma anche provare a completare una serie di attività.

Se decidi di scoprire com'è vivere senza vista, preparati al fatto che questo tempo trascorso dal tatto sarà una rivelazione o addirittura uno shock per te. E se hai figli e vuoi che crescano attenti, empatici e capaci di mettersi nei panni di altre persone, dai loro l'opportunità di vivere alla cieca per almeno 15-20 minuti, chiedi loro di compiere le azioni più semplici: lavarsi le mani, versare un bicchiere d'acqua, lavarsi i denti, portare in tavola un piatto di cibo. Credimi, un'esperienza così semplice darà molto a loro e a te. Per lo meno imparerai ad apprezzare la capacità di vedere e sarai in grado di sentirti almeno un po 'più felice. Ed è importante.

Da più di un anno, la missione "Walk in the Dark" è operativa dal centro commerciale Riviera di Mosca, guidata da guide professionali non vedenti. Entro un'ora, tutti i tuoi sensi, tranne la vista, saranno sottoposti a un serio test..

A San Pietroburgo, nel gennaio 2017, è stato aperto uno spazio interattivo “The World to Touch”, dove tutti possono vivere un'ora e mezza della vita di un cieco. Oltre all'escursione e alla missione "Blind in the City", ci sono corsi di perfezionamento di modellazione e disegno al buio e in Braille.

A Balashikha, vicino a Mosca, c'è una scuola per l'addestramento di cani guida, che conduce escursioni per adulti e bambini. Durante l'escursione si possono apprendere le basi dell'allenamento e provare a seguire il percorso sotto la guida di un cane guida.