Cosa sono le diottrie

diottria - i, f. dioptrie f. L'unità della potenza ottica di una lente. Bicchieri da cinque diottrie. SLA 2. Lex. Brockg.: diottria; Ush. 1934: diottrie / i; MAC 1981: diottria / i, dio / ptria; ALS 2: diopter / i... Dizionario storico dei gallismi russi

diottria - e diottrica, genere. pl. diottrie... Dizionario di pronuncia e difficoltà di stress in russo moderno

diottrie - Un'unità di misura per la potenza ottica. Nota In aria, una diottria è uguale alla potenza ottica di un sistema ottico (lente) con una lunghezza focale di 1 m [Raccolta di termini consigliati. Problema 79. Ottica fisica. Accademia delle scienze dell'URSS. Comitato di guida scientifica... del traduttore tecnico

DIOPTRIA - unità fuori sistema del potere ottico di lenti, specchi concavi e convessi; indicato da diottrie. La potenza ottica, espressa in diottrie, è uguale al reciproco della focale principale, espressa in m... Grande Dizionario Enciclopedico

DIOTTRIA - DIOTTRIA, diottrie, donne (Osservazione dioptreica greca, misurazione) (ottica). Un'unità per misurare il potere di rifrazione dei vetri ottici. Dizionario esplicativo di Ushakov. D.N. Ushakov. 1935 1940... Dizionario esplicativo di Ushakov

DIOTTRIA - DIOTTRIA e, mogli. L'unità del potere di rifrazione di una lente ottica. | agg. diottrie, oh, oh. Dizionario esplicativo di Ozhegov. S.I. Ozhegov, N.Yu. Shvedova. 1949 1992... Dizionario esplicativo di Ozhegov

DIOTTRIA - (dp, D), unità di ottica, intensità della lente, ecc. Ottica assialsimmetrica. sistemi; 1 dp è uguale a ottico. forza della lente o sferica. specchi con una focale di 1 m Dizionario enciclopedico fisico. M.: enciclopedia sovietica. Capo redattore A. Prokhorov... Enciclopedia fisica

diottria - nome, numero di sinonimi: 1 • unità (830) Dizionario dei sinonimi ASIS. V.N. Trishin. 2013... Dizionario dei sinonimi

DIOTTRIA - DIOTTRIA, l'unità del potere rifrattivo di una lente o sistema ottico. Il potere di rifrazione è tanto maggiore quanto minore è la lunghezza focale della lente; in precedenza, la potenza ottica dell'obiettivo era indicata anche dalla lunghezza della lunghezza focale. In un primo momento, è stato preso come un'unità...... Great Medical Encyclopedia

diottria - (gr. diottrie che vedono attraverso) un'unità della potenza ottica di una lente, uguale alla potenza ottica di una lente con una lunghezza focale principale di 1 m; la potenza ottica dell'obiettivo in diottrie è uguale al reciproco della lunghezza focale, espressa in metri (in diottrie...... Dizionario di parole straniere della lingua russa

Quante diottrie vengono utilizzate per la miopia

Acuità visiva: la capacità di una persona di percepire gli oggetti dalla realtà circostante.

Dipende dalla qualità dei bulbi oculari. Alcune persone sviluppano la miopia.

Questa è una condizione in cui gli oggetti sono visibili vicino, ma scarsamente distinguibili in lontananza. Una tale malattia richiede valutazione e correzione. Per fare questo, si rivolgono a un oftalmologo, esegue test diagnostici, determina il grado di differenza tra gli oggetti circostanti.

Acuità visiva

Un raggio di luce che passa attraverso la pupilla viene rifratto nella cornea e nel cristallino. Successivamente, viene proiettato con un raggio sottile sulla retina. L'acuità visiva dipende dalla posizione della proiezione sulla retina. Se la proiezione è spostata e si trova di fronte, la persona sviluppa miopia.

L'acuità visiva è il grado di differenza tra due punti a breve distanza. Altrimenti, l'acuità visiva è chiamata chiarezza di visione. In una persona sana con una buona acuità visiva, il parametro è 1 o 100%. Questo numero viene calcolato utilizzando tabelle speciali. Per la Russia, si chiama tavolo Sivtsev.

Il tavolo di Sivtsev contiene molte righe di lettere, ognuna delle quali diventa sempre più piccola, raggiungendo la dimensione più piccola che può essere catturata dall'occhio umano. Se la tabella viene utilizzata per i bambini, le lettere vengono sostituite con simboli o immagini..

In alcune categorie di pazienti, l'acuità visiva è molto migliore rispetto ad altre persone. Queste persone sono in grado di vedere molte più righe nella tabella rispetto al livello più basso..

Se il paziente vede un numero insufficiente di righe nella tabella, il medico parla di un errore di rifrazione. Si manifesta dalle seguenti malattie:

  • miopia: una persona vede bene vicino, ma scarsamente in lontananza;
  • ipermetropia: il paziente vede bene in lontananza, ma scarsamente vicino;
  • astigmatismo: una violazione della percezione del contorno di un oggetto a causa di un cambiamento nella forma del bulbo oculare;
  • cataratta - offuscamento del contenuto interno del cristallino dovuto all'accumulo di frazione insolubile di proteine;
  • glaucoma - accumulo di liquido intraoculare secreto nelle camere, che porta alla pressione sulla retina e sul nervo ottico.

Una diminuzione dell'acuità visiva non significa sempre solo miopia. Questo può essere un sintomo di una condizione patologica, una malattia che peggiorerà gradualmente il benessere di una persona. Pertanto, è importante diagnosticare gli organi visivi in ​​una fase precoce..

L'acuità visiva dipende dalla distanza alla quale una persona riconosce un determinato oggetto. Ad esempio, se un paziente vede un'auto a una distanza di 40 m, significa che la sua acuità visiva è di 1 unità. Se questo richiede 15 m, significa che il numero è 0,4 unità. Peggio è lo stato di acuità visiva di una persona, più vicino deve essere posizionato all'oggetto.

Identificazione della miopia

Diversi test diagnostici vengono utilizzati per determinare l'acuità visiva. Ciò è dovuto al fatto che una diminuzione della qualità della vista può essere formata non solo da una violazione della rifrazione della luce all'interno dell'occhio, ma anche da molte altre malattie:

  • Utilizzo di tabelle che determinano l'acuità visiva. Se il paziente è un bambino, raffigura cerchi con ritagli in direzioni diverse o immagini di figure, animali. Se il paziente è un adulto, le lettere vengono mostrate sul tavolo. Più bassa è la riga nella tabella, minore è la dimensione del carattere. Il medico indica alternativamente il simbolo dalla riga superiore a quella inferiore. Utilizzando il metodo, il medico riconosce l'acuità visiva quando una persona si trova a una distanza di 5 m dal tabellone.
  • Esame del fondo. Per questo, una soluzione viene instillata negli occhi del paziente, che viola temporaneamente la sistemazione degli occhi. Il medico esamina l'interno del bulbo oculare usando una lampada a fessura. Viene valutato lo stato della cornea, delle camere oculari, del cristallino, del corpo vitreo, della retina, dei vasi del microcircolo.
  • Se i due test precedenti hanno mostrato buoni risultati, ma la persona continua a vedere male, viene prescritta una risonanza magnetica o una TC. Questa è una tomografia computerizzata, con l'aiuto della quale l'immagine del cervello e dei bulbi oculari è visibile a strati. La causa della disabilità visiva può essere una circolazione sanguigna insufficiente, infiammazione o pizzicamento del nervo, formazione di neoplasie maligne e benigne. Tutte queste violazioni saranno visibili con l'aiuto di metodi digitali.
  • Applicare occhiali con diottrie diverse agli occhi di una persona. Il medico valuta l'acuità visiva utilizzando un tavolo quando la persona indossa occhiali montati.

Con l'aiuto delle tecniche, è possibile identificare non solo la miopia, ma anche le ragioni della sua formazione. Solo dopo, il medico può scegliere lenti, occhiali, trattamento della causa principale della condizione.

Gradi di miopia

La scelta del trattamento dipende dal grado in cui viene rilevata la miopia nel paziente:

  • Grado debole. Con questa forma di miopia, il numero di diottrie è inferiore a 3 unità. In questo caso, la lunghezza dell'occhio aumenta e l'altezza diminuisce. La visione di una persona è considerata sufficientemente buona per vedere gli oggetti vicini. Ma in lontananza tutto si confonde.
  • Grado medio. In questo caso, il numero di diottrie è compreso tra 3,25 e 6 unità. Il cambiamento nella forma degli occhi è in aumento. Ciò colpisce i vasi del microcircolo, porta al loro assottigliamento. Si forma la deformazione della retina. Ciò porta al fatto che il paziente vede male gli oggetti situati non così lontano da lui (30 cm o più).
  • Alto grado. Il grado di diottrie e l'acuità visiva diventa superiore a 6,25 unità. In questa condizione, la retina è molto assottigliata, i gusci sono visibili da dietro. Una persona non vede nulla intorno a sé senza l'uso di ottiche speciali.

Qualsiasi grado di miopia richiede una correzione, poiché il tenore di vita di una persona diminuisce. Ad esempio, con una miopia lieve, una persona non è in grado di guidare un veicolo senza l'uso di ottiche oftalmiche.

Tavola diottrica

Ogni studio oftalmologico ha un tavolo con le lettere (il tavolo di Sivtsev). Contiene 12 righe in totale. Quello più in alto è grande, quello in basso è piccolo. La tabella contiene lettere russe dell'alfabeto (simboli, immagini), con un aumento della linea diminuiscono gradualmente.

A destra della riga delle lettere c'è un visus - la definizione di acuità visiva per una persona. Questo valore è espresso in unità. L'acuità visiva inizia da 0,1, termina con il numero 2. L'ideale è l'acuità visiva di 1 unità. Ciò significa che una persona vede tutte le righe nelle righe delle lettere..

La miopia è una condizione in cui la vista si deteriora. Una persona non vede bene gli oggetti situati in lontananza. Con l'età, la malattia può progredire, l'acuità visiva peggiora. Questa condizione può essere corretta identificando la causa principale dello sviluppo della miopia..

Convertitore di unità

Potenza in diottrie e lunghezza focale

Bitcoin e altre valute digitali

Il potere ottico (potere di rifrazione) D è un'unità di misura del potere di rifrazione di un sistema ottico costituito da lenti, specchi convessi o concavi. La potenza ottica è calcolata dalla formula:

D = 1 / f

dove f è la lunghezza focale del sistema. La potenza ottica degli obiettivi con una lunghezza focale maggiore - inferiore.

La potenza ottica è misurata in SI in diottrie (D, diottrie). Diottria è un'unità non sistemica. L'unità SI corrispondente è il contatore inverso m⁻¹. Ad esempio, una lente con una potenza ottica di 2 diottrie può focalizzare fasci di luce paralleli a una distanza di ½ metro.

Sentiamo l'effetto della formula precedente quando ci immergiamo senza maschera o occhialini da nuoto: gli oggetti sott'acqua sono sfocati perché l'indice di rifrazione dell'acqua a 20 ° C è 1,33. La cornea, che fornisce circa due terzi dell'ingrandimento totale dell'occhio, ha approssimativamente lo stesso indice di rifrazione dell'acqua. Quando la cornea è a contatto con l'acqua, cessa di ingrandire l'immagine degli oggetti circostanti, cioè cessa di essere una lente convessa. Rimane solo la lente, che fornisce solo un terzo della potenza ottica totale dell'occhio o circa 20 diottrie e non è in grado di fornire un'immagine nitida degli oggetti circostanti sulla retina. Un semplice calcolo utilizzando la formula sopra mostra perché questo accade: f = 1 / D = 1/20 = 0,05 mo 50 mm; allo stesso tempo, il diametro dell'occhio umano è di circa 24 mm. Come possiamo vedere, i raggi di luce paralleli che entrano nell'occhio saranno focalizzati molto dietro la retina. L'uomo è una creatura terrestre e il sistema ottico dell'occhio umano è "progettato" in modo tale da non fornire una visione normale sott'acqua senza dispositivi speciali. La nitidezza sott'acqua può essere fornita solo da una maschera che fornisce uno strato d'aria tra gli occhi e l'acqua.

Per misurare il potere di rifrazione e altre caratteristiche ottiche delle lenti per occhiali, vengono utilizzati misuratori diottrici, chiamati anche misuratori di lenti - dispositivi ottici costituiti da un telescopio, un collimatore, un supporto della lente misurata e altri meccanismi.

Come prendersi cura adeguatamente di occhiali e filtri

Porto gli occhiali da oltre dieci anni, quindi cercherò di spiegare come riordinare i tuoi occhiali da sole o normali con o senza rivestimenti antiriflesso e oleorepellenti. A proposito, prendersi cura degli occhiali con un rivestimento oleorepellente è molto più facile che senza.!

Molte persone fanno quello che non dovrebbero fare tutti i giorni: respirare sulle lenti e poi asciugarle con la manica o l'orlo dei vestiti. Se questo potesse essere fatto con lenti in vetro, la plastica non lo tollererebbe. Tra pochi mesi gli occhiali si graffieranno e, per la gioia degli ottici, in meno di un anno verrete a comprare nuovi occhiali..

Quando ho iniziato a indossare occhiali da lettura ogni giorno 10 anni fa, non sapevo come prendermi cura di loro in modo appropriato. Ho visto pubblicità di molti prodotti per la cura degli occhiali e ne ho anche provati diversi. Ma poi ho capito come prendersi cura dei tuoi occhiali per non graffiarli: devono essere lavati! Devo dire che quando stavo per scrivere su questo e ho iniziato a studiare la questione, si è scoperto che l'idea non è affatto nuova e molti lo stanno facendo.!

Soprattutto, non asciugare mai i bicchieri con carta assorbente. Contengono particelle di legno che graffieranno le lenti. Anche i tessuti in cotone al 100% possono ancora essere polverosi e contenere particelle abrasive.

Ovviamente puoi usare speciali detergenti per occhiali, ma perché sprecare denaro se l'acqua del rubinetto più una goccia di detersivo per piatti e una goccia di alcol isopropilico o etilico non costano quasi nulla?

Come si è scoperto, tutto ciò che serve è lavare via la polvere dai bicchieri con acqua tiepida, quindi pulirli leggermente con una goccia di detersivo per piatti. Risciacquare con acqua di rubinetto, quindi acqua distillata se l'acqua di rubinetto è dura. Infine, asciugare i bicchieri con un bulbo di gomma o gas compresso da una lattina. Dopo questa procedura, le lenti saranno pulite e prive di graffi..

E ora più in dettaglio:

Lavati le mani per rimuovere il grasso dalle dita.

Risciacquare le lenti degli occhiali con acqua tiepida per rimuovere la polvere.

Metti una goccia di detersivo per piatti sul dito. Questo liquido è progettato per rimuovere il grasso dai piatti. Ma questo è esattamente ciò che deve essere fatto con gli occhiali! Elimina il grasso!

Utilizzando un movimento circolare e una pressione minima, lavare entrambi i lati delle lenti con detersivo per piatti. Puoi anche lavare la montatura, le aste, il ponte e il poggia naso con questo liquido..

Risciacqua i bicchieri con acqua tiepida, che dovrebbe rimuovere tutto il sapone. Non è necessario strofinare le lenti con le dita durante il risciacquo. Se l'acqua del rubinetto è dura, cioè contiene una quantità maggiore di sali di calcio e magnesio disciolti, si consiglia di sciacquare i bicchieri in acqua distillata.

Dopo il risciacquo, agitare bene i bicchieri per eliminare l'acqua. Preferisco farlo in ginocchio.

Resta da rimuovere le gocce con un bulbo di gomma o una bomboletta di gas compresso per rimuovere la polvere. Se risciacqui i bicchieri con acqua distillata, si asciugheranno senza tracce di sali e non avranno bisogno di essere spurgati a meno che tu non ne abbia bisogno immediatamente..

Di solito, quando si ordinano occhiali nuovi, vengono forniti con un panno per la pulizia. Nei saloni dell'ottica, lo mettono per l'unico scopo, in modo che tu venga da loro più spesso! Qualsiasi panno e soprattutto tovaglioli di carta o tovaglioli graffierà le lenti degli occhiali perché contengono particelle abrasive. Inoltre, di solito non si asciugano, ma spalmano solo grasso e sporco sulla superficie delle lenti..

Se soffi via goccioline d'acqua con il gas da una bomboletta spray, premi lentamente il grilletto in modo che nessun liquido entri nelle lenti insieme al gas. Se ciò accade, dovrai lavare di nuovo i bicchieri. Infine, puoi rimuovere l'acqua residua dalle superfici terminali delle lenti..

A proposito di alcol. Alcune persone credono che l'alcol possa danneggiare il rivestimento antiriflesso delle lenti o addirittura renderle opache. Non lo so. Uso sempre alcol isopropilico per rimuovere il grasso dalle lenti se sono molto sporche. A volte succede. Non ho mai notato problemi con la qualità del rivestimento. Come puoi vedere, noti produttori di strumenti ottici usano anche alcol isopropilico in salviettine umidificate per pulire lenti e lenti per occhiali..

Per chi scatta con reflex, posso dire che lo stesso metodo può essere utilizzato per lavare i filtri che si installano sugli obiettivi fotografici. Li lavo con detersivo per piatti, poi li risciacquo sotto il rubinetto, poi con acqua distillata e soffia via le gocce d'acqua con un bulbo di gomma o gas da una lattina. Sfortunatamente, non puoi lavare la lente frontale in questo modo..

Potresti essere interessato ad altri convertitori del gruppo "Fotometria - luce":

Hai difficoltà a tradurre un'unità di misura da una lingua all'altra? I colleghi sono pronti ad aiutarti. Invia la tua domanda a TCTerms e riceverai una risposta in pochi minuti.

Calcolatrici

Fotometria - luce

La fotometria è una branca della fisica che studia misurazioni quantitative delle caratteristiche energetiche della radiazione elettromagnetica nel campo della luce.

A differenza della radiometria ottica, che è un insieme di metodi per misurare la potenza assoluta dell'energia elettromagnetica irradiata (compresa la luce), nella fotometria le misurazioni vengono eseguite in una gamma di spettro simile alla gamma di visibilità dell'occhio umano.

Potenza in diottrie e lunghezza focale

Il potere ottico o rifrattivo di una lente o di un sistema ottico di più lenti o specchi ottici caratterizza il loro potere rifrattivo ed è calcolato come il reciproco della lunghezza focale del sistema. La potenza ottica è misurata in metri inversi in SI o in diottrie (1 diottrie = m⁻¹).

Utilizzo del convertitore di potenza ottica in diottrie e lunghezza focale

Queste pagine contengono convertitori di unità che consentono di convertire rapidamente e accuratamente i valori da un'unità a un'altra, nonché da un sistema di unità a un altro. I convertitori sono utili per ingegneri, traduttori e chiunque lavori con diverse unità di misura.

Usa il convertitore per convertire diverse centinaia di unità in 76 categorie o diverse migliaia di coppie di unità, comprese unità metriche, imperiali e americane. È possibile convertire unità di misura di lunghezza, area, volume, accelerazione, forza, massa, flusso, densità, volume specifico, potenza, pressione, tensione, temperatura, tempo, momento, velocità, viscosità, elettromagnetico e altri.
Nota. A causa della limitata precisione della conversione, possono verificarsi errori di arrotondamento. In questo convertitore, gli interi sono considerati esatti fino a 15 cifre e il numero massimo di cifre dopo il punto decimale o il punto è 10.

Per rappresentare numeri molto grandi e molto piccoli, questa calcolatrice utilizza la notazione esponenziale del computer, che è una forma alternativa di notazione esponenziale normalizzata (scientifica), in cui i numeri sono scritti nella forma a 10 x. Ad esempio: 1103000 = 1,103 · 10 6 = 1,103E + 6. Qui E (abbreviazione di esponente) significa "· 10 ^", cioè ". moltiplicare per dieci alla potenza. ". La notazione esponenziale del computer è ampiamente utilizzata nei calcoli scientifici, matematici e ingegneristici..

  • Selezionare l'unità in cui convertire dall'elenco di unità a sinistra.
  • Seleziona l'unità in cui convertire dall'elenco di unità a destra.
  • Immettere un numero (ad esempio, "15") nel campo "Valore iniziale".
  • Il risultato apparirà immediatamente nel campo "Risultato" e nel campo "Valore convertito".
  • Puoi anche inserire un numero nel campo a destra "Valore convertito" e leggere il risultato della conversione nei campi "Valore originale" e "Risultato".

Lavoriamo per garantire che i convertitori e le calcolatrici di TranslatorsCafe.com siano accurati, ma non possiamo garantire che siano privi di errori o imprecisioni. Tutte le informazioni vengono fornite "così come sono" senza garanzie di alcun tipo. Termini.

Se noti un'inesattezza nei calcoli o un errore nel testo, o hai bisogno di un altro convertitore per la conversione da un'unità di misura a un'altra, che non è sul nostro sito web, scrivici!

Scegliere gli occhiali per la vista: 10 consigli per la correzione ottica

La struttura del bulbo oculare è piuttosto fragile. Può essere facilmente danneggiato da uno sforzo prolungato, che porta ad una diminuzione dell'acuità visiva. Per correggerlo, devi scegliere le lenti giuste per i tuoi occhiali. Inoltre, per indossare più comodamente l'accessorio, è necessario acquistare una cornice comoda.

Selezione di occhiali per la vista e le sue caratteristiche

Gli occhiali si differenziano per materiali di fabbricazione, qualità e forma di montature e lenti. Se prevedi di indossare sempre l'accessorio, devi scegliere il bicchiere giusto. Non dovrebbero portare disagio e mal di testa durante l'uso prolungato degli occhiali.

Esistono regole generali per la selezione dei prodotti ottici necessari per la correzione della vista:

  1. È necessario selezionare gli occhiali tenendo conto della forma del viso. L'accessorio non deve seguire la sua forma o creare un forte contrasto.
  2. È necessario selezionare un materiale conveniente per realizzare montature e lenti.
  3. La cornice non deve toccare le sopracciglia e le guance.
  4. Non indossare occhiali che creano inconvenienti. I naselli non dovrebbero lasciare segni e gli archi dovrebbero esercitare una pressione sulle orecchie e sulle tempie.
  5. La cornice non deve superare la larghezza degli zigomi.
  6. Prima dell'acquisto, è necessario controllare il prodotto per i difetti. La cornice deve essere rigorosamente simmetrica.

La prescrizione per le lenti deve essere scritta dall'oculista che esegue la visita oculistica..

Consultazione con un oftalmologo

Quando scegli gli occhiali da solo, puoi commettere un errore con la scelta delle lenti. In questo caso, la visione non verrà corretta correttamente. Occhiali sbagliati possono portare allo sviluppo di complicanze: deterioramento dell'acuità visiva, aumento della pressione intraoculare, sforzo eccessivo degli organi visivi.

Per scrivere una prescrizione per occhiali, l'oftalmologo esegue una serie di procedure diagnostiche:

  • raccolta di anamnesi;
  • determinazione dell'acuità e del campo visivo;
  • rifrattometria;
  • tonometria;
  • cheratometria;
  • oftalmoscopia;
  • biomicroscopia;
  • esami strumentali aggiuntivi in ​​presenza di patologia degli organi visivi.

Sicuramente, il medico conduce un esame esterno, escludendo lesioni agli occhi e la manifestazione di sintomi di altre malattie. A seconda dei dati ottenuti, l'oftalmologo seleziona le lenti adatte.

Test dell'acuità visiva

L'acuità visiva viene determinata utilizzando la tabella di Sivtsev e Snellen. Contengono lettere dell'alfabeto russo e latino di varie dimensioni in un ordine caotico. Per diagnosticare il paziente, viene chiesto loro di allontanarsi a una distanza di circa 5 metri, sedersi su una sedia e creare il crepuscolo nella sala di trattamento. L'oftalmologo, usando un puntatore, seleziona una lettera, il paziente deve dire quale simbolo indica il medico. In questo caso, il paziente non deve socchiudere gli occhi..

Non appena una persona commette un errore o riferisce di non aver visto una lettera, l'oftalmologo mette occhiali speciali sul paziente. Sono usati per selezionare le lenti.

Misura della distanza interpupillare

Dopo la correzione della vista, la distanza interpupillare viene misurata utilizzando lenti di prova. La procedura viene eseguita grazie al righello. È consentito utilizzare un dispositivo speciale: un pupillometro o altri sistemi di misurazione ad alta precisione.

Una procedura errata può portare a un allineamento errato della lente. In una tale situazione, la salute del paziente peggiora, soprattutto con uno stress prolungato sugli organi visivi..

Nella prescrizione, l'oftalmologo indica la distanza interpupillare per entrambi gli occhi. L'indice monoculare viene registrato quando si selezionano occhiali asferici e progressivi.

Leggiamo la ricetta per gli occhiali

Per decifrare correttamente una prescrizione per lenti, è necessario familiarizzare con il significato delle abbreviazioni.

NomeSenso
ODOcchio destro.
OSOcchio sinistro.
OUEntrambi gli organi visivi.
SPHPotenza dell'obiettivo con un design sferico. Viene utilizzato per correggere la vista in caso di miopia e ipermetropia. L'indicatore è misurato in diottrie (D). Con la miopia, il numero è preceduto da un meno, con l'ipermetropia - un più.
CYLPotenza ottica per lenti cilindriche che correggono l'astigmatismo.
ASCIAIl meridiano dell'astigmatismo è indicato in gradi. Mostra l'angolo di inclinazione al quale è impostato il settore cilindrico dell'obiettivo.
DPDistanza tra le pupille, mm In caso di asimmetria naturale del viso, viene indicato il valore dal ponte del naso alla pupilla per entrambi gli occhi, ad esempio 31/33 mm.
INSERISCILa dipendenza è un parametro necessario per correggere la presbiopia. In una tale situazione, il paziente necessita di una potenza ottica diversa per vedere oggetti vicini e lontani. La dipendenza indica quanto D dovrà essere aggiunto al componente della lente sferica nel settore inferiore per un uso confortevole degli occhiali.

La ricetta contiene il nome del paziente, la diagnosi e la prescrizione degli occhiali. Il documento è valido per 6-12 mesi.

Selezione della lente ottica

Per la corretta scelta delle lenti per la correzione della vista, è necessario selezionare i seguenti parametri:

  • materiale di fabbricazione;
  • design;
  • leggere e raccontare al maestro i rivestimenti selezionati.

Questi ultimi influenzano il coefficiente di trasmissione della luce e rifrazione, proteggono le lenti da danni meccanici e contaminazioni.

Materiale

Nella fase iniziale della produzione, sono state prodotte solo lenti in vetro, ma presentano molti svantaggi. Gli articoli pesanti e fragili sono stati sostituiti da articoli minerali. Questi ultimi sono vetri inorganici con maggiore resistenza e indice di rifrazione. Ben presto, le lenti in polimero competevano con l'ottica minerale sul mercato.

Bicchiere

Le lenti in vetro hanno i seguenti vantaggi:

  • alta resistenza: sono meno suscettibili alle sollecitazioni meccaniche rispetto alle lenti in policarbonato, il che aumenta la loro durata;
  • più sottile dell'ottica plastica, che si osserva anche a minime diottrie;
  • hanno un alto indice di rifrazione;
  • resistenza alle alte temperature, acidi;
  • possono essere inseriti in cornici sottili.

Policarbonato

La plastica è più morbida del vetro, quindi le ottiche in policarbonato si graffiano, si deformano e si rompono facilmente. Allo stesso tempo, questo svantaggio può essere compensato applicando un rivestimento rinforzante protettivo. In termini di potenza ottica e trasparenza, i nuovi modelli non sono inferiori alle lenti in vetro e non degradano la qualità dell'immagine visibile.

Rispetto alle lenti minerali, le ottiche in policarbonato presentano i seguenti vantaggi:

  • il materiale polimerico è 2 volte più leggero del vetro inorganico, quindi è più comodo camminare con tali occhiali: non premono sulla pelle del viso e delle orecchie;
  • la plastica è completamente sicura per gli occhi: quando si dividono, i frammenti non possono danneggiare la mucosa degli organi visivi;
  • il policarbonato può essere verniciato in vari colori, selezionare le sfumature;
  • la plastica stessa assorbe la luce ultravioletta, proteggendo la retina dagli effetti negativi della luce solare.

Design

Esistono 2 tipi principali di design del vetro:

  1. Sferica. La superficie delle lenti è convessa, a forma di sfera. Questo è il modello di ottica più comune, universale per qualsiasi ricetta.
  2. Asferico. Le lenti sono ellittiche. Questo prodotto è più sottile, il che elimina la distorsione dell'immagine visibile, specialmente alla periferia.

Esistono anche occhiali bifocali e progressivi. I primi sono destinati alla presbiopia. Migliorano la visione di oggetti sia distanti che vicini. Le lenti progressive sono una tecnologia ottica bifocale più avanzata. Gli occhiali facilitano la messa a fuoco della vista quando ci si sposta da oggetti vicini a oggetti distanti e viceversa.

Rivestimento

Rivestimenti aggiuntivi compensano gli svantaggi delle lenti in vetro e policarbonato. Diversi tipi di sostanze applicate migliorano le prestazioni degli occhiali e garantiscono un comodo utilizzo degli occhiali. Esistono molti tipi di rivestimenti:

  1. Rassodante. Questo rivestimento aumenta la resistenza del prodotto e ne aumenta la durata. La pellicola protettiva impedisce ad altre cose di graffiare il vetro. Le lenti non si rompono se lasciate cadere dall'alto.
  2. Idrofobo. Protegge l'ottica dalla contaminazione durante la precipitazione, dall'appannamento durante gli sbalzi di temperatura, dalla sedimentazione di particelle di polvere.
  3. Antiriflesso. Fornisce protezione per gli occhi da sostanze irritanti esterne: riflessi del sole, fari, lanterne, telecamere.
  4. Illuminante. Aumenta la trasmissione della luce delle lenti, migliorando la qualità dell'immagine.

È possibile combinare queste proprietà applicando rivestimenti multifunzionali. Va ricordato che maggiore è il numero di rivestimenti sulle lenti, maggiore diventa la qualità e il costo del prodotto..

Indice di rifrazione (CP)

Il KP delle lenti ottiche varia da 1,5 a 1,74 a seconda del materiale di fabbricazione. Più alto è questo indicatore, più sottile è il vetro. In questo caso, il peso dell'obiettivo non cambia, perché per aumentare il KP, la sua struttura è integrata con piombo e altri componenti chimici. Le ottiche ad alto rapporto hanno un aspetto esteticamente gradevole e riflettono più luce, ma sono più costose.

La scelta delle lenti KP dovrebbe essere basata sul tipo di montatura e sulla prescrizione. Con piccole diottrie, si consiglia di acquistare ottiche con un indicatore di 1,5-1,6. Con il medio, è consentito acquistare lenti con un CP da 1.6 a 1.7. Ad alte diottrie da 1,7 con design asferico.

In una montatura in plastica, le lenti spesse con un KP di 1,5 sono quasi invisibili. Ottiche con un alto indice di rifrazione possono essere selezionate per una montatura a vite o occhiali su una linea.

Filtro UV

La radiazione ultravioletta ha un effetto negativo sui tessuti molli del bulbo oculare, pertanto, quando si scelgono le lenti per occhiali, gli oftalmologi consigliano di dare la preferenza ai prodotti con un filtro integrato. Questo dovrebbe essere controllato con il venditore nei negozi di ottica. Alcuni modelli hanno una protezione solare, non protegge la retina dalle radiazioni ultraviolette.

Coefficiente di trasmissione della luce

Sono disponibili 2 tipi di lenti con diversa trasmissione della luce:

  1. Dipinto. Vetri colorati progettati per proteggere dai raggi solari. Sarà utile per conducenti, pescatori e atleti che sono a disagio con i riflessi riflettenti. Per non affaticare gli occhi, non dovresti indossare sempre tali lenti..
  2. Fotocromatiche (camaleonti). Nella loro fabbricazione vengono utilizzati aloidi d'argento, che assorbono la luce ultravioletta e cambiano la trasparenza delle lenti. I camaleonti si scuriscono gradualmente, quindi non stressano gli organi visivi. Gli occhi hanno il tempo di adattarsi alle nuove condizioni. Allo stesso tempo, nelle stanze con lampade convenzionali, le lenti rimangono trasparenti.

Video utile

Errori che non dovresti commettere quando scegli gli occhiali per la vista:

Il colore delle lenti influisce sulla condizione degli occhi. I più sicuri sono i prodotti con:

  • nero;
  • verde;
  • grigio scuro;
  • occhiali marroni.

Tipi di montature per occhiali

A seconda del materiale di fabbricazione, si distinguono i seguenti tipi di telai:

  1. Metallico. Sono caratterizzati da elevata resistenza e peso ridotto. Per creare gli occhiali, usano una lega di rame-nichel, acciaio inossidabile e alluminio. Gli oggetti in metallo sono sottili, quindi sono quasi invisibili sul viso. Questa montatura sembra neutra e si adatta a qualsiasi stile. Allo stesso tempo, varie leghe possono provocare lo sviluppo di allergie. Per evitare spiacevoli conseguenze come prurito ed eruzione cutanea, dovresti acquistare telai solo in titanio o acciaio inossidabile..
  2. Plastica. Rispetto ai prodotti in metallo, gli occhiali tengono meglio. Allo stesso tempo, si rompono facilmente e possono ossidarsi se esposti ai raggi UV. Le montature in plastica sono adatte per lenti spesse.
  3. Misto. Combina i vantaggi di entrambi i materiali.

I cerchi possono variare a seconda delle caratteristiche del design. Ci sono prodotti rim, semi-rim e senza montatura. I primi si distinguono per la presenza di una montatura monoblocco che corre lungo tutto il perimetro della lente. In essi, gli occhiali sono fissati saldamente e non cadono. Cerchi in vetro senza montatura e semi-senza montatura tengono la linea di nylon e le viti.

Selezione per tipo di faccia

Quando scegli una cornice, dovresti considerare il tuo tipo di viso:

  1. Ovale. Una forma del viso classica che si adatta a tutti gli occhiali. Quando si sceglie un modello, si dovrebbe essere guidati dalle uniche regole: i bordi del prodotto non devono oltrepassare i bordi degli zigomi.
  2. Triangolare. Se il viso ha la forma di un triangolo, la cui base è il mento, è necessario scegliere una montatura semi-orlata o occhiali a farfalla. Montatura ovale sottile per visi a forma di cuore.
  3. Il giro. Per questo tipo di viso sono adatti occhiali con montatura rettangolare o con angoli appuntiti. In questo caso, l'altezza e la larghezza del modello devono essere diverse. Gli occhiali con una forma della lente allungata staranno bene.
  4. Piazza. In contrasto con il tipo rotondo, il viso ha una forma più massiccia, quindi deve essere ammorbidito. Si consiglia di scegliere montature con bordi sottili o prodotti della linea "occhio di gatto".
  5. A forma di diamante. Presenta zigomi larghi, fronte stretta e mento appuntito. Per una persona del genere è adatta una cornice ovale o rotonda..
  6. Rettangolare allungato. Per una persona del genere è necessario un volume aggiuntivo. Non è consigliabile acquistare una cornice quadrata. Un tale prodotto renderà il viso pesante, sembrerà più grande e non esteticamente gradevole. Si adatta a occhiali rettangolari con aste massicce, occhiali a papillon.

In che modo i diversi livelli diottrica influenzano la scelta?

Le ottiche per ciascun occhio vengono selezionate separatamente durante l'esame da un oftalmologo. Per fare ciò, chiudi un occhio e cambia le lenti finché la visione non diventa chiara. Successivamente, la procedura viene ripetuta con i secondi organi visivi. Al termine della manipolazione, il paziente deve guardare con due occhi al tavolo e l'oftalmologo esegue l'ultimo controllo dell'acuità visiva.

Se la differenza nei livelli di diottria è piccola, il medico può prescrivere le stesse lenti per entrambi gli occhi. In una situazione del genere, l'oftalmologo fa affidamento sui sentimenti del paziente: se il paziente non si sente a disagio, gli occhiali si adattano a lui.

Altrimenti, il medico scrive una ricetta complessa in cui indica i parametri per ciascun occhio. Spesso in questa situazione devi fare gli occhiali su ordinazione. Va ricordato che una diversa acuità visiva indica la presenza di malattie oculari concomitanti.

Le differenze nelle diottrie possono essere associate a patologia del cristallino, alterato afflusso di sangue alla retina, glaucoma, cataratta o distacco della retina. Per evitare che gli occhiali migliorino la dinamica della malattia, è necessario scoprire le cause dello sviluppo della malattia.

Occhiali per l'ipermetropia

Nell'ipermetropia, l'immagine è focalizzata dietro la retina. I pazienti devono indossare sempre occhiali a potenza ottica positiva. Ciò è necessario affinché i raggi luminosi vengano rifratti sulla retina. Per correggere la vista, è necessario valutare la gravità dell'ipermetropia:

  1. Debole. È necessaria la correzione fino a +2 diottrie. In questo caso il paziente spesso non avverte fastidio e quindi non necessita di occhiali. Con un lieve grado di ipermetropia, l'obiettivo può far fronte alla correzione dell'immagine da solo.
  2. Moderare. È necessario correggere la visione da +3 a +6 diottrie.
  3. Alto. Correzione di più di +6 diottrie necessarie.

Occhiali miopia

Nella miopia, l'immagine visibile viene visualizzata davanti alla retina, il che fa apparire distorti gli oggetti distanti. Per correggere la vista, vengono utilizzate lenti concave diffondenti per aiutare a focalizzare i raggi del sole sulla retina. Di conseguenza, l'immagine diventa chiara..

IMPORTANTE. Con una leggera miopia di -3 diottrie o meno, gli occhiali non sono prescritti.

Con un grado moderato di miopia, è necessario indossare costantemente gli occhiali. Allo stesso tempo, per il lavoro viene prescritta una prescrizione separata per le lenti, di solito vengono prescritte quelle bifocali. Con questo design in vetro, il settore superiore dell'ottica è destinato alla correzione della visione a lungo raggio, quello inferiore per la visione a distanza ravvicinata.

Con un alto grado di miopia, gli occhiali non aiutano a ripristinare la vista del 100%. Quando prescrive una prescrizione, l'oftalmologo si concentra sui sentimenti del paziente: il paziente non deve provare disagio quando indossa le lenti.

Occhiali con fori per migliorare la visione

Gli occhiali perforati sono lenti opache in plastica racchiuse in una montatura in metallo. Ogni ottica ha un gran numero di piccoli fori. Occhiali con fori o simulatori di Fedorov vengono utilizzati per le seguenti indicazioni:

  • sovraccarico visivo;
  • sistemazione muscolare;
  • miopia;
  • ipermetropia;
  • fotofobia;
  • presbiopia.

La divisione del flusso luminoso in piccoli fori aumenta la profondità dell'immagine, aumentandone la chiarezza. Il simulatore di Fedorov divide l'immagine visibile, quindi i muscoli ciliari devono cambiare la curvatura della lente. Di conseguenza, 2 immagini vengono trasformate in un'immagine nitida..

L'attività costante dei muscoli ciliari previene l'atrofia delle fibre muscolari, ripristina l'elasticità del cristallino. Gli occhiali perforati possono aiutare sia i bambini che gli adulti.

Problemi con la scelta sbagliata degli occhiali per la vista

Con lenti selezionate in modo improprio, una persona avverte un grave disagio. Oltre a un'immagine visibile sfocata e indistinta, vengono aggiunte le seguenti sensazioni:

  • affaticamento degli occhi;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • vertigini.

In alcuni casi, tali manifestazioni si osservano durante il periodo di adattamento a nuove lenti. In una tale situazione, i sintomi scompaiono entro 7-10 giorni. Se i segni di disagio persistono durante questo periodo, le lenti devono essere sostituite. Dovrà rivedere l'oftalmologo che ha scritto la ricetta.

TOP 10 migliori produttori

La qualità degli occhiali dipende dalle tecniche di produzione del produttore. I prodotti delle migliori aziende sono sottoposti a severi controlli e sono praticamente privi di difetti, proteggono in modo affidabile gli occhi dalle radiazioni ultraviolette, non si graffiano né si sporcano. C'è la seguente valutazione del produttore:

  • Carl Zeiss;
  • Ray-ban;
  • Maxima;
  • Nikon;
  • Occhiata;
  • Essilor;
  • Rodenstock;
  • Rilassare;
  • Hoya;
  • Seiko.

Questi produttori si concentrano sulla fornitura di prodotti di alta qualità con i dati più recenti sullo sviluppo di lenti e montature nel settore dell'ottica. Puoi acquistare marchi solo nei negozi di ottica. In altri posti vendono analoghi economici.

Video utile

Come scegliere gli occhiali? Forme, cornici, materiali:

Prezzi degli occhiali

La fascia di prezzo è influenzata dal materiale delle lenti e delle montature, dal produttore, dalla qualità degli occhiali:

  • le lenti di vetro costano circa 2000-5000 rubli;
  • il policarbonato può costare da 4.000 a 7.000 rubli;
  • il costo dei telai in metallo è di 5.000-10.000 rubli, il prezzo dei prodotti in plastica è inferiore;
  • gli occhiali di marca costano circa 15.000-30.000 rubli.

Recensioni degli utenti

Alina Dolgopolova, Mosca

A causa del computer, la mia vista si è ridotta, quindi ho deciso di ordinare gli occhiali per me stesso. Sono andato al salone di ottica, dove mi hanno chiesto una ricetta. Non sono andato dall'oculista e ho detto che avrei controllato la mia acuità visiva sul posto. Il costo della procedura è di circa 600-800 rubli. Successivamente, è seguita la selezione delle lenti, il cui prezzo dipende dal materiale e dai rivestimenti protettivi. È più economico acquistare ottiche polimeriche in acrilico o policarbonato per non più di 500 rubli, le ottiche in vetro costano da 1000 a 2000 rubli. Il poliuretano più costoso - fino a 5000 rubli. Dopodiché, devi solo prendere il telaio.

Evgeny Kostylev, Ekaterinburg

Non c'è niente di difficile nell'acquisto di occhiali. Vieni all'ottica, dove la tua vista viene controllata sul posto a un costo aggiuntivo. Successivamente, le lenti sono selezionate, scegli tu stesso la montatura. Di conseguenza, ho pagato circa 5.000 rubli per occhiali a mezza montatura per la miopia. Per coloro che hanno problemi con l'alloggio, ti consiglio di indossare il simulatore di Fedorov, occhiali con buchi. Aiutano a migliorare la vista alla normalità.

Conclusione

Per la corretta scelta degli occhiali per la correzione della vista, è necessario essere esaminati da un oftalmologo e ottenere una prescrizione. Con l'aiuto di esso puoi scegliere le lenti necessarie. Dopodiché, dovresti decidere il materiale per realizzare l'ottica. Per migliorarne la qualità, è possibile ordinare rivestimenti speciali. Aiuteranno a rafforzare gli occhiali, a proteggere la loro superficie dallo sporco e dalle radiazioni ultraviolette. L'ultimo passaggio è scegliere una cornice. Dovrai decidere la sua forma, dimensione, colore.

Dopo aver ricevuto gli occhiali, si consiglia di camminarci sopra per circa 20-30 minuti. Se durante questo periodo si avverte fastidio, le lenti devono essere sostituite..

Converti diottrie in cm e viceversa

');> // ->
La lunghezza è il valore numerico dell'estensione di una linea (non necessariamente diritta) dall'origine alla fine.

1 diottria = 100 centimetri (1 diottria = 100 cm)

Puoi eseguire rapidamente questa semplice operazione matematica utilizzando il nostro programma online. Per fare ciò, immettere il valore iniziale nel campo corrispondente e premere il pulsante.

Per calcoli complessi per la conversione di più unità di misura in quella richiesta (ad esempio, per l'analisi matematica, fisica o di stima di un gruppo di articoli), è possibile utilizzare convertitori di unità universali.


Questa pagina presenta il più semplice convertitore online di diottrie in centimetri. Con questa calcolatrice, puoi convertire le diottrie in cm e viceversa con un clic.

Cosa sono le diottrie in oftalmologia

Tutti coloro che hanno avuto problemi di vista hanno consultato un oftalmologo e spesso hanno presentato una prescrizione per occhiali o lenti a contatto.

Questa ricetta conteneva numeri e lettere magiche, a cui il medico aggiunse la parola "diottrie". Per molti, questa rimane una combinazione misteriosa, meravigliosa e sconosciuta, quindi è necessario spiegare cosa sono le "diottrie" e qual è il loro significato in oftalmologia.

Cosa sono le diottrie?

Le diottrie sono l'unità utilizzata per misurare la potenza ottica di una lente o di qualsiasi altro sistema rifrattivo. Ad esempio, la lunghezza focale (la distanza alla quale i raggi sono focalizzati in un punto) è di 1 metro, il che significa che il potere di rifrazione è di 1 diottria (diottria).

Questo concetto è stato introdotto dall'oftalmologo svedese Alvar Gulstrand.

Diottrie e visione

L'organo della vista è un sistema di mezzi rifrattivi (lenti) attraverso i quali passa il raggio per raggiungere la retina per ottenere informazioni dall'esterno. Questa proprietà si chiama emmetropia. Il sistema di rifrazione della luce è rappresentato dalle seguenti strutture:

  • cornea;
  • lente;
  • fluido delle camere anteriore e posteriore dell'occhio;
  • vitreo.

Ognuno di loro ha il suo potere di rifrazione. Le strutture principali necessarie per ottenere l'immagine più accurata sono la cornea e il cristallino. La cornea ha la forma di una normale lente a contatto e la lente è una lente biconvessa naturale con curvatura variabile.

La rifrazione di un raggio di luce, necessaria per focalizzare un'immagine sulla retina, è comunemente chiamata rifrazione..

Nella pratica oftalmica, la visione ideale, che non richiede alcun mezzo di correzione, è considerata zero. In realtà, il potere rifrattivo totale del sistema è di circa 60 diottrie. Ma per comodità di misurazione, vengono utilizzati gli indicatori degli obiettivi, necessari per la correzione al fine di ottenere un'immagine chiara..

Ma il potere di rifrazione può variare e una persona potrà comunque distinguere perfettamente tra vari oggetti. In uno stato normale, l'obiettivo aiuta a vedere chiaramente a diverse distanze, che è in grado di cambiare la sua curvatura (e quindi il potere di rifrazione) mediante la contrazione dei muscoli ciliari che si attaccano ad esso.

Questo processo è chiamato alloggio. Inoltre, questa chiarezza dipende direttamente dalla lunghezza focale, menzionata in precedenza, o dalle dimensioni del bulbo oculare. Quando si cambia la sua dimensione (aumentando o diminuendo), la messa a fuoco dei raggi viene disturbata, il risultato è che una persona vede gli oggetti intorno a sé in modo indistinto.

Formazione dell'immagine alterata

Se il bulbo oculare aumenta di dimensioni, i raggi sono focalizzati davanti alla retina e tutti gli oggetti che sono lontani, la persona vede indistintamente, ma la visione degli oggetti vicini rimane normale. Questa condizione è solitamente chiamata miopia o miopia..

Se la dimensione del bulbo oculare si riduce, la messa a fuoco dei raggi avviene dietro la retina, quindi si osserva la situazione opposta: elementi del mondo ravvicinati diventano sfocati, ma la visione distante non è disturbata. Questo si chiama ipermetropia o ipermetropia..

Riferimento. La correzione esterna può essere eseguita sia a contatto (lenti a contatto) che con gli occhiali.

Ciascuna di queste condizioni richiede una correzione speciale. A tale scopo vengono utilizzate lenti speciali: raccolta e diffusione.

Per la miopia vengono utilizzate lenti diffuse, che hanno un potere rifrattivo negativo, ad esempio -3 diottrie. Grazie a loro, la focalizzazione dei raggi avviene a una distanza maggiore di quanto sia possibile senza l'uso di mezzi di correzione..

L'ipermetropia viene corretta con lenti con indice di rifrazione positivo. Un esempio sono le lenti con valori pari a +2,5 diottrie. Le lenti positive stanno raccogliendo le lenti, quindi quando le si utilizza, l'immagine verrà costruita sulla retina e non dietro il suo piano.

In entrambi gli occhi, il potere di rifrazione del mezzo può differire. Nella documentazione medica, le diottrie sono solitamente indicate come, ad esempio, -6,25 D. Meno spesso, queste designazioni sono omesse e indicano le letture della rifrazione dell'occhio: OD sph -5,0; OS sfh -4,75.

Riferimento. Nella pratica oftalmica, ci sono abbreviazioni latine generalmente accettate: OD - occhio destro, OS - occhio sinistro, OU - entrambi gli occhi.

Le diottrie sono il potere di rifrazione del mezzo attraverso il quale passa il fascio luminoso per concentrarsi sulla retina dell'occhio. Quando sorge la necessità di correzione della vista, vengono utilizzati mezzi speciali (lenti), che hanno un proprio potere rifrattivo, che contribuisce ad ottenere un'immagine corretta e chiara sulla retina.

Solo un medico dovrebbe essere coinvolto nella loro selezione, poiché è in grado di stabilire gli indicatori necessari e selezionare correttamente le lenti richieste.

Video utile

A proposito di quali diottrie in oftalmologia sono nel video qui sotto: